Dialetto napoletano

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Father
In rilievo

Father

Lingua napolitana

La scheda: Lingua napolitana

I dialetti italiani meridionali (o meridionali intermedi, o ancora alto-meridionali) costituiscono, nella classificazione dei dialetti d'Italia elaborata da Giovan Battista Pellegrini, una sezione del più ampio raggruppamento dei dialetti centro-meridionali. Il termine "dialetto" va inteso nella sua accezione di "lingua contrapposta a quella nazionale" e non come "varietà di una lingua". La classificazione ISO 639-3 individua il diasistema attraverso il codice nap definito napoletano-calabrese da Ethnologue e italiano meridionale (South Italian) o, più semplicemente, napoletano dall'Atlante delle lingue del mondo vulnerabili dell'UNESCO, perché la sua area si identifica in gran parte con quella dell'antico regno di Napoli, di conseguenza, tale gruppo linguistico non è da confondere col dialetto napoletano, uno dei membri del gruppo stesso. Nel medioevo era invece in uso la definizione di volgare pugliese, con probabile derivazione dal ducato di Puglia e Calabria che in epoca normanna gravitava su Salerno.
Secondo una classificazione ormai consolidata sin dagli ultimi decenni del XIX secolo, il territorio dei dialetti alto-meridionali si estende dunque dall'Adriatico al Tirreno e allo Jonio, e più precisamente dal corso del fiume Aso, a nord (nelle Marche meridionali, al confine fra le province di Ascoli Piceno e Fermo), fino a quello del fiume Coscile, a sud (nella Calabria settentrionale, provincia di Cosenza), e da una linea che unisce, approssimativamente, il Circeo ad Accumoli a nord-ovest, fino alla strada Taranto-Ostuni a sud-est. Questo territorio arriva ad includere otto regioni italiane, tre delle quali (Campania, Molise, Basilicata) per intero.
Si tratta, ad eccezione delle Marche meridionali, di terre appartenenti al Regno di Napoli. Per contro, nel territorio del Regno erano presenti anche alcuni dei dialetti oggi classificati come italiani mediani: l'aquilano, l'amatriciano, il carseolano ed il cicolano.
Il tratto principale che separa i dialetti alto-meridionali dai dialetti meridionali estremi è il trattamento delle vocali non-accentate (“atone”) finali: nei primi, queste subiscono un mutamento in /ə/ (vocale popolarmente definita “indistinta”)come possiamo notare nel dialetto tarantino, per esempio in tarantino "bello" si dice beddə, mentre questo non avviene nel dialetti del Salento né in quelli della Calabria meridionale, che costituiscono così i territori peninsulari del diasistema linguistico a vocalismo siciliano. A nord, questo stesso fattore forma anche il confine (sfumato e graduale in alcune aree limitrofe) coi dialetti mediani, che hanno sette vocali fonemiche accentate, e solo cinque non-accentate.
La presenza di un'ulteriore vocale (/ə/) nell'Alto Meridione implica un sistema fonemico diverso da quello calabrese e siciliano (in cui /ə/ è asistematica, o del tutto assente, e comunque di natura puramente fonetica).
Nei dialetti alto-meridionali il mutamento in /ə/ ("affievolimento"/"indebolimento") delle vocali non-accentate comporta ripercussioni sui fatti morfologici, ad esempio sulla formazione del plurale dei sostantivi, con l'innesco di una complessa metafonesi.
I principali sottogruppi dei dialetti italiani alto-meridionali sono i seguenti:
dialetti abruzzesi e marchigiani meridionali, comprendente buona parte d'Abruzzo (fatta eccezione per la parte occidentale della provincia dell'Aquila) e l'area picena delle Marche,
dialetti molisani, comprendente il Molise,
dialetti pugliesi centro-settentrionali, comprendente buona parte della Puglia (fatta eccezione per il Salento),
dialetti campani, comprendente la Campania ed il Basso Lazio,
dialetti lucani e calabresi settentrionali, comprendente la Basilicata e l'area cosentina.


Elefante in strada nel Napoletano

Elefante in strada nel Napoletano

(ANSA) – NAPOLI, 1 FEB – Un elefante viene accompagnato da un custode a bere all’esterno dell’area nella quale è allestito il circo e tanto basta a suscitare la meraviglia di alcuni residenti: è accaduto ieri a San Giorgio a Cremano. L’animale era nel circo allestito in questi giorni nel comune vesuviano dove a quanto appreso, non vi sarebbe stato l’allacciamento alla rete idrica. A farsi carico dell’animale, allora, sarebbe stato un custode che [...]

Bimbo ucciso nel napoletano, il compagno della madre confessa

Bimbo ucciso nel napoletano, il compagno della madre confessa

Emergono dettagli sconcertanti dalle cinque ore di interrogatorio a cui è stato sottoposto Tony Sessoubti Badre, l’uomo arrestato per aver ucciso a bastonate un bimbo di sette anni a Cardito, in provincia di Napoli. “Li ho picchiati perché davano fastidio, rompevano tutto, e non stavano al loro posto». Sarebbe stata questa la motivazione che ha portato il 24enne a picchiare fino a uccidere Giuseppe, il bimbo di 7 anni figlio della compagna, e a ferire [...]

Ricetta Rustico Napoletano

Ricetta Rustico Napoletano

Ricetta Rustico Napoletano Ecco a voi la ricetta del rustico Napoletano: un perfetto contrasto di dolce e salato per una bontà come poche! In questo nuovo appuntamento con la nostra rubrica Cucinare alla Napoletana, vi proponiamo un altro classico della tradizionale cucina napoletana: il Rustico Napoletano. Dal nome potrà sembrare il solito dolce salato, ma il punto è proprio questo! Il rustico napoletano, infatti, è sia dolce che salato, o meglio, il guscio [...]

Grey's Anatomy e Gomorra, selfie da record per Ellen e Salvatore: due napoletani a Malibù

Grey's Anatomy e Gomorra, selfie da record per Ellen e Salvatore: due napoletani a Malibù

Quasi 800 mila like per un selfie partenopeo. L'attrice Ellen Pompeo, star della pluripremiata serie tv «Grey's Anatomy» ha postato su Instagram una foto in compagnia di Salvatore Esposito, protagonista della serie «Gomorra». Uno scatto da record che ha entusiasmato i fan che fanno congetture - ma soprattutto ironie - su un crossover tra i due show che potrebbero far incontrare la dottoressa Meredith Grey e il boss Genny Savastano. I due attori si sono [...]

Napoletani in piazza, chiediamo una maggiore vivibilita'

Napoletani in piazza, chiediamo una maggiore vivibilita'

'Istituzioni capiscano che si devono occupare seriamente di noi'

Sequestrate 140mila paia di Hogan taroccate nel napoletano

Sequestrate 140mila paia di Hogan taroccate nel napoletano

Roma, (askanews) - Centoquarantamila paia di "Hogan" taroccate, scoperte nel napoletano dalla Guardia di finanza di Roma. Cinque persone sono finite ai domiciliari. Il sodalizio criminale era organizzato in forma imprenditoriale, con una struttura che consentiva di seguire tutte le fasi, dalla produzione alla vendita al dettaglio delle calzature con il marchio "Hogan" contraffatto. Le scarpe e il packaging erano realizzati secondo criteri similari a quelli della [...]

Cantano"Bohemian Rhapsody" in napoletano. L'interpretazione è da pelle d'oca

Cantano"Bohemian Rhapsody" in napoletano. L'interpretazione è da pelle d'oca

Il duo napoletano Viviana&Serena, in arte "Le Ebbanesis", hanno omaggiato i Queen cantando in napoletano la loro celebre canzone "Bohemian Rhapsody", che ha dato il nome anche al film campione d'incassi in Italia. L'interpretazione è da pelle d'oca.

Arrestati nove esponenti di clan in lotta nel Napoletano

Arrestati nove esponenti di clan in lotta nel Napoletano

Carabinieri ricostruiscono dinamica e movente di due omicidi

Belen-Lavezzi, l'ironia del web: «Divertitevi». E i napoletani rispondono

Belen-Lavezzi, l'ironia del web: «Divertitevi». E i napoletani rispondono

È tornato prepotentemente alle cronache nazionali e napoletane, ma non per argomenti calcistici. Ezequiel Lavezzi e Belen Rodriguez, la coppia che non t’aspetti e che, secondo quanto importato dalle riviste di gossip, avrebbe trovato la scintilla giusta sotto il sole d’Uruguay. A far ridere la rete, però, ci pensano i napoletani che nelle ultime ore sono tornati a «commentare» le ultime vicende del Pocho rimasto nel cuore dei tifosi azzurri. «Have a good [...]

Belen-Lavezzi, l'ironia del web: «Divertitevi». E i napoletani rispondono

Belen-Lavezzi, l'ironia del web: «Divertitevi». E i napoletani rispondono

È tornato prepotentemente alle cronache nazionali e napoletane, ma non per argomenti calcistici. Ezequiel Lavezzi e Belen Rodriguez, la coppia che non t’aspetti e che, secondo quanto importato dalle riviste di gossip, avrebbe trovato la scintilla giusta sotto il sole d’Uruguay. A far ridere la rete, però, ci pensano i napoletani che nelle ultime ore sono tornati a «commentare» le ultime vicende del Pocho rimasto nel cuore dei tifosi azzurri. «Have a good [...]

FOTO: Lingua napolitana

Volgare_pugliese

Volgare_pugliese

Lingua_napoletana

Lingua_napoletana

Lingua_napolitana

Lingua_napolitana

Illustrazione di un'edizione della fiaba di Cenerentola del XIX secolo. Ne Lo cunto de li cunti esiste la prima trascrizione della favola della letteratura occidentale

Illustrazione di un'edizione della fiaba di Cenerentola del XIX secolo. Ne Lo cunto de li cunti esiste la prima trascrizione della favola della letteratura occidentale

Evangelizzazione dei cassinati per opera di San Benedetto

Evangelizzazione dei cassinati per opera di San Benedetto

Evangelizzazione dei cassinati per opera di San Benedetto

Evangelizzazione dei cassinati per opera di San Benedetto

Evangelizzazione dei cassinati per opera di San Benedetto

Evangelizzazione dei cassinati per opera di San Benedetto

A Pordenone cartello denigra napoletani

A Pordenone cartello denigra napoletani

(ANSA) – PORDENONE, 8 GEN – “Lasciate pulito, non siamo a Napoli: civiltà significa rispetto della città in cui si vive”: il cartello, attaccato questa mattina a tre cassonetti dei rifiuti di una via residenziale alla prima periferia di Pordenone, è diventato virale sui social con migliaia di visualizzazioni e polemiche. A postarlo è stato un residente che ha girato un filmato poi diffuso sul web. “Se la città fosse tappezzata di cartelli contro [...]

Pasta e ceci alla napoletana

Pasta e ceci alla napoletana

La pasta e ceci alla napoletana si prepara lessando i ceci con olio, sale, pomodori sminuzzati e uno spicchio d’aglio, al termine della cottura si unirà la pasta con basilico e altro aglio. Ecco i passaggi per la ricetta della pasta e ceci alla napoletana.

Muore rom di 17 anni nel Napoletano

Muore rom di 17 anni nel Napoletano

(ANSA) – NAPOLI, 1 GEN – Un diciassettenne rom – secondo quanto riferito dai Carabinieri del comando provinciale di Napoli – è morto, probabilmente in seguito ad una caduta, a Giugliano in provincia di Napoli. Il giovane è stato lasciato da un’auto davanti al pronto soccorso del locale ospedale. La vettura si è poi allontanata. Inutili i tentativi dei medici si salvarlo: trauma da caduta le cause del decesso. I Carabinieri non escludono nessuna [...]

Sgomberato campo nomadi nel Napoletano

Sgomberato campo nomadi nel Napoletano

(ANSA) – ACERRA (NAPOLI), 30 DIC – Campo Rom abusivo sgomberato questa mattina ad Acerra, nel Napoletano, dove sono state anche avviate le operazioni per l’abbattimento delle baracche utilizzate dai nomadi. Una ventina le baracche realizzate in un terreno privato in ‘area di Settembre’, dove stamattina è stato avviato lo sgombero e abbattimento dopo un’ordinanza emessa circa tre mesi fa dal Comune. Sul posto gli agenti della polizia municipale, [...]

Fallisce marcia rione falò anti pentiti

Fallisce marcia rione falò anti pentiti

(ANSA) – CASTELLAMMARE DI STABIA (NAPOLI), 17 DIC – E’ fallita la marcia anticamorra che era stata organizzata a Castellammare di Stabia (Napoli) nel rione del falò anti pentiti. Non c’era quasi nessuno, tranne il sindaco Gaetano Cimmino, alcuni rappresentanti politici, giornalisti e forze dell’ordine con una massiccia presenza. Al Savorito, dove nella notte dell’Immacolata un falò bruciò un manichino mentre uno striscione auspicava che i pentiti [...]

Pasta dei Cornuti: la Ricetta del Semplicissimo Primo Napoletano

Pasta dei Cornuti: la Ricetta del Semplicissimo Primo Napoletano

Pasta dei Cornuti: la Ricetta del Semplicissimo Primo Napoletano La pasta dei cornuti, così chiamata a Napoli, altro non è che la comunissima pasta al burro, uno dei primi piatti più veloci da portare in tavola, che porta via poco tempo ma soprattutto pochissima fatica. Anche se oggi questo piatto è molto apprezzato nonostante la sua semplicità, anticamente per un uomo vedersi servire questa pietanza era una vera e propria offesa. Pasta dei Cornuti: [...]

Botte e ustioni, arrestato marito

Botte e ustioni, arrestato marito

(ANSA) – NAPOLI, 14 DIC – Botte con un bastone di ferro, acqua bollente sulla schiena, ma anche offese, abusi davanti ai tre figli, tutti minorenni. E’ quanto ha subìto una donna per tanto tempo: arrestato, a Casola di Napoli, il marito. L’uomo, con precedenti per spaccio ed evasione, è ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia aggravati e lesioni personali ai danni della moglie. L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica e [...]

'Bruciare pentiti', falò nel Napoletano

'Bruciare pentiti', falò nel Napoletano

(ANSA) – CASTELLAMMARE DI STABIA (NAPOLI), 8 DIC – “Così devono morire i pentiti abbruciati”: è la scritta comparsa su uno striscione accanto a un falò – dove è stato bruciato anche un manichino -la scorsa notte in un rione di Castellammare di Stabia considerato roccaforte del clan D’Alessandro, decapitato di recente con l’arresto dei reggenti. A mezzanotte è stato dato fuoco alla catasta di legna, al fantoccio e allo striscione. Il macabro [...]

Dolci natalizi napoletani

Dolci natalizi napoletani

Una delle città italiane con la miglior tradizione pasticcera è sicuramente Napoli. In terra partenopea le squisitezze gastronomiche sono all’ordine del giorno. Il periodo di Natale è uno dei più prolifici per quanto riguarda le produzioni dolciarie e sono sicuramente gli struffoli a farla da padrone: palline di pasta realizzata con farina, uova, strutto, zucchero, un pizzico di sale e liquore all’anice, tutte fritte nell’olio. Molto spesso si servono [...]

Botte a ex, cittadini lo fanno arrestare

Botte a ex, cittadini lo fanno arrestare

(ANSA) – NAPOLI, 24 NOV – La perseguitava da tre anni, da quando era uscito dal carcere, dove era detenuto per rapina, e lei voleva interrompere la relazione. Minacce di morte, aggressioni fisiche. L’ultimo episodio ieri quando, in strada, in via Campana, si è impossessato del telefono della ex e voleva picchiarla. Alcuni passanti, però, non sono rimasti indifferenti e quando hanno visto le difficoltà della vittima, hanno chiamato il 112 e fatto [...]

&id=HPN_Dialetto+napoletano_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Dialetto{{}}napoletano" alt="" style="display:none;"/> ?>