Legge Mattarella

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Guendalina Tavassi
In rilievo

Guendalina Tavassi

La scheda: Legge Mattarella

Per legge Mattarella, dal nome del suo relatore, Sergio Mattarella, si intende una riforma della legge elettorale della Repubblica italiana, attuata in seguito al referendum del 18 aprile 1993, con l'approvazione delle leggi 4 agosto 1993 n. 276 e n. 277, che introdussero in Italia, per l'elezione del Senato e della Camera dei deputati, un sistema elettorale misto così composto:
sistema maggioritario a turno unico per la ripartizione del 75% dei seggi parlamentari,
recupero proporzionale dei più votati non eletti per il Senato attraverso un meccanismo di calcolo denominato "scorporo" per il rimanente 25% dei seggi assegnati al Senato,
proporzionale con liste bloccate per il rimanente 25% dei seggi assegnati alla Camera,
sbarramento del 4% alla Camera.
Il sistema così concepito riunì pertanto tre diverse modalità di ripartizione dei seggi (quota maggioritaria di Camera e Senato, recupero proporzionale al Senato, quota proporzionale alla Camera) e per tale ragione venne anche chiamato "Minotauro" in reminiscenza del nome del mostruoso essere parte uomo e parte toro presente nella mitologia greca.
La legge sostituì il precedente sistema proporzionale in vigore dal 1946 al 1953 e dal 1954 al 1994 ed è rimasta in vigore fino al 2005 quando venne sostituita dalla legge Calderoli.
La legge regolò le elezioni politiche italiane del:
1994, con formazione della XII legislatura della Repubblica Italiana,
1996, con formazione della XIII legislatura della Repubblica Italiana,
2001, con formazione della XIV legislatura della Repubblica Italiana.
Il politologo Giovanni Sartori coniò per la legge l'ulteriore soprannome di Mattarellum in riferimento al nome del relatore e ritenne a suo giudizio illusorio il tentativo di creare un sistema prevalentemente maggioritario all'italiana attraverso il "Minotauro".


Legge Mattarella:
Titolo esteso: Legge n. 276 Norme per l'elezione del Senato della Repubblica. Legge 4 agosto 1993, n. 277 Nuove norme per l'elezione della Camera dei deputati.
Stato:  Italia
Tipo legge: Legge
Legislatura: XI
Proponente: Sergio Mattarella
Schieramento: DC, PSI, PSDI, PLI
Date fondamentali:
Promulgazione: 4 agosto 1993
A firma di: Oscar Luigi Scalfaro
Abrogazione: 21 dicembre 2005
Testo:
Rimando al testo: Legge 4 agosto 1993, n. 276 Norme per l'elezione del Senato della Repubblica. Legge 4 agosto 1993, n. 277 Nuove norme per l'elezione della Camera dei deputati.

Telefonata distensiva tra Macron e Mattarella

Telefonata distensiva tra Macron e Mattarella

Magistrati italiani a Parigi per estradizione latitanti

Mattarella: Europa unita serve per evitare guerre

Mattarella: Europa unita serve per evitare guerre

A Giorno Ricordo Foibe: "Tragedia italiana, nessun negazionismo"

Venezuela: Pd,governo riferisca a Camere

Venezuela: Pd,governo riferisca a Camere

(ANSA) – ROMA, 4 FEB – “A questo punto, dopo che il governo ha bloccato anche la dichiarazione UE, insieme alla mozione depositata oggi, chiediamo che il Governo venga subito in Aula. E’ una decisione gravissima. Penso che la richiesta possa essere condivisa da tutta l’opposizione”. Lo afferma in una nota Alessandro Alfieri del Pd. “M5S e Lega stanno cambiando i connotati della nostra politica internazionale, andando anche palesemente contro le [...]

Mattarella, reti trasporto siano sicure

Mattarella, reti trasporto siano sicure

(ANSA) – ROMA, 25 GEN – “La sicurezza della rete di trasporti e l’efficienza del servizio costituiscono parte della qualità della vita, e della libertà stessa, della nostra comunità nazionale. Le garanzie sono affidate alle istituzioni pubbliche, agli organi di controllo e agli operatori, e non possono essere compresse o sacrificate in nome di altre priorità”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Mattarella ricordando l’incidente [...]

Mattarella: 'Chi è in fuga va preso, sconti la pena'

Mattarella: 'Chi è in fuga va preso, sconti la pena'

Alcune scritte che celebrano alcuni personaggi delle Brigate rosse e di insulti nei confronti del sindacalista Guido Rossa, ucciso dalle Br il 24 gennaio 1979, sono state scoperte dalla digos a Genova proprio nel giorno in cui Mattarella ricorda in città l’omicidio di 40 anni fa. “Guido Rossa infame” e “Mara Cagol, Tino Viel, Gianfranco Zoia vivono” sono due delle scritte fatte trovare in Salita Santa Brigida a Genova. La scelta del luogo non è [...]

Terrorismo: Mattarella, prendere chi e' in fuga

Terrorismo: Mattarella, prendere chi e' in fuga

Mattarella, no attacchi da forze oscure

Mattarella, no attacchi da forze oscure

(ANSA) – GENOVA, 23 GEN – “Continueremo a custodire la memoria dei tanti che negli anni di piombo sono divenuti del terrorismo brigatista, delle sue spietate filiazioni, dello stragismo della galassia dell’eversione neofascista. Ancora ci chiediamo come sia potuto accadere. Ed è un interrogativo attuale per una democrazia che voglia saper vivere e affrontare le proprie contraddizioni, per impedire che forze oscure avvertano nuovamente la tentazione di [...]

Mattarella esprime 'dolore e sconcerto' per i due naufragi

Mattarella esprime 'dolore e sconcerto' per i due naufragi

Mattarella esprime "dolore e sconcerto" per i due naufragi

Mattarella esprime "dolore e sconcerto" per i due naufragi

Salvini torna ad attaccare le Ong sui migranti

Steinmeier, a Ue serve contributo Italia

Steinmeier, a Ue serve contributo Italia

(ANSA) – BERLINO, 18 GEN – “Abbiamo bisogno dell’Italia, di un’Italia che dia un contributo all’Unione Europea perché sia pronta alle sfide, per affrontare il futuro. Sono fiero di avere al mio fianco un europeista italiano”. Lo ha detto il presidente tedesco, Frank-Walter Steinmeier rivolgendosi al presidente Sergio Mattarella, al suo fianco nel palazzo presidenziale di Bellevue a Berlino, durante una conferenza stampa.

Salvini, rispettare firma Mattarella

Salvini, rispettare firma Mattarella

(ANSA) – ROMA, 3 GEN – “Se c’è una legge approvata dal Parlamento, dal governo e firmata dal Presidente della Repubblica, si rispetta. E’ troppo facile applaudire Mattarella quando fa il discorso in televisione a fine anno e due giorni dopo sbattersene”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, su Facebook, rivolgendosi ai sindaci che si oppongono al decreto sicurezza.

Boom sui social e 10 mln alla tv per Mattarella

Boom sui social e 10 mln alla tv per Mattarella

Boom sui social e 10 mln alla tv per Mattarella

Boom sui social e 10 mln alla tv per Mattarella

Plauso da tutte le forze politiche al discorso del presidente

Boom sui social e oltre 10 milioni di ascolti in tv per Mattarella

Boom sui social e oltre 10 milioni di ascolti in tv per Mattarella

Plauso del papa all'Angelus che benedice il presidente

Mattarella: battersi per proprie idee ma no a astio e insulti

Mattarella: battersi per proprie idee ma no a astio e insulti

La Manovra é legge, Mattarella la firma

La Manovra é legge, Mattarella la firma

(ANSA) – ROMA, 30 DIC – Dopo l’approvazione definitiva della Camera, il presidente Sergio Mattarella ha firmato al Quirinale la manovra economica, secondo quanto si apprende da fonti della Presidenza della Repubblica. Per la legge di Bilancio un sì definitivo dell’Aula della Camera nel pomeriggio: i voti a favore sono stati 313, 70 i contrari. Dopo la proclamazione del risultato il premier Giuseppe Conte ha abbracciato i ministri.

Carfagna: Di Maio-Salvini non stalkerate

Carfagna: Di Maio-Salvini non stalkerate

(ANSA) – ROMA, 30 DIC – “Ci auguriamo che Salvini, Di Maio o Di Battista evitino l’occupazione mediatica almeno il 31 dicembre. Hanno 364 giorni all’anno per stare sotto i riflettori e ci stanno in tutti i modi possibili e immaginabili: con giubbotti, felpe, sui tetti e sui balconi. Lascino in pace l’Italia almeno l’ultimo giorno dell’anno, quando a parlare è il Presidente della Repubblica, che rappresenta l’unità nazionale, tutto il Paese e [...]

Salvini: A fine anno ascolto Mattarella, poi nostri discorsi

Salvini: A fine anno ascolto Mattarella, poi nostri discorsi

Salvini, ascolterò Mattarella il 31/12

Salvini, ascolterò Mattarella il 31/12

(ANSA) – MILANO, 24 DIC – Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ascolterà il discorso di fine anno del Capo dello Stato. Lo ha detto stamani portando regali ai pazienti dell’Ospedale per bambini Buzzi. “Io ascolto sempre, faremo anche i nostri” di discorsi. Davanti alla televisione, quindi? “Sì, tra un piatto e un altro”.

Ncc: Anitrav, il 27 in piazza a Roma

Ncc: Anitrav, il 27 in piazza a Roma

(ANSA) – ROMA, 23 DIC – “Siamo in riunione con le altre associazioni per ammortizzare la botta. Stiamo prevedendo ulteriori manifestazioni, dopo aver chiesto l’autorizzazione alla Questura, per il giorno 27 a Piazza della Repubblica a Roma di tutte le imprese Ncc. Rivolgeremo inoltre un’istanza al presidente della Repubblica evidenziando le criticità istituzionale di questo decreto legge che si incardina in una norma già definita incostituzionale e [...]

&id=HPN_Legge+Mattarella_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Legge{{}}Mattarella" alt="" style="display:none;"/> ?>