Massimo Ranieri

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Francesca Cipriani
In rilievo

Francesca Cipriani

Massimo Ranieri

La scheda: Massimo Ranieri

Massimo Ranieri, pseudonimo di Giovanni Calone (Napoli, 3 maggio 1951), è un cantante, attore, personaggio televisivo, regista teatrale e showman italiano.
Principalmente è attore di teatro e cantante di musica leggera, ma si è prodotto per un certo periodo anche nel cinema, come attore protagonista con pochi ruoli, e occasionalmente nel doppiaggio. Con più di quattordici milioni di dischi venduti, è tra gli artisti italiani che hanno venduto il maggior numero di dischi nel mondo. Durante la sua carriera ha pubblicato 31 album, 23 in studio, 4 live e 4 raccolte e 36 singoli.



Massimo Ranieri:
Massimo Ranieri nel 2007
Nazionalità:  Italia
Genere: Musica leggera Canzone napoletana Pop Piano rock
Periodo di attività: 1964 – in attività
Etichetta: Zeus, CGD, WEA Italiana, Edel Music
Album pubblicati: 31 (36 singoli)
Studio: 23
Live: 4
Raccolte: 4
La Sciantosa, regia di Alfredo Giannetti (1971)
Tutto Esaurito (1973)
Una città in fondo alla strada, regia di Mauro Severino (1975)
Massimo Ranieri quasi un autoritratto (1978)
Storie della camorra, regia di Paolo Gazzara (1978)
In memoria di una signora amica, regia di Mario Pagano (1978)
La vela incantata, regia di Gianfranco Mingozzi (1982)
I ragazzi di celluloide, regia di Sergio Sollima (1983)
Legati da tenera amicizia, regia di Alfredo Giannetti (1984)
All'ombra della grande quercia, regia di Alfredo Giannetti (1984)
Atto d'amore, regia di Alfredo Giannetti (1985)
Lo scialo, regia di Franco Rossi (1987)
L'ombra nera del Vesuvio, regia di Steno (1987)
Fantastico-Cinema, regia di Furio Angiolella (1989)
Il ricatto, regia di Tonino Valerii (1989)
La casa dove abitava Corinne, regia di Maurizio Lucidi (1997)
Il prezzo del denaro, regia di Maurizio Lucidi (1997)
Angelo nero, regia di Roberto Rocco (1998)
Ama il tuo nemico, regia di Damiano Damiani (1999)
Un bacio nel buio, regia di Roberto Rocco (1999)
Io ti salverò, regia di Mario Caiano (2002)
Storia di guerra e di amicizia, regia di Fabrizio Costa (2002)
Camera Cafè, regia di Fabrizio Gasparetto (2005)
Senza via d'uscita - Un amore spezzato, regia di Giorgio Serafini (2007)
Filumena Marturano, regia di Franza Di Rosa (2010)
Napoli Milionaria, regia di Franza Di Rosa (2011)
Questi fantasmi!, regia di Franza Di Rosa (2011)
Sabato, domenica e lunedì, regia di Massimo Ranieri (2012)

Il tour a teatro di Massimo Ranieri

Il tour a teatro di Massimo Ranieri

Il tour di Massimo Ranieri ripercorre i successi della sua lunghissima carriera.

Massimo Ranieri canta Rossini a Pesaro

Massimo Ranieri canta Rossini a Pesaro

(ANSA) – PESARO, 17 AGO – Massimo Ranieri canta Rossini a Pesaro. Il poliedrico artista napoletano sarà tra gli interpreti di Cabaret Rossini che domani sera debutta all’Auditorium Pedrotti nell’ambito del Rossini Opera Festival del 150/o annivesario della morte del compositore, portandone in scena alcuni brani dei Péchés de vieillesse (Peccati di vecchiaia) scritti tra il 1857 e il 1868. Completano la compagnia di canto Anna Bonitatibus, Sofia [...]

EVENTI: Massimo Ranieri

Nel 1974 per la regia teatrale di Mauro Bolognini registra al Teatro Valle di Roma uno spettacolo ripreso dalla televisione e da cui incide dal vivo l'album Napulammore.

Nel 1975 è protagonista di "Salvo D'Acquisto" per la regia di Romolo Guerrieri accanto ad Enrico Maria Salerno e Lina Polito.

Nel 1999 dall'omonima commedia musicale teatrale esce il doppio album Hollywood ritratto di un divo.

Nel 1973 partecipa nuovamente all'Eurofestival con Chi sarà con te che verrà incisa anche in spagnolo.

Nel 1970 partecipa alla Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia con Sogno d'amore, al Cantagiro 1970 con Le braccia dell'amore e a Canzonissima con Sogno d'amore, Aranjuez Mon Amour e Vent'anni, con cui si classifica al primo posto e che diventa (con l'aggiunta dei puntini di sospensione) il titolo del suo nuovo album.

Nel 1971 ritorna a Canzonissima dove presenta prima Adagio veneziano (sulla musica del film Anonimo veneziano), poi Io e te (tema d'amore del film Metello) infine Via del Conservatorio, brano con cui arriva in finale e si posiziona al secondo posto.

Nel 1993 Interpreta con la regia di Maurizio Scaparro lo spettacolo teatrale "Teatro Excelsior" con musiche originali di Antonio Sinagra.

Nel 1992 partecipa di nuovo al Festival di Sanremo con il brano Ti penso che sarà inserito nell'omonimo album, classificandosi al quinto posto.

Nel 2001 Oggi o dimane, nel 2003 Nun è acqua (riproposte nel 2004 nel doppio cd Ranieri canta Napoli) e nel 2005 Accussì grande, una trilogia dei grandi classici napoletani che lo consacreranno definitivamente nella storia della canzone italiana.

Nel 2008 è regista del remake teatrale del film Poveri ma belli, prodotto dal teatro Sistina e Titanus con Bianca Guaccero, Michele Carfora, Antonello Angiolillo, Emy Bergamo, Francesca Colapietro, Maurizio Semeraro, Rhuna Barduagni, Daniele Arceri, Roberto D'urso, Nello Torlo, Davide Marrone, Matteo Pastore, Samuele Cavallo, Daniela Rapisarda, Azzurra Tassa, Eliana Tumminelli, Mara Mazzei.

Nel 1997 ritorna nuovamente alla manifestazione con una canzone scritta da Gianni Togni Ti parlerò d'amore che anticipa la realizzazione dell'album Canzoni in corso che raccoglie brani di famosi cantautori italiani.

Nel 1978 registra l'album dedicato all'Odissea, La faccia del mare (arrangiamenti di Victor Bach).

Nel febbraio del 2007 esce il suo primo libro "Mia madre non voleva (autobiografia di Giovanni Calone, che sarei io)" per le edizioni Rizzoli.

Nel 1996 interpreta Quasimodo per il film d'animazione Il gobbo di Notre Dame doppiandolo.

Nel 1979 è la volta del film La patata bollente con Renato Pozzetto ed Edwige Fenech.

Nel 2006 Canto perché non so nuotare da 40 anni, il doppio album che festeggia i 40 anni di carriera, in uno sono raccolti i brani che lo hanno reso famoso e nell'altro le più belle canzoni d'autore degli ultimi decenni.

Nel 1995 è nuovamente al Festival con una canzone fuori dal suo repertorio tradizionale La vestaglia, che precede di poco l'uscita dell'album Ranieri.

Nel 1976 incide l'album Meditazione con gli arrangiamenti di Eumir Deodato che contiene brani del repertorio classico.

Nel 1977 realizza la prosa "Il Valzer dei cani" di Andreev, per la regia di Giuseppe Patroni Griffi con Romolo Valli.

Nel 2010 ritorna in una sala registrazione, incidendo così due nuovi singoli (scritti da Carlo Mazzoni) inserendoli nel doppio CD con DVD "Massimo Ranieri LIVE Dallo stadio Olimpico di Roma": "Tutte le mie leggerezze" e "Ho bisogno di te"Il 17 agosto 2010 riceve a Lamezia Terme il "Riccio d'Argento" di Fatti di Musica 2010, 24º edizione della rassegna del Miglior Live Italiano diretta da Ruggero Pegna per il "Miglior Live d'Autore dell'anno": "Canto perché non so nuotare da 40 anni!" per aver superato un milione di spettatori in cinquecento repliche.

Nel 1988 il ritorno in grande stile con la partecipazione a Sanremo dove vince con il brano Perdere l'amore, esce l'album che prende il nome dal successo sanremese ed un altro tratto dalla commedia musicale Rinaldo in campo.

Nel 1987 ne "Lo scialo", tratto dal romanzo di Vasco Pratolini, è diretto da Franco Rossi con Eleonora Giorgi e Marisa Berenson.

Nel 1989 invece, dopo la vittoria a Sanremo incide l'album Un giorno bellissimo dove interpreta la canzone omonima, sigla di "Fantastico", che lo vede in veste di conduttore.

Nel 1980 incontra il "Grande Maestro" Giorgio Strehler, al quale seguirà una tournée europea, lo spettacolo "L'anima buona di Sezuan" di Bertold Brecht per la regia di Strehler con Andrea Johansson, Renato De Carmine.

Nel 1969 si ripresenta a Sanremo con Quando l'amore diventa poesia in coppia con Orietta Berti e di nuovo al Cantagiro con Rose rosse, canzone che viene riciclata dalla CGD come lato B di Il mio amore resta sempre Teresa e che rimane per 13 settimane in classifica giungendo al secondo posto ed al sesto fra i dischi più venduti del 1969: al Festival di Sanremo ritornerà solo diciannove anni dopo.

Nel dicembre del 2016 esce "Malìa, parte seconda" accompagnato dal medesimo staff del precedente capitolo.

Nel 1982 costruisce per la regia di Gianfranco Mingozzi il film in due puntate "La vela incantata" con Monica Guerritore.

Nel 1981 incide un'altra antologia di classici napoletani Passa lu tempo e lo munno s'avota.

Nel 1984 è la volta di vanità dove interpreta brani del repertorio napoletano ripresi durante l'omonima trasmissione televisiva.

Il 30 aprile 2013 esegue, al Teatro Colosseo di Torino, la 700ª replica del suo spettacolo Canto perché non so nuotare da 40 anni.

Nel maggio del 2013 pubblica il live Sogno e son desto registrato durante l'ultimo tour con una scaletta ricca di omaggi a grandi cantautori.

Il 28 agosto 2013 mentre si trova a Celano per il tour estivo del suo spettacolo Canto perché non so nuotare, in scena sabato 31 agosto, viene operato d'urgenza per un fastidioso problema intestinale.

Nel 1983 debutta come funambolo e giocoliere nel musical "Barnum" scritto da Mark Bramble per la regia di Buddy Schwab ed Ennio Coltorti, con musiche di Cy Coleman e i testi italiani delle canzoni di Carla Vistarini, al fianco di Ottavia Piccolo.

Nel 1966 avviene la svolta: il pianista Enrico Polito, dopo averlo ascoltato, gli propone un contratto discografico con la CGD, che lo fa debuttare a 15 anni, dapprima con lo pseudonimo Ranieri (nome scelto in quanto già noto alla memoria della gente per il richiamo al principe Ranieri III di Monaco) a cui, dopo le prime incisioni, viene aggiunto Massimo.

Nel 2012 ha partecipato con Gianni Morandi al programma televisivo “Avevo un cuore che ti amava tanto“ trasmesso su Rai 1 in memoria di Mino Reitano, interpretando canzoni portate al successo dal cantante scomparso.

Il 25 dicembre 2012 su Rai 1, partecipa al Concerto di Natale ad Assisi diretto dal Maestro Premio Oscar Ennio Morricone, e interpreta Tu scendi dalle stelle nella versione intima napoletana e Quanno nascette ninno di Alfonso Maria de' Liguori.

Nel 1986 incontra il grande regista Maurizio Scaparro e realizza lo spettacolo teatrale "Varietà".

Nel 1967 vince il Cantagiro nel girone B dedicato alle giovani promesse con Pietà per chi ti ama.

Il 9 maggio 2015 è ospite al programma di Canale 5 Amici condotto da Maria De Filippi.

Nel 1985 ancora cinema con "Atto d'amore" e "Nata d'amore".

I mille volti di Massimo Ranieri

I mille volti di Massimo Ranieri

Gli inizi, i successi, le influenze musicali e artistiche: Massimo Ranieri si racconta.

Ranieri al Massimo: "Vi racconto la Magnani, il Barnum, la boxe, e al cinema mi trasformo in Riccardo III dark"

Ranieri al Massimo: "Vi racconto la Magnani, il Barnum, la boxe, e al cinema mi trasformo in Riccardo III dark"

La grandezza di Massimo Ranieri sta nella sua pagina su Wikipedia: scopri lì che è forse l'unico a poter vantare un David di Donatello come miglior attore (Metello, 1970), ma anche due Canzonissime, i Cantagiro, Sanremo 1988, premio Tenco e uno dei signori del biglietto d'oro dei teatri italiani. Una grandezza da trasformista. Coraggioso: non accetta di fare il monumento di se stesso. Ed eccolo, improvvisamente, mentre prepara un recital jazz (a Natale al Quirino [...]

Massimo Ranieri al grande schermo

Massimo Ranieri al grande schermo

Un'artista in grado di suscitare emozioni e commozioni, sia in teatro che al cinema con: "Riccardo va all'inferno".

Massimo Ranieri e i sogni giovanili

Massimo Ranieri e i sogni giovanili

"Fare l'attore non era nei miei programmi" dice l'artista e poi ricorda Anna Magnani.

L'istrione Massimo Ranieri

L'istrione Massimo Ranieri

Un ragazzo prodigio amato da più generzioni: dalla sua infanzia alla scoperta del suo talento inarrestabile.

Massimo Ranieri

Massimo Ranieri

Una delle icone della musica e del teatro italiano racconta la storia della sua famiglia.

A "Verissimo" Massimo Ranieri e i fratelli Rodriguez eliminati dal GF Vip

A "Verissimo" Massimo Ranieri e i fratelli Rodriguez eliminati dal GF Vip

Sabato 25 novembre su Canale 5, alle ore 16.00, appuntamento con Verissimo, condotto da Silvia Toffanin. Ospite, per la prima volta, un vero istrione del cinema e del teatro italiano: Massimo Ranieri. L’attore racconterà la sua incredibile carriera e presenterà il film musicale “Riccardo va all’inferno”, diretto da Roberta Torre, al cinema dal 30 novembre. Cinquant’anni appena compiuti e una vita passata tra radio e tv: Silvia Toffanin incontra [...]

A "Verissimo" Massimo Ranieri e i fratelli Rodriguez eliminati dal GF Vip

A "Verissimo" Massimo Ranieri e i fratelli Rodriguez eliminati dal GF Vip

Sabato 25 novembre su Canale 5, alle ore 16.00, appuntamento con Verissimo, condotto da Silvia Toffanin. Ospite, per la prima volta, un vero istrione del cinema e del teatro italiano: Massimo Ranieri. L’attore racconterà la sua incredibile carriera e presenterà il film musicale “Riccardo va all’inferno”, diretto da Roberta Torre, al cinema dal 30 novembre. Cinquant’anni appena compiuti e una vita passata tra radio e tv: Silvia Toffanin incontra [...]

FOTO: Massimo Ranieri

Un giovanissimo Massimo Ranieri

Un giovanissimo Massimo Ranieri

Massimo Ranieri in una scena del film Metello (1970)

Massimo Ranieri in una scena del film Metello (1970)

Massimo Ranieri nel film Il carabiniere (1981)

Massimo Ranieri nel film Il carabiniere (1981)

Massimo Ranieri a Taormina nel 2009

Massimo Ranieri a Taormina nel 2009

L'irrefrenabile Massimo Ranieri

L'irrefrenabile Massimo Ranieri

L'intervista ad un grande artista della musica italiana.

Tiziano Ferro e' figlio di Massimo Ranieri?

Tiziano Ferro e' figlio di Massimo Ranieri?

Allora.... arcata sopracciliare, taglio occhi, attacco naso e forma dello stesso, rughe intorno alla bocca, ovale viso, stacco capelli, orecchie ..... guardate particolare per particolare , praticamente sovrapponibili....... Sono identici .... non posso crederci. Ma no che non lo è!!!!

3 Maggio, auguri a Massimo Ranieri. Ecco Le date del Tour

3 Maggio, auguri a Massimo Ranieri. Ecco Le date del Tour

Massimo Ranieri torna a teatro. Il palcoscenico è ormai diventato una sua seconda casa. Da anni porta instancabilmente in scena i suoi show. Da oggi tra l’altro calca un palco che già gli ha dato tante soddisfazioni. Stiamo parlando del Teatro Sistina. Presenterà ancora una volta il suo spettacolo musicale di grandissimo successo. Da mercoledì 3 maggio fino al 7 sarà presentato al grande pubblico “Sogno … o son desto” scritto con Gualtiero Peirce. Il [...]

Massimo Ranieri canta la macchietta Tutti vogliono gaga'

https://www.youtube.com/watch?v=EyjfROyLdgI

Lutto per Massimo Ranieri

Lutto per Massimo Ranieri

Lutto per Massimo Ranieri, è morta la mamma, aveva 92 anni, nei giorni scorsi aveva cancellato le repliche del suo ultimo spettacolo «Teatro del porto», per stare vicino alla madre in fin di vita. Le era affezionatissimo, una volta la volle come ospite in tv al suo spettacolo televisivo:«Siamo tutti invitati: citofonare Calone», in una puntata su Rai uno al suo fianco. La madre fiera di suo figlio raccontò volentieri la storia della sua famiglia, Massimo [...]

Massimo Ranieri: vita, canzoni, amori

Massimo Ranieri: vita, canzoni, amori

Lutto per Massimo Ranieri, è morta la mamma Giuseppina

Lutto per Massimo Ranieri, è morta la mamma Giuseppina

Massimo Ranieri colpito da un grave lutto: è morta la mamma Giuseppina Calone. La donna aveva 92 anni ed era malata da tempo. Il cantante negli ultimi giorni aveva cancellato le repliche napoletane del suo ultimo spettacolo, Teatro del porto, per starle vicino. Ranieri era molto legato alla madre, l'aveva voluta al suo fianco anche in televisione per una puntata del programma, Siamo tutti invitati: citofonare Calone. In una autobiografia lo showman napoletano [...]

Massimo Ranieri: vita, canzoni, amori

Massimo Ranieri: vita, canzoni, amori

Lutto per Massimo Ranieri, è morta la mamma Giuseppina

Lutto per Massimo Ranieri, è morta la mamma Giuseppina

Massimo Ranieri colpito da un grave lutto: è morta la mamma Giuseppina Calone. La donna aveva 92 anni ed era malata da tempo. Il cantante negli ultimi giorni aveva cancellato le repliche napoletane del suo ultimo spettacolo, Teatro del porto, per starle vicino. Ranieri era molto legato alla madre, l'aveva voluta al suo fianco anche in televisione per una puntata del programma, Siamo tutti invitati: citofonare Calone. In una autobiografia lo showman napoletano [...]

Massimo Ranieri, morta la mamma. Addio a Giuseppina, aveva 92 anni

Massimo Ranieri, morta la mamma. Addio a Giuseppina, aveva 92 anni

È morta ieri notte, Giuseppina Calone, la madre di Massimo Ranieri, malata da tempo: aveva 92 anni. Nei giorni scorsi il cantattore napoletano aveva cancellato le repliche napoletane del suo ultimo spettacolo, «Teatro del porto», proprio per starle vicino: le era affezionatissimo, una volta la aveva voluta anche al suo fianco in tv, in una puntata del suo show su Raiuno «Siamo tutti invitati: citofonare Calone». Fiera del figlio, la signora, racconta [...]

&id=HPN_Massimo+Ranieri_http{{{}}}cnt*virgilio*it{}VCINART{{}}100985" alt="" style="display:none;"/> ?>