Kim Jong woon

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Alessandra Amoroso
In rilievo

Alessandra Amoroso

Diritti Umani

La scheda: Diritti Umani

«... il riconoscimento della dignità specifica e dei diritti uguali e inalienabili di tutti i membri della società umana è la base di libertà, giustizia e pace nel Mondo.»
I diritti umani (o diritti dell'uomo) sono una branca del diritto e una concezione filosofico-politica. Essi rappresentano i diritti inalienabili che ogni essere umano possiede.
Tra i diritti fondamentali dell'essere umano si possono ricordare: il diritto alla libertà individuale, il diritto alla vita, il diritto all'autodeterminazione, il diritto a un giusto processo, il diritto ad un'esistenza dignitosa, il diritto alla libertà religiosa con il conseguente diritto a cambiare la propria religione, oltre che, di recente tipizzazione normativa, il diritto alla protezione dei propri dati personali (privacy) e il diritto di voto.


Kim Jong Un lascia Pechino in treno

Kim Jong Un lascia Pechino in treno

(ANSA) – PECHINO, 9 GEN – Il treno del leader nordcoreano Kim Jong-un ha lasciato la stazione di Pechino. Lo riporta l’agenzia Yonhap. La partenza è maturata a poco più di un giorno dall’ arrivo nell’ambito della visita programmata, hanno riferito ieri i media ufficiali di Pechino, dal 7 al 10 gennaio.

EVENTI: Diritti Umani

Dal 2000 è stata creata la rete intranet nota con il nome di Kwangmyong, e dal 2002 si utilizza su tutti i computer il sistema operativo Red Star OS.

Dal 2000 è stata creata la rete intranet nota con il nome di Kwangmyong, e dal 2002 si utilizza su tutti i computer il sistema operativo Red Star OS.

Dal 2000 è stata creata la rete intranet nota con il nome di Kwangmyong, e dal 2002 si utilizza su tutti i computer il sistema operativo Red Star OS.

Dal 2000 è stata creata la rete intranet nota con il nome di Kwangmyong, e dal 2002 si utilizza su tutti i computer il sistema operativo Red Star OS.

Dal 2000 è stata creata la rete intranet nota con il nome di Kwangmyong, e dal 2002 si utilizza su tutti i computer il sistema operativo Red Star OS.

Dal 2000 è stata creata la rete intranet nota con il nome di Kwangmyong, e dal 2002 si utilizza su tutti i computer il sistema operativo Red Star OS.

Dal 2000 è stata creata la rete intranet nota con il nome di Kwangmyong, e dal 2002 si utilizza su tutti i computer il sistema operativo Red Star OS.

Dal 2000 è stata creata la rete intranet nota con il nome di Kwangmyong, e dal 2002 si utilizza su tutti i computer il sistema operativo Red Star OS.

Dal 2000 è stata creata la rete intranet nota con il nome di Kwangmyong, e dal 2002 si utilizza su tutti i computer il sistema operativo Red Star OS.

Dal 2000 è stata creata la rete intranet nota con il nome di Kwangmyong, e dal 2002 si utilizza su tutti i computer il sistema operativo Red Star OS.

Dal 2000 è stata creata la rete intranet nota con il nome di Kwangmyong, e dal 2002 si utilizza su tutti i computer il sistema operativo Red Star OS.

Il 15 gennaio 2009 l'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap confermò le informazioni diffuse da Kenji Fujimoto, rivelando che Kim Jong-il aveva designato il suo terzogenito alla successione.

Nel 2009 si venne a sapere che probabilmente Kim Jong-un soffriva di diabete e di ipertensione.

Il 15 gennaio 2009 l'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap confermò le informazioni diffuse da Kenji Fujimoto, rivelando che Kim Jong-il aveva designato il suo terzogenito alla successione.

Nel 2009 si venne a sapere che probabilmente Kim Jong-un soffriva di diabete e di ipertensione.

Il 15 gennaio 2009 l'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap confermò le informazioni diffuse da Kenji Fujimoto, rivelando che Kim Jong-il aveva designato il suo terzogenito alla successione.

Nel 2009 si venne a sapere che probabilmente Kim Jong-un soffriva di diabete e di ipertensione.

Il 17 gennaio 2009 è stata riportata la notizia che la Corea del Nord avrebbe trasformato in armi circa 30 kg di plutonio, prodotto precedentemente dal reattore.

Il 25 maggio 2009 la Corea del Nord ha effettuato un secondo test nucleare sotterraneo.

Dal 10 marzo 2009 sono cominciate delle esercitazioni militari congiunte Corea del Sud-Stati Uniti nel territorio sudcoreano che hanno preoccupato molto la Corea del Nord, che ha messo in stato di massima allerta il suo esercito.

Il 17 gennaio 2009 è stata riportata la notizia che la Corea del Nord avrebbe trasformato in armi circa 30 kg di plutonio, prodotto precedentemente dal reattore.

Il 25 maggio 2009 la Corea del Nord ha effettuato un secondo test nucleare sotterraneo.

Dal 10 marzo 2009 sono cominciate delle esercitazioni militari congiunte Corea del Sud-Stati Uniti nel territorio sudcoreano che hanno preoccupato molto la Corea del Nord, che ha messo in stato di massima allerta il suo esercito.

Il 17 gennaio 2009 è stata riportata la notizia che la Corea del Nord avrebbe trasformato in armi circa 30 kg di plutonio, prodotto precedentemente dal reattore.

Il 25 maggio 2009 la Corea del Nord ha effettuato un secondo test nucleare sotterraneo.

Dal 10 marzo 2009 sono cominciate delle esercitazioni militari congiunte Corea del Sud-Stati Uniti nel territorio sudcoreano che hanno preoccupato molto la Corea del Nord, che ha messo in stato di massima allerta il suo esercito.

Il 17 gennaio 2009 è stata riportata la notizia che la Corea del Nord avrebbe trasformato in armi circa 30 kg di plutonio, prodotto precedentemente dal reattore.

Il 25 maggio 2009 la Corea del Nord ha effettuato un secondo test nucleare sotterraneo.

Dal 10 marzo 2009 sono cominciate delle esercitazioni militari congiunte Corea del Sud-Stati Uniti nel territorio sudcoreano che hanno preoccupato molto la Corea del Nord, che ha messo in stato di massima allerta il suo esercito.

Il 17 gennaio 2009 è stata riportata la notizia che la Corea del Nord avrebbe trasformato in armi circa 30 kg di plutonio, prodotto precedentemente dal reattore.

Il 25 maggio 2009 la Corea del Nord ha effettuato un secondo test nucleare sotterraneo.

Dal 10 marzo 2009 sono cominciate delle esercitazioni militari congiunte Corea del Sud-Stati Uniti nel territorio sudcoreano che hanno preoccupato molto la Corea del Nord, che ha messo in stato di massima allerta il suo esercito.

Il 17 gennaio 2009 è stata riportata la notizia che la Corea del Nord avrebbe trasformato in armi circa 30 kg di plutonio, prodotto precedentemente dal reattore.

Il 25 maggio 2009 la Corea del Nord ha effettuato un secondo test nucleare sotterraneo.

Dal 10 marzo 2009 sono cominciate delle esercitazioni militari congiunte Corea del Sud-Stati Uniti nel territorio sudcoreano che hanno preoccupato molto la Corea del Nord, che ha messo in stato di massima allerta il suo esercito.

Il 17 gennaio 2009 è stata riportata la notizia che la Corea del Nord avrebbe trasformato in armi circa 30 kg di plutonio, prodotto precedentemente dal reattore.

Il 25 maggio 2009 la Corea del Nord ha effettuato un secondo test nucleare sotterraneo.

Dal 10 marzo 2009 sono cominciate delle esercitazioni militari congiunte Corea del Sud-Stati Uniti nel territorio sudcoreano che hanno preoccupato molto la Corea del Nord, che ha messo in stato di massima allerta il suo esercito.

Il 17 gennaio 2009 è stata riportata la notizia che la Corea del Nord avrebbe trasformato in armi circa 30 kg di plutonio, prodotto precedentemente dal reattore.

Il 25 maggio 2009 la Corea del Nord ha effettuato un secondo test nucleare sotterraneo.

Dal 10 marzo 2009 sono cominciate delle esercitazioni militari congiunte Corea del Sud-Stati Uniti nel territorio sudcoreano che hanno preoccupato molto la Corea del Nord, che ha messo in stato di massima allerta il suo esercito.

Il 17 gennaio 2009 è stata riportata la notizia che la Corea del Nord avrebbe trasformato in armi circa 30 kg di plutonio, prodotto precedentemente dal reattore.

Il 25 maggio 2009 la Corea del Nord ha effettuato un secondo test nucleare sotterraneo.

Dal 10 marzo 2009 sono cominciate delle esercitazioni militari congiunte Corea del Sud-Stati Uniti nel territorio sudcoreano che hanno preoccupato molto la Corea del Nord, che ha messo in stato di massima allerta il suo esercito.

Il 17 gennaio 2009 è stata riportata la notizia che la Corea del Nord avrebbe trasformato in armi circa 30 kg di plutonio, prodotto precedentemente dal reattore.

Il 25 maggio 2009 la Corea del Nord ha effettuato un secondo test nucleare sotterraneo.

Dal 10 marzo 2009 sono cominciate delle esercitazioni militari congiunte Corea del Sud-Stati Uniti nel territorio sudcoreano che hanno preoccupato molto la Corea del Nord, che ha messo in stato di massima allerta il suo esercito.

Il 17 gennaio 2009 è stata riportata la notizia che la Corea del Nord avrebbe trasformato in armi circa 30 kg di plutonio, prodotto precedentemente dal reattore.

Il 25 maggio 2009 la Corea del Nord ha effettuato un secondo test nucleare sotterraneo.

Dal 10 marzo 2009 sono cominciate delle esercitazioni militari congiunte Corea del Sud-Stati Uniti nel territorio sudcoreano che hanno preoccupato molto la Corea del Nord, che ha messo in stato di massima allerta il suo esercito.

Nel 1954, il Governo della Corea del Sud del presidente Syngman Rhee tornò al fuso orario UTC+8:30.

Nel 1954, il Governo della Corea del Sud del presidente Syngman Rhee tornò al fuso orario UTC+8:30.

Nel 1954, il Governo della Corea del Sud del presidente Syngman Rhee tornò al fuso orario UTC+8:30.

Nel 1954, il Governo della Corea del Sud del presidente Syngman Rhee tornò al fuso orario UTC+8:30.

Nel 1954, il Governo della Corea del Sud del presidente Syngman Rhee tornò al fuso orario UTC+8:30.

Nel 1954, il Governo della Corea del Sud del presidente Syngman Rhee tornò al fuso orario UTC+8:30.

Nel 1954, il Governo della Corea del Sud del presidente Syngman Rhee tornò al fuso orario UTC+8:30.

Nel 1954, il Governo della Corea del Sud del presidente Syngman Rhee tornò al fuso orario UTC+8:30.

Nel 1954, il Governo della Corea del Sud del presidente Syngman Rhee tornò al fuso orario UTC+8:30.

Nel 1954, il Governo della Corea del Sud del presidente Syngman Rhee tornò al fuso orario UTC+8:30.

Nel 1954, il Governo della Corea del Sud del presidente Syngman Rhee tornò al fuso orario UTC+8:30.

Nel 1912 con l'occupazione giapponese della Corea il Governatorato Generale di Corea scelse di UTC+9 per allinearsi al fuso orario dell'Impero giapponese.

Nel 1912 con l'occupazione giapponese della Corea il Governatorato Generale di Corea scelse di UTC+9 per allinearsi al fuso orario dell'Impero giapponese.

Nel 1912 con l'occupazione giapponese della Corea il Governatorato Generale di Corea scelse di UTC+9 per allinearsi al fuso orario dell'Impero giapponese.

Nel 1912 con l'occupazione giapponese della Corea il Governatorato Generale di Corea scelse di UTC+9 per allinearsi al fuso orario dell'Impero giapponese.

Nel 1912 con l'occupazione giapponese della Corea il Governatorato Generale di Corea scelse di UTC+9 per allinearsi al fuso orario dell'Impero giapponese.

Nel 1912 con l'occupazione giapponese della Corea il Governatorato Generale di Corea scelse di UTC+9 per allinearsi al fuso orario dell'Impero giapponese.

Nel 1912 con l'occupazione giapponese della Corea il Governatorato Generale di Corea scelse di UTC+9 per allinearsi al fuso orario dell'Impero giapponese.

Nel 1912 con l'occupazione giapponese della Corea il Governatorato Generale di Corea scelse di UTC+9 per allinearsi al fuso orario dell'Impero giapponese.

Nel 1912 con l'occupazione giapponese della Corea il Governatorato Generale di Corea scelse di UTC+9 per allinearsi al fuso orario dell'Impero giapponese.

Nel 1912 con l'occupazione giapponese della Corea il Governatorato Generale di Corea scelse di UTC+9 per allinearsi al fuso orario dell'Impero giapponese.

Nel 1912 con l'occupazione giapponese della Corea il Governatorato Generale di Corea scelse di UTC+9 per allinearsi al fuso orario dell'Impero giapponese.

Dal 1978 è stato reso obbligatorio lo studio dell'inglese e del russo.

Dal 1978 è stato reso obbligatorio lo studio dell'inglese e del russo.

Dal 1978 è stato reso obbligatorio lo studio dell'inglese e del russo.

Dal 1978 è stato reso obbligatorio lo studio dell'inglese e del russo.

Dal 1978 è stato reso obbligatorio lo studio dell'inglese e del russo.

Dal 1978 è stato reso obbligatorio lo studio dell'inglese e del russo.

Dal 1978 è stato reso obbligatorio lo studio dell'inglese e del russo.

Dal 1978 è stato reso obbligatorio lo studio dell'inglese e del russo.

Dal 1978 è stato reso obbligatorio lo studio dell'inglese e del russo.

Dal 1978 è stato reso obbligatorio lo studio dell'inglese e del russo.

Dal 1978 è stato reso obbligatorio lo studio dell'inglese e del russo.

Nel 2002 il presidente degli Stati Uniti George Bush durante il discorso sullo Stato dell'Unione inserì la Corea del Nord tra gli Stati facenti parte del cosiddetto "asse del male".

Nel 2002 il presidente degli Stati Uniti George Bush durante il discorso sullo Stato dell'Unione inserì la Corea del Nord tra gli Stati facenti parte del cosiddetto "asse del male".

Nel 2002 il presidente degli Stati Uniti George Bush durante il discorso sullo Stato dell'Unione inserì la Corea del Nord tra gli Stati facenti parte del cosiddetto "asse del male".

Nel 2002 il presidente degli Stati Uniti George Bush durante il discorso sullo Stato dell'Unione inserì la Corea del Nord tra gli Stati facenti parte del cosiddetto "asse del male".

Nel 2002 il presidente degli Stati Uniti George Bush durante il discorso sullo Stato dell'Unione inserì la Corea del Nord tra gli Stati facenti parte del cosiddetto "asse del male".

Nel 2002 il presidente degli Stati Uniti George Bush durante il discorso sullo Stato dell'Unione inserì la Corea del Nord tra gli Stati facenti parte del cosiddetto "asse del male".

Nel 2002 il presidente degli Stati Uniti George Bush durante il discorso sullo Stato dell'Unione inserì la Corea del Nord tra gli Stati facenti parte del cosiddetto "asse del male".

Nel 2002 il presidente degli Stati Uniti George Bush durante il discorso sullo Stato dell'Unione inserì la Corea del Nord tra gli Stati facenti parte del cosiddetto "asse del male".

Nel 2002 il presidente degli Stati Uniti George Bush durante il discorso sullo Stato dell'Unione inserì la Corea del Nord tra gli Stati facenti parte del cosiddetto "asse del male".

Nel 2002 il presidente degli Stati Uniti George Bush durante il discorso sullo Stato dell'Unione inserì la Corea del Nord tra gli Stati facenti parte del cosiddetto "asse del male".

Nel 2002 il presidente degli Stati Uniti George Bush durante il discorso sullo Stato dell'Unione inserì la Corea del Nord tra gli Stati facenti parte del cosiddetto "asse del male".

Nel 1990 è stato firmato un accordo per iniziare un servizio tra Pyongyang e Tokyo.

Nel 1990 è stato firmato un accordo per iniziare un servizio tra Pyongyang e Tokyo.

Nel 1990 è stato firmato un accordo per iniziare un servizio tra Pyongyang e Tokyo.

Nel 1990 è stato firmato un accordo per iniziare un servizio tra Pyongyang e Tokyo.

Nel 1990 è stato firmato un accordo per iniziare un servizio tra Pyongyang e Tokyo.

Nel 1990 è stato firmato un accordo per iniziare un servizio tra Pyongyang e Tokyo.

Nel 1990 è stato firmato un accordo per iniziare un servizio tra Pyongyang e Tokyo.

Nel 1990 è stato firmato un accordo per iniziare un servizio tra Pyongyang e Tokyo.

Nel 1990 è stato firmato un accordo per iniziare un servizio tra Pyongyang e Tokyo.

Nel 1990 è stato firmato un accordo per iniziare un servizio tra Pyongyang e Tokyo.

Nel 1990 è stato firmato un accordo per iniziare un servizio tra Pyongyang e Tokyo.

Nel giugno del 2004 vennero tuttavia nuovamente proibiti i telefoni cellulari.

Nel giugno del 2004 vennero tuttavia nuovamente proibiti i telefoni cellulari.

Nel giugno del 2004 vennero tuttavia nuovamente proibiti i telefoni cellulari.

Nel giugno del 2004 vennero tuttavia nuovamente proibiti i telefoni cellulari.

Nel giugno del 2004 vennero tuttavia nuovamente proibiti i telefoni cellulari.

Nel giugno del 2004 vennero tuttavia nuovamente proibiti i telefoni cellulari.

Nel giugno del 2004 vennero tuttavia nuovamente proibiti i telefoni cellulari.

Nel giugno del 2004 vennero tuttavia nuovamente proibiti i telefoni cellulari.

Nel giugno del 2004 vennero tuttavia nuovamente proibiti i telefoni cellulari.

Nel giugno del 2004 vennero tuttavia nuovamente proibiti i telefoni cellulari.

Nel giugno del 2004 vennero tuttavia nuovamente proibiti i telefoni cellulari.

Il 9 ottobre 2006 la Corea del Nord condusse il suo primo test nucleare, che provocò un terremoto di 4,3 gradi della Scala Richter diventando il nono Paese al mondo a disporre della bomba atomica.

Nel 2006 approssimativamente 37 000 soldati statunitensi erano presenti nella Corea del Sud, con la previsione di ridurli a 25 000 nel 2008.

Il 9 ottobre 2006 la Corea del Nord condusse il suo primo test nucleare, che provocò un terremoto di 4,3 gradi della Scala Richter diventando il nono Paese al mondo a disporre della bomba atomica.

Nel 2006 approssimativamente 37 000 soldati statunitensi erano presenti nella Corea del Sud, con la previsione di ridurli a 25 000 nel 2008.

Il 9 ottobre 2006 la Corea del Nord condusse il suo primo test nucleare, che provocò un terremoto di 4,3 gradi della Scala Richter diventando il nono Paese al mondo a disporre della bomba atomica.

Nel 2006 approssimativamente 37 000 soldati statunitensi erano presenti nella Corea del Sud, con la previsione di ridurli a 25 000 nel 2008.

Il 9 ottobre 2006 la Corea del Nord condusse il suo primo test nucleare, che provocò un terremoto di 4,3 gradi della Scala Richter diventando il nono Paese al mondo a disporre della bomba atomica.

Nel 2006 approssimativamente 37 000 soldati statunitensi erano presenti nella Corea del Sud, con la previsione di ridurli a 25 000 nel 2008.

Il 9 ottobre 2006 la Corea del Nord condusse il suo primo test nucleare, che provocò un terremoto di 4,3 gradi della Scala Richter diventando il nono Paese al mondo a disporre della bomba atomica.

Nel 2006 approssimativamente 37 000 soldati statunitensi erano presenti nella Corea del Sud, con la previsione di ridurli a 25 000 nel 2008.

Il 9 ottobre 2006 la Corea del Nord condusse il suo primo test nucleare, che provocò un terremoto di 4,3 gradi della Scala Richter diventando il nono Paese al mondo a disporre della bomba atomica.

Nel 2006 approssimativamente 37 000 soldati statunitensi erano presenti nella Corea del Sud, con la previsione di ridurli a 25 000 nel 2008.

Il 9 ottobre 2006 la Corea del Nord condusse il suo primo test nucleare, che provocò un terremoto di 4,3 gradi della Scala Richter diventando il nono Paese al mondo a disporre della bomba atomica.

Nel 2006 approssimativamente 37 000 soldati statunitensi erano presenti nella Corea del Sud, con la previsione di ridurli a 25 000 nel 2008.

Il 9 ottobre 2006 la Corea del Nord condusse il suo primo test nucleare, che provocò un terremoto di 4,3 gradi della Scala Richter diventando il nono Paese al mondo a disporre della bomba atomica.

Nel 2006 approssimativamente 37 000 soldati statunitensi erano presenti nella Corea del Sud, con la previsione di ridurli a 25 000 nel 2008.

Il 9 ottobre 2006 la Corea del Nord condusse il suo primo test nucleare, che provocò un terremoto di 4,3 gradi della Scala Richter diventando il nono Paese al mondo a disporre della bomba atomica.

Nel 2006 approssimativamente 37 000 soldati statunitensi erano presenti nella Corea del Sud, con la previsione di ridurli a 25 000 nel 2008.

Il 9 ottobre 2006 la Corea del Nord condusse il suo primo test nucleare, che provocò un terremoto di 4,3 gradi della Scala Richter diventando il nono Paese al mondo a disporre della bomba atomica.

Nel 2006 approssimativamente 37 000 soldati statunitensi erano presenti nella Corea del Sud, con la previsione di ridurli a 25 000 nel 2008.

Il 9 ottobre 2006 la Corea del Nord condusse il suo primo test nucleare, che provocò un terremoto di 4,3 gradi della Scala Richter diventando il nono Paese al mondo a disporre della bomba atomica.

Nel 2006 approssimativamente 37 000 soldati statunitensi erano presenti nella Corea del Sud, con la previsione di ridurli a 25 000 nel 2008.

Il 19 settembre 2005 alla Corea del Nord vennero promesse forniture di carburante e altri incentivi non alimentari dalla Corea del Sud, dal Giappone, dagli Stati Uniti, dalla Russia e dalla Cina in cambio dell'abbandono del programma nucleare e la firma del trattato di non proliferazione nucleare.

Il 19 settembre 2005 alla Corea del Nord vennero promesse forniture di carburante e altri incentivi non alimentari dalla Corea del Sud, dal Giappone, dagli Stati Uniti, dalla Russia e dalla Cina in cambio dell'abbandono del programma nucleare e la firma del trattato di non proliferazione nucleare.

Il 19 settembre 2005 alla Corea del Nord vennero promesse forniture di carburante e altri incentivi non alimentari dalla Corea del Sud, dal Giappone, dagli Stati Uniti, dalla Russia e dalla Cina in cambio dell'abbandono del programma nucleare e la firma del trattato di non proliferazione nucleare.

Il 19 settembre 2005 alla Corea del Nord vennero promesse forniture di carburante e altri incentivi non alimentari dalla Corea del Sud, dal Giappone, dagli Stati Uniti, dalla Russia e dalla Cina in cambio dell'abbandono del programma nucleare e la firma del trattato di non proliferazione nucleare.

Il 19 settembre 2005 alla Corea del Nord vennero promesse forniture di carburante e altri incentivi non alimentari dalla Corea del Sud, dal Giappone, dagli Stati Uniti, dalla Russia e dalla Cina in cambio dell'abbandono del programma nucleare e la firma del trattato di non proliferazione nucleare.

Il 19 settembre 2005 alla Corea del Nord vennero promesse forniture di carburante e altri incentivi non alimentari dalla Corea del Sud, dal Giappone, dagli Stati Uniti, dalla Russia e dalla Cina in cambio dell'abbandono del programma nucleare e la firma del trattato di non proliferazione nucleare.

Il 19 settembre 2005 alla Corea del Nord vennero promesse forniture di carburante e altri incentivi non alimentari dalla Corea del Sud, dal Giappone, dagli Stati Uniti, dalla Russia e dalla Cina in cambio dell'abbandono del programma nucleare e la firma del trattato di non proliferazione nucleare.

Il 19 settembre 2005 alla Corea del Nord vennero promesse forniture di carburante e altri incentivi non alimentari dalla Corea del Sud, dal Giappone, dagli Stati Uniti, dalla Russia e dalla Cina in cambio dell'abbandono del programma nucleare e la firma del trattato di non proliferazione nucleare.

Il 19 settembre 2005 alla Corea del Nord vennero promesse forniture di carburante e altri incentivi non alimentari dalla Corea del Sud, dal Giappone, dagli Stati Uniti, dalla Russia e dalla Cina in cambio dell'abbandono del programma nucleare e la firma del trattato di non proliferazione nucleare.

Il 19 settembre 2005 alla Corea del Nord vennero promesse forniture di carburante e altri incentivi non alimentari dalla Corea del Sud, dal Giappone, dagli Stati Uniti, dalla Russia e dalla Cina in cambio dell'abbandono del programma nucleare e la firma del trattato di non proliferazione nucleare.

Il 19 settembre 2005 alla Corea del Nord vennero promesse forniture di carburante e altri incentivi non alimentari dalla Corea del Sud, dal Giappone, dagli Stati Uniti, dalla Russia e dalla Cina in cambio dell'abbandono del programma nucleare e la firma del trattato di non proliferazione nucleare.

Il 27 giugno 2008 venne disabilitata una torre di raffreddamento ad acqua nel sito nucleare di Yongbyon.

L'11 ottobre 2008 gli Stati Uniti hanno rimosso il Paese dall'elenco degli Stati che sponsorizzano il terrorismo.

Il 27 giugno 2008 venne disabilitata una torre di raffreddamento ad acqua nel sito nucleare di Yongbyon.

L'11 ottobre 2008 gli Stati Uniti hanno rimosso il Paese dall'elenco degli Stati che sponsorizzano il terrorismo.

Il 27 giugno 2008 venne disabilitata una torre di raffreddamento ad acqua nel sito nucleare di Yongbyon.

L'11 ottobre 2008 gli Stati Uniti hanno rimosso il Paese dall'elenco degli Stati che sponsorizzano il terrorismo.

Il 27 giugno 2008 venne disabilitata una torre di raffreddamento ad acqua nel sito nucleare di Yongbyon.

L'11 ottobre 2008 gli Stati Uniti hanno rimosso il Paese dall'elenco degli Stati che sponsorizzano il terrorismo.

Il 27 giugno 2008 venne disabilitata una torre di raffreddamento ad acqua nel sito nucleare di Yongbyon.

L'11 ottobre 2008 gli Stati Uniti hanno rimosso il Paese dall'elenco degli Stati che sponsorizzano il terrorismo.

Il 27 giugno 2008 venne disabilitata una torre di raffreddamento ad acqua nel sito nucleare di Yongbyon.

L'11 ottobre 2008 gli Stati Uniti hanno rimosso il Paese dall'elenco degli Stati che sponsorizzano il terrorismo.

Il 27 giugno 2008 venne disabilitata una torre di raffreddamento ad acqua nel sito nucleare di Yongbyon.

L'11 ottobre 2008 gli Stati Uniti hanno rimosso il Paese dall'elenco degli Stati che sponsorizzano il terrorismo.

Il 27 giugno 2008 venne disabilitata una torre di raffreddamento ad acqua nel sito nucleare di Yongbyon.

L'11 ottobre 2008 gli Stati Uniti hanno rimosso il Paese dall'elenco degli Stati che sponsorizzano il terrorismo.

Il 27 giugno 2008 venne disabilitata una torre di raffreddamento ad acqua nel sito nucleare di Yongbyon.

L'11 ottobre 2008 gli Stati Uniti hanno rimosso il Paese dall'elenco degli Stati che sponsorizzano il terrorismo.

Il 27 giugno 2008 venne disabilitata una torre di raffreddamento ad acqua nel sito nucleare di Yongbyon.

L'11 ottobre 2008 gli Stati Uniti hanno rimosso il Paese dall'elenco degli Stati che sponsorizzano il terrorismo.

Il 27 giugno 2008 venne disabilitata una torre di raffreddamento ad acqua nel sito nucleare di Yongbyon.

L'11 ottobre 2008 gli Stati Uniti hanno rimosso il Paese dall'elenco degli Stati che sponsorizzano il terrorismo.

Il 17 marzo 2007 la Corea del Nord affermò nei negoziati internazionali che avrebbe iniziato i preparativi per la disattivazione del sito nucleare principale.

Il 4 ottobre 2007 i capi delle due Coree promisero inoltre di tenere dei summit per dichiarare ufficialmente il termine della guerra e riaffermare il principio di non-aggressione reciproca.

Il 17 luglio 2007 gli ispettori delle Nazioni Unite verificarono lo spegnimento di cinque stabilimenti nucleari nordcoreani, disattivazione stabilita da un accordo del febbraio 2007.

Il 4 ottobre 2007 il presidente sudcoreano Roh Moo-hyun e il capo nordcoreano Kim Jong-il firmarono un accordo di pace di otto punti che prevede cooperazione economica, il rinnovo degli accordi per il viaggio aereo, stradale e ferroviario, confronti ad alto livello e pace permanente.

Il 17 marzo 2007 la Corea del Nord affermò nei negoziati internazionali che avrebbe iniziato i preparativi per la disattivazione del sito nucleare principale.

Il 4 ottobre 2007 i capi delle due Coree promisero inoltre di tenere dei summit per dichiarare ufficialmente il termine della guerra e riaffermare il principio di non-aggressione reciproca.

Il 17 luglio 2007 gli ispettori delle Nazioni Unite verificarono lo spegnimento di cinque stabilimenti nucleari nordcoreani, disattivazione stabilita da un accordo del febbraio 2007.

Il 4 ottobre 2007 il presidente sudcoreano Roh Moo-hyun e il capo nordcoreano Kim Jong-il firmarono un accordo di pace di otto punti che prevede cooperazione economica, il rinnovo degli accordi per il viaggio aereo, stradale e ferroviario, confronti ad alto livello e pace permanente.

Il 17 marzo 2007 la Corea del Nord affermò nei negoziati internazionali che avrebbe iniziato i preparativi per la disattivazione del sito nucleare principale.

Il 4 ottobre 2007 i capi delle due Coree promisero inoltre di tenere dei summit per dichiarare ufficialmente il termine della guerra e riaffermare il principio di non-aggressione reciproca.

Il 17 luglio 2007 gli ispettori delle Nazioni Unite verificarono lo spegnimento di cinque stabilimenti nucleari nordcoreani, disattivazione stabilita da un accordo del febbraio 2007.

Il 4 ottobre 2007 il presidente sudcoreano Roh Moo-hyun e il capo nordcoreano Kim Jong-il firmarono un accordo di pace di otto punti che prevede cooperazione economica, il rinnovo degli accordi per il viaggio aereo, stradale e ferroviario, confronti ad alto livello e pace permanente.

Il 17 marzo 2007 la Corea del Nord affermò nei negoziati internazionali che avrebbe iniziato i preparativi per la disattivazione del sito nucleare principale.

Il 4 ottobre 2007 i capi delle due Coree promisero inoltre di tenere dei summit per dichiarare ufficialmente il termine della guerra e riaffermare il principio di non-aggressione reciproca.

Il 17 luglio 2007 gli ispettori delle Nazioni Unite verificarono lo spegnimento di cinque stabilimenti nucleari nordcoreani, disattivazione stabilita da un accordo del febbraio 2007.

Il 4 ottobre 2007 il presidente sudcoreano Roh Moo-hyun e il capo nordcoreano Kim Jong-il firmarono un accordo di pace di otto punti che prevede cooperazione economica, il rinnovo degli accordi per il viaggio aereo, stradale e ferroviario, confronti ad alto livello e pace permanente.

Il 17 marzo 2007 la Corea del Nord affermò nei negoziati internazionali che avrebbe iniziato i preparativi per la disattivazione del sito nucleare principale.

Il 4 ottobre 2007 i capi delle due Coree promisero inoltre di tenere dei summit per dichiarare ufficialmente il termine della guerra e riaffermare il principio di non-aggressione reciproca.

Il 17 luglio 2007 gli ispettori delle Nazioni Unite verificarono lo spegnimento di cinque stabilimenti nucleari nordcoreani, disattivazione stabilita da un accordo del febbraio 2007.

Il 4 ottobre 2007 il presidente sudcoreano Roh Moo-hyun e il capo nordcoreano Kim Jong-il firmarono un accordo di pace di otto punti che prevede cooperazione economica, il rinnovo degli accordi per il viaggio aereo, stradale e ferroviario, confronti ad alto livello e pace permanente.

Il 17 marzo 2007 la Corea del Nord affermò nei negoziati internazionali che avrebbe iniziato i preparativi per la disattivazione del sito nucleare principale.

Il 4 ottobre 2007 i capi delle due Coree promisero inoltre di tenere dei summit per dichiarare ufficialmente il termine della guerra e riaffermare il principio di non-aggressione reciproca.

Il 17 luglio 2007 gli ispettori delle Nazioni Unite verificarono lo spegnimento di cinque stabilimenti nucleari nordcoreani, disattivazione stabilita da un accordo del febbraio 2007.

Il 4 ottobre 2007 il presidente sudcoreano Roh Moo-hyun e il capo nordcoreano Kim Jong-il firmarono un accordo di pace di otto punti che prevede cooperazione economica, il rinnovo degli accordi per il viaggio aereo, stradale e ferroviario, confronti ad alto livello e pace permanente.

Il 17 marzo 2007 la Corea del Nord affermò nei negoziati internazionali che avrebbe iniziato i preparativi per la disattivazione del sito nucleare principale.

Il 4 ottobre 2007 i capi delle due Coree promisero inoltre di tenere dei summit per dichiarare ufficialmente il termine della guerra e riaffermare il principio di non-aggressione reciproca.

Il 17 luglio 2007 gli ispettori delle Nazioni Unite verificarono lo spegnimento di cinque stabilimenti nucleari nordcoreani, disattivazione stabilita da un accordo del febbraio 2007.

Il 4 ottobre 2007 il presidente sudcoreano Roh Moo-hyun e il capo nordcoreano Kim Jong-il firmarono un accordo di pace di otto punti che prevede cooperazione economica, il rinnovo degli accordi per il viaggio aereo, stradale e ferroviario, confronti ad alto livello e pace permanente.

Il 17 marzo 2007 la Corea del Nord affermò nei negoziati internazionali che avrebbe iniziato i preparativi per la disattivazione del sito nucleare principale.

Il 4 ottobre 2007 i capi delle due Coree promisero inoltre di tenere dei summit per dichiarare ufficialmente il termine della guerra e riaffermare il principio di non-aggressione reciproca.

Il 17 luglio 2007 gli ispettori delle Nazioni Unite verificarono lo spegnimento di cinque stabilimenti nucleari nordcoreani, disattivazione stabilita da un accordo del febbraio 2007.

Il 4 ottobre 2007 il presidente sudcoreano Roh Moo-hyun e il capo nordcoreano Kim Jong-il firmarono un accordo di pace di otto punti che prevede cooperazione economica, il rinnovo degli accordi per il viaggio aereo, stradale e ferroviario, confronti ad alto livello e pace permanente.

Il 17 marzo 2007 la Corea del Nord affermò nei negoziati internazionali che avrebbe iniziato i preparativi per la disattivazione del sito nucleare principale.

Il 4 ottobre 2007 i capi delle due Coree promisero inoltre di tenere dei summit per dichiarare ufficialmente il termine della guerra e riaffermare il principio di non-aggressione reciproca.

Il 17 luglio 2007 gli ispettori delle Nazioni Unite verificarono lo spegnimento di cinque stabilimenti nucleari nordcoreani, disattivazione stabilita da un accordo del febbraio 2007.

Il 4 ottobre 2007 il presidente sudcoreano Roh Moo-hyun e il capo nordcoreano Kim Jong-il firmarono un accordo di pace di otto punti che prevede cooperazione economica, il rinnovo degli accordi per il viaggio aereo, stradale e ferroviario, confronti ad alto livello e pace permanente.

Il 17 marzo 2007 la Corea del Nord affermò nei negoziati internazionali che avrebbe iniziato i preparativi per la disattivazione del sito nucleare principale.

Il 4 ottobre 2007 i capi delle due Coree promisero inoltre di tenere dei summit per dichiarare ufficialmente il termine della guerra e riaffermare il principio di non-aggressione reciproca.

Il 17 luglio 2007 gli ispettori delle Nazioni Unite verificarono lo spegnimento di cinque stabilimenti nucleari nordcoreani, disattivazione stabilita da un accordo del febbraio 2007.

Il 4 ottobre 2007 il presidente sudcoreano Roh Moo-hyun e il capo nordcoreano Kim Jong-il firmarono un accordo di pace di otto punti che prevede cooperazione economica, il rinnovo degli accordi per il viaggio aereo, stradale e ferroviario, confronti ad alto livello e pace permanente.

Il 17 marzo 2007 la Corea del Nord affermò nei negoziati internazionali che avrebbe iniziato i preparativi per la disattivazione del sito nucleare principale.

Il 4 ottobre 2007 i capi delle due Coree promisero inoltre di tenere dei summit per dichiarare ufficialmente il termine della guerra e riaffermare il principio di non-aggressione reciproca.

Il 17 luglio 2007 gli ispettori delle Nazioni Unite verificarono lo spegnimento di cinque stabilimenti nucleari nordcoreani, disattivazione stabilita da un accordo del febbraio 2007.

Il 4 ottobre 2007 il presidente sudcoreano Roh Moo-hyun e il capo nordcoreano Kim Jong-il firmarono un accordo di pace di otto punti che prevede cooperazione economica, il rinnovo degli accordi per il viaggio aereo, stradale e ferroviario, confronti ad alto livello e pace permanente.

Nel 1215 il re d'Inghilterra John Lackland (Giovanni Senzaterra) fu costretto dai baroni del regno a concedere, firmandola, la Magna Charta Libertatum (Carta delle libertà).

Nel 1215 il re d'Inghilterra John Lackland (Giovanni Senzaterra) fu costretto dai baroni del regno a concedere, firmandola, la Magna Charta Libertatum (Carta delle libertà).

Nel 1215 il re d'Inghilterra John Lackland (Giovanni Senzaterra) fu costretto dai baroni del regno a concedere, firmandola, la Magna Charta Libertatum (Carta delle libertà).

Nel 1215 il re d'Inghilterra John Lackland (Giovanni Senzaterra) fu costretto dai baroni del regno a concedere, firmandola, la Magna Charta Libertatum (Carta delle libertà).

Nel 1215 il re d'Inghilterra John Lackland (Giovanni Senzaterra) fu costretto dai baroni del regno a concedere, firmandola, la Magna Charta Libertatum (Carta delle libertà).

Nel 1215 il re d'Inghilterra John Lackland (Giovanni Senzaterra) fu costretto dai baroni del regno a concedere, firmandola, la Magna Charta Libertatum (Carta delle libertà).

Nel 1215 il re d'Inghilterra John Lackland (Giovanni Senzaterra) fu costretto dai baroni del regno a concedere, firmandola, la Magna Charta Libertatum (Carta delle libertà).

Nel 1215 il re d'Inghilterra John Lackland (Giovanni Senzaterra) fu costretto dai baroni del regno a concedere, firmandola, la Magna Charta Libertatum (Carta delle libertà).

Il 24 dicembre 2011 Kim Jong-un divenne il comandante supremo dell'esercito nordcoreano, venne formalmente nominato alla carica il 30 dicembre dello stesso anno, quando l'ufficio politico del comitato centrale del Partito del Lavoro di Corea "proclamò che il caro e rispettato Kim Jong-un, vicepresidente della commissione militare centrale del Partito del Lavoro di Corea, avrebbe assunto il supremo comando dell'esercito del popolo coreano".

Il 26 dicembre 2011 l'importante giornale Rodong Sinmun pubblicò un articolo in cui Kim Jong-un veniva presentato come presidente della commissione militare centrale e leader supremo del paese.

Il 24 dicembre 2011 Kim Jong-un divenne il comandante supremo dell'esercito nordcoreano, venne formalmente nominato alla carica il 30 dicembre dello stesso anno, quando l'ufficio politico del comitato centrale del Partito del Lavoro di Corea "proclamò che il caro e rispettato Kim Jong-un, vicepresidente della commissione militare centrale del Partito del Lavoro di Corea, avrebbe assunto il supremo comando dell'esercito del popolo coreano".

Il 26 dicembre 2011 l'importante giornale Rodong Sinmun pubblicò un articolo in cui Kim Jong-un veniva presentato come presidente della commissione militare centrale e leader supremo del paese.

Il 24 dicembre 2011 Kim Jong-un divenne il comandante supremo dell'esercito nordcoreano, venne formalmente nominato alla carica il 30 dicembre dello stesso anno, quando l'ufficio politico del comitato centrale del Partito del Lavoro di Corea "proclamò che il caro e rispettato Kim Jong-un, vicepresidente della commissione militare centrale del Partito del Lavoro di Corea, avrebbe assunto il supremo comando dell'esercito del popolo coreano".

Il 26 dicembre 2011 l'importante giornale Rodong Sinmun pubblicò un articolo in cui Kim Jong-un veniva presentato come presidente della commissione militare centrale e leader supremo del paese.

Il 3 maggio 2011 Amnesty International ha reso pubbliche le immagini satellitari ad alta definizione dei campi di prigionia presenti nella nazione.

Il 3 maggio 2011 Amnesty International ha reso pubbliche le immagini satellitari ad alta definizione dei campi di prigionia presenti nella nazione.

Il 3 maggio 2011 Amnesty International ha reso pubbliche le immagini satellitari ad alta definizione dei campi di prigionia presenti nella nazione.

Il 3 maggio 2011 Amnesty International ha reso pubbliche le immagini satellitari ad alta definizione dei campi di prigionia presenti nella nazione.

Il 3 maggio 2011 Amnesty International ha reso pubbliche le immagini satellitari ad alta definizione dei campi di prigionia presenti nella nazione.

Il 3 maggio 2011 Amnesty International ha reso pubbliche le immagini satellitari ad alta definizione dei campi di prigionia presenti nella nazione.

Il 3 maggio 2011 Amnesty International ha reso pubbliche le immagini satellitari ad alta definizione dei campi di prigionia presenti nella nazione.

Il 3 maggio 2011 Amnesty International ha reso pubbliche le immagini satellitari ad alta definizione dei campi di prigionia presenti nella nazione.

Il 3 maggio 2011 Amnesty International ha reso pubbliche le immagini satellitari ad alta definizione dei campi di prigionia presenti nella nazione.

Il 3 maggio 2011 Amnesty International ha reso pubbliche le immagini satellitari ad alta definizione dei campi di prigionia presenti nella nazione.

Il 3 maggio 2011 Amnesty International ha reso pubbliche le immagini satellitari ad alta definizione dei campi di prigionia presenti nella nazione.

Il 24 maggio 2010 si verificò un controverso incidente nelle acque che circondano la penisola coreana: una corvetta appartenente alla flotta militare nel Sud fu affondata al largo dell'isola di Baengnyeong, una zona contesa e da diversi anni teatro di mutue provocazioni.

Il 24 maggio 2010 si verificò un controverso incidente nelle acque che circondano la penisola coreana: una corvetta appartenente alla flotta militare nel Sud fu affondata al largo dell'isola di Baengnyeong, una zona contesa e da diversi anni teatro di mutue provocazioni.

Il 24 maggio 2010 si verificò un controverso incidente nelle acque che circondano la penisola coreana: una corvetta appartenente alla flotta militare nel Sud fu affondata al largo dell'isola di Baengnyeong, una zona contesa e da diversi anni teatro di mutue provocazioni.

Il 24 maggio 2010 si verificò un controverso incidente nelle acque che circondano la penisola coreana: una corvetta appartenente alla flotta militare nel Sud fu affondata al largo dell'isola di Baengnyeong, una zona contesa e da diversi anni teatro di mutue provocazioni.

Il 24 maggio 2010 si verificò un controverso incidente nelle acque che circondano la penisola coreana: una corvetta appartenente alla flotta militare nel Sud fu affondata al largo dell'isola di Baengnyeong, una zona contesa e da diversi anni teatro di mutue provocazioni.

Il 24 maggio 2010 si verificò un controverso incidente nelle acque che circondano la penisola coreana: una corvetta appartenente alla flotta militare nel Sud fu affondata al largo dell'isola di Baengnyeong, una zona contesa e da diversi anni teatro di mutue provocazioni.

Il 24 maggio 2010 si verificò un controverso incidente nelle acque che circondano la penisola coreana: una corvetta appartenente alla flotta militare nel Sud fu affondata al largo dell'isola di Baengnyeong, una zona contesa e da diversi anni teatro di mutue provocazioni.

Il 24 maggio 2010 si verificò un controverso incidente nelle acque che circondano la penisola coreana: una corvetta appartenente alla flotta militare nel Sud fu affondata al largo dell'isola di Baengnyeong, una zona contesa e da diversi anni teatro di mutue provocazioni.

Il 24 maggio 2010 si verificò un controverso incidente nelle acque che circondano la penisola coreana: una corvetta appartenente alla flotta militare nel Sud fu affondata al largo dell'isola di Baengnyeong, una zona contesa e da diversi anni teatro di mutue provocazioni.

Il 24 maggio 2010 si verificò un controverso incidente nelle acque che circondano la penisola coreana: una corvetta appartenente alla flotta militare nel Sud fu affondata al largo dell'isola di Baengnyeong, una zona contesa e da diversi anni teatro di mutue provocazioni.

Il 24 maggio 2010 si verificò un controverso incidente nelle acque che circondano la penisola coreana: una corvetta appartenente alla flotta militare nel Sud fu affondata al largo dell'isola di Baengnyeong, una zona contesa e da diversi anni teatro di mutue provocazioni.

Nel 2013 Kim Jong-un venne premiato con un dottorato onorario in economia da un'università privata malese, la HELP University.

Nel 2013 la rivista statunitense Forbes classificò Kim Jong-un come la 46ᵃ persona più potente del mondo.

Nel 2013 Kim Jong-un abbandonò lo stile del padre, riabbracciando invece quello del nonno con un discorso pronunciato in occasione dell'anno nuovo.

Nel 2013 Kim Jong-un introdusse una serie di riforme economiche con il nome di "sistema di gestione aziendale socialista".

Il 26 febbraio 2013 Kim Jong-un incontrò il cestista statunitense Dennis Rodman: era probabilmente il primo americano che avesse mai conosciuto.

Nel 2013 Kim Jong-un venne premiato con un dottorato onorario in economia da un'università privata malese, la HELP University.

Nel 2013 la rivista statunitense Forbes classificò Kim Jong-un come la 46ᵃ persona più potente del mondo.

Nel 2013 Kim Jong-un abbandonò lo stile del padre, riabbracciando invece quello del nonno con un discorso pronunciato in occasione dell'anno nuovo.

Nel 2013 Kim Jong-un introdusse una serie di riforme economiche con il nome di "sistema di gestione aziendale socialista".

Il 26 febbraio 2013 Kim Jong-un incontrò il cestista statunitense Dennis Rodman: era probabilmente il primo americano che avesse mai conosciuto.

Nel 2013 Kim Jong-un venne premiato con un dottorato onorario in economia da un'università privata malese, la HELP University.

Nel 2013 la rivista statunitense Forbes classificò Kim Jong-un come la 46ᵃ persona più potente del mondo.

Nel 2013 Kim Jong-un abbandonò lo stile del padre, riabbracciando invece quello del nonno con un discorso pronunciato in occasione dell'anno nuovo.

Nel 2013 Kim Jong-un introdusse una serie di riforme economiche con il nome di "sistema di gestione aziendale socialista".

Il 26 febbraio 2013 Kim Jong-un incontrò il cestista statunitense Dennis Rodman: era probabilmente il primo americano che avesse mai conosciuto.

Il 12 febbraio 2013 il governo della Corea del Nord ha dichiarato di aver effettuato un terzo test nucleare sotterraneo, sottolineando come si sia trattato di un "test pienamente riuscito".

Il 30 marzo 2013 il governo nordcoreano dichiarò di essere in "stato di guerra" con la Corea del Sud, probabilmente in reazione alle esercitazioni congiunte tra l'esercito sudcoreano e quello statunitense (in area sudcoreana), che dispiegarono anche due bombardieri a bassa identificabilità radar B-2 Spirit.

Il 5 aprile 2013 l'esercito nordcoreano ricevette dai comandi militari il via libera per un attacco nucleare contro gli Stati Uniti.

Il 12 febbraio 2013 il governo della Corea del Nord ha dichiarato di aver effettuato un terzo test nucleare sotterraneo, sottolineando come si sia trattato di un "test pienamente riuscito".

Il 30 marzo 2013 il governo nordcoreano dichiarò di essere in "stato di guerra" con la Corea del Sud, probabilmente in reazione alle esercitazioni congiunte tra l'esercito sudcoreano e quello statunitense (in area sudcoreana), che dispiegarono anche due bombardieri a bassa identificabilità radar B-2 Spirit.

Il 5 aprile 2013 l'esercito nordcoreano ricevette dai comandi militari il via libera per un attacco nucleare contro gli Stati Uniti.

Il 12 febbraio 2013 il governo della Corea del Nord ha dichiarato di aver effettuato un terzo test nucleare sotterraneo, sottolineando come si sia trattato di un "test pienamente riuscito".

Il 30 marzo 2013 il governo nordcoreano dichiarò di essere in "stato di guerra" con la Corea del Sud, probabilmente in reazione alle esercitazioni congiunte tra l'esercito sudcoreano e quello statunitense (in area sudcoreana), che dispiegarono anche due bombardieri a bassa identificabilità radar B-2 Spirit.

Il 5 aprile 2013 l'esercito nordcoreano ricevette dai comandi militari il via libera per un attacco nucleare contro gli Stati Uniti.

Il 12 febbraio 2013 il governo della Corea del Nord ha dichiarato di aver effettuato un terzo test nucleare sotterraneo, sottolineando come si sia trattato di un "test pienamente riuscito".

Il 30 marzo 2013 il governo nordcoreano dichiarò di essere in "stato di guerra" con la Corea del Sud, probabilmente in reazione alle esercitazioni congiunte tra l'esercito sudcoreano e quello statunitense (in area sudcoreana), che dispiegarono anche due bombardieri a bassa identificabilità radar B-2 Spirit.

Il 5 aprile 2013 l'esercito nordcoreano ricevette dai comandi militari il via libera per un attacco nucleare contro gli Stati Uniti.

Il 12 febbraio 2013 il governo della Corea del Nord ha dichiarato di aver effettuato un terzo test nucleare sotterraneo, sottolineando come si sia trattato di un "test pienamente riuscito".

Il 30 marzo 2013 il governo nordcoreano dichiarò di essere in "stato di guerra" con la Corea del Sud, probabilmente in reazione alle esercitazioni congiunte tra l'esercito sudcoreano e quello statunitense (in area sudcoreana), che dispiegarono anche due bombardieri a bassa identificabilità radar B-2 Spirit.

Il 5 aprile 2013 l'esercito nordcoreano ricevette dai comandi militari il via libera per un attacco nucleare contro gli Stati Uniti.

Il 12 febbraio 2013 il governo della Corea del Nord ha dichiarato di aver effettuato un terzo test nucleare sotterraneo, sottolineando come si sia trattato di un "test pienamente riuscito".

Il 30 marzo 2013 il governo nordcoreano dichiarò di essere in "stato di guerra" con la Corea del Sud, probabilmente in reazione alle esercitazioni congiunte tra l'esercito sudcoreano e quello statunitense (in area sudcoreana), che dispiegarono anche due bombardieri a bassa identificabilità radar B-2 Spirit.

Il 5 aprile 2013 l'esercito nordcoreano ricevette dai comandi militari il via libera per un attacco nucleare contro gli Stati Uniti.

Il 12 febbraio 2013 il governo della Corea del Nord ha dichiarato di aver effettuato un terzo test nucleare sotterraneo, sottolineando come si sia trattato di un "test pienamente riuscito".

Il 30 marzo 2013 il governo nordcoreano dichiarò di essere in "stato di guerra" con la Corea del Sud, probabilmente in reazione alle esercitazioni congiunte tra l'esercito sudcoreano e quello statunitense (in area sudcoreana), che dispiegarono anche due bombardieri a bassa identificabilità radar B-2 Spirit.

Il 5 aprile 2013 l'esercito nordcoreano ricevette dai comandi militari il via libera per un attacco nucleare contro gli Stati Uniti.

Il 12 febbraio 2013 il governo della Corea del Nord ha dichiarato di aver effettuato un terzo test nucleare sotterraneo, sottolineando come si sia trattato di un "test pienamente riuscito".

Il 30 marzo 2013 il governo nordcoreano dichiarò di essere in "stato di guerra" con la Corea del Sud, probabilmente in reazione alle esercitazioni congiunte tra l'esercito sudcoreano e quello statunitense (in area sudcoreana), che dispiegarono anche due bombardieri a bassa identificabilità radar B-2 Spirit.

Il 5 aprile 2013 l'esercito nordcoreano ricevette dai comandi militari il via libera per un attacco nucleare contro gli Stati Uniti.

Il 12 febbraio 2013 il governo della Corea del Nord ha dichiarato di aver effettuato un terzo test nucleare sotterraneo, sottolineando come si sia trattato di un "test pienamente riuscito".

Il 30 marzo 2013 il governo nordcoreano dichiarò di essere in "stato di guerra" con la Corea del Sud, probabilmente in reazione alle esercitazioni congiunte tra l'esercito sudcoreano e quello statunitense (in area sudcoreana), che dispiegarono anche due bombardieri a bassa identificabilità radar B-2 Spirit.

Il 5 aprile 2013 l'esercito nordcoreano ricevette dai comandi militari il via libera per un attacco nucleare contro gli Stati Uniti.

Il 12 febbraio 2013 il governo della Corea del Nord ha dichiarato di aver effettuato un terzo test nucleare sotterraneo, sottolineando come si sia trattato di un "test pienamente riuscito".

Il 30 marzo 2013 il governo nordcoreano dichiarò di essere in "stato di guerra" con la Corea del Sud, probabilmente in reazione alle esercitazioni congiunte tra l'esercito sudcoreano e quello statunitense (in area sudcoreana), che dispiegarono anche due bombardieri a bassa identificabilità radar B-2 Spirit.

Il 5 aprile 2013 l'esercito nordcoreano ricevette dai comandi militari il via libera per un attacco nucleare contro gli Stati Uniti.

Il 12 febbraio 2013 il governo della Corea del Nord ha dichiarato di aver effettuato un terzo test nucleare sotterraneo, sottolineando come si sia trattato di un "test pienamente riuscito".

Il 30 marzo 2013 il governo nordcoreano dichiarò di essere in "stato di guerra" con la Corea del Sud, probabilmente in reazione alle esercitazioni congiunte tra l'esercito sudcoreano e quello statunitense (in area sudcoreana), che dispiegarono anche due bombardieri a bassa identificabilità radar B-2 Spirit.

Il 5 aprile 2013 l'esercito nordcoreano ricevette dai comandi militari il via libera per un attacco nucleare contro gli Stati Uniti.

L'11 aprile 2012 la quarta conferenza generale del Partito del Lavoro di Corea lo eleggeva primo segretario del partito e segretario generale eterno suo padre il defunto Kim Jong-il.

Il 9 gennaio 2012 venne organizzata una grande parata al Palazzo del Sole di Kumsusan, in cui l'esercito onorò e giurò fedeltà a Kim Jong-un.

Il 27 marzo 2012 Kim Jong-un prese parte alla quarta conferenza del Partito del Lavoro di Corea, in occasione della quale venne creato il titolo di primo segretario.

Il 15 aprile 2012 venne organizzata un'importante parata militare per commemorare il centenario dalla nascita di Kim Il-sung, durante la quale Kim Jong-un pronunciò il suo primo discorso pubblico.

Nel luglio del 2012 Kim Jong-un divenne un wonsu, che tradotto in italiano significa "maresciallo", il più alto rango attivo dell'esercito.

Nel novembre del 2012 delle foto satellitari rivelarono un messaggio lungo mezzo chilometro sul fianco di una collina nella provincia del Ryanggang, che recitava: "Lunga vita al generale Kim Jong-un, il Sole splendente!".

Il 30 novembre 2012 Kim Jong-un incontrò Li Jianguo, membro del diciottesimo Politburo, che, secondo l'agenzia di stampa centrale nordcoreana, aveva contattato il leader nordcoreano in occasione del XVIII Congresso nazionale del partito comunista cinese.

Nel luglio del 2012 Kim Jong-un dimostrò di essersi distanziato dalla politica culturale del padre, assistendo a un concerto del gruppo musicale nordcoreano Moranbong.

Il 25 luglio 2012 i media nordcoreani riportarono il matrimonio avvenuto tra Kim Jong-un e la cantante Ri Sol-ju.

L'11 aprile 2012 la quarta conferenza generale del Partito del Lavoro di Corea lo eleggeva primo segretario del partito e segretario generale eterno suo padre il defunto Kim Jong-il.

Il 9 gennaio 2012 venne organizzata una grande parata al Palazzo del Sole di Kumsusan, in cui l'esercito onorò e giurò fedeltà a Kim Jong-un.

Il 27 marzo 2012 Kim Jong-un prese parte alla quarta conferenza del Partito del Lavoro di Corea, in occasione della quale venne creato il titolo di primo segretario.

Il 15 aprile 2012 venne organizzata un'importante parata militare per commemorare il centenario dalla nascita di Kim Il-sung, durante la quale Kim Jong-un pronunciò il suo primo discorso pubblico.

Nel luglio del 2012 Kim Jong-un divenne un wonsu, che tradotto in italiano significa "maresciallo", il più alto rango attivo dell'esercito.

Nel novembre del 2012 delle foto satellitari rivelarono un messaggio lungo mezzo chilometro sul fianco di una collina nella provincia del Ryanggang, che recitava: "Lunga vita al generale Kim Jong-un, il Sole splendente!".

Il 30 novembre 2012 Kim Jong-un incontrò Li Jianguo, membro del diciottesimo Politburo, che, secondo l'agenzia di stampa centrale nordcoreana, aveva contattato il leader nordcoreano in occasione del XVIII Congresso nazionale del partito comunista cinese.

Nel luglio del 2012 Kim Jong-un dimostrò di essersi distanziato dalla politica culturale del padre, assistendo a un concerto del gruppo musicale nordcoreano Moranbong.

Il 25 luglio 2012 i media nordcoreani riportarono il matrimonio avvenuto tra Kim Jong-un e la cantante Ri Sol-ju.

L'11 aprile 2012 la quarta conferenza generale del Partito del Lavoro di Corea lo eleggeva primo segretario del partito e segretario generale eterno suo padre il defunto Kim Jong-il.

Il 9 gennaio 2012 venne organizzata una grande parata al Palazzo del Sole di Kumsusan, in cui l'esercito onorò e giurò fedeltà a Kim Jong-un.

Il 27 marzo 2012 Kim Jong-un prese parte alla quarta conferenza del Partito del Lavoro di Corea, in occasione della quale venne creato il titolo di primo segretario.

Il 15 aprile 2012 venne organizzata un'importante parata militare per commemorare il centenario dalla nascita di Kim Il-sung, durante la quale Kim Jong-un pronunciò il suo primo discorso pubblico.

Nel luglio del 2012 Kim Jong-un divenne un wonsu, che tradotto in italiano significa "maresciallo", il più alto rango attivo dell'esercito.

Nel novembre del 2012 delle foto satellitari rivelarono un messaggio lungo mezzo chilometro sul fianco di una collina nella provincia del Ryanggang, che recitava: "Lunga vita al generale Kim Jong-un, il Sole splendente!".

Il 30 novembre 2012 Kim Jong-un incontrò Li Jianguo, membro del diciottesimo Politburo, che, secondo l'agenzia di stampa centrale nordcoreana, aveva contattato il leader nordcoreano in occasione del XVIII Congresso nazionale del partito comunista cinese.

Nel luglio del 2012 Kim Jong-un dimostrò di essersi distanziato dalla politica culturale del padre, assistendo a un concerto del gruppo musicale nordcoreano Moranbong.

Il 25 luglio 2012 i media nordcoreani riportarono il matrimonio avvenuto tra Kim Jong-un e la cantante Ri Sol-ju.

Nel dicembre del 2015 Kim Jong-un disse che lui e la sua famiglia contribuirono a rendere la Repubblica Popolare Democratica di Corea "una potenza nucleare pronta a far detonare una bomba atomica o una bomba a idrogeno per difendere in maniera affidabile la propria sovranità e dignità".

Nel settembre del 2015 il governo sudcoreano fece notare che Kim Jong-un era ingrassato di 40 kg nei cinque anni in cui era al potere, raggiungendo un peso complessivo di 130 kg.

Nel dicembre del 2015 Kim Jong-un disse che lui e la sua famiglia contribuirono a rendere la Repubblica Popolare Democratica di Corea "una potenza nucleare pronta a far detonare una bomba atomica o una bomba a idrogeno per difendere in maniera affidabile la propria sovranità e dignità".

Nel settembre del 2015 il governo sudcoreano fece notare che Kim Jong-un era ingrassato di 40 kg nei cinque anni in cui era al potere, raggiungendo un peso complessivo di 130 kg.

Nel dicembre del 2015 Kim Jong-un disse che lui e la sua famiglia contribuirono a rendere la Repubblica Popolare Democratica di Corea "una potenza nucleare pronta a far detonare una bomba atomica o una bomba a idrogeno per difendere in maniera affidabile la propria sovranità e dignità".

Nel settembre del 2015 il governo sudcoreano fece notare che Kim Jong-un era ingrassato di 40 kg nei cinque anni in cui era al potere, raggiungendo un peso complessivo di 130 kg.

Il 10 dicembre 2015 Kim Jong-un ha lasciato intendere che il suo Paese, che ha già a disposizione l'atomica, avrebbe messo a punto anche una bomba a idrogeno e sarebbe pronto a farla esplodere.

Il 10 dicembre 2015 Kim Jong-un ha lasciato intendere che il suo Paese, che ha già a disposizione l'atomica, avrebbe messo a punto anche una bomba a idrogeno e sarebbe pronto a farla esplodere.

Il 10 dicembre 2015 Kim Jong-un ha lasciato intendere che il suo Paese, che ha già a disposizione l'atomica, avrebbe messo a punto anche una bomba a idrogeno e sarebbe pronto a farla esplodere.

Il 10 dicembre 2015 Kim Jong-un ha lasciato intendere che il suo Paese, che ha già a disposizione l'atomica, avrebbe messo a punto anche una bomba a idrogeno e sarebbe pronto a farla esplodere.

Il 10 dicembre 2015 Kim Jong-un ha lasciato intendere che il suo Paese, che ha già a disposizione l'atomica, avrebbe messo a punto anche una bomba a idrogeno e sarebbe pronto a farla esplodere.

Il 10 dicembre 2015 Kim Jong-un ha lasciato intendere che il suo Paese, che ha già a disposizione l'atomica, avrebbe messo a punto anche una bomba a idrogeno e sarebbe pronto a farla esplodere.

Il 10 dicembre 2015 Kim Jong-un ha lasciato intendere che il suo Paese, che ha già a disposizione l'atomica, avrebbe messo a punto anche una bomba a idrogeno e sarebbe pronto a farla esplodere.

Il 10 dicembre 2015 Kim Jong-un ha lasciato intendere che il suo Paese, che ha già a disposizione l'atomica, avrebbe messo a punto anche una bomba a idrogeno e sarebbe pronto a farla esplodere.

Il 10 dicembre 2015 Kim Jong-un ha lasciato intendere che il suo Paese, che ha già a disposizione l'atomica, avrebbe messo a punto anche una bomba a idrogeno e sarebbe pronto a farla esplodere.

Il 10 dicembre 2015 Kim Jong-un ha lasciato intendere che il suo Paese, che ha già a disposizione l'atomica, avrebbe messo a punto anche una bomba a idrogeno e sarebbe pronto a farla esplodere.

Il 10 dicembre 2015 Kim Jong-un ha lasciato intendere che il suo Paese, che ha già a disposizione l'atomica, avrebbe messo a punto anche una bomba a idrogeno e sarebbe pronto a farla esplodere.

Il 26 gennaio 1542 Las Casas fu presentato all'imperatore Carlo V, al quale riassunse il contenuto della "Brevísima".

Il 26 gennaio 1542 Las Casas fu presentato all'imperatore Carlo V, al quale riassunse il contenuto della "Brevísima".

Il 26 gennaio 1542 Las Casas fu presentato all'imperatore Carlo V, al quale riassunse il contenuto della "Brevísima".

Il 26 gennaio 1542 Las Casas fu presentato all'imperatore Carlo V, al quale riassunse il contenuto della "Brevísima".

Il 26 gennaio 1542 Las Casas fu presentato all'imperatore Carlo V, al quale riassunse il contenuto della "Brevísima".

Il 26 gennaio 1542 Las Casas fu presentato all'imperatore Carlo V, al quale riassunse il contenuto della "Brevísima".

Il 26 gennaio 1542 Las Casas fu presentato all'imperatore Carlo V, al quale riassunse il contenuto della "Brevísima".

Il 26 gennaio 1542 Las Casas fu presentato all'imperatore Carlo V, al quale riassunse il contenuto della "Brevísima".

Il 9 marzo 2014 Kim Jong-un venne eletto a un seggio nell'assemblea popolare suprema, il potere legislativo monocamerale del paese.

Nel 2014 fu interpretato da Randall Park nel film "The Interview" insieme a James Franco e Seth Rogen.

Il 9 marzo 2014 Kim Jong-un venne eletto a un seggio nell'assemblea popolare suprema, il potere legislativo monocamerale del paese.

Nel 2014 fu interpretato da Randall Park nel film "The Interview" insieme a James Franco e Seth Rogen.

Il 9 marzo 2014 Kim Jong-un venne eletto a un seggio nell'assemblea popolare suprema, il potere legislativo monocamerale del paese.

Nel 2014 fu interpretato da Randall Park nel film "The Interview" insieme a James Franco e Seth Rogen.

Nel maggio del 2017 il governo nordcoreano accusò il Central Intelligence Agency (CIA) e il National Intelligence Service (NIS) sudcoreano per aver tentato di assassinare Kim Jong-un.

Il 23 febbraio 2017 Kim Jong-nam, il fratello di Kim Jong-un, venne assassinato con l'agente nervino VX mentre si trovava all'aeroporto internazionale di Kuala Lumpur.

Nel maggio del 2017 il governo nordcoreano accusò il Central Intelligence Agency (CIA) e il National Intelligence Service (NIS) sudcoreano per aver tentato di assassinare Kim Jong-un.

Il 23 febbraio 2017 Kim Jong-nam, il fratello di Kim Jong-un, venne assassinato con l'agente nervino VX mentre si trovava all'aeroporto internazionale di Kuala Lumpur.

Nel maggio del 2017 il governo nordcoreano accusò il Central Intelligence Agency (CIA) e il National Intelligence Service (NIS) sudcoreano per aver tentato di assassinare Kim Jong-un.

Il 23 febbraio 2017 Kim Jong-nam, il fratello di Kim Jong-un, venne assassinato con l'agente nervino VX mentre si trovava all'aeroporto internazionale di Kuala Lumpur.

Il 4 settembre 2017 ad un anno esatto dall'ultimo, la TV di Stato annuncia che il sesto test nucleare è stato portato a termine.

Il 4 settembre 2017 ad un anno esatto dall'ultimo, la TV di Stato annuncia che il sesto test nucleare è stato portato a termine.

Il 4 settembre 2017 ad un anno esatto dall'ultimo, la TV di Stato annuncia che il sesto test nucleare è stato portato a termine.

Il 4 settembre 2017 ad un anno esatto dall'ultimo, la TV di Stato annuncia che il sesto test nucleare è stato portato a termine.

Il 4 settembre 2017 ad un anno esatto dall'ultimo, la TV di Stato annuncia che il sesto test nucleare è stato portato a termine.

Il 4 settembre 2017 ad un anno esatto dall'ultimo, la TV di Stato annuncia che il sesto test nucleare è stato portato a termine.

Il 4 settembre 2017 ad un anno esatto dall'ultimo, la TV di Stato annuncia che il sesto test nucleare è stato portato a termine.

Il 4 settembre 2017 ad un anno esatto dall'ultimo, la TV di Stato annuncia che il sesto test nucleare è stato portato a termine.

Il 4 settembre 2017 ad un anno esatto dall'ultimo, la TV di Stato annuncia che il sesto test nucleare è stato portato a termine.

Il 4 settembre 2017 ad un anno esatto dall'ultimo, la TV di Stato annuncia che il sesto test nucleare è stato portato a termine.

Il 4 settembre 2017 ad un anno esatto dall'ultimo, la TV di Stato annuncia che il sesto test nucleare è stato portato a termine.

Nel luglio del 2016 vennero imposte sanzioni personali su Kim Jong-un da parte del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti d'America.

Nel luglio del 2016 vennero imposte sanzioni personali su Kim Jong-un da parte del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti d'America.

Nel luglio del 2016 vennero imposte sanzioni personali su Kim Jong-un da parte del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti d'America.

Il 6 gennaio 2016 la televisione di Stato ha annunciato la detonazione con successo di una bomba all'idrogeno, la Corea del Nord avrebbe compiuto così il quarto test nucleare, esso causò alle ore 10 locali un terremoto artificiale di magnitudo 5,1 ed epicentro a 400 chilometri circa a nord-est della capitale.

Nel 2016 la nazionale di calcio femminile Under-17 della Corea del Nord ha vinto il campionato mondiale di calcio Under-17 in Giordania, battendo il Giappone per 5-4.

Il 6 gennaio 2016 la televisione di Stato ha annunciato la detonazione con successo di una bomba all'idrogeno, la Corea del Nord avrebbe compiuto così il quarto test nucleare, esso causò alle ore 10 locali un terremoto artificiale di magnitudo 5,1 ed epicentro a 400 chilometri circa a nord-est della capitale.

Nel 2016 la nazionale di calcio femminile Under-17 della Corea del Nord ha vinto il campionato mondiale di calcio Under-17 in Giordania, battendo il Giappone per 5-4.

Il 6 gennaio 2016 la televisione di Stato ha annunciato la detonazione con successo di una bomba all'idrogeno, la Corea del Nord avrebbe compiuto così il quarto test nucleare, esso causò alle ore 10 locali un terremoto artificiale di magnitudo 5,1 ed epicentro a 400 chilometri circa a nord-est della capitale.

Nel 2016 la nazionale di calcio femminile Under-17 della Corea del Nord ha vinto il campionato mondiale di calcio Under-17 in Giordania, battendo il Giappone per 5-4.

Il 6 gennaio 2016 la televisione di Stato ha annunciato la detonazione con successo di una bomba all'idrogeno, la Corea del Nord avrebbe compiuto così il quarto test nucleare, esso causò alle ore 10 locali un terremoto artificiale di magnitudo 5,1 ed epicentro a 400 chilometri circa a nord-est della capitale.

Nel 2016 la nazionale di calcio femminile Under-17 della Corea del Nord ha vinto il campionato mondiale di calcio Under-17 in Giordania, battendo il Giappone per 5-4.

Il 6 gennaio 2016 la televisione di Stato ha annunciato la detonazione con successo di una bomba all'idrogeno, la Corea del Nord avrebbe compiuto così il quarto test nucleare, esso causò alle ore 10 locali un terremoto artificiale di magnitudo 5,1 ed epicentro a 400 chilometri circa a nord-est della capitale.

Nel 2016 la nazionale di calcio femminile Under-17 della Corea del Nord ha vinto il campionato mondiale di calcio Under-17 in Giordania, battendo il Giappone per 5-4.

Il 6 gennaio 2016 la televisione di Stato ha annunciato la detonazione con successo di una bomba all'idrogeno, la Corea del Nord avrebbe compiuto così il quarto test nucleare, esso causò alle ore 10 locali un terremoto artificiale di magnitudo 5,1 ed epicentro a 400 chilometri circa a nord-est della capitale.

Nel 2016 la nazionale di calcio femminile Under-17 della Corea del Nord ha vinto il campionato mondiale di calcio Under-17 in Giordania, battendo il Giappone per 5-4.

Il 6 gennaio 2016 la televisione di Stato ha annunciato la detonazione con successo di una bomba all'idrogeno, la Corea del Nord avrebbe compiuto così il quarto test nucleare, esso causò alle ore 10 locali un terremoto artificiale di magnitudo 5,1 ed epicentro a 400 chilometri circa a nord-est della capitale.

Nel 2016 la nazionale di calcio femminile Under-17 della Corea del Nord ha vinto il campionato mondiale di calcio Under-17 in Giordania, battendo il Giappone per 5-4.

Il 6 gennaio 2016 la televisione di Stato ha annunciato la detonazione con successo di una bomba all'idrogeno, la Corea del Nord avrebbe compiuto così il quarto test nucleare, esso causò alle ore 10 locali un terremoto artificiale di magnitudo 5,1 ed epicentro a 400 chilometri circa a nord-est della capitale.

Nel 2016 la nazionale di calcio femminile Under-17 della Corea del Nord ha vinto il campionato mondiale di calcio Under-17 in Giordania, battendo il Giappone per 5-4.

Il 6 gennaio 2016 la televisione di Stato ha annunciato la detonazione con successo di una bomba all'idrogeno, la Corea del Nord avrebbe compiuto così il quarto test nucleare, esso causò alle ore 10 locali un terremoto artificiale di magnitudo 5,1 ed epicentro a 400 chilometri circa a nord-est della capitale.

Nel 2016 la nazionale di calcio femminile Under-17 della Corea del Nord ha vinto il campionato mondiale di calcio Under-17 in Giordania, battendo il Giappone per 5-4.

Il 6 gennaio 2016 la televisione di Stato ha annunciato la detonazione con successo di una bomba all'idrogeno, la Corea del Nord avrebbe compiuto così il quarto test nucleare, esso causò alle ore 10 locali un terremoto artificiale di magnitudo 5,1 ed epicentro a 400 chilometri circa a nord-est della capitale.

Nel 2016 la nazionale di calcio femminile Under-17 della Corea del Nord ha vinto il campionato mondiale di calcio Under-17 in Giordania, battendo il Giappone per 5-4.

Il 6 gennaio 2016 la televisione di Stato ha annunciato la detonazione con successo di una bomba all'idrogeno, la Corea del Nord avrebbe compiuto così il quarto test nucleare, esso causò alle ore 10 locali un terremoto artificiale di magnitudo 5,1 ed epicentro a 400 chilometri circa a nord-est della capitale.

Nel 2016 la nazionale di calcio femminile Under-17 della Corea del Nord ha vinto il campionato mondiale di calcio Under-17 in Giordania, battendo il Giappone per 5-4.

Nel gennaio del 2018 le stime dell'arsenale nucleare della Corea del Nord erano comprese tra le 15 e le 60 bombe, comprese le bombe a idrogeno.

Nel marzo del 2018 il funzionario sudcoreano Chung Eui-yong annunciò alla Casa Bianca che Kim Jong-un era disposto alla denuclearizzazione della paese e che "la Corea del Nord sarebbe disposta a fermarsi dinanzi a ulteriori test nucleari o missilistici".

Nel 2018, durante il discorso pronunciato in occasione dell'anno nuovo, Kim Jong-un si dimostrò disponibile al confronto con la Corea del Sud, annunciando inoltre che la Corea del Nord avrebbe partecipato ai giochi olimpici invernali a Pyeongchang.

Il 5 marzo 2018 venne organizzato un incontro a Pyongyang tra Kim Jong-un e il capo dell'ufficio di sicurezza nazionale sudcoreano Chung Eui-yong, il quale andò poi a Washington per informare il presidente statunitense Donald Trump del fatto che Kim Jong-un volesse incontrarlo.

Nel gennaio del 2018 le stime dell'arsenale nucleare della Corea del Nord erano comprese tra le 15 e le 60 bombe, comprese le bombe a idrogeno.

Nel marzo del 2018 il funzionario sudcoreano Chung Eui-yong annunciò alla Casa Bianca che Kim Jong-un era disposto alla denuclearizzazione della paese e che "la Corea del Nord sarebbe disposta a fermarsi dinanzi a ulteriori test nucleari o missilistici".

Nel 2018, durante il discorso pronunciato in occasione dell'anno nuovo, Kim Jong-un si dimostrò disponibile al confronto con la Corea del Sud, annunciando inoltre che la Corea del Nord avrebbe partecipato ai giochi olimpici invernali a Pyeongchang.

Il 5 marzo 2018 venne organizzato un incontro a Pyongyang tra Kim Jong-un e il capo dell'ufficio di sicurezza nazionale sudcoreano Chung Eui-yong, il quale andò poi a Washington per informare il presidente statunitense Donald Trump del fatto che Kim Jong-un volesse incontrarlo.

Nel gennaio del 2018 le stime dell'arsenale nucleare della Corea del Nord erano comprese tra le 15 e le 60 bombe, comprese le bombe a idrogeno.

Nel marzo del 2018 il funzionario sudcoreano Chung Eui-yong annunciò alla Casa Bianca che Kim Jong-un era disposto alla denuclearizzazione della paese e che "la Corea del Nord sarebbe disposta a fermarsi dinanzi a ulteriori test nucleari o missilistici".

Nel 2018, durante il discorso pronunciato in occasione dell'anno nuovo, Kim Jong-un si dimostrò disponibile al confronto con la Corea del Sud, annunciando inoltre che la Corea del Nord avrebbe partecipato ai giochi olimpici invernali a Pyeongchang.

Il 5 marzo 2018 venne organizzato un incontro a Pyongyang tra Kim Jong-un e il capo dell'ufficio di sicurezza nazionale sudcoreano Chung Eui-yong, il quale andò poi a Washington per informare il presidente statunitense Donald Trump del fatto che Kim Jong-un volesse incontrarlo.

Kim torna in Cina in vista del possibile nuovo vertice con Trump

Kim torna in Cina in vista del possibile nuovo vertice con Trump

Roma, (askanews) - Il leader nordcoreano Kim Jong-un è arrivato a Pechino per una visita a sorpresa in cui incontrerà anche il presidente cinese Xi Jinping. Lo scorso anno il dittatore nordcoreano era stato già tre volte il Paese, ma non aveva mai incontrato il presidente. Un segno, questo, che l'ultima visita si inserisce nel quadro di un secondo possibile summit con il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, dopo quello di giugno, storico, a Singapore. [...]

Corea Nord: Kim in visita in Cina

Corea Nord: Kim in visita in Cina

(ANSA) – PECHINO, 8 GEN – Il leader nordcoreano Kim Jong-un è in missione in Cina su invito del presidente Xi Jinping. Secondo quanto riferito dall’agenzia ufficiale Nuova Cina, a conferma delle indiscrezioni rilanciate ieri sera dall’agenzia sudcoreana Yonhap su un treno nordcoreano che ha attraversato il confine di Dandong, la visita è dal 7 al 10 gennaio.

Trump: una grande lettera da Kim Jong-un

Trump: una grande lettera da Kim Jong-un

(ANSA) – WASHINGTON, 2 GEN – Donald Trump ha riferito ai reporter di aver ricevuto una “grande lettera” dal leader nordcoreano Kim Jong-un e di aver stabilito una buona relazione con lui, ma ha anche sostenuto di non aver mai enfatizzato la velocità del processo di denuclearizzazione.

Arriva la linea skincare firmata da Jennifer Lopez

Arriva la linea skincare firmata da Jennifer Lopez

A Hollywood le stelle si accendono velocemente, ma spesso le celeb vivono solo un momento di fortuna e poi finiscono inesorabilmente nel dimenticatoio. Non è andata così la storia di Jennifer Lopez: spente 49 candeline non è mai stata così bella e in forma, e il suo fascino è ormai proverbiale. Nessuno ha dimenticato gli scatti di quest'estate che ritraevano i suoi addominali, così tonici e definiti da far invidia a quelli di un'adolescente. Una [...]

Trump: anche io voglio rivedere Kim

Trump: anche io voglio rivedere Kim

(ANSA) – WASHINGTON, 2 GEN – “Anche io non vedo l’ora di incontrarmi con il presidente Kim, che capisce cosi’ bene che la Corea del Nord possiede un grande potenziale economico!”: lo twitta il presidente americano Donald Trump, che poi cita Pbs News, secondo cui “Kim Jong Un dice che non creera’ o testera’ armi nucleari ne’ le dara’ ad altri ed e’ pronto ad incontrare il presidente Trump in qualsiasi momento”. Nella prima parte del 2019 [...]

Kim: pronto a incontrare di nuovo Trump

Kim: pronto a incontrare di nuovo Trump

(ANSA) – SEUL, 1 GEN – Il leader nordcoreano Kim Jong Un ha dichiarato che spera di avere altri incontri con il presidente americano Donald Trump sulla questione del nucleare, ma avverte anche Washington di non mettere alla prova la pazienza di Pyongyang con sanzioni e pressioni. Durante il suo discorso televisivo di Capodanno, Kim ha detto di essere pronto a incontrare Trump in qualsiasi momento per produrre un risultato “accolto dalla comunità [...]

Coree: Kim a Moon, in 2019 più colloqui

Coree: Kim a Moon, in 2019 più colloqui

(ANSA) – SEUL, 30 DIC – Il leader nordcoreano Kim Jong Un ha inviato una lettera al presidente della Corea del Sud Moon Jae-in chiedendo che nel 2019 ci siano più colloqui di pace. Lo ha reso noto l’ufficio presidenziale di Seul. Secondo l’ufficio di Moon, Kim ha anche espresso il rammarico per la mancata visita al Sud a dicembre, programmata dai leader durante il loro ultimo vertice a settembre a Pyongyang. Il testo integrale della lettera non è stato [...]

Non toccate i capelli a J.Lo!

Non toccate i capelli a J.Lo!

Ecco cosa succede quando qualcuno minaccia di toccarla proprio... là!

FOTO: Diritti Umani

Kim_Jung-Woon

Kim_Jung-Woon

Kim_Jong-un

Kim_Jong-un

Dinastia_Chosŏn

Dinastia_Chosŏn

Choson

Choson

Dinastia_Chosun

Dinastia_Chosun

Chosŏn

Chosŏn

Joseon

Joseon

Natale in Puglia per Jennifer Lopez

Natale in Puglia per Jennifer Lopez

La Valle d'Itria accoglierà a braccia aperte Jennifer Lopez questo Natale. Ma dove bisogna andare, per provare ad incontrarla? Da decenni, quando si parla di vacanze, l’Italia è in cima alla lista dei desideri dei vip americani, soprattutto durante i periodi festivi, durante i quali difficilmente sono impegnati sul set o sul palco. Non fa eccezione Jennifer Lopez, che adora l’Italia e in particolar modo il Sud: la scorsa estate, ad esempio, aveva scelto [...]

Jennifer Lopez lascia senza fiato con l’abito dal maxi strascico Giambattista Valli

Jennifer Lopez lascia senza fiato con l’abito dal maxi strascico Giambattista Valli

Amanda Lear a Domenica In: «Ho detto di essere una trans per farmi pubblicità»

Amanda Lear a Domenica In: «Ho detto di essere una trans per farmi pubblicità»

Tra gli ospiti di Mara Venier, oggi a Domenica IN c'è Amanda Lear che come sempre ha incantato il pubblico in studio e a casa con la sua intelligenza e ironia. A 79 anni la Lear è ancora in splendida forma e ha parlato a ruota libera del suo passato, di Dalì e sulla sua "ambiguità". «Questa ambiguità mi ha aiutato tantissimo perché si parlava solo di me - spiega la Lear - Ho fatto tutto io. Per provocazione sono stata io a cavalcare l’onda, con la mia [...]

Domenica In Amanda Lear io un uomo l'ho detto solo per farmi pubblicità

Domenica In Amanda Lear io un uomo l'ho detto solo per farmi pubblicità

Amanda Lear nello studio di "Domenica In" come sempre ha incantato il pubblico in studio e a casa con la sua intelligenza e ironia. A 79 anni la Lear è ancora in splendida forma e ha parlato a ruota libera del suo passato, di Dalì e sulla sua "ambiguità". «Questa ambiguità mi ha aiutato tantissimo perché si parlava solo di me - spiega la Lear - Ho fatto tutto io. Per provocazione sono stata io a cavalcare l’onda, con la mia voce particolare in effetti si [...]

Amanda Lear ecco perchè ho detto di essere un uomo

Amanda Lear ecco perchè ho detto di essere un uomo

Tra i tanti ospiti Mara Venier a “Domenica In” ha avuto Amanda Lear che come sempre ha incantato il pubblico in studio e a casa con la sua intelligenza e ironia. A 79 anni la Lear è ancora in splendida forma e ha parlato a ruota libera del suo passato, di Dalì e sulla sua "ambiguità". «Questa ambiguità mi ha aiutato tantissimo perché si parlava solo di me - spiega la Lear - Ho fatto tutto io. Per provocazione sono stata io a cavalcare l’onda, con la mia [...]

Domenica In Amanda Lear ho detto di essere un uomo per farmi pubblicità

Domenica In Amanda Lear ho detto di essere un uomo per farmi pubblicità

Mara Venier a “Domenica In” ha avuto come ospite Amanda Lear che come sempre ha incantato il pubblico in studio e a casa con la sua intelligenza e ironia. A 79 anni la Lear è ancora in splendida forma e ha parlato a ruota libera del suo passato, di Dalì e sulla sua "ambiguità". «Questa ambiguità mi ha aiutato tantissimo perché si parlava solo di me - spiega la Lear - Ho fatto tutto io. Per provocazione sono stata io a cavalcare l’onda, con la mia voce [...]

Amanda Lear a Domenica In: "Io un uomo? Mi serviva farmi pubblicità". E su Dalì: "Era tirchio!"

Amanda Lear a Domenica In: "Io un uomo? Mi serviva farmi pubblicità". E su Dalì: "Era tirchio!"

Ospite di Mara Venier all'interno della sua fortunata Domenica In, Amanda Lear ha parlato una volta per tutte della sua presunta ambiguità: Questa ambiguità mi ha aiutato tantissimo perché si parlava solo di me - spiega la Lear. Per provocazione sono stata io a cavalcare l’onda, con la mia voce particolare in effetti si poteva credere che io fossi un uomo e ci ho giocato molto. Mi serviva pubblicità e l’abbiamo ottenuta. Ancora oggi ne parlano quindi [...]

Domenica In, Amanda Lear parla della sua ambiguità

Domenica In, Amanda Lear parla della sua ambiguità

"L'ambiguità mi ha aiutato tantissimo", lo ha svelato la showgirl Amanda Lear nel corso della sua intervista a Domenica In di Mara Venier. Per lungo tempo infatti la sessualità della Lear è stata al centro di numerose supposizioni, voci infatti affermavano che precedentemente era un uomo, poi operatosi per cambiare sesso. "Ma da dove nasce questa cosa?", le ha chiesto Mara Venier: "Da me" ha spiegato, aggiungendo: "Una che non ha voce, che non sa cantare, [...]

Corea Nord: Xi invitato da Kim Jong un

Corea Nord: Xi invitato da Kim Jong un

(ANSA) – PECHINO, 17 NOV – Il presidente cinese Xi Jinping ha ricevuto l’invito del leader Kim Jong-un a recarsi a Pyongyang e sta considerando se andare in Corea del Nord nel 2019: è quanto ha detto lo stesso Xi nel bilaterale col presidente sudcoreano Moon Jae-in, a margine dell’Apec in Papua Nuova Guinea. Kim Eui-kyeom, portavoce di Moon, ha riferito – scrive la Yonhap – che i leader hanno valutato “punto cruciale” per le questioni della [...]

Amanda Lear compie 79 anni: cosa fa oggi

Amanda Lear compie 79 anni: cosa fa oggi

Amanda Lear compie 79 anni, dopo una vita costellata di successi, scandali e grandi amori. Cantante, attrice, presentatrice, modella, pittrice e scrittrice: la diva degli anni Ottanta è da sempre sulla cresta dell'onda. Classe 1939, vero nome Amanda Tapp, ha conquistato sex symbol e artisti del calibro di David Bowie, Brian Ferry e Salvador Dalì. Controcorrente, intrigante e sexy, ha saputo giocare con la sua immagine, creando un alone di mistero intorno alla [...]

&id=HPN_Kim+Jong+woon_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Kim{{}}Jong-woon" alt="" style="display:none;"/> ?>