Crisi bosniaca

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

Crisi bosniaca (1908-1909)

La scheda: Crisi bosniaca (1908-1909)

La crisi bosniaca fu determinata nell'ottobre del 1908 dalla decisione dell'Austria-Ungheria di annettersi la Bosnia ed Erzegovina che occupava legalmente e di cui le spettava l'amministrazione secondo il trattato di Berlino (1878). La crisi che ne derivò coinvolse la Serbia e la Russia contrarie all'annessione e, sull'altro fronte, l'Austria-Ungheria e la Germania. La tensione internazionale perdurò fino al marzo 1909.
Per il definitivo deterioramento delle relazioni fra i due schieramenti, la crisi bosniaca è considerata una delle cause meno remote dello scoppio della prima guerra mondiale. Contribuì, inoltre, a peggiorare le già difficili relazioni fra Italia e Austria-Ungheria.



Crisi bosniaca:
La Bosnia ed Erzegovina e il Sangiaccato (Novibazar)
Data: 6 ottobre 1908 - 31 marzo 1909
Luogo: Europa
Causa: Proclamazione dell'Austria di annessione della Bosnia
Esito: Grave deterioramento dei rapporti fra le nazioni dei due schieramenti
Modifiche territoriali: Annessione della Bosnia all'Austria
Schieramenti:
Serbia Russia Regno Unito Montenegro Impero Ottomano  Austria-Ungheria  Germania Bulgaria
Serbia Russia Regno Unito Montenegro Impero Ottomano Austria-Ungheria  Germania Bulgaria
Voci di crisi presenti su Wikipedia
Nell'estate del 1908, benché risoluto a non scoprire la sua intenzione di procedere all'annessione in breve tempo, il ministro Aehrenthal trovò necessario sondare il pensiero del governo italiano incontrandosi con il suo omologo, il conservatore Tommaso Tittoni. Il colloquio avvenne il 24 agosto 1908 a Salisburgo, i ministri delle due nazioni alleate parlarono della questione Bosnia ed Erzegovina e dal rapporto di Aehrenthal (non esiste una relazione di Tittoni) si evince che: « Tittoni non ha esitato a dichiararmi in maniera precisa che, naturalmente, la Bosnia-Erzegovina ci apparteneva e che noi avevamo la firma dell'Italia per il nostro diritto su queste province. Il trattato della Triplice è stato stipulato quattro anni dopo l'occupazione e stabilisce esplicitamente che a compensi territoriali si dovrebbe addivenire solo quando l'uno o l'altro dei contraenti procedesse all'occupazione temporanea o definitiva di un paese turco».
Il ministro degli Esteri austriaco si riferiva all'articolo 7 del trattato della Triplice alleanza. Esso stabiliva che, fra Austria-Ungheria e Italia, in caso di “occupazione temporanea o permanente” di territori nei Balcani, la potenza occupante avrebbe riconosciuto compensi all'altra. L'interpretazione di Aehrenthal escludeva che l'annessione della Bosnia-Erzegovina fosse stata una “occupazione” (dato che la provincia era già occupata) per cui l'Italia non aveva diritto ad alcun compenso in caso di annessione. È facile immaginare che molti italiani non fossero d'accordo.

Aehrenthal, comunque sia andato il colloquio, non accennò a Tittoni il fatto che l'annessione della Bosnia-Erzegovina sarebbe stata questione di settimane, così come a quel tempo non ne aveva parlato a Izvol'skij né a Wilhelm von Schoen, il ministro degli Esteri tedesco incontrato qualche giorno dopo Tittoni.
Dopo l'incontro di Buchlau del 16 settembre, Aehrenthal scrisse a Tittoni annunciandogli che l'annessione era imminente. Il ministro italiano, benché sorpreso, rispose assecondando il collega austriaco. Tittoni tuttavia, per il suo prestigio e per quello dell'Italia, pensò ad un accordo a tre fra il suo Paese, l'Austria e la Russia. Egli immaginava compensi per Roma tali da non scontentare Vienna.
Il 6 ottobre 1908, giorno dell'annessione, Tittoni in un discorso pubblico si spinse a dire che l'Italia poteva attendere serenamente gli avvenimenti e che il governo chiedeva all'opinione pubblica fiducia, poiché «potrà dimostrare di averla pienamente meritata». Questo discorso, nel quale si indulgeva alla violazione austriaca del Trattato di Berlino e si faceva sperare agli italiani grandi compensi, fu un errore che il ministro, successivamente, riconobbe.
Quando l'opinione pubblica seppe, invece, che quasi non c'erano concessioni (l'Austria rinunciò solo ai suoi diritti sul Sangiaccato di Novi Pazar) si diffuse in Italia un senso di delusione e di esasperazione che diede luogo a proteste e minacciò di travolgere la posizione di Tittoni.

La campagna di stampa contro il ministro degli Esteri italiano fu durissima e, per riparare al danno, Tittoni avanzò proposte all'Austria di compensi all'Italia di vario tipo, poi sostenne la necessità di una conferenza internazionale e infine minacciò le sue dimissioni e l'uscita dell'Italia dalla Triplice alleanza. Aehrenthal fu, tuttavia, irremovibile e le aperture a Tittoni furono praticamente nulle.
Così fu che il ministro italiano dovette presentarsi in parlamento senza avere ottenuto alcunché dall'Austria.

La comandante curda: "Chiediamo come mai un Paese Nato possa attaccare con l'aiuto dei jihadisti la coalizione che ha combattuto l'Isis"

La comandante curda: "Chiediamo come mai un Paese Nato possa attaccare con l'aiuto dei jihadisti la coalizione che ha combattuto l'Isis"

      .   seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping   .     La comandante curda: "Chiediamo come mai un Paese Nato possa attaccare con l'aiuto dei jihadisti la coalizione che ha combattuto l'Isis" "Oggi la Turchia non attacca da sola al confine con il Rojava, ma con i jihadisti, con questi miliziani. Chiediamo come mai un Paese Nato possa attaccare con i jihadisti la coalizione che ha combattuto l'Isis. La Turchia può fare facilmente un genocidio, [...]

Paola Di Benedetto e Federico Rossi in vacanza dopo la crisi

Paola Di Benedetto e Federico Rossi in vacanza dopo la crisi

Sembrava finita per sempre tra Paola Di Benedetto e Federico Rossi, che si erano detti addio a inizio estate. Invece ora sono innamorati e affiatati come non mai, e si sono regalati una fuga romantica a Marrakech per recuperare il tempo perso. Sui social l'influencer e il cantante del duo Benji&Fede condividono scatti da favola, con i paesaggi del Marocco a fare da sfondo al loro amore...

Paola Di Benedetto e Federico Rossi in vacanza dopo la crisi

Paola Di Benedetto e Federico Rossi in vacanza dopo la crisi

Sembrava finita per sempre tra Paola Di Benedetto e Federico Rossi, che si erano detti addio a inizio estate. Invece ora sono innamorati e affiatati come non mai, e si sono regalati una fuga romantica a Marrakech per recuperare il tempo perso. Sui social l'influencer e il cantante del duo Benji&Fede condividono scatti da favola, con i paesaggi del Marocco a fare da sfondo al loro amore...

La Quarta Rivoluzione: Infosfera. L'Eterno presente di connessione...

La Quarta Rivoluzione: Infosfera. L'Eterno presente di connessione...

...di una ciambella. Qualche volta prendo spunto da ciò leggo qua e là, senza poter esser esaustiva, se non in un saggio intero. Tutto diventa copia, immagine, idea, sospesa in un cloud informazionale senza spazio e confine. Ma l'informazione è più simile a un bacio che ad una moneta. Soprattutto l'informazione non conserva la realtà. Si crede possibile che il diritto d'uso di un oggetto fisico tipizzato cioè l'esemplare di un oggetto (copia di un file di [...]

GENTE E INUTILE GIRARCI ATTORNO.La radice di tutti i mali sono i FASCISTI ed i NAZISTI.

GENTE E INUTILE GIRARCI ATTORNO.La radice di tutti i mali sono i FASCISTI ed i NAZISTI.

Bianco, tedesco, nazi, antisemita. Due morti in un attentato ad Halle davanti a una sinagoga nel giorno di Yom Kippur. Arrestato un tedesco di 27 anni. Nel video che ha girato urla: "La radice di tutti i problemi sono gli ebrei" Sto leggendo commenti che tirano in ballo estremisti islamici e compagnia come per dire 'sono stati i neonazi, ma pure gli islamici lo fanno!!' . Idiozia e miseria intellettuale allo stato puro, forse anche inconsapevole, perché o gli [...]

Trump parla come fosse al bar: "I curdi non ci hanno aiutato nella seconda guerra mondiale"

Trump parla come fosse al bar: "I curdi non ci hanno aiutato nella seconda guerra mondiale"

Trump ha quindi affermato che, come americani, ''abbiamo speso un mucchio di soldi per aiutare i curdi in termini di munizioni, in termini di armi, in termini di denaro, in termini di pagamenti''. Sembra Lercio invece è il Presidente degli Stati Uniti d'America a dirlo. Il Paese più influente e potente al mondo che attraverso il suo leader rilascia affermazioni più stupide di quelle che potrebbe pronunciare un cretino al bar. I curdi ''non hanno aiutato'' gli [...]

Le parole di Mustier aprono un fronte di crisi con i correntisti

Fonte: W.S.I. 5 Ottobre 2019, di Leopoldo Gasbarro I risparmiatori italiani rischiano di ritrovarsi ancora sotto scacco. Privi dei riferimenti e delle certezze del passato ora rischiano, dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi di Mustier di vedersi addebitare i costi dei tassi negativi.Quando ho postato sui social il rilancio della notizia che riportava la dichiarazione del numero uno di Unicredit Jean Pierre Mustier, ci sono state reazioni molto [...]

Verissimo, Kekko Silvestre: «Io e i Modà più uniti che mai, ma sono stato in crisi». E poi un pensiero per Emma Marrone

Verissimo, Kekko Silvestre: «Io e i Modà più uniti che mai, ma sono stato in crisi». E poi un pensiero per Emma Marrone

Kekko Silvestre e i Modà tornano a fare musica in giro per l'Italia dopo una pausa dal palcoscenico. A Verissimo il leader della band racconta cosa lo ha spinto ad fermarsi, ma rassicura i fan: «Io e i Modà siamo più uniti che mai». Francesco detto Kekko ammette di essere un perfezionista che vive la sua professione con ansia e senso di responsabilità. Nella sua carriera ha avuto due momenti difficili. «Le crisi - spiega - sono state due. La prima volta [...]

Verissimo, Kekko Silvestre: «Io e i Modà più uniti che mai, ma sono stato in crisi». E poi un pensiero per Emma Marrone

Verissimo, Kekko Silvestre: «Io e i Modà più uniti che mai, ma sono stato in crisi». E poi un pensiero per Emma Marrone

Kekko Silvestre e i Modà tornano a fare musica in giro per l'Italia dopo una pausa dal palcoscenico. A Verissimo il leader della band racconta cosa lo ha spinto ad fermarsi, ma rassicura i fan: «Io e i Modà siamo più uniti che mai». Francesco detto Kekko ammette di essere un perfezionista che vive la sua professione con ansia e senso di responsabilità. Nella sua carriera ha avuto due momenti difficili. «Le crisi - spiega - sono state due. La prima volta [...]

Blood irpino in crisi d'identità

Molti si chiedono che stia succedendo nella testa di “Blood irpino”, frontman di questa amministrazione comunale né carne né pesce al governo della città di Avellino. Ormai noto, fin dentro il panorama mediatico nazionale, per le sue virtù canore, oltre che per le gaffes in serie che inanella. I voluti interventi festaioli da rapper dilettante o vocalist da su-le-mani. L’insistito presenzialismo. E dire che da qualche settimana ha messo da parte il [...]

FOTO: Crisi bosniaca (1908-1909)

1890-1900: il quartiere turco di Mostar, in Bosnia ed Erzegovina.

1890-1900: il quartiere turco di Mostar, in Bosnia ed Erzegovina.

Il Castello di Buchlau (Schloss Buchlovice) oggi, sede dell'incontro Aehrenthal-Izvol'skij del 1908.

Il Castello di Buchlau (Schloss Buchlovice) oggi, sede dell'incontro Aehrenthal-Izvol'skij del 1908.

Il principe serbo Giorgio Karađorđević reagì con fermezza all'annuncio austriaco dell'annessione della Bosnia.[12]

Il principe serbo Giorgio Karađorđević reagì con fermezza all'annuncio austriaco dell'annessione della Bosnia.[12]

L'ingenuità del ministro russo Aleksandr Petrovič Izvol'skij fu all'origine della crisi.

L'ingenuità del ministro russo Aleksandr Petrovič Izvol'skij fu all'origine della crisi.

Il cancelliere tedesco Bernhard von Bülow difese l'operato dell'Austria.[22]

Il cancelliere tedesco Bernhard von Bülow difese l'operato dell'Austria.[22]

Le province dell'Austria-Ungheria dopo la Crisi bosniaca

Le province dell'Austria-Ungheria dopo la Crisi bosniaca

Il ministro austriaco Alois Lexa von Aehrenthal fu l'artefice della crisi.[31]

Il ministro austriaco Alois Lexa von Aehrenthal fu l'artefice della crisi.[31]

Il Liverpool vince in extremis, Tottenham in crisi; 8a giornata di Premier League: primi risultati e classifica

Il Liverpool vince in extremis, Tottenham in crisi; 8a giornata di Premier League: primi risultati e classifica

L'ottava giornata della Premier League ha preso il via oggi, sabato 5 ottobre, con i primi sei incontri in programma. Apre la giornata alle ore 13:30 la sfida tra Brighton & Hove Albion e Tottenham Hotspurs, sfida in cui gli spurs dovevano reagire alla rovinosa sconfitta subita in Champions League, per trovare continuità in campionato. La sfida ha emesso però un verdetto del tutto diverso: il Brighton ha dominato e vinto meritatamente per 3 - 0 sancendo in modo [...]

Bellanova scrive a Hogan: serve un Fondo europeo sterilizza-sanzioni

Bellanova scrive a Hogan: serve un Fondo europeo sterilizza-sanzioni

Bellanova scrive a Hogan: serve un Fondo europeo sterilizza-sanzioni Il Governo mette l`Unione europea davanti alla necessità di tutelare l'agroalimentare italiano, minacciato dai possibili dazi statunitensi. Sulla scrivania del commissario all'gricoltura, Phil Hogan, prossimo responsabile comunitario per il commercio e quindi incaricato di gestire il negoziato con Washington, è stata recapitata una lettera firmata Teresa Bellanova per chiedere [...]

Ivana Mrazova su Luca Onestini: «Vorrei che fossimo sempre in crisi...»

Ivana Mrazova su Luca Onestini: «Vorrei che fossimo sempre in crisi...»

Le voci di una presunta crisi tra Luca Onestini e Ivana Mrazova si sono susseguite con forza nelle ultime ore, alimentate anche da un'indiscrezione di Chi. La rivista di gossip diretta da Alfonso Signorini, infatti, aveva rivelato che la coppia nata grazie al Grande Fratello Vip avrebbe rinunciato all'ultimo alla partecipazione di Pechino Express, la trasmissione di RaiDue che andrà in onda il prossimo febbraio. Un indizio, questo, che avrebbe contribuito a far [...]

Ivana Mrazova su Luca Onestini: «Vorrei che fossimo sempre in crisi...»

Ivana Mrazova su Luca Onestini: «Vorrei che fossimo sempre in crisi...»

Le voci di una presunta crisi tra Luca Onestini e Ivana Mrazova si sono susseguite con forza nelle ultime ore, alimentate anche da un'indiscrezione di Chi. La rivista di gossip diretta da Alfonso Signorini, infatti, aveva rivelato che la coppia nata grazie al Grande Fratello Vip avrebbe rinunciato all'ultimo alla partecipazione di Pechino Express, la trasmissione di RaiDue che andrà in onda il prossimo febbraio. Un indizio, questo, che avrebbe contribuito a far [...]

Fabrizio Greco morto nello stabilimento FCA di Piedimonte San Germano, l’ultimo (purtroppo solo in ordine cronologico) omicidio da sfruttamento...!

Fabrizio Greco morto nello stabilimento FCA di Piedimonte San Germano, l’ultimo (purtroppo solo in ordine cronologico) omicidio da sfruttamento...!

      . . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . . Fabrizio Greco morto nello stabilimento FCA di Piedimonte San Germano, l’ultimo (purtroppo solo in ordine cronologico) omicidio da sfruttamento...! FCA Piedimonte San Germano, l’ultimo omicidio  da sfruttamento di Usb Lavoro Privato Alle prime ore di martedì 1° ottobre nello stabilimento FCA di Piedimonte San Germano a Cassino è stato perpetrato l’ennesimo omicidio sul lavoro. [...]

Brexit, attesa per l'ultima proposta di Johnson. La sterlina intanto cala

Brexit, attesa per l'ultima proposta di Johnson. La sterlina intanto cala

I persistenti nervosismi sulla Brexit continuano a pesare sull'andamento della sterlina. Oggi si vivrà un giorno molto importante, perché il premier britannico Boris Johnson renderà nota la proposta all’Ue sulla Brexit, chiarendo che Londra intende lasciare in ogni caso il blocco il 31 ottobre. Ultimo tentativo di accordo su Brexit L'ultima proposta alla Ue per cercare un accordo sulla Brexit, scongiurando così l'ipotesi del no deal, secondo il premier è "un [...]

Norvegia - Fotogallery

Per vedere la fotogallery del mio viaggio in Norvegia cliccare sul link sottohttps://www.flickr.com/photos/marcodileo/sets/72157636152720505/Posti visitati: Haugesund - Bergen

Un BAYERN Immenso RADE AL SUOLO LONDRA come ai vecchi tempi ! ... Tottenham Hotspurs - BAYERN = 2 - 7 !

Era da anni che il BAYERN non otteneva una vittoria così bella, spettacolare e storica!!Proprio come ai vecchi tempi il BAYERN mostra una superiorità MOSTRUOSA contro una squadra INGLESE non qualunque, perchè si tratta del TOTTENHAM HOTSPURS fresco Finalista di CHAMPIONS LEAGUE che gioca nel suo Stadio enorme strapieno ... ed il BAYERN arriva a LONDRA senza: HERNANDEZ e GORETZKA infortunati e con ALABA non al meglio in campo.Ci sono tutte le carte in regola [...]

Le Pagelle di: Tottenham Hotspurs - BAYERN = 2 - 7

NEUER:Tiene letteralmente in piedi il BAYERN quando la furia del TOTTENHAM si scatena nella prima mezz'ora e SON & Co. arrivano in area da tutte le parti concludendo in ogni modo ... ma MANUEL torna la saracinesca di un tempo.Ottimo anche per tutto il secondo tempo ... ed aveva pure capito la direzione del tiro dal dischetto di KANE....Voto = 8,5PAVARD:Soffre tantissimo nella prima mezz'ora del Match ma poi grazie a Dio trova le misure agli attaccanti avversari [...]

Il Tabellino di: Tottenham Hotspurs - BAYERN = 2 - 7

Gruppo (B) - 2° GiornataTottenham Hotspurs - BAYERN = 2 - 7NEUERPAVARDALABA (dal 46° THIAGO)BOATENG (dal 71° MARTINEZ)SULE KIMMICHTOLISSOCOUTINHO COMAN (dal 70° PERISIC)GNABRYLEWANDOWSKIAllenatore:KOVACSpettatori:-Gol: (1 - 1) KIMMICH al 14° su Azione Personale(1 - 2) LEWANDOWSKI al 44° (Assist di GNABRY)(1 - 3) GNABRY al 52° (Assist di PAVARD)(1 - 4) GNABRY al 54° (Assist di TOLISSO)(2 - 5) GNABRY all'82° (Assist di THIAGO)(2 - 6) LEWANDOWSKI all'86° [...]

&id=HPN_Crisi+bosniaca_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Crisi{{}}bosniaca{{}}(1908-1909)" alt="" style="display:none;"/> ?>