Liberazione condizionale

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Cristina Parodi
In rilievo

Cristina Parodi

La scheda: Liberazione condizionale

La liberazione condizionale è un istituto giuridico del diritto penale di molti Paesi. Consiste nella sospensione della pena detentiva e vi si può far ricorso allorquando, di massima, ne sia stata scontata una congrua parte.



In Italia essa è regolata dagli articoli 176 e 177 del codice penale. Nel linguaggio comune e giornalistico, la scarcerazione sotto condizione viene chiamata anche libertà controllata, confondendosi con la modalità così definita con cui si può essere ammessi a scontare pene detentitive molto lievi (fino ad un anno di reclusione), ovvero su conversione di pene pecuniarie non pagate.

Per essere ammessi ai benefici di cui al citato art. 176 c.p. è necessario rispettare i seguenti requisiti oggettivi (stabiliti per legge) e soggettivi (da valutarsi in sede giudicante):

L'istanza per essere ammessi al beneficio della liberazione condizionale dev'essere presentata, corredata dalla documentazione necessaria, al direttore dell'istituto di reclusione nel quale il condannato è detenuto, il direttore dell'istituto di reclusione provvede poi a trasmettere l'istanza al Tribunale di sorveglianza competente per giurisdizione territoriale.
Il Tribunale di sorveglianza, rilevato il rispetto dei requisiti oggettivi e valutato il condannato rispondente a quelli soggettivi, emette ordinanza di concessione della liberazione condizionale, dandone comunicazione al Magistrato di sorveglianza e all'ufficio di esecuzione penale esterna nella cui giurisdizione territoriale il detenuto trascorrerà la libertà vigilata.

La liberazione condizionale può essere revocata dal Tribunale di Sorveglianza, a seguito di proposta di revoca da parte del Magistrato di Sorveglianza, nei seguenti casi:
Se la persona liberata commetta un delitto o una contravvenzione della stessa indole,
Se trasgredisca gli obblighi previsti dalla libertà vigilata

La liberazione condizionale si conclude automaticamente una volta decorso tutto il tempo della pena inflitta, oppure dopo 5 anni dalla data del provvedimento di liberazione condizionale, se si tratta di condannato all'ergastolo, sempre che non sia intervenuta alcuna causa di revoca.

'Padre Dall'Oglio e' vivo, l'Isis tratta la liberazione'

'Padre Dall'Oglio e' vivo, l'Isis tratta la liberazione'

Ma le forze filo-curde ed il Vaticano non confermano

Fabrizio Corona, niente carcere: confermato l'affidamento terapeutico. «Grazie per avermi dato la libertà»

Fabrizio Corona, niente carcere: confermato l'affidamento terapeutico. «Grazie per avermi dato la libertà»

«Grazie per avermi dato la libertà». Niente carcere per Fabrizio Corona. Il tribunale di Sorveglianza di Milano ha confermato l'affidamento terapeutico territoriale respingendo la richiesta della Procura generale di revoca. Secondo i magistrati, l'ex agente fotografico ha osservato la piena adesione del programma «trattamentale e terapeutico» concordato che rappresenta i contenuti fondamentali della misura in corso. In sostanza, è stata data una valutazione [...]

Fabrizio Corona, niente carcere: confermato l'affidamento terapeutico. «Grazie per avermi dato la libertà»

Fabrizio Corona, niente carcere: confermato l'affidamento terapeutico. «Grazie per avermi dato la libertà»

«Grazie per avermi dato la libertà». Niente carcere per Fabrizio Corona. Il tribunale di Sorveglianza di Milano ha confermato l'affidamento terapeutico territoriale respingendo la richiesta della Procura generale di revoca. Secondo i magistrati, l'ex agente fotografico ha osservato la piena adesione del programma «trattamentale e terapeutico» concordato che rappresenta i contenuti fondamentali della misura in corso. In sostanza, è stata data una valutazione [...]

Fabrizio Corona, niente carcere: confermato l'affidamento terapeutico. «Grazie per avermi dato la libertà»

Fabrizio Corona, niente carcere: confermato l'affidamento terapeutico. «Grazie per avermi dato la libertà»

«Grazie per avermi dato la libertà». Niente carcere per Fabrizio Corona. Il tribunale di Sorveglianza di Milano ha confermato l'affidamento terapeutico territoriale respingendo la richiesta della Procura generale di revoca. Secondo i magistrati, l'ex agente fotografico ha osservato la piena adesione del programma «trattamentale e terapeutico» concordato che rappresenta i contenuti fondamentali della misura in corso. In sostanza, è stata data una valutazione [...]

Kenya: polizia, ottimismo sulla liberazione di Silvia

Kenya: polizia, ottimismo sulla liberazione di Silvia

C’è “ottimismo” nella base di polizia ‘Tana Delta’ a Garsen sulla liberazione di Silvia Romano, la volontaria italiana rapita la scorsa settimana in Kenya. Lo riferisce all’ANSA uno dei responsabili. Nella base, dove opera il centro di coordinamento dell’operazione per liberare la ragazza, camionette cariche di agenti e militari sfrecciano dirette verso le zone boschive nei dintorni, dove i rapitori sarebbero oramai stati “accerchiati”. In [...]

Silvia Romano rapita in Kenia, un testimone: «Volevano riscatto lampo. Lei urlava 'aiutatemi' e piangeva»

Silvia Romano rapita in Kenia, un testimone: «Volevano riscatto lampo. Lei urlava 'aiutatemi' e piangeva»

Continuano le indagini sul rapimento di Silvia Romano, la volontaria italiana di 23 anni sequestrata in Kenya. Secondo la testimonianza di James, un ragazzo nigeriano che studia grazie alla Onlus per cui lavora Silvia, che è stato testimone del rapimento, i suoi rapitori volevano un riscatto lampo, ma lei non aveva soldi e nemmeno il cellulare. «Qualcuno di loro voleva lasciarla libera, ma gli altri hanno detto di no - ha detto James nel suo racconto - Abbiamo [...]

Silvia Romano rapita in Kenia, un testimone: «Volevano riscatto lampo. Lei urlava 'aiutatemi' e piangeva»

Silvia Romano rapita in Kenia, un testimone: «Volevano riscatto lampo. Lei urlava 'aiutatemi' e piangeva»

Continuano le indagini sul rapimento di Silvia Romano, la volontaria italiana di 23 anni sequestrata in Kenya. Secondo la testimonianza di James, un ragazzo nigeriano che studia grazie alla Onlus per cui lavora Silvia, che è stato testimone del rapimento, i suoi rapitori volevano un riscatto lampo, ma lei non aveva soldi e nemmeno il cellulare. «Qualcuno di loro voleva lasciarla libera, ma gli altri hanno detto di no - ha detto James nel suo racconto - Abbiamo [...]

Kenya: i rapitori di Silvia volevano riscatto lampo

Kenya: i rapitori di Silvia volevano riscatto lampo

Kenya: i rapitori di Silvia volevano riscatto lampo

Kenya: i rapitori di Silvia volevano riscatto lampo

Kenya: i rapitori di Silvia volevano riscatto lampo

Kenya: i rapitori di Silvia volevano riscatto lampo

Secondo un testimone che ha assistito al sequestro della volontaria

Consulta,no assoluto aiuto suicidio lede liberta' malato

Consulta,no assoluto aiuto suicidio lede liberta' malato

Ordinanza su caso Dj Fabo, 'legge tuteli valori costituzionali'

Asia Bibi: figlia, preghiere ascoltate

Asia Bibi: figlia, preghiere ascoltate

(ANSA) – ROMA, 31 OTT – “Non vedo l’ora di riabbracciare mia madre. Finalmente le nostre preghiere sono state ascoltate!”. Con la voce rotta dal pianto Eisham Ashiq, la figlia minore di Asia Bibi, commenta ad Aiuto alla Chiesa che Soffre la notizia dell’assoluzione della madre, decisa dalla Corte Suprema. “È la notizia più bella che potessimo ricevere – dice il marito di Asia, Ashiq Masih – è stato difficilissimo in questi anni stare lontano [...]

nuova guerra liberazione nazionale indipendenza

nuova guerra liberazione nazionale indipendenza

Macron spadroneggia, in casa propria e in casa altrui. Questo e molto altro nella nuova puntata di #LightBlu, le notizie che qualcuno vorrebbe non fossero vere. Fonti e approfondimenti: https://www.byoblu.com/2018/10/18/pad che fine ha fatto in Merkel Macron Ja-Bull-On: e in: demonio allah Turchia ottomana shariah, tutta la vivacità democratica del popolo ucraino Regime Rothschild bilderberg: il governo ombra? you have been banned by United with Israel. [...]

La liberazione di Bruno

La liberazione di Bruno

Marco non ha scelta, deve liberare il suo più grande nemico

Loznitsa, su Sentsov politici sordi

Loznitsa, su Sentsov politici sordi

(ANSA) – VENEZIA, 7 SET – “Mi chiedono spesso se gli artisti possano influenzare il mondo e far cambiare la politica sociale. Nel caso di Oleg Sentsov i politici si stanno rifiutando di dare ascolto alla voce della ragione. Io rinnovo l’appello affinché la sua tragedia umana si concluda e venga liberato al più presto”. Lo ha detto il regista Sergei Loznitsa, in apertura della conferenza stampa del documentario Process, su un grande processo farsa [...]

12. per una liberazione del verbo essere; è, senza chi che cosa dove quando perché come

12. per una liberazione del verbo essere; è, senza chi che cosa dove quando perché come

la fragilità e la mutevolezza dell'interpretazione l'imposizione e l'impossibilità della descrizione ANCHE LA LINGUA E' UNA MAPPA per esempio, quando il verbo essere si mette a capo di significati e descrizioni (l'amore è (e segue un'affermazione/descrizione/interpretazione); la bellezza è (e segue un'affermazione/descrizione/interpretazione); il bene è (e segue un'affermazione/descrizione/interpretazione); è una mappa, con le sue parole che appartengono a [...]

Liberazione:a Firenze cerimonia per 74/o

Liberazione:a Firenze cerimonia per 74/o

(ANSA) – FIRENZE, 11 AGO – “Cerimonie come quella dell’11 agosto aiutano a capire che la libertà non si conquista una volta per sempre ma la si protegge giorno per giorno. Anche se il fascismo come fatto storico non si ripeterà mai più, è vero altresì che le cause che portarono al fascismo, come la violenza, l’intolleranza, e l’azzeramento delle libertà, possono ripetersi in ogni momento”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Dario [...]

Libia: Haftar annuncia la 'liberazione' di Derna

Libia: Haftar annuncia la 'liberazione' di Derna

Era l'ultimo centro dell'est fuori dal suo controllo

Libia: Haftar annuncia la 'liberazione' di Derna

Libia: Haftar annuncia la 'liberazione' di Derna

Dopo tre anni di assedio, la “liberazione” di Derna dagli estremisti islamici che la occupavano é stata annunciata la notte scorsa in un discorso televisivo dal generale Khalifa Haftar. Lo riferisce l’Ufficio stampa del comando generale delle Forze armate libiche. “Annunciamo con grande fierezza la liberazione della città di Derna”, ha detto Haftar riferendosi all’ultimo centro finora fuori dal suo controllo nell’est della Libia.

TROPPA INFORMAZIONE, POCA LIBERTA'

TROPPA INFORMAZIONE, POCA LIBERTA'

Oggi abbiamo a disposizione un numero enorme di dati, ma abbiamo perso la libertà di scegliere. Le informazioni che consumiamo sono quasi sempre decise da algoritmi, che scelgono in base a ciò che si ritiene possa interessarci. In questo modo perdiamo gran parte della capacità critica di discernere. Leggi articolo 

&id=HPN_Liberazione+condizionale_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Parole" alt="" style="display:none;"/> ?>