Evo Morales

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Sistema elettorale
In rilievo

Sistema elettorale

Evo Morales

La scheda: Evo Morales

« Bisogna pensare a modelli diversi di società rispetto al capitalismo. Non è accettabile che nel XXI secolo alcuni paesi e multinazionali continuino a provocare l'umanità e cerchino di conquistare l'egemonia sul pianeta. Sono arrivato alla conclusione che il capitalismo è il peggior nemico dell'umanità perché crea egoismo, individualismo, guerre mentre è interesse dell'umanità lottare per cambiare la situazione sociale ed ecologica del mondo. »
Juan Evo Morales Ayma, conosciuto meglio come Evo Morales (Orinoca, 26 ottobre 1959), è un sindacalista e politico boliviano.
Presidente della Bolivia dal 22 gennaio 2006, è il primo presidente indigeno a guidare lo Stato boliviano, o quest'area geografica, in oltre 500 anni dalla conquista spagnola, ed è quindi soprannominato anche el Indio. Questo avvenimento ha suscitato grande interesse ed aspettative - a cui ha contribuito anche l'abbigliamento informale negli incontri diplomatici con altri capi di Stato, con il suo caratteristico maglione di alpaca a righe (la chompa), indossato in Bolivia e nel mondo.
Morales è il leader del movimento sindacale dei cocalero boliviani, una federazione di colonizzatori campesinos, quechua e aymara coltivatori di coca che si oppongono agli sforzi, principalmente degli Stati Uniti, di sradicare le coltivazioni di coca nella provincia di Chapare, nella Bolivia centro-orientale. Morales è anche il fondatore e leader del partito politico boliviano Movimiento al Socialismo (MAS), il principale partito di governo.
Alle elezioni presidenziali del 2002 Morales ottenne circa il 20% dei voti, subito dietro Gonzalo Sánchez de Lozada che divenne Presidente. Ciò nonostante questo risultato elettorale ebbe un forte impatto nel panorama politico boliviano. Morales attribuì buona parte di quel successo elettorale alle dichiarazioni fatte contro di lui dall'allora ambasciatore statunitense in Bolivia Manuel Rocha, affermando che aiutarono a «svegliare la coscienza della gente». Alle successive elezioni presidenziali del 2005, Morales e il suo partito ottennero la maggioranza assoluta dei voti (circa il 54%), che lo portò all'elezione diretta come Presidente della Repubblica, incarico ricoperto tuttora.
Il 25 gennaio del 2009 il popolo boliviano è tornato al voto per decidere se rifiutare o confermare la riforma costituzionale del Presidente Morales e il 67% di esso ha approvato. Il 6 dicembre del 2009 il popolo boliviano ha votato Evo Morales con il 63% di voti alle consultazioni presidenziali, permettendo inoltre al suo partito, il MAS, di far eleggere 85 dei 130 deputati e 24 dei 36 senatori. Secondo un rapporto riservato, reso pubblico nel 2010 da WikiLeaks e scritto dall'ambasciatore statunitense Clifford Sobel, Evo Morales sarebbe gravemente malato di tumore ai seni paranasali. La notizia è stata smentita ufficialmente dal portavoce di Morales.
Nell'ottobre del 2014 Morales viene eletto per il terzo mandato con poco meno del 60% delle preferenze, mantenendo un distacco considerevole sugli altri candidati, ma registrando un lieve calo di apprezzamento rispetto alle precedenti elezioni. Il 22 febbraio 2016 Evo Morales, perde, con il 57% di voti contrari, il referendum che gli avrebbe permesso di essere nuovamente eletto per un quarto mandato, cosicché a fine mandato dovrà ritirarsi.
Attualmente la Bolivia è uno dei paesi con lo sviluppo più progressivo in Sud America. L'estrema povertà in Bolivia è diminuita dal 36,7% al 16,8% tra il 2005 e il 2015. Per quanto riguarda il Coefficiente di Gini, l'INE ha sottolineato che la Bolivia è passata da 0,60 al 0,47.


Evo Morales:
Presidente della Bolivia:
In carica:
Inizio mandato: 22 gennaio 2006
Vice presidente: Álvaro García Linera
Predecessore: Eduardo Rodríguez
Leader del Movimento per il Socialismo:
In carica:
Inizio mandato: 1º gennaio 1998
Predecessore: carica istituita
Dati generali:
Partito politico: Movimento per il Socialismo
Tendenza politica: Socialismo del XXI secolo
Firma:
Juan Evo Morales Ayma:
26 ottobre 1959 – vivente:
Nato a: Orinoca
Dati militari:
Paese servito: Bolivia
Forza armata: Esercito boliviano
Unità: 4º Reggimento di Cavalleria Ingavi
Anni di servizio: 1977-1978
voci di militari presenti su Wikipedia
Manuale

Evo Morales sulla crisi ambientale all'ONU: «La radice dei problemi è nel sistema capitalista»

Rivolgendosi ai partecipanti della 74a sessione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il presidente della Bolivia, Evo Morales Ayma, ha espresso preoccupazione per il deterioramento del sistema multilaterale a seguito delle misure promosse da alcuni Stati che hanno deciso di ignorare gli impegni nelle strutture globali costruite per una sana convivenza nel quadro del diritto internazionale, nonché sui principi di base della Carta delle Nazioni Unite.  Il [...]

L'attentato a Maduro secondo il presidente Evo Morales «mostra solo la disperazione di un impero sconfitto da un popolo impavido»

L'attentato a Maduro secondo il presidente Evo Morales «mostra solo la disperazione di un impero sconfitto da un popolo impavido»

  . . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   L'attentato a Maduro secondo il presidente Evo Morales «mostra solo la disperazione di un impero sconfitto da un popolo impavido»   Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha condannato il vile attentato perpetrato ai danni del presidente venezuelano Nicolas Maduro nel pomeriggio di sabato mentre si trovava in Avenida Bolivar, a Caracas, per l’anniversario di fondazione della Guardia [...]

EVENTI: Evo Morales

Il 25 gennaio 2009 il corpo elettorale boliviano accettava con il 61,43% dei voti la nuova Costituzione, che impedisce qualsiasi privatizzazione delle materie prime della Nazione, permette la rielezione immediata del Capo dello Stato, concede il diritto ai popoli indios di avere e amministrare proprie leggi e limita a 5 000 ettari la proprietà della terra.

Nel 2009 Evo Morales si ricandida a Presidente della Bolivia sostenuto dal suo partito Movimento per il Socialismo.

Nel 2013, l'aereo di Morales, al ritorno di un viaggio presidenziale in Russia è stato costretto ad un cambio di rotta a causa del mandato di cattura verso Edward Snowden, ex dipendente della CIA accusato di spionaggio e tradimento, che, rifugiatosi in Russia, si supponeva potesse aver chiesto asilo alla Bolivia salendo clandestinamente.

Il 12 ottobre 2014 si svolgono le elezioni generali in Bolivia e il Presidente uscente Evo Morales, sostenuto dal Movimento per il Socialismo, si ricandida e viene rieletto per la terza volta consecutiva ottenendo il 60,9% dei consensi contro il 24,3% del suo principale avversario Samuel Doria Medina del Movimento senza Paura.

Nel 2005, a seguito delle proteste popolari e delle dimissioni del presidente Gonzalo Sánchez de Lozada, il Congresso boliviano approvò una legge sull'energia che aggiungeva al canone già esistente del 18% una tassa sulla produzione del 32%.

Il 22 febbraio 2016 Evo Morales, perde, con il 57% di voti contrari, il referendum che gli avrebbe permesso di essere nuovamente eletto per un quarto mandato, cosicché a fine mandato dovrà ritirarsi.

Il 21 ottobre 2008 il parlamento boliviano votava, dopo un'estenuante trattativa tra il Mas e i gruppi dell'opposizione, la legge sul referendum costituzionale e alcune modifiche alla nuova Magna Carta.

Il 20 dicembre 2008 il Presidente Morales dichiarava la Bolivia libera dall'analfabetismo, sradicato grazie al metodo cubano.

Il 10 dicembre 2007 l'assemblea costituente approvava la nuova Costituzione con il voto dei 2/3 dei presenti.

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

FOTO: Evo Morales

Evo Morales (a destra) con José Bové, durante CulturAmérica, in difesa di un'economia ragionevole: Francia, 2002.

Evo Morales (a destra) con José Bové, durante CulturAmérica, in difesa di un'economia ragionevole: Francia, 2002.

Morales e l'allora Presidente brasiliano Lula, seduta Dilma Rousseff.

Morales e l'allora Presidente brasiliano Lula, seduta Dilma Rousseff.

La vedova Cristina Fernández de Kirchner alle esequie del marito insieme all'amico di famiglia Diego Armando Maradona e al presidente boliviano Evo Morales

La vedova Cristina Fernández de Kirchner alle esequie del marito insieme all'amico di famiglia Diego Armando Maradona e al presidente boliviano Evo Morales

La cerimonia di insediamento di Evo Morales

La cerimonia di insediamento di Evo Morales

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Evo Morales: «Gli Stati Uniti sono il vero pericolo per la pace mondiale»

Evo Morales: «Gli Stati Uniti sono il vero pericolo per la pace mondiale»

  . . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . . Evo Morales: «Gli Stati Uniti sono il vero pericolo per la pace mondiale» Il presidente boliviano risponde agli Stati Uniti che si ostinano a voler dipingere il Venezuela come una minaccia Non passa giorno senza che da Washington partano accuse dirette al Venezuela. Il paese minacciato, assediato finanziariamente e colpito da sanzioni viene definito una minaccia per la stabilità della regione [...]

Scarpe: Running Warehouse Europe presenta Puma evo Speed Distance v7 Mens Spikes Yellow

Scarpe: Running Warehouse Europe presenta Puma evo Speed Distance v7 Mens Spikes Yellow

    Continua con l'articolo di oggi il percorso di recensioni dedicato al mondo delle calzature per l'atletica leggera. Potete trovare tutti i tipi di scarpe di cui ci occuperemo in questo periodo sul sito Running Warehouse Europe. Questa volta parliamo di un'altro marchio leader mondiale nelle calzature e nell' abbigliamento sportivo, Puma che non ha certo bisogno di presentazioni. Nello specifico vogliamo presentare un modello dedicato al mezzofondo, Puma [...]

Samsung Scheda di Memoria SD Evo da 16 GB, Nero/Antracite

Samsung Scheda di Memoria SD Evo da 16 GB, Nero/Antracite

Samsung Scheda di Memoria SD Evo da 16 GB, Nero/Antracite Dettagli: Capacità 16 GB HC Velocità lettura-scrittura fino a 48MB/s Classe UHS-1 grado 1 SD Card Sicurezza prodotto Questo prodotto è soggetto a specifiche avvertenze ed istruzioni di sicurezza Avvertenza: Non adatto a bambini di età inferiore a 5 anni. Da usare sotto la sorveglianza di un adulto Avvertenza: Da usare sotto la diretta sorveglianza di un adulto   Descrizione [...]

&id=HPN_Evo+Morales_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Evo{{}}Morales" alt="" style="display:none;"/> ?>