Italia Dei Valori Lista Di Pietro

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Review
In rilievo

Review

Italia Dei Valori   Lista Di Pietro

La scheda: Italia Dei Valori Lista Di Pietro

L'Italia dei Valori (abbr. IdV), precedentemente conosciuto come Italia dei Valori - Lista Di Pietro, è un partito politico italiano fondato a Sansepolcro il 21 marzo 1998 da Antonio Di Pietro, ex magistrato fra i protagonisti dell'indagine dei primi anni novanta denominata Mani pulite che portò alla luce un sistema di potere politico nazionale fondato sulla corruzione. Dopo una breve adesione a I Democratici, il partito si ricostituì come partito autonomo il 27 aprile 2000.

ITALIA DEI VALORI - LISTA DI PIETRO

ITALIA DEI VALORI - LISTA DI PIETRO

Candidato Sindaco Giovanni Rossiello 01.    BITETTO Giuseppe 02.    BUONGIORNO Roberto 03.    CALAMITA Antonio 04.    CALDAROLA Gaetano 05.    CICCIOMESSERE Antonio 06.    CIOCIA Francesco 07.    COLASUONNO Elisa 08.    COZZELLA Michele 09.    D'AUCELLI Michelangelo 10.    DEPALMA Francesco 11.    DRIMACO Francesca 12.    FIORIELLO Giuseppe 13.    GERMANO Francesco 14.    ILLUZZI Francesco Antonio 15.    LATTANZA Maria [...]

Legge 20/97: Giunta Pigliaru (PD) elimina chi bisognoso

Legge 20/97: Giunta Pigliaru (PD) elimina chi bisognoso

A gennaio scorso termine ultimo per il rinnovo della legge 20/97 i sussidi legati a chi ha una patologia mentale, la Regione Sardegna con la Giunta Pigliaru (PD), inserisce subdolamente nella domanda di rinnovo il documento reddituale ISEE al posto della normale autocertificazione eliminando, nel mio caso, chi vive per esempio con i propri genitori e fa cumulo con la pensione paterna. Naturalmente ho dovuto rinunciare nel fare domanda perchè sarei stato escluso a [...]

Il rischio dell’immobilismo nella sinistra italiana.Una dimostrazione evidente delle difficoltà del Pd sta nella prevalenza del problema delle alleanze su quello dell’identità e delle proposte di governo

Il rischio dell’immobilismo nella sinistra italiana.Una dimostrazione evidente delle difficoltà del Pd sta nella prevalenza del problema delle alleanze su quello dell’identità e delle proposte di governo

Nel sistema politico italiano il Pd è l’unico grande partito (tra il 18 e il 22 per cento dei votanti nelle ultime elezioni politiche ed europee) ad assomigliare vagamente alle organizzazioni politiche della Prima Repubblica, essendo di fatto l’erede parziale di due di esse: del Partito Comunista e della componente di sinistra della Democrazia Cristiana.È lecito dubitare, in questi tempi di grande volatilità elettorale, se si tratti del mitico «zoccolo [...]

Questo Pd non prende voti perché non si capisce cosa dice

Questo Pd non prende voti perché non si capisce cosa dice

“In questo scenario politico di grande volatilità elettorale, c’è una fascia di elettori sempre più numerosa che vota partiti di cui magari non condivide fino in fondo il messaggio ma che hanno posizioni chiare e nette sull’indirizzo politico da dare al paese. Il Pd, invece, non prende voti perché non si capisce che cosa dice”, dice il senatore del Pd Tommaso Nannicini al Foglio. “E questo handicap mette a rischio l’esistenza di un progetto [...]

Non basta dire “nuovo PD”, serve una meta

Non basta dire “nuovo PD”, serve una meta

Il segretario dem ha il merito di avere preso sul serio la sua funzione di segretario. Ora indichi una meta verso la quale la comunità politica democratica possa cominciare a muoversi Se per il Partito Democratico è stato il peggior fine settimana dal voto 2018 a questa parte, tra processi mediatici e scontri personali, è difficile sfuggire alla sostanza politica del confronto in corso al nostro interno. Un confronto che non può essere ridicolizzato con la [...]

Caro Pd, o ti svegli o sparisci

Caro Pd, o ti svegli o sparisci

Il governo fa schifo, ma l'opposizione non esiste: caro Pd, o ti svegli o sparisci Inutile negarlo: se il governo fa schifo l’opposizione non è da meno. La sua voce non si sente su nessuno dei propri temi: lavoro, migranti, ambientalismo. Si perde in beghe interne mentre esplode il caso Lotti. Nelle piazze, poi, è assente. Un Pd così non serve a nessuno, è ora di darsi una mossa. Se non ora, quando? Così titolava un romanzo di Primo Levi dedicato ai [...]

Se il Pd scegliesse M5S, un nuovo centro nascerebbe contro il Pd

Se il Pd scegliesse M5S, un nuovo centro nascerebbe contro il Pd

Se il Pd scegliesse M5S, un nuovo centro nascerebbe contro il Pd. SIGNORI La sconfitta o diciamo il non recupero del elettorato del attuale PD sta nel volersi definire in funzione del "con chi" allearsi (o non allearsi) senza prima rispondere sul "cosa proporre". Cosa propone per il paese il PD di Zingaretti, su lavoro, economia, sviluppo, sicurezza, migranti, fiscalità, ambiente, cultura, scuola, eccetera? In che cosa mantiene continuità sui precedenti governi [...]

L’ipotesi del voto anticipato scuote il Pd

L’ipotesi del voto anticipato scuote il Pd

L’ipotesi del voto anticipato scuote il Pd, ma Zingaretti non vuole scissioni.Al Nazareno si sono convinti che i renziani stanno alzando il livello dello scontro in vista della composizione delle liste in caso di elezioni anticipate. Luigi Di Maio riunisce i “suoi” ministri per dire loro di tenersi pronti alla rottura dell’alleanza con la Lega e alle possibili elezioni anticipate. Matteo Salvini vola negli Stati Uniti per accreditarsi come capo di governo. [...]

Carlo Calenda si è fatto un’idea del PD, quest’anno «Che palle 'sto partito»

Carlo Calenda si è fatto un’idea del PD, quest’anno «Che palle 'sto partito»

Carlo Calenda si è iscritto al Partito Democratico a marzo del 2018, subito dopo le elezioni politiche vinte dal Movimento 5 Stelle e dalla Lega, e alle scorse elezioni europee è stato eletto al Parlamento europeo. Calenda è molto presente su Twitter, dove commenta in modo spesso informale e diretto le vicende del partito, e un suo tweet di oggi rivela con un certo candore l’idea che si è fatto in questo anno di militanza. Il tweet a cui Calenda ha risposto [...]

Tutti contro Calenda: ecco perché chiunque nel Pd ce l’ha con lui

Tutti contro Calenda: ecco perché chiunque nel Pd ce l’ha con lui

Tutti contro Calenda: ecco perché chiunque nel Pd ce l’ha con lui In men che non si dica, nel Pd si è passati dal “tutti contro tutti” al ”tutti contro Calenda”, colpevole di eccessivo protagonismo. A parte gli attacchi personali, però, il motivo vero è uno solo (ed è relativo al suo progetto di costituzione di un partito liberaldemocratico come “gamba” per il Pd) Ci mancava solo un attacco diretto da parte di Nicola Zingaretti per fare [...]

FOTO: Italia Dei Valori Lista Di Pietro

Italia_dei_Valori-Lista_Di_Pietro

Italia_dei_Valori-Lista_Di_Pietro

Lista_Di_Pietro_-_Occhetto

Lista_Di_Pietro_-_Occhetto

Idv

Idv

IdV

IdV

Italia_dei_valori

Italia_dei_valori

Italia_dei_Valori_-_Lista_Di_Pietro

Italia_dei_Valori_-_Lista_Di_Pietro

Italia_Dei_Valori

Italia_Dei_Valori

L’addio del Renzismo in un Pd senza centro

L’addio del Renzismo in un Pd senza centro

Sì, ancora Matteo Renzi. C’entra. In questa storia del Pd di Zingaretti che esclude dalla segreteria i seguaci dell’ex premier e in un sol boccone depenna Luca Lotti, compagno di merende storico del giglio magico, dalla lista di quegli interlocutori che contano nel partito, manifestando, quasi ve ne fosse bisogno, una sorta di opportunistica, subalterna e isterica onestà grillina di quel partito. In continuità con la fase “del fuoco amico”, scambiati [...]

Quando la Boschi parla di PD, intende riferirsi a LORO e non a NOI iscritti. Perché qui si è perso il significato di Partito. Il PD siamo noi. Loro sono solo quelli che se ne sono impossessati per interessi personali.

Quando la Boschi parla di PD, intende riferirsi a LORO e non a NOI iscritti. Perché qui si è perso il significato di Partito. Il PD siamo noi. Loro sono solo quelli che se ne sono impossessati per interessi personali.

Maria Elena Boschi: "Contro Lotti attacchi più dal Pd che dagli avversari" L'ex ministra: "Autosospendendosi ha fatto una scelta che non era scontata e dovuta, di grande generosità" “Sono arrivati più attacchi a Lotti dall’interno del Pd che dagli avversari politici. Autosospendendosi ha fatto una scelta che non era scontata e dovuta, di grande generosità verso la comunità del Pd e va quindi rispettato”. Maria Elena Boschi, oggi ad Assisi per intervenire [...]

Fatti fuori dal Pd, ma noi renziani restiamo

Fatti fuori dal Pd, ma noi renziani restiamo

  Nella nuova segreteria del Pd, nominata da Nicola Zingaretti, non c'è Matteo Renzi ma soprattutto non c'è traccia di alcun renziano. Un messaggio chiarissimo da parte dei vertici del nuovo partito al fu rottamatore: lui e i suoi non li vuole più nessuno. Ma Alessia Morani, fedelissima dell'ex segretario, non molla e lo dice chiaro e tondo in una intervista al Corriere della Sera. Le piace la nuova segreteria? "Nuova? Sono compagni di partito che [...]

PD DELOTTIZZAZIONE .Monta la polemica dei renziani: il partito del noi è diventato il partito loro

PD DELOTTIZZAZIONE .Monta la polemica dei renziani: il partito del noi è diventato il partito loro

DELOTTIZZAZIONE - Zingaretti vara la segreteria dem senza renziani e minoranze. Monta la polemica dei renziani: il partito del noi è diventato il partito loro. Zingaretti vara la segreteria dem senza renziani e minoranze. Solo Gori e Martina allo Statuto, coinvolti. Il renziano Marcucci, capogruppo al Senato: scelta che non condivido. IO!Concentrerei l'attenzione su chi sta cercando di incastrare Lotti. Sui gangli profondi che innervano la dirigenza di Partito con [...]

Chi c’è nella segreteria del Pd di Nicola Zingaretti

Chi c’è nella segreteria del Pd di Nicola Zingaretti

Orlando e De Micheli saranno i suoi vice. Martella coordinatore. Nella lista, tanti fedelissimi ma nessun nome riconducibile all'area renziana. Il capogruppo Marcucci: «Non condivido queste scelte».   L’annuncio è arrivato, un po’ a sorpresa, nel pomeriggio del 15 giugno, nonostante ci fosse tempo fino al 18. Nicola Zingaretti ha nominato la nuova segreteria del Pd. Il coordinatore sarà Andrea Martella, vicesegretari Andrea Orlando (vicario) [...]

Pd non devi inventare niente. La strada per battere i sovranisti è governare, te la disegnata Macron.

Pd non devi inventare niente. La strada per battere i sovranisti è governare, te la disegnata Macron.

La lezione francese: se volete battere Salvini, imparate da Macron.Ora che le categorie classiche di destra e sinistra sono saltate, cosa resta se non un grande centro metapolitico? E cosa batterà il sovranismo, se non l’aggancio all’Europa e valori liberali e sostenibili? Ecco perché il movimento di Macron è il modello che risponde a tutte queste domande. Si dice (copyright Antonio Polito, Corriere della Sera, oggi) che il centro sinistra non esiste più [...]

No grazie, non serve un Berlinguer a capo del Pd

No grazie, non serve un Berlinguer a capo del Pd

Molte delle difficoltà nel costruire un partito nuovo e libero dall’eredità comunista derivano proprio dall’incapacità di fare i conti con l’ombra dello storico segretario Sarà, come scriveva Vladimir Nabokov, che “nel proprio passato ci si sente sempre a casa”, fatto sta che il richiamo ai bei tempi andati, a quella mitica età dell’oro che la postmodernità e la globalizzazione ci avrebbero rubato, è diventato la principale caratteristica della [...]

Quattro casi che raccontano il Pd alle prese con la sua identità

Quattro casi che raccontano il Pd alle prese con la sua identità

Immigrazione, costi della politica, lavoro e organizzazione: il PD prova a ridisegnare i propri contorni. Non sarà indolore il tentativo di ridisegnare i contorni del Pd, di dargli identità e in alcuni casi anche di prendere le distanze rispetto alle policies degli ultimi anni. Ma il tentativo c’è e gli indizi di questa virata, iniziata negli ultimi mesi, sono dappertutto. Prendiamo la questione dell’immigrazione. Matteo Orfini, critico verso la [...]

Matteo Renzi è sempre più solo (e sempre più arrabbiato).Isolato nel Pd e in rotta con Calenda

Matteo Renzi è sempre più solo (e sempre più arrabbiato).Isolato nel Pd e in rotta con Calenda

Lo spazio politico per un nuovo partito alla Macron e contrapposto al Pd per Renzi c’è sempre stato. Contava sulla crisi dei dem, che però non c’è stata. E il rapporto con Calenda è tornato ai minimi storici. Risultato: i dolori del RENZI  continueranno ancora per molto? Asserragliato, nervoso, senza un progetto per uscire dall'empasse politica in cui si è cacciato. Per Matteo Renzi è il momento più difficile da quando, giovanissimo, ha cominciato [...]

Pd unica alternativa al populismo, la Lega un pericolo per la democrazia

Pd unica alternativa al populismo, la Lega un pericolo per la democrazia

"C'è un popolo che è tornato a combattere, finalmente unito per vincere e fermare il populismo", perché anche se il partito di Matteo Salvini ha vinto alle Europee, "la Lega è un pericolo per la democrazia in Italia" e "occorre riorganizzare un campo di forze che nei Comuni sta vincendo, e dimostrare che la Lega non è il destino degli italiani. È dura, ma io sono qui per combattere". Voce un po' roca per i 48 comizi affrontati negli ultimi giorni in vista [...]

CARO PD! Non c’è da festeggiare e da godere ma ci sono le condizioni per combattere.

CARO PD! Non c’è da festeggiare e da godere ma ci sono le condizioni per combattere.

MA CON QUESTA GENTE DOVE VOGLIAMO ANDARE.ORA SERVE COMBATTERE CON IDEE E PROGRAMMI.CHE QUESTI NON HANNO. “Oggi è successa una cosa molto semplice: non c’è da festeggiare e da godere ma ci sono le condizioni per combattere” “E’ un passo in avanti per niente scontato sulla base del quale c’è da fare un lavoro di riorganizzazione del messaggio. Già in un periodo così breve è stato fatto un lavoro importante”.  Ora: “Dobbiamo occuparci di un [...]

&id=HPN_Italia+Dei+Valori+++Lista+Di+Pietro_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}L'Italia{{}}dei{{}}Valori" alt="" style="display:none;"/> ?>