Giordano Bruno

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Salemi
In rilievo

Salemi

Giordano Bruno

La scheda: Giordano Bruno

Filippo Bruno, noto con il nome di Giordano Bruno (Nola, 1548 – Roma, 17 febbraio 1600), fu un filosofo, scrittore e frate domenicano del XVI secolo il cui pensiero, inquadrabile nel naturalismo rinascimentale, fondeva le più diverse tradizioni filosofiche — materialismo antico, averroismo, copernicanesimo, lullismo, scotismo, neoplatonismo, ermetismo, mnemotecnica, influssi ebraici e cabalistici — ma ruotava intorno a un'unica idea: l'infinito, inteso come l'universo infinito, effetto di un Dio infinito, fatto d'infiniti mondi, da amare infinitamente.
Il Dio di Giordano Bruno è da un lato trascendente, in quanto supera ineffabilmente la natura, ma nello stesso tempo è immanente, in quanto anima del mondo: in questo senso, Dio e Natura sono un'unica realtà da amare alla follia, in un'inscindibile unità panenteistica di pensiero e materia, in cui dall'infinità di Dio si evince l'infinità del cosmo, e quindi la pluralità dei mondi, l'unità della sostanza, l'etica degli "eroici furori". Questi ipostatizza un Dio-Natura sotto le spoglie dell'Infinito, essendo l'infinitezza la caratteristica fondamentale del divino. Egli fa dire nel dialogo De l'infinito, universo e mondi a Filoteo:
Per queste argomentazioni e per le sue convinzioni sulla Sacra Scrittura, sulla Trinità e sul Cristianesimo, Giordano Bruno, già scomunicato, fu incarcerato, giudicato eretico e quindi condannato al rogo dall'Inquisizione della Chiesa cattolica. Fu arso vivo a piazza Campo de' Fiori il 17 febbraio 1600, durante il pontificato di Clemente VIII.
Ma la sua filosofia sopravvisse alla sua morte, portò all'abbattimento delle barriere tolemaiche, rivelò un universo molteplice e non centralizzato e aprì la strada alla Rivoluzione scientifica: per il suo pensiero Bruno è quindi ritenuto un precursore di alcune idee della cosmologia moderna, come il multiverso, per la sua morte, è considerato un martire del libero pensiero.



Nell'aprile 1576 Bruno è a Genova: scrive che allora, nella chiesa di Santa Maria di Castello, si adorava come reliquia e si faceva baciare ai fedeli la coda dell'asina che portò Gesù a Gerusalemme. Da qui, va poi a Noli (oggi in provincia di Savona, allora Repubblica indipendente), dove per quattro o cinque mesi insegna grammatica ai bambini e cosmografia agli adulti.
Nel 1577 è a Savona, poi a Torino, che giudica deliciosa città ma, non trovandovi impiego, per via fluviale s'indirizza a Venezia, dove alloggia in una locanda nella contrada di Frezzeria, facendovi stampare il suo primo scritto, andato perduto, De' segni de' tempi, «per metter insieme un pocco de danari per potermi sustentar, la qual opera feci veder prima al reverendo padre maestro Remigio de Fiorenza», domenicano del convento dei Santi Giovanni e Paolo.
Ma a Venezia era in corso un'epidemia di peste che aveva fatto decine di migliaia di vittime, anche illustri, come Tiziano, così Bruno va a Padova dove, dietro consiglio di alcuni domenicani, riprende il saio, quindi se ne va a Brescia, dove si ferma nel convento domenicano, qui un monaco, «profeta, gran teologo e poliglotta», sospettato di stregoneria per essersi messo a profetizzare, viene da lui guarito, ritornando a essere - scrive ironicamente Bruno - il solito «asino».

Nell'agosto 1591 Bruno è a Venezia. Che egli sia tornato in Italia spinto dall'offerta di Mocenigo non è affatto sicuro, tant'è che passeranno diversi mesi prima che egli accetti l'ospitalità del patrizio. In quel periodo Bruno, quarantatreenne, non era certo un uomo a cui mancavano i mezzi, anzi, egli era considerato «omo universale», pieno di ingegno e ancora nel pieno del suo momento creativo. A Venezia Bruno si trattenne solo pochi giorni per poi recarsi a Padova e incontrare Besler, il suo copista di Helmstedt. Qui tenne per qualche mese lezioni agli studenti tedeschi che frequentavano quella Università e sperò invano di ottenervi la cattedra di matematica, uno dei possibili motivi per cui Bruno tornò in Italia. Compone anche le Praelectiones geometricae, l'Ars deformationum, il De vinculis in genere, pubblicati postumi, e il De sigillis Hermetis et Ptolomaei et aliorum, andato perduto.
A novembre, con il ritorno di Besler in Germania per motivi familiari, Bruno tornò a Venezia e fu solo verso la fine del marzo 1592 che egli si stabilì in casa del patrizio veneziano, che era interessato alle arti della memoria e alle discipline magiche. Il 21 maggio Bruno informò il Mocenigo di voler tornare a Francoforte per stampare delle sue opere: questi pensò che Bruno cercasse un pretesto per abbandonare le lezioni e il giorno dopo lo fece sequestrare in casa dai suoi servitori. Il giorno successivo, il 23 maggio, Mocenigo presentò all'Inquisizione una denuncia scritta, accusando Bruno di blasfemia, di disprezzare le religioni, di non credere nella Trinità divina e nella transustanziazione, di credere nell'eternità del mondo e nell'esistenza di mondi infiniti, di praticare arti magiche, di credere nella metempsicosi, di negare la verginità di Maria e le punizioni divine.
Quel giorno stesso, la sera del 23 maggio del 1592, Giordano Bruno fu arrestato e tratto nelle carceri dell'Inquisizione di Venezia, in San Domenico a Castello.

Orso d'oro a Charlotte Rampling

Orso d'oro a Charlotte Rampling

(ANSA) – BERLINO, 14 FEB – Il suo fascino distante, pronta a tirarsi indietro se le domande le sembrano poco adeguate, Charlotte Rampling ha ricevuto l’Orso d’oro alla carriera, a Berlino, e qui ha concesso alcuni frammenti della lunga esperienza sui set di registi che del cinema hanno fatto la storia, in una conferenza stampa alla Berlinale. C’è ovviamente anche molto cinema italiano, dal momento che l’attrice britannica ha agli esordi l’incontro [...]

La filosofia morale di Giordano Bruno

L’ultima parte del pensiero bruniano può essere considerata quella relativa alla filosofia morale. La dottrina morale di Bruno è segnata dai dialoghi morali, nei quali si focalizza il tema dell’emergere della moralità dalla natura, destinato al raggiungimento della verità interiore. Il più famoso dei dialoghi morali di Bruno è “De gli eroici furori”, che esprime esaustivamente il quadro della sua concezione. Il fulcro della riflessione di Bruno [...]

EVENTI: Giordano Bruno

Il 20 maggio 1579 s'iscrive all'Università come «Filippo Bruno nolano, professore di teologia sacra».

Nel 1577 è a Savona, poi a Torino, che giudica deliciosa città ma, non trovandovi impiego, per via fluviale s'indirizza a Venezia, dove alloggia in una locanda nella contrada di Frezzeria, facendovi stampare il suo primo scritto, andato perduto, De' segni de' tempi, «per metter insieme un pocco de danari per potermi sustentar, la qual opera feci veder prima al reverendo padre maestro Remigio de Fiorenza», domenicano del convento dei Santi Giovanni e Paolo.

Nel 1576 la sua indipendenza di pensiero e la sua insofferenza verso l'osservanza dei dogmi si manifestò inequivocabilmente: Bruno, discutendo di arianesimo con un frate domenicano, Agostino da Montalcino, ospite nel convento napoletano, sostenne che le opinioni di Ario erano meno perniciose di quel che si riteneva, dichiarando che:.

Il 28 maggio 1586 fa stampare col nome del discepolo Jean Hennequin l'opuscolo antiaristotelico Centum et viginti articuli de natura et mundo adversus peripateticos, partecipando alla successiva pubblica disputa nel Collège de Cambrai, ribadendo le sue critiche alla filosofia aristotelica.

Il 6 ottobre 1586 presenta ricorso al prorettore dell'Accademia, Daniel Hoffmann, contro quella che egli definisce un abuso – perché «chi ha deciso qualcosa senza ascoltare l'altra parte, anche se lo ha fatto giustamente, non è stato giusto» – e una vendetta privata.

Nel 1587 pubblica il De lampade combinatoria lulliana, un commento dell'Ars magna di Raimondo Lullo e il De progressu et lampade venatoria logicorum, commento ai Topica di Aristotele, altri commenti a opere aristoteliche sono i suoi Libri physicorum Aristotelis explanati, testi pubblicati nel 1591.

Il 12 gennaio 1599 è invitato ad abiurare otto proposizioni eretiche, nelle quali si comprendevano la sua negazione della creazione divina, dell'immortalità dell'anima, la sua concezione dell'infinità dell'universo e del movimento della Terra, dotata anche di anima, e di concepire gli astri come angeli.

Il 27 febbraio 1593 Bruno è rinchiuso nelle carceri romane del Palazzo del Sant'Uffizio.

Nel 1591 vedono la luce tre opere, i cosiddetti poemi francofortesi, culmine della ricerca filosofica di Giordano Bruno: il De triplici minimo et mensura ad trium speculativarum scientiarum et multarum activarum artium principia libri V (in cui vi sono delle immagini simili alla tabula recta di Tritemio), De monade, numero et figura liber consequens quinque, il De innumerabilibus, immenso et infigurabili, seu De universo et mundis libri octo.

Nel 1581, a causa della guerra di religione fra cattolici e ugonotti, Bruno lascia Tolosa per Parigi, dove tiene un corso di lezioni sugli attributi di Dio secondo San Tommaso d'Aquino.

Nel 1570 fu ordinato suddiacono, diacono nel 1571, studente di teologia nel 1572 e sacerdote nel 1573, celebrando la sua prima messa nel convento di San Bartolomeo a Campagna, presso Salerno, a quell'epoca appartenente ai Grimaldi principi di Monaco, e nel 1575 si laureò in teologia con due tesi su Tommaso d'Aquino e su Pietro Lombardo.

Nel 1789 Jacobi pubblica per la prima volta ampi estratti in tedesco del De la causa, principio et uno di «questo oscuro scrittore», che aveva però saputo dare un «disegno netto e bello del panteismo».

in che anno mese e giorno venne arsovivo Giordano Bruno

in che anno mese e giorno venne arsovivo Giordano Bruno

"16 febbraio 1600"

Rispondi

Museo di Nola: mostra d’arte Maric per Accumoli.

Museo di Nola: mostra d’arte Maric per Accumoli.

“Archeosolidale”: al Museo di Nola una mostra d’arte e di solidarietà per la terremotata Accumoli.  Dopo la pausa estiva, un rientro molto caldo per il MARIC (Movimento Artistico per il Recupero delle Identità Culturali), impegnatissimo nella corsa finale per raccogliere le ultime risorse necessarie alla donazione di una Casa della Cultura alla cittadina di Accumoli, in via di ricostruzione dopo la distruzione operata dal sisma del 24 agosto 2016 e dalle [...]

Orrore a Nola, violenza su bambina di tre anni

Orrore a Nola, violenza su bambina di tre anni

Orrore a Nola, 23enne arrestato con accuse pesantissime: violenza sessuale nei confronti di una bambina di tre anni.

In fiamme la fabbrica Coconuda di Nola, solidarietà Vladmir luxuria

In fiamme la fabbrica Coconuda di Nola, solidarietà Vladmir luxuria

Vladmir Luxuria profondamente vicina alla famiglia Coconuda, i cui capannoni sono andati a fuoco lunedì 4 giugno intorno alle 21 a causa di un corto circuito. Luxuria testimonial del brand italiano di moda femminile. «L'incendio dello stabilimento di Nola di Coconuda - dice Luxuria - mi addolora profondamente. Mi sento molto vicina alla famiglia che mi ha voluta come testimonial. Sono certa che ritroveranno la forza per andare avanti e risorgere dalle [...]

C. Monti - Introduzione alle Opere latine di Giordano Bruno

C. Monti - Introduzione alle Opere latine di Giordano Bruno

    Introduzione di Carlo Monti a Giordano Bruno "OPERE LATINE. Il triplice minimo e la misura. La monade, il numero e la figura. L'immenso e gli innumerevoli" (UTET, Torino 1980)  - A cura di Nereo Villa - Presentazione Io non credo in Dio perché so che c'è; e non è diverso da quello di Giordano Bruno. È auspicabile che il contenuto di "OPERE LATINE" del Bruno sia studiato e ristudiato da tutti quei frettolosi "esperti", che in questi ultimi quattro secoli [...]

C SILVER- MADDALONI VERSO IL MATCH CON NOLA. LE PAROLE DI COACH PARRILLO

Charlotte Rampling torna al cinema con Hannah

Charlotte Rampling torna al cinema con Hannah

La grande attrice non smette di affascinare con un'altra superba interpretazione

Viva Rampling

Ho sentito in una puntata conclusiva di un programma sulla Mostra di Venezia in onda a Rai Uno un parere un po' polemico di una giornalista sul premio migliore attrice (Coppa Volpi) a Charlotte Rampling.La motivazione del dissenso, espresso comunque con eleganza, è che bisognerebbe premiare i giovani e non i veterani.Non ho visto ancora il film per il quale la Rampling è stata omaggiata, prodotto in Italia.Trattasi di un'attrice bravissima che due anni fa ha [...]

FOTO: Giordano Bruno

Interno della chiesa di San Domenico Maggiore a Napoli, dove Bruno seguì il suo noviziato e fu promosso agli ordini sacri

Interno della chiesa di San Domenico Maggiore a Napoli, dove Bruno seguì il suo noviziato e fu promosso agli ordini sacri

Chiesa di San Bartolomeo a Campagna, dove fra' Giordano celebrò la sua prima messa

Chiesa di San Bartolomeo a Campagna, dove fra' Giordano celebrò la sua prima messa

Roma: Santa Maria sopra Minerva

Roma: Santa Maria sopra Minerva

Portico del Palazzo comunale di Noli, dove Bruno soggiornò per un breve periodo. Sotto il portico una lapide ricorda il soggiorno del filosofo: Giordano Bruno / Prima d'insegnare all'Europa / Le leggi dell'ordine universale / Fu maestro in Noli / Di grammatica e cosmografia

Portico del Palazzo comunale di Noli, dove Bruno soggiornò per un breve periodo. Sotto il portico una lapide ricorda il soggiorno del filosofo: Giordano Bruno / Prima d'insegnare all'Europa / Le leggi dell'ordine universale / Fu maestro in Noli / Di grammatica e cosmografia"

Esterno della chiesa di Santa Maria Assunta dei Pignatelli, in Largo Corpo di Napoli, presso il Seggio del Nilo, dove Bruno ambienta il suo Candelaio. Il nome deriva dalla statua del dio Nilo.

Esterno della chiesa di Santa Maria Assunta dei Pignatelli, in Largo Corpo di Napoli, presso il Seggio del Nilo, dove Bruno ambienta il suo Candelaio. Il nome deriva dalla statua del dio Nilo.

Dipinto del 1790 raffigurante la High Street con alcuni college dell'Università di Oxford e in fondo alla curva i campanili delle chiese di St. Mary e All Saints.

Dipinto del 1790 raffigurante la High Street con alcuni college dell'Università di Oxford e in fondo alla curva i campanili delle chiese di St. Mary e All Saints.

Busto marmoreo di Niccolò Copernico, Jordan Park, Cracovia

Busto marmoreo di Niccolò Copernico, Jordan Park, Cracovia

Venezia: vincono Del Toro e l'Italia con Rampling e Nico

Venezia: vincono Del Toro e l'Italia con Rampling e Nico

In un Lido blindato dalla paura di attentati e con molti plumbei film che hanno raccontato ‘l’ombra scura’ sull’America di Trump, prevale il disimpegno, la favola. Neppure i temi di migrazione e ambiente toccano troppo il cuore dei giurati e, alla fine, vince il mistero con il racconto dell’amore, tra un mostro acquatico e una donna delle pulizie, raccontata in THE SHAPE OF WATER di Guillermo Del Toro (SCHEDA ANSA CINEMA) che ottiene un meritato LEONE [...]

Bruno scompare dalla sua casa misteriosamente: "Lo hanno preso gli alieni"

Bruno scompare dalla sua casa misteriosamente: "Lo hanno preso gli alieni"

Un misterioso rapimento che ha scosso gli studiosi di Ufo. Bruno Borges, 24 anni, sarebbe scompraso dalla sua casa in Brasile, un momento tragico, ma tristemente comune in quel Paese dove esistono forze speciali della polizia dedicate a questo vero e proprio business, che riguarda gran parte dell'America latina. In questo caso sembra però che ci sia qualcos'altro dietro. Quando la polizia è andata a ispezionare la camera del ragazzo ha trovato una serie di codici [...]

Ripartendo da Giordano Bruno - N. Villa

Ripartendo da Giordano Bruno - N. Villa

Nereo Villa - Numerologia della Triarticolazione Sociale - 1° capitolo. RIPARTENDO DA GIORDANO BRUNO GIORDANO BRUNI FRATE APOSTATA DA NOLA Giovedì a dì 16 febbraio 1600 hore due di notte fu intimato alla Compagnia che la mattina si dovea far giustizia di un inpenitente; et però alle 6 hore di notte radunati li confortatori e capellano in sant'Orsola, et andati alla carcere di Torre di Nona, entrati nella nostra capella e fatte le solite orazioni, ci fu [...]

incontro con l'autrice a Piazzolla (Nola)

incontro con l'autrice a Piazzolla (Nola)

Bellissimo pomeriggio, il 21 Febbraio, insieme con i bambini dell' istituto comprensivo G. Mameli di Piazzolla (Nola) con mamme e maestre, e la preside Concetta De Crescenzo.  

Giordano Bruno e il suo essere Oltre.CIRCUSpage

Giordano Bruno e il suo essere Oltre.CIRCUSpage

Giordano Bruno   Di maniera che non è un sol mondo, una sola terra, un solo sole [...] Ma se infiniti sono i Mondi e le galassie, l’uomo non può essere il privilegiato del creato. Tantomeno lo è un unico popolo, appartenente alle molteplici e poliedriche razze umane. ''De Infinito'' di Giordano Bruno. Bruciato sul rogo dalla ''santa chiesa di Cristo'' per aver reso testimonianza alla [...]

Giordano Bruno e il suo essere Oltre.CIRCUSpage

  Di maniera che non è un sol mondo, una sola terra, un solo sole […] Ma se infiniti sono i Mondi e le galassie, l’uomo non può essere il privilegiato del creato. Tantomeno lo è un unico popolo, appartenente alle molteplici e poliedriche razze umane. ”De Infinito” di Giordano Bruno. Bruciato sul rogo dalla … Leggi tutto "Giordano Bruno e il suo essere Oltre.CIRCUSpage" L'articolo Giordano Bruno e il suo essere Oltre.CIRCUSpage proviene da CIRCUSpage.

GIORDANO BRUNO - chi era costui?

GIORDANO BRUNO - chi era costui?

Giordano Bruno … come mai lo ricordiamo ancora oggi? Giordano Bruno Il 17 febbraio del 1600, dopo lunghi anni di carcere, di tortura,   a piedi scalzi e con la lingua stretta in una museruola affinché non potesse parlare, un uomo veniva condotto dal carcere del Sant’Uffizio a Piazza Campo dei Fiori per essere bruciato vivo. Quell'uomo si chiamava Giordano Bruno. Ma … come mai la [...]

Il capo dei vigili di Nola sviene in diretta a 'Quinta Colonna'

Il capo dei vigili di Nola sviene in diretta a 'Quinta Colonna'

Un malore in diretta durante ‘Quinta Colonna’, la trasmissione condotta da Paolo Del Debbio su Rete 4. Si parlava dei ‘furbetti del cartellino’. Protagonista del fatto Luigi Maiello, comandante dei vigili di Nola. I carabinieri hanno notificato 63 avvisi di conclusione di indagini nei confronti di altrettanti dipendenti del comune sui casi di assenteismo. Durante un confronto telefonico con il comandante dei vigili di Avellino, Michele Arvonio, Maiello si [...]

Furbetti del cartellino, al Comune di Nola indagato un dipendente su tre

Furbetti del cartellino, al Comune di Nola indagato un dipendente su tre

di Bruna Varriale

San Felice da Nola.

San Felice da Nola.

† Nome: San Felice da Nola Titolo: Confessore e martire Ricorrenza: 14 gennaio S. Felice, sacerdote nolano nacque a Nola nella seconda metà del III secolo da nobile famiglia, fu posto in prigione dai nemici di nostra santa fede, fu liberato da un Angelo, che lo condusse ad un monte, dove diede soccorso a S. Massimo vescovo di Nola, ivi nascosto, e consumato dalla fame e dal freddo. Animava i suoi concittadini alla pazienza nella grave persecuzione, che per [...]

&id=HPN_Giordano+Bruno_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Giordano{{}}Bruno" alt="" style="display:none;"/> ?>