Giulio Cesare Andrea

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Alessandra Amoroso
In rilievo

Alessandra Amoroso

Julius Evola

La scheda: Julius Evola

Giulio Cesare Andrea Evola, meglio conosciuto come Julius Evola (Roma, 19 maggio 1898 – Roma, 11 giugno 1974), è stato un filosofo, pittore, poeta, scrittore ed esoterista italiano. Fu personalità poliedrica nel panorama culturale italiano del Novecento, in ragione dei suoi molteplici interessi: arte, filosofia, storia, politica, esoterismo, religione, costume, studi sulla razza.
Le sue posizioni si inquadrano nell'ambito di una cultura di tipo aristocratico-tradizionale e di tendenze ideologiche in parte presenti nel fascismo e nel nazionalsocialismo, pur esprimendosi spesso in chiave critica nei confronti dei due regimi. Mussolini ne apprezza alcune impostazioni: in particolare il ritorno alla romanità e una teoria della razza in chiave spirituale. Da parte sua il filosofo nutre una pacata ammirazione nei confronti del Duce.
Evola ha una sua influenza, anche se difficilmente quantificabile, nel variegato mondo della cultura fascista: con lo scopo di indirizzarne l'impostazione culturale ed ideologica verso posizioni più affini al suo pensiero, scrive numerosi saggi, collabora intensamente con riviste e giornali di grande tiratura e partecipa alla vita accademica del suo tempo in veste di conferenziere, sia presso alcune prestigiose università italiane e straniere che nell'ambito dei corsi di mistica fascista.
Ma è lo stesso Evola, nel primo numero della rivista da lui diretta, La Torre, quando espone il suo pensiero sul mondo della tradizione, a sintetizzare la sua posizione verso il fascismo: «Nella misura che il fascismo segua e difenda tali principi, in questa stessa misura noi possiamo considerarci fascisti. E questo è tutto». C'è anche chi ritiene che in sede diplomatica Evola svolgesse missioni ad altissimi livelli per conto dello stesso governo italiano.
Nonostante ciò, le sue idee eterodosse non sempre sono ben accette dalla classe dirigente italiana del tempo e gli valgono la sospensione di alcune pubblicazioni da parte dello stesso PNF e in Germania il sospetto delle gerarchie naziste. Evola contribuisce alla divulgazione in Italia di importanti autori europei del XIX e del XX secolo: Bachofen, Guénon, Jünger, Ortega y Gasset, Spengler, Weininger, traducendo alcune loro opere e pubblicando saggi critici.
La complessità del suo pensiero gli procura, anche dopo la fine della guerra, un grande seguito negli ambienti conservatori italiani ed europei, da quelli più tradizionalisti del neofascismo (Pino Rauti ed Enzo Erra del Centro Studi Ordine Nuovo) fino a quelli rappresentati da esponenti della destra più moderata (Giano Accame, Marcello Veneziani). Le sue opere vengono tradotte e pubblicate in Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Belgio, Grecia, Svizzera, Gran Bretagna, Russia, Stati Uniti, Messico, Canada, Romania, Argentina, Brasile, Ungheria, Polonia, Turchia.


JULIUS EVOLA

Viviamo in una società gynaecocratic? Molto è stato scritto ultimamente in Italia su J.J.Bachofen, un pensatore di Basilea e contemporaneo di Nietzsche, il cui lavoro di genio passata quasi inosservata nel corso della sua vita, ma è particolarmente studiato oggi, soprattutto in Germania. Bachofen si dedicò principalmente all'esplorazione delle antiche civiltà del mondo classico e Mediterraneo, soprattutto nei loro aspetti etico-religiosi, simbolici e [...]

Julius Evola traghettatore della Golden Dawn?

Nell'ultimo numero di SÌ SÌ NO NO (Anno XLI, n. 16, 30 settembre 2015), c'è un articolo su Julius Evola ("Non si può essere evoliani e cattolici ma si può essere evoliani e modernisti") che, pur condivisibile in gran parte delle sue affermazioni, ha un paragrafo ("Coerenza di Evola nel dopoguerra") che inizia così: «Bisogna, però, riconoscere, che Evola è stato uno dei pochi intellettuali di valore ... i quali dopo il crollo del regime fascista non si [...]

EVENTI: Julius Evola

Nel 2009 una serie di scritti di Evola relativi alla scuola di mistica fascista, sono stati pubblicati dall'editore Controcorrente di Napoli, e aiutano in parte a chiarire le posizioni assunte dal filosofo all'interno della suddetta corrente.

Nel 2009 una serie di scritti di Evola relativi alla scuola di mistica fascista, sono stati pubblicati dall'editore Controcorrente di Napoli, e aiutano in parte a chiarire le posizioni assunte dal filosofo all'interno della suddetta corrente.

Nel 1934 appare la sua opera fondamentale, Rivolta contro il mondo moderno, nella quale traccia un affresco della storia letta secondo lo schema ciclico tradizionale delle quattro età: oro, argento, bronzo e ferro nella tradizione occidentale e satya, treta, dvapara e Kali Yuga in quella induista.

Nel 1934 appare la sua opera fondamentale, Rivolta contro il mondo moderno, nella quale traccia un affresco della storia letta secondo lo schema ciclico tradizionale delle quattro età: oro, argento, bronzo e ferro nella tradizione occidentale e satya, treta, dvapara e Kali Yuga in quella induista.

Nel 1937 pubblica Il Mito del Sangue (poi riedito nel 1942) dove ricostruisce le concezioni sulla razza dalle civiltà antiche fino alle teorie del XVIII secolo (de Gobineau, Woltmann, de Lapouge, Chamberlain), contrapponendole alla versione moderna del razzismo biologico di stampo nazionalsocialista.

Nel 1937 pubblica la Introduzione alla quinta edizione italiana dei Protocolli dei savi di Sion, manifestando adesione al feroce e maniacale antisemitismo di Giovanni Preziosi, traduttore ed editore del pamphlet.

Nel 1937 pubblica Il Mito del Sangue (poi riedito nel 1942) dove ricostruisce le concezioni sulla razza dalle civiltà antiche fino alle teorie del XVIII secolo (de Gobineau, Woltmann, de Lapouge, Chamberlain), contrapponendole alla versione moderna del razzismo biologico di stampo nazionalsocialista.

Nel 1937 pubblica la Introduzione alla quinta edizione italiana dei Protocolli dei savi di Sion, manifestando adesione al feroce e maniacale antisemitismo di Giovanni Preziosi, traduttore ed editore del pamphlet.

Nel 1959 esce un testo sul pensiero di Jünger: L'«Operaio» nel pensiero di Ernst Jünger.

Nel 1959 esce un testo sul pensiero di Jünger: L'«Operaio» nel pensiero di Ernst Jünger.

Nel 1958 esce la Metafisica del sesso sulla forza magica e potentissima dell'atto sessuale, attraverso lo studio dei simboli esteso a numerose tradizioni.

Nel 1958 esce la Metafisica del sesso sulla forza magica e potentissima dell'atto sessuale, attraverso lo studio dei simboli esteso a numerose tradizioni.

Nel 1951 l'opera viene poi tradotta in inglese da Harold Edward Musson (Ñāṇavīra Thera) con l'avallo della Pali Society, anche se l'unica fonte che riporta questa informazione è lo stesso Evola: «L'edizione inglese aveva avuto il crisma della Pali Society, noto istituto accademico di studi sul buddhismo delle origini, che aveva riconosciuto la validità della mia trattazione».

Nel 1951 Evola viene arrestato con le accuse di apologia di fascismo e di essere l'ispiratore di alcuni gruppi neofascisti: si tratta del processo ai FAR (Fasci di Azione Rivoluzionaria).

Nel 1951 l'opera viene poi tradotta in inglese da Harold Edward Musson (Ñāṇavīra Thera) con l'avallo della Pali Society, anche se l'unica fonte che riporta questa informazione è lo stesso Evola: «L'edizione inglese aveva avuto il crisma della Pali Society, noto istituto accademico di studi sul buddhismo delle origini, che aveva riconosciuto la validità della mia trattazione».

Nel 1951 Evola viene arrestato con le accuse di apologia di fascismo e di essere l'ispiratore di alcuni gruppi neofascisti: si tratta del processo ai FAR (Fasci di Azione Rivoluzionaria).

Nel 1950 pubblica su Imperium l'opuscolo Orientamenti nel quale vengono sintetizzate in undici punti le sue idee (poi sviluppate nei libri successivi e riedite nel 1970).

Nel 1950 pubblica su Imperium l'opuscolo Orientamenti nel quale vengono sintetizzate in undici punti le sue idee (poi sviluppate nei libri successivi e riedite nel 1970).

Nel 1994 vengono ritrovate presso l'archivio crociano di Napoli sette lettere scritte da Evola a Benedetto Croce (più una, l'ottava, indirizzata all'editore Laterza).

Nel 1994 vengono ritrovate presso l'archivio crociano di Napoli sette lettere scritte da Evola a Benedetto Croce (più una, l'ottava, indirizzata all'editore Laterza).

Nel 1953 pubblica Gli uomini e le rovine – testo che esercita grande influenza negli ambienti della destra italiana – nel quale spiega la decadenza del mondo moderno in seguito alla distruzione del principio di autorità e di ogni possibilità di trascendenza per l'affermarsi del razionalismo, in contrasto con le antiche civiltà e i valori della Tradizione.

Nel 1953 pubblica Gli uomini e le rovine – testo che esercita grande influenza negli ambienti della destra italiana – nel quale spiega la decadenza del mondo moderno in seguito alla distruzione del principio di autorità e di ogni possibilità di trascendenza per l'affermarsi del razionalismo, in contrasto con le antiche civiltà e i valori della Tradizione.

Nel 1975 compaiono, in un articolo di Giovanni Lista, brani di due lettere inviate da Evola a Tristan Tzara, il fondatore del Dadaismo.

Nel 1975 compaiono, in un articolo di Giovanni Lista, brani di due lettere inviate da Evola a Tristan Tzara, il fondatore del Dadaismo.

Nel 1930, con la guida alpina Eugenio David, affronta la scalata della parete settentrionale del Lyskamm Orientale.

L'8 aprile 1930 Evola scrive nuovamente a Croce chiedendo aiuto per la sua nuova opera sull'alchimia: La tradizione ermetica.

Nel 1930, con la guida alpina Eugenio David, affronta la scalata della parete settentrionale del Lyskamm Orientale.

L'8 aprile 1930 Evola scrive nuovamente a Croce chiedendo aiuto per la sua nuova opera sull'alchimia: La tradizione ermetica.

Nel 1919 partecipa alla "Grande Esposizione Nazionale Futurista" di Palazzo Cova a Milano.

Nel 1919 partecipa alla "Grande Esposizione Nazionale Futurista" di Palazzo Cova a Milano.

Nel 1943, riprendendo temi già trattati nei suoi anni giovanili, pubblica La dottrina del risveglio, un saggio sull'ascesi buddhista.

Nel 1943, riprendendo temi già trattati nei suoi anni giovanili, pubblica La dottrina del risveglio, un saggio sull'ascesi buddhista.

Nel 1923 cessa l'attività pittorica e fino al 1925 fa uso di sostanze stupefacenti con il fine di raggiungere stati alterati di coscienza: «In questo contesto, vi è anche da accennare all'effetto di alcune esperienze interiori da me affrontate a tutta prima senza una precisa tecnica e coscienza del fine, con l'aiuto di certe sostanze che non sono gli stupefacenti più in uso Mi portai, per tal via, verso forme di coscienza in parte staccate dai sensi fisici».

Nel 1923 cessa l'attività pittorica e fino al 1925 fa uso di sostanze stupefacenti con il fine di raggiungere stati alterati di coscienza: «In questo contesto, vi è anche da accennare all'effetto di alcune esperienze interiori da me affrontate a tutta prima senza una precisa tecnica e coscienza del fine, con l'aiuto di certe sostanze che non sono gli stupefacenti più in uso Mi portai, per tal via, verso forme di coscienza in parte staccate dai sensi fisici».

Nel 1945 Evola si trova a Vienna e nell'intento «di non schivare anzi di cercare i pericoli, nel senso di un tacito interrogare la sorte» si avventura in una passeggiata durante i bombardamenti sovietici che colpiscono la capitale austriaca.

Nel 1945 Evola si trova a Vienna e nell'intento «di non schivare anzi di cercare i pericoli, nel senso di un tacito interrogare la sorte» si avventura in una passeggiata durante i bombardamenti sovietici che colpiscono la capitale austriaca.

Tra il 1927 e il 1929 coordina il Gruppo di Ur, che si occupa di esoterismo e di ricerche sulle tradizioni extra europee: un'antologia dei fascicoli editi viene più tardi pubblicata in tre volumi (tra il 1955 e il 1956) con il titolo Introduzione alla magia quale scienza dell'Io.

Tra il 1927 e il 1929 coordina il Gruppo di Ur, che si occupa di esoterismo e di ricerche sulle tradizioni extra europee: un'antologia dei fascicoli editi viene più tardi pubblicata in tre volumi (tra il 1955 e il 1956) con il titolo Introduzione alla magia quale scienza dell'Io.

Nel 1961 è la volta di Cavalcare la tigre in cui prosegue la sua critica al mondo moderno, offrendo una guida per coloro che pur non sentendo di appartenere interiormente a questo mondo, hanno intenzione di non cedervi psicologicamente ed esistenzialmente.

Nel 1961 è la volta di Cavalcare la tigre in cui prosegue la sua critica al mondo moderno, offrendo una guida per coloro che pur non sentendo di appartenere interiormente a questo mondo, hanno intenzione di non cedervi psicologicamente ed esistenzialmente.

Nel 1920 aderisce al Dadaismo ed entra in contatto epistolare con Tristan Tzara.

Nel 1920 aderisce al Dadaismo ed entra in contatto epistolare con Tristan Tzara.

Nel 1942 viene pubblicato un suo saggio dal titolo Per un allineamento politico-culturale dell'Italia e della Germania nel quale esprime ammirazione per il nazismo tedesco, considerandolo superiore al fascismo in ragione del coraggio nel risvegliare l'antico spirito ariano e germanico.

Nel 1942 viene pubblicato un suo saggio dal titolo Per un allineamento politico-culturale dell'Italia e della Germania nel quale esprime ammirazione per il nazismo tedesco, considerandolo superiore al fascismo in ragione del coraggio nel risvegliare l'antico spirito ariano e germanico.

Nel 1963 pubblica Il cammino del cinabro, la sua autobiografia, e nel 1968 un volume di saggi: L'arco e la clava.

Nel 1963 pubblica Il cammino del cinabro, la sua autobiografia, e nel 1968 un volume di saggi: L'arco e la clava.

Recensione Libraria: Julius Evola: "Maschera e volto dello spiritualismo contemporaneo"

Maschera e volto dello spiritualismo contemporaneo di Dagoberto Husayn Bellucci - 09/03/2009 Fonte: Arianna Editrice C'è chi parte con un raga della sera e finisce per cantare "la Paloma". E giorni di digiuno e di silenzio per fare i cori nelle messe tipo Amanda Lear vuoi vedere che l'Età dell'Oro era appena l'ombra di Wall Street? La Falce non fa più pensare al grano il grano invece fa pensare ai soldi. E più si cresce e più mestieri nuovi gli [...]

Recensione Libraria: Julius Evola - "Cavalcare la tigre"

Cavalcare la tigre di Dagoberto Husayn Bellucci - 14/04/2009 Fonte: Arianna Editrice "..una soluzione è senz'altro da scartare: quella di chi volesse appoggiarsi a quanto sopravvive del mondo borghese, difenderlo e appoggiarsi a quanto sopravvive del mondo borghese, difenderlo e servirsene come base contro le correnti più spinte della dissoluzione e del sovvertimento." (Julius Evola - Cavalcare la Tigre) "Lo "stile" che deve guadagnar risalto è [...]

Roma, 19 maggio 1898 - 110 anni fa nasceva Julius Evola, massimo esponente italiano del pensiero della Tradizione

Roma, 19 maggio 1898 - 110 anni fa nasceva Julius Evola, massimo esponente italiano del pensiero della Tradizione

    Tra molteplici fraintendimenti, calunnie, idiozie, Evola è a tutt'oggi maestoso e inattaccabile per la forza del suo messaggio, per la limpida elaborazione, per gli spunti che la sua opera offre a chi ancora si pone domande sul senso del vivere, agire, in un mondo in dissoluzione. Evola transitò fra le due Guerre mondiali. Combattente nella prima, seppur critico per la scelta italiana di schierarsi contro gli Imperi centrali, durante il Ventennio fu [...]

Segre al Parlamento Europeo: «Il razzismo e l’antisemitismo sono insiti nei poveri di spirito»

Segre al Parlamento Europeo: «Il razzismo e l’antisemitismo sono insiti nei poveri di spirito»

«Arrivano sempre i momenti storici più adatti per voltarsi dall’altra parte», ha detto la senatrice, sopravvissuta all’Olocausto. «E tutti quelli che ne approfittano trovano il terreno adatto per farsi avanti» Oggi, mercoledì 29 gennaio, al Parlamento europeo si è commemorato il 75° anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz con una cerimonia in memoria di tutte le vittime dell’Olocausto. Su invito del Presidente David [...]

Salvini ha scaricato antisemitismo ed estrema destra,ma lui ha la faccia di tola come dicono nel bresciano per un voto in più ti darebbe pure il culo,la Lega non ancora

Salvini ha scaricato antisemitismo ed estrema destra,ma lui ha la faccia di tola come dicono nel bresciano per un voto in più ti darebbe pure il culo,la Lega non ancora

Il segretario si è detto amico degli ebrei e soprattutto di Israele.Che lecca culo. Smentendo i contatti con CasaPound e neofascisti. Eppure nel suo partito non sembrano pensarla tutti nello stesso modo. QUESTA AMICI EBRAICI E UNA PRESA PER IL CULO VERSO DI VOI ! OK CHE ANCHE LA RELIGIONE EBRAICA DICE PORGI L'ALTRA GUANCIA,COME LA CATTOLICA.MA C È UN LIMITE HA TUTTO .IO L'AVREI PRESO A CALCI IN CULO. Le tempistiche a volte sono determinanti per leggere e capire [...]

27 GENNAIO GIORNO DELLA MEMORIA: RIFLESSIONI SULL'ANTISEMITISMO, SUL NAZISMO, SUL SOVRANISMO.

27 GENNAIO GIORNO DELLA MEMORIA: RIFLESSIONI SULL'ANTISEMITISMO, SUL NAZISMO, SUL SOVRANISMO.

27 GENNAIO GIORNO DELLA MEMORIA: RIFLESSIONI SULL'ANTISEMITISMO, SUL NAZISMO, SUL SOVRANISMO. Il " GIORNO DELLA MEMORIA " è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell'Olocausto e soprattutto per interrogarsi sul perché della SHOAH e della discriminazione sociale ( dell'uomo contro altri uomini ). Sia l'ONU, con la risoluzione n° 60/7 del 1° novembre 2015, sia l'Italia, con la legge n° 211 [...]

Si può criticare questa foto o è "antisemitismo"? da antidiplomatico

Si può criticare questa foto o è "antisemitismo"? da antidiplomatico

 di Lorenzo FerrazzanoMentre media e partiti politici fanno intendere che criticare la condizione di apartheid a cui lo Stato di Israele costringe i palestinesi è “antisemitismo”, in un sobborgo di Gerusalemme succede questo. Condivido questa foto pubblicata ieri da alcuni media palestinesi e ripresa da Michele Giorgio, firma de Il Manifesto. E mi chiedo cosa c'entri esattamente questa pratica criminale con l'antisemitismo. In che modo puntare il dito contro [...]

Ventuno secondi: tanto vale in Italia l'antisemitismo, l'intolleranza e l'odio razziale - Ventuno secondi è il tempo dedicato dal Tg2 alla notizia della scorta a Liliana Segre…!

Ventuno secondi: tanto vale in Italia l'antisemitismo, l'intolleranza e l'odio razziale - Ventuno secondi è il tempo dedicato dal Tg2 alla notizia della scorta a Liliana Segre…!

      . seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping . .     Ventuno secondi: tanto vale in Italia l'antisemitismo, l'intolleranza e l'odio razziale - Ventuno secondi è il tempo dedicato dal Tg2 alla notizia della scorta a Liliana Segre…! La notizia dell’assegnazione di una scorta a Liliana Segre è sulla bocca di tutti: tra chi esprime solidarietà, giudicano giusta e legittima la decisione dopo l’ondata di odio che ha travolto la senatrice a [...]

Lo storico, filologo, saggista e accademico Luciano Canfora ci ricorda: "Con la xenofobia il nazismo vinse le elezioni"

Lo storico, filologo, saggista e accademico Luciano Canfora ci ricorda: "Con la xenofobia il nazismo vinse le elezioni"

      . seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping . .   Lo storico, filologo, saggista e accademico Luciano Canfora ci ricorda: "Con la xenofobia il nazismo vinse le elezioni" Nel saggio “Fermare l’odio” il filologo e storico propone una unione tra paesi del Mediterraneo, Africa inclusa: «C’è il crollo demografico, l’unica risorsa saranno i migranti» Immaginare una struttura mediterranea europea tra più Stati che includa alla pari i [...]

Per la destra Balotelli è "l'ultimo dei problemi" PER ME E IL PRIMO PROBLEMA PER RISOLVERE TUTTI GLI ALTRI PROBLEMI.

Per la destra Balotelli è "l'ultimo dei problemi" PER ME E IL PRIMO PROBLEMA PER RISOLVERE TUTTI GLI ALTRI PROBLEMI.

Per la destra Balotelli è "l'ultimo dei problemi" Per Salvini "un operaio dell’Ilva ne vale dieci ". Meloni mette in dubbio che i cori razzisti. Ma intanto la polizia sta cercando i responsabili attraverso i video Se Balotelli ha calciato il pallone in curva, Salvini lo ha calciato in Tribuna...ma senza nessuna logica e come al solito il Leghista quando vuole evitare un argomento lo mischia ad altro senza nessuna logica...questa della 'fuga retorica' ormai e' [...]

FOTO: Julius Evola

Julius Evola in una fotografia dei primi anni quaranta

Julius Evola in una fotografia dei primi anni quaranta

Ricordando Alda Merini.

Alda era una donna, una poetessa ma anche una mamma.Era figlia di un padre colto che le aveva regalato un vocabolario e di una madre severa.Non ha avuto vita facile, la scrittura era il suo rifugio, la sua àncora di salvezza in quei periodi in cui era degente nell'ospedale psichiatrico, quattro bambine date in affido. Era moglie e la morte del primo marito, poi le porte chiuse delle case editrici, non le sono state di aiuto.Moglie per la seconda volta di un poeta [...]

Quando Fabrizio De Andrè cantò la morte di Pier Paolo Pasolini: "Una storia sbagliata"

Quando Fabrizio De Andrè cantò la morte di Pier Paolo Pasolini: "Una storia sbagliata"

    .   seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping   .   Quando Fabrizio De Andrè cantò la morte di Pier Paolo Pasolini: "Una storia sbagliata" "Una storia sbagliata" fu commissionata a De André per fare da sigla a due documentari Rai sui misteriosi omicidi dello scrittore Pier Paolo Pasolini, commesso il 2 Novembre 1975, e della giovane attrice Wilma Montesi, avvenuto il 9 aprile 1953. Alla stesura della canzone parteciperà anche Massimo Bubola. La [...]

Nazisti, fascisti e bombe. In Italia

Nazisti, fascisti e bombe. In Italia

Brescia. Sabato sera un rifugiato ospite dello Sprar dà in escandescenze dopo avere saputo della morte della sua unica figlia nel Paese di origine.. Solo spavento, si pensa. Per fortuna. Poi domenica succede altro, eccome. Lo spiega benissimo il comunicato stampa dell’amministrazione comunale: «Dopo il grave episodio che sabato 26 ottobre ha visto coinvolta una persona accolta nel progetto Sprar di Collebeato, si sono verificati nel nostro paese alcuni fatti [...]

Lo Spirito Santo opera secondo dei principi

Lo Spirito Santo opera secondo dei principi

Immagine della chiesa di Dio Onnipotente Lo Spirito Santo opera secondo dei principi Qin Shuting Città di Linyi, Provincia di Shandong Per un certo tempo, anche se non avevo smesso di nutrirmi e dissetarmi della parola di Dio, non avevo mai percepito la luce. Avevo pregato Dio per questo ma, ciononostante, non ero stata ancora illuminata. Così ho pensato: “Dio illumina ogni persona a [...]

La verità è che la destra è razzista e nell’antisemitismo si avvicina a quelle frange di religione islamica più feroci

La verità è che la destra è razzista e nell’antisemitismo si avvicina a quelle frange di religione islamica più feroci

RENZI RISPONDE AL On. Cangini che dice . Astenendosi sulla mozione Segre, Forza Italia è caduta in trappola. Si dissocia il giorno dopo ? ieri dove stava di casa ? Su argomenti come questo esiste la coscienza del singolo senatore, non ci si aggrappi alle scelte del gruppo per negarle il giorno dopo... è un comportamento da codardo. Riassunto del Cangini-pensiero: a destra non sono tutti fascisti e razzisti, ci sono anche Liberali; anzi, io penso che quest'ultimi [...]

L’ISOLA LAGER 2019 !...

L’ISOLA LAGER 2019 !...

L’ISOLA LAGER 2019 !... 2010, il tremendo terremoto di Haiti, 230.000 esseri umani, su una popolazione di 10 milioni di abitanti, persero la vita sotto le macerie, il paese crollò interamente sotto i colpi di quel  terremoto di dimensioni immane, e oltre i morti il paese venne letteralmente raso al suolo. Stiamo parlando del paese che insieme alla repubblica Dominicana divide “l'isola caraibica Hispaniola”, teatro già in passato di altri terremoti ed [...]

Mozione Segre contro razzismo e antisemitismo: Fratelli d'Italia dice NO, Salvini balbetta e accampa pretesti "Chi può giudicare?" per no dispiacere i razzisti che lo sostengono... E Voi veramente volete farvi governare da questi fascisti?

Mozione Segre contro razzismo e antisemitismo: Fratelli d'Italia dice NO, Salvini balbetta e accampa pretesti "Chi può giudicare?" per no dispiacere i razzisti che lo sostengono... E Voi veramente volete farvi governare da questi fascisti?

      . . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   Mozione Segre contro razzismo e antisemitismo: Fratelli d'Italia dice NO, Salvini balbetta e accampa pretesti "Chi può giudicare?" per no dispiacere i razzisti che lo sostengono... E Voi veramente volete farvi governare da questi fascisti?   Fratelli d'Italia... E che ci aspettavamo da una forza politica votata da tanti che vanno ancora in pellegrinaggio a Predappio e che continua a [...]

Razzismo e antisemitismo: approvata in Senato mozione di Liliana Segre, ma il centrodestra si astiene. Leggo,-it

Razzismo e antisemitismo: approvata in Senato mozione di Liliana Segre, ma il centrodestra si astiene. Leggo,-it

Vai all'articolo...

Alda Merini, poetessa milanese

Alda Merini, poetessa milanese

Alda Merini, poetessa milanese, nasce nel capoluogo lombardo il 21 marzo 1931. Minore di tre fratelli, le condizioni della famiglia sono modeste. Alda frequenta le scuole professionali all'Istituto "Laura Solera Mantegazza"; chiede di essere ammessa presso il liceo Manzoni, ma - sembra incredibile - non supera la prova di italiano. In questi anni dedica molto tempo anche allo studio del pianoforte. Spinta da Giacinto Spagnoletti, suo vero scopritore, esordisce [...]

Club di Lettura: Arte Italiana Post-Guerra - Carver Country - Prigioni di Hitler

Club di Lettura: Arte Italiana Post-Guerra - Carver Country - Prigioni di Hitler

A. ZEVI, PERIPEZIE DEL DOPOGUERRA NELL'ARTE ITALIANA, EINAUDI Adachiara Zevi, nata a Roma, compie studi classici e nel 1976 si laurea in Architettura all’Università di Roma “La Sapienza”. Consegue successivamente il diploma di perfezionamento in Storia dell’Arte contemporanea presso il Dipartimento di Storia dell’Arte dell’università di Bologna con una tesi su Le Corbusier pittore e scultore. Amplia quindi la sua formazione storico-artistica [...]

Mussolini ha fatto anche cose buone? Lo storico Francesco Filippi demolisce una per una tutte le bufale della propaganda fascista.

Mussolini ha fatto anche cose buone? Lo storico Francesco Filippi demolisce una per una tutte le bufale della propaganda fascista.

      . Seguici sulla pagina Facebook BANDA BASSOTTI . .   Mussolini ha fatto anche cose buone? Lo storico Francesco Filippi demolisce una per una tutte le bufale della propaganda fascista. Mussolini bravo e buono: tutte le fake news che ancora si dicono sul fascismo Pubblicato da Bollati Boringhieri, dal titolo icastico: Mussolini ha fatto anche cose buone. Le idiozie che continuano a circolare sul fascismo. Autore lo storico Francesco Filippi In [...]

IN LOMBARDIA CON LA CLAVA : I leghisti del posto vogliono "regionalizzare" gli insegnanti. L'esempio e la storia di Gaetano Salvemini, da Molfetta a Harvard.

IN LOMBARDIA CON LA CLAVA : I leghisti del posto vogliono "regionalizzare" gli insegnanti. L'esempio e la storia di Gaetano Salvemini, da Molfetta a Harvard.

Ci si deve domandare a che cosa serva il Pd e, ancora prima, se esista ancora il Pd. Qualche dubbio esiste, e consistente. In epoca renziana (un secolo fa) il Pd doveva essere il partito che lavorava per un’Italia liberaldemocratica. Poi, liquidato Renzi e le sue (DICONO LORO) supposte follie, il Pd si è via via scolorato e oggi è difficile dire che cosa sia. Si presenta ormai sui palchi elettorali insieme ai 5 stelle e sembra che voglia arrivare a [...]

La Russia ha usato la Lega per iniettare il virus del neo-fascismo antiliberale e antieuropeista nella politica italiana

La Russia ha usato la Lega per iniettare il virus del neo-fascismo antiliberale e antieuropeista nella politica italiana

La Russia ha usato la Lega per iniettare il virus del neo-fascismo antiliberale e antieuropeista nella politica italiana C’è un passaggio, nella straordinaria inchiesta di Report sulla Lega andata in onda ieri sera, in cui Gigi Moncalvo, ex direttore della “Padania“, racconta di quando, nell’inverno 2003, voleva licenziare il suo allora giovane redattore Matteo Salvini per assenteismo e falso. “Aveva falsificato una nota di presenza e quattro [...]

&id=HPN_Giulio+Cesare+Andrea_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Julius{{}}Evola" alt="" style="display:none;"/> ?>