Giovanni Francesco Poggio

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Alessandra Amoroso
In rilievo

Alessandra Amoroso

Poggio Bracciolini

La scheda: Poggio Bracciolini

Giovanni Francesco Poggio Bracciolini, nome umanistico Poggius Florentinus (Terranuova, 11 febbraio 1380 – Firenze, 30 ottobre 1459), è stato un umanista e storico italiano. È ricordato per aver rimesso in circolazione, sottraendoli a secoli di oblio, diversi capolavori della letteratura latina, su tutti, il De rerum natura di Lucrezio e l'Institutio oratoria di Quintiliano.


Perché si dice Machiavellico?

Perché si dice Machiavellico?

Perché si dice machiavellico? Il termine “machiavellico” è oggi utilizzato come sinonimo di cinico, freddo e calcolatore, facendo riferimento ad azioni astute e senza scrupoli. Questo aggettivo nasce da un’interpretazione critica della dottrina politica dello storico Nicolò Machiavelli, secondo cui il fine ultimo della stessa dovesse essere la promozione della forza di uno Stato e che ogni mezzo utile per raggiungerlo fosse quindi lecito. Da qui [...]

Carpaccio di polpo con citronette e sedano croccante  Chef Di Andrea Candito

Carpaccio di polpo con citronette e sedano croccante Chef Di Andrea Candito

Carpaccio di polpo con citronette e sedano croccante  Chef Di Andrea Candito Ricetta d’autore Di Andrea Candito ‘  O Munaciello Firenze e Miami Ingredienti 1 polpo 1000/2000 1 costa di sedano Olio q.b. Limone q.b. Sale q.b Pepe q.b. Prezzemolo q.b. Preparazione Cuocete il polpo una quarantina di minuti, raffreddate e avvolgete in maniera ermetica in pellicola alimentare e lasciate in abbattitore per almeno 2 ore. Preparate la citronette con olio sale [...]

EVENTI: Poggio Bracciolini

Nel 1427 Poggio comprò una casa nel paese natale, la "Valdarnina".

Nel 1427 Poggio comprò una casa nel paese natale, la "Valdarnina".

Nel 1427 Poggio comprò una casa nel paese natale, la "Valdarnina".

Nel 1427 Poggio comprò una casa nel paese natale, la "Valdarnina".

Nel 1418 si recò in Inghilterra al seguito del vescovo di Winchester, il cardinale Enrico Beaufort, dove rimase per quattro anni.

Nel 1418 si recò in Inghilterra al seguito del vescovo di Winchester, il cardinale Enrico Beaufort, dove rimase per quattro anni.

Nel 1418 si recò in Inghilterra al seguito del vescovo di Winchester, il cardinale Enrico Beaufort, dove rimase per quattro anni.

Nel 1418 si recò in Inghilterra al seguito del vescovo di Winchester, il cardinale Enrico Beaufort, dove rimase per quattro anni.

Tra il 1452 e il 1453 fu protagonista di un'accesa polemica con Lorenzo Valla in cui, all'interno del comune recupero dell'Antico, si contrapposero concezioni opposte della cultura umanistica: da una parte il metodo filologico e storicizzato e l'esigenza della scientificità e del rigore nell'uso linguistico del latino (Valla), dall'altra l'approccio di Poggio, più entusiastico e incentrato sulla rivalutazione della continuità culturale tra cultura antica e letteratura cristiana e medievale e sul mito della retorica, personificato da Cicerone nella cui figura Poggio Bracciolini cercò una totale immedesimazione stilistica convinto della trasmissibilità attraverso le epoche dell'insegnamento degli antichi.

Tra il 1452 e il 1453 fu protagonista di un'accesa polemica con Lorenzo Valla in cui, all'interno del comune recupero dell'Antico, si contrapposero concezioni opposte della cultura umanistica: da una parte il metodo filologico e storicizzato e l'esigenza della scientificità e del rigore nell'uso linguistico del latino (Valla), dall'altra l'approccio di Poggio, più entusiastico e incentrato sulla rivalutazione della continuità culturale tra cultura antica e letteratura cristiana e medievale e sul mito della retorica, personificato da Cicerone nella cui figura Poggio Bracciolini cercò una totale immedesimazione stilistica convinto della trasmissibilità attraverso le epoche dell'insegnamento degli antichi.

Tra il 1452 e il 1453 fu protagonista di un'accesa polemica con Lorenzo Valla in cui, all'interno del comune recupero dell'Antico, si contrapposero concezioni opposte della cultura umanistica: da una parte il metodo filologico e storicizzato e l'esigenza della scientificità e del rigore nell'uso linguistico del latino (Valla), dall'altra l'approccio di Poggio, più entusiastico e incentrato sulla rivalutazione della continuità culturale tra cultura antica e letteratura cristiana e medievale e sul mito della retorica, personificato da Cicerone nella cui figura Poggio Bracciolini cercò una totale immedesimazione stilistica convinto della trasmissibilità attraverso le epoche dell'insegnamento degli antichi.

Tra il 1452 e il 1453 fu protagonista di un'accesa polemica con Lorenzo Valla in cui, all'interno del comune recupero dell'Antico, si contrapposero concezioni opposte della cultura umanistica: da una parte il metodo filologico e storicizzato e l'esigenza della scientificità e del rigore nell'uso linguistico del latino (Valla), dall'altra l'approccio di Poggio, più entusiastico e incentrato sulla rivalutazione della continuità culturale tra cultura antica e letteratura cristiana e medievale e sul mito della retorica, personificato da Cicerone nella cui figura Poggio Bracciolini cercò una totale immedesimazione stilistica convinto della trasmissibilità attraverso le epoche dell'insegnamento degli antichi.

Nel 1453 si trasferì a Firenze, presso i Medici.

Nel 1453 si trasferì a Firenze, presso i Medici.

Nel 1453 si trasferì a Firenze, presso i Medici.

Nel 1453 si trasferì a Firenze, presso i Medici.

Nel 1423 ritornò in Italia, durante il viaggio verso Roma sostò a Colonia dove riscoprì una copia della Cena Trimalchionis, excerptum dal Satyricon.

Nel 1423 ritornò in Italia, durante il viaggio verso Roma sostò a Colonia dove riscoprì una copia della Cena Trimalchionis, excerptum dal Satyricon.

Nel 1423 ritornò in Italia, durante il viaggio verso Roma sostò a Colonia dove riscoprì una copia della Cena Trimalchionis, excerptum dal Satyricon.

Nel 1423 ritornò in Italia, durante il viaggio verso Roma sostò a Colonia dove riscoprì una copia della Cena Trimalchionis, excerptum dal Satyricon.

Nel 1403, ventitreenne, si recò a Roma con una lettera di presentazione di Salutati.

Nel 1403, ventitreenne, si recò a Roma con una lettera di presentazione di Salutati.

Nel 1403, ventitreenne, si recò a Roma con una lettera di presentazione di Salutati.

Nel 1403, ventitreenne, si recò a Roma con una lettera di presentazione di Salutati.

Nel 1436, all'età di cinquantasei anni, si sposò con la diciottenne Vaggia Buondelmonti (nata Selvaggia di Ghino Buondelmonti), appartenente a una famiglia della nobiltà feudale fiorentina.

Nel 1436, all'età di cinquantasei anni, si sposò con la diciottenne Vaggia Buondelmonti (nata Selvaggia di Ghino Buondelmonti), appartenente a una famiglia della nobiltà feudale fiorentina.

Nel 1436, all'età di cinquantasei anni, si sposò con la diciottenne Vaggia Buondelmonti (nata Selvaggia di Ghino Buondelmonti), appartenente a una famiglia della nobiltà feudale fiorentina.

Nel 1436, all'età di cinquantasei anni, si sposò con la diciottenne Vaggia Buondelmonti (nata Selvaggia di Ghino Buondelmonti), appartenente a una famiglia della nobiltà feudale fiorentina.

Nel 1458 si ritirò a vita privata.

Nel 1458 si ritirò a vita privata.

Nel 1458 si ritirò a vita privata.

Nel 1458 si ritirò a vita privata.

Artista persiana guarda mondo di Dante

Artista persiana guarda mondo di Dante

(ANSA) – FIRENZE, 19 MAR – Si intitola ‘Riflessioni su Dante’, l’installazione d’arte a più tappe di Tannaz Lahiji dal 20 marzo a Firenze dove l’artista persiana vive da oltre dieci anni, e ora ha deciso di rendere omaggio al legame profondo tra la città e la Persia, e in particolare a Dante Alighieri. Il progetto itinerante prevede la collocazione di alcune opere (pittoriche e non) in un percorso che coinvolge Palazzo Vecchio, Museo Casa di [...]

Il mistero della tomba di Dante che si trova a Ravenna

Il mistero della tomba di Dante che si trova a Ravenna

Quando si parla di Dante, la mente corre subito a Firenze. Ma se invece volessimo far visita alla sua tomba, dove dovremmo andare? A dispetto di quel che si pensa, Dante non è sepolto a Firenze. Bensì a Ravenna, città in cui morì nella notte tra il 13 e il 14 settembre 1321. È infatti proprio in Emilia Romagna, che il Sommo Poeta - esiliato dalla sua città natale - trascorse i suoi ultimi anni. Ed è qui che, ancora oggi, è possibile visitare il [...]

Quello che non sapevamo: il genio universale era il Verrocchio

Quello che non sapevamo: il genio universale era il Verrocchio

Firenze (askanews) - Una mostra per ripensare la figura di Andrea Verrocchio alla luce di quanto ha saputo infondere nei suoi contemporanei e allievi, da Leonardo da Vinci al Ghirlandaio, da Botticelli a Lorenzo di Credi, fino al Perugino. Palazzo Strozzi a Firenze celebra un artista che, probabilmente per colpa di alcuni giudizi del Vasari, non è mai stato colto nella sua grandezza. Ma il professor Francesco Caglioti, uno dei curatori dell'esposizione, traccia [...]

Pupi Avanti pensa a un film su Dante

Pupi Avanti pensa a un film su Dante

(ANSA) – BOLOGNA, 7 MAR – Un progetto per un film sulla vita di Dante Alighieri, in vista del settimo centenario della morte, nel 2021. Ne hanno parlato il sindaco di Ravenna Michele De Pascale e il regista Pupi Avati, nello studio di quest’ultimo a Roma. La pellicola si potrebbe concentrare sulla storia del Poeta a Ravenna, a partire dal ‘Trattatello in laude di Dante’ di Giovanni Boccaccio. L’incontro, spiega il Comune romagnolo, è stato [...]

Salario minimo, Pd: "Il 12/3 in Senato"

Salario minimo, Pd: "Il 12/3 in Senato"

(ANSA) – ROMA, 6 MAR – “Nella Commissione Lavoro del Senato martedì 12 marzo cominceranno le audizioni sui diversi disegni di legge (sul salario minimo, ndr). Sarà una prima importante occasione di interlocuzione con i protagonisti del mondo del lavoro”. Lo dice la senatrice Pd Annamaria Parente, vicepresidente della Commissione Lavoro di Palazzo Madama. “Sul salario minimo – aggiunge – il Pd ha presentato proposte, ma come ha detto il segretario [...]

A Boston Botticelli "graphic novelist"

A Boston Botticelli "graphic novelist"

(ANSA) – NEW YORK, 1 MAR – L’Isabella Stewart Garden di Boston rivisita provocatoriamente il canone della storia dell’arte. Sandro Botticelli come “graphic novelist” ante litteram? Nella mostra “Botticelli: Heroines + Heroes”, 8 opere del pittore rinascimentale, tra cui le due “spalliere” create per palazzo Vespucci a Firenze, vengono accostate a 12 pannelli commissionati appositamente al vignettista del New Yorker Karl Stevens. Botticelli nei [...]

Ravenna, identità visiva per morte Dante

Ravenna, identità visiva per morte Dante

(ANSA) – RAVENNA, 1 MAR – Sarà un ‘percorso partecipato’ a permettere di scegliere logo e ‘naming’ di Ravenna nel settimo centenario della morte di Dante Alighieri, che ricorre tra due anni. “Scegliamo insieme l’identità visiva delle celebrazioni”, annuncia il sindaco Michele de Pascale, spiegando che il Comune intende individuare un’identità visiva “capace di trasmettere l’insieme dei valori, delle attività e degli spazi che [...]

Tutte le nomination ai David di Donatello 2019

Tutte le nomination ai David di Donatello 2019

Sono state annunciate le nomination per l’edizione 2019 dei David di Donatello, in programma il prossimo 27 marzo a Roma (diretta Rai Uno). “Dogman” di Matteo Garrone è il film che ha ricevuto più candidature, ben 15, davanti a “Capri-Revolution” di Mario Martone che ne ha ottenute 13. Al terzo posto di questa speciale classifica troviamo, a pari merito a quota 12, “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino e “Loro” di Paolo Sorrentino. Poco [...]

FOTO: Poggio Bracciolini

Raffigurazione di Poggio Bracciolini.

Raffigurazione di Poggio Bracciolini.

Raffigurazione di Poggio Bracciolini.

Raffigurazione di Poggio Bracciolini.

Raffigurazione di Poggio Bracciolini.

Raffigurazione di Poggio Bracciolini.

Lotto...e dintorni, 25 mila visitatori

Lotto...e dintorni, 25 mila visitatori

(ANSA) – MACERATA, 9 FEB – La grande mostra “Lorenzo Lotto. IL richiamo delle Marche” a Macerata va in archivio (domani l’ultimo giorni di apertura) dopo avere superato i 25 mila visitatori e con il varo di un biglietto unico per visitare gli otto centri lotteschi, sparsi sul territorio. Il grande successo di numeri e critica del percorso espositivo maceratese ha rilanciato tutta la rete lottesca marchigiana. “Un progetto culturale di rilievo [...]

Restaurata 'La vecchia' di Giorgione

Restaurata 'La vecchia' di Giorgione

(ANSA) – VENEZIA, 7 FEB – E’ stato presentato, oggi, in anteprima alle Gallerie dell’Accademia di Venezia il restauro de ‘La Vecchia’ di Giorgione. L’opera va in visione al pubblico prima della sua partenza per gli Stati Uniti, dove sarà protagonista di due importanti appuntamenti espositivi presso il Cincinnati Art Museum, Ohio (15 febbraio – 5 maggio) e il Wadsworth Atheneum di Hartford, Connecticut (15 maggio – 4 agosto). “In seguito al [...]

Giulio Romano e la 'stravagante maniera'

Giulio Romano e la 'stravagante maniera'

(ANSA) – ROMA, 06 FEB – La novità assoluta del tratto, fondamentale all’elaborazione del linguaggio manierista; la stretta relazione tra i suoi disegni e gli ambienti reali; e poi il talento come architetto, e una feconda eredità lasciata a tanti artisti che a lui guardarono come un maestro. L’autunno del 2019 a Mantova sarà nel segno di Giulio Romano, grazie alla grande mostra-omaggio “Con nuova e stravagante maniera”, allestita dal 6 ottobre al [...]

Sicilia, vincoli per prestito Antonello

Sicilia, vincoli per prestito Antonello

(ANSA) – PALERMO, 1 FEB – La Regione siciliana pone tre condizioni per prestare a Milano “L’annunciata” di Antonello da Messina in occasione della mostra sul pittore che s’inaugura il 21 febbraio a Palazzo Reale. L’assessore regionale dei Beni culturali, Sebastiano Tusa, ha sottoposto alla giunta la proposta di vincolare il trasferimento temporaneo dell’opera, custodita a Palazzo Abatellis, alle condizioni che “la concessione avvenga in regime di [...]

Mostre: Lotto verso le 20 mila presenze

Mostre: Lotto verso le 20 mila presenze

(ANSA) – ANCONA, 31 GEN – Vola verso le 20 mila presenze la mostra “Lorenzo Lotto. Il richiamo delle Marche” in corso a Macerata fino al 10 febbraio. E da domani, 1 febbraio, prende il via nella Sala degli Svizzeri del Museo Pontificio Santa Casa di Loreto il convegno internazionale di studi “Lorenzo Lotto: contesti, significati, conservazione”. Tre giornate di studi, curate da Enrico Maria Dal Pozzolo e Francesca Coltrinari, promosse dalla Regione [...]

Chi è Madame, la rapper donna classe 2002

Chi è Madame, la rapper donna classe 2002

Si chiama Madame la rapper donna classe 2002 che sta rivoluzionando il mondo del rap, da sempre considerato appannaggio esclusivo degli uomini. Originaria di Creazzo, in provincia di Vicenza, ha esordito nel mondo della musica a soli 16 anni, pubblicando il singolo Anna, che ha conquistato da subito il favore di pubblico e critica. A credere in lei è stato prima di tutto Eiemgei, rapper, ingegnere del suono e produttore di Novara, che insieme agli youtuber Arcade [...]

Lotto...e dintorni, a Monte San Giusto

Lotto...e dintorni, a Monte San Giusto

(ANSA) – mONTE SAN GIUSTO (MACERATA), 29 DIC – Non ci sono solo le splendide sale di Palazzo Buonaccorsi a Macerata per la mostra “Lorenzo Lotto. Il richiamo delle Marche”. Le opere dell’artista veneto si possono ammirare in otto città lottesche, che rappresentano un vero e proprio museo diffuso sul territorio marchigiano. Centri grandi e piccoli come Monte San Giusto (Macerata), dove si trova Palazzo Bonafede, una delle maggiori architetture del [...]

Verso 10mila presenze per mostra Lotto

Verso 10mila presenze per mostra Lotto

(ANSA) – MACERATA, 27 DIC – A due mesi dall’apertura, la mostra “Lorenzo Lotto. Il richiamo delle Marche” sta per toccare quota 10mila presenze. Sono infatti 8.718 le persone che dal 19 ottobre hanno potuto ammirare i capolavori del pittore veneziano, allestiti a Palazzo Buonaccorsi a Macerata. A questi ingressi possono essere sommati i circa 2.500 prenotati, che nei prossimi 50 giorni saranno a Macerata per vedere l’esposizione, tra gruppi organizzati [...]

A Palermo 15 opere Antonello da Messina

A Palermo 15 opere Antonello da Messina

(ANSA) – PALERMO, 14 DIC – Inaugurata a Palermo la mostra dedicata ad Antonello da Messina, a Palazzo Abatellis (che già ospita l'”Annunciata” del pittore del Quattrocento), curata da Giovanni Carlo Federico Villa che parla di “eccezionalità unica”, con l’arrivo dall’Italia e dall’estero di 15 opere: dagli Uffizi è giunto il trittico della “Madonna con Bambino”, il “San Giovanni Battista” e il “San Benedetto”, opera che la [...]

Mostre, a Casa Buonarroti 'Vasimania'

Mostre, a Casa Buonarroti 'Vasimania'

(ANSA) – FIRENZE, 10 DIC – Si intitola ‘Vasimania, dalle Explicationes di Filippo Buonarroti al vaso Medici’, la mostra in programma a ‘Casa Buonarroti’ a Firenze dal 12 dicembre al 28 febbraio. L’esposizione, a cura di Maria Grazia Marzi e Clara Gambaro, permette di ammirare anche il vaso di Eufronio, proveniente dal museo archeologico di Arezzo. Per comprendere il senso dell’iniziativa bisogna guardare al 1726, quando usciva a Firenze il ‘De [...]

&id=HPN_Giovanni+Francesco+Poggio_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Poggio{{}}Bracciolini" alt="" style="display:none;"/> ?>