Kitesurfing

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Località
In rilievo

Località

Kitesurfing

La scheda: Kitesurfing

Il kitesurfing (o kitesurf o kiteboarding) è uno sport acquatico, di recente invenzione (1999), nato come variante del surf, consiste nel farsi trainare da un aquilone ("kite” in inglese), che usa il vento come propulsore e che viene manovrato attraverso una “barra di controllo” (barra), collegata al kite da sottili cavi (quattro o cinque) di dyneema o spectra detti "linee", lunghi tra i 22 e i 27 m.
Il kitesurf si pratica con una tavola ai piedi con la quale si "plana" sull'acqua.
In condizioni di vento debole si usano aquiloni di dimensioni più grandi di quelli usati con vento forte. Con le condizioni ideali è possibile praticare lo sport in maniera sicura, planando semplicemente (freeriding), compiendo svariate evoluzioni o tricks (freestyle). È possibile usare il kite sia sulle onde (wavestyle) che su acqua piatta (wakestyle) a seconda della caratteristiche dello spot, cioè in gergo il luogo ventoso utilizzato.
Le diverse tipologie di stili richiedono corrispondenti tipi di tavola: per cavalcare grandi onde si utilizzano tavole simili a surf, con una punta (monodirezionali) per compiere acrobazie aeree si usano tavole bidirezionali che si prestano ad essere utilizzate con maggiore efficacia se l'acqua è per niente o poco mossa.
Le condizioni di vento ideali per i principianti del kitesurf sono comprese tra i 12 e i 24 nodi (kts).
L'esperto riuscirà, con l'opportuna attrezzatura, e la corretta valutazione del meteo e dello spot utilizzato ad usare venti compresi tra gli 8 ed oltre i 40 kts.
A differenza, per esempio, del windsurf, il kitesurf si può praticare con venti ritenuti "deboli" permettendo trick, velocità ed accelerazioni.
Il Kitesurf è da ottobre 2008, ufficializzato da ISAF, il mezzo mosso dal vento più veloce del pianeta, con oltre 55kts di velocità media su 500m di percorso, il kitesurf è anche il mezzo più veloce in ogni andatura dal lasco alla bolina.
Si ritiene che ci siano ancora ampi margini di evoluzione in ambito tecnico, con possibile ulteriore aumento delle velocità e limiti raggiungibili.
Rispetto al windsurf, disciplina quest'ultima decisamente più difficile e faticosa, la caratteristica che ha agevolato l'espansione del kitesurf negli ultimi anni in maniera così massiccia, oltre alla praticità dell'attrezzatura, è proprio la facilità e rapidità con cui si può imparare a planare ed, in seguito, a compiere salti ed evoluzioni aeree. Tali caratteristiche hanno fortemente ampliato il numero dei praticanti, in quanto lì dove il windsurf richiede notevoli doti tecniche e atletiche, il kitesurf ha permesso, anche ad una platea di soggetti meno preparati in tal senso, di cimentarsi in condizioni meteomarine impegnative.
Un buon corso di mediamente 12/14 ore fornisce le basi per un inizio della pratica sicura ed autonoma.
Seguire un corso non è obbligatorio ma assolutamente consigliato per non rischiare inutilmente. Il kitesurf infatti è uno sport definito estremo e, benché i moderni materiali abbiano esteso la sicurezza, le insidie sono numerose, anche e soprattutto per gli altri.
Per minimizzare il pericolo è opportuno frequentare un corso che copra almeno questi punti:
(a terra)
teoria del volo, conoscenza dei venti (a terra)
uso di tutti i sistemi di sicurezza (a terra)
cenni di meteorologia
decollo ed atterraggio
(in acqua, nell'ordine)
self-rescue
ridecollo dell'ala
bodydrag
bodydrag di bolina
water-start
Occorre notare che la comunità internazionale ha da diversi anni bandito l'uso del leash alla tavola (una sorta di cordone che vincola al kiter la tavola) e che è una delle principali cause di traumi ed incidenti anche indossando il casco, per tale ragione si consiglia di evitare assolutamente ogni tipo di uso. Piuttosto è fondamentale imparare a recuperare la tavola con la tecnica di cui sopra (bodydrag di bolina)
Molti club, circoli e stabilimenti balneari chiedono di esibire un'attestazione delle proprie capacità di conduzione di un kitesurf, in genere una tessera rilasciata al termine di un corso, in Italia i circuiti più diffusi sono: International Kiteboarding Organization (IKO), Federazione Italiana Vela (FIV), oltre alle certificazioni di alcuni EPS (Enti di Promozione Sportiva) come Alleanza Sportiva Italiana (ASI), Centro Sportivo Educativo Nazionale (CSEN), Centro Sportivo Italiano (CSI), Unione Italiana Sport Per tutti (UISP) ed altri.
Per iniziare a praticare questo sport sono necessarie le seguenti attrezzature:
aquilone o ala (non "vela") completo di barra e linee e leash di sicurezza del kite (attenzione non è il leash della tavola),
tavola da kitesurf,
trapezio con coltellino taglialinee,
attrezzatura di sicurezza (giubbotto protettivo e/o galleggiante, casco, muta o lycra a seconda del clima e temperatura),



deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Kasia Smutniak sirenetta in bikini: coccole al figlio e kitesurf con Domenico Procacci

Kasia Smutniak sirenetta in bikini: coccole al figlio e kitesurf con Domenico Procacci

Una mamma sportivi Kasia Smutniak. L’attrice è stata fotografata mentre prende il sole in bikini a Lucca assieme al secondogenito Leone. Dopo aver coccolato il piccolo, fotografata da “Vero”, finalmente può dedicarsi alle attività sul mare, con una sessione di kitesurf assieme al compagno Domenico Procacci.

deleted

deleted

FOTO: Kitesurfing

Kitesurfing

Kitesurfing

Regata di kitesurf (2011) presso la Lega Navale Italiana di Ostia (Rm)

Regata di kitesurf (2011) presso la Lega Navale Italiana di Ostia (Rm)

deleted

deleted

Kitesurf, i mondiali

Comunicato stampa      I Campionato Mondiali di Kitesurf, che si svolgeranno dal 8 al 19 luglio 2015 a Gizzeria (CZ) entreranno anche nella storia postale. Il grande evento sarà infatti celebrato anche da Poste Italiane con la realizzazione di un annullo speciale filatelico  dedicato a questa nuova temeraria disciplina a sportiva, sempre più amata dai giovani.             L’iniziativa filatelica di Gizzeria, è stata annunciata da Luca Valentini, [...]

deleted

deleted

ISOLA DI LEFKADA: Lefkada fai da te... in kitesurf

ISOLA DI LEFKADA: Lefkada fai da te... in kitesurf

Due settimane alla scoperta delle stupende spiagge di Lefkada, facendo (quasi) ogni giorno kite

Kitesurf a Mykonos, il rito del tramonto

Kitesurf a Mykonos, il rito del tramonto

Gli aquiloni dei kiters sono bellissimi da vedere, sul tramonto più famoso dell’Egeo. Quello di Mykonos. Abbiamo fatto quattro chiacchiere con uno di loro. Ecco cosa ci ha raccontato. Per[...]

MARSA ALAM: IMMERSIONI, PESCA E KITE-SURF DA NON PERDERE!

MARSA ALAM: IMMERSIONI, PESCA E KITE-SURF DA NON PERDERE!

Non appena arrivati nel Paese e mentre vi dirigete con il vostro mezzo di trasporto dall'aeroporto di Marsa Alam al vostro hotel, potrete ammirare da subito le montagne e la vasta distesa del deserto del Sahara su un lato e le acque limpide del Mar Rosso dall’altro, ed iniziare a pensare alle immersioni offerte dai professionisti del luogo o al dolce relax che potrete sperimentare in spiaggia o in piscina. continua

Cos'è il kitesurfing?

Ciao! sento spesso parlare di questo sport, ma non ho idea di cosa sia! Qualcuno mi può spiegare in cosa consite? grazie!! "Ciao! Per capire le origini di questo sport bisogna fare un salto indietro di circa cento anni quando l’aquilone (kite), elemento chiave di questo sport, era già utilizzato in vari settori. L'inglese Samuel Cody, ad esempio, lo usava per scopi bellici, mandando in volo un osservatore proprio con un aquilone; veniva poi usato anche come [...]

Rispondi

Cos'è il kitesurfing?

Ciao! sento spesso parlare di questo sport, ma non ho idea di cosa sia! Qualcuno mi può spiegare in cosa consite? grazie!! "Ciao! Per capire le origini di questo sport bisogna fare un salto indietro di circa cento anni quando l’aquilone (kite), elemento chiave di questo sport, era già utilizzato in vari settori. L'inglese Samuel Cody, ad esempio, lo usava per scopi bellici, mandando in volo un osservatore proprio con un aquilone; veniva poi usato anche come [...]

Rispondi

kitesurfing

Qualcuno ha mai provato il kitesurfing? Com'è? E dove si fa? "E' uno sport bellissimo. Praticamente è come fare surf, però "agganciati" ad un paracadute che intercetta il vento. Si può praticare in tutte le località sufficientemente ventose. Se vuoi saperne di più prova a vedere il sito dell'Associazione Italiana."

Rispondi

La Scuola di Kitesurf

La Scuola di Kitesurf

La scuola di Kitesurf CorsiKitesurfPuglia si trova nella regione Puglia e svolge corsi di kitesurf sulle spiagge di Bari, Brindisi, Taranto. Nello specifico le spiagge in cui viene praticato il kitesur in Puglia sono : Capitolo (BA), Torre Canne(BA),  Apani(BR), Chiatona (TA), Lido Azzurro (TA). I corsi di Kite surf sono tenuti da esperti qualificati con anni di didattica ed esperienza in scuole in tutto il mondo. I corsi di Kitesurf  si svolgono su spiagge con [...]

&id=HPN_Kitesurfing_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Kitesurfing" alt="" style="display:none;"/> ?>