Giorgia Meloni

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Guendalina Tavassi
In rilievo

Guendalina Tavassi

Giorgia Meloni

La scheda: Giorgia Meloni

XVI: - Il Popolo della Libertà
XVII - XVIII: - Fratelli d'Italia
XVI - XVIII: Lazio 2
XVII: Lombardia 3
Giorgia Meloni (Roma, 15 gennaio 1977) è una politica e giornalista italiana. È stata Ministro per la gioventù nel quarto governo Berlusconi, la più giovane della storia repubblicana, e presidente della Giovane Italia, dopo essere stata presidente di Azione Giovani e Azione Studentesca. Non condividendo il supporto dato dal Popolo della Libertà al Governo Monti fonda insieme a Guido Crosetto e Ignazio La Russa il partito Fratelli d'Italia, di cui è presidente dall'8 marzo 2014.


Giorgia Meloni:
Presidente di Fratelli d'Italia:
In carica:
Inizio mandato: 8 marzo 2014
Predecessore: Ignazio La Russa
Ministro per la gioventù:
Durata mandato: 8 maggio 2008 – 16 novembre 2011
Presidente: Silvio Berlusconi
Predecessore: Giovanna Melandri
Successore: Andrea Riccardi (delega alle politiche giovanili)
Vicepresidente della Camera dei deputati:
Durata mandato: 4 maggio 2006 – 28 aprile 2008
Presidente: Fausto Bertinotti
Deputata della Repubblica Italiana:
In carica:
Inizio mandato: 28 aprile 2006
Legislature: XV, XVI, XVII, XVIII
Gruppo parlamentare: XV: - Alleanza Nazionale XVI: - Il Popolo della Libertà XVII - XVIII: - Fratelli d'Italia
Circoscrizione: XV: Lazio 1 XVI - XVIII: Lazio 2 XVII: Lombardia 3
Collegio: XVIII: 7 (Latina)
Dati generali:
Partito politico: Fratelli d'Italia (dal 2012) In precedenza: MSI (1992-1995) AN (1995-2009) PdL (2009-2012)
Tendenza politica: Nazionalismo italiano Populismo di destra Conservatorismo nazionale Destra sociale Patriottismo Sovranismo Liberalismo nazionale Euroscetticismo Anti-immigrazione
Titolo di studio: Diploma di Liceo Linguistico
Professione: Politica, Giornalista
Nel novembre 2012 annuncia la propria candidatura alle primarie del Popolo della Libertà.
A seguito della rinuncia di Berlusconi a fare le primarie, il 20 dicembre 2012 lascia il PdL (confermando però l'alleanza di coalizione) e crea assieme a Guido Crosetto e Ignazio La Russa il nuovo movimento politico di destra Fratelli d'Italia. Eletta alla camera dei deputati nel febbraio 2013, diventa capogruppo alla Camera.
Nel 2013, si è schierata contro le adozioni gay. Nel marzo 2014 diviene presidente di Fratelli d'Italia e ad aprile viene candidata alle Elezioni europee del 2014 come capolista di Fratelli d'Italia in tutte le 5 Circoscrizioni ma il suo partito ottiene solo il 3,7% dei voti non superando la soglia di sbarramento del 4% e quindi anche lei, nonostante le 348 700 preferenze avute, non diventa europarlamentare.
Il 17 giugno 2014 lascia l'incarico di capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera dei deputati a favore di Fabio Rampelli.
Da presidente del partito decide l'alleanza con la Lega Nord di Matteo Salvini, e iniziando con lui diverse campagne politiche contro il governo Renzi, attestando FdI su posizioni euroscettiche.
In seguito alle dimissioni di Giorgio Napolitano, sempre insieme alla Lega Nord candida Vittorio Feltri alla carica di presidente della Repubblica Italiana, nell'elezione che sarà poi vinta da Sergio Mattarella.
Il 4 novembre 2015 fonda il movimento "Terra Nostra - Italiani con Giorgia Meloni", mentre il successivo 8 novembre, insieme al leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, e al segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, partecipa ad una manifestazione a Bologna promossa dall'intera coalizione.
Il 30 gennaio 2016 partecipa al Family Day, dichiarandosi contro il ddl Cirinnà e i diritti delle coppie omosessuali. Allo stesso Family Day la Meloni dichiara di essere incinta del compagno Andrea Giambruno.
Il 15 marzo 2016, dopo un suo iniziale sostegno alla candidatura di Guido Bertolaso, si candida a sindaco di Roma, venendo sostenuta da una coalizione composta da Fratelli d'Italia, Noi con Salvini (emanazione leghista nel centro e sud Italia), Partito Liberale Italiano e due liste civiche: Con Giorgia Meloni Sindaco e Federazione Popolare per la Libertà (costituita da Mario Mauro e Giuseppe Cossiga). Al primo turno ottiene il 20,7% dei consensi (di cui il 12,27% proveniente da FdI), piazzandosi terza dietro a Virginia Raggi e Roberto Giachetti, non riuscendo ad accedere al ballottaggio. Meloni accede comunque al consiglio comunale dove si iscrive al gruppo consiliare "Con Giorgia".
In occasione del Referendum costituzionale sulla riforma Renzi-Boschi, Meloni ha fondato i comitati NO, GRAZIE, partecipando anche a numerosi dibattiti televisivi tra cui uno contro lo stesso Presidente del Consiglio Renzi. Alla vittoria del no (con il 60% dei voti), Meloni ha chiesto le elezioni anticipate e ha negato la fiducia al successivo governo Gentiloni.
Il 2 e il 3 dicembre 2017 a Trieste, si tiene il congresso di Fratelli d'Italia, che vede la riconferma della Meloni a Presidente del partito, oltre che un rinnovo del logo del partito stesso, e l'adesione a FdI da parte di Daniela Santanchè.
In occasione delle elezioni politiche del 2018, rieletta deputata con il centro-destra nel collegio uninominale di Latina, è stata candidata premier per Fratelli d'Italia, all'interno della coalizione di centro-destra, portando il partito a triplicare i propri voti rispetto alle precedenti elezioni politiche, passando così dal 1,9% ad un complessivo 4,3%, divenendo così terzo partito della coalizione di centro destra, e quinto dal punto di vista nazionale. Alle successive consultazioni con il Presidente della Repubblica Mattarella, ha chiesto che l'incarico di formare un nuovo governo sia conferito a Matteo Salvini che in quanto leader del partito che all'interno del centro destra (in quanto prima forza politica del paese) ha ottenuto più voti, ha diritto a divenire il nuovo primo ministro, sebbene la coalizione non abbia la maggioranza assoluta all'interno del Parlamento. Durante la XVIII legislatura è prima firmataria del disegno di legge sulla Introduzione dell'obbligo di installazione di dispositivi per prevenire l'abbandono di bambini nei veicoli chiusi (meglio noti come "seggiolini salva-bebè" o "anti abbandono"), approvato in via definitiva dal Senato il 25 settembre. L'obbligo dei dispositivi salvabebè per il trasporto dei bambini fino a quattro anni d'età entrerà in vigore il 1º luglio 2019.
Si candida come capolista in tutte le circoscrizioni italiane per le elezioni europee e grazie ad un buon risultato del suo partito (6,5% dei consensi) risulta eletta come eurodeputata.

Richard Gere sulla Open Arms, Giorgia Meloni: «Perché non vai ad aiutare i messicani al confine?»

Richard Gere sulla Open Arms, Giorgia Meloni: «Perché non vai ad aiutare i messicani al confine?»

«Tutti spavaldi a casa nostra. #RichardGere perché non vai ad aiutare i messicani a passare il confine? Hai paura ti arrestino come si fa da quelle parti per chi favorisce l'immigrazione clandestina e non ti facciano poi girare film con compensi milionari? Rivoluzionari di cartone». Così ha commentato su twitter Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, l'intervento dell'attore americano Richard Gere a bordo della nave Ong Open Arms al largo di [...]

Richard Gere sulla Open Arms, Giorgia Meloni: «Perché non vai ad aiutare i messicani al confine?»

Richard Gere sulla Open Arms, Giorgia Meloni: «Perché non vai ad aiutare i messicani al confine?»

«Tutti spavaldi a casa nostra. #RichardGere perché non vai ad aiutare i messicani a passare il confine? Hai paura ti arrestino come si fa da quelle parti per chi favorisce l'immigrazione clandestina e non ti facciano poi girare film con compensi milionari? Rivoluzionari di cartone». Così ha commentato su twitter Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, l'intervento dell'attore americano Richard Gere a bordo della nave Ong Open Arms al largo di [...]

EVENTI: Giorgia Meloni

Nel 2000 diviene dirigente nazionale di Azione Giovani.

Nel 1998, dopo aver vinto le primarie di Alleanza Nazionale per l'XI Municipio di Roma, viene eletta consigliere della Provincia di Roma per Alleanza Nazionale, rimanendo in carica fino al 2002.

Nel 2013, si è schierata contro le adozioni gay.

Il 15 giugno 2012 rassegna le dimissioni dalla presidenza del movimento politico giovanile del Popolo della Libertà, Giovane Italia nominando al suo posto Marco Perissa.

Nel 2004 viene eletta presidente di Azione Giovani durante il congresso nazionale di Viterbo, a capo della lista “Figli d'Italia”, diventando la prima presidente donna di un'organizzazione giovanile di destra.

Il 4 novembre 2015 fonda il movimento "Terra Nostra - Italiani con Giorgia Meloni", mentre il successivo 8 novembre, insieme al leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, e al segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, partecipa ad una manifestazione a Bologna promossa dall'intera coalizione.

Il 17 giugno 2014 lascia l'incarico di capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera dei deputati a favore di Fabio Rampelli.

Dal 2006 è giornalista professionista.

Nel 2006, a 29 anni, viene eletta alla Camera dei deputati nella lista di Alleanza Nazionale nel collegio Lazio 1, divenendo la più giovane donna parlamentare della XV Legislatura.

Dal 2006 al 2008 è una dei vicepresidenti della Camera dei deputati.

Nel 2006 ha dichiarato di avere un «rapporto sereno con il fascismo», ha in seguito sostenuto che Mussolini «è un personaggio complesso, va storicizzato», sulle leggi ad personam ha sostenuto che «bisogna contestualizzarle.

Il 30 gennaio 2016 partecipa al Family Day, dichiarandosi contro il ddl Cirinnà e i diritti delle coppie omosessuali.

Nel 2008, poco dopo l'insediamento della XVI Legislatura, diventa, a soli 31 anni, Ministro per la gioventù del Governo Berlusconi IV, mantenendo la presidenza di Azione Giovani.

Nel 1996 diviene responsabile nazionale di Azione Studentesca, il movimento studentesco di Alleanza Nazionale, rappresentando tale movimento in seno al Forum delle associazioni studentesche istituito dal ministero della Pubblica Istruzione.

Richard Gere sulla Open Arms, Giorgia Meloni: «Perché non vai ad aiutare i messicani al confine?»

Richard Gere sulla Open Arms, Giorgia Meloni: «Perché non vai ad aiutare i messicani al confine?»

«Tutti spavaldi a casa nostra. #RichardGere perché non vai ad aiutare i messicani a passare il confine? Hai paura ti arrestino come si fa da quelle parti per chi favorisce l'immigrazione clandestina e non ti facciano poi girare film con compensi milionari? Rivoluzionari di cartone». Così ha commentato su twitter Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, l'intervento dell'attore americano Richard Gere a bordo della nave Ong Open Arms al largo di [...]

Giorgia Meloni: "C'è un disegno dietro l'immigrazione di massa"

Giorgia Meloni: "C'è un disegno dietro l'immigrazione di massa"

Il primo a dirlo fu proprio Matteo Salvini: “Sono convinto che dietro l’immigrazione di massa ci sia un disegno di sostituzione etnica finanziato da gente come Soros”. Adesso, a fare eco a Salvini, è Giorgia Meloni, secondo cui l’obiettivo dell’élite capitalistica è “immettere nel mercato europeo centinaia di migliaia di disperati perchè questo consente di avere manodopera a basso costo”. Secondo la Meloni, quindi, l’obiettivo che si nasconde [...]

Tutta la feccia del fascismo in un semplice esempio: Giorgia Meloni si indigna per lo spazzolone a forma di Trump... Mica si indigna per i bambini che Trump mette in gabbia...!

Tutta la feccia del fascismo in un semplice esempio: Giorgia Meloni si indigna per lo spazzolone a forma di Trump... Mica si indigna per i bambini che Trump mette in gabbia...!

    . . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   Tutta la feccia del fascismo in un semplice esempio: Giorgia Meloni si indigna per lo spazzolone a forma di Trump... Mica si indigna per i bambini che Trump mette in gabbia...! Inorridita, sgomenta, ferita nei sentimenti profondi, quella scopetta per pulire il watercon i capelli di Donald Trump grida vendetta. Al punto da sollecitare l'invocazione: «nessuno della sinistra ha da ridire? E' la [...]

Sea Watch, a Giorgia Meloni insulti choc sui social: «Affondiamo te con un sasso al collo»

Sea Watch, a Giorgia Meloni insulti choc sui social: «Affondiamo te con un sasso al collo»

Gli insulti degli haters non hanno colore: dopo le frasi orribili urlate a Lampedusa alla capitana Carola Rackete, alla quale qualcuno augurava di venire barbaramente stuprata, anche Giorgia Meloni ha ricevuto sui social un trattamento scioccante, dopo aver espresso le sue idee sulla questione della nave Sea Watch che ha monopolizzato le attenzioni dell'opinione pubblica negli ultimi giorni. La leader di Fratelli d'Italia ha postato sul suo profilo Twitter un [...]

Sea Watch, a Giorgia Meloni insulti choc sui social: «Affondiamo te con un sasso al collo»

Sea Watch, a Giorgia Meloni insulti choc sui social: «Affondiamo te con un sasso al collo»

Giorgia Meloni Gli insulti degli haters non hanno colore: dopo le frasi orribili urlate a Lampedusa alla capitana Carola Rackete, alla quale qualcuno augurava di venire barbaramente stuprata, anche Giorgia Meloni ha ricevuto sui social un trattamento scioccante, dopo aver espresso le sue idee sulla questione della nave Sea Watch che ha monopolizzato le attenzioni dell'opinione pubblica negli [...]

Sea Watch, Meloni: «Affondate la nave». Calenda: «Ricoveratela in un Tso»

Sea Watch, Meloni: «Affondate la nave». Calenda: «Ricoveratela in un Tso»

«La nave deve essere affondata», così Giorgia Meloni in un videomessaggio pubblicato su Twitter in merito all'arrivo della Sea Watch al porto di Lampedusa con 42 migranti a bordo. «Allora io adesso mi aspetto che il governo italiano faccia rispettare quelle regole che le ong pensano di poter violare - dice la Meloni - e a norma di diritto internazionale questo significa che la Sea Watch è una nave che deve essere sequestrata, che l'equipaggio deve essere [...]

Sea Watch, Meloni: «Affondate la nave». Calenda: «Ricoveratela in un Tso»

Sea Watch, Meloni: «Affondate la nave». Calenda: «Ricoveratela in un Tso»

«La nave deve essere affondata», così Giorgia Meloni in un videomessaggio pubblicato su Twitter in merito all'arrivo della Sea Watch al porto di Lampedusa con 42 migranti a bordo. «Allora io adesso mi aspetto che il governo italiano faccia rispettare quelle regole che le ong pensano di poter violare - dice la Meloni - e a norma di diritto internazionale questo significa che la Sea Watch è una nave che deve essere sequestrata, che l'equipaggio deve essere [...]

Giorgia Meloni, il divertente fuori programma durante il collegamento a Stasera Italia

Giorgia Meloni, il divertente fuori programma durante il collegamento a Stasera Italia

Un divertente fuori programma, quello di Giorgia Meloni, in collegamento con lo studio di Stasera Italia. Direttamente da casa, la leader di Fratelli d'Italia stava discutendo con i conduttori e con i due ospiti in studio, Maria Giovanna Maglie e Alfonso Pecoraro Scanio. Qualcosa, però, non è andato secondo i piani. Mentre Giorgia Meloni stava parlando in collegamento, all'improvviso si è sentito un grido provenire dalla casa della leader di FdI: si trattava [...]

FOTO: Giorgia Meloni

Giorgia Meloni nel 2006

Giorgia Meloni nel 2006

Giorgia Meloni a Sanremo durante la campagna elettorale per le elezioni europee del 2014

Giorgia Meloni a Sanremo durante la campagna elettorale per le elezioni europee del 2014

Meloni con Matteo Salvini e Silvio Berlusconi nel 2018

Meloni con Matteo Salvini e Silvio Berlusconi nel 2018

deleted

deleted

deleted

deleted

Per la serie "figure di m..da storiche": la Meloni lancia "La sfida dell'anno" un sondaggio per stabilire "chi rappresenta l'anti-italiano" - Il risultato? Per la Gente chi rappresenta gli anti-taliani sono la stessa Meloni e Mussolini...!

Per la serie "figure di m..da storiche": la Meloni lancia "La sfida dell'anno" un sondaggio per stabilire "chi rappresenta l'anti-italiano" - Il risultato? Per la Gente chi rappresenta gli anti-taliani sono la stessa Meloni e Mussolini...!

      . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti .   Per la serie "figure di m..da storiche": la Meloni lancia "La sfida dell'anno" un sondaggio per stabilire "chi rappresenta l'anti-italiano" - Il risultato? Per la Gente chi rappresenta gli anti-taliani sono la stessa Meloni e Mussolini...! Meloni lancia il sondaggio "chi è anti-italiano": vincono lei e Mussolini Autogol social per la leader di Fratelli d'Italia che viene massacrata sul suo [...]

Notre-Dame brucia e i sovranisti fan di Salvini e Meloni esultano: "ai francesi gli sta bene"

Notre-Dame brucia e i sovranisti fan di Salvini e Meloni esultano: "ai francesi gli sta bene"

Mentre Matteo Salvini e Giorgia Meloni sono costretti a mostrare cordoglio per la perdita della Cattedrale, i loro fan hanno ricordato al mondo chi sono davvero Notre Dame C'è da mettersi le mani nei capelli a vedere i commenti ai tweet che Matteo Salvini e Giorgia Meloni hanno dovuto scrivere riguardo il terribile incendio di Notre Dame a Parigi. A quanto sembra, i sovranisti più accaniti non sono abituati a mostrare il minimo segno di [...]

Repubblica presidenziale per Giorgia Meloni

Repubblica presidenziale per Giorgia Meloni Governo Conte si può riscattare: 1. se usa il SIMEC per pagare il reddito di cittadinanza, e 2. quel denaro: per abbassare la pressione fiscale, contrariamente il M5Seghe #sessoFluido? sarà punito! Giorgia Meloni Giorgia Meloni a cuore aperto con Francesca Fagnani Giorgia Meloni Bocciata mozione FdI contro Global Compact, Meluzzi: Sarà invasione! Repubblica presidenziale per Giorgia Meloni ] il [...]

Giorgia Meloni parassita della politica italiana

deleted

deleted

deleted

deleted

La risposta della storica Tarquini alla Meloni che sostiene che la celebrazione del 25 aprile divide gli Italiani: "Il 25 aprile divide? La democrazia nasce dalla sconfitta fascista"

La risposta della storica Tarquini alla Meloni che sostiene che la celebrazione del 25 aprile divide gli Italiani: "Il 25 aprile divide? La democrazia nasce dalla sconfitta fascista"

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   La risposta della storica Tarquini alla Meloni che sostiene che la celebrazione del 25 aprile divide gli Italiani: "Il 25 aprile divide? La democrazia nasce dalla sconfitta fascista" La storica Tarquini: "Il 25 aprile divide? La democrazia nasce dalla sconfitta fascista" Per la studiosa la festa è per forza "divisiva" perché la Liberazione scaturisce dalla "guerra civile". Però avverte: non ci [...]

deleted

deleted

&id=HPN_Giorgia+Meloni_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Giorgia{{}}Meloni" alt="" style="display:none;"/> ?>