Franchi Svizzeri

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Tina Cipollari
In rilievo

Tina Cipollari

Franco svizzero

La scheda: Franco svizzero

Il franco svizzero (codice ISO 4217: CHF, in tedesco Schweizer Franken, in francese: franc suisse, in romancio: franc svizzer) è la valuta della Svizzera ed è utilizzato anche nel Principato del Liechtenstein, nell'enclave italiana di Campione d'Italia (insieme all'euro) nonché nell'enclave tedesca di Büsingen am Hochrhein.
Il franco svizzero è diviso in 100 centesimi (francese centimes, tedesco Rappen, romancio raps).
Le banconote sono emesse dalla Banca nazionale svizzera, mentre le monete sono coniate dalla Zecca federale.
Dal 6 settembre 2011, in seguito a diversi anni di continua e drastica svalutazione della moneta europea nei confronti di quella elvetica, passata da 1,59 CHF = 1,00 EUR dell'agosto 2008 a circa 1,03 CHF = 1,00 EUR dell'agosto 2011, la Banca Nazionale Svizzera ha deciso di fissare un valore minimo per il cambio tra le due valute, corrispondente a 1,20 CHF = 1,00 EUR, fino al 15 gennaio 2015, quando è stata resa pubblica, a sorpresa, la decisione di eliminare il valore minimo di cambio tra le due valute.


EVENTI: Franco svizzero

Nel 1907 il diritto di emettere le banconote passò alla neonata Banca Nazionale Svizzera (in qualità di banca centrale), ma nel periodo tra l'istituzione della Banca Nazionale Svizzera e l'inizio delle sue attività non ci fu il tempo sufficiente per la creazione di nuove banconote.

Nel 1907 il diritto di emettere le banconote passò alla neonata Banca Nazionale Svizzera (in qualità di banca centrale), ma nel periodo tra l'istituzione della Banca Nazionale Svizzera e l'inizio delle sue attività non ci fu il tempo sufficiente per la creazione di nuove banconote.

Nel 1907 il diritto di emettere le banconote passò alla neonata Banca Nazionale Svizzera (in qualità di banca centrale), ma nel periodo tra l'istituzione della Banca Nazionale Svizzera e l'inizio delle sue attività non ci fu il tempo sufficiente per la creazione di nuove banconote.

Nel 1907 il diritto di emettere le banconote passò alla neonata Banca Nazionale Svizzera (in qualità di banca centrale), ma nel periodo tra l'istituzione della Banca Nazionale Svizzera e l'inizio delle sue attività non ci fu il tempo sufficiente per la creazione di nuove banconote.

Nel 1909 la ditta Orell Füssli stampò dei biglietti di prova per la Banca Nazionale Svizzera che furono poi immessi in circolazione dal 1911.

Nel 1909 la ditta Orell Füssli stampò dei biglietti di prova per la Banca Nazionale Svizzera che furono poi immessi in circolazione dal 1911.

Nel 1909 la ditta Orell Füssli stampò dei biglietti di prova per la Banca Nazionale Svizzera che furono poi immessi in circolazione dal 1911.

Nel 1909 la ditta Orell Füssli stampò dei biglietti di prova per la Banca Nazionale Svizzera che furono poi immessi in circolazione dal 1911.

Tra il 1803 (Atto di Mediazione) e il 1848 il diritto di emettere moneta tornò di nuovo ai singoli Cantoni, ma con la Costituzione svizzera del 1848, fu attribuito solo alla Confederazione il diritto di battere moneta.

Tra il 1803 (Atto di Mediazione) e il 1848 il diritto di emettere moneta tornò di nuovo ai singoli Cantoni, ma con la Costituzione svizzera del 1848, fu attribuito solo alla Confederazione il diritto di battere moneta.

Tra il 1803 (Atto di Mediazione) e il 1848 il diritto di emettere moneta tornò di nuovo ai singoli Cantoni, ma con la Costituzione svizzera del 1848, fu attribuito solo alla Confederazione il diritto di battere moneta.

Tra il 1803 (Atto di Mediazione) e il 1848 il diritto di emettere moneta tornò di nuovo ai singoli Cantoni, ma con la Costituzione svizzera del 1848, fu attribuito solo alla Confederazione il diritto di battere moneta.

Dal 2004, le monete più vecchie da 20 centesimi emesse tra il 1881 e il 1938 sono state ritirate dalla circolazione poiché non erano riconosciute dai distributori automatici.

Dal 2004, le monete più vecchie da 20 centesimi emesse tra il 1881 e il 1938 sono state ritirate dalla circolazione poiché non erano riconosciute dai distributori automatici.

Dal 2004, le monete più vecchie da 20 centesimi emesse tra il 1881 e il 1938 sono state ritirate dalla circolazione poiché non erano riconosciute dai distributori automatici.

Dal 2004, le monete più vecchie da 20 centesimi emesse tra il 1881 e il 1938 sono state ritirate dalla circolazione poiché non erano riconosciute dai distributori automatici.

Dal 17 maggio 2017 il biglietto da 20 franchi della nona serie è stato, anch'esso, progressivamente messo in circolazione.

Il 18 ottobre 2017 anche il biglietto da 10 franchi è stato messo in circolazione con il tema «Il tempo», mentre dal 22 agosto 2018 è stata distribuita la banconota da 200 franchi con il tema «La materia».

Dal 17 maggio 2017 il biglietto da 20 franchi della nona serie è stato, anch'esso, progressivamente messo in circolazione.

Il 18 ottobre 2017 anche il biglietto da 10 franchi è stato messo in circolazione con il tema «Il tempo», mentre dal 22 agosto 2018 è stata distribuita la banconota da 200 franchi con il tema «La materia».

Dal 17 maggio 2017 il biglietto da 20 franchi della nona serie è stato, anch'esso, progressivamente messo in circolazione.

Il 18 ottobre 2017 anche il biglietto da 10 franchi è stato messo in circolazione con il tema «Il tempo», mentre dal 22 agosto 2018 è stata distribuita la banconota da 200 franchi con il tema «La materia».

Dal 17 maggio 2017 il biglietto da 20 franchi della nona serie è stato, anch'esso, progressivamente messo in circolazione.

Il 18 ottobre 2017 anche il biglietto da 10 franchi è stato messo in circolazione con il tema «Il tempo», mentre dal 22 agosto 2018 è stata distribuita la banconota da 200 franchi con il tema «La materia».

Nel 2005, la Banca Nazionale Svizzera (BNS) ha annunciato che inizierà lo sviluppo della 9ª serie di banconote le cui misure di sicurezza sono già state annunciate.

Nel 2005, la Banca Nazionale Svizzera (BNS) ha annunciato che inizierà lo sviluppo della 9ª serie di banconote le cui misure di sicurezza sono già state annunciate.

Nel 2005, la Banca Nazionale Svizzera (BNS) ha annunciato che inizierà lo sviluppo della 9ª serie di banconote le cui misure di sicurezza sono già state annunciate.

Nel 2005, la Banca Nazionale Svizzera (BNS) ha annunciato che inizierà lo sviluppo della 9ª serie di banconote le cui misure di sicurezza sono già state annunciate.

Dal 13 marzo 2019 è stata emessa la nuova banconota da 1000 franchi, con tema «la parola».

Dal 12 settembre 2019 verrà distribuita la nuova banconota da 100 franchi, con tema «la tradizione umanitaria», che sarà l'ultima della nona serie.

Dal 13 marzo 2019 è stata emessa la nuova banconota da 1000 franchi, con tema «la parola».

Dal 12 settembre 2019 verrà distribuita la nuova banconota da 100 franchi, con tema «la tradizione umanitaria», che sarà l'ultima della nona serie.

Dal 13 marzo 2019 è stata emessa la nuova banconota da 1000 franchi, con tema «la parola».

Dal 12 settembre 2019 verrà distribuita la nuova banconota da 100 franchi, con tema «la tradizione umanitaria», che sarà l'ultima della nona serie.

Dal 13 marzo 2019 è stata emessa la nuova banconota da 1000 franchi, con tema «la parola».

Dal 12 settembre 2019 verrà distribuita la nuova banconota da 100 franchi, con tema «la tradizione umanitaria», che sarà l'ultima della nona serie.

FOTO: Franco svizzero

Moneta commemorativa del 600o anniversario della Battaglia di Laupen - 1939. 5 franchi (AR 835/1000 - 14,97 g). D/ Uomo con fionda R/ Croce svizzera.

Moneta commemorativa del 600o anniversario della Battaglia di Laupen - 1939. 5 franchi (AR 835/1000 - 14,97 g). D/ Uomo con fionda R/ Croce svizzera.

Moneta commemorativa del 600o anniversario della Battaglia di Laupen - 1939. 5 franchi (AR 835/1000 - 14,97 g). D/ Uomo con fionda R/ Croce svizzera.

Moneta commemorativa del 600o anniversario della Battaglia di Laupen - 1939. 5 franchi (AR 835/1000 - 14,97 g). D/ Uomo con fionda R/ Croce svizzera.

Moneta commemorativa del 600o anniversario della Battaglia di Laupen - 1939. 5 franchi (AR 835/1000 - 14,97 g). D/ Uomo con fionda R/ Croce svizzera.

Moneta commemorativa del 600o anniversario della Battaglia di Laupen - 1939. 5 franchi (AR 835/1000 - 14,97 g). D/ Uomo con fionda R/ Croce svizzera.

“Franchi Svizzeri„ non ha prodotto risultati.

Suggerimenti:
Controlla che tutte le parole siano state digitate correttamente.
Prova con parole chiave più generiche o sinonimi.

&id=HPN_Franchi+Svizzeri_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Franchi{{}}svizzeri" alt="" style="display:none;"/> ?>