Datore di lavoro

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Sistema elettorale
In rilievo

Sistema elettorale

La scheda: Datore di lavoro

Il datore di lavoro, nell'ambito di un rapporto di lavoro, è una delle parti del contratto di lavoro subordinato. Requisito caratterizzante è quello di avere alle proprie dipendenze un lavoratore subordinato. Ciò non di meno, generalmente il datore di lavoro non è assimilabile, come spesso si crede, a una persona fisica (tipo una ditta individuale o chiunque all'infuori di attività professionale), esistendo datori di lavoro con personalità giuridica: imprese, società, enti pubblici.
Il datore di lavoro può essere anche un individuo all'infuori di attività d'impresa: si pensi al datore di lavoro domestico, cioè colui che ha alle proprie dipendenze, ad esempio, una colf.
La sua posizione è molto complessa per la compresenza di situazioni attive e passive, di diritti e obblighi corrisposti e correlati con quelli del lavoratore. La loro forma è del tutto libera potendo assumere sia la forma orale sia quella scritta attraverso l'emanazione di circolari o ordini di servizio.
Non è necessario porre in essere particolari forme o atti per essere datore di lavoro, salvo quanto previsto dalla legge.


In Italia gli obblighi del datore di lavoro nei confronti dei lavoratori subordinati sono essenzialmente:
Obbligo di corrispondere il trattamento economico e normativo dovuto: e cioè la retribuzione (art. 2099 c.c.), con i relativi accessori, e di provvedere agli obblighi previdenziali e assistenziali previsti dalla legge e dal contratto collettivo,
Obbligo di garantire la sicurezza sul lavoro,
Obbligo di tutelare la privacy dei lavoratori,
Obbligo di informazione e formazione nei confronti del prestatore di lavoro (al quale devono essere comunicati qualifica, mansioni, periodi di ferie, prospetto paga, ecc.), e nei confronti del sindacato che deve essere informato non solamente sul rapporto di lavoro in corso di svolgimento, ma anche sulla gestione complessiva dell'impresa,
Obbligo di nominare il "Medico Competente" nei casi in cui la legge preveda la sorveglianza sanitaria obbligatoria per i lavoratori a rischio, ai sensi del testo unico sulla sicurezza sul lavoro (D. Lgs. n. 81/2008, art. 18, comma 1, lett. a)).

Permessi 104-92. Legittimi i controlli dell’agenzia investigativa demandati dal datore di lavoro. La sentenza

Leggi l'articolo>>>https://www.infermieristicamente.it/articolo/10267/permessi-104-92-legittimi-i-controlli-dell-agenzia-investigativa-demandati-dal-datore-di-lavoro-la-sentenza/?fbclid=IwAR0yWe99S0OHxmdZeLJ_xj5OHjQBnL3TimybRGKBBRgatgbkpqGCabwP8tc

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Insussistenza del mobbing e riscontro invece di ostilità preconcetta verso il datore di lavoro

Insussistenza del mobbing e riscontro invece di preconcetta ostilità verso il datore di lavoro   T.A.R. Campania – Napoli - Sezione VI, 29 giugno 2009, n. 3585   Mobbing – Insussistenza.   Nel caso di specie non sussiste mobbing in quanto i comportamenti asseritamente mobbizzanti non si inseriscono in un disegno persecutorio da parte della Guardia di Finanza nei confronti del mar. D.C., ma, anzi, trovano una "ragionevole spiegazione alternativa nei [...]

Vessazioni da parte del datore d

Vessazioni da parte del datore di lavoro e utilizzabilità della videoregistrazione all’insaputa   Cass. pen., sez. IV, 19 ottobre 2010 n. 37197 – Pres. Onorato – Rel. Squassoni – L.C. c. D.I.   Videoregistrazione di comportamento datoriale molesto e lascivo nell'ambiente di lavoro - Prova atipica - Utilizzabilità.   Le riprese visive  effettuate da persona che era protagonista dell'episodio molesto e lascivo, verso la quale il suo interlocutore [...]

Cassazione, il datore di lavoro non può controllare i dipendenti con il Gps

Cassazione, il datore di lavoro non può controllare i dipendenti con il Gps

di GIOVANNA TAORMINA                                                mercoledì 5 ottobre 2016 - 17 Il datore di lavoro non può utilizzare il Gps per controllare quello che fanno i dipendenti e se rispettano i compiti loro assegnati perché si tratta di un sistema di «controllo generalizzato che viene predisposto prima ancora dell’emergere di qualsiasi sospetto», dunque il datore non se ne può servire nemmeno nell’ambito dei [...]

Cassazione, tolleranza zero contro fumo passivo: il datore di lavoro è responsabile Linea dura dei giudici contro la Rai, condannata a risarcire con quasi 32mila euro i danni biologici e morali da fumo passivo subiti da una giornalista

Cassazione, tolleranza zero contro fumo passivo: il datore di lavoro è responsabile Linea dura dei giudici contro la Rai, condannata a risarcire con quasi 32mila euro i danni biologici e morali da fumo passivo subiti da una giornalista

“Emanare circolari antifumo non basta, bisogna farle rispettare”. La Cassazione ribadisce la tolleranza zero contro il fumo passivoe condanna la Rai al risarcimento danni (stabilito in appello in circa 32mila euro) a una giornalista, ora in pensione, che lamentava di aver subito esposizione in azienda al fumo passivo. Secondo i giudici, l’azienda “si è limitata a richiamare non meglio indicate circolari e disposizioni organizzative, senza che neppure sia [...]

Il Datore di lavoro …......Assente!!!

Il Datore di lavoro …......Assente!!!

Nei giorni scorsi è stato nominato dal Segretario Generale Vito Tenore, il nuovo RSPP , la dott.ssa Federica Ianieri. Il RSPP (Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione) è una figura prevista dal Decreto Lgs.vo 81/08 e oltre ai suoi compiti, coadiuva il datore di lavoro. Al comune di Termoli il datore di lavoro è “ignoto”, non si sa se si identifica nel sindaco, l'avv Angelo Sbrocca o ai suoi Dirigenti????. Il comune di Termoli ha numerose criticità [...]

Furto di dipendenti: investigazioni lecite da parte del datore di lavoro?

Furto di dipendenti: investigazioni lecite da parte del datore di lavoro?

Diritto del Lavoro 26 dicembre 2014 Furto di dipendenti: investigazioni lecite da parte del datore di lavoro? E’ lecito l’impiego di investigatori privati per la tutela del patrimonio aziendale? La sentenza della Corte di Cassazione n. 25674, del 4 dicembre 2014, si inserisce in un solco tracciato da un orientamento ormai consolidato che ritiene leciti i controlli datoriali effettuati a mezzo di agenzia investigativa per verificare gli illeciti del lavoratore [...]

Lavoro nero: come fare denuncia e le sanzioni per il datore di lavoro

Oggi il precariato spadroneggia incontrastato. L'attuale legislazione, in Italia, sembra favorirlo anziché debellarlo, è inutile negarlo, a dispetto di quanto accade in molti paesi dell'Ue. Ad esempio in Germania, dove i contratti di lavoro sono maggiormente tutelati, nonostante la crisi finanziaria imperversi su tutti i mercati europei e mondiali. Purtroppo, nel nostro Paese esiste un altro "cancro" da estirpare: lo sfruttamento dei lavoratori in nero, [...]

Delega di funzione datore di lavoro

Delega di funzione datore di lavoro

Delega di funzione: è un atto del datore di lavoro ed e’ ammessa con i seguenti limiti e condizioni:non può riguardare la valutazione di tutti i rischi con la conseguente elaborazione del documento di valutazione dei rischi ne’ la designazione del responsabile del servizio di prevenzione e protezione dai rischi (obblighi non delegabili).deve risultare da atto scritto recante data certa;il delegato deve possedere tutti i requisiti di professionalità ed [...]

Guardia giurata malmenata, ma il datore non è responsabile

Guardia giurata malmenata, ma il datore non è responsabile

Lavoro01/10/2013Guardia giurata malmenata, ma il datore non è responsabileDurante il servizio notturno, un lavoratore (una guardia giurata) veniva aggredito e malmenata da alcuni giovani dopo che avevano speronato la sua auto di servizio costringendolo a fermarsi. A seguito delle percosse subite, la guardia deduceva di aver riportato lesioni permanenti nella misura del 20% per danno biologico, con 30 giorni di invalidità totale e 15 di invalidità parziale, e si [...]

35enne uccide i datori di lavoro.Colpa della giustizia italiana

35enne uccide i datori di lavoro.Colpa della giustizia italiana

Episodio grave quello che è successo a Turbigo (Milano), non lo paragonerei però a quello che è successo sabato notte al quartiere Niguarda di Milano dove un nigeriano clandestino ha ammazzato a colpi di piccone persone che non conosceva , questa storia è diversa.Per prima cosa: la legge è uguale per tutti dunque chi ha ucciso volontariamente deve andare in galera e prendere il massimo della pena, ma le colpe maggiori ce l'ha la giustizia italiana che fa [...]

&id=HPN_Datore+di+lavoro_http{{{}}}www*wikidata*org{}entity{}Q3053337" alt="" style="display:none;"/> ?>