Giuseppe Giovanni Battista Vincenzo Pietro Antonio Matteo

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Guendalina Tavassi
In rilievo

Guendalina Tavassi

Cagliostro

La scheda: Cagliostro

Giuseppe Giovanni Battista Vincenzo Pietro Antonio Matteo Franco Balsamo, noto con il nome di Alessandro, conte di Cagliostro o più semplicemente Cagliostro (Palermo, 2 giugno 1743 – San Leo, 26 agosto 1795), è stato un avventuriero, esoterista e alchimista italiano.
Dopo una vita errabonda nelle varie corti europee, fu condannato dalla Chiesa cattolica al carcere a vita per eresia e rinchiuso nella fortezza di San Leo.


Cagliostro a Rovereto, libri e documenti

Cagliostro a Rovereto, libri e documenti

(ANSA) – TRENTO, 24 OTT – Rimarrà aperta alla Biblioteca civica di Rovereto, fino domenica 28 ottobre, la mostra bibliografico-documentaria sul soggiorno roveretano del conte di Cagliostro. All’ingresso della biblioteca sono esposte alcune delle tavole originali disegnate oltre 35 anni fa da Gianfranco Campana per illustrare una storia a fumetti ambientata in gran parte a Rovereto. Oltre ai libri antichi e moderni relativi a Cagliostro e all’autore del [...]

Cagliostro

Cagliostro

Personaggi scomodi Venerdì 15 giugno nuovo incontro del ciclo "PERSONAGGI SCOMODI" con la conferenza dedicata a CAGLIOSTRO  Ore 21,15 presso la sede dell'Associazione Archeosofica di Torino, via Ugo Foscolo 14/A Giuseppe Balsamo, Conte di Cagliostro nella seconda metà del secolo XVIII fu noto in tutta Europa per le sue doti di guaritore, per gli scandali, per la fondazione della Massoneria Egizia ed infine per il processo dell’Inquisizione romana che lo [...]

EVENTI: Cagliostro

Nel 1768 il Balsamo è a Roma e vi è arrestato per una rissa nella Locanda del Sole, in piazza del Pantheon: dopo tre giorni, è rilasciato grazie all'intervento del cardinale Orsini, il maggiordomo del quale, don Antonio Ovis, aveva nel frattempo conosciuto.

Nel 1768 il Balsamo è a Roma e vi è arrestato per una rissa nella Locanda del Sole, in piazza del Pantheon: dopo tre giorni, è rilasciato grazie all'intervento del cardinale Orsini, il maggiordomo del quale, don Antonio Ovis, aveva nel frattempo conosciuto.

Nel 1768 il Balsamo è a Roma e vi è arrestato per una rissa nella Locanda del Sole, in piazza del Pantheon: dopo tre giorni, è rilasciato grazie all'intervento del cardinale Orsini, il maggiordomo del quale, don Antonio Ovis, aveva nel frattempo conosciuto.

Nel 1768 il Balsamo è a Roma e vi è arrestato per una rissa nella Locanda del Sole, in piazza del Pantheon: dopo tre giorni, è rilasciato grazie all'intervento del cardinale Orsini, il maggiordomo del quale, don Antonio Ovis, aveva nel frattempo conosciuto.

Nel 1768 il Balsamo è a Roma e vi è arrestato per una rissa nella Locanda del Sole, in piazza del Pantheon: dopo tre giorni, è rilasciato grazie all'intervento del cardinale Orsini, il maggiordomo del quale, don Antonio Ovis, aveva nel frattempo conosciuto.

Nel 1768 il Balsamo è a Roma e vi è arrestato per una rissa nella Locanda del Sole, in piazza del Pantheon: dopo tre giorni, è rilasciato grazie all'intervento del cardinale Orsini, il maggiordomo del quale, don Antonio Ovis, aveva nel frattempo conosciuto.

Il 7 aprile 1791 il Sant'Uffizio emise la sentenza:.

Il 7 aprile 1791 il Sant'Uffizio emise la sentenza:.

Il 7 aprile 1791 il Sant'Uffizio emise la sentenza:.

Il 7 aprile 1791 il Sant'Uffizio emise la sentenza:.

Il 7 aprile 1791 il Sant'Uffizio emise la sentenza:.

Il 7 aprile 1791 il Sant'Uffizio emise la sentenza:.

Dal 1806 fu la portinaia del Collegio Germanico di piazza Sant'Apollinare, dove morì d'infarto l'11 maggio 1810.

Dal 1806 fu la portinaia del Collegio Germanico di piazza Sant'Apollinare, dove morì d'infarto l'11 maggio 1810.

Dal 1806 fu la portinaia del Collegio Germanico di piazza Sant'Apollinare, dove morì d'infarto l'11 maggio 1810.

Dal 1806 fu la portinaia del Collegio Germanico di piazza Sant'Apollinare, dove morì d'infarto l'11 maggio 1810.

Dal 1806 fu la portinaia del Collegio Germanico di piazza Sant'Apollinare, dove morì d'infarto l'11 maggio 1810.

Dal 1806 fu la portinaia del Collegio Germanico di piazza Sant'Apollinare, dove morì d'infarto l'11 maggio 1810.

Il 31 maggio 1786 il Parlamento di Parigi riconobbe l'innocenza dei due italiani, insieme con quella del cardinale, ma una lettre de cachet del re ordinò loro di lasciare Parigi entro otto giorni e la Francia entro venti, e così, il 19 giugno, Lorenza e Giuseppe s'imbarcarono da Boulogne per Dover (Inghilterra).

Il 31 maggio 1786 il Parlamento di Parigi riconobbe l'innocenza dei due italiani, insieme con quella del cardinale, ma una lettre de cachet del re ordinò loro di lasciare Parigi entro otto giorni e la Francia entro venti, e così, il 19 giugno, Lorenza e Giuseppe s'imbarcarono da Boulogne per Dover (Inghilterra).

Il 31 maggio 1786 il Parlamento di Parigi riconobbe l'innocenza dei due italiani, insieme con quella del cardinale, ma una lettre de cachet del re ordinò loro di lasciare Parigi entro otto giorni e la Francia entro venti, e così, il 19 giugno, Lorenza e Giuseppe s'imbarcarono da Boulogne per Dover (Inghilterra).

Il 31 maggio 1786 il Parlamento di Parigi riconobbe l'innocenza dei due italiani, insieme con quella del cardinale, ma una lettre de cachet del re ordinò loro di lasciare Parigi entro otto giorni e la Francia entro venti, e così, il 19 giugno, Lorenza e Giuseppe s'imbarcarono da Boulogne per Dover (Inghilterra).

Il 31 maggio 1786 il Parlamento di Parigi riconobbe l'innocenza dei due italiani, insieme con quella del cardinale, ma una lettre de cachet del re ordinò loro di lasciare Parigi entro otto giorni e la Francia entro venti, e così, il 19 giugno, Lorenza e Giuseppe s'imbarcarono da Boulogne per Dover (Inghilterra).

Il 31 maggio 1786 il Parlamento di Parigi riconobbe l'innocenza dei due italiani, insieme con quella del cardinale, ma una lettre de cachet del re ordinò loro di lasciare Parigi entro otto giorni e la Francia entro venti, e così, il 19 giugno, Lorenza e Giuseppe s'imbarcarono da Boulogne per Dover (Inghilterra).

HALLOWEENIGHT > TOP SECRET > MYSTICUS > CAGLIOSTRO

HALLOWEENIGHT > TOP SECRET > MYSTICUS > CAGLIOSTRO

"Ha mai provato quell'amore talmente puro da perdere se stessi? Io si, per questo l'ho ucciso… Rimasi lì ad ascoltare il mio cuore morire e la mia anima sanguinare... poi pensai che fosse meglio così, così non sarebbe mai invecchiato, non mi avrebbe mai tradito, così sarebbe rimasto perfetto…" (Tratto dal Film "The Hole") "...e ci fu di nuovo un firmamento e un vento ed un bagliore di luce purpurea negli occhi del sognatore che precipitava, c'erano dèi e [...]

San Leo con il suo castello del mago è uno dei borghi più belli d'Italia

San Leo con il suo castello del mago è uno dei borghi più belli d'Italia

San Leo, nota anche come Montefeltro, al confine tra Marche e Romagna e in provincia di Rimini, si staglia a più di 500 metri di altezza su un enorme masso roccioso, a cui si accede con una strada tagliata nella roccia. Alla sommità dello sperone si eleva l'antico castello millenario, a cui in epoca rinascimentale mise mano l'architetto Francesco di Giorgio Martini per ordine di Federico da Montefeltro. La roccaforte, che sorge in posizione strategica dal punto [...]

Emma Borghi è Cagliostro

Emma Borghi è Cagliostro

Ecco chi è l’agente che ha coperto Farah.

Cagliostro è l’agente che ha coperto Farah?

Cagliostro è l’agente che ha coperto Farah?

E Visentin perché lascia tutto e tutti?

La confessione di Cagliostro

La confessione di Cagliostro

Nel corso dei secoli, in molti hanno scritto interi volumi e versato fiumi d’inchiostro per cercare d’interpretare la misteriosa e controversa figura del Conte di Cagliostro. Del Conte (di) Cagliostro (il cui vero nome è Giuseppe Balsamo, nato a Palermo nel 1743) si è parlato molto: esoteristi, ricercatori, storici ma anche molti ciarlatani ignoranti hanno riempito migliaia di pagine su di lui, con le loro tesi e interpretazioni a volte probabilmente [...]

Lupin III: Il castello di Cagliostro

Lupin III: Il castello di Cagliostro

CASTELLI ITALIANI

CASTELLI ITALIANI

LA ROCCA DI S. LEO La rupe di S.Leo, su cui sorgono la rocca e la cittadina medievale, si trova vicino a S. Marino, a circa 30 Km. dall'Adriatico. La sua formazione è unica: un blocco roccioso inaccessibile a causa degli altissimi strapiombi, attraversato da una strada scavata nella roccia che raggiunge S.Leo e quindi il Forte alla sommità. La fama della Rocca è dovuta alla presenza di famosi personaggi che nel corso della storia vi soggiornarono, sia come [...]

Mago Cagliostro. Striscia la Notizia a Marta

Mago Cagliostro. Striscia la Notizia a Marta

  Sembra che lo abbiano atteso a Marta per due giorni prima di poterlo intervistare. Già nei giorni scorsi gli inviati di Striscia la Notizia avevano smascherato il "mago sciamano", che promette la guarigione da gravissime malattie come il cancro grazie ai suoi poteri magici e dietro lauto pagamento, grazie ad una complice fintasi sua cliente. Le telecamere nascoste avevano filmato Cagliostro, al secolo Enrico Guerrera, chiedere per la guarigione da un tumore la [...]

FOTO: Cagliostro

Ritratto di Cagliostro

Ritratto di Cagliostro

Ritratto di Cagliostro

Ritratto di Cagliostro

Ritratto di Cagliostro

Ritratto di Cagliostro

Ritratto di Cagliostro

Ritratto di Cagliostro

Ritratto di Cagliostro

Ritratto di Cagliostro

I TEMPLARI E IL GIARDINO INIZIATICO

I TEMPLARI E IL GIARDINO INIZIATICO

di Paolo Galiano     Il percorso iniziatico nella Villa Vigodarzere di Saonara Un giardino chiuso sei, mia sorella, mia sposa, un giardino chiuso ed una fonte sigillata. Fontana di giardini, pozzo di acque vive… Entri il mio Diletto nel suo giardino! Cantico dei cantici, 4, 12 – 15 Nota: ringraziamo la Dr.ssa Daniela Schiavina, Responsabile della Biblioteca d’Arte e di Storia San Giorgio in Poggiale, e la Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna per averci [...]

Cagliostro (Collana le grandi biografie)

Cagliostro (Collana le grandi biografie)

  Titolo: Cagliostro (Collana le grandi biografie) Autore: Roberto Gervaso Editore: Fabbri Editori pagine: n.n. Alessandro Conte di Cagliostro Palermo 1743 San leo 1795 avventuriero, falsario, mago, filosofo, medico, e guaritore, il cui vero nome era Giuseppe Balsamo.  Entrato giovanissimo in convento (1758) ne dovette ben presto fuggire a causa di alcune sue imprese criminose. Sfruttando l'interesse quasi morboso per l'alchimia e le scienze occulte, diffuso [...]

Giuseppe Balsamo - Conte di Cagliostro

Giuseppe Balsamo - Conte di Cagliostro

// //-->   Biografia Forse il più controverso tra i personaggi che legarono indissolubilmente la loro esperienza di vita all'alchimia, Alessandro Conte di Cagliostro, nacque Giuseppe Balsamo, a Palermo, in Sicilia, nel 1743. "Beppo" crebbe per la strada, ed i tentativi dei parenti di modificare le sue istintive tendenze naturali, affidando la sua formazione ai monaci, non ebbero grande successo. Fu proprio nella farmacia pertinente al monastero, che ricevette la [...]

LUCCACOMICS 2009-Resoconto

LUCCACOMICS 2009-Resoconto

Anche quest'anno Luccacomics se ne è andata. Oltre 140000 persone sono passate per le vie e le piazze di Lucca; quest'anno l'esperienza è stata del tutto nuova grazie all'idea di creare di un gruppo di autori che mi ha coinvolto nella loro esperienza di autoproduzione: Franco Sardo, Marco Tanca e Elena Vasta. Insieme a loro ho trovato allo stand gli altri "aggregati" al gruppo, Fam, Alberto Dabrilli, Eta, Andrea Longhi e Stefano Obino; ognuno di noi, proveniente [...]

Cagliostro vita e opere

Cagliostro vita e opere

Cagliostro, al secolo Giuseppe Balsamo, conosciuto soprattutto con il nome di Alessandro conte di Cagliostro. Orfano del padre, Giuseppe fu accolto nell'istituto per orfani di San Rocco dove compì i primi studi, seguito dalla cura degli Scolopi. Da quel collegio Giuseppe fuggì numerose volte, per questo la famiglia pensò bene di affidarlo, nel 1756, al convento dei Fatebenefratelli di Caltagirone, affinché vi temperasse l'indole e vi imparasse un mestiere; [...]

ecco i cuccioli di CAGLIOSTRO E MAYA !!!!!

ecco i cuccioli di CAGLIOSTRO E MAYA !!!!!

Finalmente il 27 Luglio 2009 a RAVENNA sono nati 5 AMORI ,figli di Maya e Cagliostro!!!!! dovrebbero essere 2 femmine e 3 maschi....per maggiorni informazioni potete  scrivere o telefonare a : roberto.pagani@gmail.com Germana e Roberto di Ravenna, proprietari di Maya, al numero 392-5734777. sotto il pedigree e altre foto della splendida Mamma!!!!

IL MAESTRO (2)

Quali erano veramente i suoi poteri? Era un guaritore, praticavai rituali della magia massonica, evocava visioni, parlava con gli angeli (cosa tra l'altro non molto difficile rispettando certe regole) ma per allora, era una cosa eccezzionale. Quando Cagliostro fu condannato dall'inquisizione, purtroppo molti dei suoi libri, dei suoi insegnamenti, dei suoi pensieri, dei suoi segreti i suoi manoscritti, morirono con lui, perchè il santo uffizio portò tutti questi [...]

IL MAESTRO

Oggi cari Amici/che affronterò un tema che non tutti conoscono, la storia di Giuseppe Balsamo, o anche detto il Conte Gagliostro, il quale fu uno degli ultimi perseguitati dall'inquisizione a causa delle sue idee, e pur che dovette affrontare ogni sorta di umiliazioni e di tortura, non rinnegò mai nulla. Questo gli costò la prigione a vita nel carcere Papalino di San Leo. Troverete le foto che lo riguardano nel mio Album. Tra il 1789 e il 1799 durante la [...]

CAGLIOSTRO ... CIARLATANO O MAGO ?

CAGLIOSTRO ... CIARLATANO O MAGO ?

Cagliostro, al secolo Giuseppe Balsamo, conosciuto soprattutto con il nome di Alessandro conte di Cagliostro (Palermo, 2 giugno 1743 – San Leo, 26 agosto 1795) è stato un alchimista, esoterista e avventuriero italiano.Fu condannato dalla Chiesa cattolica al carcere a vita per eresia e rinchiuso nella fortezza di San Leo. Biografia  Un'infanzia difficile  Giuseppe Balsamo, nato da Pietro Balsamo, un venditore palermitano di stoffe, e da Felicita Bracconeri, fu [...]

Cagliostro e la “Scuola Napoletana”

da  http://www.riflessioni.it   Tra le “scuole trasmutatorie” oggi esistenti, l’associazione ermetica conosciuta come Scuola Napoletana rivendica il primato di essere la più antica d’Occidente: fu infatti ai tempi dell’Imperatore Augusto che una piccola colonia di Ebrei egiziani si stabilì a Napoli (nella zona nota oggi come Piazza Nilo) portando con sé anche la tradizione orale delle tecniche segrete che avevano appreso nella loro patria.   La [...]

&id=HPN_Giuseppe+Giovanni+Battista+Vincenzo+Pietro+Antonio+Matteo_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Alessandro{{}}Cagliostro" alt="" style="display:none;"/> ?>