Italian Space Agency

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Theresa May
In rilievo

Theresa May

Agenzia spaziale italiana

La scheda: Agenzia spaziale italiana

L'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) è un ente governativo italiano, creato nel 1988, che ha il compito di predisporre e attuare la politica aerospaziale italiana. Dipende e utilizza i fondi ricevuti dal Governo italiano per finanziare il progetto, lo sviluppo e la gestione operativa di missioni spaziali, con obiettivi scientifici e applicativi.
Gestisce missioni spaziali in proprio e in collaborazione con i maggiori organismi spaziali internazionali, prima tra tutte l'Agenzia Spaziale Europea (dove l'Italia è il terzo maggior contribuente dopo Francia e Germania, e a cui l'ASI corrisponde una parte del proprio budget), quindi la NASA e le altre agenzie spaziali nazionali. Per la realizzazione di satelliti e strumenti scientifici, l'ASI stipula contratti con le imprese, italiane e non, operanti nel settore aerospaziale.
Ha la sede principale a Roma e centri operativi a Matera (sede del Centro di geodesia spaziale Giuseppe Colombo) e Malindi, Kenya (sede del Centro spaziale Luigi Broglio). Il centro di Trapani-Milo, usato per i lanci di palloni stratosferici dal 1975, non è più operativo dal 2010.
Ha attualmente circa 200 dipendenti, e un budget annuale al 2014 di circa 1,3 miliardi di euro. Le attività di ricerca vengono svolte in cooperazione con le Università, il CNR, gli osservatori astronomici ecc. I campi di studio sono in genere le "scienze dell'universo, le scienze della Terra, le scienze della vita" e la tecnologia aerospaziale.


L'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) è un ente governativo italiano, creato nel 1988, che ha il compito di predisporre e attuare la politica aerospaziale italiana. Dipende e utilizza i fondi ricevuti dal Governo italiano per finanziare il progetto, lo sviluppo e la gestione operativa di missioni spaziali, con obiettivi scientifici e applicativi.
Gestisce missioni spaziali in proprio e in collaborazione con i maggiori organismi spaziali internazionali, prima tra tutte l'Agenzia Spaziale Europea (dove l'Italia è il terzo maggior contribuente dopo Francia e Germania, e a cui l'ASI corrisponde una parte del proprio budget), quindi la NASA e le altre agenzie spaziali nazionali. Per la realizzazione di satelliti e strumenti scientifici, l'ASI stipula contratti con le imprese, italiane e non, operanti nel settore aerospaziale.
Ha la sede principale a Roma e centri operativi a Matera (sede del Centro di geodesia spaziale Giuseppe Colombo) e Malindi, Kenya (sede del Centro spaziale Luigi Broglio). Il centro di Trapani-Milo, usato per i lanci di palloni stratosferici dal 1975, non è più operativo dal 2010.
Ha attualmente circa 200 dipendenti, e un budget annuale al 2014 di circa 1,3 miliardi di euro. Le attività di ricerca vengono svolte in cooperazione con le Università, il CNR, gli osservatori astronomici ecc. I campi di studio sono in genere le "scienze dell'universo, le scienze della Terra, le scienze della vita" e la tecnologia aerospaziale.

Attività dell'ASI 2017

Lo scorso 21 dicembre l'Auditorium della sede ASI ha ospitato un evento dedicato a tutto il personale dell'ente in cui ogni Responsabile di Unità (o suo delegato) ha presentato le attività svolte dalla propria unità nel corso del 2017, illustrando sia gli obiettivi raggiunti che le criticità affrontate. I lavori sono stati introdotti dal Direttore Generale Anna Sirica, che ha presentato i risultati raggiunti dall'Agenzia nel 2017, mentre il Presidente [...]

ASITV: SLS, nuovo semaforo verde

EVENTI: Agenzia spaziale italiana

Nel 2010 è stata decisa la missione SHALOM, acronimo di Spaceborne Hyperspectral Applicative Land and Ocean Mission, è una missione spaziale scientifica congiunta dell'Agenzia spaziale israeliana e dell'Agenzia Spaziale Italiana per sviluppare un satellite iperspettrale per l'osservazione della Terra.

Nel 2010 è stata decisa la missione SHALOM, acronimo di Spaceborne Hyperspectral Applicative Land and Ocean Mission, è una missione spaziale scientifica congiunta dell'Agenzia spaziale israeliana e dell'Agenzia Spaziale Italiana per sviluppare un satellite iperspettrale per l'osservazione della Terra.

Nel 1980 allo scopo di rafforzare il ruolo italiano nel settore, veniva istituito il Piano Spaziale Nazionale, la cui gestione scientifica, tecnica e amministrativa era interamente affidata al CNR.

Nel 1980 allo scopo di rafforzare il ruolo italiano nel settore, veniva istituito il Piano Spaziale Nazionale, la cui gestione scientifica, tecnica e amministrativa era interamente affidata al CNR.

Nel 2012 è stato lanciato LARES, un satellite che svolgerà una missione simile a quella di LAGEOS 2 ma che permetterà misure con precisione maggiore.

Nel 2012 è stato lanciato LARES, un satellite che svolgerà una missione simile a quella di LAGEOS 2 ma che permetterà misure con precisione maggiore.

Nel 1970 l'Istituto di Ricerche Spaziali del CNR diventò il Servizio Attività Spaziali, nell'ambito della cui attività fu progettato, realizzato e lanciato in orbita, il 26 agosto 1977, il satellite sperimentale pre-operativo per telecomunicazioni SIRIO.

Nel 1970 l'Istituto di Ricerche Spaziali del CNR diventò il Servizio Attività Spaziali, nell'ambito della cui attività fu progettato, realizzato e lanciato in orbita, il 26 agosto 1977, il satellite sperimentale pre-operativo per telecomunicazioni SIRIO.

Nel 1964 aderì infatti alle prime organizzazioni spaziali europee, ELDO (European Launcher Development Organization, per la costruzione dei lanciatori) ed ESRO (European Space Research Organization, per la realizzazione di satelliti scientifici).

Nel 1964 aderì infatti alle prime organizzazioni spaziali europee, ELDO (European Launcher Development Organization, per la costruzione dei lanciatori) ed ESRO (European Space Research Organization, per la realizzazione di satelliti scientifici).

Il 25 febbraio 2018 entra in vigore la nuova normativa sulla Space Economy.

Il 25 febbraio 2018 entra in vigore la nuova normativa sulla Space Economy.

ASITV: Galassia che vai, esopianeta che trovi

ASITV: Ariane annuncia: satelliti in orbita

L’Italia nello Spazio: ASI e Politecnico di Milano insieme per 15 anni

I due enti si impegnano a delineare e a percorrere gli ambiti strategici in cui si svolgerà la ricerca nel settore nei prossimi decenni, in un processo che vedrà la partecipazione di altri operatori nazionali ed europei con la conseguente nascita di spin off e start up innovative. Flessibilità nelle direzioni di sviluppo, interdisciplinarietà, eccellenza nell’esecuzione e nel trasferimento della conoscenza: l’obiettivo è quello di mantenere la ricerca [...]

ASI 2017 in 10 punti+ 1

ASITV: Mattarella celebra la scienza

ASITV: Viaggio al centro della Via Lattea

ASITV: L'ultimo volo del Columbia

ASITV: L'ultimo volo del Columbia

FOTO: Agenzia spaziale italiana

Agenzia_spaziale_italiana

Agenzia_spaziale_italiana

La piattaforma di lancio San Marco nel 1974.

La piattaforma di lancio San Marco nel 1974.

La piattaforma di lancio San Marco nel 1974.

La piattaforma di lancio San Marco nel 1974.

ASITV: Mattarella celebra la scienza

ASITV: Viaggio al centro della Via Lattea

ASI 2017 in 10 punti+ 1

ASITV: Il video dell'anno

ASITV: Il nuovo look del Falco

Paolo Nespoli coi piedi per terra

E' rientrato sulla Terra l'astronauta dell'Esa Paolo Nespoli dopo un soggiorno di quasi 5 mesi sulla Iss nell'ambito della missione italiana Vita. La Soyuz MS-05 è atterrata alle 9.37 ora italiana nella regione centrale del Kazakhstan con a bordo oltre a Nespoli anche il comandante russo della navicella Sergei Ryazansky ed il comandante della Stazione spaziale internazionale l’americano Randy Bresnik. Termina così dopo quasi 139 giorni dal decollo avvenuto lo [...]

ASITV: Blue Origin e la capsula spaziale 2.0

ASITV: Voyager esce dal letargo

ASITV: Spazio alla musica: il replay

Spazio alla Musica in ASI

Spazio e musica si fondono in un unico viaggio all’insegna dell’armonia tra scienza e arte. Questo insolito connubio ha caratterizzato il doppio evento 'Spazio alla Musica' organizzato questo pomeriggio presso l’Agenzia Spaziale Italiana che ha unito l’inflight call di Paolo Nespoli con il Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Valeria Fedeli e il concerto per cori, riservato ai ragazzi delle scuole superiori. Il pomeriggio ha preso il via con [...]

&id=HPN_Italian+Space+Agency_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Italian{{}}Space{{}}Agency" alt="" style="display:none;"/> ?>