Laserterapia

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Cristina Parodi
In rilievo

Cristina Parodi

Laserterapia

La scheda: Laserterapia

Il laser (acronimo dell'inglese «light amplification by stimulated emission of radiation», in italiano "amplificazione della luce mediante emissione stimolata di radiazione") è un dispositivo in grado di emettere un fascio di luce coerente. Il termine si riferisce oltre che al dispositivo anche al fenomeno fisico dell'amplificazione per emissione stimolata di un'onda elettromagnetica.


Nei casi di perimplantite, il laser a cosa serve?

Cosa può fare il laser per la cura della perimplantite ? Innanzitutto partiamo da un presupposto, la perimplantite, così come la parodontite, ha origine batterica da cui si ha l’infiammazione. La progressiva necrosi dei tessuti molli colpiti e il riassorbimento dell’osso alveolare che, a sua volta, provoca instabilità sia della radice naturale del dente sia dell’impianto dentale che è quindi destinato al fallimento così come il dente naturale è [...]

Il Laser, un’invenzione con tanti padri e tre Nobel

Il Laser, un’invenzione con tanti padri e tre Nobel

di Carlo D'Arrigo* Il Laser, un’invenzione con tanti padri e tre Nobel Le invenzioni insignite quest’anno a Stoccolma del premio Nobel riguardano le applicazioni della radiazione Laser. Tre i premiati, tre fisici, rispettivamente un americano, un francese e una canadese. Sono Arthur Ashkin, Gerard Mourou e Donna Strickland. Sono loro che hanno aperto la ricerca alle possibili applicazioni del laser in moltissimi settori, dalla medicina alle comunicazioni. Ma [...]

EVENTI: Laserterapia

Nel 1977 viene attribuito un brevetto per il "pompaggio ottico" a Gordon Gould e nel 1979 un brevetto descrive una grande varietà di applicazioni del laser, incluso riscaldamento e vaporizzazione dei materiali, saldatura, foratura, taglio, misurazione delle distanze, sistemi di comunicazione, sistemi di fotocopiatura oltre a varie applicazioni fotochimiche.

Nel 1977 viene attribuito un brevetto per il "pompaggio ottico" a Gordon Gould e nel 1979 un brevetto descrive una grande varietà di applicazioni del laser, incluso riscaldamento e vaporizzazione dei materiali, saldatura, foratura, taglio, misurazione delle distanze, sistemi di comunicazione, sistemi di fotocopiatura oltre a varie applicazioni fotochimiche.

Nel 1977 viene attribuito un brevetto per il "pompaggio ottico" a Gordon Gould e nel 1979 un brevetto descrive una grande varietà di applicazioni del laser, incluso riscaldamento e vaporizzazione dei materiali, saldatura, foratura, taglio, misurazione delle distanze, sistemi di comunicazione, sistemi di fotocopiatura oltre a varie applicazioni fotochimiche.

Nel 1977 viene attribuito un brevetto per il "pompaggio ottico" a Gordon Gould e nel 1979 un brevetto descrive una grande varietà di applicazioni del laser, incluso riscaldamento e vaporizzazione dei materiali, saldatura, foratura, taglio, misurazione delle distanze, sistemi di comunicazione, sistemi di fotocopiatura oltre a varie applicazioni fotochimiche.

Nel 1977 viene attribuito un brevetto per il "pompaggio ottico" a Gordon Gould e nel 1979 un brevetto descrive una grande varietà di applicazioni del laser, incluso riscaldamento e vaporizzazione dei materiali, saldatura, foratura, taglio, misurazione delle distanze, sistemi di comunicazione, sistemi di fotocopiatura oltre a varie applicazioni fotochimiche.

Nel 1947, Willis Lamb and Retherford effettuarono la prima dimostrazione dell'emissione stimolata.

Nel 1947, Willis Lamb and Retherford effettuarono la prima dimostrazione dell'emissione stimolata.

Nel 1947, Willis Lamb and Retherford effettuarono la prima dimostrazione dell'emissione stimolata.

Nel 1947, Willis Lamb and Retherford effettuarono la prima dimostrazione dell'emissione stimolata.

Nel 1947, Willis Lamb and Retherford effettuarono la prima dimostrazione dell'emissione stimolata.

Nel 1917 Albert Einstein formulò le basi teoriche del laser e del maser nell'articolo Zur Quantentheorie der Strahlung (sulla teoria quantistica delle radiazioni) attraverso una riderivazione delle leggi sulla radiazione di Max Planck.

Nel 1917 Albert Einstein formulò le basi teoriche del laser e del maser nell'articolo Zur Quantentheorie der Strahlung (sulla teoria quantistica delle radiazioni) attraverso una riderivazione delle leggi sulla radiazione di Max Planck.

Nel 1917 Albert Einstein formulò le basi teoriche del laser e del maser nell'articolo Zur Quantentheorie der Strahlung (sulla teoria quantistica delle radiazioni) attraverso una riderivazione delle leggi sulla radiazione di Max Planck.

Nel 1917 Albert Einstein formulò le basi teoriche del laser e del maser nell'articolo Zur Quantentheorie der Strahlung (sulla teoria quantistica delle radiazioni) attraverso una riderivazione delle leggi sulla radiazione di Max Planck.

Nel 1917 Albert Einstein formulò le basi teoriche del laser e del maser nell'articolo Zur Quantentheorie der Strahlung (sulla teoria quantistica delle radiazioni) attraverso una riderivazione delle leggi sulla radiazione di Max Planck.

Nel 1928 Rudolf Ladenburg dimostrò l'esistenza dell'emissione stimolata e dell'assorbimento negativo.

Nel 1928 Rudolf Ladenburg dimostrò l'esistenza dell'emissione stimolata e dell'assorbimento negativo.

Nel 1928 Rudolf Ladenburg dimostrò l'esistenza dell'emissione stimolata e dell'assorbimento negativo.

Nel 1928 Rudolf Ladenburg dimostrò l'esistenza dell'emissione stimolata e dell'assorbimento negativo.

Nel 1928 Rudolf Ladenburg dimostrò l'esistenza dell'emissione stimolata e dell'assorbimento negativo.

Nel 1939, Valentin Fabrikant predisse l'uso dell'emissione stimolata per amplificare onde corte.

Nel 1939, Valentin Fabrikant predisse l'uso dell'emissione stimolata per amplificare onde corte.

Nel 1939, Valentin Fabrikant predisse l'uso dell'emissione stimolata per amplificare onde corte.

Nel 1939, Valentin Fabrikant predisse l'uso dell'emissione stimolata per amplificare onde corte.

Nel 1939, Valentin Fabrikant predisse l'uso dell'emissione stimolata per amplificare onde corte.

Nel 1980, il IV Protocollo della Convenzione delle Nazioni Unite su certe armi convenzionali, proibisce espressamente armi laser destinate all'accecamento dell'uomo.

Nel 1980, il IV Protocollo della Convenzione delle Nazioni Unite su certe armi convenzionali, proibisce espressamente armi laser destinate all'accecamento dell'uomo.

Nel 1980, il IV Protocollo della Convenzione delle Nazioni Unite su certe armi convenzionali, proibisce espressamente armi laser destinate all'accecamento dell'uomo.

Nel 1980, il IV Protocollo della Convenzione delle Nazioni Unite su certe armi convenzionali, proibisce espressamente armi laser destinate all'accecamento dell'uomo.

Nel 1980, il IV Protocollo della Convenzione delle Nazioni Unite su certe armi convenzionali, proibisce espressamente armi laser destinate all'accecamento dell'uomo.

Nel 1971 Izuo Hayashi e Morton Panish dei Bell Laboratories disegnano il primo laser a semiconduttori (diodo laser) in grado di operare in continua a temperatura ambiente.

Nel 1971 Izuo Hayashi e Morton Panish dei Bell Laboratories disegnano il primo laser a semiconduttori (diodo laser) in grado di operare in continua a temperatura ambiente.

Nel 1971 Izuo Hayashi e Morton Panish dei Bell Laboratories disegnano il primo laser a semiconduttori (diodo laser) in grado di operare in continua a temperatura ambiente.

Nel 1971 Izuo Hayashi e Morton Panish dei Bell Laboratories disegnano il primo laser a semiconduttori (diodo laser) in grado di operare in continua a temperatura ambiente.

Nel 1971 Izuo Hayashi e Morton Panish dei Bell Laboratories disegnano il primo laser a semiconduttori (diodo laser) in grado di operare in continua a temperatura ambiente.

Nel 2014 il laser entra a far parte dei vari sistemi di illuminazione utilizzati sulle automobili (alogeno, xeno, led).

Nel 2014 il laser entra a far parte dei vari sistemi di illuminazione utilizzati sulle automobili (alogeno, xeno, led).

Nel 2014 il laser entra a far parte dei vari sistemi di illuminazione utilizzati sulle automobili (alogeno, xeno, led).

Nel 2014 il laser entra a far parte dei vari sistemi di illuminazione utilizzati sulle automobili (alogeno, xeno, led).

Nel 2014 il laser entra a far parte dei vari sistemi di illuminazione utilizzati sulle automobili (alogeno, xeno, led).

Nel 1950 Alfred Kastler (vincitore del Nobel per la fisica nel 1966) propose il metodo per il pompaggio ottico confermato sperimentalmente due anni dopo da Brossel, Kastler e Winter.

Nel 1950 Alfred Kastler (vincitore del Nobel per la fisica nel 1966) propose il metodo per il pompaggio ottico confermato sperimentalmente due anni dopo da Brossel, Kastler e Winter.

Nel 1950 Alfred Kastler (vincitore del Nobel per la fisica nel 1966) propose il metodo per il pompaggio ottico confermato sperimentalmente due anni dopo da Brossel, Kastler e Winter.

Nel 1950 Alfred Kastler (vincitore del Nobel per la fisica nel 1966) propose il metodo per il pompaggio ottico confermato sperimentalmente due anni dopo da Brossel, Kastler e Winter.

Nel 1950 Alfred Kastler (vincitore del Nobel per la fisica nel 1966) propose il metodo per il pompaggio ottico confermato sperimentalmente due anni dopo da Brossel, Kastler e Winter.

Nel 1963 Patel dei Bell Laboratories mette a punto il laser ad anidride carbonica.

Nel 1963 Patel dei Bell Laboratories mette a punto il laser ad anidride carbonica.

Nel 1963 Patel dei Bell Laboratories mette a punto il laser ad anidride carbonica.

Nel 1963 Patel dei Bell Laboratories mette a punto il laser ad anidride carbonica.

Nel 1963 Patel dei Bell Laboratories mette a punto il laser ad anidride carbonica.

CONTRO I BRONZI DI RIACE ARMATI DI PISTOLA LASER

CONTRO I BRONZI DI RIACE ARMATI DI PISTOLA LASER

                        CONTRO I BRONZI DI RIACE ARMATI DI PISTOLA LASER                        

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

FOTO: Laserterapia

Laser rosso (660 e 635 nm), verde (532 e 520 nm), e blu-violetto (445 e 405 nm).

Laser rosso (660 e 635 nm), verde (532 e 520 nm), e blu-violetto (445 e 405 nm).

Laser rosso (660 e 635 nm), verde (532 e 520 nm), e blu-violetto (445 e 405 nm).

Laser rosso (660 e 635 nm), verde (532 e 520 nm), e blu-violetto (445 e 405 nm).

Laser rosso (660 e 635 nm), verde (532 e 520 nm), e blu-violetto (445 e 405 nm).

Laser rosso (660 e 635 nm), verde (532 e 520 nm), e blu-violetto (445 e 405 nm).

Laser rosso (660 e 635 nm), verde (532 e 520 nm), e blu-violetto (445 e 405 nm).

Laser rosso (660 e 635 nm), verde (532 e 520 nm), e blu-violetto (445 e 405 nm).

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

&id=HPN_Laserterapia_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}LASER" alt="" style="display:none;"/> ?>