Cicero

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Summer
In rilievo

Summer

Elisa Isoardi a La Prova del Cuoco, accuse per il partner Andrea Lo Cicero: «Omofobo e razzista»

Elisa Isoardi a La Prova del Cuoco, accuse per il partner Andrea Lo Cicero: «Omofobo e razzista»

Non sembra partire sotto il migliore degli auspici La prova del Cuoco di Elisa Isoardi che già pare si stia facendo terra bruciata intorno, supportata dal compagno Matteo Salvini che – secondo le ultime indiscrezioni – le avrebbe regalato 20 minuti di programma in più. A parte questo, la bella conduttrice piemontese si ritrova al centro di una furente polemica estiva scatenata dalla curiosità di Michele Anzaldi attraverso un lungo post su Facebook dove [...]

Elisa Isoardi a La Prova del Cuoco, accuse per il partner Andrea Lo Cicero: «Omofobo e razzista»

Elisa Isoardi a La Prova del Cuoco, accuse per il partner Andrea Lo Cicero: «Omofobo e razzista»

Non sembra partire sotto il migliore degli auspici La prova del Cuoco di Elisa Isoardi che già pare si stia facendo terra bruciata intorno, supportata dal compagno Matteo Salvini che – secondo le ultime indiscrezioni – le avrebbe regalato 20 minuti di programma in più. A parte questo, la bella conduttrice piemontese si ritrova al centro di una furente polemica estiva scatenata dalla curiosità di Michele Anzaldi attraverso un lungo post su Facebook dove [...]

Ciceri

                                                   

Da l amicizia di Cicerone

L’Amicizia è come il Sole è un celebre brano di Cicerone sull’Amicizia che viene paragonata al sole, per la sua importanza e per il fatto che nessuno può farne a meno: infatti tutti abbiamo bisogno di un amico. Alcuni ritengono che si devono evitare le amicizie troppo grandi, perché uno solo non si debba preoccupare per molti; già basta e avanza che ciascuno si occupi delle proprie cose ed è noioso lasciarsi coinvolgere troppo dagli affari altrui. E’, [...]

Selfie, quinto giudice dello show di Simona Ventura è Andrea Lo Cicero

Selfie, quinto giudice dello show di Simona Ventura è Andrea Lo Cicero

Questa sera in prima serata su Canale 5, torna il secondo appuntamento con “Selfie- Le Cose Cambiano”, il factual che cerca di porre fine alle tue insicurezze. Il make-over condotto da Simona Ventura con la partecipazione straordinaria di Belen Rodriguez, permette a persone comuni e non, di riappropriarsi dell’autostima perduta attraverso un percorso di cambiamento. Spesso non si hanno le possibilità economiche o la forza interiore di affrontare la [...]

Selfie, quinto giudice dello show di Simona Ventura è Andrea Lo Cicero

Selfie, quinto giudice dello show di Simona Ventura è Andrea Lo Cicero

Questa sera in prima serata su Canale 5, torna il secondo appuntamento con “Selfie- Le Cose Cambiano”, il factual che cerca di porre fine alle tue insicurezze. Il make-over condotto da Simona Ventura con la partecipazione straordinaria di Belen Rodriguez, permette a persone comuni e non, di riappropriarsi dell’autostima perduta attraverso un percorso di cambiamento. Spesso non si hanno le possibilità economiche o la forza interiore di affrontare la [...]

LA VECCHIAIA (Ispirata dai dialoghi di Cicerone)

    Di ogni età ebbi la vita se di vecchiaia si possa mai parlare ero solo e ancor di più solo vivo. All'utilità ho anteposto la bellezza e in ciò vive lo sguardo la felicità di possedere l'anima e dare al corpo le sue ore di declino. Che la morte non mi dia fretta fino a che l'anima mia scrive rimaner in vita non è un vezzo è il raccontar del tempo che nei ricordi non invecchia la gioventù non passa ne trapassa in altra vita ha forse l'amore tracce di [...]

LA VECCHIAIA (Ispirata dai dialoghi di Cicerone)

  Di ogni età ebbi la vitase di vecchiaia si possa mai parlareero solo e ancor di più solo vivo.All'utilità ho anteposto la bellezzae in ciò vive lo sguardola felicità di possedere l'animae dare al corpo le sue ore di declino.Che la morte non mi dia frettafino a che l'anima mia scriverimaner in vita non è un vezzoè il raccontar del tempoche nei ricordi non invecchiala gioventù non passane trapassa in altra vitaha forse l'amore tracce di vecchiaiao di [...]

Er Cicerone concrude ...

XX. Er Cicerone concrude ... Ner vedè' 'ste bellezze e pensà poi Che li barberi, gente malandrina Hanno commesso 'sta carnificina De statue, palazzi e quer che vôi, Je diressi: Guardateme ch'eroi, Mica avressivo fatto 'sta rovina Se 'gni casa, villino o palazzina L'avemio, invece, fabbricata noi! Perchè noiantri, gente de progresso, Tiramo su un palazzo o un murajone Fatto in modo che casca da se' stesso. Così si quarche barbero adannato Volese un giorno venì [...]

Er cicerone spiega... 18

Er Cicerone spiega ... XVIII. Poi quì dietro 'na specie de ripparo (1) Trovi un sacco de cocci assai carini, Anfore, cunculine, tegamini Te pare 'na bottega de cocciaro. Lì tu ce poi trovà 'gni vaso raro; Pile, boccie, lucerne, bicchierini, Quer coso pe' ripone li quattrini ... ... Si è vôto? Ma se sa, brutto somaro! Però benanche giri tutt'in cerchio De tanti recipienti così strani Nu' rieschi a trovà che sia un coperchio! Tu me dirai che se lo so' [...]

Cicero dixit...

      Cicero dixit...    Da noi lo studio del Latino è stato abolito , tranne che nei Licei Classici.  Destinato  eclusivamente a chi  ha in programma di  avviarsi verso  gli studi classici,eliminato del tutto dalla base formativa  scolastica,lascia un vuoto incolmabile nella maggior parte degli studenti, non solo per ragioni storiche,ma soprattutto linguistiche, essendo l'Italiano una sua evoluzione, anche dal punto di vista etimologico , grammaticale [...]

Er cicerone spiega... 16

Er Cicerone spiega ... XVI. Appresso ar pozzo bello che t'ho detto Ce ne so' tanti mezzi rovinati, La fonte de Giuturna (1) co' un tempietto Che serviva a pregacce l'antenati. Eppoi antri pozzi neri, sgangherati Che si ce butti l'occhi p'un pochetto Te senti come da' 'na stretta ar petto E appena che te scanzi te rifiati. Appresso 'na fontana scura scura Dove adesso nessuno ce se sciacqua Ch'a vedella fa' un senso de paura. Perchè pe' li romani è un gran destino; [...]

Er cicerone spiega... 15

Er cicerone spiega... XV. Calligola, quer boia imperatore Che ciaveva la casa lì vicina Lo sai si che te fece? 'Na matina Zompò dar letto, senza fa' rumore, Messe er grugnaccio dietro la tendina, E ner vedè quell'angeli d'amore Senza che scommodasse er servitore Se lavò er viso, se spartì la crina, Spalancò la finestra e fece un segno Come pe' dije: Mo v'imparo un gioco, Aspettateme lì, ch'adesso scegno. ... Quelle cederno a li capricci sui E invece de bada' [...]

Er cicerone spiega... 14

Er cicerone spiega... XIV. Ma 'na scoperta degna de vedella E' del pozzo riservato a le Vestale Che se conserva novo, tal'e quale, Sortanto che je manca la girella. Lì la vestale annava in vestarella In polacchetta bianca, cor zinale, E nun trovava poi gnente de male A tirà l'acqua co' la cordicella. Sortanto che doveva riguardasse De fa' l'amore: c'era pe' principo Che lei mica poteva maritasse! Ma guarda che supprizio rifinito! A sta' sempre vicino ar Municipio [...]

Er cicerone spiega... 13

Er Cicerone spiega ... XIII. Lì Giulio imperatore spesso spesso La matina scenneva e dava udienza E te faceva causa e sentenza Senza bisogno d'imbastì er processo. Tu, presempio, volevi avè er permesso Der fucile, capischi? la licenza, O ciavevi, mettiamo, 'na pennenza? Quello te l'aggiustava da lui stesso. Nun serviva, così, carta bollata, Nun c'era l'avvocato difensore Che te dava 'gni tanto 'na stoccata, Ch'adesso si ricorri ar tribunale, Cor caccià li [...]

Er Cicerone spiega ... 10

Er Cicerone spiega ... X. Più in fonno ce sta un buco ch'è un tesoro (1) E potrebbe servì pe' fà bisboccia ... Ce ritrovorno, chiuse in una boccia, Un quattrocento e più monete d'oro. Che bellezza, percrilla, che lavoro! Robba, dico, da perde' la capoccia! Vedelle e nun potelle avè' in saccoccia Mannerebbe per aria tutt'er Foro! Indove stanno mo? Valle a ripija! Tutto 'sto gran tesoro l'hanno messo Dentr'ar Museo e nessuno se lo pija. Se capisce! Guardateme [...]

Er Cicerone spiega ... 9

Er Cicerone spiega ... IX. Dev'esse' stato buffo certamente Vede' un omo parlà da un colonnato, Uguale ar ciarlatano più sfacciato Che strilla in piazza a ingarbujà la gente. Eppoi me lo sai di' se quanto fiato Ce voleva e che voce strapotente? Che sinnò nun capivi un accidente E te n'annavi via mortificato. Ma noi ciavemo er Parlamento, indove Quarsia tribuno, quanno che viè eletto, Sarva l'umanità puro se piove! Sta callo e chiuso pe' studià la legge, [...]

Er Cicerone spiega ... 8

Er Cicerone spiega ... VIII. Co' 'sta maniera quì, tu je dimostri Tutte quante le cose a perfezione E je le metti dentr'ar capoccione Come l'avemmarie e li paternostri. Dopo er Lapise porto 'sto frescone A fa' vede', indovinece?, Li Rostri De Giulio (1), indove l'antenati nostri Se sciupaveno un'ala de pormone. Già, lì sopra Tribuni e deputati Saliveno a parlà contro li ricchi Pe' riggirasse un po' de disgraziati, Che diceveno: Si questi so' amichi! E 'sta cosa [...]

Er Cicerone spiega ...

Er Cicerone spiega ... V. Ma co' li scavi dietro a Campidojo (1) E che pe' questi er Foro s'è ingrandito Io me ce sento guasi ribambito A le vorte, ce credi? me c'imbrojo. Tu me dirai ch'io mica so' 'no scojo, Parlo estro benone ... so' istruito ... Conosco Marc'Urelio ... coso ... Tito ... Calligola, ... Pasquino e quer che vojo ... Ma l'antichità nove, in concrusione Nun me vanno a faciolo (2) e finiranno Cor fammese lassà annà la professione. Perchè co' [...]

Er Cicerone spiega ... 3

Er Cicerone spiega ... III. Ma tu portelo, invece,dentr'ar Foro Metteje avanti er Coliseo e poi vedi! Je dico: Musiù mio, osservè, miledy, Regardè si che straccio de lavoro! Noi nu' lo damo manco a peso d'oro, So robe de valore, che te credi? Nun so' pa' sciose fatte co' li piedi, Ma 'gni petì sassetto è un gran tesoro. E stanno lì a sentimme a bocca aperta Ch'io er francese lo parlo a perfezione E te lo butto giù puro a la sverta. Che si poi quarche ingrese [...]

&id=HPN_Cicero_" alt="" style="display:none;"/> ?>