French art critics

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Theresa May
In rilievo

Theresa May

deleted

deleted

Charles Baudelaire

Charles Baudelaire Poeta Francese Nasce il 9 aprile del 1821 a Parigi. Muore il 9 aprile  nel1867 Ti Dono Questi Versi Ti dono questi versi, perché se un giorno il mio nome approderà felicemente alle epoche lontane e farà sognare qualche sera i cervelli degli uomini, vascello assecondato da un gran vento, il ricordo di te, pari alle vaghe favole, affatichi il lettore come un timpano, e resti appeso come un fraterno e mistico anello alle mie rime altere; essere [...]

Muzio Clementi-Louis Raffy, 'Pr�lude fun�bre'. Diderot, 'La Religieuse'. ...

Post 882Da molto tempo non rimettevo le mani sul mio organo Farfisa. Notato con piacere che il caldo non ha influito sulla intonazione. Ed ho riaperto il mio antico Raffy, Organistes célèbres et grands maîtres classiques, volume quarto, al “Prélude funèbre” (do minore, andante sostenuto) di Muzio Clementi, dall’aspetto assai curioso dovuto al suo ritmo sincopato che gli conferisce un carattere di una originalità poco comune: sembra dipingere un dolore [...]

Muzio Clementi-Louis Raffy, 'Prélude funèbre'. Diderot, 'La Religieuse'. A che punto sta la musica in Italia.

Post 882Da molto tempo non rimettevo le mani sul mio organo Farfisa. Notato con piacere che il caldo non ha influito sulla intonazione. Ed ho riaperto il mio antico Raffy, Organistes célèbres et grands maîtres classiques, volume quarto, al “Prélude funèbre” (do minore, andante sostenuto) di Muzio Clementi, dall’aspetto assai curioso dovuto al suo ritmo sincopato che gli conferisce un carattere di una originalità poco comune: sembra dipingere un dolore [...]

DIDEROT E L'OMOSESSUALITA'

I due capitoletti di “Uranismo e Unisessualità” che vi presento oggi sono dedicati a due argomenti molto diversi. Il primo riguarda la distinzione tra amor platonico e amicizia platonica e il secondo riguarda il modo usato da Diderot per trattare l’omosessualità. Partiamo dal rapporto tra amor platonico e amicizia platonica. A dire il vero, Raffalovich ragiona in termini apparentemente molto astratti, le sue conclusioni, tuttavia, rinviano a realtà ben [...]

Reversibilità - Baudelaire (I fiori del male)

Reversibilità - Baudelaire (I fiori del male)

Un invito a restare nella nostra vita quotidiana fatta di sofferenza e incompiutezza,restando in un dharma che non guarda dall’alto Angelo di letizia, conosci tu l'angoscia, i singhiozzi, le onte, le accidie, i pentimenti, le notti insonne piene di confusi spaventi, quando gualcito il cuore come un foglio s'affloscia? Angelo di letizia, conosci tu l'angoscia? Angelo di bontà, conosci tu il rancore, i bui spasimi d'odio, le lacrime di fiele, le Vendetta che, [...]

Charles Baudelaire

o mio spirito, agilmente ti muovi e come un nuotatore a suo agio tra le onde solchi la fonda immensità, godendo indicibili e aspre voluttà. Charles Baudelaire tratto da I FIORI DEL MALE Elevazione

Charles Baudelaire

La natura è un tempio dove incerte parole mormorano pilastri che son vivi, una foresta di simboli che l'uomo attraverso nel raggio dei loro sguardi familiari. Charles Baudelaire tratto da Corrispondenze

Charles Baudelaire

Il Poeta è come lui*, principe dei nembi che sta con l'uragano e ride degli arcieri *l'albatro Charles Baudelaire da I FIORI DEL MALE L'albatro

Charles Baudelaire

Charles Baudelaire

Vieni tu dal cielo profondo o sorgi dall'abisso, Bellezza?

deleted

deleted

Vietato ai minori, Gautier, Baudelaire, hashish

Post 833       (Attenzione! Questo post è vietato ai minori. Ma non è istigazione a delinquere)       In vita mia ho fumato tantissimo tra i trenta e i cinquanta anni, e tra i sessanta e i sessantacinque ( i periodi dei matrimoni e quelli di convivenze, brevissime, tra una singlitudine e l’altra). Ma nei periodi di dipendenza ho fumato tutto ciò che v’era, di tabacco, da fumare  (pipa sigari sigarette), tranne mai, sottolineo mai, d’erba. Non me [...]

Papa Francesco e la 'peregrinatio exuviarum" (dance macabre). Laudes vini, Baudelaire, George e Berg

Post 829Dopo i primi atti che dissi populistici di papa Bergoglio misi in guardia (o Dio, misi in guardia, che sono io per mettere in guardia, espressi solo le mie modeste e disincantate considerazioni, di persona remota oramai anni luce dalle beghe delle sette religiose, sui primi atti di un pontificato che si voleva rivoluzionario prima nella dottrina e poi nella prassi, questa di quella logica conseguenza, cattoliche) dai facili entusiasmi dei progressisti, sia [...]

Rimestando Baudelaire, Ludovic Halévy ed Henri Meilhac

Rimestando Baudelaire, Ludovic Halévy ed Henri Meilhac

  Chi mi conosce un po’, o ha letto qualche volta qualche mio scritto, è al corrente di quanto  sia dedita alle…lecite mistificazioni da contaminazione ispiratirice o...ispirativa (termine un po' meno autorevolmente corretto, ma che preferisco). E sa quanto mi piaccia mecurialmente sovvertire, disfacendo poi ogni forma carpita al fine di reimpastarla stregonescamente (adorabile avverbio...) in un' altra, dall’essenza mutata. Ho letto sul blog di [...]

LE FOLIE BAUDELAIRE di Roberto Galasso

LE FOLIE BAUDELAIRE di Roberto Galasso

Voto da 1 a 5 ( 4 Buono )  L'ho trovato un po' ostico, però è molto stimolante e ti porta a leggere gli autori francesi. Ho inserito questo libro impropriamente nella categoria della letteratura francese perché parla esclusivamente di autori e opere francesi.    

LA MONACA di Diderot Denis

LA MONACA di Diderot Denis

Voto da 1 a 5 ( 5 Ottimo ) Non ci dobbiamo limitare a leggere libri contemporanei, io trovo molto interessante anche il settecento e La Monaca di Diderot è da non perdere.

Charles Baudelaire

Spleen Quando il cielo plumbeo e basso grava come un coperchio sullo spirito gemente in preda a lunghi affanni,  e abbracciando l'intero cerchio dell'orizzonte versa in noi un giorno nero più triste della notte; quando la terra è mutata in un'umida prigione, dove la Speranza, come un pipistrello, va battendo contro i muri la sua timida ala e picchia la testa su soffitti marci; quando la pioggia spandendo le sue immense strisce imita le sbarre di un'enorme [...]

L'autore del giorno: Charles Baudelaire

Sempre il mare, uomo libero, amerai! perché il mare è il tuo specchio; tu contempli nell'infinito svolgersi dell'onda l'anima tua, e un abisso è il tuo spirito non meno amaro. Godi nel tuffarti in seno alla tua immagine; l'abbracci con gli occhi e con le braccia, e a volte il cuore si distrae dal tuo suono al suon di questo selvaggio ed indomabile lamento. Discreti e tenebrosi ambedue siete: uomo, nessuno ha mai sondato il fondo dei tuoi abissi; nessuno ha [...]

La musica, Charles Baudelaire,  «I fiori del male»

La musica, Charles Baudelaire, «I fiori del male»

"Spesso la musica mi porta via come fa il mare„ Charles Baudelaire   Da: «I fiori del male»   ... ne seguo il tempo annullando il mio. Ritmi intensi catturano i sensi. Non han più peso i pensieri liberi nel vento. L'anima spuma abbracciata all'immenso.

Ho le braccia a pezzi a forza di abbracciare le nuvole. -- Charles Baudelaire

Ho le braccia a pezzi a forza di abbracciare le nuvole. -- Charles Baudelaire

Questa è una di quelle giornate in cui la mia schizofrenia ( come scrissi ad una persona ) mi tiene saldamente ancorata a se e mi gira e rigira come e quando vuole. E' una di quelle giornate queste,in cui alzando gli occhi in direzione della finestra mi domando il perchè io sia qui...a sorseggiare dopo un caffè amaro ( sono golosa di dolci,ma il caffè che naviga nello zucchero lo detesto) una spremuta di arance che non è poi così tanto buona,che sa di andato [...]

&id=HPN_French+art+critics_" alt="" style="display:none;"/> ?>