Fabio Aru

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Theresa May
In rilievo

Theresa May

Fabio Aru

La scheda: Fabio Aru

Fabio Aru (San Gavino Monreale, 3 luglio 1990) è un ciclista su strada italiano che corre per il team Astana.
Professionista dal 2012, ha caratteristiche di scalatore puro e corridore da corse a tappe. Nel 2015 ha vinto la Vuelta a España, suo primo Grande Giro in carriera, ed è salito sul podio finale del Giro d'Italia nel 2014 e nel 2015. In carriera ha vinto tre tappe al Giro d'Italia e due alla Vuelta a España. È soprannominato "Il cavaliere dei Quattro Mori".
È il primo ciclista sardo della storia ad aver indossato la maglia rosa.



Fabio Aru:
Aru in maglia rossa alla Vuelta a España 2015
Nazionalità:  Italia
Altezza: 183[1] cm
Peso: 61,5[2] kg
Ciclismo:
Specialità: Strada
Squadra:  Astana
Carriera:
Giovanili:
2007Ozierese Carrera
2008Sardegna Sottozero-Ozierese
Squadre di club:
2009-2012Palazzago
2012- Astana
Nazionale:
2014- Italia
Statistiche aggiornate al maggio 2015
Inizia la stagione alla Parigi-Nizza, cogliendo l'ottavo posto nella quarta tappa con arrivo in salita a Croix de Chaubouret. Partecipa poi, a fine marzo, alla Volta Ciclista a Catalunya, nella quale si classifica sesto a 27 secondi dal vincitore Richie Porte. Pur avendo saltato il Giro del Trentino a causa di un virus, in maggio prende il via al Giro d'Italia come capitano dell'Astana e tra i favoriti per il successo finale. Inizia il Giro con un terzo posto nella cronosquadre d'apertura, per poi classificarsi terzo sull'Abetone nella quinta tappa e quarto a Campitello Matese nell'ottava. Va in difficoltà nell'undicesima e nella dodicesima frazione, ma, dopo una caduta che vede coinvolta la maglia rosa Alberto Contador nella tappa di Jesolo, indossa per la prima volta il simbolo del primato. Cederà la maglia di leader il giorno seguente, dopo la cronometro da Treviso a Valdobbiadene, nuovamente a Contador. Dopo aver attraversato un momento di difficoltà nella 16ª tappa, la Pinzolo-Aprica, il 29 maggio Aru vince la sua seconda seconda tappa al Giro, nella 19ª frazione da Gravellona Toce a Cervinia, riconquistando il secondo posto della classifica generale perso nella tappa di Aprica. Il giorno seguente cala il bis vincendo la penultima frazione della Corsa Rosa con l'arrivo in quota a Sestriere, staccando la maglia rosa Contador di 2'25". Conclude così al secondo posto finale nella generale, a 1'53" dallo spagnolo, salendo di conseguenza per la seconda volta in carriera sul podio del Giro. Vince la maglia bianca riservata ai giovani.
Rinuncia a partecipare al Tour de France, per preparare al meglio il secondo grande obiettivo dell'anno, la Vuelta a España. Nella corsa spagnola riveste il ruolo di capitano al pari di Vincenzo Nibali. Alla seconda tappa, a causa della squalifica di Vincenzo Nibali diventa il capitano unico della Astana Pro Team. Nel finale della 7ª tappa, con arrivo ad Alpujarra, sulla Sierra Nevada, attacca nel finale piazzandosi al terzo posto, guadagnando 7" sugli altri big e 30" su Chris Froome. Giunge quarto nella 9ª tappa, con arrivo in salita a Benitachell, attardato per pochi secondi da Chris Froome e Joaquim Rodríguez, due dei favoriti per la vittoria finale Nell'11ª tappa, da Andorra la Vella a Cortals d'Encamp, definita dagli organizzatori stessi "la tappa più dura mai corsa nella storia della Vuelta", che prevede sei ascese sulle impervie montagne andorrane, si classifica secondo dietro al compagno di squadra Mikel Landa, che era in fuga da 120 km, attaccando ripetutamente e staccando molti rivali per la vittoria finale, quali Chris Froome, che esce definitivamente dalla top 10, Nairo Quintana e Alejandro Valverde e indossa per la prima volta la maglia rossa di leader della classifica generale. Il giorno successivo Chris Froome, il candidato numero uno alla vittoria finale, è costretto al ritiro per una frattura ad un piede.. Durante la 16ª tappa, con arrivo in salita a Quirós, perde la maglia rossa in favore di Joaquim Rodríguez per 1". Nella tappa successiva, l'insidiosa prova a cronometro di Burgos, vinta da Tom Dumoulin, giunge decimo e perde per soli 3" la roja, proprio in favore dell'olandese. Riconquista il simbolo del primato nella 20ª tappa, con arrivo a Cercedilla, dove, grazie al forcing della sua Astana, riesce a staccare in salita la maglia rossa, che arriverà al traguardo con 3'40" di ritardo dal sardo che riesce così a conquistare il suo primo grande Giro a 25 anni. Dopo la vittoriosa spedizione spagnola, prosegue la stagione partecipando alla Tre Valli Varesine, dove giunge 32º, contribuendo però alla vittoria del compagno di squadra Nibali. A ottobre si classifica poi al secondo posto nell'Abu Dhabi Tour. Il 15 dicembre gli viene conferito dal CONI il Collare d'oro al merito sportivo.

Fabio Aru, un tour di sfortune

FABIO ARU: UNA STELLA ITALIANA AL TOUR DE FRANCE Chris Froome del team Sky trionfa alla Grande Bouclè. Il corridore britannico vince per la quarta volta il Tour de France - il terzo consecutivo - dopo i successi  ottenuti nel 2013, 2015, 2016. Una prova di forza del team Sky, che posiziona ai margini del podio uno strepitoso Mikel Landa, rimasto fuori per 1" di differenza dal terzo classificato. Sul podio di Parigi, Chris Froome - per la prima volta senza [...]

Fabio Aru nella storia

Fabio Aru nella storia

Primo sardo a vestire la maglia gialla al Tour de France

EVENTI: Fabio Aru

Nel 2011 ottiene i primi successi nella categoria, aggiudicandosi nell'arco della stagione sette vittorie, tra le quali la Bassano-Montegrappa, il Giro delle Valli Cuneesi e il Giro della Valle d'Aosta, evento del calendario europeo.

Nel 2013 conclude quarto al Giro del Trentino, e si aggiudica la classifica dei giovani.

Nel 2008 vince il campionato sardo per la categoria juniores, pedalando per la scuderia «G.

Nel 2012, all'ultimo anno da dilettante, si impone nella Toscana-Terra di ciclismo, gara a tappe valida per la Coppa delle Nazioni U23.

Nel 2015 ha vinto la Vuelta a España, suo primo Grande Giro in carriera, ed è salito sul podio finale del Giro d'Italia nel 2014 e nel 2015.

Nel 2014 partecipa ancora al Giro d'Italia come gregario, stavolta al servizio del nuovo compagno di squadra Michele Scarponi.

Aru benedice il Giro "sardo": "Orgoglio"

Aru benedice il Giro "sardo": "Orgoglio"

Fabio Aru, ciclista sardo dell'Astana Pro Team, a margine della presentazione del Giro d'Italia ha espresso la sua soddisfazione per la partenza dalla Sardegna: "Fin da quando ho saputo della possibilità che il Giro partisse dalla mia Regione ho sempre sperato che la cosa si realizzasse davvero. Per questo essere qui oggi è per me una grande emozione e anche un motivo di orgoglio: certamente si sarà trattato di una somma di fattori ma pensare che, almeno in [...]

Giro Emilia fa 99, attesi Aru e Nibali

Giro Emilia fa 99, attesi Aru e Nibali

(ANSA) - BOLOGNA, 6 SET - Vincenzo Nibali e Fabio Aru, ma anche il bronzo olimpico tra le donne, Elisa Longo Borghini. Sono alcuni dei protagonisti annunciati alla 99/a edizione del Giro dell'Emilia di ciclismo, in programma il 24 settembre. Partenza dalla fiera di Bologna, arrivo al Santuario della Beata Vergine di San Luca, con la salita finale completata per cinque volte, quando il gruppo degli uomini avrà percorso 213 km. La corsa, organizzata dal Gruppo [...]

Giro dell’Emilia con Nibali e Aru

Giro dell’Emilia con Nibali e Aru

Grandi firme per il Giro dell’Emilia al via il 24 settembre alla Fiera di Bologna. "Hanno già aderito il rientrante Vincenzo Nibali, uno dei pochi che le corse a tappe le hanno centrate tutte, il suo compagno Fabio Aru, che sotto le Due Torri ha mosso i primi passi come crossista, l’ex iridato Philippe Gilbert, più volte vincitore nelle Ardenne, e l’ex olimpionico Samuel Sanchez. Sono le facce più note di un cartellone che conta pure Ulissi e Bakelants, [...]

Rio: Aru è felice, comunque vada

Rio: Aru è felice, comunque vada

La Nazionale di ciclismo, guidata dal ct Davide Cassani, decollerà sabato dall’aeroporto di Fiumicino per sorvolare l’oceano e atterrare a Rio de Janeiro, dove il 6 agosto andrà in scena la prova olimpica di ciclismo in linea. Tra gli Azzurri che lotteranno per portare in Italia una medaglia c'è anche Fabio Aru, che ha parlato da Fiuggi, dove la Nazionale si è radunata per gli ultimi allenamenti nella Penisola e per preparare la gara. Il 'Cavaliere dei 4 [...]

Tour: Froome fa il tris, crolla Aru

Tour: Froome fa il tris, crolla Aru

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - Chris Froome ha messo le mani sul suo terzo Tour de France, dopo le vittorie nel 2013 e nel 2015. Al termine della 20/a e penultima tappa, da Megeve a Morzine di 146,5 km, il britannico in maglia gialla ha oltre 4 minuti sul francese Bardet e sul colombiano Quintana quando manca soltanto la passerella di domani a Parigi. La penultima frazione è stata fatale per Fabio Aru: sfuma per il villacidrese il sogno del podio. Lo scalatore sardo è [...]

Tour: Froome maglia gialla, ma bene Aru

Tour: Froome maglia gialla, ma bene Aru

(ANSA) - CAGLIARI, 22 LUG - Chris Froome conserva la maglia gialla al termine della 19/a tappa del Tour de France, nonostante una caduta a causa dell'asfalto reso viscido dalla pioggia, che lo ha costretto a cambiare bicicletta. Il britannico riesce ad arrivare con il gruppo aiutato in blocco dal Team Sky. Bene il villacidrese Fabio Aru che attacca nel finale della tappa con arrivo in salita, riesce a guadagnare anche qualche secondo su Froome e ancora posizioni in [...]

Tour: Aru rimonta e vede il podio

Tour: Aru rimonta e vede il podio

(ANSA) - CAGLIARI, 21 LUG - Chris Froome sempre più un marziano alla Grande Boucle. Il britannico mette il sigillo alla vittoria finale, mentre Fabio Aru continua la sua rimonta e ora punta dritto al podio. Se infatti il trionfo finale sugli Champs-Elysees non sembra proprio in discussione, si riapre invece la lotta per il secondo e terzo posto. Nella cronoscalata di Megeve, vinta da padrone dalla maglia gialla, lo scalatore di Villacidro compie una grande impresa [...]

Aru: “Sono molto contento”

Aru: “Sono molto contento”

Fabio Aru sta concludendo nel migliore dei modi il primo Tour della sua carriera. Nella cronoscalata Sallanches-Megeve il cavaliere dei Quattro Mori ha dato il meglio di sé conquistando un ottimo terzo posto: “Sono contento, l'importante è dare il massimo fino alla fine - le parole del corridore dell’Astana -. Dobbiamo essere molto concentrati, comunque vada è stata una grande esperienza, ne esco con un bagaglio tecnico superiore”. Aru, che ora occupa il [...]

FOTO: Fabio Aru

Fabio Aru al Giro d'Italia 2014

Fabio Aru al Giro d'Italia 2014

Aru alla Paris-Nice 2015

Aru alla Paris-Nice 2015

Froome spaziale, ma Aru c'è

Froome spaziale, ma Aru c'è

Chris Froome sempre più padrone del Tour de France. A tre tappe dalla fine, il capitano del Team Sky ha consolidato la sua maglia gialla, imponendosi anche nell'ultima cronometro, la Sallanches-Megeve di 17 km. Froome è riuscito a lasciarsi alle spalle anche lo specialista Dumoulin. Ottimo terzo posto di Fabio Aru, mentre Quintana ha perso oltre un minuto: la lotta per il podio è apertissima. ARRIVO DELLA DICIOTTESIMA TAPPA 1. Froome 2. T. Dumoulin a 21" 2, [...]

Aru: "Non me la sono sentita di attaccare subito"

Aru: "Non me la sono sentita di attaccare subito"

Fabio Aru ci ha provato nella seconda tappa alpina del Tour ma non è riuscito a scalfire il primato e la forza di un irrefrenabile Chris Froome. "E' stata una tappa dura, sono contento di quello che ha fatto la mia squadra, un grandissimo lavoro. Non me la sono sentita di partire troppo presto, di partire a 6 km, però l'importante era fare bene, è il primo di quattro giorni importanti". Froome e Porte sopra tutti: "Hanno fatto la differenza negli ultimi km, la [...]

Aru: "Ci ho provato"

Aru: "Ci ho provato"

Fabio Aru è stato l'unico insieme ad Alejandro Valverde a provare l'attacco nei confronti di Froome nella quindicesima tappa del Tour de France. "Abbiamo cercato di rendergli la corsa dura, è stata una tappa molto tirata, Sky ha dimostrato di essere molto forte", le sue parole alla Rai. Dopo lo scatto iniziale, il sardo ha desistito: "Ci ho provato, ma ho visto che la Sky aveva dietro ancora due uomini e ho desistito. L'importante era provare, c'è una settimana [...]

Aru non si dà scuse

Aru non si dà scuse

Decimo a 5’16’’ dal leader Chris Froome. Si è fatta dura la situazione di Fabio Aru che nella crono del Tour de France Bourg Saint Andeol-La Caverne du Pont d'Arc ha perso oltre tre minuti dal britannico in testa alla classifica in maglia gialla. Il corridore dell’Astana non cerca però scuse: “Non sono soddisfatto - le sue parole all’arrivo -. Ho perso un po' troppo ma questo è il ciclismo va bene così pensiamo a recuperare i prossimi giorni. C'è [...]

Aru in Top 10 con tre bici

Aru in Top 10 con tre bici

E' successo di tutto nella dodicesima tappa del Tour de France, come testimonia all'arrivo anche un Fabio Aru tornato nella Top 10 della classifica generale. "Ho bucato in un momento molto pericoloso; poi nel finale siamo andati a tutta. E' stata una giornata molto stancante. Sono contento: sono riuscito a rientrare grazie all'aiuto dei miei compagni. Cambiare tre volte la bici non è semplice". "Non ho visto cosa è successo a Froome. Dispiace, sono cose che [...]

Tour: Aru, Froome ha fatto gran numero

Tour: Aru, Froome ha fatto gran numero

(ANSA) - ROMA, 9 LUG - "Froome ha fatto un gran numero. Subito dopo aver scollinato all'ultimo gpm ha guadagnato cento metri e in discesa ha incrementato il vantaggio. E' stata un'azione insolita da uno come lui, un gran bell'attacco". Così Fabio Aru al termine dell'ottava frazione del Tour de France, da Pau a Bagneres de Luchon di 184 km, che ha incoronato il britannico Chris Froome nuova maglia gialla dopo la vittoria di tappa. Aru è rimasto sempre nel gruppo [...]

Aru gongola in salita, Nibali: "Ho sofferto"

Aru gongola in salita, Nibali: "Ho sofferto"

La quinta tappa del Tour de France, dove hanno fatto capolino le prime medie montagne distribuite su tutti i 216 chilometri da Limoges a Le Lioran, e in casa Astana si delineano le gerarchie. Sì perché se Fabio Aru mantiene il passo dei migliori, Vincenzo Nibali cede sulla salita del Pas de Peyrol e paga a fine tappa un ritardo di 13 minuti e 45 secondi sul vincitore di tappa Greg Van Avermaet (BMC Racing). "Si è rivelata una tappa soddisfacente - commenta il [...]

Nibali-Aru: "Obiettivo comune al Tour"

Nibali-Aru: "Obiettivo comune al Tour"

Inizia il Tour de France, il 103esimo, e la coppia d'oro dell'Astana ha parlato in conferenza stampa per presentare obiettivi e speranze della squadra kazaka del team manager Alexander Vinokourov. Fabio Aru, che sulla carta è il capitano della formazione e che potrà contare proprio sullo 'Squalo dello Stretto' oltre che su altri gregari di lusso come Luis Leon Sanchez, Jakob Fuglsang, Paolo Tiralongo e Diego Rosa, ha preferito non lanciarsi in promesse o sfide [...]

Aru: "Resto tranquillo per il Tour"

Aru: "Resto tranquillo per il Tour"

Fabio Aru non si allarma in vista del Tour de France dopo gli ultimi risultati non brillanti al Giro del Delfinato. Il corridore sardo ha preferito risparmiare le forze nell'ultima tappa della corsa, e ha chiuso solo 72esimo a 26 minuti dal vincitore della frazione, Cummings.   "Nessun problema. Ho lavorato bene, le sensazioni sono buone. Sono soddisfatto, ho il tempo necessario per rifinire il lavoro e trovare quello che mi manca", le sue parole ai microfoni [...]

Ciclismo: ad Aru 3/a tappa Delfinato

Ciclismo: ad Aru 3/a tappa Delfinato

(ANSA) - ROMA, 8 GIU - Bella impresa di Fabio Aru, al Delfinato, ultimo vero test prima del Tour de France di ciclismo, al quale parteciperà per la prima volta in carriera. Il corridore di Villacidro, dell'Astana, ha vinto per distacco la terza tappa, da Boen-sur-Lignon a Tournon-sur-Rhne, lunga 187,5 km e con un tracciato piuttosto mosso, chiudendo con il tempo di 4h19'54". Il sardo ha preceduto il norvegese Alexander Kristoff (Team Katusha), secondo; Niccolò [...]

&id=HPN_Fabio+Aru_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Fabio{{}}Aru" alt="" style="display:none;"/> ?>