French Marxists

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

In questa categoria: Pablo Picasso

Pablo Diego José Francisco de Paula Juan Nepom...

Jean-Luc Godard

Jean-Luc Godard (Parigi, 3 dicembre 1930) è un...

André Breton

André Breton (Tinchebray, 19 febbraio 1896 –...

François-Noël Babeuf

François-Noël Babeuf, noto anche come Gracco ...

Frédéric Joliot-Curie

Jean Frédéric Joliot-Curie (Parigi, 19 marzo ...

Ousmane Sembène

Ousmane Sembène (Ziguinchor, 1º gennaio 1923 ...

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Sartre

Sartre

Ogni parola ha conseguenze .Ogni silenzio anche.

Le mosche - Jean-Paul Sartre

 (…) ORESTE(accasciato):Dici bene: senza odio. Come senza amore. Tu, avrei potuto amarti. Avrei potuto… Ma che dico? Per amare, per odiare, bisogna darsi. È bello, l'uomo dal sangue ricco, saldamente piantato in mezzo ai suoi beni, che un giorno si dà all'amore, all'odio, e che con sé dà la sua terra, la sua casa e i suoi ricordi. Chi sono, io, e che ho da dare, io? Esisto appena fra i fantasmi che gironzolano oggi per la città, nessuno è più fantasma [...]

Jean-Paul Sartre dal libro "La nausea"

Il mondo... questo grosso essere assurdo. Non ci si poteva nemmeno domandare da dove uscisse fuori, tutto questo, n� come mai esisteva un mondo invece che niente. Non aveva senso, il mondo era presente dappertutto, davanti, dietro. Non c'era stato niente prima di esso. Niente. Non c'era stato un momento in cui esso avrebbe potuto non esistere. Era appunto questo che m'irritava: senza dubbio non c'era alcuna ragione perch� esistesse, questa larva strisciante. Ma [...]

Jean-Paul Sartre dal libro "La nausea"

Jean-Paul Sartre dal libro "La nausea"

Il mondo... questo grosso essere assurdo. Non ci si poteva nemmeno domandare da dove uscisse fuori, tutto questo, né come mai esisteva un mondo invece che niente. Non aveva senso, il mondo era presente dappertutto, davanti, dietro. Non c'era stato niente prima di esso. Niente. Non c'era stato un momento in cui esso avrebbe potuto non esistere. Era appunto questo che m'irritava: senza dubbio non c'era alcuna ragione perché esistesse, questa larva strisciante. Ma [...]

Paul Eluard

"Senza di te non vedo che un desertotra il passato e il presenteci sono state tutte queste morti superate senza far rumorenon ho potuto rompere il muro del mio specchioho dovuto imparare parola per parola la vitacome si dimentica"Paul Eluard

Rubel

Rubel

Le voci che corrono Maximilien Rubel >Maximilien Rubel, Marx, critique du marxisme, préface de Louis Janover, Payot "critique de la politique", 2.000 (premiére èdition: Payot 1974*) "Maximilien Rubel (morto a novant'anni il febbraio del 1996) decise di occuparsi di Marx, al quale si sarebbe poi dedicato tutta la vita, allorquando, durante l'Occupazione, si trovò a tradurre in tedesco degli appelli alla diserzione, che contenevano alcuni riferimenti a Marx, [...]

Paul Eluard

Sui miei quaderni di scolaro Sui miei banchi e sugli alberi Sulla sabbia e sulla neve Io scrivo il tuo nome Su tutte le pagine lette Su tutte le pagine bianche Pietra sangue carta cenere Io scrivo il tuo nome Sulle dorate immagini Sulle armi dei guerrieri Sulla corona dei re Io scrivo il tuo nome Sulla giungla e sul deserto Sui nidi sulle ginestre Sull’eco della mia infanzia Io scrivo il tuo nome Sui prodigi della notte Sul pane bianco dei giorni Sulle stagioni [...]

Jean Paul Gaultier e Beth Ditto introducono una linea di abbigliamento dalle taglie forti

Jean Paul Gaultier e Beth Ditto introducono una linea di abbigliamento dalle taglie forti

Mau_Cox per RED||Carpet Jean Paul Gaultier introduce la nuova collezione dalle taglie forti. Quale testimonial ha scelto? La corpulenta frontwoman dei Gossip, Beth Ditto, con cui ha pensato l'intera collezione. "Jean Paul è il più generoso, una persona positiva, che ama veramente le donne di tutte le dimensioni e età, e sa come farle sentire tutte splendide". A riferirlo, tramite un comunicato stampa, è stata Beth Ditto, appena scelta come testimonial di una [...]

IL MURO di Jean Paul Sartre

IL MURO di Jean Paul Sartre

IL MURO di Jean Paul Sartre Voto da 1 a 5 ( 5 Ottimo ) Ma Sartre era normale? A parte la domanda che viene quasi spontanea leggendo questa serie di racconti a me sono piaciuti particolarmente.

IL MURO di Jean Paul Sartre

IL MURO di Jean Paul Sartre

Voto da 1 a 5 ( 5 Ottimo ) Ma Sartre era normale? A parte la domanda che viene quasi spontanea leggendo questa serie di racconti a me sono piaciuti particolarmente.  

LA NAUSEA di Jean Paul Sartre

LA NAUSEA di Jean Paul Sartre

Voto da 1 a 5 ( 5 Ottimo ) Dopo aver letto Il Muro mi domandavo se Sartre era normale, dopo la Nausea mi pongo sempre la stessa domanda, però confermo la valenza indiscussa del romanzo.  

Erik Satie

Erik Satie

Gymnopédies I-III  e  Gnossiennes I-VI  sono le composizioni più conosciute di Erik Satie, impressionista della musica, pubblicate a Parigi verso la fine del XIX secolo. Come i pittori impressionisti uscivano fuori dagli studi per dipingere all’aperto, così anche i compositori impressionisti rappresentavano la natura comunicandone le "impressioni" in musica. Qui, in luogo della pittura, abbiamo suggestive immagini cinematografiche ad accompagnare le [...]

Il 14 aprile Santo il Papa intellettuale/operaio, drammaturgo che leggeva Sartre ed Hemingway.

Il 14 aprile Santo il Papa intellettuale/operaio, drammaturgo che leggeva Sartre ed Hemingway.

E' una delle grandi figure atipiche del cattolicesimo del Novecento che ben si colloca accanto a quelle di Edith Stein, di Jacques Maritain, di Bernanos e di molte altre minori, quella di Karol Wojtyla. Grandi Spiriti travagliati dal confronto culturale, sociale ed ideologico con i propri tempi, lontani da un itinerario spirituale e vocazionale ordinario, quello normalmente intrapreso da religiosi ed anche laici. Spiriti che debbono anche all'asprezza dei loro [...]

Poesia di Paul Eluard

Di seguito trovate un componimento di Paul Eluard, selezionato dalle raccolte di PoesieRaccontiI giochi di questi bambini curiosi che sono i nostriGiochi semplici che incantano i loro occhiPieni di una febbre che li avvicina e li allontanaDal mondo in cui sognamo di far posto agli altriI giochi di nuvole e d'azzurroDi cortesie e di scorribande alla stregua di un cuorefuturoChe non avrà mai colpeGli occhi di questi fanciulli che sono i nostri occhidi un [...]

Poesia di Paul Eluard

Di seguito trovate un componimento di Paul Eluard, selezionato dalle raccolte di PoesieRaccontiLa curva dei tuoi occhi intorno al cuoreruota un moto di danza e di dolcezza,aureola di tempo, arca notturna e fidae se non so più quello che ho vissutoè perchè non sempre i tuoi occhi mi hanno visto.Foglie di luce e spuma di rugiadacanne del vento, risa profumate,ali che il mondo coprono di luce,navi che il cielo recano ed il mare,caccia dei suoni e fonti dei [...]

Jean Paul Sartre

"L'atto di immaginazione è un atto magico.E' un incantesimo destinato a far apparire l'oggetto al quale si pensa, la cosa che si desidera, in modo da poterne prendere possesso."

&id=HPN_French+Marxists_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Category:French{{}}Marxists" alt="" style="display:none;"/> ?>