Basilea II

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Basilea II. Cerca invece Basel II.

Vedi anche

Review
In rilievo

Review

La scheda: Basilea II

Il Nuovo Accordo sui requisiti minimi di capitale firmato a Basilea, meglio noto come Basilea II, è un accordo internazionale di vigilanza prudenziale, maturato nell'ambito del Comitato di Basilea, riguardante i requisiti patrimoniali delle banche. In base a esso, le banche dei Paesi aderenti devono accantonare quote di capitale proporzionate al rischio assunto, valutato attraverso lo strumento del rating.
L'accordo è strutturato in tre "pilastri":
Requisiti patrimoniali,
Controllo delle Autorità di vigilanza,
Disciplina di mercato e Trasparenza.
Il testo dell'accordo nella versione definitiva nel giugno del 2004, è entrato in vigore nel gennaio 2007, con una proroga di un anno concessa alle banche che hanno adottato il metodo advanced. A seguito della crisi finanziaria che ha colpito alcuni importanti istituti di credito, una nuova versione dell'accordo è stata emanata con il nome di Basilea III.



Nell'ottica di Basilea II cambiano i ruoli per le piccole e medie banche. Infatti queste potrebbero operare sul mercato dei crediti differenziandosi dalle grandi banche mediante una focalizzazione maggiore nella concessione di crediti alle piccole e medie imprese (PMI).
Un rinnovato rapporto gioverebbe ad entrambe le parti: le imprese, infatti, costituirebbero rapporti fiduciari con istituti di credito presenti nel territorio, i quali hanno una maggior consapevolezza informativa della storia della azienda e del mercato nel quale opera, rispetto ad un grosso istituto centrale. Di contro, gli istituti locali avrebbero l'opportunità di crescere trasformando la loro prospettiva locale in globale: le PMI costituiscono in certi casi dei centri di eccellenza che sicuramente non operano su mercati di grande scala, ma comunque competono a livello internazionale, in altri casi la sopravvivenza stesse delle imprese di piccole e medie dimensioni è legata alla capacità di confrontarsi con i mercati esteri.
Confrontandosi a livello internazionale, avranno bisogno di partner finanziari che adottano prospettive internazionali. In questa ottica il passaggio dalla figura della banca-foraggiatrice a quello della banca-assistente controllore e consulente può certamente contribuire a ridurre la presenza di intrecci poco chiari tra banche e alta finanza e la stagnazione di mercato favorendo di contro la crescita delle piccole realtà in realtà più grandi e competitive. Inoltre un approccio vincolato a concetti di controllo e adattamento rispetto al mercato potrà consentire alle imprese di sviluppare una mentalità orientata non più solo a obiettivi a brevissimo termine, ma a una produttività a medio lungo termine, indispensabile per una crescita reale e solida. Non guardare al futuro sviluppo etico-economico vorrebbe dire ingessare il sistema dei finanziamenti-investimenti.
Basilea II è stata sottoposta da più parti a critiche per l'atteggiamento indotto nei confronti delle PMI. Una PMI, infatti, ha minori possibilità di generare reddito o di generarne di ingente. Inoltre in alcuni paesi la PMI è solitamente a conduzione familiare e quindi contraria all'ingresso di soci e capitali esterni, da un lato, non attrezzata nel settore analisi e gestione finanza dall'altro. In tal senso Basilea II è già stata sottoposta a diverse modifiche, soprattutto sotto la spinta dei governi di Germania e Italia, ma il rischio resta e l'accordo continua a generare polemiche.
Se osserviamo la situazione italiana, in particolare, notiamo sia il rischio sia la potenzialità di un cambiamento di questo tipo. L'Italia è un Paese che deve la sua ossatura produttiva alle PMI, inoltre ha un sistema economico molto chiuso, rattrappito, carente di quella capacità di innovare che è la molla necessaria per la competitività.
L'origine del problema italiano è da rintracciarsi in una serie di motivi storici e politici il cui risultato non è più sostenibile nel quadro economico internazionale. L'introduzione delle nuove metodologie dovrebbe spingere le banche a cambiare strategie, se anch'esse vogliono competere a livello internazionale. Le banche hanno da tempo iniziato a prendere atto delle nuove problematiche elaborando previsioni e cercando di coinvolgere i propri clienti nella scoperta delle specifiche della nuova disciplina. Sono infatti costrette a confrontarsi sul piano internazionale e vivono un regime di stringente concorrenza. Le imprese, invece, sono rimaste in buona parte ferme. Sondaggi rilevano come il 50% degli imprenditori non sappia neanche cosa sia Basilea II e men che meno cosa offra e richieda in cambio.
Le PMI italiane non hanno maturato una mentalità in grado di valutare quanto possa convenire la novità in termini di sviluppo futuro. Gioca un ruolo importante anche il fatto che da più parti si è sfavorevoli ad abbandonare la cattiva consuetudine nazionale, basata sulla netta prevalenza del finanziamento a breve e sul divieto di far entrare capitali di terzi all'interno dell'impresa familiare. Le imprese italiane dimostrano di rifiutare, mediamente parlando, l'ingresso di soci e di capitali esterni nell'impresa familiare nel modo più assoluto e anche se il rifiuto dovesse implicare che l'azienda smette di crescere e di essere produttiva.
L'ovvia conseguenza è che le PMI Italia risultano avere un livello di capitalizzazione basso, specie raffrontato con le loro numerose sorelle francesi e britanniche: inoltre, le prime fanno largo uso di strumenti di finanziamento emessi dalle grandi banche popolari e le seconde dei capitali facilmente reperibili in borsa. Le imprese tedesche, invece, godono della presenza di un unico istituto bancario di riferimento, coinvolto anche negli aspetti operativi dei processi aziendali.
Per le imprese italiane in particolare, storicamente sottocapitalizzate e ancora basate sul pluriaffidamento bancario a breve, quello di capitalizzazione sarà l'indicatore che darà più preoccupazioni: la ristrettezza del capitale proprio non è certo un segnale di solidità e di propensione al rischio. Senza contare che a tutt'oggi la pratica delle garanzie personali a fronte dei finanziamenti è stata circoscritta dalla nuova normativa a casi particolari, per cui non può più essere di soccorso. L'immissione di nuovo capitale di rischio, attraverso l'ingresso di nuovi soci o l'utilizzo di nuovi strumenti finanziari, sembrerebbe essere l'unica via percorribile per diminuire il proprio grado di rischiosità, ma si scontra fondamentalmente con due fenomeni: da una parte la riluttanza patologica di molte imprese, specie se a conduzione familiare, a diluire la proprietà e a permettere l'ingresso a nuovi soci, dall'altra la mancanza di una politica fiscale che incentivi in modo deciso la capitalizzazione.
Le PMI italiane rischiano quindi, ancora più delle loro sorelle di essere maggiormente penalizzate dalle nuove regole: la prospettiva è tutt'altro che irrilevante e desta gravi preoccupazioni se si consideri che le PMI costituiscono la base produttiva del sistema economico italiano.
Questo tipo di aziende dovrebbero partire dalla costruzione di un database dei propri bilanci riclassificati, in modo da evidenziare la qualità e l'attendibilità del loro bilancio d'esercizio e da riassumere le rispettive situazioni di redditività, solidità e liquidità. Evidenzierebbero i punti di forza ma anche i punti di debolezza e potrebbero correre immediatamente ai ripari.
È però innegabile che l'analisi finanziaria previsionale richiede investimenti di non poco conto in strumenti e tecnologie, che le microimprese in particolare non possono affrontare, e sarebbe auspicabile, in questo senso, che esse instaurassero un rapporto di consulenza con le banche. Tale processo, però, incontra barriere di non poco conto, soprattutto psicologiche: è difficile, infatti, che l'imprenditore si risolva a trasmettere all'esterno dati prima gelosamente custoditi e a sottoporsi al giudizio di terzi.
Conoscere con un certo grado di approssimazione quali sono le reali possibilità di successo e qual è il verosimile ritorno di un investimento è condizione indispensabile per saper presentare alla banca il progetto da finanziare su basi più solide, suffragate da dati verosimili. L'analisi previsionale ha, tuttavia, dei limiti: è estremamente difficoltoso valutare il grado di adeguatezza e di errore delle valutazioni espresse, tanto più che quasi sempre tale analisi si risolve in un ribaltamento del passato sul futuro, cosa ben poco verosimile.
Ne deriva che risulta essere fondamentale una gestione corretta che ponga la giusta attenzione alle posizioni di redditività e di equilibrio finanziario, oltre che l'autovalutazione delle imprese (attraverso i sistemi di rating assignement utilizzati dalle banche o indici di sintesi più facilmente padroneggiabili), e, non meno importante, una corretta impostazione delle linee di azione per correggere scelte inadatte e consolidare situazioni patrimoniali o reddituali vacillanti.
Un rapporto di maggior controllo fattuale da parte della banca, inoltre, renderebbe anche assai più oneroso, difficile e rischioso per l'impresa avere scarsa cura del proprio assetto patrimoniale e perpetrare falsi in bilancio. Le banche, infatti, rischiando di concedere denaro che non verrà loro restituito e avendo gli strumenti adatti, effettuano analisi estremamente minuziose alla ricerca di falle e discrepanze nelle dichiarazioni patrimoniali. Un'impresa che maneggi o annacqui i bilanci si vedrebbe assegnare un rating molto più basso e pagherebbe molto di più il denaro che le verrebbe concesso, sempre che la banca si decida a concederlo.
Si può dunque auspicare che gli accordi di Basilea II contribuiranno, molto più di tanti altri interventi ad hoc, a fare del bilancio una true and fair view dello stato della gestione aziendale.
Ovviamente tutto ciò deve sempre basarsi su criteri di veridicità e trasparenza, che sicuramente è una base solida per costituire il rapporto banca-impresa.

Il Comitato di Basilea per la supervisione bancaria ha rilasciato, nel dicembre 2010, nuove regole a garanzia della stabilità del sistema bancario, note come "Basilea III", queste nuove regole dovranno integrare o sostituire sia la versione del 1988 (Basilea I) sia la versione Basilea II entrata in vigore nel 2008. Le nuove regole introdotte con Basilea 3 definiscono nuovi standard internazionali per l'adeguatezza patrimoniale delle banche e nuovi vincoli di liquidità. Le regole sono state convenute dai governatori e dai presidenti delle autorità di vigilanza dei paesi membri, e approvate dai leaders del G20 al summit di Seoul.
Gli effetti che l'adozione di Basilea III potrebbe avere sull'economia reale e sulla crescita sono oggetto di controversie. Alcuni critici sostengono che questo sistema di regole, dato l'attuale livello del core Tier 1 di importanti istituti bancari potrebbe creare il rischio di credit crunch, soprattutto se implementato in una fase di recessione economica.

Banche: più impegno per finanziare le piccole imprese

Banche: più impegno per finanziare le piccole imprese

Verso un nuovo accordo per il credito alle piccole e medie imprese. L'incontro è fissato domani a Roma per le 15,30 a Palazzo Altieri, sede dell'Associazione bancaria italiana. Insieme ai rappresentanti dell'Abi sigleranno l'intesa le associazioni che rappresentano il mondo delle imprese. E' quanto si legge in una nota dell'Abi. Hanno confermato la presenza per sottoscrivere il documento Corrado Passera, ministro allo Sviluppo economico, delle infrastrutture e dei [...]

Dl crescita, tensioni nel governo sul Salva Roma

Dl crescita, tensioni nel governo sul Salva Roma

(Teleborsa) - Nuovo motivo di tensione nel governo con il prossimo varo del dl crescita, previsto domani nel Cdm. A tenere banco questa volta è il discusso articolo ribattezzato Salva Roma che prevede la fine della gestione commissariale della Capitale nel 2021 con il passaggio del debito a livello statale. La norma ha fatto insorgere la Lega, in primis il leader e vicepremier Matteo Salvini che, dopo gli attacchi diretti alla sindaca Virginia Raggi, ne ha [...]

Settimana decisiva per la nuova Alitalia

Settimana decisiva per la nuova Alitalia

(Teleborsa) - Otto giorni per decidere il futuro di Alitalia, in realtà sette a partire da martedì 23 aprile, data di convocazione del Consiglio dei Ministri chiamato a discutere il DL sulla Crescita nelle cui voci figura anche il via libera alla partecipazione del Ministero Economia e Finanze nella newco. L’apporto dovrebbe attestarsi sul 15% della quota del nuovo capitale, che andrebbe ad aggiungersi al 30% di FS, che guida la cordata dell’operazione [...]

Rogo in un'azienda di rifiuti,  sindaco: 'Chiudete le finestre'

Rogo in un'azienda di rifiuti, sindaco: 'Chiudete le finestre'

Dalle 4 della notte scorsa le fiamme stanno distruggendo il capannone della ‘Valcart’ di Rogno, la principale azienda di rifiuti dell’Alto Sebino della Valcamonica. Al lavoro oltre dieci squadre di vigili del fuoco da Bergamo e Brescia: l’attività di spegnimento proseguirà per tutta la giornata. Sulle cause non è escluso il dolo, anche se sono in corso gli accertamenti dei pompieri. Nella notte si sono levate fiamme molto alte, mentre il fondovalle [...]

NAPOLI, Martedì 16 aprile,  ore 16:00,  Società Napoletana di Storia Patria. Associazione Culturale Alessandro Poerio.

NAPOLI, Martedì 16 aprile,  ore 16:00,  Società Napoletana di Storia Patria. Associazione Culturale Alessandro Poerio.

Martedì 16 aprile,  ore 16:00,  Società Napoletana di Storia Patria.  Denis V. Reidy, già direttore della Sezione Italiana e Greca della British Library di Londra e insignito del Premio Poerio – Imbriani 2017 con la Medaglia del Presidente della Repubblica nella ricorrenza del 150° Anniversario della scomparsa di Carlo Poerio Foto #BluParthenopeNews Il convegno ha registrato la [...]

Le trasformazioni demografiche e sociali

Nel corso degli ultimi novanta anni la popolazione residente in Italia è cresciuta attraversando diverse fasi, definite dal combinarsi della dinamica naturale e dei flussi migratori. Dopo il boom di nascite degli anni Sessanta e fino alla metà degli anni Novanta, la dinamica naturale si fa via via più debole e si osserva un rallentamento nel ritmo di crescita della popolazione. Sul finire del XX secolo la crescita riprende, ma solo grazie al contributo [...]

CSGF pubblicità

CSGF pubblicità

attiva anche tu la ricezione dei messaggi promozionali, non devi far altro che inviare un whatsapp al 349 6058446 digitando: sono Mario Rossi vorrei essere aggiunto alle vostre liste.

Autonomia, 'Alcune richieste non coerenti con la Carta'

Autonomia, 'Alcune richieste non coerenti con la Carta'

“In alcuni casi le richieste regionali non appaiono del tutto coerenti con i principi costituzionali, inerenti a materie diverse da quelle elencate dalla costituzione che, vista la tassatività del disposto costituzionale, non possono essere oggetto di attribuzione. Tra queste deve ricomprendersi l’art. 117 secondo comma, lettera e” che affida “allo Stato la competenza esclusiva in materia di sistema tributario e contabile dello Stato”. Lo ha detto il [...]

Le prime mostre di primavera arrivano nelle grandi città italiane

Le prime mostre di primavera arrivano nelle grandi città italiane

Divampa rogo in una ditta: forse accidentale ma sindacato esprime preoccupazione

Divampa rogo in una ditta: forse accidentale ma sindacato esprime preoccupazione

Cronaca 14 aprile 2019 Divampa rogo in una ditta: forse accidentale ma sindacato esprime preoccupazione Le fiamme sono partite all’esterno di una srl di Presicce, nella zona industriale, specializzata nel settore calzaturiero. Dai filmati non si nota nessuno, potrebbe essersi trattato di un cortocircuito PRESICCE – I carabinieri stanno indagando su un incendio divampato nella zona industriale di Presicce, nella note a cavallo tra venerdì e sabato scorso. [...]

Reputazione Online Azienda: Nasce Ingredienti Magazine dedicata alle eccellenze del territorio

Reputazione Online Azienda: Nasce Ingredienti Magazine dedicata alle eccellenze del territorio

Aprile 2019 nasce un nuova Riviste online: Ingredienti Magazine che vuole raccontare le eccellenze del territorio nazionale, dedicato ad artigiani, imprenditori, agricoltori, creativi e innovatori che ogni giorno coltivano l’armonia fra ciò che fanno e il luogo in cui lavorano. Andiamo a cercare le loro storie nelle botteghe, nelle fabbriche, nelle cantine e nella bellezza di ambienti naturali. Sono storie da raccontare per far conoscere un Italia [...]

Spettegolare fa bene alla salute: non sentitevi in colpa!

Spettegolare fa bene alla salute: non sentitevi in colpa!

«I fatti miei mi annoiano sempre a morte; preferisco quelli degli altri»: con questa massima Oscar Wilde aveva riassunto il piacere che si prova nello spettegolare. E a sollevarci dai sensi di colpa, nel caso ne avessimo, arriva la scienza. La gossip-terapia infatti fa bene alla salute, come ha rivelato uno studio dei ricercatori delle Università del Texas e Oklahoma. I risultati sono chiari: spettegolare fa bene. Perché, pare, chi spettegola scarica la sua [...]

Finanza Green chiave dello sviluppo sostenibile

Finanza Green chiave dello sviluppo sostenibile

Finanza Green chiave dello sviluppo sostenibile. Finanza Green chiave dello sviluppo sostenibile. La finanza “verde” include un gruppo vasto e diversificato di strumenti, tipologie di investimenti e settori di interesse. Non si limita solamente a considerare l'impatto sul clima. Le istituzioni pongono sempre più l'accento sulla "finanza green", perché convinte che rappresenti la [...]

Redmi Airdots auricolari wireless prezzo

Redmi Airdots auricolari wireless prezzo

Xiaomi Redmi marca primo gadgets auricolari wireless redmi airdots, a linea di prodotti di Redmi è sempre stata il prodotto di fascia media della società xiaomi. Redmi Airdots auricolari wireless dispone della tecnologia True Wireless Stereo (TWS) che consente di avere un suono stereo quando si utilizzano entrambi gli auricolari allo stesso tempo. All'interno abbiamo un driver dinamico da 7.2mm. 12 ore di durata della batteria, Solo 4,1 g di peso, [...]

Prodotti Cellulari offerta Xiaomi Huawei più popolari.

Scegli tra l'ampia cellulari in offerta xiaomi huawei ai migliori prezzi disponibili,  ti aiuta a trovare l'offerta giusta per te! Cellulari in Offerta , Acquista Online su nextbuying. Xiaomi Mi 9 se Global su Nextbuying Italia, banda 20, Coupon Da 5 Euro Per Il Tuo Ordine Su Nextbuying! Redmi Note 7 Global su Nextbuying Italia, banda 20, Coupon Da 5 Euro Per Il Tuo Ordine Su Nextbuying!Xiaomi Mi 9 Pro Transparent Explorer Edition 12GB di RAM, Coupon Da €10,00 [...]

Sito in manutenzione

Ci siamo trasferiti: adesso ci trovi su www.kharmdesign.it/blog

Raffica di arresti dopo proteste per contro neo presidente

Raffica di arresti dopo proteste per contro neo presidente

In manette 108 "presunti" infiltrati, 27 agenti feriti

In edicola e libreria la nuova guida di Andrea Accorsi sui borghi montani imperdibili della Lombardia

È disponibile in libreria e nelle edicole, allegata ai quotidiani locali (come "La provincia di Como", "L'eco di Bergamo", "La provincia di Sondrio" e "La provincia di Lecco"), la nuova guida di Andrea Accorsi su “35 borghi montani imperdibili della Lombardia” (Edizioni del Capricorno, 160 pp., 13 euro).C’è una Lombardia meno nota di quella delle grandi città, dei celebri monumenti e musei, dei laghi e delle fiere internazionali: è la Lombardia [...]

La sfida dei sindaci

2019, Avvenire 12 aprile.Ambiente. La sfida di sindaci e cittadini contro le montagne di plasticaSacchetti spesa e tazze del caffè personali ma anche educazione e investimenti Così nelle grandi città di tutto il mondo si sperimentano soluzioni ecologiche«A Freetown, fronteggiamo una montagna di plastica da rimuovere ogni giorno. Ci battiamo strenuamente e abbiamo l’obiettivo di riciclarne almeno il 40% entro il 2022». Yvonne Aki-Sawyerr, 58 anni, primo [...]

Ubi, in corso la prima riunione del nuovo Cda

Ubi, in corso la prima riunione del nuovo Cda

(Teleborsa) - E' stata indetta già per oggi a Bergamo la prima riunione del nuovo Cda di Ubi Banca, il primo dopo l'adozione del modello di governance monistico, eletto in mattinata dall'assemblea degli azionisti. Lo ha confermato la Presidente, Letizia Moratti, al termine dell'assemblea. "Il Cda avrà all'ordine del giorno la consegna dei regolamenti di alta governance e il calendario delle riunioni del consiglio per la stesura del piano industriale. Il secondo [...]

Imprese, Unioncamere: ad aprile 415mila opportunità di lavoro

Imprese, Unioncamere: ad aprile 415mila opportunità di lavoro

(Teleborsa) - Nel mese di aprile sono circa 415mila le entrate programmate dalle imprese ed oltre 1,3 milioni se si osserva il trimestre aprile-giugno 2019. Si conferma ad aprile la tendenza a una crescita congiunturale dei contratti, in particolare nel comparto dei servizi turistici, incoraggiato nelle previsioni degli operatori dai numerosi "ponti" offerti dalle festività presenti nel mese. In chiave tendenziale si registra, però, una generale lieve flessione [...]

&id=HPN_Basel+II_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Basel{{}}II" alt="" style="display:none;"/> ?>