Ferzan Ozpetek

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Max Biaggi
In rilievo

Max Biaggi

Ferzan Özpetek

La scheda: Ferzan Özpetek

Ferzan Özpetek (Istanbul, 3 febbraio 1959) è un regista e sceneggiatore turco naturalizzato italiano.



Il bagno turco (1997)
Harem Suare (1999)
Le fate ignoranti (2001)
La finestra di fronte (2003)
Cuore sacro (2004)
Saturno contro (2007)
Un giorno perfetto (2008)
Mine vaganti (2010)
Magnifica presenza (2012)
Allacciate le cinture (2014)

Morto Fantastichini, da Ozpetek a Virzì: le passioni di un grande attore

Morto Fantastichini, da Ozpetek a Virzì: le passioni di un grande attore

Stroncato da una grave emorragia cerebrale dopo una lunga malattia l'attore Ennio Fantastichini. Aveva 63 anni ed era ricoverato da alcuni giorni in rianimazione all'ospedale Federico II di Napoli. Originario della provincia di Viterbo, nel Gallese, Ennio Fantastichini debuttò adolescente in un'opera di Beckett. Da quel giorno la sua passione per la scena non ha conosciuto ostacoli. Una carriera tutta in salita che, dopo i corsi di recitazione all'Accademia [...]

deleted

deleted

EVENTI: Ferzan Özpetek

Il 22 maggio 2010 la città di Lecce gli ha conferito la cittadinanza onoraria.

Nel 2011 per il film Mine vaganti il Bif&st di Bari gli ha assegnato il Premio Mario Monicelli per la migliore regia, il Premio Tonino Guerra per il miglior soggetto e il Premio Suso Cecchi D'Amico per la miglior sceneggiatura.

Il 28 aprile 2011 intraprende una nuova avventura professionale, debuttando alla regia teatrale con l'opera lirica Aida, portata in scena durante la stagione del Maggio Fiorentino.

Nel 1999 realizza Harem Suare, ambientato nella sua terra natale, raccontando la tormentata storia d'amore tra la favorita del sultano, Safiye, e l'eunuco Nadir, sullo sfondo della caduta dell'Impero Ottomano.

Nel 2009 intraprende un nuovo progetto cinematografico: dopo aver scritto una sceneggiatura a quattro mani con Ivan Cotroneo, dirige il film Mine vaganti, una commedia che racconta le vicissitudini familiari di una famiglia di Lecce.

Nel 2003 è la volta de La finestra di fronte, interpretato da un nutrito cast che comprende Giovanna Mezzogiorno, Raoul Bova, Filippo Nigro e Massimo Girotti, alla sua ultima interpretazione.

Nel 2001 dirige Le fate ignoranti, interpretato da Margherita Buy e Stefano Accorsi, una commedia agrodolce che affronta temi come l'amicizia e l'omosessualità.

Il 5 novembre 2013 viene pubblicato, da Mondadori, il suo primo romanzo, intitolato Rosso Istanbul.

Nel 2012, invece, cura la regia della Traviata, opera inaugurale della stagione lirica 2012/2013 del Teatro San Carlo a Napoli.

Nel 2007 viene distribuito nelle sale Saturno contro: il film si caratterizza per un cast molto ricco, che comprende Pierfrancesco Favino, Luca Argentero, Filippo Timi, Isabella Ferrari e Ambra Angiolini, oltre a Margherita Buy e a Stefano Accorsi, con i quali aveva già lavorato ne Le fate ignoranti.

Nel 2007 fa parte della giuria della sezione ufficiale della 64ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, in seguito si dedica alla pubblicità, girando uno spot per l'AIRC, l'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, con protagonista Isabella Ferrari.

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

FOTO: Ferzan Özpetek

Il presidente della repubblica Giorgio Napolitano consegna a Özpetek il Premio De Sica nel 2007.

Il presidente della repubblica Giorgio Napolitano consegna a Özpetek il Premio De Sica nel 2007.

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Ferzan Ozpetek e la scena hot della Mezzogiorno: "Giovanna mi disse: "Non tagliare niente""

Ferzan Ozpetek e la scena hot della Mezzogiorno: "Giovanna mi disse: "Non tagliare niente""

Napoli in versione mistery a cavallo tra realtà e immaginazione, riti magici e trasgressioni sociali, fastose case nobiliari, vicoli che nascondono tesori d'arte. Una donna con i suoi segreti, i suoi traumi, le sue ossessioni. E una realistica scena di sesso, di un'audacia mai vista al cinema, interpretata con convinzione e senza pudori da Giovanna Mezzogiorno e Alessandro Borghi: Ferzan Ozpetek torna a puntare sulle emozioni forti e fa centro con Napoli velata, [...]

Ferzan Ozpetek e la scena hot della Mezzogiorno: "Giovanna mi disse: "Non tagliare niente""

Ferzan Ozpetek e la scena hot della Mezzogiorno: "Giovanna mi disse: "Non tagliare niente""

Napoli in versione mistery a cavallo tra realtà e immaginazione, riti magici e trasgressioni sociali, fastose case nobiliari, vicoli che nascondono tesori d'arte. Una donna con i suoi segreti, i suoi traumi, le sue ossessioni. E una realistica scena di sesso, di un'audacia mai vista al cinema, interpretata con convinzione e senza pudori da Giovanna Mezzogiorno e Alessandro Borghi: Ferzan Ozpetek torna a puntare sulle emozioni forti e fa centro con Napoli velata, [...]

&id=HPN_Ferzan+Ozpetek_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Ferzan{{}}Özpetek" alt="" style="display:none;"/> ?>