Economia dell Italia

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Economia dell Italia. Cerca invece Economy of Italy.

Max Biaggi
In rilievo

Max Biaggi

Economia d'Italia

La scheda: Economia d'Italia

Voce principale: Italia.
L'economia d'Italia, a partire dal secondo dopoguerra, ha conosciuto profondi cambiamenti strutturali, che nei decenni successivi l'hanno resa una delle maggiori potenze economiche mondiali, grazie ad un continuo processo di crescita economica durato fino alla fine degli anni novanta del XX secolo.
Durante questa fase, il progressivo ridimensionamento del settore primario (agricoltura, allevamento e pesca) a favore di quello industriale e terziario (in particolare, nel periodo del boom economico, negli anni cinquanta-settanta) si è accompagnato a profonde trasformazioni nel tessuto socio-produttivo, in seguito a massicce migrazioni dal Meridione verso le aree industriali del Centro-Nord grazie anche a una nuova forte spinta all'urbanizzazione, legate alla parallela trasformazione del mercato del lavoro.
La fase di industrializzazione è arrivata a compimento negli anni ottanta ed è cominciata la terziarizzazione dell'economia italiana, con lo sviluppo dei servizi bancari, assicurativi, commerciali, finanziari e della comunicazione.
Negli anni 2000 l'economia italiana entra in una fase di sostanziale stagnazione, caratterizzata da una crescita estremamente bassa. Infine sul finire del decennio, come effetto della crisi economica globale, il Paese entra in un periodo di vera e propria recessione negli anni 2012 e 2013. Per il 2014 la crescita è stata dello 0,1%, per il 2015 dello 0,7%, nel 2016 ha superato 0,9%, nel 2017 ha raggiunto l'1,6%, nel 2018 è cresciuto del 0,9% e nel 2019 è prevista una crescita dello 0,3%.


Voce principale: Italia.
L'economia d'Italia, a partire dal secondo dopoguerra, ha conosciuto profondi cambiamenti strutturali, che nei decenni successivi l'hanno resa una delle maggiori potenze economiche mondiali, grazie ad un continuo processo di crescita economica durato fino alla fine degli anni novanta del XX secolo.
Durante questa fase, il progressivo ridimensionamento del settore primario (agricoltura, allevamento e pesca) a favore di quello industriale e terziario (in particolare, nel periodo del boom economico, negli anni cinquanta-settanta) si è accompagnato a profonde trasformazioni nel tessuto socio-produttivo, in seguito a massicce migrazioni dal Meridione verso le aree industriali del Centro-Nord grazie anche a una nuova forte spinta all'urbanizzazione, legate alla parallela trasformazione del mercato del lavoro.
La fase di industrializzazione è arrivata a compimento negli anni ottanta ed è cominciata la terziarizzazione dell'economia italiana, con lo sviluppo dei servizi bancari, assicurativi, commerciali, finanziari e della comunicazione.
Negli anni 2000 l'economia italiana entra in una fase di sostanziale stagnazione, caratterizzata da una crescita estremamente bassa. Infine sul finire del decennio, come effetto della crisi economica globale, il Paese entra in un periodo di vera e propria recessione negli anni 2012 e 2013. Per il 2014 la crescita è stata dello 0,1%, per il 2015 dello 0,7%, nel 2016 ha superato 0,9%, nel 2017 ha raggiunto l'1,6%, nel 2018 è cresciuto del 0,9% e nel 2019 è prevista una crescita dello 0,3%.

Voce principale: Italia.
L'economia d'Italia, a partire dal secondo dopoguerra, ha conosciuto profondi cambiamenti strutturali, che nei decenni successivi l'hanno resa una delle maggiori potenze economiche mondiali, grazie ad un continuo processo di crescita economica durato fino alla fine degli anni novanta del XX secolo.
Durante questa fase, il progressivo ridimensionamento del settore primario (agricoltura, allevamento e pesca) a favore di quello industriale e terziario (in particolare, nel periodo del boom economico, negli anni cinquanta-settanta) si è accompagnato a profonde trasformazioni nel tessuto socio-produttivo, in seguito a massicce migrazioni dal Meridione verso le aree industriali del Centro-Nord grazie anche a una nuova forte spinta all'urbanizzazione, legate alla parallela trasformazione del mercato del lavoro.
La fase di industrializzazione è arrivata a compimento negli anni ottanta ed è cominciata la terziarizzazione dell'economia italiana, con lo sviluppo dei servizi bancari, assicurativi, commerciali, finanziari e della comunicazione.
Negli anni 2000 l'economia italiana entra in una fase di sostanziale stagnazione, caratterizzata da una crescita estremamente bassa. Infine sul finire del decennio, come effetto della crisi economica globale, il Paese entra in un periodo di vera e propria recessione negli anni 2012 e 2013. Per il 2014 la crescita è stata dello 0,1%, per il 2015 dello 0,7%, nel 2016 ha superato 0,9%, nel 2017 ha raggiunto l'1,6%, nel 2018 è cresciuto del 0,9% e nel 2019 è prevista una crescita dello 0,3%.

Quel dato che accomuna le economie di Italia e Germania

Quel dato che accomuna le economie di Italia e Germania

Fonte: W.S.I. 26 Giugno 2019, di Alberto Battaglia Insieme alla Germania, l’Italia è il Paese che nel 2019 avrà l’output gap più negativo nell’Eurozona, con la sola esclusione della Grecia. Questo indicatore è strettamente legato alla nozione del Pil potenziale: se l’output gap è negativo, significa che l’economia sta marciando più lentamente rispetto al suo passo ideale – una crescita che non inneschi un’inflazione eccessiva. A scattare [...]

Imprese: economia Nord Italia vale come Belgio e Svezia insieme

Milano, 29 apr. (Adnkronos) - L'economia di Lombardia, Veneto, Piemonte e Friuli Venezia Giulia vale, a parita' di potere d'acquisto, piu' di quelle di Belgio e Svezia messe insieme. E, considerando il Pil prodotto in un anno (dati 2010), le regioni del Nord Italia in classifica sarebbero prima di Polonia, Olanda, Belgio, Svezia e Austria. Con oltre 583 miliardi di Euro nel 2011, il Prodotto interno lordo prodotto dalle quattro regioni equivale al 40% del [...]

economia astrologia italia

  tutti i economistici che fanno previsione - sbagliano grilli a.b.e.tutti si rimangiano le previsioni  .pur essendo DURA solo LUGLIO 2014 SI APRIRA UNA PICCOLISSIMA RIPRESINA PER ITALIA -e solo da questa data ,che inizia la ripresa ,ci saranno delle incompressioni con la germania- strappi  è litigi con essa .ma da questo periodo  non si dovrà  rallegrarsi che tutto è finito ,ma non è cosi .SOLO A APRILE DEL  2015 CHE ITALIA STA USCENDO DELLA [...]

convegno internazionale di Catania Facoltà di Economia - Corso Italia - Aula Magna

Il prof. Romeo ha organizzato Convegno internazionale di Diritto del Lavoro sul tema “CONTRATTAZIONE COLLETTIVA E RETRIBUZIONE: ITALIA E SPAGNA A CONFRONTO”- Sede: Università di Catania (7 Crediti Formativi Ordine Avvocati Catania). Organizzato dall'ARFEP in collaborazione con la cattedra di Diritto del Lavoro del Dipartimento discipline giuridiche dell’Economia della facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Catania. Il convegno si propone di [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

FOTO: Economia d'Italia

Il PIL italiano del II trimestre 2013 suddiviso tra le principali attività economiche. Dati Istat.

Il PIL italiano del II trimestre 2013 suddiviso tra le principali attività economiche. Dati Istat.

Il PIL italiano del II trimestre 2013 suddiviso tra le principali attività economiche. Dati Istat.

Il PIL italiano del II trimestre 2013 suddiviso tra le principali attività economiche. Dati Istat.

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

&id=HPN_Economy+of+Italy_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Economy{{}}of{{}}Italy" alt="" style="display:none;"/> ?>