Jean Paul Charles Aymard

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Località
In rilievo

Località

Jean Paul Charles Aymard

La scheda: Jean Paul Charles Aymard

Nel 1964 fu insignito del Premio Nobel per la letteratura, che però rifiutò. Nel 1945 aveva già rifiutato la Legion d'onore e, in seguito, la cattedra al Collège de France. Morì nel 1980 al culmine del successo, quando ormai era diventato icona della gioventù ribelle e anticonformista del dopoguerra. Si stima che al suo funerale presenziarono cinquantamila persone. È sepolto nel cimitero di Montparnasse a Parigi.

Varoufakis: "Salvini? Non è altro che un prodotto della crisi, come Mussolini e Hitler"

Varoufakis: "Salvini? Non è altro che un prodotto della crisi, come Mussolini e Hitler"

      . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . Varoufakis: "Salvini? Non è altro che un prodotto della crisi, come Mussolini e Hitler" Varoufakis: "Salvini è un prodotto della crisi, come Mussolini e Hitler" L'ex ministro delle Finanze greco, oggi candidato alle europee con DiEM25, ha commentato la situazione politica italiana. "Salvini è il prodotto della Depressione, così come Mussolini e Hitler furono il prodotto della Depressione tra [...]

About me

About me

Pagina in costruzione… Work in progress…

EVENTI: Jean Paul Charles Aymard

Nel 1917 sua madre si risposò con Joseph Mancy, ingegnere nella marina, che Sartre, a quel tempo dodicenne, avrebbe sempre odiato.

Nel 1974 visitò nella prigione di Stammheim, in Germania Ovest, il leader della Rote Armee Fraktion (gruppo tedesco dedito alla lotta armata marxista, in maniera analoga alle Brigate Rosse italiane e noto anche come "gruppo Baader-Meinhof), Andreas Baader, in prigione per terrorismo tramite alcuni attentati esplosivi e rapine di autofinanziamento, Sartre incontrò Baader durante uno sciopero della fame collettivo dei detenuti "politici", e criticò le dure condizioni di prigionia a lui imposte (Baader morirà misteriosamente - come altri membri del gruppo - in prigione nel 1977, suicida o, secondo altri, forse assassinato), benché disse poi alla televisione tedesca di non essere d'accordo con le idee e la prassi dei terroristi della RAF, il filosofo affermò di essere andato a visitarlo per ragioni umanitarie, e che Baader veniva torturato, tenendolo in un disumano isolamento contrario alle convenzioni sui diritti umani.

Nel 1973 subì un ictus, seguito da un'emorragia retinica all'occhio sinistro, l'unico completamente sano.

Nel 1964 fu insignito del Premio Nobel per la letteratura, che però rifiutò, motivando il rifiuto col fatto che solo a posteriori, dopo la morte, sia possibile esprimere un giudizio sull'effettivo valore di un letterato.

Nel 1964, fatto che avrà una grande risonanza mondiale, rifiuta il premio Nobel poiché, a suo avviso, «nessun uomo merita di essere consacrato da vivo».

Nel 1980, pochi mesi prima di morire, Sartre fu intervistato dal segretario Pierre Victor, noto anche con il suo vero nome, Benny Lévy.

Dal 1907 al 1917 il piccolo «Poulou», come era soprannominato in casa, visse quindi con sua madre a casa dei nonni materni.

Dal 1956 al 1962, Sartre e la sua rivista intrapresero una lotta radicale a favore della causa nazionalista anticolonialista algerina.

Nel 1956 Sartre decise un cambiamento di strategia ma non cambiò le sue opinioni: socialiste, anti-borghesi, anti-americane, anti-capitaliste, e soprattutto anti-imperialiste, la lotta dell'intellettuale impegnato continuò e prese una nuova forma in seguito agli avvenimenti della guerra d'Algeria.

Nel 1954, al ritorno da un viaggio in URSS, Sartre diede invece al quotidiano di sinistra Libération una serie di sei articoli che illustravano la gloria dell'URSS.

Nel 1945 aveva già rifiutato la Legion d'onore e, in seguito, la cattedra al Collège de France.

Nel 1947, Sartre nei suoi articoli attacca il gollismo e il RPF, che considera come un movimento fascista.

Nel 1947 Jean Kanapa, firma del giornale del Partito comunista francese (con cui più tardi il filosofo tenterà la conciliazione), l'Humanité, attaccò Sartre in un saggio intitolato L’esistenzialismo non è un umanesimo, in cui si afferma che «il significato sociale dell’esistenzialismo è la necessità attuale per la classe sfruttatrice di addormentare i suoi avversari» e che Jean-Paul Sartre era un «pederasta che corrompe la gioventù».

Nel 1968 manifesta al maggio francese, e viene arrestato per disobbedienza civile, e poco dopo lasciato andare, evita il processo ottenendo, però, l'immediato perdono presidenziale dal suo principale avversario politico del momento, Charles de Gaulle, che affermò «Non si imprigiona Voltaire», con un paragone tra Sartre e il principale intellettuale dell'illuminismo.

Nel 1968 attaccò Breznev e supportò la primavera di Praga di Alexander Dub?ek, che sarà stroncata nuovamente dai sovietici:.

Nel 1977 Sartre presenzia ad un raduno di dissidenti sovietici a Parigi.

Amore e saggezza secondo la falsa lettera di Màrquez

Rassetti le carte per fare spazio e resettare, mettendo ordine (perché dove abita il disordine potrebbe trovare dimora la confusione dell'anima) e non finisce nel cestino una copia stampata di quelle che vengono considerate - erroneamente - le parole più toccanti scritte da Gabriel Garcia Màrquez. L'autore della lettera non è lo scrittore colombiano, ma Johnny Welch, scrittore e attore messicano, che è diventato famoso nel mondo proprio grazie alla diffusione [...]

About Me

About Me

Mi presento! Sono una beauty e wellness specialist. Cosa significa? Mi occupo di bellezza e benessere con clientela privata e con aziende per la formazione o eventi. Sono specializzata in scienze della formazione, insegno alcune delle discipline in cui opero. Nell'area beauty ho titoli riconosciuti in make up, acconciatura, trattamenti ciglia; materie che insegno nei corsi che tengo. Diplomata in tatuaggio e piercing, ho specializzazioni in [...]

Pennac, errore firmare lettera Battisti

Pennac, errore firmare lettera Battisti

(ANSA) – VENEZIA, 7 APR – Daniel Pennac si ‘pente’ di aver firmato assieme ad altri intellettuali la lettera a sostegno di Cesare Battisti, l’ex terrorista condannato per i delitti dei Pac, ora in carcere in Italia. “Sono desolato, faccio il mea culpa. È stata una idiozia scrivere una lettera a sostegno di Cesare Battisti, firmare per la sua scarcerazione” ha detto Pennac ad un appuntamento della rassegna culturale “Incroci di civiltà” a [...]

Herzog di Saul Bellow

Risorse della Biblioteca ScolasticaDa Wikipedia, l'enciclopedia libera.Titolo originaleHerzogAutoreSaul Bellow1ª ed. originale19641ª ed. italiana1965GenereromanzoSottogenereromanzo epistolareLingua originaleingleseAmbientazioneStati Uniti, seconda metà del XX secoloPersonaggiMoses HerzogHerzog è un romanzo di Saul Bellow, pubblicatonel 1964. È un romanzo astruttura epistolare,dove le lettere scritte dal protagonistacostituiscono gran parte del [...]

Grazia Deledda rivive nel Docufilm di Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli

Si gira a Nuoro il nuovo Docufilm “Grazia Deledda/ Parole e Colori”, diretto dai registi pugliesi Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli (insieme nella Foto).Entrambi hanno iniziato - con i primi sopralluoghi - l'ambizioso progetto filmico, dedicato alla figura di Grazia Deledda. Raccontare la Sardegna di oggi attraverso lo sguardo della scrittrice, uno sguardo acuto, attentissimo a un mondo legato alle tradizioni, ma anche rivoluzionario, di grande attualità.La [...]

Maturità, al via la simulazione  da Pirandello al marketing

Maturità, al via la simulazione da Pirandello al marketing

Al via da stamane i nuovi esempi della prima prova scritta di Italiano, in vista della maturità che gli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori dovranno sostenere in giugno. Le simulazioni sono disponibili a questo indirizzo: http://www.istruzione.it/esame_di_stato/esempi/default.htm Il prossimo 2 aprile, invece, in calendario la pubblicazione di esempi di tracce per la seconda prova scritta. Le simulazioni fanno parte di un pacchetto di azioni voluto [...]

Josè Saramago

Chiamarti rosa, aurora, acqua fluente, cos’è se non parole raccattate tra i rifiuti d’altre lingue, d’altre bocche? I misteri non sono quel che sembrano o non riescono a dirli le parole: nello spazio profondo, stelle poche.

LAMENTO SULLA PATRIA DI CHURCHILL

Lo spettacolo che sta dando il Regno Unito mi addolora. Da sempre ho un amore speciale, per quel Paese, anche se non me ne nascondo i limiti. E sono parecchi. Ma i meriti superano i demeriti. In questi giorni sono costretto a dissotterrare un concetto che spesso si dimentica. Molti, sul Continente, accanto ad un’ingiustificata antipatia per i britannici, coltivano miti sulla loro ragionevolezza, sul loro self-control, sul loro pragmatismo. Certo, gli inglesi [...]

FOTO: Jean Paul Charles Aymard

Firma di Sartre

Firma di Sartre

Sartre nel 1924

Sartre nel 1924

I giovani Sartre e de Beauvoir nei pressi del monumento a Honoré de Balzac (anni 1920)

I giovani Sartre e de Beauvoir nei pressi del monumento a Honoré de Balzac (anni 1920)

Dacia Maraini a vedere "I Giganti": Pirandello grande pensatore

Dacia Maraini a vedere "I Giganti": Pirandello grande pensatore

Roma, 15 mar. (askanews) - Dacia Maraini, intercettata prima di entrare al Teatro Eliseo per "I Giganti della Montagna" (in scena fino al 31 marzo 2019), ultimo testo incompiuto di Luigi Pirandello, diretto e interpretato da Gabriele Lavia. "Sono arrivata ieri da New York in aereo leggevo Pirandello. Un caso stranissimo, mi fa piacere vedere questo spettacolo - spiega la scrittrice, sottolineando che per lei il testo - rappresenta un po' una fine della vita, in cui [...]

Gabriele Lavia nei "Giganti" di Pirandello e il mondo dell'oltre

Gabriele Lavia nei "Giganti" di Pirandello e il mondo dell'oltre

Roma, 15 mar. (askanews) - Onirico, surreale, attraversato dall'inizio alla fine da una presenza di morte: "I giganti della Montagna", ultimo testo incompiuto di Luigi Pirandello, diretto e interpretata da Gabriele Lavia, (una nuova produzione della Fondazione Teatro della Toscana, in co-produzione con lo Stabile di Torino e il Teatro Biondo di Palermo), in scena al Teatro Eliseo di Roma fino al 31 marzo 2019. Ventitré attori sul palco, fantastici costumi di [...]

MARX SI È SBAGLIATO SULL'UTILITA' DELLO SCAMBIO

La lettura di una monografia su Karl Marx(1) si è rivelata talmente sorprendente, su un punto della sua teoria, che ho letto alcune pagine almeno tre volte, per essere sicuro di avere capito bene. Marx nega l’utilità dello scambio. Un principio che per me è sempre stato un’innegabile evidenza economica(2). In sintesi: ammesso che un oggetto costi dieci euro, chi lo compra preferisce l’oggetto a dieci euro, chi lo vende preferisce dieci euro all’oggetto. [...]

"Cent'anni di solitudine" di Marquez diventa una serie su Netflix

"Cent'anni di solitudine" di Marquez diventa una serie su Netflix

“Cent’anni di solitudine“, il capolavoro della letteratura latino-americana firmato Gabriel Garcia Marquez, diventerà una serie tv. A cinque anni dalla morte dello scrittore (avvenuta nel 2014 all’età di 87 anni), i diritti del romanzo pubblicato nel 1967 sono stati acquistati da Netflix, che ha deciso di realizzare l’adattamento sullo schermo delle vicende con protagonista la famiglia Buendía, il cui capostipite José Arcadio fonda, alla fine del [...]

Le ragioni di Karl Marx sulla questione ebraica…

Le ragioni di Karl Marx sulla questione ebraica…

Voi ebrei siete egoisti se pretendete un’emancipazione particolare per voi in quanto ebrei. Voi dovreste, in quanto tedeschi, lavorare per l’emancipazione politica della Germania, in quanto uomini, per la emancipazione umana, e non sentire come un’eccezione alla regola il modo particolare della vostra oppressione e della vostra ignominia, ma piuttosto come conferma della regola. […] Perché il tedesco dovrebbe interessarsi alla liberazione dell’ebreo, se [...]

16 maggio 1925 - Il grande, attualissimo discorso alla Camera di Antonio Gramsci: "Ecco cos'è davvero il fascismo"

16 maggio 1925 - Il grande, attualissimo discorso alla Camera di Antonio Gramsci: "Ecco cos'è davvero il fascismo"

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . . 16 maggio 1925 - Il grande, attualissimo discorso alla Camera di Antonio Gramsci: "Ecco cos'è davvero il fascismo"   Gramsci: ecco cos'è davvero il fascismo La 'rivoluzione' fascista è solo la sostituzione di un personale amministrativo ad un altro personale. Il discorso alla Camera di Antonio Gramsci Antonio Gramsci (16 maggio 1925) Il problema è questo: la situazione del capitalismo in Italia [...]

Usa 2020: tre candidati dem a Selma

Usa 2020: tre candidati dem a Selma

(ANSA) – WASHINGTON, 4 MAR – Tre aspiranti democratici alla Casa Bianca hanno partecipato oggi alle cerimonie per il 45/mo anniversario del ‘Bloody sunday’ a Selma, Alabama, la prima delle tre marce per i diritti civili dei neri conclusasi con 600 attivisti attaccati e percossi dalla polizia. C’erano i senatori Bernie Sanders e Cory Booker, che hanno già annunciato la loro candidatura, e il loro collega Sherrod Brown, che presto potrebbe unirsi alla [...]

MARZO DI GIANNI RODARI

MARZO DI GIANNI RODARI

                                                Marzo pazzo e cuorcontento                                                             si sveglia un mattino pieno di vento:                                                               la prima rondine arriva stasera                         [...]

Nuovo vandalismo su tomba Marx a Londra

Nuovo vandalismo su tomba Marx a Londra

(ANSA) – ROMA, 16 FEB – Due settimane fa le martellate, ora la vernice rossa per imbrattarla con le scritte ‘dottrina dell’odio’ e ‘architetto del genocidio’: non c’è pace per la tomba di Karl Marx nel cimitero di Highgate, a Londra, finita nuovamente nel mirino di ignoti vandali. A dare la notizia è la Bbc, secondo la quale non ci sono stati ancora arresti in relazione a nessuno dei due episodi. Stavolta la vernice potrà essere rimossa dal [...]

Vandalizzata la tomba di Marx a Londra

Vandalizzata la tomba di Marx a Londra

(ANSA) – LONDRA, 5 FEB – Attacco deliberato contro la lapide che sovrasta la tomba di Karl Marx nel cimitero di Highgate, a Londra, presa a quanto pare a martellate nelle scorse ore secondo quanto denunciato da Ian Dungavell, chief executive del Friends of Highgate Cemetery Trust. La lastra di marmo – risalente al 1881 e poi incorporata nel più recente monumento funebre realizzato in onore del padre del comunismo nel 1954 – ha subito danni permanenti, [...]

&id=HPN_Jean+Paul+Charles+Aymard_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Jean-Paul{{}}Sartre" alt="" style="display:none;"/> ?>