Edgar Allan Poe

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Shakira
In rilievo

Shakira

La scheda: Edgar Allan Poe

Edgar Allan Poe (Boston, 19 gennaio 1809 – Baltimora, 7 ottobre 1849) fu uno scrittore, poeta, critico letterario, giornalista, editore e saggista statunitense.
Considerato uno dei più grandi e influenti scrittori statunitensi della storia, Poe è stato l'iniziatore del racconto poliziesco, della letteratura dell'orrore e del giallo psicologico.
Sebbene la sua vita e le sue opere siano posteriori rispetto al periodo del romanzo gotico vero e proprio, Poe ha finito per essere considerato...

Charles Baudelaire

Charles Baudelaire

                              Ci fu un tempo in cui ebbi una particolare predilezione per i maledetti poeti francesi, Baudelaire, Rimbaud e Verlaine, il cui lavoro fu segnato da una forte influenza di Edgar Allan Poe. Si sono allontanati dalla società attuale, dal riconoscimento e sono diventati emarginati, conoscendo la povertà e l'abbandono. Se devo sceglierne uno, non esito a optare per Charles Baudelaire e se devo scegliere il [...]

Baudelaire..

Baudelaire..

    La mela è pesante e lascia una traccia pungente come se fosse sabbia o un narciso che bolle nel cuore, un geranio in un libro di Baudelaire, cioè un desiderio o un'aspirazione che con la sua densità potrebbe affondare.

Baudelaire e Jeanne

Baudelaire e Jeanne

All'età di 21 anni, con indosso un abito nero e un paio di guanti color fucsia, Baudelaire se ne andava in giro per Parigi, mandando a memoria strade e bordelli. Viveva di rendita. Quando conobbe Jeanne Duval, già amante dell'amico Nadar, se ne invaghì all'istante; per tutti Jeanne era la négresse, la negra, appellativo affibiatole con malcelato disprezzo dalla cerchia borghese, la stessa che Baudelaire rifuggiva; per lui invece il colore della pelle era solo [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

Charles Baudelaire

Charles Baudelaire Poeta Francese Nasce il 9 aprile del 1821 a Parigi. Muore il 9 aprile  nel1867 Ti Dono Questi Versi Ti dono questi versi, perché se un giorno il mio nome approderà felicemente alle epoche lontane e farà sognare qualche sera i cervelli degli uomini, vascello assecondato da un gran vento, il ricordo di te, pari alle vaghe favole, affatichi il lettore come un timpano, e resti appeso come un fraterno e mistico anello alle mie rime altere; essere [...]

trasposizioni cinematografiche di E.A. Poe

    LE TRASPOSIZIONI CINEMATOGRAFICHE DI E.A. POE di Gianfranco Manfredi   nessun fine di lucro nella PUBBLICAZIONE  solo didattico - tratto da ganfrancomanfredi.com leggermente modificato per esigenze didattiche La fortuna cinematografica di Poe è stata notevolissima, a partire dal 1908, data della prima versione filmata de I delitti delle rue Morgue (anche se con protagonista Sherlock Holmes al posto di Dupin, curioso caso di spodestamento del modello [...]

poe stampa

                                                                                E.A. Poe nasce a Boston nel 1809. da due attori girovaghi, entrambi morti , quando ancora egli era piccolissimo. Di lui si prende immediatamente cura un commerciante scozzese di Richmond, John Allan, assieme alla moglie Frances Keeling Valentine, cui lo scrittore rimarrà per sempre molto legato [...]

Edgar Allan Poe

La perversità è uno degli impulsi più primitivi del cuore umano, una di quelle facoltà o sentimenti primari non analizzabili che dirigono il carattere dell'Uomo Edgar Allan Poe da I racconti del terrore Il gatto nero

FantCortazar

FantCortazar

Charles de Jacques Cortazar – Fantomas Siamo all’inizio del 1975. Lo scrittore argentino Julio Cortázar ha appena preso parte a una sessione del Tribunale Russell, un consesso internazionale d’opinione che emana sentenze puramente morali. Si accinge a salire sul treno per Parigi – la città dove risiede dal 1951 – quando  si imbatte in un fumetto messicano intitolato a Fantomas, il genio del male uscito dalla penna di Pierre Souvestre e Marcel Allain [...]

Da Edgar Allan Poe a De Carlo

Da Edgar Allan Poe a De Carlo

"Dai genitori impari ad amare, a ridere e a mettere un piede davanti all'altro. Ma quando apri i libri, ti accorgi di avere le ali..."   Ecco a voi i libri che ho letto e che ho amato, ed una piccola recensione su quello che mi è rimasto dentro... "Due amici, due scelte, due avventure. La difficoltà di vivere il mondo contemporaneo e la ricerca di valori nuovi. La storia indimenticabile di un'amicizia, un romanzo intenso e profondo che attraversa gli ultimi [...]

Reversibilità - Baudelaire (I fiori del male)

Reversibilità - Baudelaire (I fiori del male)

Un invito a restare nella nostra vita quotidiana fatta di sofferenza e incompiutezza,restando in un dharma che non guarda dall’alto Angelo di letizia, conosci tu l'angoscia, i singhiozzi, le onte, le accidie, i pentimenti, le notti insonne piene di confusi spaventi, quando gualcito il cuore come un foglio s'affloscia? Angelo di letizia, conosci tu l'angoscia? Angelo di bontà, conosci tu il rancore, i bui spasimi d'odio, le lacrime di fiele, le Vendetta che, [...]

Charles Baudelaire

o mio spirito, agilmente ti muovi e come un nuotatore a suo agio tra le onde solchi la fonda immensità, godendo indicibili e aspre voluttà. Charles Baudelaire tratto da I FIORI DEL MALE Elevazione

Charles Baudelaire

La natura è un tempio dove incerte parole mormorano pilastri che son vivi, una foresta di simboli che l'uomo attraverso nel raggio dei loro sguardi familiari. Charles Baudelaire tratto da Corrispondenze

Charles Baudelaire

Il Poeta è come lui*, principe dei nembi che sta con l'uragano e ride degli arcieri *l'albatro Charles Baudelaire da I FIORI DEL MALE L'albatro

Edgar Allan Poe

Vi è qualcosa nell'amore spoglio di egoismo e ricco di sacrificio di una bestia senz'anima, che va direttamente al cuore di colui che abbia frequenti occasioni di saggiare la pacchiana amicizia e l'instabile fedeltà del cosiddetto uomo Edgar Allan Poe Il gatto nero

Edgar Allan Poe

Un sogno dentro un sogno Questo mio bacio accogli sulla fronte! E, da te ora separandomi, lascia che io ti dica che non sbagli se pensi che furono un sogno i miei giorni; e, tuttavia, se la speranza volò via in una notte o in un giorno, in una visione o in nient'altro, è forse per questo meno svanita? Tutto quello che vediamo, quel che sembriamo non è che un sogno dentro un sogno. Sto nel fragore di un lido tormentato dalla risacca, stringo in una mano granelli [...]

Edgar Allan Poe

Un sogno dentro un sogno Questo mio bacio accogli sulla fronte! E, da te ora separandomi, lascia che io ti dica che non sbagli se pensi che furono un sogno i miei giorni; e, tuttavia, se la speranza volò via in una notte o in un giorno, in una visione o in nient'altro, è forse per questo meno svanita? Tutto quello che vediamo, quel che sembriamo non è che un sogno dentro un sogno. Sto nel fragore di un lido tormentato dalla risacca, stringo in una mano granelli [...]

Apparizione di Stéphane Mallarmè

  Apparizione   Intristiva la luna. Serafini in lacrime sognando,  l’archetto alzato nella calma dei fiori vaporosi, rapivano da moribonde viole bianchi singhiozzi, in un glissando sull’azzurro delle corolle. – Ed era quello il giorno benedetto del tuo primo bacio. Alla mia fantasia piacendo un martirio s’inebriava sapiente di quel profumo di tristezza che lascia anche senza disagio o rimpianto il cogliere un Sogno all’anima che l’ha colto. Dunque [...]

Charles Baudelaire

Charles Baudelaire

Vieni tu dal cielo profondo o sorgi dall'abisso, Bellezza?

&id=HPN_Edgar+Allan+Poe_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Category:Edgar{{}}Allan{{}}Poe" alt="" style="display:none;"/> ?>