Jdeideh

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Emma Marrone
In rilievo

Emma Marrone

La scheda: Judaydat al-Matn

Judaydat al-Matn (in arabo: جديدة المتن‎, detta anche Jdeideh o Al Judaydah) è una città del Libano, di circa 82 000 abitanti, capoluogo del Distretto di Metn. Si trova a circa 7 km dal centro di Beirut, di cui costituisce una parte dell'agglomerato urbano.


Judaydat al-Matn municipalità:
جديدة المتن
Localizzazione:
Stato:  Libano
Governatorato: Monte Libano
Distretto: Metn
Territorio:
Coordinate: 33°53′48.12″N 35°34′40.08″E / 33.8967°N 35.5778°E33.8967, 35.5778 (Judaydat al-Matn)Coordinate: 33°53′48.12″N 35°34′40.08″E / 33.8967°N 35.5778°E33.8967, 35.5778 (Judaydat al-Matn)
Altitudine: 20 m s.l.m.
Superficie: 1,67 km²
Abitanti: 82 841 (2004 stima)
Densità: 49 605,39 ab./km²
Altre informazioni:
Fuso orario: UTC+2
Cartografia:
Judaydat al-Matn
Modifica dati su Wikidata · Manuale

Siria: 20 uccisi in raid Usa nel sud-est

Siria: 20 uccisi in raid Usa nel sud-est

(ANSAmed) – BEIRUT, 18 GEN – E’ di almeno 20 uccisi il bilancio di raid aerei attribuiti agli Usa nel sud-est della Siria, secondo quanto riferito dall’agenzia governativa siriana Sana e dall’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus). Le fonti parlano di un bombardamento della Coalizione anti-Isis a guida Usa nell’area di Baghuz, nella sacca di territorio ancora in mano ai jihadisti vicino al confine con l’Iraq. Stamani la Coalizione [...]

Siria: Pence conferma ritiro degli Usa

Siria: Pence conferma ritiro degli Usa

(ANSA) – WASHINGTON, 17 GEN – Il vice presidente americano Mike Pence ha dichiarato che lui e Donald Trump condannano l’attacco suicida in Siria che ha ucciso almeno 19 persone, compresi soldati americani, ma ha ribadito che gli Usa continueranno con il piano di ritiro. “Grazie al coraggio delle nostre forze armate abbiamo schiacciato il Califfato dell’Isis e devastato le sue capacita’. Mentre riportiamo a casa le nostre truppe…non consentiremo mai [...]

Attacco kamikaze in Siria, almeno 16 morti

Attacco kamikaze in Siria, almeno 16 morti

Attentato in Siria: 16 morti, anche 4 soldati Usa

Attentato in Siria: 16 morti, anche 4 soldati Usa

E’ di almeno 16 morti il bilancio dell’attentato suicida che ha preso di mira oggi Manbij, località nel nord della Siria. Lo riferisce l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), precisando che 4 delle vittime sono militari della Coalizione anti-Isis a guida Usa, e che i restanti uccisi sono miliziani locali filo-Usa e civili. L’attentato, che secondo alcune fonti è stato rivendicato dall’Isis, è avvenuto in un ristorante di [...]

Siria: Erdogan, 5 i soldati Usa uccisi

Siria: Erdogan, 5 i soldati Usa uccisi

(ANSA) – ISTANBUL, 16 GEN – “In base alle nostre informazioni, 5 militari Usa sono stati uccisi nell’attacco terroristico” rivendicato dall’Isis “che ha fatto 20 morti” in tutto oggi a Manbij, nel nord della Siria. Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, innalzando così il bilancio fornito finora di 4 soldati americani morti.

Fly Dubai riprende voli con Siria

Fly Dubai riprende voli con Siria

(ANSAmed) – BEIRUT, 16 GEN – La compagnia aerea privata degli Emirati Arabi Uniti, Fly Dubai, ha ripreso oggi i collegamenti aerei con la Siria dopo anni di sospensione. Lo riferisce la tv panaraba al Arabiya. Il 28 dicembre scorso gli Emirati avevano riaperto l’ambasciata a Damasco come segno del ripristino delle relazioni diplomatiche con il governo siriano.

Siria, governo per soluzione politica

Siria, governo per soluzione politica

(ANSAmed) – BEIRUT, 16 GEN – Il governo siriano appoggia la soluzione politica alla crisi in Siria e sostiene il lavoro del nuovo inviato speciale dell’Onu Geir Pedersen. Lo riferisce l’agenzia governativa siriana Sana, citando il ministro degli esteri Walid al Muallim. Muallim ha ricevuto ieri a Damasco il norvegese Geir Pedersen, subentrato a dicembre all’italo-svedese Staffan De Mistura. “La Siria intende combattere il terrorismo e metter fine alla [...]

Israele cerca resti di ebrei nel Danubio

Israele cerca resti di ebrei nel Danubio

(ANSAmed) – TEL AVIV, 15 GEN – Sommozzatori israeliani si apprestano a cercare nel Danubio i resti degli ebrei ungheresi uccisi nel 1944 dai miliziani fascisti delle ‘Croci frecciate’ alleati dei nazisti e gettati nel fiume. Lo scopo della ricerca – che sarà effettuata da Zaka, l’organizzazione di soccorso israeliana – ha come obiettivo quello di dare una piena sepoltura ebraica alle vittime a 75 anni di distanza dalla loro morte. Zaka ha ottenuto [...]

Siria, 15 bimbi morti di freddo

Siria, 15 bimbi morti di freddo

(ANSA) – ROMA, 15 GEN – In Siria 15 bambini sono morti nelle ultime settimane a causa del freddo e della mancanza di cure mediche, 13 di loro avevano meno di un anno. La denuncia arriva dall’Unicef. In particolare, le gelide temperature e le dure condizioni di vita a Rukban, al confine sud occidentale della Siria con la Giordania, stanno sempre più mettendo a rischio le vite dei bambini e in un solo un mese, afferma l’Unicef, “almeno 8 bambini – la [...]

Yemen: in Giordania per scambio prigioni

Yemen: in Giordania per scambio prigioni

(ANSA) – BEIRUT, 15 GEN – Si terranno ad Amman, in Giordania, i colloqui inter-yemeniti per discutere dello scambio di migliaia di prigionieri tra insorti Huthi vicini all’Iran e forze lealiste filo-saudite. Lo riferiscono media panarabi, citando fonti diplomatiche giordane. Per ora le fonti non fanno sapere quando avverranno questi annunciati colloqui ad Amman ma osservatori affermano che i negoziati potrebbero partire anche nei prossimi giorni. L’inviato [...]

Siria: telefonata Erdogan-Trump

Siria: telefonata Erdogan-Trump

(ANSA) – ISTANBUL, 14 GEN – Donald Trump e Recep Tayyip Erdogan hanno discusso questa sera in una telefonata della situazione in Siria, dopo che il presidente americano aveva minacciato nelle scorse ore su Twitter di “devastare economicamente” la Turchia se attaccherà i curdi dopo il ritiro delle truppe americane. Lo riferiscono fonti della presidenza di Ankara, secondo cui i due leader hanno discusso della creazione di una zona cuscinetto alla frontiera [...]

Le Alpi? No, sono le foreste di cedri innevate in Libano

Le Alpi? No, sono le foreste di cedri innevate in Libano

Ain Zhalta, Libano (askanews) - A prima vista potrebbe sembrare un paesaggio alpino, ma in realtà siamo in Libano, in pieno Medio Oriente, non lontani da deserti e dal mare: si tratta della riserva naturale di Ain Zhalta, una foresta di cedri, l'albero e simbolo nazionale libanese, coperta dalla neve dopo una lunga e copiosa nevicata.

Israele, trovato altro tunnel Hezbollah

Israele, trovato altro tunnel Hezbollah

(ANSAmed) – TEL AVIV, 13 GEN – L’esercito israeliano ha annunciato di avere individuato un altro tunnel di attacco degli Hezbollah che dal villaggio libanese di Ramyeh passava il confine e si infiltrava in territorio israeliano. La galleria, ha spiegato il portavoce militare, sarà neutralizzata nei prossimi giorni. La stessa fonte ha poi aggiunto che sono state informati l’Unifil e le autorità locali. “Con quello di oggi, l’esercito – ha detto [...]

Al via il ritiro degli Usa dalla Siria

Al via il ritiro degli Usa dalla Siria

L'Italia valuta la riapertura dell'ambasciata a Damasco

Siria: Ong, bombardamenti su Idlib

Siria: Ong, bombardamenti su Idlib

(ANSAmed) – BEIRUT, 12 GEN – Le forze governative siriane hanno bombardato oggi con l’artiglieria diverse località nella regione di Idlib sotto influenza turca e nei giorni scorsi investita da una offensiva delle milizie qaidiste locali e straniere. Lo riferisce l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), secondo cui nelle ultime ore l’artiglieria di Damasco ha colpito diverse località lungo il fronte di guerra a nord di Hama a a [...]

Israele: boom di turisti, tanti italiani

Israele: boom di turisti, tanti italiani

(ANSAmed) – TEL AVIV, 11 GEN – Gli italiani sono tra i 7 paesi al mondo a guidare la classifica del turismo in Israele che, nel 2018, ha registrato oltre 4,2 milioni di presenze: un incremento di circa il 14% rispetto al 2017, del 42% sul 2016 e un introito di 5,8 milioni di dollari. Per gli italiani dicembre scorso ha registrato il record di 20.500 turisti (150mila complessivi): un aumento del 46% sul 2017 e del 92% sul 2016. L’Italia è così risultata, [...]

Usa, iniziato il ritiro dei mezzi dalla Siria

Usa, iniziato il ritiro dei mezzi dalla Siria

Gli Stati Uniti hanno cominciato il graduale ritiro dalla Siria con un primo convoglio di mezzi, con a bordo solo equipaggiamenti e non truppe e che ha lasciato il paese in direzione del vicino Kurdistan iracheno. Nel Paese ci sono circa 2000 militari statunitensi. Donald Trump ha ordinato la loro partenza ma il consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton ha posto alcune condizioni, tra cui l’eliminazione totale dell’Isis e la garanzia che Ankara non [...]

Gaza, scontri alla frontiera con Israele: uccisa una palestinese

Gaza, scontri alla frontiera con Israele: uccisa una palestinese

lllGaza City (askanews) - Una donna palestinese è stata uccisa dal fuoco di soldati israeliani in scontri alla frontiera della Striscia di Gaza con lo Stato ebraico. Lo hanno detto fonti mediche dell'enclave governata dal movimento islamista Hamas. Secondo queste fonti mediche citate dall'agenzia di stampa palestinese Wafa, la vittima, la cui identità non è ancora nota, "è morta dopo essere stata colpita con una pallottola in testa" durante scontri lungo [...]

Tentato accoltellamento in Cisgiordania

Tentato accoltellamento in Cisgiordania

(ANSAmed) – TEL AVIV, 11 GEN – L’esercito israeliano ha annunciato un “tentativo di accoltellamento” avvenuto nei pressi di Kiryat Arba, un insediamento ebraico in Cisgiordania nei pressi di Hebron, e che “l’assalitore è stato neutralizzato”. “Non ci sono stati altri feriti – ha continuato il portavoce militare – e l’incidente è sotto esame”. La stessa fonte ha aggiunto che “truppe addizionali si stanno dirigendo verso la zona”.

Siria:Usa,al via ritiro mezzi non truppe

Siria:Usa,al via ritiro mezzi non truppe

(ANSA) – WASHINGTON, 11 GEN – Fonti del Pentagono hanno fatto sapere che in Siria è iniziato il ritiro di alcuni equipaggiamenti ma non dei soldati americani. Nel Paese ci sono circa 2000 militari statunitensi. Donald Trump ha ordinato la loro partenza ma il consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton ha posto alcune condizioni, tra cui l’eliminazione totale dell’Isis e la garanzia che Ankara non lancerà offensive sui curdi, alleati di Washington.

&id=HPN_Jdeideh_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Jdeideh" alt="" style="display:none;"/> ?>