Mexican Drug War

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Summer
In rilievo

Summer

Guerra messicana della droga

La scheda: Guerra messicana della droga

Esercito messicano
Marina messicana
Aeronautica messicana
Polizia federale messicana
Polizia municipale messicana
Cartello di Sinaloa
Cartello del Golfo
Cartello di Juárez
Cartello di Tijuana
Los Zetas
La Familia Michoacana
Cartello di Beltrán-Leyva
Los Negros
Felipe Calderón
Mariano Francisco Saynez Mendoza
Guillermo Galván Galván
Sergio Aponte Polito
Joaquín Guzmán Loera
Ismael Zambada García
Ignacio Coronel Villarreal †
Antonio Cárdenas Guillén †
Jorge Eduardo Costilla Sánchez
Vicente Carrillo Fuentes
Luis Fernando Sánchez Arellano
Heriberto Lazcano Lazcano
Edgar Valdez Villarreal
Arturo Beltrán Leyva †
Héctor Beltrán Leyva
Nazario Moreno González †
2.837 uccisi nel 2007 6.844 uccisi nel 2008 11.753 uccisi nel 2009 19.546 uccisi nel 2010 24.068 uccisi nel 2011 18.161 uccisi da gennaio al 31 ottobre 2012
La guerra messicana della droga è un conflitto armato che vede contrapposti i cartelli messicani della droga tra loro e contro le forze armate del governo messicano.
Le autorità statunitensi e messicane affermano che in Colombia, luogo dove si trovano la maggior parte delle piantagioni, la produzione di droghe illegali è in crescita da quando la principale rotta di rifornimento di cocaina e altre droghe illegali che entrano negli Stati Uniti passa per il Messico e l'America Centrale. Questa guerra è simile al conflitto armato colombiano che dura oramai dal 1964. Il conflitto è cominciato in Messico nel 1989 dopo l'arresto di Miguel Ángel Félix Gallardo, che gestiva il traffico di cocaina. Vi fu una tregua verso la fine degli anni novanta, ma dal 2000 il ritorno alla violenza è aumentato. Il presidente Vicente Fox inviò un piccolo numero di truppe a Nuevo Laredo e nel Tamaulipas, ai confini con gli Stati Uniti, ma non ottenne i successi sperati.
Il Dipartimento di Giustizia americano stima che i guadagni all'ingrosso dalle vendite di droga vadano da 13,6 a 48,4 miliardi di dollari l'anno. I trafficanti di droga messicani spostano clandestinamente in Messico somme di denaro sempre più ingenti all'interno di automobili e camion.
Nella seconda metà del 2015, quindi a oltre 8 anni e mezzo dall'inizio della guerra alla droga messicana o narcoguerra militarizzata dichiarata dal presidente Felipe Calderón nel dicembre 2006, i cartelli messicani secondo la DEA (Drug Enforcement Administration) erano otto: Sinaloa, Cartello Jalisco Nueva Generación (CJNG), Beltrán-Leyva Organization (BLO), Los Zetas, Cartello del Golfo (CDG), Cartello di Juárez/La Línea (CDJ), La Familia Michoacana (LFM) e Los Caballeros Templarios (LCT).



Guerra messicana della droga:
Cartelli messicani e aree di influenza
Data: 11 dicembre 2006 - in corso
Luogo: Messico
Casus belli: Operazione Michoacán (invio di 6.500 soldati nel Michoacán)
Schieramenti:
Esercito messicano Marina messicana Aeronautica messicana Polizia federale messicana Polizia municipale messicana Cartello di Sinaloa Cartello del Golfo Cartello di Juárez Cartello di Tijuana Los Zetas La Familia Michoacana Cartello di Beltrán-Leyva Los Negros
Esercito messicano Marina messicana Aeronautica messicana Polizia federale messicana Polizia municipale messicanaCartello di Sinaloa Cartello del Golfo Cartello di Juárez Cartello di Tijuana Los Zetas La Familia Michoacana Cartello di Beltrán-Leyva Los Negros
Comandanti:
Felipe Calderón Mariano Francisco Saynez Mendoza Guillermo Galván Galván Sergio Aponte Polito Joaquín Guzmán Loera Ismael Zambada García Ignacio Coronel Villarreal † Antonio Cárdenas Guillén † Jorge Eduardo Costilla Sánchez Vicente Carrillo Fuentes Luis Fernando Sánchez Arellano Heriberto Lazcano Lazcano Edgar Valdez Villarreal Arturo Beltrán Leyva † Héctor Beltrán Leyva Nazario Moreno González †
Felipe Calderón Mariano Francisco Saynez Mendoza Guillermo Galván Galván Sergio Aponte PolitoJoaquín Guzmán Loera Ismael Zambada García Ignacio Coronel Villarreal † Antonio Cárdenas Guillén † Jorge Eduardo Costilla Sánchez Vicente Carrillo Fuentes Luis Fernando Sánchez Arellano Heriberto Lazcano Lazcano Edgar Valdez Villarreal Arturo Beltrán Leyva † Héctor Beltrán Leyva Nazario Moreno González †
Effettivi:
50 000 soldati[1] 35 000 agenti federali[2] 100 000 affiliati[3][4][5][6]
50 000 soldati[1] 35 000 agenti federali[2]100 000 affiliati[3][4][5][6]
Perdite:
62 uccisi nel dicembre 2006[7] 2.837 uccisi nel 2007[7] 6.844 uccisi nel 2008[7] 11.753 uccisi nel 2009[7] 19.546 uccisi nel 2010[8][9] 24.068 uccisi nel 2011[10][11][12] 18.161 uccisi da gennaio al 31 ottobre 2012[13] 3.200 uccisi da gennaio a marzo 2013[14]
Stima totale dei morti: 83.000 omicidi ca. dal 2007 al 31 ottobre 2012 (su 114.158 omicidi intenzionali totali in Messico)[13]
Voci di guerre presenti su Wikipedia

“No all’ergastolo duro ai mafiosi, è inumano”… Una domanda sorge spontanea: Ma  quanto vale la morte di Giovanni Falcone per la Corte di Strasburgo?

“No all’ergastolo duro ai mafiosi, è inumano”… Una domanda sorge spontanea: Ma quanto vale la morte di Giovanni Falcone per la Corte di Strasburgo?

      .   seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping   .   di Paolo Borrometi Qualcuno in Europa, equiparando la criminalità organizzata italiana a quella svedese o danese, pensa di abolire con un freddo tratto di penna gli sforzi e i costi altissimi della legislazione antimafia che il nostro Paese ha costruito, è doveroso ricordarlo, anche con il sangue di chi oggi non c’è più. Se fossi pessimista direi che oggi ha vinto la mafia. Penserei che le [...]

Forlì, siciliana picchiata e minacciata di morte dai vicini: «Terrona e mafiosa, torna a casa tua»

Forlì, siciliana picchiata e minacciata di morte dai vicini: «Terrona e mafiosa, torna a casa tua»

La segretaria di una scuola media di Forlì di origini siciliane ha denunciato di essere stata insultata per le sue origini e picchiata da una coppia di vicini di casa in seguito ad una lite sul posto auto condominiale. L'episodio, di cui scrivono diversi siti e l'edizione di Repubblica Palermo, risale al 26 agosto scorso quando Ilde Cascio, 53enne di Terrasini, in provincia di Palermo, ma da tempo trasferita in Emilia Romagna con il figlio, scrive su Facebook: [...]

Forlì, siciliana picchiata e minacciata di morte dai vicini: «Terrona e mafiosa, torna a casa tua»

Forlì, siciliana picchiata e minacciata di morte dai vicini: «Terrona e mafiosa, torna a casa tua»

La segretaria di una scuola media di Forlì di origini siciliane ha denunciato di essere stata insultata per le sue origini e picchiata da una coppia di vicini di casa in seguito ad una lite sul posto auto condominiale. L'episodio, di cui scrivono diversi siti e l'edizione di Repubblica Palermo, risale al 26 agosto scorso quando Ilde Cascio, 53enne di Terrasini, in provincia di Palermo, ma da tempo trasferita in Emilia Romagna con il figlio, scrive su Facebook: [...]

Quando Gratteri lanciava l'accusa: “Ormai non sono più i mafiosi che cercano i politici. Ora sono i politici che cercano i mafiosi”

Quando Gratteri lanciava l'accusa: “Ormai non sono più i mafiosi che cercano i politici. Ora sono i politici che cercano i mafiosi”

      .   seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping   .   Quando Gratteri lanciava l'accusa: “Ormai non sono più i mafiosi che cercano i politici. Ora sono i politici che cercano i mafiosi” Fiumi d’oro, quelli dei profitti della ’ndrangheta che arrivano a inquinare l’acqua degli affari puliti. Fiumi d’oro è anche il titolo del nuovo libro di Nicola Gratteri e Antonio Nicaso che Mondadori ha appena mandato in libreria. Un grande racconto [...]

Beppe Fiorello dalla parte del sindaco di Riace: in carcere chi accoglie i bisognosi e i mafiosi a spasso - A questo punto arrestateci tutti...

Beppe Fiorello dalla parte del sindaco di Riace: in carcere chi accoglie i bisognosi e i mafiosi a spasso - A questo punto arrestateci tutti...

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   Beppe Fiorello dalla parte del sindaco di Riace: in carcere chi accoglie i bisognosi e i mafiosi a spasso - A questo punto arrestateci tutti... Lo scrive in un tweet l'attore in difesa del sindaco di Riace Domenico Lucano, arrestato questa mattina per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. "Siamo tutti in pericolo, punto. Il sindaco #domenicolucano è stato arrestato per aver accolto non [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

Agghiacciante dichiarazione di Monti in aula al Senato nei confronti del nuovo Governo: "attenti o arriva la Troika" ...solo a me queste parole ricordano tanto, forse troppo, gli avvertimenti dei mafiosi?

Agghiacciante dichiarazione di Monti in aula al Senato nei confronti del nuovo Governo: "attenti o arriva la Troika" ...solo a me queste parole ricordano tanto, forse troppo, gli avvertimenti dei mafiosi?

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti .   Agghiacciante dichiarazione di Monti in aula al Senato nei confronti del nuovo Governo: "attenti o arriva la Troika" ...solo a me queste parole ricordano tanto, forse troppo, gli avvertimenti dei mafiosi?   Fonte ANSA: Governo: Monti, umiltà o arriva Troika... Poi fa gli auguri al nuovo esecutivo, spero abbia successo (ANSA) - ROMA, 5 GIU - Il governo Conte "nella sua interezza" deve mostrare "più [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

FOTO: Guerra messicana della droga

Esercito messicano.

Esercito messicano.

Truppe messicane ad un posto di blocco.

Truppe messicane ad un posto di blocco.

Mappa dei cartelli della droga messicani sulla base di uno studio del maggio 2010 di Stratfor:[35][36] cartello di Tijuana, rosso, cartello di Beltrán Leyva, arancio, cartello di Sinaloa, giallo, cartello di Juarez, marrone, La Familia Michoacana, verde, cartello del Golfo, ciano, Los Zetas, blu.

Mappa dei cartelli della droga messicani sulla base di uno studio del maggio 2010 di Stratfor:[35][36] cartello di Tijuana, rosso, cartello di Beltrán Leyva, arancio, cartello di Sinaloa, giallo, cartello di Juarez, marrone, La Familia Michoacana, verde, cartello del Golfo, ciano, Los Zetas, blu.

Fucile AK-47 (localmente denominato Cuerno de chivo,

Fucile AK-47 (localmente denominato Cuerno de chivo, "corna di capra", per la curvatura del caricatore).

M4 (fucile d'assalto) con lanciagranate (localmente denominato Zanate,

M4 (fucile d'assalto) con lanciagranate (localmente denominato Zanate, "gracula", una specie di merlo).

Doppio caricatore del tipo Beta C-Mag (localmente denominato Huevos de Toro,

Doppio caricatore del tipo Beta C-Mag (localmente denominato Huevos de Toro, "testicoli di toro") su un fucile M4.

Fucile tattico AR-15 A3

Fucile tattico AR-15 A3

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Il Papa "manda" i mafiosi all'inferno

Il cacciatore di mafiosi..

  Ogni tanto la RAI ci diletta con qualcosa di positivo e parlo proprio della fiction (trasmessa Mercoledì sera) dedicata alla figura di Alfonso Sabella, il Magistrato che nel 1993 ha arrestato diversi esponenti di Cosa Nostra nella Sicilia devastata dalle stragi di Capaci e Via D’Amelio. Nel primo dei due episodi in onda, "Idi di marzo" (l'altro è "Famiglia"), si racconta come Sabella, nella serie Saverio Barone, arrestò il mafioso "Uccio" Barbagallo. [...]

Papa Francesco: "Corrotti e mafiosi non possono dirsi politici!"

Papa Francesco: "Corrotti e mafiosi non possono dirsi politici!"

Papa Francesco oggi in piazza piazza San Pietro l'udienza generale dedicata al Triduo pasquale , che inizia domani con la cena del Signore, continua venerdì la passione e la via crucis, per concludersi sabato notte con la veglia pasquale. Bergoglio non ha usato mezzi termini per definire chi si definisce ancora cristiano chi non vuole cambiare la propria vita, un mafioso non può definirsi cristiano: «Pensiamo, per non andare lontano da casa, ai cosiddetti [...]

&id=HPN_Mexican+Drug+War_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Mexican{{}}Drug{{}}War" alt="" style="display:none;"/> ?>