Jasmine Trinca

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Summer
In rilievo

Summer

Jasmine Trinca

La scheda: Jasmine Trinca

Jasmine Trinca (Roma, 24 aprile 1981) è un'attrice italiana.
Nella sua carriera ha vinto 1 David di Donatello, 4 Nastri d'argento, 2 Globi d'oro, 2 Ciak d'oro, il Premio Marcello Mastroianni alla Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, il premio Gian Maria Volontè e il premio Un Certain Regard come miglior attrice.


La stanza del figlio, regia di Nanni Moretti (2001)
La meglio gioventù, regia di Marco Tullio Giordana (2003)
Manuale d'amore, regia di Giovanni Veronesi (2005)
Romanzo criminale, regia di Michele Placido (2005)
Trevirgolaottantasette, regia di Valerio Mastandrea – cortometraggio (2005)
Il caimano, regia di Nanni Moretti (2006)
Piano, solo, regia di Riccardo Milani (2007)
Il grande sogno, regia di Michele Placido (2009)
Ultimatum, regia di Alain Tasma (2009)
La sottile mensola rossa, regia di Paolo Calabresi – cortometraggio (2010)
L'Apollonide - Souvenirs de la maison close, regia di Bertrand Bonello (2011)
Ti amo troppo per dirtelo, regia di Marco Ponti (2012)
Un giorno devi andare, regia di Giorgio Diritti (2013)
Miele, regia di Valeria Golino (2013)
Une autre vie, regia di Emmanuel Mouret (2013)
Saint Laurent, regia di Bertrand Bonello (2014)
Maraviglioso Boccaccio, regia di Paolo e Vittorio Taviani (2015)
Nessuno si salva da solo, regia di Sergio Castellitto (2015)
The Gunman, regia Pierre Morel (2015)
La pazza gioia, regia Paolo Virzì (2016) – cameo
Tommaso, regia di Kim Rossi Stuart (2016)
Slam - Tutto per una ragazza, regia di Andrea Molaioli (2016)
Fortunata, regia di Sergio Castellitto (2017)
Euforia, regia di Valeria Golino (2018)
Sulla mia pelle, regia di Alessio Cremonini (2018)
Croce e delizia, regia di Simone Godano (2019)

La fuga degli innocenti, regia di Leone Pompucci – miniserie TV (2004)
Cefalonia, regia di Riccardo Milani – miniserie TV (2005)

deleted

deleted

deleted

deleted

EVENTI: Jasmine Trinca

Nel 2011 ha recitato per il film Ti amo troppo per dirtelo, il terzo film di Marco Ponti, qui anche sceneggiatore.

Nel 2009 ha avuto una bambina dal suo storico compagno, conosciuto sui banchi della Sapienza.

Nel 2009 torna al grande schermo con il film Il grande sogno, per la regia di Michele Placido, con cui vince il Premio Marcello Mastroianni come interprete emergente alla 66ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Nel 2015 è nel cast del film Maraviglioso Boccaccio, la storia è appunto ispirata al Decameron di Giovanni Boccaccio e racconta la storia di dieci giovani costretti a rifugiarsi in campagna per via dell'ondata di peste che aveva colpito il capoluogo Toscano.

Nel 2014 viene candidata al David di Donatello per la migliore attrice protagonista per Miele.

Nel 2006 interpreta il ruolo di una giovane regista nel film Il caimano di Nanni Moretti, per il quale riceve la terza candidatura al David di Donatello per la migliore attrice non protagonista.

Nel 2017 è protagonista del film di Sergio Castellitto, Fortunata.

Nel 2005 un'altra pellicola importante: Romanzo criminale, diretto da Michele Placido, film che si ispira all'omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo sulla Banda della Magliana, in cui recita nella parte di Roberta, la fidanzata de Il Freddo, personaggio interpretato da Kim Rossi Stuart.

Nel 2018 interpreta Ilaria Cucchi nel film Sulla mia pelle, presentato durante la 75ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

FOTO: Jasmine Trinca

Jasmine Trinca a Tokyo nel 2007

Jasmine Trinca a Tokyo nel 2007

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

C'è ruggine tra Jasmine Trinca e Micaela Ramazzotti: "Non si guardano. Furto di ruoli?"

C'è ruggine tra Jasmine Trinca e Micaela Ramazzotti: "Non si guardano. Furto di ruoli?"

MILANO – Sembrano esserci vecchie ruggini fra le colleghe attrici Jasmine Trinca e Micaela Ramazzotti. Le due infatti durante i Ciak d’oro non si sarebbero rivolto parole, ne guardate: “Premio Ciak Miglior attrice non protagonista a Jasmine Trinca per Slam-Tutto per una ragazza di Andrea Molaioli – racconta Ivan Rota per Novella 2000 - In molti dei presenti alla serata hanno notato che lei e Micaela Ramazzotti non si sono guardate nemmeno per un secondo, [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

&id=HPN_Jasmine+Trinca_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Jasmine{{}}Trinca" alt="" style="display:none;"/> ?>