Francisco Paulino Hermenegildo Te dulo

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Francisco Paulino Hermenegildo Te dulo. Cerca invece Francisco Paulino Hermenegildo Teódulo.

Vedi anche

Theresa May
In rilievo

Theresa May

Caudillo de España

La scheda: Caudillo de España

Francisco Paulino Hermenegildo Teódulo Franco y Bahamonde, solitamente abbreviato in Francisco Franco e conosciuto anche come il Generalísimo de los Ejércitos o il Caudillo de España oppure in riferimento al grado militare Generale Franco (Ferrol, 4 dicembre 1892 – Madrid, 20 novembre 1975), è stato un generale, politico e dittatore spagnolo. Fu l'instauratore, in Spagna, di un regime dittatoriale noto come falangismo o franchismo, parzialmente ispirato al fascismo. Rimase al potere dalla vittoria nella guerra civile spagnola del 1939 fino alla sua morte nel 1975.
Durante la dittatura di Miguel Primo de Rivera (1923-1930), Franco fu promosso al grado di generale all'età di 33 anni, il più giovane in Europa. Di ispirazione conservatrice e monarchica, si oppose strenuamente all'abolizione della monarchia e alla proclamazione della Seconda Repubblica Spagnola nel 1931. Nel 1936, in seguito alle elezioni generali, in cui il Fronte Nazionale Controrivoluzionario perse con un ristretto margine di voti, salì al potere il Fronte Popolare, una coalizione di partiti di sinistra. Intenzionato a rovesciare l'ordine repubblicano, Franco mise in atto con altri generali un colpo di Stato nel luglio seguente, che portò alla sanguinosa guerra civile spagnola. Franco prese rapidamente il comando delle truppe nazionaliste e ottenne l'appoggio della Germania nazista e dell'Italia fascista, mentre la fazione repubblicana fu sostenuta da Unione Sovietica, Messico e Brigate Internazionali. Nel 1939 la guerra terminò con la vittoria dei nazionalisti, e Franco instaurò una dittatura militare, proclamandosi Capo di Stato con il titolo di Caudillo. La Falange, fondata dallo stesso Franco nel 1937, divenne l'unico partito autorizzato, con la messa al bando di tutti gli altri movimenti politici. La dittatura franchista fu caratterizzata da un'ingente repressione degli oppositori politici, con 400.000 vittime stimate e l'uso sistematico di lavori forzati, esecuzioni e campi di concentramento. In politica estera promosse la neutralità della Spagna nella seconda guerra mondiale, seppur supportando indirettamente le forze dell'Asse: permise infatti a navi e sottomarini tedeschi e italiani di attraccare nei porti spagnoli, permise all'Abwehr di operare in territorio iberico e inviò la Divisione Blu a combattere sul fronte orientale contro l'Unione Sovietica. Dopo la guerra, la Spagna franchista si isolò per oltre un decennio, salvo poi aprirsi diplomaticamente nella seconda metà degli anni cinquanta. Durante la Guerra Fredda, Franco fu uno dei più strenui oppositori del comunismo, ricevendo il supporto dai Paesi aderenti alla NATO, seppur senza entrare a farne parte. Poco prima della sua morte, avvenuta nel 1975, nominò Juan Carlos I di Borbone suo successore alla guida del Paese, che riportò l'ordine democratico, nella cornice di una monarchia parlamentare, processo che ebbe il suo momento fondamentale nel referendum sulla ratifica della Costituzione spagnola.


10 febbraio - Ricordiamo le vittime delle foibe - Ma chiariamo una cosa: questo massacro - seppur materialmente compiuto dai partigiani di Tito - resta comunque un'altro bel regalo che ci ha lasciato in eredità il grande statista  Benito Mussolini...!

10 febbraio - Ricordiamo le vittime delle foibe - Ma chiariamo una cosa: questo massacro - seppur materialmente compiuto dai partigiani di Tito - resta comunque un'altro bel regalo che ci ha lasciato in eredità il grande statista Benito Mussolini...!

      . . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . . 10 febbraio - Ricordiamo le vittime delle foibe - Ma chiariamo una cosa: questo massacro - seppur materialmente compiuto dai partigiani di Tito - resta comunque un'altro bel regalo che ci ha lasciato in eredità il grande statista  Benito Mussolini...! Vergognoso che qualcuno dica che le foibe siano "un'invenzione dei fascisti". Resta il fatto che le foibe sono colpa dei fascisti...! Un altro [...]

Davvero la casa di Hitler vale così tanto?

Davvero la casa di Hitler vale così tanto?

I neonazi ci vanno in pellegrinaggio e lo stato vuole demolirla, ma la proprietaria...

EVENTI: Caudillo de España

Nel 1933, in seguito alla riforma militare, Franco venne declassato dal primo al ventiquattresimo posto nella graduatoria dei brigadieri, il 17 febbraio dello stesso anno gli fu affidato il comando militare delle Baleari, in questo periodo l'avversione di Franco verso il governo centrale si acuì sensibilmente, essendo stato inviato in una guarnigione a lui poco congeniale.

Nel 1933, in seguito alla riforma militare, Franco venne declassato dal primo al ventiquattresimo posto nella graduatoria dei brigadieri, il 17 febbraio dello stesso anno gli fu affidato il comando militare delle Baleari, in questo periodo l'avversione di Franco verso il governo centrale si acuì sensibilmente, essendo stato inviato in una guarnigione a lui poco congeniale.

Nel 1933, in seguito alla riforma militare, Franco venne declassato dal primo al ventiquattresimo posto nella graduatoria dei brigadieri, il 17 febbraio dello stesso anno gli fu affidato il comando militare delle Baleari, in questo periodo l'avversione di Franco verso il governo centrale si acuì sensibilmente, essendo stato inviato in una guarnigione a lui poco congeniale.

Nel 1933, in seguito alla riforma militare, Franco venne declassato dal primo al ventiquattresimo posto nella graduatoria dei brigadieri, il 17 febbraio dello stesso anno gli fu affidato il comando militare delle Baleari, in questo periodo l'avversione di Franco verso il governo centrale si acuì sensibilmente, essendo stato inviato in una guarnigione a lui poco congeniale.

Nel 1933, in seguito alla riforma militare, Franco venne declassato dal primo al ventiquattresimo posto nella graduatoria dei brigadieri, il 17 febbraio dello stesso anno gli fu affidato il comando militare delle Baleari, in questo periodo l'avversione di Franco verso il governo centrale si acuì sensibilmente, essendo stato inviato in una guarnigione a lui poco congeniale.

Nel 1933, in seguito alla riforma militare, Franco venne declassato dal primo al ventiquattresimo posto nella graduatoria dei brigadieri, il 17 febbraio dello stesso anno gli fu affidato il comando militare delle Baleari, in questo periodo l'avversione di Franco verso il governo centrale si acuì sensibilmente, essendo stato inviato in una guarnigione a lui poco congeniale.

Nel 1933, in seguito alla riforma militare, Franco venne declassato dal primo al ventiquattresimo posto nella graduatoria dei brigadieri, il 17 febbraio dello stesso anno gli fu affidato il comando militare delle Baleari, in questo periodo l'avversione di Franco verso il governo centrale si acuì sensibilmente, essendo stato inviato in una guarnigione a lui poco congeniale.

Nel 1955 la Spagna venne ammessa nelle Nazioni Unite, e furono costruite basi militari statunitensi in territorio iberico.

Nel 1955 la Spagna venne ammessa nelle Nazioni Unite, e furono costruite basi militari statunitensi in territorio iberico.

Nel 1955 la Spagna venne ammessa nelle Nazioni Unite, e furono costruite basi militari statunitensi in territorio iberico.

Nel 1955 la Spagna venne ammessa nelle Nazioni Unite, e furono costruite basi militari statunitensi in territorio iberico.

Nel 1955 la Spagna venne ammessa nelle Nazioni Unite, e furono costruite basi militari statunitensi in territorio iberico.

Nel 1955 la Spagna venne ammessa nelle Nazioni Unite, e furono costruite basi militari statunitensi in territorio iberico.

Nel 1955 la Spagna venne ammessa nelle Nazioni Unite, e furono costruite basi militari statunitensi in territorio iberico.

Il 5 febbraio 1932 gli venne affidato il comando della base militare di La Coruña.

Il 5 febbraio 1932 gli venne affidato il comando della base militare di La Coruña.

Il 5 febbraio 1932 gli venne affidato il comando della base militare di La Coruña.

Il 5 febbraio 1932 gli venne affidato il comando della base militare di La Coruña.

Il 5 febbraio 1932 gli venne affidato il comando della base militare di La Coruña.

Il 5 febbraio 1932 gli venne affidato il comando della base militare di La Coruña.

Il 5 febbraio 1932 gli venne affidato il comando della base militare di La Coruña.

Nel 1954 omosessualità e prostituzione divennero reati perseguibili penalmente.

Nel 1954 omosessualità e prostituzione divennero reati perseguibili penalmente.

Nel 1954 omosessualità e prostituzione divennero reati perseguibili penalmente.

Nel 1954 omosessualità e prostituzione divennero reati perseguibili penalmente.

Nel 1954 omosessualità e prostituzione divennero reati perseguibili penalmente.

Nel 1954 omosessualità e prostituzione divennero reati perseguibili penalmente.

Nel 1954 omosessualità e prostituzione divennero reati perseguibili penalmente.

Il 15 febbraio 1935 Franco venne nominato comandante capo della legione spagnola di stanza in Africa e, dal 19 maggio, fu comandante di tutte forze armate.

Il 15 febbraio 1935 Franco venne nominato comandante capo della legione spagnola di stanza in Africa e, dal 19 maggio, fu comandante di tutte forze armate.

Il 15 febbraio 1935 Franco venne nominato comandante capo della legione spagnola di stanza in Africa e, dal 19 maggio, fu comandante di tutte forze armate.

Il 15 febbraio 1935 Franco venne nominato comandante capo della legione spagnola di stanza in Africa e, dal 19 maggio, fu comandante di tutte forze armate.

Il 15 febbraio 1935 Franco venne nominato comandante capo della legione spagnola di stanza in Africa e, dal 19 maggio, fu comandante di tutte forze armate.

Il 15 febbraio 1935 Franco venne nominato comandante capo della legione spagnola di stanza in Africa e, dal 19 maggio, fu comandante di tutte forze armate.

Il 15 febbraio 1935 Franco venne nominato comandante capo della legione spagnola di stanza in Africa e, dal 19 maggio, fu comandante di tutte forze armate.

Nel 1912 si diplomò ufficiale con il ruolo di tenente e due anni dopo partì alla volta del Marocco, dove dal 1909 infuriava una guerra con i nativi.

Nel 1912 si diplomò ufficiale con il ruolo di tenente e due anni dopo partì alla volta del Marocco, dove dal 1909 infuriava una guerra con i nativi.

Nel 1912 si diplomò ufficiale con il ruolo di tenente e due anni dopo partì alla volta del Marocco, dove dal 1909 infuriava una guerra con i nativi.

Nel 1912 si diplomò ufficiale con il ruolo di tenente e due anni dopo partì alla volta del Marocco, dove dal 1909 infuriava una guerra con i nativi.

Nel 1912 si diplomò ufficiale con il ruolo di tenente e due anni dopo partì alla volta del Marocco, dove dal 1909 infuriava una guerra con i nativi.

Nel 1912 si diplomò ufficiale con il ruolo di tenente e due anni dopo partì alla volta del Marocco, dove dal 1909 infuriava una guerra con i nativi.

Nel 1912 si diplomò ufficiale con il ruolo di tenente e due anni dopo partì alla volta del Marocco, dove dal 1909 infuriava una guerra con i nativi.

Il 5 ottobre 1934 ebbe inizio una rivolta promossa dai movimenti comunisti e anarchici.

Il 5 ottobre 1934 ebbe inizio una rivolta promossa dai movimenti comunisti e anarchici.

Il 5 ottobre 1934 ebbe inizio una rivolta promossa dai movimenti comunisti e anarchici.

Il 5 ottobre 1934 ebbe inizio una rivolta promossa dai movimenti comunisti e anarchici.

Il 5 ottobre 1934 ebbe inizio una rivolta promossa dai movimenti comunisti e anarchici.

Il 5 ottobre 1934 ebbe inizio una rivolta promossa dai movimenti comunisti e anarchici.

Il 5 ottobre 1934 ebbe inizio una rivolta promossa dai movimenti comunisti e anarchici.

Nel 1956 fondò la RTVE, lanciando così nel paese iberico la televisione, che dopo pochi anni sarà finanziata direttamente dallo Stato.

Nel 1956 fondò la RTVE, lanciando così nel paese iberico la televisione, che dopo pochi anni sarà finanziata direttamente dallo Stato.

Nel 1956 fondò la RTVE, lanciando così nel paese iberico la televisione, che dopo pochi anni sarà finanziata direttamente dallo Stato.

Nel 1956 fondò la RTVE, lanciando così nel paese iberico la televisione, che dopo pochi anni sarà finanziata direttamente dallo Stato.

Nel 1956 fondò la RTVE, lanciando così nel paese iberico la televisione, che dopo pochi anni sarà finanziata direttamente dallo Stato.

Nel 1956 fondò la RTVE, lanciando così nel paese iberico la televisione, che dopo pochi anni sarà finanziata direttamente dallo Stato.

Nel 1956 fondò la RTVE, lanciando così nel paese iberico la televisione, che dopo pochi anni sarà finanziata direttamente dallo Stato.

Il 19 aprile 1937 Franco si autoproclamò jefe nacional ("capo nazionale") del partito e cinque giorni dopo il saluto falangista a mano alzata fu adottato come saluto ufficiale del regime.

Il 19 aprile 1937 Franco si autoproclamò jefe nacional ("capo nazionale") del partito e cinque giorni dopo il saluto falangista a mano alzata fu adottato come saluto ufficiale del regime.

Il 19 aprile 1937 Franco si autoproclamò jefe nacional ("capo nazionale") del partito e cinque giorni dopo il saluto falangista a mano alzata fu adottato come saluto ufficiale del regime.

Il 19 aprile 1937 Franco si autoproclamò jefe nacional ("capo nazionale") del partito e cinque giorni dopo il saluto falangista a mano alzata fu adottato come saluto ufficiale del regime.

Il 19 aprile 1937 Franco si autoproclamò jefe nacional ("capo nazionale") del partito e cinque giorni dopo il saluto falangista a mano alzata fu adottato come saluto ufficiale del regime.

Il 19 aprile 1937 Franco si autoproclamò jefe nacional ("capo nazionale") del partito e cinque giorni dopo il saluto falangista a mano alzata fu adottato come saluto ufficiale del regime.

Il 19 aprile 1937 Franco si autoproclamò jefe nacional ("capo nazionale") del partito e cinque giorni dopo il saluto falangista a mano alzata fu adottato come saluto ufficiale del regime.

Nel 1914 a soli 21 anni fu promosso a capitano per merito.

Nel 1914 a soli 21 anni fu promosso a capitano per merito.

Nel 1914 a soli 21 anni fu promosso a capitano per merito.

Nel 1914 a soli 21 anni fu promosso a capitano per merito.

Nel 1914 a soli 21 anni fu promosso a capitano per merito.

Nel 1914 a soli 21 anni fu promosso a capitano per merito.

Nel 1914 a soli 21 anni fu promosso a capitano per merito.

Nel 1936, in seguito alle elezioni generali, in cui il Fronte Nazionale Controrivoluzionario perse con un ristretto margine di voti, salì al potere il Fronte Popolare, una coalizione di partiti di sinistra.

Il 20 luglio 1936 José Sanjurjo, capo fino a quel momento dei nazionalisti, morì in un incidente aereo.

Nel 1936, in seguito alle elezioni generali, in cui il Fronte Nazionale Controrivoluzionario perse con un ristretto margine di voti, salì al potere il Fronte Popolare, una coalizione di partiti di sinistra.

Il 20 luglio 1936 José Sanjurjo, capo fino a quel momento dei nazionalisti, morì in un incidente aereo.

Nel 1936, in seguito alle elezioni generali, in cui il Fronte Nazionale Controrivoluzionario perse con un ristretto margine di voti, salì al potere il Fronte Popolare, una coalizione di partiti di sinistra.

Il 20 luglio 1936 José Sanjurjo, capo fino a quel momento dei nazionalisti, morì in un incidente aereo.

Nel 1936, in seguito alle elezioni generali, in cui il Fronte Nazionale Controrivoluzionario perse con un ristretto margine di voti, salì al potere il Fronte Popolare, una coalizione di partiti di sinistra.

Il 20 luglio 1936 José Sanjurjo, capo fino a quel momento dei nazionalisti, morì in un incidente aereo.

Nel 1936, in seguito alle elezioni generali, in cui il Fronte Nazionale Controrivoluzionario perse con un ristretto margine di voti, salì al potere il Fronte Popolare, una coalizione di partiti di sinistra.

Il 20 luglio 1936 José Sanjurjo, capo fino a quel momento dei nazionalisti, morì in un incidente aereo.

Nel 1936, in seguito alle elezioni generali, in cui il Fronte Nazionale Controrivoluzionario perse con un ristretto margine di voti, salì al potere il Fronte Popolare, una coalizione di partiti di sinistra.

Il 20 luglio 1936 José Sanjurjo, capo fino a quel momento dei nazionalisti, morì in un incidente aereo.

Nel 1936, in seguito alle elezioni generali, in cui il Fronte Nazionale Controrivoluzionario perse con un ristretto margine di voti, salì al potere il Fronte Popolare, una coalizione di partiti di sinistra.

Il 20 luglio 1936 José Sanjurjo, capo fino a quel momento dei nazionalisti, morì in un incidente aereo.

Nel 1939 la guerra terminò con la vittoria dei nazionalisti, e Franco instaurò una dittatura militare, proclamandosi Capo di Stato con il titolo di Caudillo.

Nel 1939 furono banditi il Partito Socialista Operaio Spagnolo e la Sinistra Repubblicana di Catalogna, mentre il Partito Comunista di Spagna continuò le propria attività clandestinamente.

Nel 1939 la guerra terminò con la vittoria dei nazionalisti, e Franco instaurò una dittatura militare, proclamandosi Capo di Stato con il titolo di Caudillo.

Nel 1939 furono banditi il Partito Socialista Operaio Spagnolo e la Sinistra Repubblicana di Catalogna, mentre il Partito Comunista di Spagna continuò le propria attività clandestinamente.

Nel 1939 la guerra terminò con la vittoria dei nazionalisti, e Franco instaurò una dittatura militare, proclamandosi Capo di Stato con il titolo di Caudillo.

Nel 1939 furono banditi il Partito Socialista Operaio Spagnolo e la Sinistra Repubblicana di Catalogna, mentre il Partito Comunista di Spagna continuò le propria attività clandestinamente.

Nel 1939 la guerra terminò con la vittoria dei nazionalisti, e Franco instaurò una dittatura militare, proclamandosi Capo di Stato con il titolo di Caudillo.

Nel 1939 furono banditi il Partito Socialista Operaio Spagnolo e la Sinistra Repubblicana di Catalogna, mentre il Partito Comunista di Spagna continuò le propria attività clandestinamente.

Nel 1939 la guerra terminò con la vittoria dei nazionalisti, e Franco instaurò una dittatura militare, proclamandosi Capo di Stato con il titolo di Caudillo.

Nel 1939 furono banditi il Partito Socialista Operaio Spagnolo e la Sinistra Repubblicana di Catalogna, mentre il Partito Comunista di Spagna continuò le propria attività clandestinamente.

Nel 1939 la guerra terminò con la vittoria dei nazionalisti, e Franco instaurò una dittatura militare, proclamandosi Capo di Stato con il titolo di Caudillo.

Nel 1939 furono banditi il Partito Socialista Operaio Spagnolo e la Sinistra Repubblicana di Catalogna, mentre il Partito Comunista di Spagna continuò le propria attività clandestinamente.

Nel 1939 la guerra terminò con la vittoria dei nazionalisti, e Franco instaurò una dittatura militare, proclamandosi Capo di Stato con il titolo di Caudillo.

Nel 1939 furono banditi il Partito Socialista Operaio Spagnolo e la Sinistra Repubblicana di Catalogna, mentre il Partito Comunista di Spagna continuò le propria attività clandestinamente.

Il 29 giugno 1916 subì l'unica ferita grave da lui riportata (all'addome), in un combattimento a El Biutz.

Il 29 giugno 1916 subì l'unica ferita grave da lui riportata (all'addome), in un combattimento a El Biutz.

Il 29 giugno 1916 subì l'unica ferita grave da lui riportata (all'addome), in un combattimento a El Biutz.

Il 29 giugno 1916 subì l'unica ferita grave da lui riportata (all'addome), in un combattimento a El Biutz.

Il 29 giugno 1916 subì l'unica ferita grave da lui riportata (all'addome), in un combattimento a El Biutz.

Il 29 giugno 1916 subì l'unica ferita grave da lui riportata (all'addome), in un combattimento a El Biutz.

Il 29 giugno 1916 subì l'unica ferita grave da lui riportata (all'addome), in un combattimento a El Biutz.

Il 14 aprile 1931 venne proclamata la seconda repubblica, i primi contrasti con il nuovo governo si ebbero quando venne chiusa l'accademia dove Franco era direttore generale: Azaña considerò un affronto il discorso di congedo di Franco ai suoi cadetti, nel quale egli espresse la necessità di maggiore disciplina e rispetto da parte delle autorità.

Il 14 aprile 1931 venne proclamata la seconda repubblica, i primi contrasti con il nuovo governo si ebbero quando venne chiusa l'accademia dove Franco era direttore generale: Azaña considerò un affronto il discorso di congedo di Franco ai suoi cadetti, nel quale egli espresse la necessità di maggiore disciplina e rispetto da parte delle autorità.

Il 14 aprile 1931 venne proclamata la seconda repubblica, i primi contrasti con il nuovo governo si ebbero quando venne chiusa l'accademia dove Franco era direttore generale: Azaña considerò un affronto il discorso di congedo di Franco ai suoi cadetti, nel quale egli espresse la necessità di maggiore disciplina e rispetto da parte delle autorità.

Il 14 aprile 1931 venne proclamata la seconda repubblica, i primi contrasti con il nuovo governo si ebbero quando venne chiusa l'accademia dove Franco era direttore generale: Azaña considerò un affronto il discorso di congedo di Franco ai suoi cadetti, nel quale egli espresse la necessità di maggiore disciplina e rispetto da parte delle autorità.

Il 14 aprile 1931 venne proclamata la seconda repubblica, i primi contrasti con il nuovo governo si ebbero quando venne chiusa l'accademia dove Franco era direttore generale: Azaña considerò un affronto il discorso di congedo di Franco ai suoi cadetti, nel quale egli espresse la necessità di maggiore disciplina e rispetto da parte delle autorità.

Il 14 aprile 1931 venne proclamata la seconda repubblica, i primi contrasti con il nuovo governo si ebbero quando venne chiusa l'accademia dove Franco era direttore generale: Azaña considerò un affronto il discorso di congedo di Franco ai suoi cadetti, nel quale egli espresse la necessità di maggiore disciplina e rispetto da parte delle autorità.

Il 14 aprile 1931 venne proclamata la seconda repubblica, i primi contrasti con il nuovo governo si ebbero quando venne chiusa l'accademia dove Franco era direttore generale: Azaña considerò un affronto il discorso di congedo di Franco ai suoi cadetti, nel quale egli espresse la necessità di maggiore disciplina e rispetto da parte delle autorità.

Nel 1944, un gruppo di veterani repubblicani, che già avevano combattuto contro i nazisti tra le fila della resistenza francese, invase la Val d'Aran, in Catalogna, venendo tuttavia sconfitto dalle truppe governative.

Nel 1944, un gruppo di veterani repubblicani, che già avevano combattuto contro i nazisti tra le fila della resistenza francese, invase la Val d'Aran, in Catalogna, venendo tuttavia sconfitto dalle truppe governative.

Nel 1944, un gruppo di veterani repubblicani, che già avevano combattuto contro i nazisti tra le fila della resistenza francese, invase la Val d'Aran, in Catalogna, venendo tuttavia sconfitto dalle truppe governative.

Nel 1944, un gruppo di veterani repubblicani, che già avevano combattuto contro i nazisti tra le fila della resistenza francese, invase la Val d'Aran, in Catalogna, venendo tuttavia sconfitto dalle truppe governative.

Nel 1944, un gruppo di veterani repubblicani, che già avevano combattuto contro i nazisti tra le fila della resistenza francese, invase la Val d'Aran, in Catalogna, venendo tuttavia sconfitto dalle truppe governative.

Nel 1944, un gruppo di veterani repubblicani, che già avevano combattuto contro i nazisti tra le fila della resistenza francese, invase la Val d'Aran, in Catalogna, venendo tuttavia sconfitto dalle truppe governative.

Nel 1944, un gruppo di veterani repubblicani, che già avevano combattuto contro i nazisti tra le fila della resistenza francese, invase la Val d'Aran, in Catalogna, venendo tuttavia sconfitto dalle truppe governative.

Nel 1968, su pressione della comunità internazionale, Franco concesse l'indipendenza alla Guinea Equatoriale, e l'anno successivo cedette al Marocco l'exclave di Ifni.

Nel 1968, su pressione della comunità internazionale, Franco concesse l'indipendenza alla Guinea Equatoriale, e l'anno successivo cedette al Marocco l'exclave di Ifni.

Nel 1968, su pressione della comunità internazionale, Franco concesse l'indipendenza alla Guinea Equatoriale, e l'anno successivo cedette al Marocco l'exclave di Ifni.

Nel 1968, su pressione della comunità internazionale, Franco concesse l'indipendenza alla Guinea Equatoriale, e l'anno successivo cedette al Marocco l'exclave di Ifni.

Nel 1968, su pressione della comunità internazionale, Franco concesse l'indipendenza alla Guinea Equatoriale, e l'anno successivo cedette al Marocco l'exclave di Ifni.

Nel 1968, su pressione della comunità internazionale, Franco concesse l'indipendenza alla Guinea Equatoriale, e l'anno successivo cedette al Marocco l'exclave di Ifni.

Nel 1968, su pressione della comunità internazionale, Franco concesse l'indipendenza alla Guinea Equatoriale, e l'anno successivo cedette al Marocco l'exclave di Ifni.

Nel 1926 la moglie partorì l'unica figlia, Carmen Franco.

Nel 1926 la moglie partorì l'unica figlia, Carmen Franco.

Nel 1926 la moglie partorì l'unica figlia, Carmen Franco.

Nel 1926 la moglie partorì l'unica figlia, Carmen Franco.

Nel 1926 la moglie partorì l'unica figlia, Carmen Franco.

Nel 1926 la moglie partorì l'unica figlia, Carmen Franco.

Nel 1926 la moglie partorì l'unica figlia, Carmen Franco.

Nel 1969 Franco nominò allora come erede al trono Juan Carlos I di Borbone, che aveva personalmente educato, con il titolo di principe di Spagna.

Nel 1969 Franco nominò allora come erede al trono Juan Carlos I di Borbone, che aveva personalmente educato, con il titolo di principe di Spagna.

Nel 1969 Franco nominò allora come erede al trono Juan Carlos I di Borbone, che aveva personalmente educato, con il titolo di principe di Spagna.

Nel 1969 Franco nominò allora come erede al trono Juan Carlos I di Borbone, che aveva personalmente educato, con il titolo di principe di Spagna.

Nel 1969 Franco nominò allora come erede al trono Juan Carlos I di Borbone, che aveva personalmente educato, con il titolo di principe di Spagna.

Nel 1969 Franco nominò allora come erede al trono Juan Carlos I di Borbone, che aveva personalmente educato, con il titolo di principe di Spagna.

Nel 1969 Franco nominò allora come erede al trono Juan Carlos I di Borbone, che aveva personalmente educato, con il titolo di principe di Spagna.

Il 23 ottobre 1940 Franco e Hitler si incontrarono presso Hendaye per discutere la possibilità dell'entrata in guerra della Spagna a fianco delle forze dell'Asse.

Il 19 giugno 1940 Franco inviò una lettera a Hitler, mostrandosi pronto a entrare in guerra, ma la richiesta di annessione del Camerun fu nettamente bocciata dal Führer, che voleva utilizzare la colonia africana per il Piano Franco progettò l'invasione di Gibilterra per isolare il Mar Mediterraneo, ma, resosi conto che la colonia britannica era ben fortificata e che una sua invasione avrebbe certamente portato alla dichiarazione di guerra alla Spagna da parte della Gran Bretagna, abbandonò l'idea.

Il 23 ottobre 1940 Franco e Hitler si incontrarono presso Hendaye per discutere la possibilità dell'entrata in guerra della Spagna a fianco delle forze dell'Asse.

Il 19 giugno 1940 Franco inviò una lettera a Hitler, mostrandosi pronto a entrare in guerra, ma la richiesta di annessione del Camerun fu nettamente bocciata dal Führer, che voleva utilizzare la colonia africana per il Piano Franco progettò l'invasione di Gibilterra per isolare il Mar Mediterraneo, ma, resosi conto che la colonia britannica era ben fortificata e che una sua invasione avrebbe certamente portato alla dichiarazione di guerra alla Spagna da parte della Gran Bretagna, abbandonò l'idea.

Il 23 ottobre 1940 Franco e Hitler si incontrarono presso Hendaye per discutere la possibilità dell'entrata in guerra della Spagna a fianco delle forze dell'Asse.

Il 19 giugno 1940 Franco inviò una lettera a Hitler, mostrandosi pronto a entrare in guerra, ma la richiesta di annessione del Camerun fu nettamente bocciata dal Führer, che voleva utilizzare la colonia africana per il Piano Franco progettò l'invasione di Gibilterra per isolare il Mar Mediterraneo, ma, resosi conto che la colonia britannica era ben fortificata e che una sua invasione avrebbe certamente portato alla dichiarazione di guerra alla Spagna da parte della Gran Bretagna, abbandonò l'idea.

Il 23 ottobre 1940 Franco e Hitler si incontrarono presso Hendaye per discutere la possibilità dell'entrata in guerra della Spagna a fianco delle forze dell'Asse.

Il 19 giugno 1940 Franco inviò una lettera a Hitler, mostrandosi pronto a entrare in guerra, ma la richiesta di annessione del Camerun fu nettamente bocciata dal Führer, che voleva utilizzare la colonia africana per il Piano Franco progettò l'invasione di Gibilterra per isolare il Mar Mediterraneo, ma, resosi conto che la colonia britannica era ben fortificata e che una sua invasione avrebbe certamente portato alla dichiarazione di guerra alla Spagna da parte della Gran Bretagna, abbandonò l'idea.

Il 23 ottobre 1940 Franco e Hitler si incontrarono presso Hendaye per discutere la possibilità dell'entrata in guerra della Spagna a fianco delle forze dell'Asse.

Il 19 giugno 1940 Franco inviò una lettera a Hitler, mostrandosi pronto a entrare in guerra, ma la richiesta di annessione del Camerun fu nettamente bocciata dal Führer, che voleva utilizzare la colonia africana per il Piano Franco progettò l'invasione di Gibilterra per isolare il Mar Mediterraneo, ma, resosi conto che la colonia britannica era ben fortificata e che una sua invasione avrebbe certamente portato alla dichiarazione di guerra alla Spagna da parte della Gran Bretagna, abbandonò l'idea.

Il 23 ottobre 1940 Franco e Hitler si incontrarono presso Hendaye per discutere la possibilità dell'entrata in guerra della Spagna a fianco delle forze dell'Asse.

Il 19 giugno 1940 Franco inviò una lettera a Hitler, mostrandosi pronto a entrare in guerra, ma la richiesta di annessione del Camerun fu nettamente bocciata dal Führer, che voleva utilizzare la colonia africana per il Piano Franco progettò l'invasione di Gibilterra per isolare il Mar Mediterraneo, ma, resosi conto che la colonia britannica era ben fortificata e che una sua invasione avrebbe certamente portato alla dichiarazione di guerra alla Spagna da parte della Gran Bretagna, abbandonò l'idea.

Il 23 ottobre 1940 Franco e Hitler si incontrarono presso Hendaye per discutere la possibilità dell'entrata in guerra della Spagna a fianco delle forze dell'Asse.

Il 19 giugno 1940 Franco inviò una lettera a Hitler, mostrandosi pronto a entrare in guerra, ma la richiesta di annessione del Camerun fu nettamente bocciata dal Führer, che voleva utilizzare la colonia africana per il Piano Franco progettò l'invasione di Gibilterra per isolare il Mar Mediterraneo, ma, resosi conto che la colonia britannica era ben fortificata e che una sua invasione avrebbe certamente portato alla dichiarazione di guerra alla Spagna da parte della Gran Bretagna, abbandonò l'idea.

Nel 1920 entrò nei ranghi della neoformata Legione straniera spagnola, di cui fu uno degli ufficiali fondatori, e si distinse per durezza e ferrea disciplina.

Nel 1920 entrò nei ranghi della neoformata Legione straniera spagnola, di cui fu uno degli ufficiali fondatori, e si distinse per durezza e ferrea disciplina.

Nel 1920 entrò nei ranghi della neoformata Legione straniera spagnola, di cui fu uno degli ufficiali fondatori, e si distinse per durezza e ferrea disciplina.

Nel 1920 entrò nei ranghi della neoformata Legione straniera spagnola, di cui fu uno degli ufficiali fondatori, e si distinse per durezza e ferrea disciplina.

Nel 1920 entrò nei ranghi della neoformata Legione straniera spagnola, di cui fu uno degli ufficiali fondatori, e si distinse per durezza e ferrea disciplina.

Nel 1920 entrò nei ranghi della neoformata Legione straniera spagnola, di cui fu uno degli ufficiali fondatori, e si distinse per durezza e ferrea disciplina.

Nel 1920 entrò nei ranghi della neoformata Legione straniera spagnola, di cui fu uno degli ufficiali fondatori, e si distinse per durezza e ferrea disciplina.

Nel 1942, su richiesta del dittatore tedesco, Franco decise di cambiare il fuso orario della Spagna, adeguandolo a quello della confinante Francia: da allora, gli iberici vanno un'ora avanti del tempo solare in inverno e due d'estate per l'ora legale.

Nel 1942, su richiesta del dittatore tedesco, Franco decise di cambiare il fuso orario della Spagna, adeguandolo a quello della confinante Francia: da allora, gli iberici vanno un'ora avanti del tempo solare in inverno e due d'estate per l'ora legale.

Nel 1942, su richiesta del dittatore tedesco, Franco decise di cambiare il fuso orario della Spagna, adeguandolo a quello della confinante Francia: da allora, gli iberici vanno un'ora avanti del tempo solare in inverno e due d'estate per l'ora legale.

Nel 1942, su richiesta del dittatore tedesco, Franco decise di cambiare il fuso orario della Spagna, adeguandolo a quello della confinante Francia: da allora, gli iberici vanno un'ora avanti del tempo solare in inverno e due d'estate per l'ora legale.

Nel 1942, su richiesta del dittatore tedesco, Franco decise di cambiare il fuso orario della Spagna, adeguandolo a quello della confinante Francia: da allora, gli iberici vanno un'ora avanti del tempo solare in inverno e due d'estate per l'ora legale.

Nel 1942, su richiesta del dittatore tedesco, Franco decise di cambiare il fuso orario della Spagna, adeguandolo a quello della confinante Francia: da allora, gli iberici vanno un'ora avanti del tempo solare in inverno e due d'estate per l'ora legale.

Nel 1942, su richiesta del dittatore tedesco, Franco decise di cambiare il fuso orario della Spagna, adeguandolo a quello della confinante Francia: da allora, gli iberici vanno un'ora avanti del tempo solare in inverno e due d'estate per l'ora legale.

Nel 1941 le truppe francesi riportarono diverse vittorie in Nord Africa, riducendo la necessità di supporto da parte degli spagnoli, e Hitler fu molto cauto nell'aprire un nuovo fronte in Europa occidentale poiché stava già sostenendo, con difficoltà, le truppe italiane in Grecia e Jugoslavia.

Nel 1941 le truppe francesi riportarono diverse vittorie in Nord Africa, riducendo la necessità di supporto da parte degli spagnoli, e Hitler fu molto cauto nell'aprire un nuovo fronte in Europa occidentale poiché stava già sostenendo, con difficoltà, le truppe italiane in Grecia e Jugoslavia.

Nel 1941 le truppe francesi riportarono diverse vittorie in Nord Africa, riducendo la necessità di supporto da parte degli spagnoli, e Hitler fu molto cauto nell'aprire un nuovo fronte in Europa occidentale poiché stava già sostenendo, con difficoltà, le truppe italiane in Grecia e Jugoslavia.

Nel 1941 le truppe francesi riportarono diverse vittorie in Nord Africa, riducendo la necessità di supporto da parte degli spagnoli, e Hitler fu molto cauto nell'aprire un nuovo fronte in Europa occidentale poiché stava già sostenendo, con difficoltà, le truppe italiane in Grecia e Jugoslavia.

Nel 1941 le truppe francesi riportarono diverse vittorie in Nord Africa, riducendo la necessità di supporto da parte degli spagnoli, e Hitler fu molto cauto nell'aprire un nuovo fronte in Europa occidentale poiché stava già sostenendo, con difficoltà, le truppe italiane in Grecia e Jugoslavia.

Nel 1941 le truppe francesi riportarono diverse vittorie in Nord Africa, riducendo la necessità di supporto da parte degli spagnoli, e Hitler fu molto cauto nell'aprire un nuovo fronte in Europa occidentale poiché stava già sostenendo, con difficoltà, le truppe italiane in Grecia e Jugoslavia.

Nel 1941 le truppe francesi riportarono diverse vittorie in Nord Africa, riducendo la necessità di supporto da parte degli spagnoli, e Hitler fu molto cauto nell'aprire un nuovo fronte in Europa occidentale poiché stava già sostenendo, con difficoltà, le truppe italiane in Grecia e Jugoslavia.

Venezuela

Ma all'Italia ed allo stato italiano che cosa importa di chi comanderà il Venezuela? . L'Italia è invasa da orde di clandestini e nessuno ci aiuta a toglierli da addosso, ma che ci importa del Venezuela ? perchè non ci pensa il Trump? o il Mosco -wc ? oppure lo Junker ? sono i big del pianeta, hanno sempre una soluzione per tutto. "Se è per gli italiani che si sono stabiliti lì tanto di cappello ! , purtroppo lì di italiani che hanno diritto di voto nella [...]

Rispondi

Sudan: Bashir promette migliori servizi

Sudan: Bashir promette migliori servizi

(ANSA) – ROMA, 4 FEB – Il Presidente del Sudan, Omar al Bashir, ha promesso migliori servizi pubblici nel Paese africano dove da dicembre sono in corso manifestazioni di protesta contro il suo governo. Lo riporta Al Jazeera. Domenica in tre diversi discorsi pubblici Bashir ha promesso maggiore accesso all’acqua potabile, elettricità e servizi sanitari, invitando i giovani sudanesi a partecipare alla costruzione del Paese. “I giovani, per i quali abbiamo [...]

Alfredo alla Scrofa e Parmigiano, charity e lotta agropirateria

Alfredo alla Scrofa e Parmigiano, charity e lotta agropirateria

ROMA – Un gesto d’amore e al contempo di lotta all’italian sounding nella ricetta che più di tutte valorizza il Parmigiano Reggiano e il burro. Ce ne vogliono rispettivamente 70 grammi e 30 grammi per una porzione dell’autentica Fettuccine all’Alfredo, uno degli alfieri della cucina italiana tra i più imitati al mondo. Come accade con l’ingrediente principale, il Parmigiano. Le due eccellenze italiane uniscono le forze il 7 febbraio a Roma, nel [...]

Non solo i Nazisti di Hitler - La selezione della razza nell'America del XX secolo e la soluzione finale contro i Nativi Americani iniziata il 31 gennaio del 1876

Non solo i Nazisti di Hitler - La selezione della razza nell'America del XX secolo e la soluzione finale contro i Nativi Americani iniziata il 31 gennaio del 1876

      . seguiteci sulla pagina Facebook Curiosity  . . Non solo i Nazisti di Hitler - La selezione della razza nell'America del XX secolo e la soluzione finale contro i Nativi Americani iniziata il 31 gennaio del 1876 Il 31 gennaio 1876 gli Stati Uniti ordinano ai Nativi Americani di trasferirsi nelle riserve, quasi tutte le tribù erano state decimate, sconfitte e massacrate e la distruzione dei bisonti le avevano private delle fonti di sostentamento [...]

Plebe briganti ribelli. Bonaparte in Romagna 1796-97 * di Antonio Montanari * CAP. 4 *

Riministoria© Antonio Montanari PLEBE BRIGANTI RIBELLI La Romagna nel 1796-97 e l'invasione di Napoleone Bonaparte di Antonio Montanari Un'opera inedita in versione integrale Capitolo quarto: Politica e religione 4. 1 Il Vangelo secondo Parigi La Giunta di Difesa il 17 marzo si era rivolta a tutto il clero perché non cessasse di predicare "quelle massime di ubbidienza e subordinazione, su cui è appoggiato il Vangelo", e non gettasse "la fiaccola della discordia [...]

Plebe briganti ribelli. Bonaparte in Romagna 1796-97 * di Antonio Montanari * CAP. I *

Riministoria© Antonio Montanari PLEBE BRIGANTI RIBELLI La Romagna nel 1796-97 e l'invasione di Napoleone Bonaparte di Antonio Montanari Un'opera inedita in versione integrale Capitolo primo: L’invasione del 1796 1.1 Giugno ’96: "Si minaccia il Sacco generale" "Ognuno continui tranquillo nell’esercizio de’ proprj impieghi, e mestieri, come se non vi fossero truppe": il cardinal Legato di Bologna Ippolito Vincenti rassicura con queste parole la popolazione, [...]

Plebe briganti ribelli. Bonaparte in Romagna 1796-97 * di Antonio Montanari * CAP. 2 *

Riministoria© Antonio Montanari PLEBE BRIGANTI RIBELLI La Romagna nel 1796-97 e l'invasione di Napoleone Bonaparte di Antonio Montanari Un'opera inedita in versione integrale Capitolo secondo: I "sollevati montanari" 2.1 Gennaio ’97, inutili preparativi di guerra Il 6 novembre a Rimini riprende a funzionare la Guardia Civica che sarà dimessa alla vigilia di Natale. Tra i volontari che partono per Roma c’è anche il marchese Ercolino Bonadrata. Il 9 dicembre, [...]

Plebe briganti ribelli. Bonaparte in Romagna 1796-97 * di Antonio Montanari * NOTE*

iministoria© Antonio Montanari PLEBE BRIGANTI RIBELLI La Romagna nel 1796-97 e l'invasione di Napoleone Bonaparte di Antonio Montanari Un'opera inedita in versione integrale 5. Leggenda delle sigle e nota bibliografica Archivi e biblioteche ASC = Archivio di Stato di Cesena ASR = Archivio Storico Comunale di Rimini, in Archivio Stato di Rimini BGR = Biblioteca Civica Gambalunghiana di Rimini Fondi archivistici e manoscritti AP 502, Lettere Municipalità [...]

FOTO: Caudillo de España

Generalísimo_Franco

Generalísimo_Franco

Generalísimo_Francisco_Franco

Generalísimo_Francisco_Franco

Franco_(dittatore)

Franco_(dittatore)

Francisco_Franco

Francisco_Franco

Francisco_Franco_Bahamonde

Francisco_Franco_Bahamonde

Caudillo_de_España

Caudillo_de_España

Francisco Franco con il fratello Ramon, pioniere dell'aviazione, nel Marocco spagnolo nel 1925.

Francisco Franco con il fratello Ramon, pioniere dell'aviazione, nel Marocco spagnolo nel 1925.

Plebe briganti ribelli. Bonaparte in Romagna 1796-97 * di Antonio Montanari * CAP. 3 *

Riministoria© Antonio Montanari PLEBE BRIGANTI RIBELLI La Romagna nel 1796-97 e l'invasione di Napoleone Bonaparte di Antonio Montanari Un'opera inedita in versione integrale Capitolo terzo: I "sollevati montanari" 3.1 Incursioni a San Mauro e Santarcangelo Circa centocinquanta malviventi "montanari", armati in vari drappelli, il 21 marzo si presentano ai proprietari del Comune di San Mauro e della sua campagna "per averne violentemente dei generi" alimentari: [...]

Plebe briganti ribelli. Bonaparte in Romagna 1796-97 * di Antonio Montanari * INDICE

Riministoria© Antonio Montanari PLEBE BRIGANTI RIBELLI La Romagna nel 1796-97 e l'invasione di Napoleone Bonaparte di Antonio Montanari Un'opera inedita in versione integrale Indice Versione in unico documento web, 2013. Cap. 1. L’invasione del 1796 Cap. 2. L’occupazione del 1797 Cap. 3. I "sollevati montanari" Cap. 4. Politica e religione Per le sigle e la nota bibliografica All'indice * Per il Rimino * Posta Questo è l'unico sito con pagine aggiornate [...]

Leggi razziali, così Mussolini DECISE che gli Ebrei erano senza diritti - Non fatevi prendere in giro: Mussolini non aderì alle leggi razziali, le scrisse e le fece approvare. Mussolini non subì la scelta, la preparò, la propose e la sostenne...!

Leggi razziali, così Mussolini DECISE che gli Ebrei erano senza diritti - Non fatevi prendere in giro: Mussolini non aderì alle leggi razziali, le scrisse e le fece approvare. Mussolini non subì la scelta, la preparò, la propose e la sostenne...!

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .     Leggi razziali, così Mussolini DECISE che gli Ebrei erano senza diritti - Non fatevi prendere in giro: Mussolini non aderì alle leggi razziali, le scrisse e le fece approvare. Mussolini non subì la scelta, la preparò, la propose e la sostenne...!   Leggi razziali, così Mussolini decise che gli ebrei erano senza diritti. Ecco tutti i divieti che anticiparono le deportazioni Ottant'anni fa [...]

Il Sundance 2019 apre con Julianne Moore e Michelle Williams

Il Sundance 2019 apre con Julianne Moore e Michelle Williams

Roma, (askanews) - Julianne Moore e Michelle Williams hanno aperto l'edizione 2019 del Sundance Film Festival, il festival cinematografico dedicato al cinema indipendente ideato da Robert Redford, che si svolge ogni anno a Park City, nello Utah, Stati Uniti. Hanno presentato il film "After the Wedding", remake dell'omonimo film drammatico della danese Susanne Bier del 2006, in cui le due attrici sono protagoniste. Per entrambe, film di questo tipo e il cinema [...]

Bachelet, Maduro ponga fine al disastro

Bachelet, Maduro ponga fine al disastro

(ANSA) – GINEVRA, 25 GEN – Michelle Bachelet, Alto commissario Onu per i Diritti Umani, ha chiesto oggi al governo del Venezuela di “porre fine alla situazione disastrosa” che attraversa il paese, dovuta anzitutto a una “crisi di governance”. “Più di 3 milioni di venezuelani hanno lasciato il paese, e molti altri milioni vivono in condizioni miserabili”, ha detto Bachelet in un comunicato, aggiungendo: “cos’altro ci vuole perché la [...]

Bachelet, inchiesta Onu su Venezuela

Bachelet, inchiesta Onu su Venezuela

(ANSA) – ROMA, 25 GEN – L’Alto commissario Onu per i Diritti Umani, Michelle Bachelet, ha chiesto oggi un’inchiesta indipendente sul presunto uso eccessivo della forza da parte delle forze di sicurezza venezuelane per reprimere le proteste antigovernative: lo riporta il New York Times. L’ex presidente del Cile ha citato notizie di 20 persone uccise e 350 detenute questa settimana. “Sono estremamente preoccupata per il fatto che la situazione in [...]

Libia: Di Battista,Francia la vuole così

Libia: Di Battista,Francia la vuole così

(ANSA) – ROMA, 25 GEN – “Guardate la Libia oggi. Nessuno sostiene che fosse un paradiso sotto Gheddafi, ma non era l’inferno che è adesso, un inferno creato ad hoc dai francesi”. Così Alessandro Di Battista su Fb. “Oggi, a distanza di anni da quella guerra infame – sostiene l’ex deputato M5S – tutti dicono che le bombe sulla Libia non vennero sganciate per i diritti umani violati ma per il petrolio. L’Italia ci ha rimesso. Ci ha rimesso [...]

MotoGp, Marquez e Lorenzo, la Honda presenta il suo dream Team

MotoGp, Marquez e Lorenzo, la Honda presenta il suo dream Team

Madrid (askanews) - Una squadra di marziani con Marc Marquez e Jorge Lorenzo. Così si presenta a Madrid la Honda RC213V con cui cercherà di difendere entrambi i titoli, piloti e costruttori, conquistati nel 2018 in Moto Gp. "Entrambi lotteremo per lo stesso obiettivo. Solo uno vince anche se siamo nella stessa squadra, però all'interno del team entrambi vogliamo il meglio" ha detto Marquez alle prese con l'infortunio alla spalla che ne ha condizionato tutto [...]

Aiuta donne ebree, premiata figlia architetto di Hitler

Aiuta donne ebree, premiata figlia architetto di Hitler

Ha venduto quadri trafugati per finanziare artiste e scienziate

A Mosca i nostalgici di Lenin commemorano la morte dopo 95 anni

A Mosca i nostalgici di Lenin commemorano la morte dopo 95 anni

Mosca (askanews) - Il 21 gennaio del 1924 morì il padre della Rivoluzione d'ottobre Vladimir Lenin. A Mosca nella Piazza Rossa i comunisti e tutti i nostalgici dello statista russo gli hanno reso omaggio nel 95 esimo anniversario della scomparsa con un corteo e deponendo dei fiori davanti al mausoleo a lui dedicato.

&id=HPN_Francisco+Paulino+Hermenegildo+Teódulo_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Francisco{{}}Franco" alt="" style="display:none;"/> ?>