Arthur Schopenhauer

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Music
In rilievo

Music

La scheda: Arthur Schopenhauer

Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) è stato un filosofo e aforista tedesco, uno dei maggiori pensatori del XIX secolo, nonché del pensiero occidentale moderno.
Il suo pensiero, articolato in precisi ragionamenti ed in caustici aforismi, recupera alcuni elementi dell'illuminismo, della filosofia di Platone, del romanticismo e del kantismo, fondendoli con la suggestione esercitata dalle dottrine orientali, specialmente quella buddhista e...

LA FILOSOFIA SPIRITUALE DI ARTHUR SCHOPENAUER (in sintesi)

LA FILOSOFIA SPIRITUALE DI ARTHUR SCHOPENAUER (in sintesi)

  La filosofia di Schopenhauer prende le mosse da quella di Platone e da quella di Kant, riconsiderati alla luce di suggestioni hindu e buddhiste. Il mondo appare a Schopenhauer (come egli illustra nella sua opera fondamentale Il mondo come volontà e rappresentazione, pubblicata una prima volta nel 1819, quindi nel 1844 e un anno prima della morte dell’autore, nel 1859) come rappresentazione, ma nel senso di inganno, “velo di Maya”. Noi conosciamo solo i [...]

La concezione dello spazio tempo tra Schopenhauer ed Einstein

La concezione dello spazio tempo tra Schopenhauer ed Einstein

Per scrivere questo articolo, vorrei iniziare da una dimostrazione pratica che mi è capitato di osservare, passeggiando per il parco della mia città. Mentre stavo camminando attorno al parco, il mio sguardo era proteso in avanti. Ad un certo punto, nella strada a fianco,a destra, mi è capitato di intravedere una bicicletta, guidata da una ragazza giovane, che apparentemente, andava alla mia stessa velocità di camminata. Non l’ho vista quasi per niente, [...]

UN PENSIERO DI ARTHUR SCHOPENHAUER

UN PENSIERO DI ARTHUR SCHOPENHAUER

"L'AMORE PER GLI ANIMALI E' INTIMAMENTE ASSOCIATO CON LA BONTA' DI CARATTERE, E SI PUO' TRANQUILLAMENTE AFFERMARE CHE CHI E' CRUDELE CON GLI ANIMALI NON PUO' ESSERE UN UOMO BUONO".

Schopenhauer, profeta del declino d'Occidente

Schopenhauer, profeta del declino d'Occidente

Il libro "In presenza di Schopenhauer" è uscito nelle librerie. (in foto: un ritratto digitale del filosofo) di Giacomo Giglio   È uscito ieri nelle librerie il nuovo saggio del notissimo romanziere francese Michel Houellebecq, dal titolo “In presenza di Schopenhauer” (Nave di Teseo è l’editore). Il filosofo di Danzica, salito agli onori della storia per il suo proverbiale [...]

Sophìa, la filosofia in festa. Il nichilismo. Festival della Filosofia, edizione 2016.

MARCO MARTINI         SOPHIA, LA FILOSOFIA IN FESTA. IL NICHILISMO. FESTIVAL DELLA FILOSOFIA – EDIZIONE 2016 -   FESTIVAL DELLA FILOSOFIA – EDIZIONE 2016 – VIAREGGIO (LUCCA), VILLA BORBONE – SAB. 5 E DOM. 6 NOVEMBRE 2016 SOPHIA, LA FILOSOFIA IN FESTA. FESTIVAL DELLA FILOSOFIA. EDIZIONE 2016. VIAREGGIO (LUCCA), VILLA BORBONE, SABATO 5 E DOMENICA 6 NOVEMBRE 2016.  ATTI DEL CONVEGNO. Premessa. Sophia, la Filosofia in festa è il festival toscano che [...]

J. L. Borges: Tlön, Uqbar, Orbis Tertius (riflessioni su)

J. L. Borges: Tlön, Uqbar, Orbis Tertius (da “Il giardino dei sentieri che si biforcano”, 1941)   Introduzione   Il racconto apre la raccolta “Il giardino dei sentieri che si biforcano” (1941), prima parte della raccolta “Finzioni” (1944). Esso venne pubblicato sulla rivista “Sur” e nell’ ”Antologia della Letteratura Fantastica”, nel 1940. Si compone di tre parti; la terza (poscritto) reca la data fittizia del 1947: è, dunque, postdatata [...]

J. L. Borges: Tlön, Uqbar, Orbis Tertius (riflessioni su)

J. L. Borges: Tlön, Uqbar, Orbis Tertius (da “Il giardino dei pensieri che si biforcano”, 1941)   Introduzione   Il racconto apre la raccolta “Il giardino dei sentieri che si biforcano” (1941), prima parte della raccolta “Finzioni” (1944). Esso venne pubblicato sulla rivista “Sur” e nell’ ”Antologia della Letteratura Fantastica”, nel 1940. Si compone di tre parti; la terza (poscritto) reca la data fittizia del 1947: è, dunque, postdatata [...]

Arthur Schopenhauer

L’essenza della speranza consiste nel fatto che la Volontà obbliga il proprio servitore, l’intelletto, quando questo non può procurarle l’oggetto desiderato, a fornirgliene almeno l’immagine, ad assumere in generale il ruolo del consolatore e a calmare il suo padrone, così come la balia calma il bambino con favole aggiustate in modo che acquistino una qualche apparenza di verità.

Come Ottenere Rimborso delle Tasse

Se avete un credito nei confronti del Fisco per tasse pagate in eccedenza, la riscossione potrebbe non esser celere e agevole. Tuttavia l’Agenzia delle Entrate sembra volere fare un passo in avanti nei confronti dei contribuenti che intendono ottenere il riconoscimento di un credito maturato in un’annualità per la quale non hanno presentato dichiarazioni ai fini dell’imposta sul valore aggiunto, imposte dirette e Irap. La prima cosa da fare, afferma la [...]

Arthur Schopenhauer

La vita oscilla come un pendolo, di qua e di là, tra il dolore e la noia, che sono in realtà i suoi veri elementi costitutivi.

Arcobaleno – Teoria sulla vista e i colori di Schopenhauer

Negli anni 1813-1814, pochi anni dopo l'enunciazione della teoria dei colori di Goethe, alla sua evoluzione partecipa un giovane filosofo tedesco, Arthur Schopenhauer (1788-1860).In questo periodo l'oggetto principale delle conversazioni tra Goethe e Schopenhauer a Weimar non è tanto la filosofia quanto la ricerca sperimentale sui colori.Goethe, realizzando un rapporto maestro-discepolo, offre a Schopenhauer l'opportunità di avvicinare una disciplina scientifica [...]

Zero, Nessuno e Nulla – Filosofia tedesca, il ribaltamento prospettico di Schopenhauer

Pochi gli asceti che sono riusciti nell'impresa di superare il mondo, esigui i mistici in cui la Volontà, giunta alla piena coscienza di sé, si ritrova in tutte le cose e liberamente si rinnega. In questi asceti e mistici si può contemplare il raggiungimento di quella pace che (per alcuni, non per me) sta più in alto della ragione, quell'assoluta calma d'animo, quel profondo riposo, che alcuni pittori sono riusciti a dipingere nel volto dei loro santi.   Si [...]

Zero, Nessuno e Nulla – Filosofia tedesca, la negazione della Volontà per Schopenhauer

Non più Volontà: non più rappresentazione, non più mondo. Non resta che il NULLA.   Questo NULLA fa paura all'Uomo, perché: è pieno di Volontà di vivere, è prigioniero di questa Volontà, che si ribella contro il dissolvimento nel NULLA. Volontà di vivere è la natura dell'Uomo, nient'altro! Volontà di vivere siamo noi stessi! Volontà di vivere è il nostro mondo!   L'aver l'Uomo tanto orrore del NULLA, non è se non un'altra manifestazione del come [...]

Zero, Nessuno e Nulla – Filosofia tedesca, il misticismo ateo di Schopenhauer

Quella di Schopenhauer, diversamente dall'ascesi cristiana, è invece un'estasi senza Dio, una forma di ascesi laica, di misticismo ateo, che rifiuta il mondo per giungere alla negatività pura, in cui non ci si riversa nell'universo e neppure ci si congiunge con alcun dio. Degli asceti cristiani, Schopenhauer accetta le tecniche, purché scollegate dai presupposti religiosi e inquadrate nel più rigido ateismo possono funzionare, perché sono in grado di [...]

Zero, Nessuno e Nulla – Filosofia tedesca, le tecniche dell’ascesi cristiana per Schopenhauer

Al NULLA si perviene rinunciando estirpando l'insano e irrazionale desiderio di vivere per raggiungere una forma di ascesi. Ascesi?   Per Schopenhauer le vite dei santi cristiani sono un modello più appropriato per raggiungere il NULLA dell'approccio al NIRVANA. L'obiettivo dei santi era il liberarsi dal condizionamento della volontà. Tuttavia anche nella tradizione cristiana il vuoto lasciato dalla negazione del mondo si riempie positivamente dalla comunione [...]

Zero, Nessuno e Nulla – Filosofia tedesca, l’illusione del NIRVANA induista per Schopenhauer

Al NULLA si perviene rinunciando estirpando l'insano e irrazionale desiderio di vivere per raggiungere il NIRVANA. NIRVANA? Non a caso Schopenhauer ha studiato la filosofia orientale, la religione induista, il buddismo. Raggiungere il NULLA è per la sapienza indiana uno stato della mente e non una categoria come quella del NON-ESSERE di Parmenide. Tuttavia, nella concezione indiana il NIRVANA appare ancora come qualcosa di positivo: un tutto (l'universo) in cui [...]

Zero, Nessuno e Nulla – Filosofia tedesca, la Nolontà di Schopenhauer

Per Schopenhauer (1788-1860) il NULLA è l'esito finale delle tecniche di privazione sensoriale e di macerazione dell'anima: "è ciò che rimane dopo la soppressione completa della volontà di vivere"; una quiete totale cui si perviene esercitando la Nolontà, dal verbo latino nolo, col significato di non voglio. La Nolontà è un atto di ribellione alla Volontà, che ci spinge a vivere e a desiderare di vivere.  Tale completa negazione è l'unico modo per [...]

COME FANNO SESSO I RICCI?, CULTURA, SCIENZA, ETOLOGIA, IMPARA DAL RICCIO, SCHOPENHAUER

COME FANNO SESSO I RICCI?, CULTURA, SCIENZA, ETOLOGIA, IMPARA DAL RICCIO, SCHOPENHAUER

LA MOSSA DEL RICCIO    Volete dare un po’ di pepe a un rapporto che si sta spegnendo? Lasciate perdere i manuali  sulle "dieci regole per un sesso felice" o altri libercoli simili  e iniziate a osservare il comportamento degli animali.  Ad esempio, seguite il riccio.... Questo animale, infatti, «può stare per giorni interi a scambiarsi strofinate sul muso con la partner prima di accoppiarsi» !  Un comportamento da imitare per tenere sempre a mente [...]

INTERPRETAZIONI SU ARTHUR SCHOPENHAUER E GIACOMO LEOPARDI

INTERPRETAZIONI SU ARTHUR SCHOPENHAUER E GIACOMO LEOPARDI Schopenhauer e Leopardi sono stati spesso accomunati per la medesima concezione pessimistica della vita. Su questo confronto sono state avanzate alcune interpretazioni critiche, le principali risultano essere le seguenti quattro. Francesco De Sanctis, nella sua Storia della letteratura italiana, alla fine dell’Ottocento,  ravvede nei due autori i seguenti elementi comuni: 1)entrambi considerano la Natura [...]

Arthur Schopenhauer - Il velo di Maya - Appunti del prof. Roberto Baltieri

Arthur Schopenhauer nasce a Danzica nel 1788 e comunque è un filosofo dell’800. La sua opera fondamentale viene pubblicata nel 1819, “il mondo come volontà e rappresentazione”. Vive tra Dresda e Berlino, studia a Berlino, ascolta le lezioni di Fichte e resta impressionato in senso negativo. Schopenhauer insegna a Berlino, negli stessi anni del trionfo di Hegel e per 24 semestri farà lezione in concorrenza con Hegel, una scelta masochista perché appunto [...]

&id=HPN_Arthur+Schopenhauer_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Category:Arthur{{}}Schopenhauer" alt="" style="display:none;"/> ?>