Canestrato

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Father
In rilievo

Father

La scheda: Canestrato

Tipologia: Formaggio a pasta dura, semicotta. Finito Brevi cenni storici: il tipico formaggio canestrato detto anche "vacchino" viene citato in contratti di gabella sin dai 1400 come uno dei prodotti da consegnare annualmente al gabellotto come prezzo del Iatifondo. Anche questo formaggio compare nel 1407 nel calmiere dei latticini come "tumazza". Il Trasselli lo riscontra ancora in un calmiere del 1412 alla voce "cacio vacchino" da vendere ad una quotazione inferiore "4 vs 5 grani di rotolo" rispetto al caciocavallo palermitano. Viene ancora citato nella dieta delle monache del monastero di San Castrenze dal 1562. Riferimenti storici: - Omero: "Odissea" (Iibro 90), X-IX sec. a. C., Onorato Castellino - Vincenzo Peloso, Officine Grafiche 1950. - Virgilio, "Bucoliche e Georgiche" (Egloga V e libro 3°), 37-30 a. C, Lorenzo Giudice, 1954. - Notaio Guglielmo Mazzapiedi, 5 novembre XIV secolo, ind. 1421, archivio i Stato di Palermo, Vol. 839, f. 103. - Notaio Luca Cuccia, 25 agosto XIV secolo, ind. 1601, archivio di Stato di Palermo, V. st. vol. 1022, f. 485 V archivio comunale di Palermo, vol. 22 n. 44, Calmiere dei latticini - 5 dicembre 1407. - Archivio comunale di Palermo, vol, 23 n. 2, Calmiere imposto dai giurati e probiviri per la vendita al minuto nei mercati, 21 marzo 1412. - Carmelo Trasselli: "Calmiere dei viveri al minuto a Palermo", 1412-1440 da archivio comunale di Palermo. - Campisi Carmelo "Pecore e pecorino delia Sicilia", Francesco Battiato Editore, Catania, 1933. - Archivio arcivescovile di Monreale, Pitazzi e Visita del Monastero di Corleone, vol. 6, 1578. - Carmelo Trasselli: "Alcuni calmieri palermitani del '400", estratto da: Economia e storta, rivista italiana di storia economia sociale, anno 1968, fasc. 3. - Rilievo dell'università di Mezzojuso (appendice n. 5) Citato in Ignazio Gattuso, "Economia e società in un comune rurale della Sicilia, secolo XVI-XIX". Tumminelli Editore - Palermo. - Archivio delle collegiate di Monreale, vol. S.C.A. 1 bis. - Vizzardi-Maffeis "Formaggi italiani", Edizioni Agricole, Bologna,1990. - Istituto nazionale sociologia rurale: "Atlante dei prodotti tipici: "I formaggi", Franco Angeli, Milano,1990. - CNR: "I prodotti caseari del Mezzogiorno", 1992. - Ministero agricoltura e foreste: "I formaggi DOC italiani" edito da UNALAT in collaborazione con I'INSOR, Franco Angeli, Milano, 1992 Il Canestrato, o in siciliano Canistratu e più raramente Tumazzu o Picurinu, è un formaggio a pasta dura di latte vaccino misto a latte pecorino o anche caprino prodotto in tutta la Sicilia,dove assume anche nomi diversi legati a produzioni specifiche o locali d'eccellenza come ad esempio canestrato vacchino o canestrato dei Nebrodi.Il Canestrato rientra nell'elenco dei prodotti agroalimetari tradizionali (PAT) stilato dal ministero delle politiche agricole e forestali (Mipaaf).In Italia il termine canestrato si riferisce anche a diversi altri formaggi che nell'ambito della loro produzione prevedono l'uso di un canestro di giunco come ad esempio il canestrato pugliese o il canestrato di Moliterno. Citazioni del canestrato si trovano in alcuni contratti di gabella siciliani risalenti al 1400. Troviamo testimonianza del 1407 nel calmiere dei latticini dove è citato come tumazza e in un calmiere del 1412 citato come cacio vacchino. Un'ulteriore riscontro si ha in una citazione nella dieta del 1562 delle monache del monastero di San Castrenze a Monreale (Palermo). La particolarità della mistura di latte del canestrato si fa risalire alla necessità dei mandriani di bovini di utilizzare il latte in eccesso delle pecore al seguito della mandria durante il periodo primaverile. Il termine canestrato fa riferimento ai canestri di giunco utilizzati per produrre e conservare il formaggio. Vengono però localmente utilizzati anche altri nomi, come tumazzu o primosale, che fanno riferimento al grado di stagionatura. Il canestrato ha una forma cilindrica con facce piane e talvolta concave, derivata dal canestro in cui viene prodotto. La crosta esterna è di colore bianco-giallognolo e su di essa sono evidenti i solchi lasciati dai giunchi che formano il canestro. Il canestrato è prodotto in forme che pesano tra i 4 ed i 14 chilogrammi.L'altezza dello scalzo varia dagli 8 ai 45 centimetri. Il sapore e il colore della pasta dipendono dalla stagionatura del canestrato. Il Canestrato fresco è molto morbido e ha un gusto dolce con un colore molto chiaro tendente al giallo paglierino. Il Canestrato stagionato ha invece un sapore piccante e un profumo pungente, si presenta con una pasta più dura e compatta dal colore giallo più scuro tendente al marroncino. Si usa latte di vacca misto a latte intero crudo di pecora e (o in alternativa) di capra, microflora naturale e caglio in pasta di agnello o capretto. Il latte viene fatto coagulare in una tina di legno alla temperatura di 35° con caglio in pasta. La cagliata viene poi rotta e spurgata con le mani dopo essere stata adagiata sulle fascere, o in siciliano fascedde, nient'altro che i tradizionali canestri di giunco che danno al canestrato la sua tipica forma lasciando i solchi sui lati del formaggio. Nella seconda fase la cagliata viene cotta con la scotta calda a 80°. Le forme sono poi sistemate sul tavoliere di legno per la fase fase di spurgo e di acidificazione cui seguirà la salatura. Le forme destinate al consumo immediato, dopo la fase di spurgo e di acidificazione, non vengono salate. Queste forme sono chiamate tuma. Le forme da stagionare, invece, sono salate a secco per dieci giorni consecutivi e poi di nuovo, una volta alla settimana, per i successivi mesi necessari alla stagionatura. Il Canestrato ha tre tipi di stagionatura: da 8 a 10 giorni per il primosale, da 2 a 4 mesi per il secondosale (o semistagionato) e oltre i 4 mesi per lo stagionato. Il canestrato può prevedere o meno l'aggiunta di pepe nero in grani o peperoncino. La stagionatura avviene su ripiani di legno in locali freschi e ventilati. Talvolta avviene in cantine e grotte naturali con pareti geologicamente naturali.

Canestrato di Moliterno, caratteristiche e ricette

Canestrato di Moliterno, caratteristiche e ricette

Il canestrato di Moliterno IGP è un formaggio prodotto da latte di pecora e di capra allevate allo stato brado in Basilicata. Processo produttivo: La cagliata, ottenuta dalla coagulazione del latte intero e crudo con l'aggiunta di caglio di agnello o capretto, viene rotta in grumi e, dopo qualche minuto di riposo, viene pressata in canestri di giunco (di qui il nome "Canestrato") che conferiscono le classiche striature che costituiranno la crosta. Dopo 30-40 [...]

Pomodorini rubati, scoperti grazie a Dna

Pomodorini rubati, scoperti grazie a Dna

(ANSA) PALERMO, 1 FEB – L’esame del Dna è stato determinante per la soluzione di un furto di pomodorini. Non pomodorini qualsiasi ma la varietà “Hathor” coltivata nelle serre di Portopalo di Capo Passero, nel Siracusano. Pomodorino igp di qualità richiesto dagli chef stellati di tutto il mondo. Le indagini, scattate dopo la denuncia del furto, si sono indirizzate subito su un’altra azienda. Il proprietario della partita di pomodorini rubata non si [...]

Arancini di Carnevale delle Marche

Arancini di Carnevale delle Marche

Arancini di Carnevale delle Marche Si può optare per una cottura fritta o al forno, noi li abbiamo fritti ma troverete anche la variante per la cottura al forno. Tempo di preparazione 8 minuti Tempo di cottura 3 minuti Tempo Passivo 1 ora circa Porzioni 30 arancini INGREDIENTI 350 g. di farina 00 1 uovo 50 g. di burro morbido 150 g. di latte tiepido 200 g. di zucchero 4 g. di lievito di birra disidratato i semi di mezza bacca di vaniglia 1 pizzico di sale scorza [...]

Scialatielli con pomodorini cozze e vongole

Scialatielli con pomodorini cozze e vongole

INGREDIENTI; scialatielli, 500gr cozze, 500gr vongole, cipolla tropea, pomodorini datterini, prezzemolo, vino bianco, olio evo, sale iodato fino e grosso. PREPARAZIONE; Prendere una padella antiaderente e fare un soffritto di cipolla e olio evo. Mettere i pomodori, dopo qualche minuto salarli. Aggiungere  il basilico. Lavare sotto l'acqua corrente, tiepida, le vongole e le cozze. Cuoceteli separatamente con un po' di olio evo e prezzemolo tritato, [...]

Latte: protesta allevatori nell'ennese

Latte: protesta allevatori nell'ennese

(ANSA) – ENNA, 17 FEB – Sono oltre 2000 i litri di latte sversati dai 600 allevatori della provincia di Enna che manifestano nei pressi dell’Outlet Sicilia Village, nell’area industriale del Dittaino. Si sono dati appuntamento stamani aderendo alla protesta dei colleghi sardi per chiedere che sia rivisto il prezzo del latte. In un primo momento si erano radunati nella rotonda di accesso al centro commerciale ma, dopo una trattativa con la polizia, si sono [...]

Zippulas (Zeppole di Carnevale)....( zeppole di casa mia) . Cotto e mangiato

Zippulas (Zeppole di Carnevale)....( zeppole di casa mia) . Cotto e mangiato

ZIPPULAS DE OMMU MIA ( zeppole di casa mia) .....di Clelia Dessì Perché ho scelto questo dolce? Perché è carnevale, perché erano le zeppole che preparava la mia mamma e……. perchè sono buonissime! In Sardegna è il dolce tipico di carnevale. Ogni paese ha la sua ricetta, ogni famiglia ha una sua variante, chi come me mette l’acquavite, chi mette anice, chi non usa zafferano, chi le fa lunghissime…..... Ingredienti per otto persone. 500g di semola di [...]

Dieta delle arance rosse: bruci calorie e perdi peso

Dieta delle arance rosse: bruci calorie e perdi peso

Ricche di vitamine, un toccasana per il benessere e anche dimagranti: stiamo parlando delle arance rosse e delle loro molteplici caratteristiche. Frutto della stagione invernale, se inserite nella dieta sono ottime per aiutare a perdere peso. Infatti ci permettono di ridurre la sensazione di fame assumendo pochissime calorie. Possono essere consumate più volte nel corso della nostra giornata, basti pensare che sarebbe buona regola quella di inserire nel nostro [...]

Coldiretti: mozzarelle sbiancate e altri cibi illegali

Coldiretti: mozzarelle sbiancate e altri cibi illegali

Durante la presentazione del sesto rapporto «Agromafie» elaborato da Coldiretti, Eurispes e Osservatorio sulla criminalità nell’agroalimentare, sono stati riportati alcuni esempi di cibi serviti illegalmente sulle tavole degli italiani. Il menù del crimine, riportato da La Stampa, va dagli antipasti ai dolci, passando per primi, secondi e contorni. Troviamo quindi la mozzarella sbiancata con carbonato di soda e perossido di benzoile, e le frittelle di [...]

Crocchette di patate e ricotta - Ricette di Sardegna

Crocchette di patate e ricotta - Ricette di Sardegna

POLPETTINE DI PATATE E RICOTTA INGREDIENTI 250 g di patate a pasta gialla 180 g di ricotta 1 uovo 10 foglie di salvia pangrattato olio evo sale PREPARAZIONE: Mettete le patate in pentola con acqua salata e portate a bollore facendole cuocere fino a renderle tenere. Schiacciatele ancora calde e unite poco sale e pepe, aggiungete la ricotta e la salvia tritate finemente. Lasciate raffreddare in frigorifero e poi formate delle palline. Sbattete luovo e passatevi [...]

Aids: vaccino italiano abbatte 90% virus inattaccabile

Aids: vaccino italiano abbatte 90% virus inattaccabile

Risultato studio di Barbara Ensoli apre nuova via alla cura

Aids,un vaccino italiano abbatte il 90% del virus inattaccabile

Aids,un vaccino italiano abbatte il 90% del virus inattaccabile

– La somministrazione del vaccino terapeutico italiano Tat contro l’Hiv/Aids a pazienti in terapia antiretrovirale (cART) è capace di ridurre drasticamente – del 90% dopo 8 anni dalla vaccinazione – il “serbatoio di virus latente”, inattaccabile dalla sola terapia, e apre una nuova via contro l’infezione. È il risultato del follow up, durato 8 anni e pubblicato su Frontiers in Immunology, di pazienti immunizzati con il vaccino messo a punto da [...]

Spaghetti al nero di Seppia

Spaghetti al nero di Seppia

INGREDIENTI; 1 spicchio d’aglio;  vino bianco da tavola, 400 gr di seppie; 400 gr di spaghetti (vermicelli); olio evo; pepe, prezzemolo, sale iodato fino e grosso. PREPARAZIONE; Pulite le seppie e mettete da parte il liquido nero. Lavatele sotto l'acqua corrente e lasciatele scolare. In una padella con olio soffriggete l’aglio e il prezzemolo tritato. Aggiungete le seppie, il sale e il pepe e fate cuocere per trenta (30) minuti a fuoco basso. Sfumate [...]

mal_di_gola_origano

Per chi è allergico all'aceto oppure non ne sopporta l'odore o il sapore questo &ve; il rimedio suggerito Rosalba di Montorio (Vr) L'origano contro il raffreddore: Infuso di origano come rimedio naturale contro il raffreddore che viene prepararato versando 250 ml d'acqua bollente su 2-3 cucchiaini di pianta essiccata, si lasciare riposare per 10 minuti chiuso con un coperchio ed infine viene filtrato l'infuso per eliminare tutti i residui dell'origano stesso e poi [...]

Fertilità maschile, come aumentarla con le mandorle

Fertilità maschile, come aumentarla con le mandorle

Le mandorle favoriscono la fertilità maschile e aumentano la possibilità di concepire un bambino. Lo svela un nuovo studio scientifico secondo cui tutti i semi oleosi, in particolare le mandorle, sono un ottimo rimedio contro l'infertilità. La ricerca, condotta dagli esperti dell’Universitat Rovira i Virgili di Tarragona, in Spagna, e promossa dall'International Nut and Dried Fruit Council (INC) ha portato alla luce un'altra proprietà delle mandorle sino [...]

Gas nell’intestino, gli effetti benefici dell’alloro

Gas nell’intestino, gli effetti benefici dell’alloro

Tutti abbiamo provato prima o poi quella fastidiosa sensazione di gonfiore. Ecco come eliminare i gas intestinali in eccesso grazie alle foglie d'alloro. Gli effetti benefici dell’alloro sono noti fin dall’antichità. Simbolo di protezione e pace, veniva sfruttato da Greci e Romani per curare svariate malattie grazie alle sue proprietà antiossidanti, antisettiche e digestive. Sia nelle sue bacche che nelle foglie sono racchiusi oli essenziali. Maggiore è [...]

Parmigiana di pasta e melanzane grigliate

Parmigiana di pasta e melanzane grigliate

Parmigiana di pasta e melanzane grigliate Ingredienti: 200 g di mezze maniche - 800 g di melanzane - 800 g di polpa di pomodoro - 200 g di mozzarella - 40 g di grana grattugiato - 2 uova - una piccola cipolla - un mazzetto di basilico - origano - olio extravergine d'oliva - sale, pepe Preparazione 1) Spuntate le melanzane, lavatele, tagliatele a fette alte mezzo cm e poi grigliatele. 2) Mettete le uova in una casseruola, copritele d'acqua e lessatele per 10 [...]

Cannelloni besciamella, ricotta e spinaci

Cannelloni besciamella, ricotta e spinaci

I cannelloni besciamella ricotta e spinaci sono un grande classico della cucina italiana. Un primo che piace a tutti e che è molto più facile da preparare di quanto si possa credere. Nella particolare classifica dei primi più amati sicuramente sta nella top 10 insieme alle lasagne alla bolognese. Come si preparano i cannelloni besciamella ricotta e spinaci? Si preparano con cannelloni cotti molto al dente. Poi segue il riempimento con un impasto di spinaci e [...]

Ritirati lotti di gorgonzola dolce: rischio contaminazione

Ritirati lotti di gorgonzola dolce: rischio contaminazione

Il Ministero della salute ha annunciato il ritiro di alcuni lotti di gorgonzola dolce per il rischio di contaminazione da Listeria. I marchi interessati sono Igor Blu, Novarì, Bella Italia, Casa Leonardi e Colle Maggio dove è stata riscontrata la presenza di Listeria monocytogenes. Sul sito ufficiale del Ministero sono stati indicati anche i numeri di lotto e le relative scadenze delle confezioni incriminate. Igor Blu - confezione da 150 grammi con lotto numero [...]

Ecco la ricetta spaghetti olive e capperi, la “puttanesca” napoletana

Ecco la ricetta spaghetti olive e capperi, la “puttanesca” napoletana

Ecco la ricetta spaghetti olive e capperi, la “puttanesca” napoletana La pasta olive e capperi, o pasta alla puttanesca è un primo piatto facile da preparare e delizioso al palato. Di origine napoletana, conosciuto semplicemente come “aulive e cchjapparielle” è famoso quanto la pasta all’arrabbiata e i suoi ingredienti sono semplici e facili da reperire. La ricetta è davvero semplice: servono solo pomodoro, capperi, olive nere, peperoncino, olio [...]

Conchiglioni ripieni ricotta e spinaci

Conchiglioni ripieni ricotta e spinaci

I conchiglioni ripieni di ricotta e spinaci si realizzano cuocendo al dente i conchiglioni per poi scolarli e ponendoli a raffreddare. Ecco tutti i passaggi per la ricetta dei conchiglioni ripieni ricotta e spinaci.

Spaghetti alla Puttanesca

Spaghetti alla Puttanesca

INGREDIENTI; Spaghetti "Vermicelli", Pomodori, Olive,  Acciughe, Capperi, Aglio, Peperoncino, Olio evo, Sale, Prezzemolo.   PREPARAZIONE; Passate le acciughe sotto l'acqua corrente per far perdere un po' di sale. Fate la stessa operazione con i capperi. Taglia a fettine un peperoncino. Rosola in una padella con olio evo gli spicchi  d'aglio e il peperoncino. Appena l'aglio diventa dorato, toglilo e unisci i filetti di acciuga facendoli sciogliere bene [...]

&id=HPN_Canestrato_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Canestrato" alt="" style="display:none;"/> ?>