Giosuè Alessandro Giuseppe

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Cristina Parodi
In rilievo

Cristina Parodi

Giugno 2018 - Fumetti realizzati dalla Classe 3°A della scuola Carducci di Sestri P. - Soggetto dei fumetti "LA BANDIERA ROSSA SULLA CASA DEL FASCIO"

Giugno 2018 - Fumetti realizzati dalla Classe 3°A della scuola Carducci di Sestri P. - Soggetto dei fumetti "LA BANDIERA ROSSA SULLA CASA DEL FASCIO"

Fumetto 1 Fumetto 2Fumetto 3 Fumetto 4Fumetto 5 Fumetto 6 Fumetto 7        

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

ERASMUS+YEA: IL LOGO MADE IN “CARDUCCI-PAOLILLO”Di;Redazione Speciale News Web 24

ERASMUS+YEA: IL LOGO MADE IN “CARDUCCI-PAOLILLO”Di;Redazione Speciale News Web 24

Team Erasmus Young,Logo Europeo ad Una Scuola Ofantina Si è tenuto a Čakovec, in Croazia, dal 13 al 16 dicembre il primo meeting transnazionale del progetto Erasmus+ “Young Enterpreneurs in Action- YEA” (Giovani Imprenditori in Azione). “Cooperazione per l'innovazione e lo scambio di buone pratiche” e coinvolge cinque paesi: Croazia, paese capofila,  Portogallo, Repubblica Ceca, [...]

Giosuè Carducci

Giosuè Carducci   Nacque il 27 luglio 1835 a Valdicastello nei pressi di Lucca. Morì il 16 febbraio 1907  a Bologna. Fu il primo italiano a ricevere il premio Nobel per la letteratura nel 1906. Il sentimento della vita, con i suoi valori di gloria, amore, bellezza ed eroismo, è senza dubbio la maggior  fonte d'ispirazione del poeta, ma accanto a questo tema, non meno importante è quello del paesaggio,  un paesaggio che non è pittoresco e non è esaltato [...]

Metrica latina, Metrica tedesca, Metrica italiana. Riferimenti a Catullo, Ovidio, Goethe, Foscolo, Carducci, Firpo, Gori

Il distico elegiaco e le goethiane R�mische Elegien    Quando, nel lontano 1984, riuscii a trovare la chiave metrica delle Roemische Elegien di Goethe saltai dalla gioia: il distico elegiaco era reso dal sommo poeta tedesco in modo perfetto, in ci� aiutato dalla struttura della lingua dove numerosissime sono le parole di una o due sillabe, che conferiscono al tedesco la flessibilit� necessaria alla giusta collocazione degli accenti nel tentativo di [...]

QUESTIONI DI STORIOGRAFIA LETTERARIA E PROBLEMI DI PERIODIZZAZIONE DELLA LETTERATURA ITALIANA

-ANNO ACCADEMICO 1998/99- -UNIVERSITA’  DEGLI STUDI DI FIRENZE- -FACOLTA’  DI  “LETTERE E FILOSOFIA”- -DIPARTIMENTO DI  “ITALIANISTICA”- CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN  “ITALIANISTICA” :   QUESTIONI DI STORIOGRAFIA LETTERARIA E PROBLEMI DI PERIODIZZAZIONE DELLA LETTERATURA ITALIANA                      DIRETTORE DEL CORSO DI PERFEZIONAMENTO: CHIAR. MO PROF. ENRICO GHIDETTI. SEDE DELLE LEZIONI: AULA N° 1 DEL DIPARTIMENTO DI [...]

PIetrasanta (LU): Premio Carducci in rosa

PIetrasanta (LU): Premio Carducci in rosa

  Un premio Carducci tutto al femminile. E domenica saranno ben tre gli appuntamenti che celebreranno il riconoscimento. Domenica 27 luglio alle 18 è in programma l'incontro alla libreria Nina con le poetesse vincitrici: per la sezione sotto i 40 anni di età il premio andrà ex equo ad Azzurra D'Agostino per l'opera “Canti di un luogo abbandonato” e a Franca Mancinelli per l'opera “Pasta madre”; premio alla carriera 2014 è invece Anna Maria [...]

Inno a Satana (Carducci)

A te, de l'essere Principio immenso, Materia e spirito, Ragione e senso; Mentre ne' calici Il vin scintilla Sì come l'anima Ne la pupilla; Mentre sorridono La terra e il sole E si ricambiano D'amor parole, E corre un fremito D'imene arcano Da' monti e palpita Fecondo il piano; A te disfrenasi Il verso ardito, Te invoco, o Satana, Re del convito. Via l'aspersorio, Prete, e il tuo metro! No, prete! Satana Non torna indietro! Vedi: la ruggine Rode a Michele Il brando [...]

Vita e opere di Giosuè Carducci

  Trascorse l'infanzia a Bolgheri e Castagneto nella Maremma toscana, ove giunse con la famiglia nel 1838 dal momento che il padre era stato nominato medico condotto. Nel 1848 i Carducci si trasferirono a Castagneto, ma l'anno dopo lasciarono definitivamente la Maremma per tentare maggior fortuna altrove: Firenze, Santa Maria a Monte. Giosuè laureatosi intanto alla Scuola Normale di Pisa, fu chiamato a venticinque anni a tenere la cattedra di letteratura italiana [...]

Secondo Ottocento

Secondo ottocento Quadro di riferimento In campo politico: lotta delle forze democratiche e progressiste contro i governi autoritari. In campo sociale: trionfo della borghesia industriale come ceto dominante prima e ascesa di una nuova classe sociale, il proletariato, dopo, che, presa coscienza dei propri diritti, rivendica una più equa distribuzione della ricchezza. In campo tecnico-scientifico: grandi scoperte scientifiche e nuove tecnologie; decollo [...]

Ca ira (Carducci) parte VI

Su l’ostel di città stendardo nero – Indietro! – dice al sole ed a l’amore: Romba il cannone, nel silenzio fiero, Di minuto in minuto ammonitore.                                  4   Gruppo d’antiche statüe severo Sotto i nunzi incalzantisi con l’ore Sembra il popolo: in tutti uno il pensiero – Perché viva la patria, oggi si muore. –                       8   In conspetto a Danton, pallido, [...]

Ca ira (Carducci)parte IV)

L’un dopo l’altro i messi di sventura Piovon come dal ciel. Longwy cadea. E i fuggitivi da la resa oscura S’affollan polverosi a l’Assemblea.                              4   – Eravamo dispersi in su le mura: A pena ogni due pezzi un uom s’avea: Lavergne disparí ne la paura: L’armi fallían. Che piú far si potea?                              8   – Morir – risponde l’Assemblea seduta. [...]

Ca ira (Carducci)parte II

Son de la terra faticosa i figli Che armati salgon le ideali cime, Gli azzurri cavalier bianchi e vermigli 4Che dal suolo plebeo la Patria esprime. E tu, Kleber, da gli arruffati cigli, Leon ruggente ne le linee prime; E tu via sfolgorante in tra i perigli, 8Lampo di giovinezza, Hoche sublime. Desaix che elegge a sé il dovere e dona Altrui la gloria, e l’onda procellosa 11Di Murat che s’abbatte a una corona; E Marceau che a la morte radïosa Puro i suoi [...]

Ca ira (Carducci) Parte I

Lieto su i colli di Borgogna splende E in val di Marna a le vendemmie il sole: Il riposato suol piccardo attende 4L’aratro che l’inviti a nuova prole. Ma il falcetto su l’uve iroso scende Come una scure, e par che sangue cóle: Nel rosso vespro l’arator protende 8L’occhio vago a le terre inculte e sole, Ed il pungolo vibra in su i mugghianti Quasi che l’asta palleggiasse, e afferra 11La stiva urlando: Avanti, Francia, avanti! Stride l’aratro in solchi [...]

San Martino - Giosuè Carducci

SAN MARTINO La nebbia a gl'irti colli Piovigginando sale, E sotto il maestrale Urla e biancheggia il mar; Ma per le vie del borgo Dal ribollir dè tini Va l'aspro odor de i vini L'anime a rallegrar. Gira su' ceppi accesi Lo spiedo scoppiettando: Sta il cacciator fischiando Su l'uscio a rimirar Tra le rossastre nubi Stormi d'uccelli neri, Com'esuli pensieri Nel vespero migrar.

Lucca: 20 anni di Gaames

Lucca: 20 anni di Gaames

 FEDERICA DI SPILIMBERGO per loschermoTorta con le candeline per Lucca Games che compie vent’anni e diventa sempre più crossmediale. Dal romanzo al videogioco. Dalla televisione, al gioco di ruolo. Tutto il mondo dell’immaginario e della fantasia si ritrova nella sua ‘casa’ dell’ex Campo Balilla per festeggiare i vent’anni di Lucca Games.Il programma è stato presentato questa mattina a Palazzo Orsetti dall’assessore comunale alla Cultura, Alda [...]

Poesia di Giosuè Carducci

Stavolta il testo che vi consiglio è dell'autore Giosuè Carducci.Cosa ne pensate?Tu parli; e, de la voce a la molle auralenta cedendo, si abbandona l'animadel tuo parlar su l'onde carezzevoli,e a strane plaghe naviga.Naviga in un tepor di sole occiduoridente a le cerulee solitudini:tra cielo e mar candidi augelli volano,isole verdi passano,e i templi su le cime ardui lampeggianodi candor pario ne l'occaso roseo,ed i cipressi de la riva fremono,e i mirti densi [...]

Poesia di Giosuè Carducci

Con questo post propongo un pensiero scritto da Giosuè CarducciO tu che dormi là su la fioritaCollina tosca, e ti sta il padre a canto;Non hai tra l'erbe del sepolcro uditaPur ora una gentil voce di pianto?È il fanciulletto mio, che a la romitaTua porta batte: ei che nel grande e santoNome te rinnovava, anch'ei la vitaFugge, o fratel, che a te fu amara tanto.Ahi no! Giocava per le pinte aiole,E arriso pur di vision leggiadreL'ombra l'avvolse, ed a le fredde e [...]

&id=HPN_Giosuè+Alessandro+Giuseppe_" alt="" style="display:none;"/> ?>