Liste di eventi criminosi degli anni di piombo e della strategia della tensione

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Gerry Scotti
In rilievo

Gerry Scotti

La scheda: Liste di eventi criminosi degli anni di piombo e della strategia della tensione

[Cetara è un antico borgo di pescatori in provincia di Salerno, ancora oggi caratterizzato da un’economia concentrata sulla pesca e sull’artigianato. A Cetara continua a essere presente nella tradizione culinaria, la colatura di alici, erede del Garum, un piatto descrittoci da Plinio e Orazio come una salsa di pesce cremosa che veniva ottenuta facendo macerare strati alternati di pesci piccoli e interi, probabilmente alici e pesci più grandi tagliati a pezzetti, forse sgombri o tonni, con strati di erbe aromatiche tritate, tutto ricoperto da sale grosso. La colatura di alici che viene prodotta a Cetara è un liquido ambrato ottenuto seguendo un antico procedimento che i pescatori del luogo si sono tramandati di padre in figlio. Si parte dalla tecnica di lavorazione delle alici sotto sale, di cui la colatura è un derivato: le alici appena pescate, in tutto il periodo primaverile, vengono private della testa e delle interiora e poi adagiate in un contenitore, cosparse di sale marino abbondante per 24 ore. Dopo la prima salatura, vengono messe in una piccola botte, il terzigno, e sistemate con la classica tecnica ‘’testa-coda’’ a strati alterni di sale. Completato il lavoro, il terzigno viene coperto con un disco in legno, sul quale si collocano dei pesi. Per effetto della pressatura e della maturazione del pesce, il liquido secreto dalle alici comincia ad affiorare in superficie. È questo liquido l’elemento base per la colatura: raccolto progressivamente man mano viene inserito in grandi bottiglie di vetro ed esposto a fonte di luce diretta del sole per circa quattro o cinque mesi, perché evapori l’acqua e aumenti la concentrazione cosicché, in genere fra la fine del mese di ottobre e gli inizi di novembre, tutto è pronto per l’ultima fase: il liquido raccolto e conservato viene versato nuovamente nel terzigno dove le alici sono rimaste in maturazione. Così, colando lentamente attraverso i vari strati dei pesci, ne raccoglie il meglio delle caratteristiche organolettiche. Viene recuperato attraverso un foro praticato appositamente nel terzigno, trasferito in un altro recipiente e filtrato con l’uso di teli di lino, chiamati cappucci. Il risultato finale è un distillato limpido di colore ambrato carico, quasi bruno-mogano, dal sapore deciso e corposo che a Cetara è il tradizionale condimento per gli spaghetti delle vigilie, oltre che per le bruschette, i broccoli di Natale e altre verdure: tradizionalmente considerato un cibo povero, sostitutivo del pesce fresco, oggi è un condimento ricercatissimo e apprezzato a tutti i livelli. La colatura di alici di Cetara è un prodotto agroalimentare tradizionale campano, prodotto nel piccolo borgo marinaro di Cetara, in Costiera Amalfitana.La colatura di alici è una salsa liquida trasparente dal colore ambrato che viene prodotta da un tradizionale procedimento di maturazione delle alici in una soluzione satura di acqua e sale. Le alici impiegate sono pescate nei pressi della costiera amalfitana nel periodo che va dal 25 marzo, che corrisponde alla festa dell'Annunciazione, fino al 22 luglio, giorno di Santa Maria Maddalena. Le origini di questo prodotto gastronomico risalgono ai Romani, che producevano una salsa molto simile alla colatura odierna, chiamata garum. La ricetta venne poi in qualche modo recuperata nel Medioevo da parte dei gruppi monastici presenti in Costiera, i quali ad agosto erano soliti conservare sotto sale le alici in botti di legno con le doghe scollate e poste in mezzo a due travi, dette mbuosti, sotto l'azione del sale, le alici perdevano liquidi che fuoriuscivano tra le fessure delle botti. Il procedimento si diffuse successivamente tra la popolazione della costa, che la perfezionò con l'utilizzo di cappucci di lana per filtrare la salamoia. Alle alici, appena pescate, vengono rimosse la testa e le interiora, vengono quindi tenute per 24 ore in contenitori con abbondante sale marino. Sono quindi trasferite in piccole botti di castagno o rovere (dette terzigni), alternate a strati di sale, e ricoperte da un disco di legno sul quale sono posti dei pesi, via via minori col passare del tempo. A seguito della pressione e della maturazione del pesce, affiora del liquido in superficie che, nel caso di preparazione di alici sotto sale, viene eliminato. Proprio questo liquido, invece, fornisce la base per la preparazione della colatura di alici. Viene infatti conservato in grossi recipienti di vetro ed esposto alla luce diretta del sole che, per evaporazione dell'acqua ne aumenta la concentrazione. Dopo circa quattro o cinque mesi, tipicamente quindi tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre, tutto il liquido raccolto viene nuovamente versato nelle botti con le alici, e fatto lentamente colare attraverso un foro, tra gli strati di pesce, in modo da raccoglierne ulteriormente il sapore. Viene infine filtrato attraverso teli di lino, ed è quindi pronto per gli inizi di dicembre.Viene usata tipicamente per condire gli spaghetti e le linguine che debbono essere cotte senza sale, essendo la colatura di alici molto salata. A Cetara questo piatto è tipico della vigilia di Natale. La colatura d'alici viene principalmente utilizzata come condimento di spaghetti, ma anche per insaporire piatti a base di pesce o verdure (fatta eccezione della scarola per la pizza ripiena).]

Uccise figlia 12enne, conferma ergastolo

Uccise figlia 12enne, conferma ergastolo

(ANSA) – CATANIA, 12 NOV – La Corte d’assise d’appello di Catania, su richiesta del Pg Antonio Nicastro, ha confermato la condanna di primo grado all’ergastolo per Roberto Russo, il 51enne che quattro anni fa uccise, accoltellandola mentre dormiva nel suo letto, la figlia di 12 anni, e ferito gravemente un’altra figlia allora 14enne, per punire la moglie che non voleva riallacciare la loro relazione. L’aggressione avvenne nella casa dove viveva la sua [...]

Uccise e fatta a pezzi, due arresti

Uccise e fatta a pezzi, due arresti

Svolta nel giallo, fermati due albanesi conoscenti della vittima

Uccise e bruciate

Uccise e bruciate

Orrore senza fine a Sassari e vicino a Rovigo.

Uccise figlia a Londra, sarà internata

Uccise figlia a Londra, sarà internata

(ANSA) - LONDRA, 13 APR - E' stata condannata dalla Old Bailey di Londra a un periodo di internamento indefinito in un ospedale psichiatrico inglese Federica Boscolo Gnolo, 32enne di Chioggia che ha causato la morte della figlia di appena 2 mesi durante un viaggio turistico nella capitale britannica nel gennaio 2015. La donna, affetta da depressione e disturbi della personalità, aveva ammesso l'omicidio colposo e la pubblica accusa aveva accettato di [...]

Uccise figlia, motivazioni assoluzione

Uccise figlia, motivazioni assoluzione

(ANSA) - ANCONA, 27 OTT - Quando uccise la figlia Alessia di 18 mesi a Collemarino con venti coltellate, il 17 agosto del 2014, Luca Giustini era "totalmente asservito" a "un'idea delirante": "se non avesse seguito le indicazioni della 'voce divina', che ha scelto lui come Salvatore dell'umanità, vi sarebbero state conseguenze catastrofiche". Lo scrive il gup di Ancona Paola Moscaroli nella motivazione della sentenza con cui il 15 maggio scorso aveva assolto il [...]

Uccise la figlia, italiana confessa

Uccise la figlia, italiana confessa

La donna aveva sempre negato le imputazioni, ma nel corso del dibattimento ha ammesso tutto.

Uccise figlia, dichiarato infermo mente

Uccise figlia, dichiarato infermo mente

(ANSA) - ANCONA, 15 GEN - E' totalmente incapace di intendere e di volere e anche socialmente pericoloso Luca Giustini, il ferroviere di 35 anni che il 17 agosto scorso uccise la figlia Alessia di 18 mesi ad Ancona. E' la conclusione raggiunta dallo psichiatra incaricato della perizia, il prof. Renato Ariatti. Il pm Andrea Laurino chiuderà verosimilmente l'inchiesta con l'avviso con una richiesta di proscioglimento per infermità mentale. Ora Giustini è in una [...]

DALLA PROGENIE DI LUI(DI DAVIDE) IDDIO.

DALLA PROGENIE DI LUI(DI DAVIDE) IDDIO, SECONDO LA SUA PROMESSA, HA SUSCITATO A ISRAELE(E A TUTTA L'UMANITA') UN SALVATORE NELLA PERSONA DI GESÙ.SIAVI DUNQUE NOTO, FRATELLI, CHE PER MEZZO DI LUI (DI GESU')V'È ANNUNZIATA LA REMISSIONE DEI PECCATI;E PER MEZZO DI LUI(DI GESU'), CHIUNQUE CREDE(IN GESU') È GIUSTIFICATO DI TUTTE LE COSE, DELLE QUALI VOI NON AVETE POTUTO ESSER GIUSTIFICATI PER LA LEGGE DI MOSÈ.ATTI 13:23,38,39.

COME RIDARE AL VOTO DI FIDUCIA IL SUO SIGNIFICATO

In occasione del varo della “Legge di stabilità”, come ha chiaramente scritto il costituzionalista M.Ainis(1), la dignità di ambedue le Camere è stata calpestata. Infatti la funzione delle Camere è quella di discutere le leggi – ovviamente avendone ciascun parlamentare esaminato il testo, se ne aveva la competenza e la voglia – e poi, dopo il necessario dibattito, quella di votarle. Invece il governo ha semplicemente detto a quegli stessi parlamentari: [...]

Sei un poeta "tardivo", perlomeno nel senso che hai cominciato a pubblicare molto tardi

Carlo Romano con Aurelio. Chiacchiere conversazione con Aurelio Valesi Aurelio Valesi è nato a Genova nel 1935. Ha lavorato per qualche anno in una società di navigazione. Successivamente si è trasferito a Parigi, impiegato in vari uffici. Rientrato in Italia si è occupato di traduzioni commerciali ma ha trovato il tempo per farne di letterarie. E’ uno dei traduttori italiani, per conto dell’editore Sugar, del Marchese de Sade. Per lo stesso editore ha [...]

Alcuni dicono che Dio non esiste affatto; in che senso questo punto di vista è sbagliato? Come dovremmo confermare la Sua esistenza?

Alcuni dicono che Dio non esiste affatto; in che senso questo punto di vista è sbagliato? Come dovremmo confermare la Sua esistenza?

Alcuni dicono che Dio non esiste affatto; in che senso questo punto di vista è sbagliato? Come dovremmo confermare la Sua esistenza? La risposta viene dalla parola di Dio: Quante creature vivono e si riproducono nella vasta distesa dell’universo, seguendo ripetutamente la legge della vita, rispettando un’unica regola costante. Coloro che muoiono portano con sé le storie dei vivi e coloro che sono vivi ripetono la stessa tragica storia di coloro che sono [...]

Picchia compagna e si barrica in casa

Picchia compagna e si barrica in casa

(ANSA) – FALCONARA MARITTIMA (ANCONA), 5 GEN – Un 49enne di origine milanese è stato arrestato dai carabinieri di Falconara Marittima per sequestro di persona, maltrattamenti in famiglia, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, dopo che si era barricato in casa con la compagna, a Castelferretti, per ore. Per convincerlo ad uscire e a consegnarsi ai militari, intorno alle 3 del mattino, è stato necessario l’intervento di un negoziatore, dato che si [...]

Epifania del Signore (C) Il dono di senso

Epifania del Signore Is 60,1-6; Sal 71 (70); Ef 3,2-3.5-6; Mt 2,1-12. Il dono di senso La narrazione dell’infanzia propostaci da Matteo è guidata da due principali convinzioni: la prima è che Gesù è «figlio di Davide», la seconda è che in lui si adempiono una serie di profezie contenute nella Bibbia ebraica. La sezione nel suo complesso è costruita attorno a cinque profezie (Mt 1,23; 2,6.15.18.23) che trovano il loro compimento, verbo pleroō, in Gesù. [...]

Alcuni dicono che Dio non esiste affatto; in che senso questo punto di vista è sbagliato? Come dovremmo confermare la Sua esistenza?

Alcuni dicono che Dio non esiste affatto; in che senso questo punto di vista è sbagliato? Come dovremmo confermare la Sua esistenza?

Alcuni dicono che Dio non esiste affatto; in che senso questo punto di vista è sbagliato? Come dovremmo confermare la Sua esistenza? La risposta viene dalla parola di Dio: Quante creature vivono e si riproducono nella vasta distesa dell’universo, seguendo ripetutamente la legge della vita, rispettando un’unica regola costante. Coloro che muoiono portano con sé le storie dei vivi e coloro che sono vivi ripetono la stessa tragica storia di coloro che sono [...]

Alla ricerca del senso al tempo del mondo digitale

Alla ricerca del senso al tempo del mondo digitale

Un artista visuale usa la tecnologia per spiegarci... i confini del sé.

Guinzaglio a compagna, l'aveva lasciato

Guinzaglio a compagna, l'aveva lasciato

(ANSA) – NAPOLI, 2 GEN – Ha messo al collo della sua compagna, che lo voleva lasciare, il guinzaglio del cane ma è stato arrestato dagli agenti della polizia locale. Giudicato per direttissima è stato condannato. Il fatto è avvenuto a Napoli, nei pressi dei Gradoni di Chiaia. La donna, che aveva deciso di lasciare il suo compagno, è stata raggiunta dall’uomo che dapprima l’ha colpita a pugni e schiaffi e poi ha messo al collo il guinzaglio del cane [...]

Perché Dio viene chiamato con nomi diversi in epoche diverse? Quali sono i significati dei nomi di Dio?

Perché Dio viene chiamato con nomi diversi in epoche diverse? Quali sono i significati dei nomi di Dio?

Parole di Dio attinenti: Dovresti sapere che originariamente Dio non aveva alcun nome. Ne ha assunto solo uno, o due, o molti perché doveva compiere un’opera e guidare l’umanità. Qualunque sia il nome con cui Egli viene chiamato, non è scelto liberamente da Lui? Ha bisogno di te, una creatura, per deciderlo? Il nome con cui Dio viene chiamato dipende da ciò che l’uomo e il linguaggio umano possono comprendere, ma questo nome non può essere sintetizzato [...]

Il vangelo di oggi - L’origine del Natale: conosci il senso che Dio ha voluto dare al Natale

Il vangelo di oggi - L’origine del Natale: conosci il senso che Dio ha voluto dare al Natale

Il vangelo di oggi - L’origine del Natale: conosci il senso che Dio ha voluto dare al Natale di Siyuan Le origini del Natale Ogni anno, all’avvicinarsi del Natale, i negozi delle vie predispongono vetrine abbaglianti piene di regali natalizi, con Babbo Natale e gli alberi di Natale, e così via. Sugli alberi e sugli edifici ci sono molte luci colorate disposte a festoni; intere città vengono decorate con lanterne e addobbi colorati e dovunque si respira [...]

Cazzegggiando - Quando i falliti

Cazzegggiando - Quando i falliti

giunsero al governo sognarono che il successo fosse eterno ma incapaci di gestir le situazioni fecero solo la figura dei coglioni.

L'amore non ha un senso

L'amore non ha un senso l'amore non ha un nome l'amore bagna gli occhi l'amore scalda il cuore l'amore batte i denti l'amore non ha ragione. Michilin

Egitto, scoperta tomba di 4.400 anni fa

Egitto, scoperta tomba di 4.400 anni fa

(ANSA) – IL CAIRO, 15 DIC – La tomba di un sacerdote faraonico risalente al periodo della V dinastia, quindi a oltre 4.400 anni fa ma molto ben conservata, è stata scoperta nella necropoli di Saqqara, a sud del Cairo. Lo riferisce l’agenzia Mena citando il ministro delle Antichità egiziano, Khaled el Anany. La tomba apparteneva a un sacerdote reale chiamato “Wahty” vissuto sotto Neferirkare Kakai, terzo sovrano della dinastia, ed è [...]

Antonio, 48 ore per valutare intervento

Antonio, 48 ore per valutare intervento

(ANSA) – TRENTO, 13 DIC – “Le prossime 48 ore saranno decisive per valutare se è possibile intervenire chirurgicamente”. Lo spiega all’ANSA Danilo Moresco, il padre della fidanzata di Antonio Migalizzi, il reporter italiano gravemente ferito nell’attacco di Strasburgo. “Al momento resta in coma farmacologico per vedere come evolve la situazione. C’e’comunque stato un lieve miglioramento di alcuni valori”, aggiunge l’uomo parlando di un [...]

In alcuni paesi il significato delle emoji non è quello che credi

In alcuni paesi il significato delle emoji non è quello che credi

Paese che vai significato delle emoji che trovi: le note faccine non esprimono sempre lo stesso concetto, che può variare anche molto da uno Stato all’altro. Padrone indiscusse della comunicazione digitale, le emoji sono considerate da molti linguisti il “nuovo linguaggio universale“. Rapide, semplici da usare e immediate, le faccine possono stabilire immediata empatia con il destinatario, comunicando gioia, dolore, rabbia, stupore ecc. Ma siamo certi che [...]

Grande Fratello Vip, Cecchi Paone scrive a Silvia Provvedi: «Non sei una fallita, voglio rivederti»

Grande Fratello Vip, Cecchi Paone scrive a Silvia Provvedi: «Non sei una fallita, voglio rivederti»

«Non sei una fallita, non vedo l'ora di rivederti», sono le parole scritte da Alessandro Cecchi Paone a poche ore dalla finalissima del Grande Fratello Vip. La lettera, pubblicata sull'ultimo numero del settimanale "Di Più", è rivolta a Silvia Provvedi, con cui aveva litigato in puntata. Il divulgatore scientifico aveva offeso lei e la sorella gemella Giulia, del duo Le Donatella, giudicandole poco acculturate, ma soprattutto aveva fatto allusioni alla [...]

Grande Fratello Vip, Cecchi Paone scrive a Silvia Provvedi: «Non sei una fallita, voglio rivederti»

Grande Fratello Vip, Cecchi Paone scrive a Silvia Provvedi: «Non sei una fallita, voglio rivederti»

«Non sei una fallita, non vedo l'ora di rivederti», sono le parole scritte da Alessandro Cecchi Paone a poche ore dalla finalissima del Grande Fratello Vip. La lettera, pubblicata sull'ultimo numero del settimanale "Di Più", è rivolta a Silvia Provvedi, con cui aveva litigato in puntata. Il divulgatore scientifico aveva offeso lei e la sorella gemella Giulia, del duo Le Donatella, giudicandole poco acculturate, ma soprattutto aveva fatto allusioni alla [...]

Grande Fratello Vip, Cecchi Paone scrive a Silvia Provvedi: «Non sei una fallita, voglio rivederti»

Grande Fratello Vip, Cecchi Paone scrive a Silvia Provvedi: «Non sei una fallita, voglio rivederti»

«Non sei una fallita, non vedo l'ora di rivederti», sono le parole scritte da Alessandro Cecchi Paone a poche ore dalla finalissima del Grande Fratello Vip. La lettera, pubblicata sull'ultimo numero del settimanale "Di Più", è rivolta a Silvia Provvedi, con cui aveva litigato in puntata. Il divulgatore scientifico aveva offeso lei e la sorella gemella Giulia, del duo Le Donatella, giudicandole poco acculturate, ma soprattutto aveva fatto allusioni alla [...]

Grande Fratello Vip, Cecchi Paone scrive a Silvia Provvedi: «Non sei una fallita, voglio rivederti»

Grande Fratello Vip, Cecchi Paone scrive a Silvia Provvedi: «Non sei una fallita, voglio rivederti»

«Non sei una fallita, non vedo l'ora di rivederti», sono le parole scritte da Alessandro Cecchi Paone a poche ore dalla finalissima del Grande Fratello Vip. La lettera, pubblicata sull'ultimo numero del settimanale "Di Più", è rivolta a Silvia Provvedi, con cui aveva litigato in puntata. Il divulgatore scientifico aveva offeso lei e la sorella gemella Giulia, del duo Le Donatella, giudicandole poco acculturate, ma soprattutto aveva fatto allusioni alla [...]

&id=HPN_Liste+di+eventi+criminosi+degli+anni+di+piombo+e+della+strategia+della+tensione_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Categoria:Liste{{}}di{{}}eventi{{}}criminosi{{}}degli{{}}anni{{}}di{{}}piombo{{}}e{{}}della{{}}strategia{{}}della{{}}tensione" alt="" style="display:none;"/> ?>