Biagio

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Max Biaggi
In rilievo

Max Biaggi

Infanzia clandestina, recensione di Biagio Giordano

Infanzia clandestina, recensione di Biagio Giordano

Infanzia clandestina, di Benjamin Ávila, con Natalia Oreiro, Ernesto Alterio, produzione Argentina, anno 2011, genere drammatico, durata 112 minuti. 1979, Argentina. Il sanguinario dittatore Videla è a capo della nazione, il suo potere pare assoluto, ma non mancano, via via che le ingiustizie si moltiplicano, gli oppositori: a volte necessariamente armati a volte con appoggi internazionali che ne stimolano il coraggio a osare di più. Il 12enne Juan e la sua [...]

Hajduk di Biagio

Marco Biagio Torquati clicca sulle varie stagioni per visualizzare le relative classifiche menù squadre

La caduta - gli ultimi giorni di Hitler, recensione di Biagio Giordano

La caduta - gli ultimi giorni di Hitler, recensione di Biagio Giordano

La caduta – gli ultimi giorni di Hitler, di Oliver Hirschblegel con Bruno Ganz, A. Maria Lara, anno 2004, durata 150 minuti, produzione Germania. Il film. Gli ultimi giorni di Hitler raccontati in una forma di cronaca apparentemente semplice, in realtà resa complessa dalle atmosfere fredde incapaci di frenare la drammaticità dei contenuti più emozionali contenuti nel mondo più intimo e affettivo di Hitler. Un film del tutto privo di orpelli, attento a [...]

Identità, recensione di Biagio Giordano

Identità, recensione di Biagio Giordano

Identità, (Identity) è un film del 2003 diretto da James Mangold, con John Cusak, Ray Liotta, Amanda Peet, un film che prende ispirazione dal romanzo di Agata Christe dal titolo Dieci piccoli indiani. Nevada. Durante una notte tormentata da violenti temporali, in un Motel situato in una strada dall'aspetto sinistro e senza via d'uscita, si incontrano dieci persone, apparentemente solo per rifugiarsi dalla pioggia sferzante, sono: un uomo con la moglie morente e [...]

Before i go to sleep, (Prima di andare a dormire), recensione di Biagio Giordano

Before i go to sleep, (Prima di andare a dormire), recensione di Biagio Giordano

Before i go to sleep, (Prima di andare a dormire) di Rowan Joffe, con Nicole Kidman, Colin Firth, M. Strong, produzione Usa, anno 2014, genere thriller, durata 84 minuti. Basato sull'omonimo romanzo del 2011 scritto da S. J. Watson, il film narra la storia di Christine (Nicole Kidman) che a causa di un misterioso trauma, subito in un passato non molto lontano, al mattino dimentica tutto ciò che ha fatto il giorno precedente. La sua memoria funziona regolarmente [...]

Le foto di Biagio Giordano, Savona e Albissola Mare

Le foto di Biagio Giordano, Savona e Albissola Mare

foto 1) Albissola Mare     foto 2) Savona, zona Fornaci

Whatever Works - Basta che funzioni, recensione di Biagio Giordano

Whatever Works - Basta che funzioni, recensione di Biagio Giordano

Whatever Works - Basta che funzioni, di Woody Allen, con Evan Rachel Wood, Henry Cavill, produzione Usa, anno 2009, genere commedia, durata 92 minuti. Boris, è uno scrittore in età matura, sposato, non ricco, già candidato al Nobel. Un giorno, dopo 30 anni di matrimonio, la moglie lo abbandona. Disperato, Boris tenta il suicidio, ma non gli riesce, rimane quindi in vita, zoppicante. La vita di Boris è creativa seppur alquanto rassegnata, essa cambia a seguito [...]

Risvegli, recensione di Biagio Giordano

Risvegli, recensione di Biagio Giordano

Risvegli, di Penny Marshall, con Robert De Niro, Robin Williams, produzione Usa, anno 1990, durata 121 minuti. 1969. I pazienti del dottor Sayer al Brainbridge Hospital, malati mentali affetti da varie tipologie di psicosi, e ridotti per lo più in uno stato catatonico, vengono curati con il farmaco droga L-dopa. I risultati sono buoni, ma il farmaco crea assuefazione e per mantenerne le capacità terapeutiche ne occorrono dosi sempre più elevate, ciò comporta [...]

Il quinto potere, recensione di Biagio Giordano

Il quinto potere, recensione di Biagio Giordano

Il quinto potere, di Bill Condon, con Benedict Cumberbatch, Daniel Bruhl, produzione Usa, anno 2013, genere drammatico, durata 129 minuti. Juliane Assange, con il suo socio Daniel Domscheit Berg, svela in forma anonima sulla propria piattaforma Wikileaks (con files copiati via metodi hacker da sistemi informatici degli organi di Stato) gli orrori di un sistema di potere e di privilegi riguardanti le guerre in Afghanistan e in Iraq dove tra l'altro sono stati uccisi [...]

Cake, recensione di Biagio Giordano

Cake, recensione di Biagio Giordano

Cake, di Daniel Barnz, con Jennifer Aniston, Adriana Barraza, produzione Usa, anno 2014, genere drammatico, durata 102 minuti. Claire viene da esperienze matrimoniali complicate, il marito e il figlio vivono per conto proprio, e lei abita praticamente insieme alla colf, che tra l’altro si è sinceramente affezionata a lei pur sentendosi non del tutto accettata, un giorno un episodio drammatico la sconvolge: una coetanea del suo gruppo di sostegno psicoterapeutico [...]

Le foto di Biagio Giordano, Savona porto, Bagni Marinella, Pinacoteca di Savona

Le foto di Biagio Giordano, Savona porto, Bagni Marinella, Pinacoteca di Savona

foto 1)  Pinacoteca di Savona foto 2) Savona porto   foto 3) Savona porto, di notte   foto 4) Savona, Bagni Marinella, Bandiera rossa  

Qui - Biagio Antonacci

Qui - Biagio Antonacci

  Esistono luoghi che ci chiamano, magari anche da molto lontano. Non ne conosciamo la ragione, ma, ancora prima di averli visti, sappiamo che seguendo il loro richiamo ritroveremo un pezzo della nostra anima. (Silvia Montemurro)

Populismo e dittature, note su una trasmissione televisiva di La7 dedicata a Evita Peron. Di Biagio Giordano

Populismo e dittature, note su una trasmissione televisiva di La7 dedicata a Evita Peron. Di Biagio Giordano

Populismo e dittature (Note sulla trasmissione televisiva di Andrea Purgatori, del 4 agosto, su TV la 7, con argomento: Evita Peron)   Ho visto il servizio giornalistico di ieri sera su la TV La7, digitale terrestre, condotto da Andrea Purgatori, una trasmissione tutta su Evita Peron una delle protagoniste della politica argentina a cavallo della seconda guerra mondiale. Dal servizio emerge una definizione di politica populista non confrontabile con quella [...]

Qui - Biagio Antonacci

https://www.youtube.com/watch?v=-aUZaxRCc2U “In un bacio,  saprai tutto quello che è stato taciuto.” Pablo Neruda

Le foto di Biagio Giordano, Iseo e Boccadasse

Le foto di Biagio Giordano, Iseo e Boccadasse

foto 1) Boccadasse foto 2) Iseo la piazza foto 3) Iseo, manifestazioni foto 4) Iseo foto 5) Iseo, la piazza

Tabù, recensione di Biagio Giordano

Tabù, recensione di Biagio Giordano

Tabu', di Friedrich Wilhem Murnau e Robert Flaherty, con Reri, Matahi, Hitu, Jean, Julius, Kong Ah, Produzione Murnau-Flaherty. Produzione Usa, anno 1931. Film muto. Genere: drammatico, durata . Polinesia. Reri, una bella ragazza del villaggio, è considerata dal gran sacerdote del posto dotata di una spiritualità particolare, predestinata alla consacrazione al Totem della tribù. La sua libertà viene dunque pesantemente limitata. La donna non potrà avere [...]

L'uomo con la macchina da presa, recensione di Biagio Giordano

L'uomo con la macchina da presa, recensione di Biagio Giordano

L'uomo con la macchina da presa (Ćelovek s Kinoapparatom), di Dziga Vertov, interpreti gli abitanti di Mosca, produzione VUFKU, Unione Sovietica, anno 1929, genere documentario. Verso la metà degli anni '20, alle soglie dell'entrata in scena del sonoro, la sperimentazione cinematografica del muto raggiunge livelli innovativi di qualità artistica e interesse popolare straordinari. Questo film documentario di Dziga Vertov ne è un esempio. Brilla per originalità [...]

L'ultima risata, recensione di Biagio Giordano

L'ultima risata, recensione di Biagio Giordano

L'ultima risata, (Der letzte Mann), di Friedrich Wilhelm Murnau, con Emil Jannings, Maly Delschaft, Max Hiller, Emilie Kurz, Georg John. Produzione: Decla/Ufa, Germania, anno 1924, film muto, bianco e nero, durata 75 minuti. Gli anni venti in Germania sono gli anni dell'espressionismo cinematografico, un'arte visiva nuova che prendeva in considerazione ciò che non aveva ancora una voce estesa e che pur esisteva da tempo: l'inconscio. Un altro linguaggio, fondato [...]

In solitario, recensione di Biagio Giordano

In solitario, recensione di Biagio Giordano

In solitario, di Christophe Offenstein, con Franҫois Cluzet, Samy Seghir, produzione Francia, anno 2013, genere drammatico, durata 96 minuti. Un bravo skipper (Cluzet) è in gara nella celebre regata in solitaria intorno al globo, la barca è tra le migliori, e l'esperienza allo skipper non manca, le speranze di vincere non sono infondate. Durante una sosta, un ragazzino seriamente malato fuggito dalla Mauritania per cercare disperatamente medici nel mondo in [...]

A 50 anni dallo sbarco sulla Luna: Note per una demitizzazione dell'impresa Usa, di Biagio Giordano

A 50 anni dallo sbarco sulla Luna: Note per una demitizzazione dell'impresa Usa, di Biagio Giordano

  La conquista della Luna è avvenuta con un programma frettoloso, per due terzi ad alto rischio incidenti mortali per gli astronauti (ne moriranno diversi in circostanze legate alla inesperienza tecnica e alla fretta, frutto quest'ultima dell'andare avanti ad ogni costo, trascurando ad esempio elementari principi di sicurezza come l'isolamento specialistico dei circuiti elettrici in presenza di ossigeno puro nella capsula contenente gli astronauti che in una [...]

&id=HPN_Biagio_" alt="" style="display:none;"/> ?>