Israele

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Review
In rilievo

Review

Israele

La scheda: Israele

Coordinate: 31°45′N 35°00′E / 31.75°N 35°E31.75, 35
Israele, ufficialmente Stato d'Israele (in ebraico: מדינת ישראל, Medinat Yisra'el, in arabo: دولة اسرائيل, Dawlat Isrā'īl), è uno Stato del Vicino Oriente affacciato sul mar Mediterraneo e che confina a nord con il Libano, con la Siria a nord-est, Giordania a est, Egitto e golfo di Aqaba a sud e con i territori palestinesi, ossia Cisgiordania a est e striscia di Gaza a sud-ovest.
Situato in Medio Oriente, occupa approssimativamente un'area che secondo i racconti biblici in epoca antica era compresa nel Regno di Giuda e Israele e nella regione di Canaan, soggetta nel tempo al dominio di numerosi popoli, tra cui egizi, assiri, babilonesi, romani, bizantini, arabi e ottomani, nonché a numerose battaglie etnico-religiose. In età contemporanea è stata parte del mandato britannico della Palestina, periodo durante il quale fu soggetta a flussi immigratori di popolazioni ebraiche, incoraggiate dalla nascita del movimento sionista, che mirava alla costituzione di un moderno Stato ebraico. Dopo la seconda guerra mondiale e la Shoah, anche per cercare di porre rimedio agli scontri tra ebrei e arabi, il 29 novembre 1947 l'Assemblea generale delle Nazioni Unite nella risoluzione n. 181 approvava il piano di partizione della Palestina che prevedeva la costituzione di due Stati indipendenti, uno ebraico e l'altro arabo. Alla scadenza del mandato britannico il moderno Stato d'Israele fu quindi proclamato da David Ben Gurion il 14 maggio 1948.
Tale ripartizione fu però osteggiata da gruppi sionisti e dalla totalità dei rappresentanti palestinesi, nonché dai Paesi arabi. Dopo alcuni scontri già all'indomani del voto della risoluzione, terminato il ritiro delle truppe britanniche, la Lega Araba avviò una guerra contro il neonato Stato ebraico, dando origine a una serie di conflitti arabo-israeliani, accordi di pace sui confini furono in seguito raggiunti solo con Egitto (1979) e Giordania (1994). Rispetto ai territori palestinesi non esistono tuttora confini precisi. Oltre a estendere il territorio dello Stato dopo la prima guerra arabo-israeliana del 1948 (denominata da parte israeliana guerra d'Indipendenza, mentre da parte araba Nakba "catastrofe"), rispetto a quanto previsto dalla risoluzione ONU, Israele ha anche occupato i territori della Cisgiordania e della Striscia di Gaza dopo la guerra dei sei giorni del 1967 e nel corso degli anni vi ha costruito nuovi centri abitati.
Lo Stato palestinese, proclamato nel 1988 e ammesso come osservatore permanente dell'ONU nel 2012, ma ancora non riconosciuto come tale da Israele e da altri Paesi, controlla la striscia di Gaza, dalla quale Israele sì è ritirata unilateralmente nel 2005 (facendone evacuare anche coattamente i ventuno insediamenti) e solo alcune zone della Cisgiordania, che rivendica interamente anche se rimane prevalentemente controllata da Israele, secondo le decisioni degli accordi di Oslo del 1993. La sovranità israeliana non è riconosciuta da molti Stati arabi, mentre rappresentanti palestinesi hanno riconosciuto Israele nel 1993, come parte degli stessi accordi di Oslo. Diversi tentativi di accordi di pace non hanno finora dato i frutti sperati e l'area continua quindi a essere geopoliticamente instabile.
All'aprile 2015 la popolazione israeliana era di 8.345.000 abitanti. È l'unico Stato al mondo a maggioranza ebraica (il 74,9% della popolazione) e con una consistente minoranza di arabi (circa il 20%, in prevalenza di religione musulmana, ma anche cristiana o drusa).
La Legge fondamentale del 1980 (Israele, come il Regno Unito, non ha una Costituzione scritta) afferma che la capitale è Gerusalemme, rivendicata come tale anche dallo Stato di Palestina almeno nella sua parte orientale, ma non riconosciuta dalla maggior parte dei membri dell'ONU. Tuttavia quasi tutti gli Stati che hanno relazioni diplomatiche con Israele mantengono le proprie ambasciate a Tel Aviv, centro finanziario del Paese, o nelle vicinanze, ma mantengono comunque sedi consolari a Gerusalemme.
Israele è governato da un sistema parlamentare a rappresentanza proporzionale. È considerato un Paese sviluppato, è membro dell'OCSE e secondo il Fondo monetario internazionale nel 2013 era al 37º posto nella lista degli Stati per prodotto interno lordo. Ha inoltre il più alto indice di sviluppo umano in Medio Oriente ed è uno dei Paesi con la più alta aspettativa di vita nel mondo.



Israele:
Dati amministrativi:
Nome completo: Stato d'Israele
Nome ufficiale: מדינת ישראל (Medinat Yisra'el) دولة اسرائيل (Dawlat Isrā'īl)
Lingue ufficiali: ebraico, arabo
Capitale: Gerusalemme (contestata)[1][2]  (791 000 ab. / 2011)
Politica:
Forma di governo: Repubblica parlamentare
Presidente: Reuven Rivlin
Primo ministro: Benjamin Netanyahu
Indipendenza: 14 maggio 1948
Ingresso nell'ONU: 11 maggio 1949
Superficie:
Totale: 20.770 / 22.072[3] km² (151º)
 % delle acque: ~2%
Popolazione:
Totale: 8 345 000 [4][5] ab. (2015) (96º)
Densità: 402 ab./km²
Tasso di crescita: 2% (2015)[4][5]
Nome degli abitanti: Israeliani
Geografia:
Continente: Asia
Confini: Egitto, Stato palestinese, Giordania, Libano, Siria
Fuso orario: UTC+2
Economia:
Valuta: Nuovo siclo (₪)
PIL (nominale): 257 480[6] milioni di $ (2012) (40º)
PIL pro capite (nominale): 33 433 $ (2012) (26º)
PIL (PPA): 260 909 milioni di $ (2012) (49º)
PIL pro capite (PPA): 33 878 $ (2012) (25º)
ISU (2011): 0,900 (molto alto) (16º)
Fecondità: 3,0 (2010)[7]
Varie:
Codici ISO 3166: IL, ISR, 376
TLD: .il
Prefisso tel.: +972
Sigla autom.: IL
Inno nazionale: Hatikvah
Festa nazionale: Yom HaAtzmaut (5 Iyar)
Evoluzione storica:
Stato precedente: Mandato britannico della Palestina
 

'McJesus' sarà rimosso da museo di Haifa

'McJesus' sarà rimosso da museo di Haifa

(ANSAmed) – TEL AVIV, 17 GEN – Dopo le proteste delle autorità cristiane, sarà rimossa da un’esposizione al Museo di Haifa l’opera dell’artista finlandese Jani LeinonAn che raffigura Ronald McDonald, dell’omonima catena di fast food, in croce al posto di Gesù. La decisione è stata presa dal sindaco della città, nel nord di Israele, Einat Kalisch-Rotem. La scorsa domenica la Chiesa greco ortodossa e quella cattolica – che già avevano [...]

I tre carabinieri italiani fuori da Gaza, lasciato compound Onu

I tre carabinieri italiani fuori da Gaza, lasciato compound Onu

I tre carabinieri italiani sono appena usciti da Gaza passando dal valico di Erez con Israele. Lo dicono fonti locali dopo che la vicenda si era sbloccata. I militari si erano rifugiati nella sede dell’Onu a Gaza. Hamas aveva tolto l’assedio dopo aver accertato la loro identità di italiani e non di israeliani come sospettato in precedenza. I carabinieri in forza al Consolato generale italiano di Gerusalemme – secondo quanto si è appreso – si sono [...]

I tre cc italiani lasciano Gaza

I tre cc italiani lasciano Gaza

(ANSAmed) – GAZA-TEL AVIV, 16 GEN – I tre carabinieri italiani rifugiati ieri sera nella sede dell’Onu di Gaza City sono usciti dalla Striscia passando dal valico di Erez con Israele. Lo dicono fonti locali. Le forze di sicurezza di Hamas avevano circondato l’edificio sospettando che appartenessero alle forze speciali israeliane. Questa mattina il ministero dell’interno di Hamas ha comunicato ufficialmente che “le indagini hanno permesso di accertare [...]

Gaza, sbloccata vicenda tre carabinieri

Gaza, sbloccata vicenda tre carabinieri

(ANSA) – TEL AVIV, 16 GEN – Si è sbloccata la vicenda dei tre carabinieri italiani rifugiatisi nella sede dell’Onu a Gaza. Lo riferiscono media palestinesi e israeliani, secondo cui Hamas ha tolto l’assedio dopo aver accertato la loro identità di italiani e non di israeliani come sospettato in precedenza. Fonti stampa hanno aggiunto che oggi con la riapertura del valico di Eretz con Israele i carabinieri dovrebbero poter uscire da Gaza e fare ritorno a [...]

Gaza, tre carabinieri rifugiati nella sede Onu

Gaza, tre carabinieri rifugiati nella sede Onu

Tre carabinieri italiani del nucleo scorte del consolato a Gerusalemme sono rifugiati nella sede dell’Onu di Gaza City, circondati dalle forze di sicurezza di Hamas che sospettano che i tre siano invece delle “forze speciali israeliane sotto mentite spoglie”. La vicenda – che in serata era ancora in pieno svolgimento – è cominciata, secondo le ricostruzioni locali finora circolate, con il mancato arresto ieri notte ad un posto di controllo nel centro di [...]

Gaza, carabinieri 3 italiani in sede Onu

Gaza, carabinieri 3 italiani in sede Onu

(ANSAmed) – TEL AVIV, 15 GEN – Sono tre carabinieri del Consolato italiano a Gerusalemme, secondo quanto si apprende, i cittadini italiani rifugiatisi nella sede Onu a Gaza City.

Gaza, tre italiani rifugiati in sede Onu

Gaza, tre italiani rifugiati in sede Onu

(ANSA) – TEL AVIV, 15 GEN – “Tre uomini della sicurezza italiana” sono attualmente rifugiati nella sede dell’Onu a Gaza, che è circondata dalle forze di sicurezza di Hamas. Lo ha riferito la Radio militare israeliana secondo cui Hamas ha “dubbi sulla loro identità e sospetta che siano delle forze speciali israeliane sotto mentite spoglie”. Secondo la Radio, “sono stati inviati dal Consolato italiano a Gerusalemme e mentre erano a Gaza si sono [...]

Israele cerca resti di ebrei nel Danubio

Israele cerca resti di ebrei nel Danubio

(ANSAmed) – TEL AVIV, 15 GEN – Sommozzatori israeliani si apprestano a cercare nel Danubio i resti degli ebrei ungheresi uccisi nel 1944 dai miliziani fascisti delle ‘Croci frecciate’ alleati dei nazisti e gettati nel fiume. Lo scopo della ricerca – che sarà effettuata da Zaka, l’organizzazione di soccorso israeliana – ha come obiettivo quello di dare una piena sepoltura ebraica alle vittime a 75 anni di distanza dalla loro morte. Zaka ha ottenuto [...]

Gaza: morto 14enne ferito venerdì

Gaza: morto 14enne ferito venerdì

(ANSAmed) – TEL AVIV, 14 GEN – Un palestinese di 14 anni ferito negli scontri con l’esercito israeliano venerdì scorso lungo la barriera difensiva con lo stato ebraico, è morto in ospedale. Lo ha fatto sapere il ministero della sanità di Gaza, riferito da fonti locali. Abdelraouf Salhah – questo il nome del ragazzo – era stato ferito alla testa. Nella stessa giornata – che aveva registrato, per l’esercito israeliano, diverse sfondamenti della [...]

Israele, trovato altro tunnel Hezbollah

Israele, trovato altro tunnel Hezbollah

(ANSAmed) – TEL AVIV, 13 GEN – L’esercito israeliano ha annunciato di avere individuato un altro tunnel di attacco degli Hezbollah che dal villaggio libanese di Ramyeh passava il confine e si infiltrava in territorio israeliano. La galleria, ha spiegato il portavoce militare, sarà neutralizzata nei prossimi giorni. La stessa fonte ha poi aggiunto che sono state informati l’Unifil e le autorità locali. “Con quello di oggi, l’esercito – ha detto [...]

FOTO: Israele

Theodor Herzl, fondatore del Sionismo, nel 1901

Theodor Herzl, fondatore del Sionismo, nel 1901

Territori riconosciuti a Israele dall'ONU e conquiste del 48-49

Territori riconosciuti a Israele dall'ONU e conquiste del 48-49

Mappa della distribuzione della popolazione nel 1946

Mappa della distribuzione della popolazione nel 1946

Yitzhak Rabin e Yasser Arafat si stringono la mano e firmano gli Accordi di Oslo, con Bill Clinton dietro di loro, 1993

Yitzhak Rabin e Yasser Arafat si stringono la mano e firmano gli Accordi di Oslo, con Bill Clinton dietro di loro, 1993

Saline nel Mar Morto

Saline nel Mar Morto

Visione del monte Tabor

Visione del monte Tabor

Deserto del Negev

Deserto del Negev

Israele: media, raid su Gaza dopo razzo

Israele: media, raid su Gaza dopo razzo

(ANSA) – ROMA, 12 GEN – Israele ha colpito degli obiettivi a Khan Younis e a est di Gaza City in risposta al razzo lanciato poche ore prima dalla Striscia. Lo riferiscono media israeliani. Il razzo era caduto in un’area aperta nei pressi del kibbutz di Nir Am, senza causare feriti. (ANSA).

Israele: boom di turisti, tanti italiani

Israele: boom di turisti, tanti italiani

(ANSAmed) – TEL AVIV, 11 GEN – Gli italiani sono tra i 7 paesi al mondo a guidare la classifica del turismo in Israele che, nel 2018, ha registrato oltre 4,2 milioni di presenze: un incremento di circa il 14% rispetto al 2017, del 42% sul 2016 e un introito di 5,8 milioni di dollari. Per gli italiani dicembre scorso ha registrato il record di 20.500 turisti (150mila complessivi): un aumento del 46% sul 2017 e del 92% sul 2016. L’Italia è così risultata, [...]

Gesù come McDonald's in mostra, proteste

Gesù come McDonald's in mostra, proteste

(ANSAmed) – TEL AVIV, 11 GEN – L’Assemblea degli ordinari cattolici di Terra Santa ha condannato una mostra al Museo di Haifa in cui Gesù Cristo è raffigurato in croce, in un’occasione, mentre dalle sue mani pendono delle confezioni regalo e, in un’altra, sostituito da un manichino con la divisa di McDonald’s. “Una maniera offensiva”, ha detto il portavoce Wadie Abunassar – che ha chiesto il ritiro della mostra – che “ha fatto arrabbiare [...]

Gaza, scontri alla frontiera con Israele: uccisa una palestinese

Gaza, scontri alla frontiera con Israele: uccisa una palestinese

lllGaza City (askanews) - Una donna palestinese è stata uccisa dal fuoco di soldati israeliani in scontri alla frontiera della Striscia di Gaza con lo Stato ebraico. Lo hanno detto fonti mediche dell'enclave governata dal movimento islamista Hamas. Secondo queste fonti mediche citate dall'agenzia di stampa palestinese Wafa, la vittima, la cui identità non è ancora nota, "è morta dopo essere stata colpita con una pallottola in testa" durante scontri lungo [...]

Tentato accoltellamento in Cisgiordania

Tentato accoltellamento in Cisgiordania

(ANSAmed) – TEL AVIV, 11 GEN – L’esercito israeliano ha annunciato un “tentativo di accoltellamento” avvenuto nei pressi di Kiryat Arba, un insediamento ebraico in Cisgiordania nei pressi di Hebron, e che “l’assalitore è stato neutralizzato”. “Non ci sono stati altri feriti – ha continuato il portavoce militare – e l’incidente è sotto esame”. La stessa fonte ha aggiunto che “truppe addizionali si stanno dirigendo verso la zona”.

Gaza: donna uccisa in scontri al confine

Gaza: donna uccisa in scontri al confine

(ANSAmed) – TEL AVIV, 11 GEN – Una donna palestinese è stata uccisa ad est di Gaza durante scontri con l’esercito israeliano lungo la barriera di difesa con lo Stato ebraico in occasione della Marcia del Ritorno, appoggiata da Hamas. Lo ha fatto sapere il ministero della sanità di Gaza riferito da fonti locali. Secondo lo stesso ministero, la donna, la cui identità non è stata resa nota, è morta per ferite alla testa. Altre 14 persone sono state [...]

Gaza:Hamas, domani possibile distensione

Gaza:Hamas, domani possibile distensione

(ANSAmed) – GAZA, 10 GEN – Alla vigilia di un nuovo venerdì di manifestazioni un portavoce di Hamas, Mushir al-Masri, ha avvertito che la giornata di domani potrebbe rivelarsi “un punto di svolta” per la relativa distensione sul confine della Striscia di Gaza. Se Israele non manterrà fede alle intese sulla distensione, ha detto oggi al-Masri, “Hamas disporrà di varie opzioni, compreso il ricorso al logoramento di Israele”. Si riferiva al mancato [...]

IL 20 GENNAIO - LA CORSA DI MIGUEL

IL 20 GENNAIO - LA CORSA DI MIGUEL

Perche' partecipare alla 20^ Corsa di Miguel il prossimo 20 gennaio? Per festeggiare i 20 anni della prova agonistica sui 10 km piu' partecipata d’Italia, su un percorso (grazie a una piccolissima variazione rispetto al 2019) finalmente omologato a 10.000 metri esatti o per correre gli stessi 10 Km in maniera del tutto non competitiva. Per ricordare Miguel Sanchez, podista e poeta, ragazzo mite e pieno di passioni, trucidato dal regime militare argentino assieme [...]

Shin Bet, rischio ingerenze voto Israele

Shin Bet, rischio ingerenze voto Israele

(ANSAmed) – TEL AVIV, 9 GEN – Il capo dello Shin Bet (sicurezza interna israeliana) Nadav Argaman, ha avvertito in una conversazione privata che uno Stato straniero cercherà di interferire nelle elezioni politiche israeliane del 9 aprile. Lo ha riferito la scorsa notte il notiziario televisivo ‘Hadashot’ secondo cui la censura vieta di precisare a quale Stato si riferisse. Le interferenze, ha aggiunto la emittente, potrebbero aver luogo mediante [...]

Gaza: Hamas, arrestati 45 agenti Israele

Gaza: Hamas, arrestati 45 agenti Israele

(ANSAmed) – GAZA, 8 GEN – I servizi di sicurezza di Hamas hanno arrestato 45 palestinesi della Striscia di Gaza sospettati di aver agito per conto di Israele. Lo ha reso noto oggi il portavoce del ministero degli interni locale, Yiad al-Bozum. Secondo Hamas hanno partecipato in vario modo alla infiltrazione di una unita’ speciale israeliana nel Sud della Striscia nel novembre scorso. I membri di quella unita’, uomini e donne che agivano in borghese e si [...]

&id=HPN_Israele_http{{{}}}sws*geonames*org{}294640{}" alt="" style="display:none;"/> ?>