Maria Rita Parsi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Francesca Cipriani
In rilievo

Francesca Cipriani

La scheda: Maria Rita Parsi

Maria Rita Parsi di Lodrone (Roma, 5 agosto 1947) è una scrittrice, psicologa e psicoterapeuta italiana. Divenne nota al grande pubblico alla fine degli anni settanta con la pubblicazione di Animazione in Borgata (Savelli, 1976) a cui fece seguito un libro di grande successo sugli adolescenti difficili: Lo scarico (Savelli, 1978) pubblicato l'anno successivo in Germania, col titolo di Abfall (Rowohlt, 1979) ed anche in Germania fu un grande successo. Negli anni novanta ci fu la pubblicazione del libro I quaderni delle bambine, una raccolta di testimonianze di casi di violenza. Collabora a molti quotidiani e periodici con rubriche settimanali ed ha partecipato a numerose trasmissioni televisive in qualità di esperta di psicologia e opinionista. Al suo attivo ha numerose pubblicazioni di tipo scientifico e divulgativo. Nel 1986 stata insignita del titolo di Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana.



deleted

deleted

deleted

deleted

EVENTI: Maria Rita Parsi

Nel 1992 ha dato vita all'Associazione Onlus "Movimento per, con e dei bambini", divenuta nel 2005 Fondazione "Movimento Bambino".

Nel 1986 stata insignita del titolo di Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana.

Dal 1995 ha curato rubriche di psicologia su riviste settimanali e mensili e scrive articoli per quotidiani nazionali (Il Messaggero, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione).

Giorgio Nardone - La terapia degli attacchi di panico

Video pubblicato il 07 ott 2016 da ordine psicologi Esistono tante realtà quante se ne possono inventare, parafrasando questo aforisma di Oscar Wilde, possiamo affermare per introdurci al tema di questo lavoro che esistono tante paure quante se ne possono inventare. La paura come patologia, infatti, è un mostro da noi inventato dal quale siamo poi spaventati e perseguitati, pertanto come non esistono limiti alla nostra fantasia non esistono limiti alla nostra [...]

Galimberti

Da "Scuola Oggi" Il “degrado dei nostri licei” secondo Galimberti di Maurizio Tiriticco Ho già avuto modo di polemizzare con Umberto Galimberti sui problemi dell’alternanza scuola/lavoro  e ora non posso fare a meno di intervenire una seconda volta a proposito del suo “Quando il modo di insegnare fa saltare il banco” (in Donna, supplemento de “la Repubblica” odierna). Nel sommario dell’articolo leggo testualmente: “Il degrado dei nostri licei [...]

IL LIBRO DELLA SETTIMANA : CORREGGIMI SE SBAGLIO di GIORGIO NARDONE

                                                 Buona domenica a tutti !!! E' piena estate, fa molto molto caldo e col caldo, si sa, è più facile sentirsi nervosi, meno tolleranti e più inclini alla lite... percio' questa settimana, per il mio rientro al Blog, ho pensato di consigliare un testo breve, chiaro e sintetico, di facile lettura anche sotto l'ombrellone, inerente proprio  le strategie di comunicazione per riuscire ad [...]

Umberto Galimberti: "la nostra società non è adatta a fare figli"

Umberto Galimberti: "la nostra società non è adatta a fare figli"

In un interessate articolo pubblicato da Wise Society, Umberto Galimberti affronta il tema della genitorialità nei nostri giorni. Umberto Galimberti: la nostra società ad alto tasso di psicopatia non è adatta a fare figli Se nei primi tre anni di vita i bambini non sono accuditi e ascoltati nel modo giusto rischiano di diventare degli analfabeti emotivi, privi di orientamento. A lanciare l'allarme è il professore di Filosofia della Storia all'Università [...]

Umberto Galimberti a Magenta il 14 Febbraio al Teatro Lirico ore 21.00

"Io sto pensando una cosa: filosofia viene tradotta sempre con amore per la saggezza. Ma non è così, è il contrario: non è amore per la saggezza, è saggezza dell'amore. E allora la figura dell'amore è innanzitutto intersoggettività, è scambio. Cioè la verità non deve emergere come un corpo dottrinale: questa è la sapienza, non è la filosofia. Deve nascere dal dialogo. Dal dialogo tra due persone. Dialogo con l'altro e soprattutto con quell'altro che è [...]

Un libro della teologa Adriana Zarri recensito da Umberto Galimberti -

Un libro della teologa Adriana Zarri recensito da Umberto Galimberti -

RISALIRE GLI ABISSI: AL DI LA' DEL DUALISMO PLATONICO, AL DI LA' DEL CATTOLICESIMO PAOLINO E COSTANTINIANO. "Pietà per il mondo, venga il nuovo sapere"(M. Serres," Distacco")UN INVITO A ESSERE "FEDELI ALLA TERRA": "QUASI UNA PREGHIERA".  Un libro della teologa Adriana Zarri recensito da Umberto Galimberti - con appunti  (...) da teologa ha anticipato il Concilio Vaticano II, e da voce libera e forte ha avuto il coraggio di ribaltare quella visione che il [...]

Umberto Galimberti: "I miti del nostro tempo"

Umberto Galimberti: "I miti del nostro tempo"

Umberto Galimberti: "I miti del nostro tempo" www.youtube.com Culto della giovinezza, idolatria dell'intelligenza, ossessione della crescita economica, tirannia della moda: sono alcuni dei miti di oggi che Umberto Galimberti passa in rassegna per smontarli e denunciarne la natura ingannevole, mostrando come i falsi miti del mondo in cui viviamo siano in realtà

U.Galimberti,L'arte e la sua capacità di anticipare i tempi

U.Galimberti,L'arte e la sua capacità di anticipare i tempi

24/11/10 L'arte e la sua capacità di anticipare i tempi Gli artisti spesso prevengono i tempi, sanno vedere più lontano grazie a quella gran dote che è l’immaginazione, la creatività. “Stanno arrivando” così annunciava un manifesto nelle strade di Roma nel mese di marzo. E in effetti tra il 21 e 29 marzo dello scorso anno giungevano a Roma i Trash Men. Una vera e propria invasione di 1000 uomini alti 1,80 realizzati con la compressione di materiali di [...]

U.Galimberti, La terapia delle idee

U.Galimberti, La terapia delle idee

http://pensareinunaltraluce.blogspot.com/ 05/09/10 La terapie delle idee "Le nostre sofferenze psichiche, i nostri disagi esistenziali dipendono sempre da conflitti interni, da traumi remoti, da coazioni a ripetere esperienze antiche e in noi consolidate come vuole la psicanalisi, o qualche volta, e magari il più delle volte, dipendono dalla nostra visione del mondo troppo angusta, troppo sclerotizzata, troppo irriflessa per consentirci da un lato di comprendere [...]

U.Galimberti, Così vivono i filosofi.

U.Galimberti, Così vivono i filosofi.

da LA REPUBBLICA Così vivono i filosofi. Il ‘900 con gli occhi dei pensatori di Umberto Galimberti - 23/06/2010 Il figlio di Heidegger che parla del padre, di Jünger e di Schmitt. Albert Hofmann che racconta come scoprì l´Lsd Raccolti in volume gli articoli e le interviste di Antonio Gnoli e Franco Volpi ai grandi testimoni del secolo Un intreccio fra la riflessione e l´esistenza. In primo piano gli studiosi che da sponde anche opposte hanno descritto il [...]

Le "furbate" di Umberto Galimberti

Ora, cominciamo dall'inizio. Magari, per capire bene dovreste leggere  da pagina 81 a pagina 83 questo libro http://snipurl.com/x4xcr Vedrete che per confutare René Girard si serve di un libro di Vincenzo Vitiello, condito, come fà sempre, con cospicue dosi di "condimento" nietzschiano per sottolineare il suo personale "dogma" che "Dio è morto" Ora, a parte il fatto che tra René Girard e Vincenzo Vitiello, come prestigio internazionale, c'è un'abisso. E anche [...]

Recensione Libraria: Umberto Galimberti - "L'ospite inquietante - Il Nichilismo e i giovani"

Recensione Libraria - Umberto Galimberti - "L'Ospite inquietante - Il Nichilismo e i giovani"    di Dagoberto Husayn Bellucci     "Nietzsche chiama il nichilismo "il più inquietante (unheimlich) fra tutti gli ospiti", perchè ciò che esso vuole è lo spaesamento (Heimatlosigkeit) come tale. Per questo non serve a niente metterlo alla porta, perchè ovunque, già da tempo e in modo invisibile, esso si aggira per la casa. Ciò che occorre è accorgersi di [...]

Elisa Subini, "L'ospite inquietante" di Galimberti

Elisa Subini, "L'ospite inquietante" di Galimberti

ELISA SUBINI, Centro Studi ASIA L’ospite inquietante Il nichilismo e i giovani  Umberto Galimberti   €12,00 2007, 180 pg. Feltrinelli , Serie Bianca  Interrogato sulle motivazioni che hanno guidato la stesura di questo testo, Galimberti risponde: “Ho scritto un libro sui giovani, perché i giovani, anche se non lo sanno, stanno male”. La sofferenza, allora, come punto di partenza. La sofferenza che chiede di essere guardata, analizzata, interrogata e, [...]

Gli equivoci dell'anima Umberto Galimberti

A questo punto il valore dell'agire, dell'operare, dello stesso lavorare non è nella mediazione dialettica dei soggetti che la razionalità del sistema vuole integrare, ma è nel grado di soddisfazione che questo agire consente; soddisfazione senza senso e senza scopo, perchè pura esecuzione di una volontà, da cui non si può prescindere perchè sostanzia l'essere umano. Nella comprensione dell'ineluttabilità dell'azione, del suo significato strumentale e [...]

Umberto Galimberti scrive su Halloween

Umberto Galimberti scrive su Halloween Repubblica 30.10.07 Una macabra celebrazione Quel mondo pagano finito nel cristianesimo di Umberto Galimberti Già nell'antichissimo rito delle popolazioni del Nord Europa troviamo la festa notturna dei morti che ritornano per spaventare i viviIl confronto fra la tradizione e la modernità, quando sono in gioco vita e morteMorti viventi che si aggirano per le contrade e vivi impauriti che si coprono il volto con maschere [...]

DE LEO PASQUALE 3

Solo la nostra Calabria è l’ultima a rispondere all’appello, sia perché ogni atto di libertà veniva domato nel sangue, sia perché l’idea Nazionale non era ancora matura nel petto dei Calabresi.                                                                 Sono rare le voci che si levano contro il Governo dei Borboni il quale, con tutti i mezzi, era riuscito a soffocare negli animi dei [...]

DE LEO PASQUALE 4

Infatti, dal processo di cui parlerò, ho potuto rilevare che il De Leo avrebbe avuto al suo seguito tutta la popolazione di San Procopio, qualora lo avesse voluto; ma – come ho detto – egli non voleva costringere nessuno a seguirlo, e ciò è pure provato dai fatti che vado narrando. Nel Maggio 1848 un centinaio di uomini armati provenienti da Reggio Calabria, e per la maggior parte Siciliani, percorrendo la via che da Reggio conduce sull’Aspromonte si [...]

DE LEO PASQUALE 5

munizioni necessari. Certo è che, tre giorni dopo, il Capitano alla testa di 19 o 20 individui, da lui armati, si è portato ai “Piani della Corona” col fine di unirsi all’esercito rivoluzionario. I prodi, allora, nella impossibilità di resistere ad un attacco che si sarebbe sicuramente concluso con la loro disfatta, abbandonarono a malincuore il campo e si dispersero attraverso la campagna. In quel momento di disordine e di fuga la casa del Capitano della [...]

DE LEO PASQUALE 6

Governo, e che con crudeltà sempre crescente infieriva contro i liberali. Quando il De Leo si accorse che sarebbe stato vano tentare ancora e quando vide che nessun sacrificio sarebbe riuscito a risollevare le sorti della loro causa, si consegnò sereno quanto mai alla Milizie Reali che erano state messe alla caccia del latitante. Il 24 Novembre 1852 compariva dinanzi alla GRAN CORTE CRIMINALE DELLA PRIMA CALABRIA gravato da una terribile accusa. Trascrivo [...]

&id=HPN_Maria+Rita+Parsi_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Maria{{}}Rita{{}}Parsi" alt="" style="display:none;"/> ?>