Casa di Asburgo

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Casa di Asburgo. Cerca invece Casa d'Asburgo.

Vedi anche

Shakira
In rilievo

Shakira

Asburgo

La scheda: Asburgo

Asburgo-Laufenburg (1232/34–1408)
Asburgo-Kyburg (1263–1417)
Asburgo-Spagna (1556–1700)
Asburgo-Austria (1521–1780) Asburgo-Lorena (1736–vivente) Asburgo-Toscana (1737–vivente) Asburgo-Teschen (1822–vivente) Asburgo-Este (1771–vivente) Casato di Hohenberg (morganatico) (1900–vivente)
Asburgo-Lorena (1736–vivente) Asburgo-Toscana (1737–vivente) Asburgo-Teschen (1822–vivente) Asburgo-Este (1771–vivente) Casato di Hohenberg (morganatico) (1900–vivente)
Asburgo-Toscana (1737–vivente)
Asburgo-Teschen (1822–vivente)
Asburgo-Este (1771–vivente)
Casato di Hohenberg (morganatico) (1900–vivente)
La Casa d'Asburgo (o Absburgo, italianizzazione dal tedesco Habsburg, Hapsburg o Casa d'Austria) è una delle più importanti ed antiche famiglie reali e imperiali d'Europa. I suoi membri sono stati per molti secoli imperatori del Sacro Romano Impero, hanno governato in Austria come duchi, arciduchi e imperatori, sono stati re di Spagna e re del Portogallo.
Il nome "Asburgo" deriva dall'Habichtsburg (contratto in Habsburg), castello situato nell'omonimo comune del cantone svizzero di Argovia, sulle sponde del fiume Aare. La "Rocca dell'Astore", questo il significato in tedesco, è stata la sede originaria e feudo comitale degli Asburgo. Erano infatti cortigiani dell'imperatore Federico I Hohenstaufen detto "Barbarossa", che seguivano nei cortei reggendo l'astore, da cui il nome.
Dal sud-ovest della Germania, la famiglia estese la sua influenza ed i suoi possedimenti nei territori del Sacro Romano Impero verso est, nell'odierna Austria (1278-1382). In poche generazioni, la famiglia riuscì ad impossessarsi del trono imperiale, che tenne in distinti periodi (1273-1291 e 1298-1308, 1438-1740 e 1745-1806). Nel XIV secolo la linea ereditaria si divise nel ramo albertino (Alberto della Treccia) e in quello leopoldino (Leopoldo il Prode), estinto nel 1457.
Massimiliano I acquisì i Paesi Bassi in seguito al suo matrimonio con Maria (1477), erede dei duchi di Borgogna, mentre il figlio Filippo il Bello acquisì la Spagna in seguito al matrimonio con Giovanna la Pazza, figlia di Ferdinando II d'Aragona e di Isabella di Castiglia. Il loro figlio, Carlo V, ereditò da loro un impero dove "il sole non tramonta mai". Dopo la sua abdicazione nel 1556, la famiglia si divise nei due rami degli Asburgo di Spagna, estinto nel 1700 con Carlo II di Spagna, e degli Asburgo d'Austria.
L'Ungheria, formalmente sotto il regno degli Asburgo dal 1526, in seguito al matrimonio di Ferdinando I, fratello minore di Carlo V, con Anna Iagellona ma in realtà occupata dall'Impero Ottomano, fu riconquistata nel 1683-1699, e gli Asburgo ne mantennero il possesso fino al 1918.
In seguito alla dissoluzione del Sacro Romano Impero, e per contrastare l'egemonia di Napoleone, Francesco II proclamò nel 1804 l'Impero d'Austria, evitando così la perdita dello status di imperatore. Due anni dopo, il 6 agosto 1806, dichiarò infine sciolto il Sacro Romano Impero, rinunciando alla corona. Francesco fu l'unico Imperatore "doppio" della storia del mondo, essendo: Francesco II, imperatore dei Romani e Francesco I, imperatore d'Austria.
Nel 1867, con il cosiddetto Ausgleich ("compromesso") tra la nobiltà ungherese e la monarchia asburgica, nasce l'Impero austro-ungarico che perdurò fino al 1919.
La linea diretta degli Asburgo formalmente si estinse nel 1780 con la morte di Maria Teresa d'Austria, ultimo membro regnante (nonché unica donna) dei domini ereditari austriaci. La casata, però, continuò con i suoi discendenti, nati dalle sue nozze con Francesco I di Lorena: gli Asburgo-Lorena furono considerati un ramo cadetto degli Asburgo e i membri della nuova casata continuarono a far capo alla casa d'Austria.
Il motto della dinastia è A.E.I.O.U. e viene in genere interpretato in Austriae est imperare orbi universo ("spetta all'Austria regnare sul mondo").


A Vienna alla scoperta dei tesori degli Asburgo

A Vienna alla scoperta dei tesori degli Asburgo

A Vienna alla scoperta dei tesori degli Asburgo La città dove si vive meglio al mondo “Altri preferiscono ricorrere alla guerra, tu, beata Austria, al matrimonio”. In sintesi questa la storia degli Asburgo che hanno creato un Impero. Molti sono coloro che si recano a Vienna alla ricerca delle antiche vestigia di quel periodo che viene rappresentato con la storia della principessa Sissi, conosciuta per la serie delle pellicole  interpretate da Romy Schneider. [...]

A Vienna alla scoperta dei tesori degli Asburgo La città dove si vive meglio al mondo

A Vienna alla scoperta dei tesori degli Asburgo La città dove si vive meglio al mondo

A Vienna alla scoperta dei tesori degli Asburgo La città dove si vive meglio al mondo “Altri preferiscono ricorrere alla guerra, tu, beata Austria, al matrimonio”. In sintesi questa la storia degli Asburgo che hanno creato un Impero. Molti sono coloro che si recano a Vienna alla ricerca delle antiche vestigia di quel periodo che viene rappresentato con la storia della principessa Sissi, conosciuta per la serie delle pellicole  interpretate da Romy Schneider. [...]

deleted

deleted

EVENTI: Asburgo

Nel 1273, con Rodolfo I, gli Asburgo guadagnarono la dignità imperiale, ottenendo l'Austria, la Stiria e la Carniola, la nomina però non fu riconosciuta da Ottocaro II di Boemia che contestò la cessione delle regioni reclamate dall'Imperatore.

Nel 1273, con Rodolfo I, gli Asburgo guadagnarono la dignità imperiale, ottenendo l'Austria, la Stiria e la Carniola, la nomina però non fu riconosciuta da Ottocaro II di Boemia che contestò la cessione delle regioni reclamate dall'Imperatore.

Nel 1273, con Rodolfo I, gli Asburgo guadagnarono la dignità imperiale, ottenendo l'Austria, la Stiria e la Carniola, la nomina però non fu riconosciuta da Ottocaro II di Boemia che contestò la cessione delle regioni reclamate dall'Imperatore.

Nel 1273, con Rodolfo I, gli Asburgo guadagnarono la dignità imperiale, ottenendo l'Austria, la Stiria e la Carniola, la nomina però non fu riconosciuta da Ottocaro II di Boemia che contestò la cessione delle regioni reclamate dall'Imperatore.

Nel 1273, con Rodolfo I, gli Asburgo guadagnarono la dignità imperiale, ottenendo l'Austria, la Stiria e la Carniola, la nomina però non fu riconosciuta da Ottocaro II di Boemia che contestò la cessione delle regioni reclamate dall'Imperatore.

Nel 1867, con il cosiddetto Ausgleich ("compromesso") tra la nobiltà ungherese e la monarchia asburgica, nasce l'Impero austro-ungarico che perdurò fino al 1919.

Nel 1867, Francesco Giuseppe firmò l'Ausgleich, ovvero un compromesso che divideva l'Impero asburgico in Impero Austriaco e Regno d'Ungheria: politicamente e militarmente erano uniti, ma in quanto a politica interna e amministrazione erano due entità separate.

Nel 1867, Francesco Giuseppe firmò l'Ausgleich, ovvero un compromesso, che divideva l'Impero asburgico in Impero Austriaco e Regno d'Ungheria.

Nel 1867, con il cosiddetto Ausgleich ("compromesso") tra la nobiltà ungherese e la monarchia asburgica, nasce l'Impero austro-ungarico che perdurò fino al 1919.

Nel 1867, Francesco Giuseppe firmò l'Ausgleich, ovvero un compromesso che divideva l'Impero asburgico in Impero Austriaco e Regno d'Ungheria: politicamente e militarmente erano uniti, ma in quanto a politica interna e amministrazione erano due entità separate.

Nel 1867, Francesco Giuseppe firmò l'Ausgleich, ovvero un compromesso, che divideva l'Impero asburgico in Impero Austriaco e Regno d'Ungheria.

Nel 1867, con il cosiddetto Ausgleich ("compromesso") tra la nobiltà ungherese e la monarchia asburgica, nasce l'Impero austro-ungarico che perdurò fino al 1919.

Nel 1867, Francesco Giuseppe firmò l'Ausgleich, ovvero un compromesso che divideva l'Impero asburgico in Impero Austriaco e Regno d'Ungheria: politicamente e militarmente erano uniti, ma in quanto a politica interna e amministrazione erano due entità separate.

Nel 1867, Francesco Giuseppe firmò l'Ausgleich, ovvero un compromesso, che divideva l'Impero asburgico in Impero Austriaco e Regno d'Ungheria.

Nel 1867, con il cosiddetto Ausgleich ("compromesso") tra la nobiltà ungherese e la monarchia asburgica, nasce l'Impero austro-ungarico che perdurò fino al 1919.

Nel 1867, Francesco Giuseppe firmò l'Ausgleich, ovvero un compromesso che divideva l'Impero asburgico in Impero Austriaco e Regno d'Ungheria: politicamente e militarmente erano uniti, ma in quanto a politica interna e amministrazione erano due entità separate.

Nel 1867, Francesco Giuseppe firmò l'Ausgleich, ovvero un compromesso, che divideva l'Impero asburgico in Impero Austriaco e Regno d'Ungheria.

Nel 1867, con il cosiddetto Ausgleich ("compromesso") tra la nobiltà ungherese e la monarchia asburgica, nasce l'Impero austro-ungarico che perdurò fino al 1919.

Nel 1867, Francesco Giuseppe firmò l'Ausgleich, ovvero un compromesso che divideva l'Impero asburgico in Impero Austriaco e Regno d'Ungheria: politicamente e militarmente erano uniti, ma in quanto a politica interna e amministrazione erano due entità separate.

Nel 1867, Francesco Giuseppe firmò l'Ausgleich, ovvero un compromesso, che divideva l'Impero asburgico in Impero Austriaco e Regno d'Ungheria.

Il 23 maggio 1618 alcuni nobili protestanti capeggiati dal conte Enrico Matteo von Thurn-Valsassina, temendo che venisse abolita la libertà religiosa già sancita dagli editti di Rodolfo II, inviarono una loro delegazione al castello per chiedere precise garanzie ai rappresentanti del governo imperiale.

Il 23 maggio 1618 alcuni nobili protestanti capeggiati dal conte Enrico Matteo von Thurn-Valsassina, temendo che venisse abolita la libertà religiosa già sancita dagli editti di Rodolfo II, inviarono una loro delegazione al castello per chiedere precise garanzie ai rappresentanti del governo imperiale.

Il 23 maggio 1618 alcuni nobili protestanti capeggiati dal conte Enrico Matteo von Thurn-Valsassina, temendo che venisse abolita la libertà religiosa già sancita dagli editti di Rodolfo II, inviarono una loro delegazione al castello per chiedere precise garanzie ai rappresentanti del governo imperiale.

Il 23 maggio 1618 alcuni nobili protestanti capeggiati dal conte Enrico Matteo von Thurn-Valsassina, temendo che venisse abolita la libertà religiosa già sancita dagli editti di Rodolfo II, inviarono una loro delegazione al castello per chiedere precise garanzie ai rappresentanti del governo imperiale.

Il 23 maggio 1618 alcuni nobili protestanti capeggiati dal conte Enrico Matteo von Thurn-Valsassina, temendo che venisse abolita la libertà religiosa già sancita dagli editti di Rodolfo II, inviarono una loro delegazione al castello per chiedere precise garanzie ai rappresentanti del governo imperiale.

Nel 1914 in seguito all'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo, esplose la Prima guerra mondiale, dovuta ad un complesso sistema di alleanze tra gli stati europei, che vide schierate da una parte le potenze centrali (Austria-Ungheria, Germania e l'Impero Ottomano), dall'altra quelle occidentali (Francia, Regno Unito e Italia) e la Russia.

Nel 1914, in seguito all'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo, esplose la Prima guerra mondiale, dovuta ad un complesso sistema di alleanze tra gli stati europei, che vide schierati da una parte le potenze centrali (Austria-Ungheria, Germania), dall'altra quelle occidentali (Francia, Regno Unito e Italia) e la Russia.

Nel 1914 in seguito all'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo, esplose la Prima guerra mondiale, dovuta ad un complesso sistema di alleanze tra gli stati europei, che vide schierate da una parte le potenze centrali (Austria-Ungheria, Germania e l'Impero Ottomano), dall'altra quelle occidentali (Francia, Regno Unito e Italia) e la Russia.

Nel 1914, in seguito all'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo, esplose la Prima guerra mondiale, dovuta ad un complesso sistema di alleanze tra gli stati europei, che vide schierati da una parte le potenze centrali (Austria-Ungheria, Germania), dall'altra quelle occidentali (Francia, Regno Unito e Italia) e la Russia.

Nel 1914 in seguito all'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo, esplose la Prima guerra mondiale, dovuta ad un complesso sistema di alleanze tra gli stati europei, che vide schierate da una parte le potenze centrali (Austria-Ungheria, Germania e l'Impero Ottomano), dall'altra quelle occidentali (Francia, Regno Unito e Italia) e la Russia.

Nel 1914, in seguito all'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo, esplose la Prima guerra mondiale, dovuta ad un complesso sistema di alleanze tra gli stati europei, che vide schierati da una parte le potenze centrali (Austria-Ungheria, Germania), dall'altra quelle occidentali (Francia, Regno Unito e Italia) e la Russia.

Nel 1914 in seguito all'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo, esplose la Prima guerra mondiale, dovuta ad un complesso sistema di alleanze tra gli stati europei, che vide schierate da una parte le potenze centrali (Austria-Ungheria, Germania e l'Impero Ottomano), dall'altra quelle occidentali (Francia, Regno Unito e Italia) e la Russia.

Nel 1914, in seguito all'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo, esplose la Prima guerra mondiale, dovuta ad un complesso sistema di alleanze tra gli stati europei, che vide schierati da una parte le potenze centrali (Austria-Ungheria, Germania), dall'altra quelle occidentali (Francia, Regno Unito e Italia) e la Russia.

Nel 1914 in seguito all'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo, esplose la Prima guerra mondiale, dovuta ad un complesso sistema di alleanze tra gli stati europei, che vide schierate da una parte le potenze centrali (Austria-Ungheria, Germania e l'Impero Ottomano), dall'altra quelle occidentali (Francia, Regno Unito e Italia) e la Russia.

Nel 1914, in seguito all'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo, esplose la Prima guerra mondiale, dovuta ad un complesso sistema di alleanze tra gli stati europei, che vide schierati da una parte le potenze centrali (Austria-Ungheria, Germania), dall'altra quelle occidentali (Francia, Regno Unito e Italia) e la Russia.

Nel 1916 morì Francesco Giuseppe: a questi succedette il beato Carlo I che, perdendo la guerra (1918), in seguito a molteplici eventi, il 3 aprile 1919 fu condannato all'esilio e i domini asburgici definitivamente divisi in repubbliche indipendenti.

Nel 1916 morì Francesco Giuseppe, a questi succedette Carlo I, che perdendo la guerra (1918), in seguito a molteplici eventi, fu condannato all'esilio, e i domini asburgici furono definitivamente divisi in repubbliche indipendenti.

Nel 1916 morì Francesco Giuseppe: a questi succedette il beato Carlo I che, perdendo la guerra (1918), in seguito a molteplici eventi, il 3 aprile 1919 fu condannato all'esilio e i domini asburgici definitivamente divisi in repubbliche indipendenti.

Nel 1916 morì Francesco Giuseppe, a questi succedette Carlo I, che perdendo la guerra (1918), in seguito a molteplici eventi, fu condannato all'esilio, e i domini asburgici furono definitivamente divisi in repubbliche indipendenti.

Nel 1916 morì Francesco Giuseppe: a questi succedette il beato Carlo I che, perdendo la guerra (1918), in seguito a molteplici eventi, il 3 aprile 1919 fu condannato all'esilio e i domini asburgici definitivamente divisi in repubbliche indipendenti.

Nel 1916 morì Francesco Giuseppe, a questi succedette Carlo I, che perdendo la guerra (1918), in seguito a molteplici eventi, fu condannato all'esilio, e i domini asburgici furono definitivamente divisi in repubbliche indipendenti.

Nel 1916 morì Francesco Giuseppe: a questi succedette il beato Carlo I che, perdendo la guerra (1918), in seguito a molteplici eventi, il 3 aprile 1919 fu condannato all'esilio e i domini asburgici definitivamente divisi in repubbliche indipendenti.

Nel 1916 morì Francesco Giuseppe, a questi succedette Carlo I, che perdendo la guerra (1918), in seguito a molteplici eventi, fu condannato all'esilio, e i domini asburgici furono definitivamente divisi in repubbliche indipendenti.

Nel 1916 morì Francesco Giuseppe: a questi succedette il beato Carlo I che, perdendo la guerra (1918), in seguito a molteplici eventi, il 3 aprile 1919 fu condannato all'esilio e i domini asburgici definitivamente divisi in repubbliche indipendenti.

Nel 1916 morì Francesco Giuseppe, a questi succedette Carlo I, che perdendo la guerra (1918), in seguito a molteplici eventi, fu condannato all'esilio, e i domini asburgici furono definitivamente divisi in repubbliche indipendenti.

Nel 1792 venne incoronato imperatore a Francoforte il figlio di Leopoldo II, Francesco II.

Nel 1792 venne incoronato imperatore a Francoforte il figlio di Leopoldo II, Francesco II.

Nel 1792 venne incoronato imperatore a Francoforte il figlio di Leopoldo II, Francesco II.

Nel 1792 venne incoronato imperatore a Francoforte il figlio di Leopoldo II, Francesco II.

Nel 1792 venne incoronato imperatore a Francoforte il figlio di Leopoldo II, Francesco II.

Dal 1663 aveva avuto inizio una grande e massiccia offensiva dell'Impero Ottomano che, spingendosi sempre più ad occidente, entrava in rotta di collisione con l'area di influenza Asburgica.

Dal 1663 aveva avuto inizio una grande e massiccia offensiva dell'Impero Ottomano che, spingendosi sempre più ad occidente, entrava in rotta di collisione con l'area di influenza Asburgica.

Dal 1663 aveva avuto inizio una grande e massiccia offensiva dell'Impero Ottomano che, spingendosi sempre più ad occidente, entrava in rotta di collisione con l'area di influenza Asburgica.

Dal 1663 aveva avuto inizio una grande e massiccia offensiva dell'Impero Ottomano che, spingendosi sempre più ad occidente, entrava in rotta di collisione con l'area di influenza Asburgica.

Dal 1663 aveva avuto inizio una grande e massiccia offensiva dell'Impero Ottomano che, spingendosi sempre più ad occidente, entrava in rotta di collisione con l'area di influenza Asburgica.

Nel 1740, alla fine del regno di Carlo VI d'Asburgo, la Casa d'Austria aveva in possesso la maggior parte del fiume Danubio, lungo il quale correvano importanti vie commerciali.

Nel 1740, alla fine del regno di Carlo VI d'Asburgo, la Casa d'Austria aveva in possesso la maggior parte del fiume Danubio, lungo il quale correvano importanti vie commerciali.

Nel 1740, alla fine del regno di Carlo VI d'Asburgo, la Casa d'Austria aveva in possesso la maggior parte del fiume Danubio, lungo il quale correvano importanti vie commerciali.

Nel 1740, alla fine del regno di Carlo VI d'Asburgo, la Casa d'Austria aveva in possesso la maggior parte del fiume Danubio, lungo il quale correvano importanti vie commerciali.

Nel 1740, alla fine del regno di Carlo VI d'Asburgo, la Casa d'Austria aveva in possesso la maggior parte del fiume Danubio, lungo il quale correvano importanti vie commerciali.

Nel 1621, dopo la morte di Filippo III, venne incoronato il figlio, Filippo IV che come suo padre si scontrò e combatté nuove guerre contro Francia, Savoia, Sette Province Unite e Repubblica di Venezia ma ne uscì sconfitto perdendo importanti territori in Italia e nelle colonie.

Nel 1621, dopo la morte di Filippo III, venne incoronato il figlio, Filippo IV che come suo padre si scontrò e combatté nuove guerre contro Francia, Savoia, Sette Province Unite e Repubblica di Venezia ma ne uscì sconfitto perdendo importanti territori in Italia e nelle colonie.

Nel 1621, dopo la morte di Filippo III, venne incoronato il figlio, Filippo IV che come suo padre si scontrò e combatté nuove guerre contro Francia, Savoia, Sette Province Unite e Repubblica di Venezia ma ne uscì sconfitto perdendo importanti territori in Italia e nelle colonie.

Nel 1621, dopo la morte di Filippo III, venne incoronato il figlio, Filippo IV che come suo padre si scontrò e combatté nuove guerre contro Francia, Savoia, Sette Province Unite e Repubblica di Venezia ma ne uscì sconfitto perdendo importanti territori in Italia e nelle colonie.

Nel 1621, dopo la morte di Filippo III, venne incoronato il figlio, Filippo IV che come suo padre si scontrò e combatté nuove guerre contro Francia, Savoia, Sette Province Unite e Repubblica di Venezia ma ne uscì sconfitto perdendo importanti territori in Italia e nelle colonie.

Nel 1700 scoppiò un altro conflitto tra Austria e Francia per la successione al trono spagnolo, dopo la morte senza eredi dell'ultimo Asburgo di Spagna, Carlo II.

Nel 1700 scoppiò un altro conflitto tra Austria e Francia per la successione al trono spagnolo, dopo la morte senza eredi dell'ultimo Asburgo di Spagna, Carlo II.

Nel 1700 scoppiò un altro conflitto tra Austria e Francia per la successione al trono spagnolo, dopo la morte senza eredi dell'ultimo Asburgo di Spagna, Carlo II.

Nel 1700 scoppiò un altro conflitto tra Austria e Francia per la successione al trono spagnolo, dopo la morte senza eredi dell'ultimo Asburgo di Spagna, Carlo II.

Nel 1700 scoppiò un altro conflitto tra Austria e Francia per la successione al trono spagnolo, dopo la morte senza eredi dell'ultimo Asburgo di Spagna, Carlo II.

Daniela Santanché condivide le foto della sua vacanza sulla neve con il principe d’Asburgo Lorena. Nell’ultimo post sui social la parlamentare

 Isabella Biagini ha scelto Domenica Live, ancora una volta, per raccontare la sua storia e, soprattutto, le vicende più recenti, dall’incendio del suo appartamento romano, avvenuto il giorno prima dello sfratto, fino all’incidente. “Il giorno dell’incendio sono uscita con il cane, sono andata a fare la spesa. Non ho fatto in tempo ad aprire il... L'articolo Daniela Santanché condivide le foto della sua vacanza sulla neve con il principe d’Asburgo [...]

Gli Asburgo sul Trono Boemo

Nel 1526 si estingue la dinastia dei Jagelloni e la nobiltà ceca deve trovare un nuovo re. Fra gli stessi nobili locali nessuno possiede l'autorità sufficiente per governare tutto il Paese. Così alla fine gli Stati generali approvano la successione di Ferdinando I d'Asburgo che inizialmente conferma tutte le libertà religiose conquistate durante le guerre ussite e promette di trasferire la sua sede a Praga. Alla fine, però, con Ferdinando I inizia il lungo [...]

ESCOGITUR.com

ESCOGITUR.com

escogitur Home Guida MISSIONE EDITORIALE Contatti Ricerca Accedi Registrati   ESCOGITUR.com - FORUM - Centro informazioni Messaggi recenti PILLOLA ABORTIVA, SI DECIDE SULL'OK da Araba Fenice (ABSTRACT DEL GIORNO: notizie fresche, per Discuterne) 30 Luglio, 2009, 15:25:35 Nanopatologie: i termovalorizzatori e le nanoparticelle organiche da Parusia (SPAZIO PER INSERIMENTO DI NUOVE LIBERE DISCUSSIONI ) 30 Luglio, 2009, 15:18:18 Moby Prince - "Il porto delle nebbie" [...]

la vera storia del signoraggio bancario 2

la vera storia del signoraggio bancario 2 LA VERA STORIA DEL GIUDAISMO Storiografia scientifica del signoraggio bancario - Studio monografico a cura del prof. Scarola Lorenzo, liberamente riproducibile, purché senza finalità lucrative e con l'obbligo della citazione della fonte: cell:. 3205708054 lorenzo.scarola@istruzione.it skype: "fedele339" http://ilcomandamento.blogspot.com 1° introduzione: Signoraggio, ovvero crimine bancario e usurpazione criminale di [...]

signoraggio bancario 1

la vera storia del signoraggio bancario 1 la vera storia del signoraggio bancario LA VERA STORIA DEL GIUDAISMO Storiografia scientifica del signoraggio bancario Studio monografico a cura del prof. Scarola Lorenzo liberamente riproducibile, purché senza finalità lucrative e con l'obbligo della citazione della fonte: http://ilcomandamento.blogspot.com - - - - - - - - - - - - 1° introduzione: Signoraggio, ovvero crimine bancario e usurpazione criminale di [...]

Studi Angioy

Studi Angioy

continua sesta parte concludere con le valutazioni degli storici, di particolarissimo interesse, pur curvata sul crinale faziosamente conservatore e reazionario, ovvero filofeudale e filobaronale, è la più antica ricostruzione storica del triennio rivoluzionario sardo (1793-1796) e dunque della figura di Giovanni Maria Angioy: “Storia de’ torbidi occorsi nel regno di Sardegna dall’anno 1792 in poi”. Si tratta di un’opera anonima e fa parte della [...]

(005) - Il viaggio di Alex: Austria tra miti e leggende, la sua storia e le sue fotografie

(005) - Il viaggio di Alex: Austria tra miti e leggende, la sua storia e le sue fotografie

Cerchiamo siti amici che vogliono Linkare il Banner del Blog in modo permanente http://www.sportcinema.it – Grazie. (005) – Il viaggio di Alex: Austria tra miti e leggende, la sua storia e le sue fotografie. Salerno 1 settembre 2008 by alessio.101 Un saluto da Vienna Descrizione del video: Una camminata per Vienna (Seeing the monuments along the Ring and Crossing the Tourist belt of the City, autore del Clip pabisq viene presentato da http://www.sportcinema.it [...]

(005) Il viaggio di Alex: Austria tra miti e leggende, la sua storia e le sue fotografie

(005) Il viaggio di Alex: Austria tra miti e leggende, la sua storia e le sue fotografie

Cerchiamo siti amici che vogliono Linkare il Banner del Blog in modo permanente http://www.sportcinema.it – Grazie. (005) – Il viaggio di Alex: Austria tra miti e leggende, la sua storia e le sue fotografie. Salerno 1 settembre 2008 by alessio.101 Un saluto da Vienna Descrizione del video: Una camminata per Vienna (Seeing the monuments along the Ring and Crossing the Tourist belt of the City, autore del Clip pabisq viene presentato da http://www.sportcinema.it [...]

Napoli e la storia delle fontane: gli acquedotti e le sorgenti di Napoli - Fontane del Fornello - Le Fontane di Napoli, capitolo 3

Napoli e la storia delle fontane: gli acquedotti e le sorgenti di Napoli - Fontane del Fornello - Le Fontane di Napoli, capitolo 3

Cerchiamo siti amici che ci Linkano il Banner in modo permanente http://www.sportcinema.it – Grazie. Napoli e la storia delle fontane: gli acquedotti e le sorgenti di Napoli. Fontane del Fornello. Fontane di Napoli – Capitolo 3. Salerno 30 dicembre 2007 by Aurelio De Rose, edito dalla Newton Compton editori s.r.l. Sita in piazza Enrico de Nicola risale al 1573, anche se viene indicate dal De Filippis di origene trecentesca. Notizia, questa, attinta dal Conforti [...]

1º giugno

 Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.   Il primo giugno è il 152° giorno del calendario gregoriano (il 153° negli anni bisestili). Mancano 213 giorni alla fine dell'anno. Eventi  193 - il Senato dell' Antica Roma condanna Didio Giuliano a morte, permettendo a Settimio Severo di conquistare il trono latino. 987 - Ugo Capeto di Francia è eletto Re di Francia. 1204 - Caduta della città di Rouen , che diventa possedimento del Re di Francia, Filippo II. 1252 - [...]

23 maggio 1831-Muore Ciro Menotti

23 maggio 1831-Muore Ciro Menotti

Ciro Menotti Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Ciro Menotti (Carpi, 22 gennaio 1798 – Modena, 23 maggio [1] 1831) è stato un patriota italiano.   // Esordi  Affiliato alla Carboneria fin dal 1817, maturò fin da giovane un forte sentimento democratico e patriottico che lo portò a rifiutare la dominazione austriaca in Italia. Affascinato dal nuovo corso del re Luigi Filippo d'Orléans, dal 1820 tenne frequenti contatti con i circoli liberali francesi: [...]

LOCALI STORICI D'ITALIA

LOCALI STORICI D'ITALIA

BIRRA FORST COMPIE 150 ANNI ED ENTRA NEI LOCALI STORICI D'ITALIA Birra Forst, la storica azienda di Forst/Lagundo, alle porte di Merano, ha compiuto 150 anni ed e stata ammessa in qualità di Socio sostenitore a far parte dell'Associazione Locali storici d'Italia, il sodalizio culturale ehe riunisce i 216 più antichi e prestigiosi alberghi, ristoranti, trattorie, confetterie, pasticcerie, grapperie e caffè letterari che hanno fatto la storia del nostro Paese. [...]

Un messaggio di Mira dell'Alto Consiglio Pleiadiano

Un messaggio di Mira dell'Alto Consiglio Pleiadiano, di Valerie Donner, 2 agosto 2019. Traduzione Marina. Saluti, sono Mira dell'Alto Consiglio Pleiadiano e lavoro con il Consiglio della Terra. Sono lieta di parlarvi oggi degli eventi insoliti e rari che si stanno verificando sulla vostra terra proprio ora. Il mondo è pieno di eventi spettacolari, di alcuni dei quali siete consapevoli e di altri no. Questo canale ha appena scritto dei terremoti a Ridgecrest, in [...]

A Vienna alla scoperta dei tesori degli Asburgo

A Vienna alla scoperta dei tesori degli Asburgo

A Vienna alla scoperta dei tesori degli Asburgo La città dove si vive meglio al mondo “Altri preferiscono ricorrere alla guerra, tu, beata Austria, al matrimonio”. In sintesi questa la storia degli Asburgo che hanno creato un Impero. Molti sono coloro che si recano a Vienna alla ricerca delle antiche vestigia di quel periodo che viene rappresentato con la storia della principessa Sissi, conosciuta per la serie delle pellicole  interpretate da Romy Schneider. [...]

FOTO: Asburgo

Casa_d'Asburgo

Casa_d'Asburgo

Casa_d'Austria

Casa_d'Austria

Absburgo

Absburgo

Asburgo

Asburgo

Stemma della famiglia Asburgo

Stemma della famiglia Asburgo

Stemma della famiglia Asburgo

Stemma della famiglia Asburgo

Stemma della famiglia Asburgo

Stemma della famiglia Asburgo

A Vienna alla scoperta dei tesori degli Asburgo La città dove si vive meglio al mondo

A Vienna alla scoperta dei tesori degli Asburgo La città dove si vive meglio al mondo

A Vienna alla scoperta dei tesori degli Asburgo La città dove si vive meglio al mondo “Altri preferiscono ricorrere alla guerra, tu, beata Austria, al matrimonio”. In sintesi questa la storia degli Asburgo che hanno creato un Impero. Molti sono coloro che si recano a Vienna alla ricerca delle antiche vestigia di quel periodo che viene rappresentato con la storia della principessa Sissi, conosciuta per la serie delle pellicole  interpretate da Romy Schneider. [...]

LA MIA VITA PER LA PATRIA Salvini ornai parla come un eroe del Risorgimento, ma fa solo ridere.

LA MIA VITA PER LA PATRIA Salvini ornai parla come un eroe del Risorgimento, ma fa solo ridere.

Un altro che a scuola dormiva e che non ha letto niente negli ultimi quarant’anni. Salvini dichiara che è pronto a morire per difendere i confini dell’Italia. A parte che vorrei proprio vederlo, con l’elmetto in testa e il fucile in mano, presidiare il litorale di Ostia. Ma gli va spiegato che da tempo immemorabile nessuno ha attentato ai confini italiani. L’ultima volta è successo durante la Seconda guerra mondiale con gli sbarchi delle truppe [...]

Costretti alla ritirata.

Costretti alla ritirata.

Cosa c’è nel disegno di legge di assestamento di bilancio Via libera in Consiglio dei ministri. Varato anche un decreto che congela i risparmi di reddito e quota 100 per abbassare il deficit. Indebitamento ridotto di 7,6 miliardi, ma Salvini e Di Maio disertano il vertice. Passa la linea di Mattarella, Conte e Tria. Il Consiglio dei ministri ha varato il disegno di legge per l’assestamento di bilancio. Con questo provvedimento il governo certifica [...]

“Sera bagnata”: la meravigliosa poesia di Egon Schiele

“Sera bagnata”: la meravigliosa poesia di Egon Schiele

Note di un pittore è una raccolta di poesie che Schiele pubblicò sulla rivista “Aktion”. Questi componimenti mettono in evidenza la capacità di Egon di essere anche pittore con le parole. Attimi di vita si colorano intensamente, vengono pennellati con straordinaria incisività, non soltanto sulla tela di un quadro, ma anche nei versi di una poesia.Schiele tenta di dare una veste cromatica alle sue parole, svelando la sua anima di uomo e di artista, [...]

Investitori in ritirata dal paese dei cialtroni cosi ci chiamano nel mondo finanziario&produttivo

Investitori in ritirata dal paese dei cialtroni cosi ci chiamano nel mondo finanziario&produttivo

Investitori in ritirata dal paese dei cialtroni.Secondo un sondaggio BofA l’Italia è all’ultimo posto nei paesi dove investire. Nonostante le buone performance della Borsa italiana dal primo gennaio di quest’anno – l’indice complessivo è aumentato del 16,5 per cento a quota 23.503; il che tuttavia non compensa la discesa dai 26.884 punti del 7 maggio 2018, con una perdita netta del 13 per cento – prosegue la ritirata dall’Italia degli investitori [...]

RUDOLF STEINER, PENSIERO E OPERE

RUDOLF STEINER, PENSIERO E OPERE

di Mike Plato L’esoterista croato-austriaco Rudolf Steiner fonda La Scienza dell’Occulto (Svizzera) e di poi la Società Antroposofica, una sorta di Università dell’Esoterismo, dopo essere stato leader della sezione tedesca della Società Teosofica. L’incontro con la Blavatski gli aveva permesso di approfondire lo studio della Spiritualità Orientale, soprattutto il Buddismo e l’Induismo, penetrando nella dottrina del Karma e della Reincarnazione, in [...]

Film cristiano - La Chiesa delle Tre Autonomie è la mia protezione | I codardi non possono entrare nel Regno dei Cieli

Film cristiano - La Chiesa delle Tre Autonomie è la mia protezione | I codardi non possono entrare nel Regno dei Cieli

https://www.youtube.com/watch?v=3j1Lz5PWxfs&feature=youtu.be Film cristiano - La Chiesa delle Tre Autonomie è la mia protezione | I codardi non possono entrare nel Regno dei Cieli Una volta, il governo comunista cinese catturò molti cristiani della Chiesa di Dio Onnipotente in una determinata località, a tarda notte. Questo fatto causò un notevole trambusto nella zona. Diede luogo a discussioni tra i membri della Chiesa delle Tre Autonomie. Alcuni [...]

Recensioni Cofanetti Autunno-Inverno 6. Una Sontuosa Riedizione Di Un Capolavoro “Minore”. The Kinks – Are The Village Green Preservation Society 50th Anniversary

Recensioni Cofanetti Autunno-Inverno 6. Una Sontuosa Riedizione Di Un Capolavoro “Minore”. The Kinks – Are The Village Green Preservation Society 50th Anniversary

The Kinks – Are The Village Green Preservation Society 50th Anniversary – Sanctuary/BMG Deluxe 2CD – Super Deluxe 5CD/3LP/3x45rpm In un anno in cui sono uscite tutte insieme le ristampe in formato Super Deluxe di album leggendari come The Beatles (meglio conosciuto come White Album), Blood On The Tracks, Electric Ladyland ed Imagine, l’edizione per il cinquantesimo anniversario di Are The Village Green Preservation Society, il primo di diversi concept [...]

deleted

deleted

La Chiesa delle Tre Autonomie è la mia protezione

La Chiesa delle Tre Autonomie è la mia protezione

https://youtu.be/3j1Lz5PWxfs Film evangelico - La Chiesa delle Tre Autonomie è la mia protezione Una volta, il governo comunista cinese catturò molti cristiani della Chiesa di Dio Onnipotente in una determinata località, a tarda notte. Questo fatto causò un notevole trambusto nella zona. Diede luogo a discussioni tra i membri della Chiesa delle Tre Autonomie. Alcuni credevano che il Lampo da Levante subisse la crudele repressione e persecuzione del governo [...]

La Chiesa delle Tre Autonomie è la mia protezione | I codardi non possono entrare nel Regno dei Cieli

La Chiesa delle Tre Autonomie è la mia protezione | I codardi non possono entrare nel Regno dei Cieli

https://www.youtube.com/watch?v=3j1Lz5PWxfs Film cristiano in italiano 2018 HD - "La Chiesa delle Tre Autonomie è la mia protezione" I codardi non possono entrare nel Regno dei Cieli Una volta, il governo comunista cinese catturò molti cristiani della Chiesa di Dio Onnipotente in una determinata località, a tarda notte. Questo fatto causò un notevole trambusto nella zona. Diede luogo a discussioni tra i membri della Chiesa delle Tre Autonomie. Alcuni [...]

PFM canta De André  “Anniversary”

PFM canta De André “Anniversary”

PFM canta De André “Anniversary” 15 marzo 2019 – ore 21.00 UDINE, Teatro Nuovo Giovanni da Udine Biglietti in vendita sul circuito Ticketone e alle biglietterie del teatro. Info e punti vendita su www.azalea.it   Dopo la vittoria del prestigioso premio come “Band internazionale dell’anno” ai Prog Music Awards UK 2018, per celebrare 48 anni di successi in Italia e nel mondo, domani, venerdì 19 ottobre, uscirà “The Very Best”, la raccolta [...]

Razzismo a Trento: "Affitto solo a chi viene da Triveneto e Lombardia" - Cari Meridionali, non avete capito una mazza! Quelle del 4 marzo non erano elezioni, era un test di intelligenza. E lo avete fallito miseramente!!!

Razzismo a Trento: "Affitto solo a chi viene da Triveneto e Lombardia" - Cari Meridionali, non avete capito una mazza! Quelle del 4 marzo non erano elezioni, era un test di intelligenza. E lo avete fallito miseramente!!!

      . . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   Razzismo a Trento: "Affitto solo a chi viene da Triveneto e Lombardia" - Cari Meridionali, non avete capito una mazza! Quelle del 4 marzo non erano elezioni, era un test di intelligenza. E lo avete fallito miseramente!!!   "Affitto solo a chi viene da Triveneto e Lombardia": razzismo a Trento La denuncia di una studentessa universitaria: "non è giusto minimizzare, bisogna chiamare le cose [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

&id=HPN_Casa+d'Asburgo_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Casa{{}}di{{}}Asburgo" alt="" style="display:none;"/> ?>