Luciana Castellina

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Cristina Parodi
In rilievo

Cristina Parodi

La scheda: Luciana Castellina

Luciana Castellina (Roma, 9 agosto 1929) è una politica, giornalista e scrittrice italiana, esponente del Partito Comunista Italiano, de il manifesto, del Partito di Unità Proletaria per il comunismo, di Democrazia Proletaria, di Rifondazione Comunista e del Movimento dei Comunisti Unitari, già parlamentare europea.


on. Luciana Castellina:
Parlamento italiano Camera dei deputati
Parlamento italiano Camera dei deputati
Luogo nascita: Roma
Data nascita: 9 agosto 1929
Professione: giornalista
Partito: Democrazia Proletaria, PdUP per il comunismo
Legislatura: VII, VIII, IX Legislatura e XI Legislatura
Gruppo: Democrazia Proletaria, PdUP per il comunismo, Rifondazione Comunista

Manuale antiretorico dell'Unione europea. Da dove viene (e dove va) questa Europa di Luciana Castellina (Manifestolibri)

Protagonista da sempre della politica europea e delle battaglie europeiste, Luciana Castellina, una delle esponenti più acute ed eterodosse della sinistra italiana, ripercorre in questo libro sessant'anni di storia dell'Unione Europea, e sottolinea la necessità di rilanciare il progetto dell'Unione superando le scelte sbagliate e antidemocratiche con le quali Bruxelles ha risposto alla crisi e ai flussi migratori. Quanti sanno che i federalisti ispirati dai padri [...]

Luciana Castellina,I conti con il passato e il futuro che verrà

Luciana Castellina,I conti con il passato e il futuro che verrà

da IL MANIFESTO I conti con il passato e il futuro che verrà Luciana Castellina Ringrazio Paolo Franchi che, sul Corriere della Sera di lunedì, dà conto in modo intelligente del dibattito che, a proposito della Libia, si è animato sulle pagine del manifesto. Nel suo articolo non gli viene infatti neppure in mente di accusare Rossana, Valentino e me di connivenza con Gheddafi e, riferendosi alla nostra domanda di riflessione sulla parabola tragica dei regimi [...]

EVENTI: Luciana Castellina

Nel 1974 confluì nel PdUP per il comunismo e nel 1984 ritornò nel PCI in seguito alla fusione tra i due partiti.

Nel 2010 ha collaborato al volume collettivo Europa0 Prospettive ed evoluzioni del sogno europeo, edito da ombre corte, a cura di Nicola Vallinoto e Simone Vannuccini con un saggio sul tema dell'identità europea.

Nel 2011 ha pubblicato La scoperta del mondo (Nottetempo), ovvero il suo diario dai quattordici ai diciotto anni, che racconta la sua adolescenza e la sua iniziazione politica.

Il 5 aprile 1992 è rieletta deputato alla Camera, in Umbria con Rifondazione comunista, ma si dimette il 6 maggio successivo .

Nel 1991, in seguito alla trasformazione del PCI in Partito Democratico della Sinistra (PDS), insieme a una parte consistente dell'ala d'origine demo-proletaria, si schierò con Rifondazione Comunista e, nel 1995, con il Movimento dei Comunisti Unitari.

Nel 1947 partecipa al primo Festival della Gioventù a Praga, al seguito del quale si iscriverà al PCI.

Nel 1984 è stata vicepresidente del gruppo parlamentare dei deputati indipendenti.

Nel 2012, con Siberiana (Nottetempo) ha fornito un "diario di viaggio" che intreccia "memorie di cose viste, lette e pensate durante la sua lunga esperienza politica e culturale", in una terra che, "nel ricordo della prigione di ghiaccio che stringeva le catene dei forzati nelle miniere dello zar e dei dissidenti nei gulag staliniani, si rovescia, per i russi, nel simbolo di un perenne Far West dello spirito".

IL MANIFESTO,Per  Aldo Natoli

IL MANIFESTO,Per Aldo Natoli

Rossana Rossanda, Pietro Ingrao, Luciana Castellina, Alessandro Portelli . il manifesto, 10 novembre 2010 RICORDO Aldo Natoli, un comunista per amico di Rossana Rossanda È sulla fine degli anni cinquanta che ho conosciuto Aldo Natoli. Lui era Roma, io Milano, lui il quadro più rilevante di quella federazione, io un quadretto della federazione milanese, lui all'ultimo processo del regime nel 1936, quando io ero ancora al ginnasio, lui deputato e consigliere [...]

Luciana Castellina, Felice Besostri, 40 ANNI DOPO PRAGA

da il manifesto del 20 Agosto 200 LA NOSTRA «PRIMAVERA» di LUCIANA CASTELLINAdalla mailing list del circolo Rosselli Cecoslovacchia, quarant'anni dopo di Felice BesostriLA NOSTRA «PRIMAVERA»LUCIANA CASTELLINAIl quarantennale del '68 inteso come movimento e quello dell'intervento delle truppe del Patto di Varsavia a Praga coincidono; e nelle celebrazioni si confondono, tanto da dare l'idea che ci fosse un nesso stretto fra i due eventi. Ci fu, in effetti, ma non [...]

HAY CARMELA, l'antifascismo, la guerra di Spagna, quella sera a casa di Tina Anselmi, i migranti.

HAY CARMELA, l'antifascismo, la guerra di Spagna, quella sera a casa di Tina Anselmi, i migranti.

Molti amici di cui ho stima si stanno sbracciando a scrivere che il Pd ha perso le elezioni perché non ha avuto una linea dura, tipo Salvini, sulle immigrazioni: il popolo non ama i migranti, e quindi è inutile insistere. Se il Pd non cambia linea, vincerà sempre Salvini. E i voti presi dalla Lega contrastando ferocemente l’immigrazione serviranno per fare anche altre cazzate. Quindi, spostarsi verso il contrasto ai migranti, prima lo si fa meglio è. Trovo [...]

Universiadi Napoli: stasera la cerimonia d'apertura con il Presidente Mattarella

Universiadi Napoli: stasera la cerimonia d'apertura con il Presidente Mattarella

Con la torcia, che farà il suo ingresso al San Paolo alle 21, si aprono ufficialmente le Universiadi, scrive quest'oggi Il Mattino sottolineando che sono attese oltre 40mila persone per assistere alla cerimonia che, alla vigilia, si è caratterizzata per un certo nervosismo tra Regione e Comune. Vedremo stasera anche se il parterre istituzionale dovrebbe far desistere da qualsiasi incidente diplomatico. Sarà presente il capo dello Stato Sergio Mattarella mentre [...]

Morgan devo dire grazie a Vittorio Sgarbi

Morgan devo dire grazie a Vittorio Sgarbi

Morgan ringrazia Vittorio Sgarbi per il suo aiuto: «Ha colto il problema, creerò un luogo che si accenderà di musica». «Visto che il Governo con disprezzo tace sui disagi di nomi importanti dell'arte e del teatro, dice Sgarbi io mi sostituisco a queste istituzioni colpevolmente indifferenti. Rezza e Mastrella saranno ospitati a Urbino. E come Morgan che nei prossimi giorni si trasferirà a Palazzo Savorelli a Sutri, anche Rezza e Mastrella potranno continuare [...]

Morgan ringrazia Vittorio Sgarbi

Morgan ringrazia Vittorio Sgarbi

Dopo lo sfratto di Morgan dalla sua casa-museo di Monza per la quale Vittorio Sgarbi chiede al Governo di apporre un vincolo, tocca agli attori Antonio Rezza e Flavia Mastrella che dal 1985 gestivano un laboratorio teatrale nel palazzo dell'ex Divina Provvidenza a Nettuno, su cui pende adesso un'ordinanza di sgombero. Anche a loro Vittorio Sgarbi offre ospitalità. E intanto, Morgan ringrazia il critico per il suo aiuto: «Ha colto il problema, creerò un luogo che [...]

Morgan ringrazia Vittorio Sgarbi: «Ha colto il problema». E ora offre casa a altri artisti sfrattati

Morgan ringrazia Vittorio Sgarbi: «Ha colto il problema». E ora offre casa a altri artisti sfrattati

Non c'è pace per alcuni artisti e soprattutto non c'è casa. Dopo lo sfratto di Morgan dalla sua casa-museo di Monza per la quale Vittorio Sgarbi chiede al Governo di apporre un vincolo, tocca agli attori Antonio Rezza e Flavia Mastrella che dal 1985 gestivano un laboratorio teatrale nel palazzo dell'ex Divina Provvidenza a Nettuno, su cui pende adesso un'ordinanza di sgombero. Anche a loro Vittorio Sgarbi offre ospitalità. E intanto, Morgan ringrazia il critico [...]

Morgan ringrazia Vittorio Sgarbi: «Ha colto il problema». E ora offre casa a altri artisti sfrattati

Morgan ringrazia Vittorio Sgarbi: «Ha colto il problema». E ora offre casa a altri artisti sfrattati

Non c'è pace per alcuni artisti e soprattutto non c'è casa. Dopo lo sfratto di Morgan dalla sua casa-museo di Monza per la quale Vittorio Sgarbi chiede al Governo di apporre un vincolo, tocca agli attori Antonio Rezza e Flavia Mastrella che dal 1985 gestivano un laboratorio teatrale nel palazzo dell'ex Divina Provvidenza a Nettuno, su cui pende adesso un'ordinanza di sgombero. Anche a loro Vittorio Sgarbi offre ospitalità. E intanto, Morgan ringrazia il critico [...]

Leonardo Sciascia, uno che aveva capito tutto già 30 anni fa: "Quando tra gli imbecilli ed i furbi si stabilisce una alleanza, state bene attenti che il fascismo è alle porte"

Leonardo Sciascia, uno che aveva capito tutto già 30 anni fa: "Quando tra gli imbecilli ed i furbi si stabilisce una alleanza, state bene attenti che il fascismo è alle porte"

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   Leonardo Sciascia, uno che aveva capito tutto già 30 anni fa: "Quando tra gli imbecilli ed i furbi si stabilisce una alleanza, state bene attenti che il fascismo è alle porte" Diceva Leonardo Sciascia: "Il più grande difetto della società italiana è quello di essere senza memoria..." Ma soprattutto diceva: "Credo che se sono diventato un certo tipo di scrittore, lo devo alla passione [...]

Ornella Vanoni: «Strehler mi ha amato più di tutti, Gino Paoli mi tradiva sempre. Ora ho un amore platonico a distanza»

Ornella Vanoni: «Strehler mi ha amato più di tutti, Gino Paoli mi tradiva sempre. Ora ho un amore platonico a distanza»

Compirà 85 anni a settembre e quest'anno festeggia anche i 63 anni di carriera. Ornella Vanoni non è solo un'artista longeva, ma anche una donna che ha vissuto tanti amori, ognuno diverso dall'altro, ma sempre intensi e capaci di lasciare il segno. Per tanti anni, Ornella Vanoni è stata un sex-symbol e oggi ripercorre la sua carriera, raccontando anche le tante storie d'amore vissute sin dagli anni '50. Intervistata da Candida Morvillo per il Corriere della [...]

Ornella Vanoni: «Strehler mi ha amato più di tutti, Gino Paoli mi tradiva sempre. Ora ho un amore platonico a distanza»

Ornella Vanoni: «Strehler mi ha amato più di tutti, Gino Paoli mi tradiva sempre. Ora ho un amore platonico a distanza»

Compirà 85 anni a settembre e quest'anno festeggia anche i 63 anni di carriera. Ornella Vanoni non è solo un'artista longeva, ma anche una donna che ha vissuto tanti amori, ognuno diverso dall'altro, ma sempre intensi e capaci di lasciare il segno. Per tanti anni, Ornella Vanoni è stata un sex-symbol e oggi ripercorre la sua carriera, raccontando anche le tante storie d'amore vissute sin dagli anni '50. Intervistata da Candida Morvillo per il Corriere della [...]

Quanto ci manca Stefano Rodotà - Il 23 giugno 2017 se ne andava un gigante. Di cui abbiamo il dovere di raccogliere l'eredità...

Quanto ci manca Stefano Rodotà - Il 23 giugno 2017 se ne andava un gigante. Di cui abbiamo il dovere di raccogliere l'eredità...

      . . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   Quanto ci manca Stefano Rodotà - Il 23 giugno 2017 se ne andava un gigante. Di cui abbiamo il dovere di raccogliere l'eredità... Quanto ci manca 
Stefano Rodotà, maestro e militante Solidarietà, sinistra e "diritto di avere diritti". Il 23 giugno 2017 se ne andava un gigante. Di cui abbiamo il dovere di raccogliere l'eredità Accade raramente che un “militante politico” [...]

Quelle frasi orrende di Bersani contro Napolitano

Quelle frasi orrende di Bersani contro Napolitano

L'ex leader del Pd attacca il presidente emerito della Repubblica. Ma farebbe bene a tornare a pettinare le bambole ed evitare critiche verso chi ha dato alla sinistra più di quanto abbia mai dato lui. Pier Luigi Bersani è uno di quei leader della sinistra molto amati e pochissimo votati. Lo ascolti, ti fa simpatia, poi vai a votare e metti la “x” su un partito diverso dal suo. Molte sue trovate sono state divertenti. Il gergo politico che ha [...]

Calenda attacca D'Alema: "fossi Zingaretti gli direi di andare a fare il vino"

Calenda attacca D'Alema: "fossi Zingaretti gli direi di andare a fare il vino"

A Carlo Calenda non sono piaciute le parole di D'Alema in un'intervista: "il dibattito sull'allargamento del Pd al centro è surreale, i moderati ci votano già""Fossi Zingaretti chiuderei questa roba una volta per tutte invitando pubblicamente D'Alema, che non è nel Pd, a occuparsi del vino (ottimo) che produce". Lo scrive Carlo Calenda su Twitter, a proposito delle parole di Massimo D'Alema sul Pd in una intervista in cui ha dichiarato: "Io anziché aprire il [...]

L'ultimo libro di Sergio Flamigni - Delitto Moro: la grande menzogna

L'ultimo libro di Sergio Flamigni - Delitto Moro: la grande menzogna

Sezioni comuniste Gramsci-Berlinguer per la ricostruzione del P.C.I. Carissime compagne e compagni la battaglia del compagno Sergio Flamigni continua. Una battaglia per la verità sul chi organizzò il colpo di Stato contro la Repubblica democratica italiana nata dalla lotta di Liberazione antifascista, che si concretizzò con il rapimento e l'uccisione di Aldo Moro e della sua scorta per impedire il Compromesso storico. Un golpe in perfetta linea con il Piano di [...]

QUASIMODO :IL NOBEL DEL TEMPO INFINITO.

QUASIMODO :IL NOBEL DEL TEMPO INFINITO.

Salvatore Quasimodo -Nobel per la Letteratura 1959 - Salvatore Quasimodo *muore a Napoli il 14 giugno 1968.Sono trascorsi 51 anni,eppure il grande poeta ermeticointellettuale compositore di liriche greche,di teatro rimanepresente nell'immagine di vita delle acque,del vento,della sera. Ed è subito seraOgnuno sta sul cuor della terra, trafitto da un raggio di sole: ed è subito sera.Salvatore Quasimodo. Il tempo..Il tempo è nel cuore della sera.La presenza del [...]

No grazie, non serve un Berlinguer a capo del Pd

No grazie, non serve un Berlinguer a capo del Pd

Molte delle difficoltà nel costruire un partito nuovo e libero dall’eredità comunista derivano proprio dall’incapacità di fare i conti con l’ombra dello storico segretario Sarà, come scriveva Vladimir Nabokov, che “nel proprio passato ci si sente sempre a casa”, fatto sta che il richiamo ai bei tempi andati, a quella mitica età dell’oro che la postmodernità e la globalizzazione ci avrebbero rubato, è diventato la principale caratteristica della [...]

L’intervento di Mattarella sullo scandalo toghe.

L’intervento di Mattarella sullo scandalo toghe.

Elezioni suppletive dei membri del Csm a ottobre. Niente scioglimento immediato. Prima vanno riformate le procedure. Intanto Zingaretti smarca il suo Pd dalle ombre su Lotti. Il punto La scossa del Colle sullo scandalo toghe. Dopo l’inchiesta sugli accordi per le nomine di alcune importantissime procure che ha travolto il Consiglio superiore della magistratura – e che vede coinvolto anche Luca Lotti del Partito democratico – il presidente [...]

Enrico Berlinguer, la sconfitta di un uomo perbene

Fonte: Il Fatto Quotidiano Politica | 7 Giugno 2019  Pierfranco Pellizzetti Sassari 25 maggio 1922, Padova 11 giugno 1984: l’arco temporale in cui si è svolta la parabola terrena di Enrico Berlinguer, grande capo dell’Eurocomunismo e icona di una politica a sinistra che ancora non aveva smarrito il proprio alto senso civile. La biografia di un predestinato, come ricordava l’abituale sarcasmo di Giancarlo Pajetta: “giovanissimo si iscrisse al Comitato [...]

35 anni fa - La strana morte di Enrico Berlinguer

35 anni fa - La strana morte di Enrico Berlinguer

  . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . . 35 anni fa - La strana morte di Enrico Berlinguer Enrico Berlinguer fu colui che lanciò la strategia del cosiddetto “compromesso storico”, ossia un accordo tra comunisti, socialisti e cattolici. Enrico Berlinguer (Sassari 1922, Padova 1984) è il noto uomo politico italiano. Dopo aver aderito nel 1943 al Partito comunista, diventò segretario della sezione giovanile di Sassari. Deputato dal 1968, in [...]

Renzi sfotte Landini e la Cgil.Sciopero generale.Ben svegliati.

Renzi sfotte Landini e la Cgil.Sciopero generale.Ben svegliati.

Matteo Renzi torna a far parlare di sè. E lo fa nel modo che gli è più consueto, sfottendo il sindacato e Maurizio Landini. Da sempre, l’ex premier, fautore della dottrina della disintermediazione e protagonista della  legge di riforma del mercato del lavoro della storia della Repubblica, il Jobs Act, ha usato il metodo del dileggio nel confronto con le organizzazioni sindacali. Famose le battute sul gettone nell’Iphone o le foto in bianco per dire che il [...]

Il Magistrato nemico delle mafie Nicola Gratteri: “Io ministro? Mi volevano, avrei fatto una rivoluzione... Ma Napolitano ha detto NO.

Il Magistrato nemico delle mafie Nicola Gratteri: “Io ministro? Mi volevano, avrei fatto una rivoluzione... Ma Napolitano ha detto NO.

      .   seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping   .   Il Magistrato nemico delle mafie Nicola Gratteri: “Io ministro? Mi volevano, avrei fatto una rivoluzione... Ma Napolitano ha detto NO.   “Un giorno, ero appena atterrato all’aeroporto, mi chiamò l’allora ministro Delrio. Mi disse di andare subito a Roma. Presi un aereo e lì incontrai Renzi”. Inizia così il racconto che il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri ha fatto al [...]

&id=HPN_Luciana+Castellina_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Luciana{{}}Castellina" alt="" style="display:none;"/> ?>