Madrigale

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Father
In rilievo

Father

Madrigale

La scheda: Madrigale

Il madrigale è una composizione musicale o lirica, in maggior parte per gruppi di 3-6 voci, originaria dell'Italia, e diffusa in particolare tra Rinascimento e Barocco.
L'origine della parola è a tutt'oggi discussa: se ne ipotizza l'etimologia dal latino volgare mandria-mandrialis in riferimento al contenuto rustico e pastorale, da matrix-matricalis, "di lingua materna, dialettale" o, nell'accezione proposta da Bruno Migliorini, "alla buona", dal Provenzale mandra gal, "canto pastorale" o ancora dallo spagnolo madrugada, "canto dell’alba", dal latino "materialis" opposto a "spiritualis" ovvero "cose materiali o grosse". Tutte queste saranno caratteristiche del madrigale musicale del '300. La forma originale del madrigale, assai praticata nel secolo XIV, era costituita da una successione di endecasillabi, di numero variabile da sei a quattordici, ripartiti in brevi strofette con vari incontri di rime e comunque sempre con una rima baciata finale.



Madrigale - Dove avevo la testa

Madrigale - Dove avevo la testa

Ora prendo un foglio e ti disegno, prendo un libro e ti romanzo, affitto un orizzonte e ti paesaggio, non è giusto lasciarti non detta, non ha senso tenerti sottintesa, è uno spreco assistere al tuo viso e non farne un dipinto da portare appeso al cuore, precipitare nei tuoi occhi e non raccontarli a tutti, conoscere la tua pelle e non dire a nessuno i brividi che sparge sulla mia, o il tuo odore e non dire a nessuno le fiabe che mi ricorda, non capisco come ho [...]

Madrigali per matricole

Madrigali per matricole Giuseppe Luisi - poeta dilettante -   La facoltà di chimica adesso va di moda, perché fa tanto snob studiar wisky and ….soda   Il laureato in chimica vorrebbe – che pretese ! – far sempre esperimenti col Silvana….. Manganese !   Silvana Pampanini - non voglio fare il critico – ha certo frequentato la facoltà di….fisico.     Castellammare del Golfo Scuola Media Anni '50  

Madrigali per matricole

Madrigali per matricole Giuseppe Luisi - poeta dilettante -           La facoltà di chimica adesso va di moda, perché fa tanto snob studiar wisky and ….soda   Il laureato in chimica vorrebbe – che pretese ! – far sempre esperimenti col Silvana….. Manganese !   Silvana Pampanini - non voglio fare il critico – ha certo frequentato la facoltà di….fisico.     Castellammare del Golfo Scuola Media Anni '50      Il motto dell'A.N.M.I.  :  Una [...]

Madrigale a Gina

Madrigale a Gina di Valerio Fontana             Pane amore e fantasia (son dieci anni o forse meno ?) ti lanciò, e t'aprì la via l'asinello di Staglieno.   In principio in pò sguaiata migliorasti (è naturale) eri già sofisticata nel girar : "La Provinciale".   Poi ci fu un leggero screzio ormai è cosa risaputa : nel salire sul "Trapezio" tu facesti una caduta.   E dicendo: "ingrato suolo le mie ossa non avrà" col marito e col figliolo raggiungesti [...]

Madrigali di Ottavio Rinuccini

MadrigaleEstratto dal codice 872 e 906 magliabecchiani.Dolcissimo sospiro,Ch' esci da quella bocca,Ove d' amore ogni dolcezza fiocca,Deh vieni a raddolcireL' amaro mio dolore.Ecco ch' io t' apro il core.Ma folle, a chi ridico il mio martire?Ad un sospiro errante,Che forse vola in seno ad altra amanteMadrigaleEstratto dal codice 872 e 906 magliabecchiani.Questa vita mortale,Che par sì bella, e quasi piuma al vento,Che la porta e la perde in un momento:E s' ella pur [...]

Madrigale di Vittoria Colonna

Madrigale Dal soverchio desio ... Dal soverchio desio nasce la tema E fa che l'alma in un gioisca e gema; Sente l'ardor che 'l miser core offende, Quando dal suo imperfetto Il sublime valor non si comprende. Ma poi che 'l lume irradia l'intelletto, Il mal fugge e la noia, E sol m'apporta gioia, E fa l'altezza del mio bel pensiero Il falso falso, e 'l ver più che mai vero. Vittoria Colonna (1490-1547)

Pietro Bembo Madrigali

Pietro Bembo (1470-1547) 1 Amor, perché m'insegni andare al foco, Dove 'l mio cor si strugge, Seguendo chi mi fugge, Pregando chi 'l mio duol si torna in gioco? Credea trovar ne l'amorosa tresca Più dolce ogni fatica: Ahi del mio ben nemica, Che 'l piacer manca e 'l tormento rinfresca. Donne, che non sentiste ancor d'Amore, Quanto beate sète; Se voi non v'accorgete, Mirate quanto è grave il mio dolore.   2 Amor, d'ogni mia pena io ti ringrazio, Sì dolce è 'l [...]

Ludovico Ariosto Madrigali

Ludovico Ariosto (1474-1533) 1 Se mai cortese fusti, Piangi, Amor, piangi meco i bei crin d'oro, Ch'altri pianti sì iusti unqua non fòro. Come vivace fronde Tòl da robusti rami aspra tempesta, Così le chiome bionde, Di che più volte hai la tua rete intesta, Tolt'ha necessità rigida e dura Da la più bella testa Che mai facessi o possa far Natura.   2 Quando bellezza, cortesia e valore Vostri o con gli occhi o col pensier contemplo, Madonna, io cerco e non vi [...]

Pietro Aretino Madrigali

Pietro Aretino (1492-1556) 1 Poi che il mondo no crede Che in me, d'amor mercede, ogni mal sia, E ogni ben ne la nimica mia, O empio re de le perdute genti, E tu dio degli dèi, Questa grazia vorrei: Ch'un togliesse a le fiamme, ai mostri e al gelo La più tormentata alma; E l'altro, la più alma Agli angeli del Cielo; E la mal nata stesse una ora meco, E la beata seco. Son certo che la rea a ognun direbbe, Fuggendo i miei lamenti: "Io ho del fallir mio minor [...]

Madrigali di G.B.Pigna

Giovan Battista Pigna (1529-1575) 1 Sì come il ciel s'ingemma Con le sue luci d'oro, Così dal bel tesoro Il ben di Dio qua scopre in una gemma. Quest'è quel prezioso neo gentile, Ch'amor dal suo focile Trasse da l'alto chiostro, E il saettò nel dolce viso vostro; E indi abbaglia e prende Ogni amator che gli occhi suoi vi stende.   2 Uscendo questa, che cotanto luce, A rischiarar omai la nostra luce, Vi fur d'intorno i pargoletti Amori Che le facelle accese, [...]

FOTO: Madrigale

Carlo Gesualdo principe di Venosa e signore di Gesualdo (Italia)

Carlo Gesualdo principe di Venosa e signore di Gesualdo (Italia)

madrigal per on amor

Madrigal per on amor    Musicata da C. Merli - U. Marino   Solitaria la luna stasera la scarliga in del ciel silenziosa. E in di sògn, la passion presonera, per amor la se scond vergognosa.   Melodii de ghitar e canzon cont i omber che lassen i stell, in del coeur me vann lì in d'on canton e per mì anca el brutt me par bell.   A cavall d 'ona scova la stria lee la vola desora a la stella che per sòrt la me spiana la via e l'amor per dispett me [...]

Le mani della Duchessa d'Aosta - Due madrigali di Umberto Saba

 Paolo Mieli, sul Corriere della Sera di martedì scorso, 15 settembre 2015, ha pubblicato un articolo dal titolo «Ebrei nemici degli ebrei», col quale recensisce il saggio di Roberto Curci «Via San Nicolò 30. Traditori e traditi nella Trieste nazista», che ricostruisce tradimenti e drammi durante la Shoah nella città della famigerata Risiera di San Sabba, e l’attività delatoria del triestino Mauro Grini, nonché le sconcertanti invettive antisemite del [...]

Orsina Cavalletta: Madrigali 4

Madrigali di Orsina Cavalletta 16. Se ben la vaga luce E del nome, e degli occhi a me risplende, Di voi mia scorta, e duce; Pur tutta siete gelo, Nè favilla d' Amor in voi discende. A me folgora il petto, Qual saetta del Cielo, Il vostro acceso lampo, E d'amoroso affetto In ogni parte avampo: Onde mi struggo, e sfaccio, Hor che sorge la fiamma anco dal ghiaccio. Poesie di Orsina Cavalletta (poetessa ferrarese morta nel 1592) tratte da "Rime di diversi celebri [...]

Orsina Cavalletta: Madrigali 3

Madrigali di Orsina Cavalletta 11. Ceda Signora al vostro bel candore La più lucente perla, Che d'Oriente le contrade imperla; Al crespo, e biondo crine, Del Sole i raggi ardenti; A le luci divine, I tanti occhi del Ciel chiari, e lucenti. Ma chi puo dire à pieno L'alte virtù, che nascondete in seno, Potrà anc'annoverare, Quante stelle habbia il Cielo, e pesci il mare. Poesie di Orsina Cavalletta (poetessa ferrarese morta nel 1592) tratte da "Rime di diversi [...]

Orsina Cavalletta: Madrigali 2

Madrigali di Orsina Cavalletta 6. Amor non fia già mai, Che salda nel mio core La bella immago scolpita non resti, Che di tua man vi festi; Nè più, benchè tu sia divin scultore, Di novella beltà l' intaglierai, Che ben sai tu, che Natura ha disdetto, Che stian due forme intere in un soggetto. Poesie di Orsina Cavalletta (poetessa ferrarese morta nel 1592) tratte da "Rime di diversi celebri poeti Dell'età nostra: nuovamente raccolte e poste in luce" In [...]

Orsina Cavalletta: Madrigali

Madrigali di Orsina Cavalletta 1. Sdegno la fiamma estinse, E rintuzzò lo strale, e sciolse il nodo, Che m'arse, e che mi punse, e che m'avinse. Nè di legame il core, Paventa, nè di piaga, nè d'ardore; Nè cura se baleni Perfida, ò s'hai quegli occhi tuoi sereni; Che lieto fuor de l'amoroso impaccio Sprezza l'incendio, e le quadrella, e 'l laccio.   2. Come rapisce il Cielo Maggior le stelle erranti Così rapisce i cor, bella Guarina, De' più superbi amanti, [...]

Madrigali per Laura Peverara

Madrigali per Laura Peverara 01. Da l’odorate spoglie Da l’odorate spoglie Sciogliete omai la mano Che il mio volere e disvoler mi toglie; E quell’arpa felice, A cui non si disdice Stringersi col bel petto D’Amor fido ricetto, Togliete e con l’usata leggiadrìa Fatene udir «Cara la vita mia». (Orsina Cavalletta) 02. Cara la vita mia Cara la vita mia, egli è pur vero Ch’altra fiamma d’amor non v’arse il petto In tanto tempo sì turbato e fiero, [...]

Tasso madrigali 11-15

Cinquanta madrigali inediti del Signor Torquato Tasso alla Granduchessa Bianca Cappello nei Medici Firenze, Tipografia di M. Ricci, Via Sant' Antonino, 9, 1871.  I Madrigali alla Serenissima Granduchessa di Toscana 11 A te benigno il Cielo, Adria, si gira  E nel tuo seno il mar senz'onda giace:  A te d'intorno tace  Il vento e dolce eterna aura sospira.  Il Sol, che in te meravigliando mira,  Da tuoi begl'occhi i suoi giammai non torse  Tra sé dicendo, [...]

Tasso madrigali 01-05

Cinquanta madrigali inediti del Signor Torquato Tasso alla Granduchessa Bianca Cappello nei Medici, Firenze, Tipografia di M. Ricci, Via Sant' Antonino, 9, 1871.  I Madrigali alla Serenissima Granduchessa di Toscana 1 Bianca e vermiglia Aurora, ch' i fior tra l' herba desti E rendi a sorvolar bramosi e presti Gl'augelli udendo il mormorar dell'ora. Sveglia benigna ancora E'nalza me che son gravoso e frale: Alto desìo d'onor m'impenna Tale, Ma senza il tuo bel [...]

MADRIGALE IN FUGA @ Museo Cappella San Severo, Napoli

martedì 17 dicembre, ore 19.00 Museo Cappella San Severo, Napoli   http://www.bottegadellearti.info/napoli/teatro/madrigale-fuga-museo-cappella-san-severo-napoli/

&id=HPN_Madrigale_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Madrigal" alt="" style="display:none;"/> ?>