Mario Draghi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Guendalina Tavassi
In rilievo

Guendalina Tavassi

Mario Draghi

La scheda: Mario Draghi

Mario Draghi (Roma, 3 settembre 1947) è un economista, accademico, banchiere e dirigente pubblico italiano.
Formatosi in Italia, si è specializzato al MIT di Boston. Draghi, già professore universitario, negli anni novanta diventa alto funzionario del Ministero del Tesoro. Dopo un breve passaggio in Goldman Sachs, nel 2005 viene nominato Governatore della Banca d'Italia, prendendo il posto di Antonio Fazio. In qualità di Governatore della Banca d'Italia è stato membro del Consiglio Direttivo e del Consiglio Generale della Banca centrale europea e membro del Consiglio di Amministrazione della Banca dei Regolamenti Internazionali, ha ricoperto inoltre l'incarico di Presidente del Financial Stability Board. È stato Direttore esecutivo per l'Italia della Banca Mondiale e nella Banca Asiatica di Sviluppo. È membro del Gruppo dei Trenta.
Si definisce un liberal-socialista, una visione politica tipica di molte formazioni di centrosinistra moderato europeo, lontano quindi dagli estremismi sia di destra che di sinistra.
Nel 2011 succede a Jean-Claude Trichet nella carica di Presidente della Banca centrale europea.


Mario Draghi:
Mario Draghi al Forum economico mondiale nel 2013
3º Presidente della Banca centrale europea:
In carica:
Inizio mandato: 1º novembre 2011
Predecessore: Jean-Claude Trichet
Governatore della Banca d'Italia:
Durata mandato: 29 dicembre 2005 – 31 ottobre 2011
Predecessore: Antonio Fazio
Successore: Ignazio Visco
Direttore generale del Tesoro:
Durata mandato: 12 aprile 1991 – 23 novembre 2001
Predecessore: Mario Sarcinelli
Successore: Domenico Siniscalco
Presidente del Financial Stability Board:
Durata mandato: 2 aprile 2009 – 4 novembre 2011
Successore: Mark Carney
Dati generali:
Università: Università Sapienza di Roma, Massachusetts Institute of Technology
Firma:
Il 29 dicembre 2005 diventa il nono governatore della Banca d'Italia. Draghi viene chiamato a sostituire Antonio Fazio, costretto alle dimissioni in seguito allo scandalo di Bancopoli. A causa di questa vicenda la durata dell'incarico conferito a Draghi ha un mandato a termine di sei anni, rinnovabile una sola volta. Dopo la nomina a governatore della Banca d'Italia vendette le sue azioni Goldman Sachs e affidò il ricavato a un blind trust, un fondo di cui non controlla la gestione. Ha fatto confluire gli immobili di proprietà della famiglia nella società senza fini di lucro Serena: atto costitutivo del 17 novembre 2007, ne è socio amministratore con la moglie, le quote sono equamente suddivise, ma in nuda proprietà, tra i due figli.
Rinunciò all'assenso preventivo e vincolante della Banca d'Italia per le acquisizioni bancarie, e rese possibili fusioni bancarie di rilievo storico. Draghi rende subito chiaro la discontinuità con il predecessore Fazio. In un discorso del 2006 dichiara che non sarebbe mai intervenuto per influenzare operazioni di mercato, neanche laddove la legge gliene conferisse facoltà. Contestualmente invita il sistema bancario italiano a fusioni e aggregazioni per evitare, date le piccole dimensioni, di venire acquisite da istituti di credito stranieri. Contemporaneamente si batte per la revisione delle regole sui rapporti tra banche e imprese in due direzioni: l'innalzamento dei limiti alle partecipazioni che le banche possono detenere in gruppi industriali e alle partecipazioni nelle banche da parte di soggetti non finanziari. Nei diciassette mesi successivi hanno luogo fusioni eccellenti: Unicredit con Capitalia, Intesa con Sanpaolo IMI, Banca Popolare di Verona e Novara con il gruppo Banca Popolare di Lodi, Banche Popolari Unite con Banca Lombarda.
Sul fronte interno fu alle prese con un difficile piano di riassetto della Banca d'Italia.
Le sue annuali Considerazioni finali esortavano a: riduzione delle tasse, riduzione del debito pubblico, taglio delle spese correnti, aumento degli investimenti, riforma della previdenza (2007), freno all'inflazione, riforma del mercato del lavoro, riforma del risparmio gestito, abolizione del massimo scoperto (2008), sostegno ai redditi e agli ammortizzatori sociali, innalzamento dell'età pensionabile, sostegno alle imprese da parte delle banche (2009). Forte richiamo al dovere di modernizzare la scuola, contenuto specialmente nelle 23 considerazioni del 2007. Nel discorso del 2008 ha messo in evidenza lo scarto di produttività tra il Mezzogiorno e il Nord Italia. Non risparmiò critiche alla manovra finanziaria presentata dal governo Berlusconi nel 2008, entrando così in polemica con il ministro Tremonti.

Laurea a Draghi, collettivi in corteo

Laurea a Draghi, collettivi in corteo

(ANSA) – BOLOGNA, 22 FEB – Una cinquantina di attivisti dei collettivi Hobo e Cua, dopo essersi radunati in piazza Verdi, cuore della zona universitaria di Bologna sono partiti in corteo per contestare la laurea ad honorem in Giurisprudenza al presidente della Bce Mario Draghi. La cerimonia è nell’aula magna di Santa Lucia, circondata da misure di sicurezza importanti. Il gruppo, controllato dalla Digos, sfila dietro allo striscione con scritto “Tagli [...]

Laurea ad honorem per Draghi a Bologna

Laurea ad honorem per Draghi a Bologna

(ANSA) – BOLOGNA, 4 FEB – Il presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi riceverà il 22 febbraio la laurea ad honorem in Giurisprudenza dell’Università di Bologna. Alla cerimonia nell’aula magna di Santa Lucia saranno presenti il rettore Francesco Ubertini, il direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche Michele Caianiello e il professor Giovanni Luchetti che pronuncerà la ‘laudatio’. La proposta, spiega l’Alma Mater, si fonda sul [...]

EVENTI: Mario Draghi

Nel 2011 succede a Jean-Claude Trichet nella carica di Presidente della Banca centrale europea.

Nel 1977 consegue il PhD con la tesi intitolata Essays on Economic Theory and Applications sotto la supervisione dello stesso Modigliani e di Robert Solow.

Dal 1991 al 2001 è Direttore Generale del Ministero del Tesoro.

Nel 1991 presiede il comitato di gestione della SACE, avviandone la riforma dell'ente e gestendone la transizione da un passato che nella stagione di mani pulite ha visto indagini e arresti relativi a 'finanziamenti facili'.

Il 28 gennaio 2002 è stato nominato Vice Chairman e Managing Director di Goldman Sachs International per guidare le strategie europee dell'istituto dalla sede di Londra e, dal 2004 al 2005, membro del Comitato esecutivo del gruppo Goldman Sachs.

Il 31 dicembre 2012 è stato nominato uomo dell'anno dai quotidiani inglesi Financial Times e The Times, per aver ben gestito la crisi del debito sovrano europeo in un momento molto delicato come l'estate di quell'anno quando la crisi finanziaria stava per contagiare grandi economie, come la spagnola e l'italiana.

Nel 1971 entra al Massachusetts Institute of Technology su segnalazione di Franco Modigliani e ha come professore, fra gli altri, Stanley Fischer, futuro governatore della Bank of Israel.

Il 22 gennaio 2015 il presidente Mario Draghi lancia l'atteso Quantitative easing, con cui la Banca Centrale Europea acquista titoli di stato dei paesi dell'Eurozona per 60 miliardi di euro fino al settembre 2016.

Nel 1992, prima che in Italia avesse inizio la stagione delle privatizzazioni, incontra alti rappresentanti della comunità finanziaria internazionale sul panfilo HMY Britannia della regina d'Inghilterra Elisabetta II.

Nel 1983 diviene consigliere di Giovanni Goria, ministro del Tesoro nel Governo Craxi Tra il 1984 e il 1990 è Direttore Esecutivo della Banca Mondiale.

Il 29 dicembre 2005 diventa il nono governatore della Banca d'Italia.

Dal 1975 al 1981 è professore incaricato prima di Politica economica e finanziaria all'Università di Trento, poi di Macroeconomia all'Università di Padova e di Economia matematica all'Università di Venezia[senza fonte], quindi di Economia e politica monetaria e di Economia internazionale all'Università di Firenze ove, dal 1981 al 1991, è professore ordinario di Economia e politica monetaria.

Nel 2008, il Presidente emerito della Repubblica italiana, Francesco Cossiga, ricordando quest'episodio, respinse l'ipotesi di vederlo sostituire Romano Prodi a Palazzo Chigi.

Draghi, rischi al ribasso ma Bce pronta

Draghi, rischi al ribasso ma Bce pronta

(ANSA) – BRUXELLES, 28 GEN – “I rischi sulle prospettive economiche si sono mossi verso il ribasso” ma la Bce può usare di nuovo “altri strumenti nella cassetta” degli attrezzi se le cose andassero “molto male”. Così il presidente della Bce Mario Draghi al Parlamento Ue. “Grazie agli sforzi di tutti i cittadini Ue l’Eurozona è uscita dalla crisi”, con risultati “tangibili” come i 22 trimestri consecutivi di crescita e la [...]

Borsa: Europa fiacca in attesa Draghi

Borsa: Europa fiacca in attesa Draghi

(ANSA) – MILANO, 28 GEN – Le Borse europee si confermano deboli con lo Stoxx 600 che cede mezzo punto. A pesare sui listini sono da una parte lo stallo nei colloqui tra Usa e Cina sul commercio e, dall’altra, l’attesa della prima riunione mercoledì della Federal Reserve. “La Fed per il momento intende chiaramente sospendere l’inasprimento monetario, evitando di alzare i tassi in marzo, ma non è chiaro se sia solo un’interruzione temporanea o la [...]

Draghi, dobbiamo solo ringraziarlo noi italiani... è grazie a lui se siamo stati a galla in questi anni 10 di crisi.

Draghi, dobbiamo solo ringraziarlo noi italiani... è grazie a lui se siamo stati a galla in questi anni 10 di crisi.

Mario Draghi: "Normale che i politici europei ci critichino. Ed è normale che noi non ascoltiamo" Il governatore della Bce dopo la riunione del direttivo: "In Italia un leggero irrigidimento delle condizioni del credito ma senza contagio" Normale, anzi obbligatorio, che la BCE non ascolti i politici (art. 7-Indipendenza Statuto BCE); obbligatorio, invece, osservare il proprio Statuto (art. 2-Obiettivi statuto BCE). Il ruolo della BCE nelle cause della recessione [...]

Borsa Milano tiene dopo Draghi, vola Stm

Borsa Milano tiene dopo Draghi, vola Stm

(ANSA) – MILANO, 24 GEN – Piazza Affari leggermente più solida delle altre Borse europee dopo le indicazioni della Bce e, soprattutto, del suo presidente Mario Draghi: l’indice Ftse Mib ha chiuso in aumento dello 0,85% a 19.564 punti, l’Ftse All share in rialzo dello 0,81% a quota 21.516. Tra i titoli principali a Milano gran corsa di Stm, cresciuta del 10% finale a 13,7 euro: a spingere il produttore franco-italiano di semiconduttori e fornitore di chip [...]

Draghi avverte: segnali dall'economia più deboli del previsto

Draghi avverte: segnali dall'economia più deboli del previsto

Milano (askanews) - "I segnali che ci arrivano hanno continuato ad essere più deboli del previsto". L'avvertimento è arrivato dal presidente della Bce Mario Draghi, nella conferenza stampa al termine del Consiglio direttivo. Draghi ha aggiunto che "la persistenza dell'incertezza, in particolare su fattori geopolitici e sul rischio di protezionismo commerciale, pesano sul clima". Un clima che per ora non fa cambiare rotta alla Banca centrale europea che ha [...]

Borsa: Europa nervosa con Bce e Draghi

Borsa: Europa nervosa con Bce e Draghi

(ANSA) – MILANO, 24 GEN – Mercati azionari del Vecchio continente in peggioramento con le decisioni della Bce e, soprattutto, il discorso del suo presidente Mario Draghi: Piazza Affari – che cresceva circa di un punto percentuale – sale di un modesto 0,2% con Parigi, mentre Francoforte ondeggia sulla parità e Londra cede lo 0,4%. A Milano, sempre sugli scudi Stm (+8%), con Azimut che sale del 6%. Molto bene anche la Juventus (+3,4%), con Tim che recupera [...]

Draghi, prospettive ribasso per Eurozona

Draghi, prospettive ribasso per Eurozona

(ANSA) – ROMA, 24 GEN – “I rischi per le prospettive” economiche dell’Eurozona “si sono mossi verso il basso”. Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, citando fra i fattori di rischio il protezionismo, gli senari geopolitici, i Paesi emergenti e la vulnerabilità dei mercati finanziari.”La minaccia del protezionismo sta pesando sulla fiducia economica”. ha detto il presidente della Bce. “E’ ancora necessario un significativo [...]

Draghi: 'Economia più debole del previsto, stimolo serve'

Draghi: 'Economia più debole del previsto, stimolo serve'

“A dicembre abbiamo deciso di mettere fine” al Qe, “fiduciosi che la convergenza dell’inflazione verso l’obiettivo sarebbe progredita”. Allo stesso tempo “i recenti sviluppi economici sono stati più deboli dell’atteso e le incertezze soprattutto globali restano prominenti. Quindi non c’è spazio per il compiacimento” e uno stimolo “significativo è ancora necessario”. Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi al Parlamento Ue. [...]

FOTO: Mario Draghi

Il cortile interno del Palazzo delle Finanze, sede storica del Ministero del Tesoro italiano

Il cortile interno del Palazzo delle Finanze, sede storica del Ministero del Tesoro italiano

Antonio Fazio, predecessore di Draghi, è stato costretto alle dimissioni per il coinvolgimento nello scandalo di Bancopoli

Antonio Fazio, predecessore di Draghi, è stato costretto alle dimissioni per il coinvolgimento nello scandalo di Bancopoli

La sede della Banca d'Italia a Palazzo Koch in via Nazionale a Roma

La sede della Banca d'Italia a Palazzo Koch in via Nazionale a Roma

Mario Draghi al Forum Economico Mondiale nel 2012

Mario Draghi al Forum Economico Mondiale nel 2012

Draghi, economia più debole previsto

Draghi, economia più debole previsto

(ANSA) – BRUXELLES, 15 GEN – “A dicembre abbiamo deciso di mettere fine” al Qe, “fiduciosi che la convergenza dell’inflazione verso l’obiettivo sarebbe progredita”. Allo stesso tempo “i recenti sviluppi economici sono stati più deboli dell’atteso e le incertezze soprattutto globali restano prominenti. Quindi non c’è spazio per il compiacimento” e uno stimolo “significativo è ancora necessario”. Lo ha detto il presidente della Bce [...]

Draghi attacca il sovranismo

Draghi attacca il sovranismo

“Mi sento più orgoglioso di essere italiano”. Così Mario Draghi, presidente della Bce, all’inizio del suo discorso in occasione del conferimento di un PhD honoris causa in Economics da parte del Sant’Anna di Pisa. Draghi si riferiva all’intervento (“parole molto belle”) di un rappresentante degli studenti, sulle sfide e le difficoltà e il senso di smarrimento nella crisi. “Quello che posso dire è di avere coraggio, perché senza il coraggio [...]

Draghi,dilaga fascino regimi illiberali

Draghi,dilaga fascino regimi illiberali

(ANSA) – ROMA, 15 DIC – “Nel resto del mondo il fascino di ricette e regimi illiberali si diffonde, a piccoli passi si rientra nella storia. E’ per questo che il nostro progetto europeo è oggi ancora più importante. E’ solo continuandone il progresso, liberandosi le energie individuali ma anche privilegiando l’ equità sociale che lo salveremo attraverso le nostre democrazie ma nell’unità di intenti”. Così il presidente della Bce, Mario [...]

Draghi,orgoglioso di essere italiano

Draghi,orgoglioso di essere italiano

(ANSA) – PISA, 15 DIC – “Mi sento più orgoglioso di essere italiano”. Così Mario Draghi, presidente della Bce, all’inizio del suo discorso in occasione del conferimento di un PhD honoris causa da parte del Sant’Anna di Pisa. Draghi si riferiva all’intervento (“parole molto belle”) di un rappresentante degli studenti, sulle sfide e le difficoltà e il senso di smarrimento nella crisi. “Quello che posso dire è di avere coraggio, perché [...]

Borsa: Europa immobile dopo Draghi

Borsa: Europa immobile dopo Draghi

(ANSA) – MILANO, 13 DIC – Non si muovono le principali borse europee dopo le parole del presidente della Bce Mario Draghi che, dopo il taglio alle stime sul Pil dell’Eurozona ha parlato di riflessioni in senso alla Banca Centrale su possibili nuove aste di liquidità. Milano (Ftse Mib +0,8%) lima il rialzo dietro a Madrid (+1%). Deboli Londra (-0,22%) e Parigi (-0,13%), poco mossa Francoforte (+0,13%). Tra i titoli in evidenza si segnala il colosso dei [...]

Draghi, fiducioso in accordo Italia-Ue

Draghi, fiducioso in accordo Italia-Ue

(ANSA) – BRUXELLES, 26 NOV – Sull’Italia “dico solo che al momento c’è un dialogo, sono sempre stato fiducioso che un accordo può essere raggiunto. Ho detto molte volte che i Paesi ad alto debito devono abbassarlo, perché riducendolo si rafforzano. Ma non aggiungo altro”: lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi al Parlamento Ue rispondendo a una domanda di un eurodeputato sull’Italia.

Borsa: Milano di buon passo con Draghi

Borsa: Milano di buon passo con Draghi

(ANSA) – MILANO, 26 NOV – La Borsa di Milano resta in netto positivo (+2,5%) mentre il presidente della Bce Mario Draghi interviene all’europarlamento, anche in scia all’esordio in rialzo degli scambi di Wall Street. Piazza Affari resta la migliore tra le altre piazze europee, tutte con segno più: Londra e Parigi +0,8%, Francoforte +1,3%, Madrid +1,5%. Il differenziale tra Btd e Bund è a 291, col rendimento del decennale italiano a 3,2%. A spingere i [...]

Borsa: Europa tonica attende Draghi

Borsa: Europa tonica attende Draghi

(ANSA) – MILANO, 26 NOV – Borse europee toniche con gli investitori che tirano un sospiro di sollievo con l’apertura del governo italiano all’Ue sul tema della manovra. I mercati ora attendono l’intervento del presidente della Bce Mario Draghi. In rialzo l’euro sul dollaro a 1,1375 a Londra. L’indice d’area stoxx 600 guadagna l’1,2%. Avanza Parigi (+1,4%), Francoforte e Londra (+1,2%), Madrid (+1,6%). Nel Vecchio continente in forte rialzo il [...]

Nuovo monito di Draghi, lo spread sale per la sfida all'Ue

Nuovo monito di Draghi, lo spread sale per la sfida all'Ue

Il presidente della Banca centrale europea, mario Draghi, avverte nuovamente i paesi “ad alto debito”: non devono aumentarlo ulteriormente, e lo spread in alcuni Paesi – riferimento implicito all’Italia – riflette lo sfida alle regole di bilancio comuni. “La mancanza di consolidamento fiscale nei Paesi ad alto debito aumenta la loro vulnerabilità agli shock, che siano auto-prodotti mettendo in forse le regoledell’Unione monetaria, o importati [...]

Salvini,Draghi si è impegnato per Italia

Salvini,Draghi si è impegnato per Italia

(ANSA) – ROMA, 16 NOV – “Draghi si è impegnato per l’Italia, gli italiani e i loro risparmi. Burocrate? Ce ne sono di peggiori. Lui ha fatto il suo”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, durante la registrazione del programma ‘Nemo’, su Raidue, negli studi di Cinecittà a Roma.

&id=HPN_Mario+Draghi_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Mario{{}}Draghi" alt="" style="display:none;"/> ?>