Jorge Francisco Isidoro Luis

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Guendalina Tavassi
In rilievo

Guendalina Tavassi

Jorge Luis Borges

La scheda: Jorge Luis Borges

Jorge Francisco Isidoro Luis Borges Acevedo (IPA: , pronuncia, Buenos Aires, 24 agosto 1899 – Ginevra, 14 giugno 1986) è stato uno scrittore, poeta, saggista, traduttore e accademico argentino. Le opere di Borges hanno contribuito alla letteratura filosofica e al genere fantasy. Il critico Ángel Flores, primo ad utilizzare l'espressione "realismo magico" per definire quel genere che intende rispondere al realismo e al naturalismo dominante del XIX secolo, considera come inizio di tale movimento la pubblicazione del libro di Borges Storia universale dell'infamia (Historia universal de la infamia).
È ritenuto uno dei più importanti e influenti scrittori del XX secolo, ispirato tra gli altri da Macedonio Fernández, Rafael Cansinos Assens, dalla letteratura inglese (Chesterton, Kipling, Stevenson, Wells, De Quincey, Shaw), da quella tedesca (Schopenhauer, Heine, Kafka) e dal taoismo. Narratore, poeta e saggista, è famoso sia per i suoi racconti fantastici, in cui ha saputo coniugare idee filosofiche e metafisiche con i classici temi del fantastico (quali: il doppio, le realtà parallele del sogno, i libri misteriosi e magici, gli slittamenti temporali), sia per la sua più ampia produzione poetica, dove, come afferma Claudio Magris, si manifesta "l'incanto di un attimo in cui le cose sembra stiano per dirci il loro segreto".
Oggi l'aggettivo «borgesiano» definisce una concezione della vita come storia (fiction), come menzogna, come opera contraffatta spacciata per veritiera (come nelle sue famose recensioni di libri immaginari, o le biografie inventate), come fantasia o come reinvenzione della realtà.


Jorge Luis Borges - Un lettore

Gli altri si vantino per le pagine che hanno scritte; io vado orgoglioso per quelle che ho lette. Non sarò stato un filologo, non avrò investigato le declinazioni, i modi, il laborioso mutare delle lettere, la d che indurisce in t, l'equivalenza della g e della k, ma nel corso degli anni ho professato la passione della lingua. Le mie notti son piene di Virgilio; aver saputo e scordato il latino  è possederlo, perché anche l'oblio è una forma della memoria, la [...]

J. L. Borges: Fervore di Buenos Aires (1923) (riflessioni su).

L’itinerario ascetico del poeta in Fervore di Buenos Aires (1923) di J. L. Borges   di  Valerio Ferlito   Introduzione In un precedente scritto[1], abbiamo esaminato come Borges indaghi il processo di accostamento al mistero nella creazione artistica. Emergevano alcuni elementi peculiari della sua formazione spirituale e culturale, che si riflettono sulla produzione letteraria, connotandola in modo costante: l’essenziale scetticismo, l’immanentismo [...]

EVENTI: Jorge Luis Borges

Nel 1908 venne iscritto alla quarta classe elementare della scuola pubblica.

Nel 1908 venne iscritto alla quarta classe elementare della scuola pubblica.

Nel 1956 divenne professore di letteratura inglese all'Università di Buenos Aires e presidente dell'Associazione degli Scrittori argentini.

Nel 1956 divenne professore di letteratura inglese all'Università di Buenos Aires e presidente dell'Associazione degli Scrittori argentini.

Nel 1914 si trasferì con i genitori, la sorella Norah (nata nel 1901) e la nonna materna - quella paterna li raggiunse in seguito - a Ginevra, dove restò fino al 1918.

Nel 1914 si trasferì con i genitori, la sorella Norah (nata nel 1901) e la nonna materna - quella paterna li raggiunse in seguito - a Ginevra, dove restò fino al 1918.

Nel 1938 muore il padre, cieco da anni.

Nel 1938 muore il padre, cieco da anni.

Nel 1973, prima della nuova vittoria del peronismo, Borges continuò a ricordare il primo governo di Perón come "gli anni dell'obbrobrio".

Nel 1973, prima della nuova vittoria del peronismo, Borges continuò a ricordare il primo governo di Perón come "gli anni dell'obbrobrio".

Nel 1950 Borges venne eletto presidente della SADE e, un anno dopo, uscì in Messico Antiguas Literaturas Germánicas (Brume, dei, eroi), scritto in collaborazione con Delia Ingenieros.

Nel 1950 Borges venne eletto presidente della SADE e, un anno dopo, uscì in Messico Antiguas Literaturas Germánicas (Brume, dei, eroi), scritto in collaborazione con Delia Ingenieros.

Nel 1931 uscì il primo numero di Sur, rivista fondata e diretta da Victoria Ocampo, in questo primo numero Borges collaborò con un articolo dedicato a Coronel Ascasubi.

Nel 1931 uscì il primo numero di Sur, rivista fondata e diretta da Victoria Ocampo, in questo primo numero Borges collaborò con un articolo dedicato a Coronel Ascasubi.

Nel 1975 morì sua madre, a novantanove anni.

Nel 1975 morì sua madre, a novantanove anni.

Nel 1919, durante il soggiorno a Siviglia, per la prima volta venne pubblicata, sul numero 37 della rivista Grecia, una sua poesia, Himno del mar (Inno al Mare).

Nel 1919, durante il soggiorno a Siviglia, per la prima volta venne pubblicata, sul numero 37 della rivista Grecia, una sua poesia, Himno del mar (Inno al Mare).

Nel 1918, dopo la morte della nonna materna, si trasferì con la famiglia dapprima a Lugano e, l'anno successivo, a Maiorca.

Nel 1918, dopo la morte della nonna materna, si trasferì con la famiglia dapprima a Lugano e, l'anno successivo, a Maiorca.

Nel 1922 egli andò a trovare Leopoldo Lugones insieme a Eduardo Gonález Lanuza, per consegnargli il secondo (e ultimo) numero di Prisma.

Nel 1922 egli andò a trovare Leopoldo Lugones insieme a Eduardo Gonález Lanuza, per consegnargli il secondo (e ultimo) numero di Prisma.

Nel 1946 Juan Domingo Perón venne eletto presidente, sconfiggendo così la Unión Democrática.

Nel 1946 Juan Domingo Perón venne eletto presidente, sconfiggendo così la Unión Democrática.

Nel 1923, il giorno prima del secondo viaggio in Svizzera, Borges pubblicò il suo primo libro di poesie, Fervore di Buenos Aires (Fervor de Buenos Aires), in cui si prefigurava, come disse lo stesso Borges, tutta la sua opera successiva.

Nel 1923, il giorno prima del secondo viaggio in Svizzera, Borges pubblicò il suo primo libro di poesie, Fervore di Buenos Aires (Fervor de Buenos Aires), in cui si prefigurava, come disse lo stesso Borges, tutta la sua opera successiva.

Nel 1967, dopo la fine della ventennale relazione sentimentale e intellettuale con la scrittrice e traduttrice Estela Canto (iniziata nel 1944) sposò Elsa Helena Astete Millán, ma la coppia divorziò dopo soli tre anni, nel 1970.

Nel 1967, dopo la fine della ventennale relazione sentimentale e intellettuale con la scrittrice e traduttrice Estela Canto (iniziata nel 1944) sposò Elsa Helena Astete Millán, ma la coppia divorziò dopo soli tre anni, nel 1970.

Nel 1948 sua sorella Norah e sua madre vennero incarcerate, accusate di aver dato scandalo nella loro vita pubblica.

Nel 1948 sua sorella Norah e sua madre vennero incarcerate, accusate di aver dato scandalo nella loro vita pubblica.

Nel 1980 firmò una petizione di sollecitazione a favore dei desaparecidos nel quotidiano Clarín e assunse un netto atteggiamento di opposizione, che veniva tollerato in omaggio alla sua statura intellettuale, e smise anche di scrivere sul quodidiano La Nación, che era vicino al governo, dove fu annunciata la rottura di Borges con i colonnelli.

Nel 1980 firmò una petizione di sollecitazione a favore dei desaparecidos nel quotidiano Clarín e assunse un netto atteggiamento di opposizione, che veniva tollerato in omaggio alla sua statura intellettuale, e smise anche di scrivere sul quodidiano La Nación, che era vicino al governo, dove fu annunciata la rottura di Borges con i colonnelli.

Nel 1982 condannò quindi l'invasione argentina delle Isole Malvinas, ordinata dai generali successori di Videla e si dichiarò pacifista, anche se alcune guerre, in passato, furono da lui ritenute giuste (come la guerra dei sei giorni in cui appoggiò Israele contro i paesi arabi).

Nel 1982 condannò quindi l'invasione argentina delle Isole Malvinas, ordinata dai generali successori di Videla e si dichiarò pacifista, anche se alcune guerre, in passato, furono da lui ritenute giuste (come la guerra dei sei giorni in cui appoggiò Israele contro i paesi arabi).

Nel 1983 Borges manifestò soddisfazione e ottimismo per l'elezione di Raúl Alfonsín, primo Presidente dell'Argentina dopo la fine della dittatura.

Nel 1983 Borges manifestò soddisfazione e ottimismo per l'elezione di Raúl Alfonsín, primo Presidente dell'Argentina dopo la fine della dittatura.

Nel 1985, dopo la fine della dittatura, partecipò quindi come uditore al processo contro la giunta (da cui uscirono le prime condanne e il rapporto Nunca más), ma, già malato, ebbe una forte reazione emotiva e un malore al racconto delle violenze subite da parte di superstiti dei centri di detenzione clandestini, e dovette essere portato fuori a spalla dai presenti, disse in aula: «Questo è troppo per me.

Nel 1985, dopo la fine della dittatura, partecipò quindi come uditore al processo contro la giunta (da cui uscirono le prime condanne e il rapporto Nunca más), ma, già malato, ebbe una forte reazione emotiva e un malore al racconto delle violenze subite da parte di superstiti dei centri di detenzione clandestini, e dovette essere portato fuori a spalla dai presenti, disse in aula: «Questo è troppo per me.

Jorge Luis Borges

L'uomo, questo imperfetto bibliotecario, può essere opera del caso o di demiurghi malevoli Jorge Luis Borges da La biblioteca di Babele

deleted

deleted

J. L. Borges: L'accostamento ad Almotasim (riflessioni su)

“El acercamiento a Almotásim” (L’accostamento ad Almotasim) da “Il Giardino dei sentieri che si  biforcano”, 1941: L’esperienza mistica secondo Borges.   Introduzione Il racconto, scritto nel 1935, venne pubblicato per la prima volta nel 1936, nella sezione finale del libro di saggi “Storia dell’Eternità” intitolata “Due note”, insieme con il breve saggio “Arte di ingiuriare”. Successivamente, nel 1941, fu inserito nella [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

J. L. Borges: Pierre Menard, autore del «Chisciotte». (riflessioni su)

Pierre Menard, autore del «Chisciotte» (da “Finzioni”, 1944): manifesto dell’estetica di J. L. Borges. di   Valerio Ferlito Introduzione Il racconto, inserito nella raccolta “Il Giardino dei sentieri che si biforcano” del 1941, poi confluita nella raccolta “Finzioni” (1944), è il primo scritto da Borges dopo l’incidente della vigilia di Natale 1938 e la conseguente setticemia,  che misero in pericolo la sua vita, costringendolo in coma [...]

J. L. Borges: Tre versioni di Giuda (riflessioni su)

J. L. Borges: Tre versioni di Giuda (da Finzioni, 1944) di  Valerio Ferlito Introduzione Il racconto è tratto dalla raccolta “Finzioni” (1944), in particolare dalla parte intitolata “Artifici”. Nella premessa alla raccolta, Borges lo definisce “una fantasia cristologica”. Il rapporto tra Borges e la religione, tra Borges e Dio, è notoriamente problematico: “I cattolici (leggasi i cattolici argentini) credono a un mondo ultraterreno, ma ho [...]

FOTO: Jorge Luis Borges

Jorge Luis Borges nel 1976

Jorge Luis Borges nel 1976

J. L. Borges: Il Vangelo secondo Marco (riflessioni su)

J. L. Borges: Il Vangelo secondo Marco (da Il Manoscritto di Brodie 1970)                                                     di Valerio Ferlito   Introduzione   Penultimo della raccolta intitolata “Il manoscritto di Brodie” (1970), il racconto è considerato dallo stesso autore, nel prologo alla raccolta, “il migliore della serie”. Esso compendia più temi principali e ricorrenti della sua opera narrativa ed esprime [...]

J. L. Borges: Utopia di un uomo che è stanco (riflessioni su)

Utopia di un uomo che è stanco (da Il libro di sabbia 1975) Racconto della vecchiaia “onesto e malinconico” (così lo definisce Borges stesso nell’epilogo al Libro di sabbia, la raccolta da cui è tratto). Onesto per il suo carattere confessorio; malinconico, perché la riflessione autocritica ivi condotta interviene in età ormai avanzata, che non consente più emendamenti. Solo i colli, afferma Borges, sono tra loro diversi; la pianura, invece, è una ed [...]

Borges, AMICIZIA

Borges, AMICIZIA

AmiciziaNon posso darti soluzioni per tutti i problema della vita Non ho risposte per i tuoi dubbi o timori, però posso ascoltarli e dividerli con te Non posso cambiare né il tuo passato né il tuo futuro però quando serve starò vicino a teNon posso evitarti di precipitare, solamente posso offrirti la mia mano perché ti sostenga e non cadi La tua allegria, il tuo successo e il tuo trionfo non sono i miei però gioisco sinceramente quando ti vedo feliceNon [...]

Vorrei leggere qualcosa di Jorge Luis Borges, cosa mi consigliate?

Vorrei leggere qualcosa di Jorge Luis Borges, cosa mi consigliate? "Io ti consiglierei di leggere i "Testi Prigioneri", una sorta di diario scritto tra il 1936 e il 1940."

Rispondi

Chi è Alyson le Borges?

Tutti parlano di Alyson le Borges..ma chi è? Tutti parlano della sua bellezza mozzafiato.. "È una modella oggi famosa per essere l’immagine della campagna di una nota marca di intimo. Ha 22 anni ed è la nipote di Alain Delon. Non è molto conosciuta anche per scelta stessa di Alyson che oltre a fare l’attrice e la modella ha per molti anni preferito lavorare come cameriera a Neuilly-sur-Seine."

Rispondi

Borges

Borges

Con il tempo si impara la sottile differenza fra sostenere una mano e incatenare un'anima,  e si impara che l'amore non significa andare a letto, e una compagnia non significa sicurezza e uno comincia a imparare... Che i baci non sono contratti, e i regali non sono promesse, e uno comincia ad accettare le sue sconfitte a testa alta, e con gli occhi aperti.. E uno impara a costruire tutti i suoi cammini nell'oggi, perché il terreno  di domani é troppo insicuro [...]

Jorge Luis Borges

Il libro è una delle possibilità di felicità che abbiamo noi uomini. Jorge Luis Borges

Il tango di Borges

  Negli accordi ci sono antiche cose:  l’altro cortile e la nascosta orditura. Dietro le pareti sospettose  il Sud custodisce un pugnale e una chitarra. Quella raffica, il tango, quella diavoleria, gli anni affannati sfida; fatto di polvere e tempo, l’uomo dura meno della leggera melodia, che solo e’ tempo. Il tango crea un buio passato irreale che in qualche modo e’ certo,  un ricordo che non può esser distrutto lottando, in un cantone del suburbio. " [...]

Borges e le biforcazioni del tempo

Ultimamente ho letto un libro di racconti di Borges. Io che nutro la passione per la lettura e anche per la scrittura non ho potuto fare a meno di immedesimarmi attingendo alla trama surreale che li unisce come un ago che cuce. Ho pensato che probabilmente immaginare un filo conduttore fosse il risultato un pò patologico del mio sentire. Sono rimasta perplessa più volte, ma non mi sono arresa. L'idea della biforcazione del tempo e la risultante nascita/creazione [...]

GLI ANIMALI HANNO UN’ANIMA

GLI ANIMALI HANNO UN’ANIMA

sabato 16 maggio 2009 GLI ANIMALI HANNO UN’ANIMA Nel conclave astrologico regna la democrazia, ma al tavolo rappresentato dalle coordinate spazio-temporale che disegnano sulla Terra dodici posti, ben 7 (la maggioranza) sono occupati da animali. Ariete, Toro, Cancro (granchio) Leone, Scorpione, Capricorno (stambecco) e Pesci. Quattro di questi Toro, Scorpione e Leone e Pesci sono pericolosi e mortali. Se ci aggiungiamo il segno dell’animale fantastico, il [...]

&id=HPN_Jorge+Francisco+Isidoro+Luis_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Luis{{}}Borges" alt="" style="display:none;"/> ?>