LGBT poetry

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Guendalina Tavassi
In rilievo

Guendalina Tavassi

La scheda: Konstantinos Kavafis

Konstantinos Petrou Kavafis, noto in Italia anche come Costantino Kavafis (in greco ???????????? ???????, Alessandria d'Egitto, 29 aprile 1863 – Alessandria d'Egitto, 29 aprile 1933), è stato un poeta e giornalista greco.
Kavafis era uno scettico che fu accusato di attaccare i tradizionali valori della cristianità, del patriottismo, e dell'eterosessualità, anche se non sempre si trovò a suo agio nel ruolo di anticonformista.
Pubblicò 154 poesie, spesso ispirate all'antichità elleni...

Il primo incontro di Flavia Marchetti con Saffo

Ragazze che ne dite di raccontare la prima esperienza lesbo Lo chiede su https://groups.google.com/forum/#!forum/it.sesso.racconti, Fa_Li Il primo incontro di Flavia Marchetti con Saffo Sembra strano ma ogni volta che sono salita di uno scalino nella scala che completava la mia sessualità è sempre accaduto lontano da casa. Sempre in un periodo di vacanza. Sulla Riviera romagnola per quanto riguarda bocca, culo e figa mentre per il primo approccio al mondo di [...]

Saffo

Saffo

Rapita nello specchio dei tuoi occhi respiro il tuo respiro. E vivo ...

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Saffo

Dicono alcuni che sulla terra nera, la cosa più bella sia un esercito di cavalieri; altri dicono di fanti ; altri ancora di navi. Per me, invece, è ciò che si ama.                               

Penny Rimbaud

Genere Musicale: MicrosuoniPenny Rimbaud - What Passing Bells (Cd - One Little Indian Records - Data Di Pubblicazione: 10 Novembre 2017)Penny Rimbaud, ex componente del mitico gruppo punk Crass, declama le poesie dell'autore Wilfred Owen. Dopo tanto livore rock giunge ora tutta la pacatezza di un violoncello e di un pianoforte. Bisogna avere tanta pazienza per carpire al meglio questa opera. Lavoro difficile ma esageratamente affascinante. C'è tanta nebbia [...]

deleted

deleted

Il romanzo di Saffo di Lesbo (quarta parte)

Il romanzo di Saffo di Lesbo (quarta parte)

Sono qui. Nell'anticamera del Paradiso vestita di solo desiderio. Chiudo gli occhi. Un passo verso di te. L'inferno. Le fiamme avviluppano i nostri corpi la pelle freme il cuore batte a ritmo di danza. Il sangue bolle. Il vento tace. Apro gli occhi... tu non ci sei. Io non ci sono. I capelli e la veste bagnati e aderenti al viso e al corpo, Saffo è giunta alfine all’ultimo gradino. Stravolta dalla lunga discesa e dall’ancor più lunga angoscia, la poetessa [...]

Piranesi – Yourcenar

Piranesi – Yourcenar

 Uno degli scritti più interessanti e completi sulle Carceri d'Invenzione del Piranesi è il saggio della scrittrice francese Marguerite Yourcenar, pseudonimo di Marguerite Cleenewerck de Crayencour (1903-1987), La mente nera di Piranesi. Per la Yourcenar le Carceri di Piranesi sono:Una delle opere più belle che ci abbia lasciato in eredità un uomo del XVIII secolo.  Queste incisioni rappresentano:La negazione del tempo, lo sfalsamento dello spazio, la [...]

Il romanzo di Saffo di Lesbo (seconda parte)

Il romanzo di Saffo di Lesbo (seconda parte)

Sei il tarlo che divora la mia ragione uno spillo acuminato nel cuore una piuma che solletica il dolore. La donna dalla figura minuta, graziosa, scende la scala di pietra fredda e umida a piedi nudi, tremando. Non è il freddo, né la furia dei marosi a farla rabbrividire, ma l’anticipazione. Ella sa bene chi l’attende al termine della discesa. Ma non che cosa. I capelli color dell’albero delle castagne, unici tra i Dori, gli Achei e i Micenei da cui la sua [...]

Il romanzo di Saffo di Lesbo (prima parte)

Il romanzo di Saffo di Lesbo (prima parte)

Cosa c'è in fondo ai tuoi occhi dietro il cristallino oltre l'apparenza? Dove il tempo d'improvviso si ferma e la mia anima sulle tue labbra resta sospesa? La scala scavata nella pietra scende ripida verso la spiaggia. L’Egeo combatte con la roccia spesso e volentieri sull’isola che sorveglia la costa là dove essa piega per andare ad acquietarlo, trasformandolo da mare impetuoso in un grande e placido fiume lungo lo stretto che porta ad un altro [...]

Sensazione (Arthur Rimbaud)

Nelle azzurre sere d'estate, andrò per i sentieri, punzecchiato dal grano, a pestar l'erba tenera: trasognato sentirò la frescura sotto i piedi e lascerò che il vento mi bagni il capo nudo. Io non parlerò, non penserò più a nulla: ma l'amore infinito mi salirà nell'anima, e me ne andrò lontano, molto lontano come uno zingaro, nella Natura, lieto come con una donna.  

Saffo e l'amore...

  Passione d'amore Quei parmi in cielo fra gli Dei, se accanto ti siede, e vede il tuo bel riso, e sente i dolci detti e l'amoroso canto! A me repente, con più tumulto il core urta nel petto: more la voce, mentre ch'io ti miro, su la mia lingua nellefauci stretto geme il sorriso. Serpe la fiamma entro il mio sangue, ed ardo: un indistinto tintinnio m'ingombra gli orecchi, e sogno: mi s'innalza al gaurdo torbida l'ombra. E tutta molle d'un sudor di gelo, e smorta [...]

RIMBAUD

"Una  stagione  all'inferno " di   Arthur  RIMBAUD Capisci che una persona non ti ama più quando.....non ti chiede come stai, quando ritarda, Ti dimentica, quando non ha più Tempo. Capisci che è finita quando lo Spazio che aveva delineato per Te va restringendosi, capisci che non va, quando dimentica che la pioggia Ti rende triste, quando lo dimentica e non corre da Te per stringerti, per farti sentire meno sola. Capisci che non ti ama più quando non [...]

Saffo

Saffo

Cosa c'è in fondo ai tuoi occhi dietro il cristallino oltre l'apparenza? Dove il tempo d'improvviso si ferma e la mia anima sulle tue labbra resta sospesa ?  

i Carmi di Catullo

i Carmi di Catullo

  Gli alunni della V A del Liceo Classico Vittorio Emanuele II di Napoli commentano alcuni brani tratti dai Carmi di Catullo 3. L'epicedio del passero Il componimento comincia con tono solenne e imperioso: Lugete,o Veneres Cupidinesque et quantum est hominum venustiorum, in questi due versi si nota subito un climax che aumenta la solennità dell’imperativo Lugete(piangete). Al terzo e quarto verso notiamo un secondo climax questa volta riguardante il passero di [...]

&id=HPN_LGBT+poetry_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Category:LGBT{{}}poetry" alt="" style="display:none;"/> ?>