La corazzata Pot mkin

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a La corazzata Pot mkin. Cerca invece La corazzata Potëmkin.

Vedi anche

Summer
In rilievo

Summer

La corazzata Potiomkin

La scheda: La corazzata Potiomkin

Vladimir Barskij: Capitano Golikov
Aleksandr Antonov: Grigorij Vakulinčuk
Grigorij Aleksandrov: Comandante Giljarovskij
Konstantin Feldman: studente sovversivo
Beatrice Vitoldi: donna con la carrozzina
Julia Eisenstein: donna col cibo per i marinai
Sergej Michajlovič Ėjzenštejn: cittadino di Odessa
Arnoldo Foà: Voce narrante
La corazzata Potëmkin è una pellicola cinematografica di Sergej Michajlovič Ėjzenštejn. Si tratta di una delle più note e influenti opere della storia del cinema, e per i suoi valori tecnici ed estetici è generalmente ritenuto fra i migliori film di propaganda nonché una delle più compiute espressioni cinematografiche. Prodotto dal primo stabilimento del Goskino a Mosca, fu presentato il 21 dicembre 1925 al teatro Bol'šoj. La prima proiezione aperta al pubblico avvenne il 21 gennaio 1926.



La corazzata Potëmkin:
Riproduci file multimediale
Titolo originale: Бронено́сец «Потёмкин»
Lingua originale: russo (intertitoli)
Paese di produzione: URSS
Anno: 1925
Durata: 75 min (versione cinematografica) 80 min (versione argentina) 67 min (versione italiana) 72 min (versione in Blu-ray) 77 min (versione spagnola, 68 min in DVD)
Dati tecnici: B/N rapporto: 1,25:1 film muto
Genere: guerra, drammatico, bellico
Regia: Sergej Michajlovič Ėjzenštejn
Soggetto: Nina Agadžanova-Šutko
Sceneggiatura: Sergej Michajlovič Ėjzenštejn
Produttore: Goskino
Fotografia: Eduard Tisse
Montaggio: Sergej Michajlovič Ėjzenštejn, Grigorij Vasil'evič Aleksandrov
Musiche: Edmund Meisel, Nikolaj Kriukov, Dmitrij Dmitrievič Šostakovič
Scenografia: Vasili Rachals
Interpreti e personaggi:
Vladimir Barskij: Capitano Golikov Aleksandr Antonov: Grigorij Vakulinčuk Grigorij Aleksandrov: Comandante Giljarovskij Konstantin Feldman: studente sovversivo Beatrice Vitoldi: donna con la carrozzina Julia Eisenstein: donna col cibo per i marinai Sergej Michajlovič Ėjzenštejn: cittadino di Odessa
Doppiatori italiani:
Arnoldo Foà: Voce narrante
L'opera di Ejzenštejn viene omaggiata nel film C'eravamo tanto amati di Ettore Scola (1974), nel quale la scena della scalinata di Odessa viene rievocata sui gradini della scalinata di Trinità dei Monti, a Roma, da Stefano Satta Flores (che interpreta il prof. Nicola Palumbo, un critico cinematografico), insieme a Stefania Sandrelli e Nino Manfredi, Nicola racconta i dettagli della scena e il montaggio veloce, facendo anche scivolare sulle scale un carretto, alla maniera della famosa carrozzina.
Nel film Il secondo tragico Fantozzi (1976) di Luciano Salce si parla del film fittizio La corazzata Kotiomkin. Il professor Guidobaldo Maria Riccardelli, interpretato da Mauro Vestri, impone ai suoi impiegati la ripetuta visione di vecchi film d'autore, che lui venera. Una sera gli impiegati sono costretti a perdersi un'importante partita di calcio per recarsi al cineforum del professore. Dopo la proiezione, durante il consueto dibattito, giunge lo storico giudizio di Fantozzi, che ha finalmente deciso di ribellarsi e porre fine alla questione:
Non essendo possibile utilizzare scene originali de La corazzata Potëmkin, in fase di sceneggiatura si decise di farne una parodia. Il nome del regista venne opportunamente modificato: Sergej M. Ėjzenštejn divenne "Serghei M. Einstein". Le scene della scalinata Potëmkin di Odessa visibili nel film furono girate da Luciano Salce sulla scalinata dedicata a Bruno Zevi, di fronte alla Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea, e la pellicola venne "maltrattata" per ottenere un effetto di invecchiamento. L'"occhio della madre" è quello dell'attrice italiana Alba Maiolini.
Per dare più credibilità all'esasperazione degli impiegati, La corazzata Kotiomkin è composta da ben "diciotto bobine", quando in realtà La corazzata Potëmkin dura soltanto 75 minuti.

deleted

deleted

La Corazzata Potèmkin per Il Cinema Ritrovato

Lunedì 6 Novembre ritorna nelle sale Italiane - per la rassegna “Il Cinema Ritrovato” il film La Corazzata Potèmkin (Urss 1925, 75'. Nella Foto) in versione originale (restaurata).Film muto di Sergej Ėjzenštejn, noto al grande pubblico italiano per la citazione nelle opere di Fantozzi. Nel cast: Vladimir Barskij, Aleksandr Antonov,Grigorij Aleksandrov. Voce narrante dell'edizione italiana restaurata: Arnoldo Foà.«Russia. Giugno 1905. La storia dei membri [...]

FOTO: La corazzata Potiomkin

I soldati sparano sulla folla

I soldati sparano sulla folla

La folla massacrata sulla scalinata

La folla massacrata sulla scalinata

La nave da guerra corazzata Potëmkin

La nave da guerra corazzata Potëmkin

La Scalinata Potëmkin

La Scalinata Potëmkin

Il porto di Odessa ai nostri giorni

Il porto di Odessa ai nostri giorni

Due esempi di

Due esempi di "cine-pugno": primi piani della madre straziata e dell'anziana signora colpita

Il leone che si risveglia, simbolo del popolo che si ribella

Il leone che si risveglia, simbolo del popolo che si ribella

Il Giordano Bruno di Ingrid Rowland. Habemus papam di Moretti come la fantozziana Corazzata Potemkin

Post 418      Giordano Bruno della Rownald. Habemus Papam   Sugli autori a me più cari le cose più belle, perché scritte oltre che con l’intelletto anche col cuore, sono state dette da donne. Per Nietzsche penso a Béatrice Commangé ed alla sua La danza di Nietzsche, per non dire dei ricordi di Lou Andreas Salomé; per D’Annunzio alla Andreoli de Il vivere inimitabile ed alla Claudia Solaris de Alla festa della rivoluzione, dedicato all’impresa [...]

Fantozzi: la corazzata potemkin

Una delle scene più belle di tutta la saga di fantozzi, la corazzata Potemkin. Non sono mai stato un grandissimo amante di fantozzi. L'ho rivalutato negli anni, entrando in contatto con certe dinamiche tipiche (e ancora attuali) degli ambienti di lavoro. Fantozzi: la corazzata potemkin Fantozzi: la corazzata potemkin 2

&id=HPN_La+corazzata+Potëmkin_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}La{{}}corazzata{{}}Potiomkin" alt="" style="display:none;"/> ?>