Donazione del sangue

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Engagement
In rilievo

Engagement

Donazione del sangue

La scheda: Donazione del sangue

La donazione di sangue è l'azione di un singolo individuo, agente volontariamente in maniera spontanea o concordata, finalizzata al privarsi di una determinata quantità del proprio sangue o di suoi componenti, affinché venga utilizzata per scopi medici.
Può essere dettata da puro spirito di solidarietà, totalmente gratuita, oppure (in alcuni paesi) può avere una controparte economica: su 124 stati in osservazione da parte del WHO nel (lontano) 1997, solo in 49 risultava non retribuita. D'altra parte, in paesi del 3° mondo come Haiti, la vendita periodica di sangue alle multinazionali da parte di volontari risultava, oltre che forma di autosussistenza, anche la principale fonte di valuta estera per l'economia nazionale. (V. Uckmar, lettere al Corriere della sera).
La quantità di sangue prelevato e le modalità possono variare. La raccolta può essere fatta per semplice deflusso dopo puntura venosa, o grazie ad attrezzature automatizzate che prelevano solo specifiche porzioni del sangue (plasmaferesi). La maggior parte dei componenti del sangue utilizzato per le trasfusioni hanno una vita breve e il mantenimento di una fornitura costante è un problema persistente.



Si stima normalmente che vi sia bisogno di 40 unità di sangue l'anno ogni 1000 persone, cioè circa 2 400 000 unità per la sola Italia. Nel 2000 l'Italia ha raggiunto l'autosufficienza a livello nazionale. La maggior parte di noi può donare il sangue e molti, almeno una volta nella vita, potrebbero averne bisogno..
Alcune regioni sono autosufficienti, ad esempio l'Emilia-Romagna ha raggiunto il livello di 60 unità. Vi sono inoltre alcune isole felici, cioè singole città dove, grazie al radicamento nel territorio di una o più associazioni locali, si è raggiunta una raccolta ancora maggiore. In numerose regioni, tuttavia, la raccolta è ancora insufficiente, e il fabbisogno viene soddisfatto con trasferimenti da altre regioni.
Nonostante la sempre più attenta e ponderata utilizzazione del sangue, il fabbisogno è costantemente in aumento, per l'aumento dell'età media della popolazione e per i progressi della medicina, che rendono possibile interventi anche su pazienti anziani, un tempo non operabili.
La donazione da donatori volontari, periodici, responsabili e non retribuiti è la migliore garanzia per la qualità e la sicurezza delle terapie trasfusionali.

Le condizioni necessarie per essere donatore sono:
età: compresa tra i 18 e i 65 anni. È possibile donare prima della maggiore età solo in situazioni particolari, dopo parere medico e autorizzazione da parte di chi esercita la patria potestà sul minore. I donatori abituali in buona salute possono continuare a donare anche oltre i 65 anni. L'età massima per la prima donazione è di 60 anni, posticipabile dal medico. Negli USA è possibile la prima donazione già a 17 anni, in Brasile anche a 16, con il consenso di chi esercita la patria potestà.
massa: uguale o superiore ai 50 chili,
pulsazioni: comprese tra 50-100 battiti/minuto,
pressione arteriosa: tra 14,66 e 24 kPa (sistolica o massima), tra 8 e 13,33 kPa (diastolica o minima).
Inoltre è necessario:
avere un buono stato di salute: non essere affetto da gravi malattie/patologie croniche, non aver avuto malattie o assunto antibiotici nei 15 giorni precedenti il prelievo, non aver subito estrazioni dentarie nei 7 giorni precedenti la donazione, non aver subito interventi chirurgici o endoscopie nei 4 mesi precedenti il prelievo.
non essere affetto da gravi malattie/patologie croniche,
non aver avuto malattie o assunto antibiotici nei 15 giorni precedenti il prelievo,
non aver subito estrazioni dentarie nei 7 giorni precedenti la donazione,
non aver subito interventi chirurgici o endoscopie nei 4 mesi precedenti il prelievo.
non seguire comportamenti a rischio: non essere stato esposto al rischio di malattie trasmissibili (non aver effettuato tatuaggi/piercing negli ultimi 4 mesi), non fare uso di droghe pesanti né uso continuato di droghe leggere,
non essere stato esposto al rischio di malattie trasmissibili (non aver effettuato tatuaggi/piercing negli ultimi 4 mesi),
non fare uso di droghe pesanti né uso continuato di droghe leggere,
non avere soggiornato per oltre sei mesi nel Regno Unito nel periodo dal 1980 al 1996,
che sia passato un anno dalla gravidanza (il parto).

FOTO: Donazione del sangue

Pittogramma della donazione di sangue

Pittogramma della donazione di sangue

“Donazione del sangue„ non ha prodotto risultati.

Suggerimenti:
Controlla che tutte le parole siano state digitate correttamente.
Prova con parole chiave più generiche o sinonimi.

&id=HPN_Donazione+del+sangue_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Blood{{}}donation" alt="" style="display:none;"/> ?>