Ideologia socialista

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Summer
In rilievo

Summer

Socialista

La scheda: Socialista

«Il socialismo è portare avanti tutti quelli che sono nati indietro.»
Il socialismo è un ampio complesso di ideologie, orientamenti politici, movimenti e dottrine che tendono a una trasformazione della società in direzione dell'uguaglianza, o comunque della proporzionalità, di tutti i cittadini sul piano economico, sociale e giuridico. Si può definire come un modello o sistema economico che rispecchia il significato di "sociale", che pensa cioè a tutta la popolazione.
Originariamente tutte le dottrine e movimenti di matrice socialista miravano a realizzare degli obiettivi attraverso il superamento delle classi sociali e la soppressione, totale o parziale, della proprietà privata dei mezzi di produzione e di scambio. Fino al 1848, i termini socialismo e comunismo erano considerati intercambiabili. In quell'anno, nel Manifesto del Partito Comunista di Marx ed Engels, si opera la suddivisione tra "socialismo utopistico" e "socialismo scientifico", che essi chiamano anche "comunismo" per evidenziarne polemicamente le differenze col primo.
Oggi il socialismo rappresenta dunque un'ideologia staccata dal comunismo, per quanto ne condivida a volte alcuni presupposti marxisti, ed è sostanzialmente rappresentato dal socialismo democratico, dal socialismo liberale e dalla socialdemocrazia, è insomma per grandissima parte un'ideologia che non mira al superamento del capitalismo (o comunque non ad una sua totale soppressione), bensì ad un miglioramento in senso socialista all'interno della società attuale, e spesso al raggiungimento di un sistema economico misto.


Nell'omicidio della consigliera comunale Marielle Franco, del Partito Socialismo e Libertà brasiliano, è coinvolto Flavio Bolsonaro, il figlio del presidente del Brasile

Nell'omicidio della consigliera comunale Marielle Franco, del Partito Socialismo e Libertà brasiliano, è coinvolto Flavio Bolsonaro, il figlio del presidente del Brasile

Sezioni comuniste Gramsci-Berlinguer per la ricostruzione del P.C.I. di Andrea Montella Riportiamo la notizia de il Fatto Quotidiano perché ricca di informazioni su chi realmente siano certi politici, tanto cari agli Usa e che valori abbiano impartito ai loro figli, come il presidente Jair Messias Bolsonaro, andato al potere con un golpe giudiziario pilotato dagli Usa. Il presidente golpista del Brasile è uno dei politici di riferimento di Matteo Salvini e di [...]

Sanchez, Maduro è tiranno,non socialista

Sanchez, Maduro è tiranno,non socialista

(ANSA) – SANTO DOMINGO, 29 GEN – Il premier spagnolo, Pedro Sanchez, ha dato del “tiranno” oggi ai presidenti di Venezuela e Nicaragua, Nicolas Maduro e Daniel Ortega e ha chiesto ai partiti membri dell’Internazionale Socialista (Is) di appoggiare la lotta per la democrazia in questi due paesi latinoamericani. “Siamo socialisti perché difendiamo la libertà. Chi risponde con pallottole e prigione all’ansia di libertà e democrazia di un popolo non [...]

EVENTI: Socialista

Nel 1976 si ebbe la cosiddetta Svolta del Midas, che elesse alla Segreteria un rampante Bettino Craxi, leader della corrente di destra del partito, ma che fece confluire molti esponenti e movimenti della Sinistra extraparlamentare, e che quindi criticavano il PCI da sinistra: per tutti i sedici anni che lo videro alla segreteria, infatti, lui si pose non solo come ago della bilancia dopo l'esperienza del Compromesso storico, ma come punto di riferimento per le opposizioni nei regimi Comunisti, mentre in politica interna il Craxismo, Dopo lo scandalo di Tangentopoli e la successiva inchiesta di "Mani pulite", nel 1992, il partito socialista perde consenso e si sfalda nel giro di pochi anni (subisce persino una scissione: Rinascita Socialista), fino al congresso della Fiera di Roma del 1994 che ne decretò lo scioglimento.

Nel 1976 si ebbe la cosiddetta Svolta del Midas, che elesse alla Segreteria un rampante Bettino Craxi, leader della corrente di destra del partito, ma che fece confluire molti esponenti e movimenti della Sinistra extraparlamentare, e che quindi criticavano il PCI da sinistra: per tutti i sedici anni che lo videro alla segreteria, infatti, lui si pose non solo come ago della bilancia dopo l'esperienza del Compromesso storico, ma come punto di riferimento per le opposizioni nei regimi Comunisti, mentre in politica interna il Craxismo, Dopo lo scandalo di Tangentopoli e la successiva inchiesta di "Mani pulite", nel 1992, il partito socialista perde consenso e si sfalda nel giro di pochi anni (subisce persino una scissione: Rinascita Socialista), fino al congresso della Fiera di Roma del 1994 che ne decretò lo scioglimento.

Nel 1976 si ebbe la cosiddetta Svolta del Midas, che elesse alla Segreteria un rampante Bettino Craxi, leader della corrente di destra del partito, ma che fece confluire molti esponenti e movimenti della Sinistra extraparlamentare, e che quindi criticavano il PCI da sinistra: per tutti i sedici anni che lo videro alla segreteria, infatti, lui si pose non solo come ago della bilancia dopo l'esperienza del Compromesso storico, ma come punto di riferimento per le opposizioni nei regimi Comunisti, mentre in politica interna il Craxismo, Dopo lo scandalo di Tangentopoli e la successiva inchiesta di "Mani pulite", nel 1992, il partito socialista perde consenso e si sfalda nel giro di pochi anni (subisce persino una scissione: Rinascita Socialista), fino al congresso della Fiera di Roma del 1994 che ne decretò lo scioglimento.

Nel 1976 si ebbe la cosiddetta Svolta del Midas, che elesse alla Segreteria un rampante Bettino Craxi, leader della corrente di destra del partito, ma che fece confluire molti esponenti e movimenti della Sinistra extraparlamentare, e che quindi criticavano il PCI da sinistra: per tutti i sedici anni che lo videro alla segreteria, infatti, lui si pose non solo come ago della bilancia dopo l'esperienza del Compromesso storico, ma come punto di riferimento per le opposizioni nei regimi Comunisti, mentre in politica interna il Craxismo, Dopo lo scandalo di Tangentopoli e la successiva inchiesta di "Mani pulite", nel 1992, il partito socialista perde consenso e si sfalda nel giro di pochi anni (subisce persino una scissione: Rinascita Socialista), fino al congresso della Fiera di Roma del 1994 che ne decretò lo scioglimento.

Nel 1976 si ebbe la cosiddetta Svolta del Midas, che elesse alla Segreteria un rampante Bettino Craxi, leader della corrente di destra del partito, ma che fece confluire molti esponenti e movimenti della Sinistra extraparlamentare, e che quindi criticavano il PCI da sinistra: per tutti i sedici anni che lo videro alla segreteria, infatti, lui si pose non solo come ago della bilancia dopo l'esperienza del Compromesso storico, ma come punto di riferimento per le opposizioni nei regimi Comunisti, mentre in politica interna il Craxismo, Dopo lo scandalo di Tangentopoli e la successiva inchiesta di "Mani pulite", nel 1992, il partito socialista perde consenso e si sfalda nel giro di pochi anni (subisce persino una scissione: Rinascita Socialista), fino al congresso della Fiera di Roma del 1994 che ne decretò lo scioglimento.

Nel 1976 si ebbe la cosiddetta Svolta del Midas, che elesse alla Segreteria un rampante Bettino Craxi, leader della corrente di destra del partito, ma che fece confluire molti esponenti e movimenti della Sinistra extraparlamentare, e che quindi criticavano il PCI da sinistra: per tutti i sedici anni che lo videro alla segreteria, infatti, lui si pose non solo come ago della bilancia dopo l'esperienza del Compromesso storico, ma come punto di riferimento per le opposizioni nei regimi Comunisti, mentre in politica interna il Craxismo, Dopo lo scandalo di Tangentopoli e la successiva inchiesta di "Mani pulite", nel 1992, il partito socialista perde consenso e si sfalda nel giro di pochi anni (subisce persino una scissione: Rinascita Socialista), fino al congresso della Fiera di Roma del 1994 che ne decretò lo scioglimento.

Nel 1976 si ebbe la cosiddetta Svolta del Midas, che elesse alla Segreteria un rampante Bettino Craxi, leader della corrente di destra del partito, ma che fece confluire molti esponenti e movimenti della Sinistra extraparlamentare, e che quindi criticavano il PCI da sinistra: per tutti i sedici anni che lo videro alla segreteria, infatti, lui si pose non solo come ago della bilancia dopo l'esperienza del Compromesso storico, ma come punto di riferimento per le opposizioni nei regimi Comunisti, mentre in politica interna il Craxismo, Dopo lo scandalo di Tangentopoli e la successiva inchiesta di "Mani pulite", nel 1992, il partito socialista perde consenso e si sfalda nel giro di pochi anni (subisce persino una scissione: Rinascita Socialista), fino al congresso della Fiera di Roma del 1994 che ne decretò lo scioglimento.

Nel 2011 Stefania Craxi, figlia dello storico leader socialista, fonda il movimento Riformisti Italiani, in cui confluiscono anche i Socialisti Uniti, per sostenere lo schieramento della coalizione di centro-destra di Silvio Berlusconi, il quale lo stesso anno si dimette e sostiene col suo Popolo della Libertà (a cui aveva aderito il Nuovo PSI nel 2009) il governo tecnocratico di Mario Monti.

Nel 2011 Stefania Craxi, figlia dello storico leader socialista, fonda il movimento Riformisti Italiani, in cui confluiscono anche i Socialisti Uniti, per sostenere lo schieramento della coalizione di centro-destra di Silvio Berlusconi, il quale lo stesso anno si dimette e sostiene col suo Popolo della Libertà (a cui aveva aderito il Nuovo PSI nel 2009) il governo tecnocratico di Mario Monti.

Nel 2011 Stefania Craxi, figlia dello storico leader socialista, fonda il movimento Riformisti Italiani, in cui confluiscono anche i Socialisti Uniti, per sostenere lo schieramento della coalizione di centro-destra di Silvio Berlusconi, il quale lo stesso anno si dimette e sostiene col suo Popolo della Libertà (a cui aveva aderito il Nuovo PSI nel 2009) il governo tecnocratico di Mario Monti.

Nel 2011 Stefania Craxi, figlia dello storico leader socialista, fonda il movimento Riformisti Italiani, in cui confluiscono anche i Socialisti Uniti, per sostenere lo schieramento della coalizione di centro-destra di Silvio Berlusconi, il quale lo stesso anno si dimette e sostiene col suo Popolo della Libertà (a cui aveva aderito il Nuovo PSI nel 2009) il governo tecnocratico di Mario Monti.

Nel 2011 Stefania Craxi, figlia dello storico leader socialista, fonda il movimento Riformisti Italiani, in cui confluiscono anche i Socialisti Uniti, per sostenere lo schieramento della coalizione di centro-destra di Silvio Berlusconi, il quale lo stesso anno si dimette e sostiene col suo Popolo della Libertà (a cui aveva aderito il Nuovo PSI nel 2009) il governo tecnocratico di Mario Monti.

Nel 2011 Stefania Craxi, figlia dello storico leader socialista, fonda il movimento Riformisti Italiani, in cui confluiscono anche i Socialisti Uniti, per sostenere lo schieramento della coalizione di centro-destra di Silvio Berlusconi, il quale lo stesso anno si dimette e sostiene col suo Popolo della Libertà (a cui aveva aderito il Nuovo PSI nel 2009) il governo tecnocratico di Mario Monti.

Nel 2011 Stefania Craxi, figlia dello storico leader socialista, fonda il movimento Riformisti Italiani, in cui confluiscono anche i Socialisti Uniti, per sostenere lo schieramento della coalizione di centro-destra di Silvio Berlusconi, il quale lo stesso anno si dimette e sostiene col suo Popolo della Libertà (a cui aveva aderito il Nuovo PSI nel 2009) il governo tecnocratico di Mario Monti.

Nel 1892, nasce a Genova il Partito Socialista Italiano (nato come Partito dei Lavoratori Italiani), sciolto due anni dopo dal primo governo Crispi.

Nel 1892, nasce a Genova il Partito Socialista Italiano (nato come Partito dei Lavoratori Italiani), sciolto due anni dopo dal primo governo Crispi.

Nel 1892, nasce a Genova il Partito Socialista Italiano (nato come Partito dei Lavoratori Italiani), sciolto due anni dopo dal primo governo Crispi.

Nel 1892, nasce a Genova il Partito Socialista Italiano (nato come Partito dei Lavoratori Italiani), sciolto due anni dopo dal primo governo Crispi.

Nel 1892, nasce a Genova il Partito Socialista Italiano (nato come Partito dei Lavoratori Italiani), sciolto due anni dopo dal primo governo Crispi.

Nel 1892, nasce a Genova il Partito Socialista Italiano (nato come Partito dei Lavoratori Italiani), sciolto due anni dopo dal primo governo Crispi.

Nel 1892, nasce a Genova il Partito Socialista Italiano (nato come Partito dei Lavoratori Italiani), sciolto due anni dopo dal primo governo Crispi.

Nel 1964 si era avuta anche la scissione della sinistra del partito (capeggiata da Tullio Vecchietti) che formò il Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria, contrario ad appoggiare il primo governo di centro-sinistra organico, che si scioglierà nel 1972, confluendo in larga parte nel Partito Comunista Italiano.

Nel 1964 si era avuta anche la scissione della sinistra del partito (capeggiata da Tullio Vecchietti) che formò il Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria, contrario ad appoggiare il primo governo di centro-sinistra organico, che si scioglierà nel 1972, confluendo in larga parte nel Partito Comunista Italiano.

Nel 1964 si era avuta anche la scissione della sinistra del partito (capeggiata da Tullio Vecchietti) che formò il Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria, contrario ad appoggiare il primo governo di centro-sinistra organico, che si scioglierà nel 1972, confluendo in larga parte nel Partito Comunista Italiano.

Nel 1964 si era avuta anche la scissione della sinistra del partito (capeggiata da Tullio Vecchietti) che formò il Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria, contrario ad appoggiare il primo governo di centro-sinistra organico, che si scioglierà nel 1972, confluendo in larga parte nel Partito Comunista Italiano.

Nel 1964 si era avuta anche la scissione della sinistra del partito (capeggiata da Tullio Vecchietti) che formò il Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria, contrario ad appoggiare il primo governo di centro-sinistra organico, che si scioglierà nel 1972, confluendo in larga parte nel Partito Comunista Italiano.

Nel 1964 si era avuta anche la scissione della sinistra del partito (capeggiata da Tullio Vecchietti) che formò il Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria, contrario ad appoggiare il primo governo di centro-sinistra organico, che si scioglierà nel 1972, confluendo in larga parte nel Partito Comunista Italiano.

Nel 1964 si era avuta anche la scissione della sinistra del partito (capeggiata da Tullio Vecchietti) che formò il Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria, contrario ad appoggiare il primo governo di centro-sinistra organico, che si scioglierà nel 1972, confluendo in larga parte nel Partito Comunista Italiano.

Voto in Andalusia, crollano socialisti

Voto in Andalusia, crollano socialisti

(ANSA) – ROMA, 3 DIC – Nel voto di ieri in Andalusia, la sinistra perde la maggioranza, mentre l’estrema destra entra per la prima volta nel Parlamento regionale: una “svolta storica”, la definiscono i media spagnoli, nella regione che da 36 anni è stata ininterrottamente governata dai socialisti. Secondo i dati forniti a scrutinio quasi concluso, il Psoe crolla dal 35,43% del 2015 al 27,97% di oggi. I suoi 33 seggi su 109 (ne aveva 47 nella scorsa [...]

Spagna, cade il governo Rajoy, il socialista Sanchez è premier

Spagna, cade il governo Rajoy, il socialista Sanchez è premier

Madrid (askanews) - La Spagna cambia segno dopo il voto di sfiducia socialista sostenuto dai partiti baschi: cade il governo conservatore di Mariano Rajoy, travolto da uno scandalo di corruzione ultradecennale, si apre la porta del potere al socialista Pedro Sanchez, 46 anni, professore d'economia detto "il bello". Rajoy aveva riconosciuto già prima del voto che la maggioranza dei deputati avrebbe approvato la sfiducia: "In conseguenza il signor Sanchez sarà il [...]

Spagna, il socialista Sanchez nuovo premier

Spagna, il socialista Sanchez nuovo premier

Il conservatore Rajoy sfiduciato dal Congresso dei deputati

Socialisti Ue,Italia?Situazione pericolo

Socialisti Ue,Italia?Situazione pericolo

(ANSA) – STRASBURGO, 29 MAG – “Estremamente pericolosa”. Così il leader dei Socialisti e Democratici (S&D) al Parlamento europeo, Udo Bullmann, oggi a Strasburgo ha definito la situazione politica in Italia rispondendo ai giornalisti. “Ammiro Mattarella, ha fatto un grande lavoro per difendere la società e l’economia italiana ed il futuro del Paese nella Ue”, ha aggiunto. “Il vero pericolo – ha osservato ancora Bullmann – sarebbe stato avere [...]

Xi Jinping: solo il socialismo può salvare la Cina

Xi Jinping: solo il socialismo può salvare la Cina

Roma, (askanews) - Soltanto il socialismo può salvare la Cina. Così ha dichiarato il presidente cinese Xi Jinping, qualche giorno dopo la sua rielezione all'unanimità da parte del Parlamento cinese, che gli ha inoltre offerto la possibilità di restare alla guida dello stato per tutto il tempo che vorrà. In un discorso solenne, alla chiusura della sessione plenaria annuale dell'Assemblea nazionale popolare, l'uomo forte di Pechino, considerato come il [...]

La virata socialismo > fascismo è tipica degli elettori opportunisti e in un certo senso mostra la vera natura egoistica del socialismo.

La virata socialismo > fascismo è tipica degli elettori opportunisti e in un certo senso mostra la vera natura egoistica del socialismo.

L'individuo e il cittadino. Il commento. Angela Merkel è indebolita ma resiste, ma intorno a lei la costruzione che è il fondamento dell'autorità politica tedesca vacilla. NON bisogna nascondere il miracolo di Angela Merkel che ottiene il consenso della popolazione per il suo quarto mandato alla guida della Germania, dopo aver attraversato dalla Cancelleria il decennio peggiore dell'Occidente, reggendo la responsabilità di una grande democrazia sotto i [...]

Quindi nessuno può negare che "IL SOCIALISMO E’ UNA IDEA MERAVIGLIOSA”.

Quindi nessuno può negare che "IL SOCIALISMO E’ UNA IDEA MERAVIGLIOSA”.

Ma ... ci dice “Angelo Codevilla che sia il marxismo economico che quello culturale si basano sul sistema dell'espropriazione. Sia espropriazione materiale che espropriazione culturale, nel senso di cancellazione delle tradizioni. Quando i marxisti classici, i comunisti, conquistarono il potere in Russia, per prima cosa espropriarono i possedimenti della borghesia. Allo stesso modo, quando attualmente i marxisti culturali assumono il controllo di un campus [...]

Elezioni in Albania: ormai certa la vittoria del socialista Edi Rama

Elezioni in Albania: ormai certa la vittoria del socialista Edi Rama

Tirana, 27 giu. (askanews) – La netta vittoria del primo ministro socialista Edi Rama sulla destra alle elezioni politiche in Albania è stata praticamente confermata oggi, due giorni dopo le votazioni. E’ quanto emerge a scrutinio quasi ultimato. Al potere dal 2013, punta ora a convincere l’Unione Europea ad aprire – durante questo secondo mandato – i negoziati di adesione del suo Paese, candidato dal 2014. Secondo gli organi di informazione, il 52enne [...]

FOTO: Socialista

Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, considerato uno delle immagini-simbolo del movimento operaio e del socialismo[1]

Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, considerato uno delle immagini-simbolo del movimento operaio e del socialismo[1]

Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, considerato uno delle immagini-simbolo del movimento operaio e del socialismo[1]

Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, considerato uno delle immagini-simbolo del movimento operaio e del socialismo[1]

Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, considerato uno delle immagini-simbolo del movimento operaio e del socialismo[1]

Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, considerato uno delle immagini-simbolo del movimento operaio e del socialismo[1]

Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, considerato uno delle immagini-simbolo del movimento operaio e del socialismo[1]

Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, considerato uno delle immagini-simbolo del movimento operaio e del socialismo[1]

Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, considerato uno delle immagini-simbolo del movimento operaio e del socialismo[1]

Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, considerato uno delle immagini-simbolo del movimento operaio e del socialismo[1]

Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, considerato uno delle immagini-simbolo del movimento operaio e del socialismo[1]

Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, considerato uno delle immagini-simbolo del movimento operaio e del socialismo[1]

Riguardo la faccia sociale del fascismo c'è bastata quella della Repubblica Sociale di Salò totalmente asservita al nazionalsocialismo (altro socialismo!). Trump vergogna.

Riguardo la faccia sociale del fascismo c'è bastata quella della Repubblica Sociale di Salò totalmente asservita al nazionalsocialismo (altro socialismo!). Trump vergogna.

"Benvenuti nell’epoca del fascismo sociale" Il neoliberismo ha sdoganato la legge del più forte. E così siamo tornati alla giungla. La critica del grande sociologo Boaventura de Sousa Santos.Fascismo sociale». Boaventura de Sousa Santos non usa mezzi termini. La fase storica che stiamo attraversando è segnata dalla coesistenza tra regimi politicamente democratici e socialmente fascisti. Nel suo ultimo libro lei sostiene che la democrazia abbia perso quella [...]

Francia, ex premier socialista Valls: voto per centrista Macron

Francia, ex premier socialista Valls: voto per centrista Macron

Roma, (askanews) - Rispondendo a una domanda in tv se avrebbe votato per Macron, l'ex premier Manuel Valls ha detto: 'Si', perche' io penso che non si dovrebbe mettere a rischio la Repubblica. Per questo, io votero' per Emmanuel Macron'. L'esponente del partito socialista ha cosi' ufficializzato la decisione di votare per il centrista Macron al primo turno delle presidenziali francesi, tenendo soprattutto conto della debolezza nei sondaggi del candidato socialista [...]

Crollo dei socialisti, trionfa la destra

Crollo dei socialisti, trionfa la destra

Trionfo della destra alle elezioni amministrative in Francia.

secondo voi Cristo può essere considerato,dal punto di vista non religioso,uno dei primi rivoluzionari,o come dice qualcuno il vero padre del ...

secondo voi Cristo può essere considerato,dal punto di vista non religioso,uno dei primi rivoluzionari,o come dice qualcuno il vero padre del socialismo? "senza ombra di dubbio, cristo non era un pirla ma forse un gran furbacchione con un carisma particolarissimo ed un fascino irresistibile."

Rispondi

Vorrei, se fosse possibile, una autocritica sincera e passionale dell'ideologia socialista e ...

Vorrei, se fosse possibile, una autocritica sincera e passionale dell'ideologia socialista e comunista. In cambio risponderò con una autocritica sincera e passionale della ideologia capitalista o contraria. "Probabilmente l'unico errore che il centro sinistra ha fatto nelle ultime tornate elettorali è stato quello di non presentare un dettagliato programma elettorale, infatti la maggioranza dei votanti delle fabbriche, culle per antonomasia delle ideologie [...]

Rispondi

“STORIA DEL SOCIALISMO REGGIANO” (volume secondo)

A Guastalla, presentazione del “STORIA DEL SOCIALISMO REGGIANO” (volume secondo) Egr. Direttore, siamo lieti di invitarLa ad una iniziativa di rilevante valore storico e politico: la presentazione del libro dell'ON. MAURO DEL BUE: “STORIA DEL SOCIALISMO REGGIANO” (volume secondo), contenente significativi riferimenti anche all'attività politica e ai ruoli istituzionali dei Socialisti della Bassa Reggiana a partire dal dopoguerra. L'iniziativa avrà luogo [...]

DANILO POLATO, IL SINDACALISTA MITE CHE SAPEVA FARE SINTESI DELLE DIVERSITÀ. UN LASCITO CHE LA SINISTRA DEVE TORNARE A RACCOGLIERE

DANILO POLATO, IL SINDACALISTA MITE CHE SAPEVA FARE SINTESI DELLE DIVERSITÀ. UN LASCITO CHE LA SINISTRA DEVE TORNARE A RACCOGLIERE

Mi ha colpito molto, ieri mattina ai funerali di Danilo Polato, leader storico della Cgil padovana, la commozione sincera con cui l’hanno ricordato i suoi compagni di segreteria. E ho compreso una volta di più il senso profondo dell’incontro fra le diverse culture politiche da cui negli anni successivi è scaturita la sfida dell’Ulivo prima e del Pd poi. Un incontro che oggi a volte sembra svuotato di significato, una sfida che appare sempre più a rischio. [...]

Attacco al Welfare

Scuola, pensioni, sanità. «In Europa è partito l’attacco al Welfare Stefano Fassina 20/5/2010 In Europa, è ripartito l’attacco al welfare. Scuola, pensioni, sanità, indennità di disoccupazione, diritti dei lavoratori, i cardini della cittadinanza nelle democrazie delle classi medie, sono tornati sotto tiro. L’obiettivo non è fare un welfare a misura del mercato del lavoro odierno, della transizione demografica in atto, della moltiplicazione dei [...]

La caduta del muro

  LA CADUTA DEL MURO E' trascorso qualche giorno dalle celebrazioni di quel 9 novembre di vent'anni fa, quando è stato abbattuto il muro di Berlino. Oggi, passato il baccanale dei festeggiamenti, si può leggere in quell'atto simbolico la fine dell'esperienza - non completamente realizzata - del socialismo in Europa. Ma se quell'avvenimento è stato la fine prematura di un'esperienza non è stato, invece, la fine di un sogno! La giustizia sociale coniugata, non [...]

L’ultimo socialismo.	Di Francesco Scatigno -FgS BAT-

L’ultimo socialismo. Di Francesco Scatigno -FgS BAT-

Il socialismo blando dei giorni nostri ha poco a che fare con le battaglie e le conquiste dei tempi ormai lontani. Forse quel che poteva fare lo ha fatto e compiendosi muore in una non-utilità d’essere. O forse, tuttavia, il tempo e i compromessi l’hanno svuotato ideologicamente.Nonostante i riconoscimenti legislativi, appare difficile sradicare il lavoro nero; sarà la crisi, la difficoltà che le aziende hanno a sopravvivere. Sarà forse la natura del [...]

&id=HPN_Ideologia+socialista_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Ideologia{{}}socialista" alt="" style="display:none;"/> ?>