Guido Ceronetti

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Località
In rilievo

Località

Guido Ceronetti

La scheda: Guido Ceronetti

Guido Ceronetti (Torino, 24 agosto 1927) è un poeta, filosofo, scrittore, giornalista e drammaturgo italiano.



L'addio a Guido Ceronetti: “Sono un patriota orfano di patria. Italia, regno della menzogna” - L'addio ad un grande poeta, filosofo, scrittore, giornalista e umanista. Uno che, insomma, ha rotto le scatole a troppa gente per essere ricordato...!

L'addio a Guido Ceronetti: “Sono un patriota orfano di patria. Italia, regno della menzogna” - L'addio ad un grande poeta, filosofo, scrittore, giornalista e umanista. Uno che, insomma, ha rotto le scatole a troppa gente per essere ricordato...!

      . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   L'addio a Guido Ceronetti: “Sono un patriota orfano di patria. Italia, regno della menzogna” - L'addio ad un grande poeta, filosofo, scrittore, giornalista e umanista. Uno che, insomma, ha rotto le scatole a troppa gente per essere ricordato...!   L'addio a Guido Ceronetti, scomparso a 91 anni il 13 settembre 2018: “Sono un patriota orfano di patria. Italia, regno della [...]

Guido Ceronetti,Chi pretende di dare certezze sul futuro è «un assassino»

Guido Ceronetti,Chi pretende di dare certezze sul futuro è «un assassino»

Chi pretende di dare certezze sul futuro è «un assassino» di Guido Ceronetti - 24/12/2010 Fonte: Corriere della Sera

Guido Ceronetti,La vendetta della natura

Guido Ceronetti,La vendetta della natura

La vendetta della natura di Guido Ceronetti - 06/09/2010 Fonte: Corriere della Sera Mi trovo quasi sempre in sintonia con Giovanni Sartori: figuriamoci se tratta, come a Ferragosto sul «Corriere», di modificazione climatica e, in generale, di «collasso ecologico». Per me non ci sono dubbi che l' antropizzazione integrale e il furore degli interventi nello sfruttamento delle risorse hanno messo in movimento l' irresistibile ritorsione delle potenze naturali, [...]

EVENTI: Guido Ceronetti

Dal 2009 è beneficiario della legge Bacchelli in quanto cittadino che ha «illustrato la Patria».

Nel 1970 ha dato vita al Teatro dei Sensibili allestendo, insieme alla moglie Erica Tedeschi, spettacoli itineranti con le sue "marionette ideofore".

Nel 1981, all'uscita del primo libro tradotto in italiano di Emil Cioran (Squartamento), presso Adelphi, Ceronetti scrisse la prefazione definendo lo scrittore rumeno-francese "squartatore misericordioso".

Nel 2012 è stato insignito del premio "Inquieto dell'anno" con cerimonia avvenuta il 2 giugno 2013 nell'auditorium di santa Caterina a Finale Ligure.

Nel 1994 è stato aperto, nell'Archivio Prezzolini della Biblioteca cantonale di Lugano, il fondo Guido Ceronetti, da lui scherzosamente definito "il fondo senza fondo".

Guido Ceronetti, E Cossiga rise

Guido Ceronetti, E Cossiga rise

da LA STAMPA 30/08/2010 - DA QUARANT'ANNI ALLESTISCE SPETTACOLI ITINERANTI PER "MARIONETTE IDEOFORE" Ho portato una iena al Quirinale E Cossiga rise Guido Ceronetti Nel diembre dell'86 con le marionette del Teatro dei Sensibili Una storia truculentissima che divertì il Presidente GUIDO CERONETTI Un giorno d'inizio dicembre 1986, il bagaglio di scena di un piccolo teatro di marionette che lavorava allora a Torino per il Teatro Stabile attraversava il portone di [...]

quell'infinita vecchiaia (di guido ceronetti)

i prodigi della medicina: "quasi" immortali, mortalmente contro natura. leggi l'articolo sul corriere. http://archiviostorico.corriere.it/2010/aprile/30/QUELL_INFINITA_VECCHIAIA_co_9_100430054.shtml   ciao

gUIDO Ceronetti, Ma Emma non voleva vincere

gUIDO Ceronetti, Ma Emma non voleva vincere

da LA STAMPA Ma Emma non voleva vincere GUIDO CERONETTI Nella sgangherata normalità italiana rientrano anche queste ultime elezioni e i loro dislocamenti di persone mi toccano pochissimo. Mi attira, con la sua interessante anomalia, il caso della candidatura in Lazio di Emma Bonino. Candidata di grande, duramente acquisita caratura, le avrei dato volentieri il mio voto di astenuto per fuori sede. Ma, riflettendoci il giorno dopo, mi sono domandato se, votandola, i [...]

Guido Ceronetti - La fragiltà del pensare, antologia filosofica personale

Guido Ceronetti - La fragiltà del pensare, antologia filosofica personale

La fragilità del pensare e' un libro alchemico. Mistico. Una sorta di Ching occidentali da aprire al mattino o semplicemente quando si ha bisogno di un goccio di fede. Ovvero di cinismo. Ovvero di una lacrima. Dipende. Organizzato a mò di dizionario, riassume in se la massima espressione del simbolismo frammentario su cui si poggia l'atto del pensare. L'Autore Guido Ceronetti. Maschio. Bianco. Vivente. Questo lascia intuire un contributo genetico alla [...]

Michele Fabbri, Guido Ceronetti e l'angelo ferito

Michele Fabbri, Guido Ceronetti e l'angelo ferito

uido Ceronetti e l’angelo ferito di Michele Fabbri - 23/02/2009 Fonte: michelefabbri.splinder Leggere Guido Ceronetti è come avere sotto gli occhi il 23° capitolo dell’Apocalisse. Il veggente torinese, apocalittico di professione, è da tempo una delle figure più solide e originali della letteratura contemporanea, e nel 2009 ha pubblicato Le ballate dell’angelo ferito, un libro che raccoglie i testi che il poeta ha utilizzato nella sua attività di teatro [...]

Guido Ceronetti

Un genio quale Guido Ceronetti finisce per aver bisogno della "legge Bacchelli" che stanzia 18.000 euro annui per chi a chiara fama a livello nazionale corrisponda uno stato di bisogno assoluto. Insomma, prima di scrivere una poesia, controlla se in credenza c'è qualcosa da cucinare. Auguri, grande Guido. Che bella ad esempio, la rassegna radiofonico-teatrale di qualche tempo fa, intitolata "Spariamo poesia". Ne ho per fortuna una registrazione in cassetta. Solo [...]

mostre 2002, guido ceronetti

mostre 2002, guido ceronetti

Guido Ceronetti "Dare gioia e' un mestiere duro" Trent'anni piu' due di teatro dei Sensibili Convento dei Cappuccini, Caraglio, maggio-settembre 2002  

Guido Ceronetti,  Cento anni di solitudine

Guido Ceronetti, Cento anni di solitudine

Lévi-Strauss: cent’anni di solitudine di un antropologo di Guido Ceronetti - 30/10/2008 Fonte: La Stampa In occasione dei cento anni appena compiuti da Claude Lévi-Strauss, Guido Ceronetti analizza il complesso rapporto fra il grande antropologo francese e la civiltà occidentale e ricorda l’importanza del suo libro Tristes tropiques. Secondo Ceronetti Lévi-Strauss fu il primo, con quel libro, a denunciare la distruzione della foresta amazzonica da parte [...]

Guido Ceronetti, La difficile arte di salutare gli altri

Guido Ceronetti, La difficile arte di salutare gli altri

DA la Repubblica — 26 luglio 2008 Guido Ceronetti La difficile arte di salutare gli altri Caro direttore, il saluto? Dico subito qual è il peggiore. Non c' è peggior modo di salutare che dire SALVE, parola che, di per sé fredda e sgraziata, viene quasi sempre gettata, più che detta, con svogliatezza e noncuranza: il «salve» esclude ogni possibile amabilità ed è significativo che sia diventato, dopo il «ciao», il saluto italiano più diffuso. Il [...]

Guido Ceronetti, Eluana

Guido Ceronetti, Eluana

da LA STAMPA 13 luglio 2008 Sedici anni di trionfo scientifico: il coma protratto, l’alimentazione forzata, la coscienza sommersa - ma fino a che punto, e se davvero totalmente, chi può saperlo? - e c’è voluto un tribunale misericordioso per liberare quella sventurata ragazza Eluana da una così spietata galera. Ma sarà inevitabile il colpo di grazia clinico per scamparla da una pena ulteriore, piccola martire: la macchina che ci abbandona, come un arto [...]

Guido Ceronetti, Olimpiadi, quel mito sporco e crudele

Guido Ceronetti, Olimpiadi, quel mito sporco e crudele

da LA STAMPA Per me, le facciano pure queste loro Olimpiadi, i padroni della Cina. Il mio voto è che siano, nel secolo e oltre, le ultime. Sono un evento logoro, stolto, inutile, crudele e sporco. Sopratutto questo: da molto tempo sporco. Dunque redditizio. Perciò non saranno, purtroppo, le ultime. Io mi limito a formulare un augurio: che lo siano, che diffidenza e stanchezza, legittimi sospetti e paure, le tolgano di mezzo. Sulla pura ragionevolezza non c’è [...]

Trentuno anni fa, il 18 di maggio del 1988, la morte di Enzo Tortora. Ricordiamo le parole della figlia: “da allora nulla è cambiato”…!

Trentuno anni fa, il 18 di maggio del 1988, la morte di Enzo Tortora. Ricordiamo le parole della figlia: “da allora nulla è cambiato”…!

    .   seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping   . .   Trentuno anni fa, il 18 di maggio del 1988, la morte di Enzo Tortora. Ricordiamo le parole della figlia: “da allora nulla è cambiato”…! A 31 anni dalla sua morte, Tortora è diventato la personificazione dell’errore giudiziario italiano. Il suo ricordo vive in strade, piazze, scuole, biblioteche sparse per l’Italia a lui intitolate. l 18 maggio 1988, a soli 59 anni, muore Enzo [...]

Buon compleanno Fiorello, gli auguri vintage di Jovanotti su Instagram

Buon compleanno Fiorello, gli auguri vintage di Jovanotti su Instagram

Giovani, belli e carichi di energia. E così sono rimasti. Lorenzo Jovanotti apre il cassetto dei ricordi ed estrae delle meravigliose foto d'epoca. Lui e Fiorello appena ventenni, pronti a sfondare nel mondo della musica e dello spettacolo. Sono gli auguri vintage che il cantante ha voluto regalare per i 59 anni di Rosario Fiorello. «Buon compleanno fiore!!!!», scrive Jovanotti su Instagram. Una carrellata di immagini della storia della loro amicizia, del loro [...]

Campanile A., La televisione spiegata al popolo,

Fonte: Risorse della BibliotecaCampanile A., La televisione spiegata al popolo, Bompiani, 1989, Milano, pp. 459 Achille Campanile è stato critico televisivo dell'Europeo dal 9 febbraio 1958 al 17 ottobre 1975. Le sue cronache settimanali si offrono oggi come una fonte preziosa per gettare uno sguardo sui programmi che hanno fondato la televisione italiana, per cogliere il senso della messinscena che la civiltà di quegli anni - gli inizi degli anni  sessanta- [...]

Maurizio Costanzo stronca il matrimonio di Pamela Prati

Maurizio Costanzo stronca il matrimonio di Pamela Prati

Maurizio Costanzo stronca il matrimonio di Pamela Prati Durante l’ultima puntata del Maurizio Costanzo Show, Alfonso Signorini ha commentato il gossip sul matrimonio di Pamela Prati ed ha raccontato la sua esperienza con una delle due manager della donna. Costanzo ha preso la parola e in una frase ha stroncato tutta la storia su Mark e il matrimonio (fake?). “Diciamo che ci sono i gossip, ci sono i pettegolezzi e ci sono anche le stron*ate. E questa lo [...]

VENEZUELA, INDRO MONTANELLI E LIBERTA' D'INFORMAZIONE

VENEZUELA, INDRO MONTANELLI E LIBERTA' D'INFORMAZIONE

Sezioni comuniste Gramsci-Berlinguer per la ricostruzione del P.C.I. di Andrea Montella Carissime compagne e compagni durante il tentativo di colpo di Stato in Venezuela da parte dell'imperialismo Usa e della sua marionetta Juan Guaidò, la stampa e i media del nostro paese, ma in generale quasi tutti quelli occidentali, hanno dimostrato tutta la loro pochezza e di essere dei produttori compulsivi di fake news, tra queste: il sanguinario golpista è la vittima, [...]

"L'istinto altrove": l'ultima raccolta di poesie di Michela Zanarella, con prefazione di Dacia Maraini (breve nota critica di Zairo Ferrante per il Daninimismo).

"L'istinto altrove": l'ultima raccolta di poesie di Michela Zanarella, con prefazione di Dacia Maraini (breve nota critica di Zairo Ferrante per il Daninimismo).

"L'istinto altrove" è l'ultima raccolta di poesie di Michela Zanarella, edita da Ladolfi editore (2019). L'opera contiene circa 80 componimenti, tutti ben strutturati e mai eccessivamente lunghi.   I versi si mostrano puliti ed essenziali, ricordando la migliore espressione stilistica del secondo '900 italiano, ma i temi trattati sono assolutamente freschi e contemporanei. Leggendo il libro emerge chiaramente l'impegno introspettivo della Poetessa che, [...]

"Adesso parlo io" di Roberto Guerra: Mussolini in un pamphlet fantapolitico, oltre la destra e la sinistra.

"Adesso parlo io" di Roberto Guerra: Mussolini in un pamphlet fantapolitico, oltre la destra e la sinistra.

“Adesso parlo io”, l'ultimo libro di Roberto Guerra, edito da Armando editore. Un'opera complessa, in cui ritroviamo un Mussolini che parla di  Berlusconi, Gramsci, Craxi e Prodi e che si lancia in una sorprendente disamina politico-culturale (che a tratti diviene vera e propria critica)  degli ultimi 100 anni di storia del nostro Paese. Brani per certi aspetti molto attuali e coraggiosi; partoriti, ovviamente, dalla coraggiosa mente di un Autore ormai [...]

Forlì, Salvini come Mussolini: il comizio dal balcone del Municipio. QUESTO VA FERMATO! SIAMO AD UN PASSO DAL RITORNO NEL VENTENNIO FASCIATA.

Forlì, Salvini come Mussolini: il comizio dal balcone del Municipio. QUESTO VA FERMATO! SIAMO AD UN PASSO DAL RITORNO NEL VENTENNIO FASCIATA.

Forlì, Salvini come Mussolini: il comizio dal balcone del Municipio. Il sindaco: "Scimmiotta le adunate fasciste" Il vice premier leghista ha chiuso il tour elettorale in Emilia Romagna affacciandosi alla piazza dal palazzo. L'ira del primo cittadino: "Ha usato il suo ruolo per aggirare i divieti". La Cgil: "Uno sfregio alla città".BOLDRINI "Lavori invece di fare comizi" Il tour elettorare in Emilia Romagna di Matteo Salvini si è concluso ieri sera a Forlì. [...]

Il cdr de l’Unità: “Santoro ha dichiarato un impegno, non può cadere nel vuoto” da michelesantoro.it

di RedazionePubblichiamo il comunicato stampa del comitato di redazione de L’Unità sul futuro della testata fondata da Antonio Gramsci:“Ora vorrei comprare l’Unità”. Così Michele Santoro in una intervista al Corriere della Sera. È una notizia. Una notizia importante, perché riguarda il futuro di una testata storica, non solo per la sinistra ma per l’informazione italiana, e dei lavoratori, giornalisti e poligrafici, che ad essa sono ancora legati. [...]

Primo Maggio.PER NON DIMENTICARE:Primo Maggio, storia della festa socialista del lavoro che Mussolini aveva abolito

Primo Maggio.PER NON DIMENTICARE:Primo Maggio, storia della festa socialista del lavoro che Mussolini aveva abolito

Primo Maggio, storia della festa socialista del lavoro che Mussolini aveva abolito Quale l'origine di questa ricorrenza? Una decisione della Seconda Internazionale che scelse la data di una manifestazione operaia repressa nel sangue a Chicago Come mai il primo maggio è celebrato in tutto il mondo come festa dei lavoratori? Bisogna risalire al 1889 quando a Parigi fu fondata la Seconda internazionale che vide riuniti tutti i principali partiti socialist e [...]

Vigilanza privata, Costanzo: “Incontro positivo con gli operatori della sicurezza privata”

Vigilanza privata, Costanzo: “Incontro positivo con gli operatori della sicurezza privata”

Attualità 29 Aprile 2019 Vigilanza privata, Costanzo: “Incontro positivo con gli operatori della sicurezza privata” Lo scorso 17 aprile l’On. Jessica Costanzo ha incontrato una delegazione di lavoratori del settore della vigilanza privata per gettare le basi per una “riforma dal basso” Il 17 aprile si sono riuniti a Montecitorio a Roma una delegazione di operatori del settore della vigilanza privata e alcuni esponenti della Commissione Lavoro del [...]

Considerazioni mattutine sulla democrazia …

Considerazioni mattutine sulla democrazia …

Stamattina dando un'occhiata ai giornali ho letto questa notizia che mi ha fatto pensare. Pensare soprattutto a causa dell'età di chi ha commesso quest'orrore. Pochi giorni fa a Manduria, in provincia di Taranto, questo Signore:  Antonio Stano di 66 anni è morto in seguito alle botte ricevute da una gang di ragazzini.  E’ morto in ospedale dopo una straziante agonia per lesioni interne provocate dai colpi, calci molto probabilmente.

Mussolini

Il duce non era un deficiente, né un pazzo, sapeva, da leader, leggere nella parte istintiva, inconscia, della mente della gente, che è poi il requisito base per il successo in politica.Ricordiamo che vinse sempre le elezioni con maggioranza assoluta, probabilmente con brogli, ma non si può negare che la maggior parte della gente fosse con lui, sia gli imprenditori, che la borghesia ma manche molti della massa.Insomma, non era un pazzo come il suo [...]

Gwyneth Paltrow e Dakota Johnson, compagna del suo ex marito Chris Martin: risate tra amiche a cena

Gwyneth Paltrow e Dakota Johnson, compagna del suo ex marito Chris Martin: risate tra amiche a cena

Gwyneth Paltrow e Chris Martin sono rimasti in ottimi rapporti anche dopo la fine della loro lunga storia d'amore. Lo dimostra anche la grande amicizia che l'attrice 46enne ha con la collega Dakota Johnson, attuale compagna del leader dei Coldplay. Gwyneth Paltrow e Chris Martin, 42 anni, sono stati sposati dal dicembre 2003 fino al 2015 ed hanno avuto due figli. Dopo la fine del matrimonio, entrambi hanno ritrovato l'amore: Gwyneth con Brad Falchuk, che nello [...]

Gwyneth Paltrow e Dakota Johnson, compagna del suo ex marito Chris Martin: risate tra amiche a cena

Gwyneth Paltrow e Dakota Johnson, compagna del suo ex marito Chris Martin: risate tra amiche a cena

Gwyneth Paltrow e Chris Martin sono rimasti in ottimi rapporti anche dopo la fine della loro lunga storia d'amore. Lo dimostra anche la grande amicizia che l'attrice 46enne ha con la collega Dakota Johnson, attuale compagna del leader dei Coldplay. Gwyneth Paltrow e Chris Martin, 42 anni, sono stati sposati dal dicembre 2003 fino al 2015 ed hanno avuto due figli. Dopo la fine del matrimonio, entrambi hanno ritrovato l'amore: Gwyneth con Brad Falchuk, che nello [...]

Per la serie "figure di m..da storiche": la Meloni lancia "La sfida dell'anno" un sondaggio per stabilire "chi rappresenta l'anti-italiano" - Il risultato? Per la Gente chi rappresenta gli anti-taliani sono la stessa Meloni e Mussolini...!

Per la serie "figure di m..da storiche": la Meloni lancia "La sfida dell'anno" un sondaggio per stabilire "chi rappresenta l'anti-italiano" - Il risultato? Per la Gente chi rappresenta gli anti-taliani sono la stessa Meloni e Mussolini...!

      . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti .   Per la serie "figure di m..da storiche": la Meloni lancia "La sfida dell'anno" un sondaggio per stabilire "chi rappresenta l'anti-italiano" - Il risultato? Per la Gente chi rappresenta gli anti-taliani sono la stessa Meloni e Mussolini...! Meloni lancia il sondaggio "chi è anti-italiano": vincono lei e Mussolini Autogol social per la leader di Fratelli d'Italia che viene massacrata sul suo [...]

Soleil Stasi, gaffe con Joe Bastianich su Belen: epic fail al Maurizio Costanzo show

Soleil Stasi, gaffe con Joe Bastianich su Belen: epic fail al Maurizio Costanzo show

Giovedì 18 aprile, il sipario si è aperto sulla puntata numero 4.439 del “Maurizio Costanzo Show”: a parlare di passione e di tutte le sue sfumature, tra gli altri ospiti anche Soleil Stasi, neo fidanzata di Jeremias Rodriguez. Quando il baffo di Canale 5 ha indagato più a fondo sulla cognata Belen, La modella ha fatto sapere di averla già conosciuta e di trovarsi benissimo con lei, poi è arrivata la svista: “Tra l’altro cucina da Dio”. Costanzo, [...]

Fanny,Aspasia ultima musa  di Giacomo Leopardi...

Fanny,Aspasia ultima musa di Giacomo Leopardi...

"Io non ho bisogno di stima, nè di gloria, nè di altre cose simili, ho bisogno di amore." Così scriveva Giacomo Leopardi ad un'amica , qualche anno prima di incontrare  Fanny Targini Tozzetti, lui che da sempre rincorreva l'amore, che,come quasi tutte le cose della vita , lo aveva profondamento deluso, incominciando dalla perdita di Silvia. L'amore agognato e rivelatosi sempre illusorio, menzoniero, oppure fugace, come fugaci sono le illusioni che la vita ci [...]

Ancora pensieri

Ancora pensieri

   Circondati da nubi dense e nere,i miei pensieri vagano verso albe trascorse,inevitabilmente sopraffatti da storie recenti e vere,che non riesco ad abbattere, neanche con un ...forse.Li vedo navigare sospinti da un tempo di tempesta,che soffia vorticoso freddo e costante,impossibile fermarli, nonostante quel che resta,nei miei occhi, nell'anima, nel mio cuore tremante.Confondono la realtà, i nostri sogni d'amorema quel filo dorato che attraversa la [...]

"Salvini è un prodotto della crisi, come Mussolini e Hitler"

"Salvini è un prodotto della crisi, come Mussolini e Hitler"

L'ex ministro delle Finanze greco, oggi candidato alle europee con DiEM25, ha commentato la situazione politica italiana. "Salvini è il prodotto della Depressione, così come Mussolini e Hitler furono il prodotto della Depressione tra le due Guerre mondiali in Europa". Lo ha dichiarato all'Agi, Yanis Varoufakis, l'ex ministro delle Finanze greco, ora capolista in Germania per il movimento Domkratie in Europe, costola di DiEM25 - Democracy in Europe Movement [...]

&id=HPN_Guido+Ceronetti_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Guido{{}}Ceronetti" alt="" style="display:none;"/> ?>