Colombian male writers

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Shakira
In rilievo

Shakira

La scheda: Garcìa Màrquez

Gabriel José de la Concordia García Márquez, noto semplicemente come Gabriel García Márquez soprannominato Gabo (Aracataca, 6 marzo 1927 – Città del Messico, 17 aprile 2014), è stato uno scrittore, giornalista e saggista colombiano naturalizzato messicano, insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 1982.
Tra i più celebri scrittori in lingua spagnola, García Márquez è considerato uno dei più emblematici esponenti del cosiddetto realismo magico, la cui opera ha fortemente ...

L'amore, forse, è come il colera; ti prende, ti lascia, ma non ti lascia andare. Rileggere Garcia Marquez.

L'amore, forse, è come il colera; ti prende, ti lascia, ma non ti lascia andare. Rileggere Garcia Marquez.

 Rileggere"L'amore al tempo del colera"di Garcia Marquez,è stato non solo il piacere di rileggere un grande autore, che amo tantissimo, ma tuffarmi  nell'atmosfera calda, nella lussureggiante natura sudamericana, ma soprattutto godere di quel caldo amore,di quella sensualità , che diventa quasi spirituale, che si sprigiona da ogni romanzo di questo autore.  In questo , particolarmente, emerge l'unicità  ineguagliabile   di certi amori destinati a durare [...]

Amore e saggezza secondo la falsa lettera di Màrquez

Rassetti le carte per fare spazio e resettare, mettendo ordine (perché dove abita il disordine potrebbe trovare dimora la confusione dell'anima) e non finisce nel cestino una copia stampata di quelle che vengono considerate - erroneamente - le parole più toccanti scritte da Gabriel Garcia Màrquez. L'autore della lettera non è lo scrittore colombiano, ma Johnny Welch, scrittore e attore messicano, che è diventato famoso nel mondo proprio grazie alla diffusione [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

Cent'anni di solitudine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera   I delegati liberali e conservatori firmano l'armistizio di Neerlandia, episodio richiamato più volte nel romanzo Cent'anni di solitudine (Cien años de soledad) è un romanzo del 1967del Premio Nobel colombiano Gabriel García Márquez, considerato tra le opere più significative della letteratura del Novecento. Narra le vicende delle varie generazioni della famiglia Buendía, il cui capostipite José Arcadio fonda [...]

Cent'anni di solitudine

Sesta generazione Aureliano Babilonia Figlio di Meme e Mauricio Babilonia, nasce mentre la madre è già chiusa in convento. Una suora lo porta a casa di Fernanda, che lo tiene segregato in casa (dopo aver pensato addirittura di affogarlo). Aureliano crede di essere figlio adottivo di Fernanda, che lo tratterà sempre freddamente, e di Aureliano Secondo, trovato in un cestino galleggiante nel fiume; completamente ignaro della propria origine, dice a tutti di [...]

Cent'anni di solitudine

  Altri personaggi Mercedes: farmacista di poche parole, fidanzata di Gabriel; personaggio ispirato alla moglie di García Márquez, Mercedes Barcha Pardo. Rafael Escalona: musicista realmente esistente, amico dell'autore, definito "nipote del vescovo". Colonnello Lorenzo Gavilán: rivoluzionario, amico di José Arcadio Secondo, personaggio tratto da una novella diCarlos Fuentes, scrittore amico di García Márquez; è un reduce della rivoluzione [...]

GGMarquez

Attività letteraria e politica successiva (1961-2000) García Márquez in una foto del 2009 Il suo esordio letterario avvenne nel 1955 con il romanzo Foglie morte, ma il primo racconto risale al 1947. Dopo il trasferimento in Messico, si dedicò in maniera costante alla scrittura. Nel 1967 pubblicò la sua opera più nota:Cent'anni di solitudine un romanzo che narra le vicende della famiglia Buendía a Macondo attraverso diverse generazioni. Un'opera [...]

OCCHI DI CANE AZZURRO

OCCHI DI CANE AZZURRO

Occhi di cane azzurro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Occhi di cane azzurro Titolo originale Ojos de perro azul Jorge Amado con Gabriel García Márquez Autore Gabriel García Márquez 1ª ed. originale 1972 1ª ed. italiana 1978 Genere raccolta di racconti Lingua originale spagnolo Occhi di cane azzurro è una raccolta di racconti dello scrittore colombianoGabriel García Márquez, Premio Nobel per la letteratura 1982. Pubblicata per la prima volta [...]

Gabriel Garcìa Màrquez

“Dio mio se avessi un pezzo di vita, non lascerei passare un solo giorno senza dire alle persone che amo, che le amo.... e vivrei innamorato dell'amore. Mostrerei agli uomini quanto sbagliano quando pensano di smettere di innamorarsi man mano che invecchiano, non sapendo che invecchiano quando smettono di innamorarsi!”

Lettera d'addio a Gabriel García Márquez.

Lettera d'addio a Gabriel García Márquez.

Capisco che per ogni minuto che chiudo gli occhi, perdo 60 secondi di luce, ma sai caro Màrquez per ogni minuto che chiudo gli occhi la mia mente non pensa, non pensa al male ricevuto e che non riesce a dimenticare, non provo astio, ma il mio cuore ancora non riesce a perdonare è troppo giovane per morire e se con la dimenticanza arriva la morte, non voglio invecchiare, ma vivere così tra gioie e dolori sempre giovane, innamorata dell'amore.Ho dato valore [...]

Gabriel GARCIA MARQUEZ 1927 - 2014

Gabriel GARCIA MARQUEZ 1927 - 2014

Gli organi d'informazione colombiani, suo paese d'origine, sono stati i primi a diffondere la notizia: lo scrittore e giornalista Gabriel Garcia Marquez, premio nobel per la letteratura nel 1982, è deceduto ieri a Città del Messico. I media riportano che la causa della morte è da ascrivere all'aggravarsi di una polmonite. Aveva compiuto da poco 87 anni. Nella sua vita è stato giornalista dal piglio verista; s'è ritrovato straniero in terra straniera in [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Mutis

I cantautori sono stati i miei fratelli maggiori, quelli che ti portano in casa le novità, siano esse musica da ascoltare oppure libri da leggere. Sono figlio di un tempo in cui la musica non era cornice, non stava in un iPod, non si scaricava, ma la dovevi comprare. E visto che c'era il sacrificio del denaro, il disco lo ascoltavi e lo leggevi, te lo godevi sia in musica ascoltata che in parola scritta. Leggevi le note di copertina ove oltre ai testi, ai [...]

13 versi per vivere - Gabriel García Marquez

13 versi per vivere - Gabriel García Marquez

1. Ti amo non per chi sei, ma... per chi sono io quando sto con te.   2. Nessuna persona merita le tue lacrime, e chi le merita non ti farà piangere.    3. Solo perché qualcuno non ti ama come vorresti, non significa che non ti ami con tutto il suo essere.    4. Un vero amico è chi ti prende per mano e ti tocca il cuore.   5. Il peggior modo di sentire la mancanza di qualcuno è starci seduto vicino e sapere che non lo potrai avere mai.   6. Non smettere [...]

Nicola Lagioia,Uno scrittore per il ventunesimo secolo

Nicola Lagioia,Uno scrittore per il ventunesimo secolo

minima & moraliaun blog culturale di minimum fax« Revolution nein. La narrazione come macchina del tempoNon è un paese per elfi »Uno scrittore per il ventunesimo secolo3 ottobre 2012 • pubblicato da Nicola Lagioia(Tommaso Pincio, olio su tavola)Prima di dare in pasto ai lettori di minima&moralia questo mio piccolo saggio su Roberto Bolaño vorrei ringraziare la casa editrice Sur, che ha concesso di metterlo in Rete – si tratta della posfazione a L’ultima [...]

Tagore, Lacrime,Garcia Lorca, Notte di solitudine,  Garcia Marquez

Tagore, Lacrime,Garcia Lorca, Notte di solitudine, Garcia Marquez

Non piangere quando tramonta il sole, le lacrime ti impedirebbero di vedere le stelle. (Tagore)  di strazvin60     Petali di sale (lacrime) Corredo di malinconia in una fluttuante speranza, virgole colano dagli occhi tra mute parole. Petali di sale in pagine di cantilene d'una prateria invisibile sillabano soffi d'azzurro sfumando in argentei aghi lucenti... o3radovicka     La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda [...]

Lettera agli amici di Gabriel Garçia Marquez

Se per un istante Dio si dimenticasse che sono una marionetta di stoffa e mi facesse dono di un pezzo di vita, probabilmente non direi tutto ciò che penso, ma penserei a tutto ciò che dico. Valuterei le cose, non per il loro valore, ma per ciò che significano. Dormirei poco, sognerei di più, essendo cosciente che per ogni minuto che teniamo gli occhi chiusi, perdiamo sessanta secondi di luce. Andrei avanti quando gli altri si ritirano, mi sveglierei quando gli [...]

&id=HPN_Colombian+male+writers_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Category:Colombian{{}}male{{}}writers" alt="" style="display:none;"/> ?>