Yelena Gadzhievna Isinbayeva

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Yelena Gadzhievna Isinbayeva. Cerca invece Elena Gadžievna Isinbaeva.

Vedi anche

Christina (given name)
In rilievo

Christina (given name)

Isinbayeva

La scheda: Isinbayeva

Elena Gadžievna Isinbaeva (in russo: Елена Гаджиевна Исинбаева?, traslitterazione anglosassone Yelena Gadzhievna Isinbayeva, Volgograd, 3 giugno 1982) è un'ex astista russa.
Campionessa olimpica, mondiale ed europea, il 22 luglio 2005 è diventata la prima donna a valicare la storica barriera di 5,00 m nel salto con l'asta.
Il suo record mondiale è attualmente di 5,06 m all'aperto, fatto a Zurigo il 28 agosto 2009. A livello indoor il suo 5,01 m, fissato in un meeting a Stoccolma il 23 febbraio 2012, è attualmente record europeo ed è stato fino al 2 marzo 2013 anche record mondiale.
In carriera ha migliorato 28 volte il record mondiale della specialità ed è stata due volte medaglia d'oro olimpica (2004 e 2008), tre volte medaglia d'oro mondiale (2005, 2007, 2013), è stata nominata tre volte atleta femminile dell'anno dalla IAAF (2004, 2005 e 2008), miglior atleta al mondo dell'anno 2007 e 2009 e, sempre nel 2009, ha vinto il Premio Principe delle Asturie per lo sport.


Yelena Isinbayeva soffre di depressione?

Secondo voi, Yelena Isinbayeva soffre di depressione? Come mai cosi' brava ma con cosi' tanti alti e bassi nelle prestazioni? Comunque, facciamo il tifo per Yelena... "Può capitare anche ai campioni mondiali di avere alti e bassi, certo noi li vorremmo sempre perfetti e sempre in grado di superare se stessi, ma non dimentichiamo che sono persone normali anche loro, non degli automi.La depressione la escluderei, se fosse veramente depressa non avrebbe nemmeno la [...]

Rispondi

Isinbayeva

Isinbayeva

Dopo il record di Montecarlo la Isinbayeva vincerà il salto femminile? "Sicuramente è una delle favorite.Anzi, la favoritissima. Una delle atlete più forti emerse negli ultimi anni. Non sarei stupito da un nuovo record alle olimpiadi. (poi è anche super carina)"

Rispondi

EVENTI: Isinbayeva

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2000 ai campionati del mondo juniores conquistò il titolo mondiale davanti alla tedesca Annika Becker grazie a un salto di 4,20 Lo stesso anno debuttò anche ai Giochi olimpici di Sydney, dove Stacy Dragila vinse l'oro.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2009 la sua leadership s'interrompe a sorpresa: dopo l'Aviva London Grand Prix di maggio, infatti, la polacca Anna Rogowska la batté anche ai Campionati del mondo di atletica leggera di Berlino.

Il 2 settembre 2009 le viene conferito il 23º Premio Principe delle Asturie per lo sport, l'astista russa succede così al tennista Rafael Nadal nell'elenco dei premiati della relativa categoria.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Nel 2001 vinse un'altra medaglia d'oro, questa volta ai campionati europei juniores con la misura di 4,40 Col passare dei mesi continuò a migliorare sempre più le sue prestazioni e nel 2002, ai Campionati europei di Monaco di Baviera, è riuscita a conquistare l'argento con la misura di 4,55.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 23 febbraio 2012 tornò a battere il record del mondo al meeting indoor di Stoccolma: 5,01, migliorando di un centimetro il precedente primato sempre suo.

Il 6 agosto 2012 vinse la medaglia di bronzo nel salto con l'asta alle Olimpiadi di Londra con la misura di 4,70.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Il 4 agosto 2005 le è stato attribuito il grado di tenente dell'esercito russo e Il 19 agosto 2008 è stata promossa al grado di capitano.

Atletica Leggera: la bella Isinbayeva a Firenze per preparare il 2011.

Atletica Leggera: la bella Isinbayeva a Firenze per preparare il 2011.

Yelena Isinbayeva sta preparando il ritorno alle gare indoor nel 2011  a Firenze dove trascorrerà due mesi di allenamenti insieme ad altri atleti dell'asta con in testa Vitaliy Petrov. Tra gli altri: Yevgeniy Lukanenko, argento olimpico a Pechino e campione mondiale indoor a Valencia 2008, Aleksandr Gripich (5.75 di primato personale) e Aleksey Kovalchiuk (5.55). Insieme a loro presso l’impianto indoor dello Stadio Luigi Ridolfi ci sono anche Claudio Stecchi, [...]

Doping;  Lebedeva e Abakumova perdono tre medaglie mondiali

Doping; Lebedeva e Abakumova perdono tre medaglie mondiali

  MOSCA (Reuters) - Le atlete russe Tatyana Lebedeva e Maria Abakumova hanno perso tre medaglie ai campionati del mondo dopo che i loro risultati sono stati annullati a causa del doping,questo quanto annunciato oggi l'Unità di Integrità dell'Atletica (AIU). I risultati di Lebedeva da agosto 2008 ad agosto 2010 sono stati annullati, spogliandola della medaglia d'argento che ha vinto nel salto in lungo ai campionati del mondo 2009. I risultati di Abakumova, [...]

Russia, parata militare a 75 anni dalla vittoria di Stalingrado

Russia, parata militare a 75 anni dalla vittoria di Stalingrado

Volgograd (askanews) - La Russia celebra oggi il 75esimo anniversario della vittoria della battaglia di Stalingrado. Nell'attuale Vologograd, ex Stalingrado, si ricorda con una parata militare la battaglia combattuta dall'esercito del Terzo Reich contro l'Armata rossa sovietica. Fu una delle più cruente dell'intera Seconda guerra mondiale, una delle più lunghe e certamente tra quelle decisive per le sorti dell'intero conflitto.

Stalingrado, Leningrado e Pietrogrado che città sono?

Stalingrado, Leningrado, Pietrogrado, le città russe hanno cambiato nome troppe volte! A quale città odierna corrispondono queste tre? "Stalingrado è diventata la moderna Volvograd, mentre Pietrogrado e Leninagrado poi sono i nomi presi dalla città di San Pietroburgo."

Rispondi

Dmitri Shlyakhtin rieletto Presidente della federazione russa di atletica dopo l'abbandono di Yelena Isinbayeva

Dmitri Shlyakhtin rieletto Presidente della federazione russa di atletica dopo l'abbandono di Yelena Isinbayeva

 atleticanotizie: Dmitri Shlyakhtin è stato rieletto presidente della Federazione di atletica leggera della Russia (ARAF) ieri, dopo che la due volte campionessa olimpica di salto con l'asta Yelena Isinbayeva ha ritirato la sua candidatura. Il 49enne ha ricevuto 36 voti, cinque in più del rivale Andrei Silnov, e rimarrà in carica altri quattro anni. Isinbayeva, che secondo i media russi era la favorita per ottenere l'importante carica, si è ritirata dalle [...]

Yelena Isinbayeva dopo il ritiro è pronta per la poltrona di Presidente della Federazione Russa

Yelena Isinbayeva dopo il ritiro è pronta per la poltrona di Presidente della Federazione Russa

  MOSCA (RUS): Il Consiglio della Federazione Russa di Atletica ha fissato la data delle elezioni del Presidente per il 9 dicembre di quest'anno. L' attuale capo Dmitriy Shlyaktin sembra non voglia ripresentarsi, ma ci sono informazioni circa la possibilità della candidatura alla massima carica della regina del salto con l'asta Yelena Isinbayeva, notizia che era nell'aria dopo il ritiro dalle gare della zaarina, dovuto alla rinuncia forzata a partecipare alle [...]

Yelena Isinbayeva allena i soldati in Siria  e Putin farà i Giochi per conto suo

Yelena Isinbayeva allena i soldati in Siria e Putin farà i Giochi per conto suo

Non potevano certo mancare le telecamere della tv di Stato a riprendere il tour di un gruppo di atleti russi che ha visitato la base aerea di Hmeimim, in Siria occidentale, da dove, da quasi un anno, quotidianamente si alzano i jet russi impegnati nel conflitto siriano. Tra di loro anche la 34enne Ielena Isinbayeva, esclusa dai giochi di Rio nell’ambito della vicenda doping che ha coinvolto molti atleti russi e la stessa federazione. La Isinbayeva si è di [...]

Isinbayeva in lacrime: "Russi vincete per noi"

Isinbayeva in lacrime: "Russi vincete per noi"

"Gareggiate in modo da far tremare il mondo e che l'inno nazionale russo suoni ininterrottamente alle competizioni di Rio", in lacrime, la campionessa di salto con l'asta Yelena Isinbayeva si è rivolta così agli atleti connazionali alla cerimonia di saluto della squadra olimpica in partenza per Rio de Janeiro.  La Iaaf ha escluso la selezione russa di atletica dalle Olimpiadi: "Ci hanno escluso in modo crudele e rude, senza prove, senza darci la possibilità di [...]

Combattimenti tra animali, dieci persone a giudizio

Combattimenti tra animali, dieci persone a giudizio

di Annalisa Perla

FOTO: Isinbayeva

Isinbaeva

Isinbaeva

Jelena_Isinbajewa

Jelena_Isinbajewa

Yelena_Isinbayeva

Yelena_Isinbayeva

Elena_Issinbaïeva

Elena_Issinbaïeva

Jelena_Isinbajeva

Jelena_Isinbajeva

Issinbajewa

Issinbajewa

Yelena_Gadzhievna_Isinbayeva

Yelena_Gadzhievna_Isinbayeva

IL VIDEO DI Yelena Isinbayeva m. 4,90, miglior prestazione mondiale 2016

IL VIDEO DI Yelena Isinbayeva m. 4,90, miglior prestazione mondiale 2016

    La primatista mondiale Yelena Isinbayeva ha saltato m. 4.90 nell’asta stabilendo la miglior prestazione  mondiale 2016 e dando un messaggio fortissimo alla IAAF. 4.50 della misura di ingresso nel corso dei campionati russi, standard di partecipazione olimpica. In finale si è elevata fino a miglior prestazione mondiale stagionale, se la Russia non fosse sospesa, tentando anche il record del mondo (5.07). Niente da fare, ma il titolo russo è ancora suo. [...]

Yelena Isinbayeva miglior prestazione mondiale 2016, alla faccia della sospensione

Yelena Isinbayeva miglior prestazione mondiale 2016, alla faccia della sospensione

atleticanotizie: Yelena Isinbayeva, risponde nel migliore dei modi alle polemiche dovute all'eslusione dai giochi di Rio della Russia. La primatista mondiale ha saltato m. 4.90 nell'asta stabilendo la miglior prestazione mondiale 2016 e dando un messaggio fortissimo alla IAAF. 4.50 della misura di ingresso nel corso dei campionati russi, standard di partecipazione olimpica. Oggi in finale si è elevata fino a miglior prestazione mondiale stagionale, se la Russia [...]

Yelena Isinbayeva: i campionati russi del 20 giugno potrebbero essere la mia ultima gara

Yelena Isinbayeva: i campionati russi del 20 giugno potrebbero essere la mia ultima gara

Yelena Isinbayeva, tristemente alla ribalta per la questione del doping russo con la probabile eclusione della nazionale di atleica dai giochi di Rio, recentemente, la campionessa russa di salto con l'asta, ha affermato : voliamo al campionato russo a Cheboksari. Mi esibisco il 20 e forse il 21, sarmolto felice se allo stadio non ci saranno posti liberi. Perchin sostanza, se il Cio non ci farpartecipare ai Giochi sarla gara conclusiva della mia carriera. Ci vediamo [...]

Isinbayeva: "Violati i diritti umani"

Isinbayeva: "Violati i diritti umani"

La Iaaf ha deciso di estromettere la Russia dalle Olimpiadi di Rio 2016 e - come prevedibile - sono arrivate le prime reazioni furenti. In particolare la campionessa di salto con l'asta Elena Isinbaeva (che in bacheca ha due ori e un bronzo olimpici) ha promesso di lottare contro la sanzione. E lo ha fatto con toni decisamente duri: “Escludere i nostri atleti è una violazione dei diritti dell’uomo”. E infatti la 34enne - che non è coinvolta nello scandalo [...]

Yelena Isinbayeva pronta a lottare, andare a Rio è un diritto

Yelena Isinbayeva pronta a lottare, andare a Rio è un diritto

Yelena Isinbayeva pronta a lottare con tutte le sue forze per partecipare ai Giochi di quest'estate a Rio de Janeiro. Il 17 giugno la Iaaf deciderà se cancellare o mantenere la sospensione ai danni della Federazione russa di atletica per lo scandalo doping e, qualora venisse confermata la sanzione, con conseguente esclusione di tutti gli atleti russi dalla prossima Olimpiade, la fuoriclasse del salto con l'asta è pronta a portare la causa in tribunale. "Voglio [...]

Pit Bull salvata dai combattimenti regala baci a tutti

Pit Bull salvata dai combattimenti regala baci a tutti

Ecco una storia che dovrebbe farci pensare, ecco quando si dice che gli animali sono migliori, perchè nonostante tanta sofferenza questa cucciola ha avuto il coraggio di andare avanti... Cosa possiamo dire se non sperare che lei, come tanti altri come lei possano incontrare mani amorevoli capaci di dare sollievo a tante sofferenze inflitte da persone crudeli. Sono quotidiane le richieste di appello che giungono dalle pagine FB, ma anche casi quotidiani che ognuno [...]

Combattimenti tra cani, cinque denunce

Combattimenti tra cani, cinque denunce

(ANSA) - GENOVA - Organizzavano combattimenti tra cani: per questo la polizia di Genova e Imperia ha denunciato cinque, quattro uomini e una donna. Tra questi c'è un imprenditore genovese di 33 anni. L'indagine è partita da una confidenza sull'imprenditore, proprietario di tre pitbull: si diceva che potesse allenarli per farli combattere. Gli investigatori hanno scoperto che uno di questi era tenuto sempre segregato per aumentarne l'aggressività. Gli agenti [...]

Nelle trincee di Stalingrado di Viktor Nekrasov (Elliot)

II 2 febbraio 1943, con la resa della Sesta armata del maresciallo Friedrich Paulus, termina la battaglia di Stalingrado. uno dei momenti più significativi della seconda guerra mondiale. Viktor Nekrasov combatté in prima persona nelle trincee e pochi anni dopo pubblicò questo romanzo. Narrato dal luogotenente Kerzencev, il racconto ripercorre quei momenti drammatici, dall'annuncio dell'arrivo dei tedeschi ai combattimenti durissimi, fino alla resistenza eroica [...]

Isinbayeva rinvia il rientro: Penserà solo a Rio

Isinbayeva rinvia il rientro: Penserà solo a Rio

La biolimpionica dell'asta, Yelena Isinbayeva, è stata costretta a rinviare il ritorno in pedana, perché mentre era impegnata nel riscaldamento per un concorso nella sua città, Volgograd, ha avvertito una fitta ad un tendine d'Achille che l'ha indotta a rinunciare. Sarebbe satta la sua prima competizione dal giugno 2014, quando è nata la sua primogenita. "Odio deludere le persone - ha poi detto la Zarina che punta al tris d'oro ai Giochi di Rio, contando su una [...]

Isinbayeva: «Spero che la Russia sia presente alle Olimpiadi di Rio»

Isinbayeva: «Spero che la Russia sia presente alle Olimpiadi di Rio»

  «Spero che gli atleti russi vengano riammessi e che possano competere insieme sotto la bandiera russa a Rio de Janeiro. Il doping è un problema in tutto il mondo e insieme ne dobbiamo uscire». La zarina dell'asta Yelena Isinbayeva non rinuncia al sogno di chiudere la sua carriera con un terzo oro olimpico. La Russia è stata sospesa dalla Iaaf dopo la pubblicazione da parte della Wada di un report contenente gravissime accuse di doping. Una decisione che, [...]

Isinbayeva vuole andare a Rio: dopo penserà  alla presidenza della federazione Russa

Isinbayeva vuole andare a Rio: dopo penserà alla presidenza della federazione Russa

atleticanotizie, 17 Novembre 2015: Ha le idee chiare la due volte campionessa olimpica di salto con l'asta, Yelena Isinbayeva, che  si è detta "pronta a studiare la possibilità" di candidarsi alla presidenza della federazione russa di atletica leggera (Araf) dopo le Olimpiadi di Rio 2016, a cui intende partecipare. La Iaaf, la federatletica mondiale, ha sospeso la federazione russa in seguito allo scandalo doping che l'ha travolta. La decisione della Iaaf mette [...]

Atletica: Russia,Isinbayeva si fa avanti

Atletica: Russia,Isinbayeva si fa avanti

(ANSA) - MOSCA, 16 NOV - La due volte campionessa olimpica di salto con l'asta, Yelena Isinbayeva, si è detta "pronta a studiare la possibilità" di candidarsi alla presidenza della federazione russa di atletica leggera (Araf) dopo le Olimpiadi di Rio 2016, a cui intende partecipare. La Iaaf, la federatletica mondiale, ha sospeso la federazione russa in seguito allo scandalo doping che l'ha travolta. La decisione della Iaaf mette in forse la partecipazione degli [...]

&id=HPN_Elena+Gadžievna+Isinbaeva_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Yelena{{}}Isinbaeva" alt="" style="display:none;"/> ?>